I MINI-BLU

Come hanno sostituito elettori consapevoli con tanti maniaci sessuali invasati

Come Hanno Sostituito Elettori Consapevoli Con Tanti Maniaci Sessuali Invasati

di M.Blondet

La libera e gioiosa conquista del sesso senza tabù è una delle promesse – ed uno dei condizionamenti – di quello che è stato definito “il capitalismo della seduzione”. Così un marxista pensante, Michel Clouscard, ridefinì negli anni ’80 quel che noi chiamiamo “consumismo”.

Nel nuovo capitalismo, innescato in Europa dal Piano Marshall, Clouscard vide un metodo (americano) di “dressage” del cittadino fatto apposta per preservare in lui, da adulto, la funzione di consumo propria dell’età infantile. si tratta (scrisse, usando termini psicanalitici) di mantenere il “principio di piacere” a detrimento del “principio di realtà”. Attraverso una ‘educazione’ sempre più ludica, il cittadino europeo adulto e responsabile del passato (troppo frugale e risparmiatore, per il marketing) viene mutato nell’essere “emancipato” in cui il desiderio di consumare è diventato potente come un bisogno. La promessa, l’incitamento che viene da tutti i megafoni controllati (tv, pubblicità, Hollywood) è: “Minimo sforzo per il massimo del piacere. Divertirsi nell’istante presente, senza passato né futuro. Un’industria della voluttà al servizio dei nostri desideri. Beninteso: desideri condizionati, predeterminati. Desideri che l’industria del superfluo s’è preparata a soddisfare.

Prima c’erano “famiglie e lavoratori” che richiedevano beni di sussistenza e strumentali per migliorare la vita quotidiana delle famiglie in quanto famiglie, dei lavoratori in quanto lavoratori. Ma ciò non bastava più al capitalismo sovra-produttore: bisognava gabellare a milioni oggetti futili, perituri, ricreativi (marchi, griffes, mode in rapido deperimento, oggetti di culto). Tutto “un gigantesco apparato di incitamenti estetici, economici, politici” incitanti alla “liberazione e al “godimento”, attraverso l’acquisto di oggetti “mitici” che ti segnalano come uno che “è”, che esiste.

Naturalmente, per riuscire, il gioco doveva togliere alla gente l‘essere: il fondamento intimo di certezze e di valori, di storia comune e personale, di educazione al carattere, su cui fondava la propria dignità profonda. Tolto questo, si possono offrire agli individui svuotati i “godimenti epidermici”, gli “orgasmi corrotti” che sono anestetici per attutire la mancanza del fondamento, sordo dolore affondato nell’anima. “Il capitalismo ha fabbricato veleni per meglio vendere i suoi rimedi” illusori. Del resto, adulti con “io” da adolescenti sono anche “elettori dalle ambizioni servili, schiavi che si credono liberi, resistenti collaborazionisti”, disertori dalla cittadinanza politica con le sue responsabilità: l’ideale, per i padroni. Il capitalismo ha inventato la società libidinale che ci cresce attorno, e infatti i “diritti” che chiediamo sono “diritto al piacere”, mentre ci tolgono quelli politici e del lavoro.

Leggi tutto l’articolo: “La felicità sessuale non esiste“.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

7 risposte a Come hanno sostituito elettori consapevoli con tanti maniaci sessuali invasati

  • 6

    “Hanno sostituito”, “ci hanno fatto diventare”…
    MA CHI?????
    NOMI E COGNOMI PREGO oppure è tutta FUFFA filosofica caro Blondet!
    LE ACCUSE DEVONO AVERE UN TARGET ESISTENTE E REALE per essere accuse e chi accusa POI porta tutte le prove a corredo, ma almeno sa a quel accusato mostrarle…
    Fai lo stesso gioco che indichi e non te ne rendi conto!!! :-)

  • 5

    ,, La pornografia di massa fruibile senza restrizione di età sta causando un grande cambiamento antropologico, nel bene e nel male.
    Nel bene perché concorre alla realizzazione dell’individuo (Super-Io) attraverso la libertà di espressione degli istinti naturali e l’auto-coscienza di loro potenzialità e limiti.
    Nel male perché sta avvenendo senza educazione e in balia solo dei risvolti economici, causando disagi psicologici su vasta scala (complessi di inferiorità, impotenza e frigidità psicologica, perversioni sessuali), con conseguenti veri e propri disastri psicofisici (impotenza e frigidità organica, sadomasochismo, pedofilia), e piaghe sociali (turismo sessuale, violenze sessuali domestiche, stupri, uso di droghe e alcool per superare frustrazioni o competere nelle trasgressioni) ,,

    http://ma-guarda-e-passa.blogspot.it/2014/02/contro-la-crisi-la-rivoluzione-degli.html

  • 4

    Questa storia non inizia dopo la guerra, ma, molto prima,con l’inizio della scuola dell’obbligo, ci hanno fatto diventare tutti dei “politicamente corretti” e a supporto di ciò vi incollo un estratto d’articolo: …….

    Un po’ di statistica introduttiva:
    Durante la prima occupazione della Grecia (perché quella odierna e’ la seconda) a partire dalla primavera del 1941 e fino alla loro ritirata nell’autunno del 1944, i tedeschi erano stati costretti a stanziare nel paese la bellezza di 15 divisioni, cioè circa 35 mila uomini.

    A questi vanno sommati 16 mila “greci”, cioè collaboratori armati, gli sporchi traditori della milizia dei TA (Tàgmata Asfalìas ossia Battaglioni di Sicurezza). Solo nella regione della capitale del paese in cui abitavano 350 mila persone si trovavano costantemente 4 divisioni che peraltro, anche con l’aiuto feroce dei loro collaboratori locali, non riuscivano a mantenere uno status occupazionale normale in tutti i quartieri di Atene e del Pireo, perché appena se ne allontanavano dopo le loro incursioni in un vero e proprio stile militare in cerca di ostaggi e di saccheggio, questi quartieri tornavano liberi sotto il controllo dell’EAM, il Fronte di Liberazione Nazionale.
    I numeri rispettivi per la Francia, un paese molto più grande e molto più importante della Grecia, erano i seguenti: per il paese intero erano richiesti 10 mila uomini mentre per Parigi, una città allora di 1 milione e mezzo di abitanti, ne bastavano 3 mila. (1)
    Come mai queste differenze? Non erano stati i francesi che avevano indicato a tutta l’Europa la via maestra per la rivoluzione, l’emancipazione, l’acquisizione dei diritti e per la Costituzione? Non si erano meritati dallo stesso Marx una posizione di eccellenza nel trittico “l’economia inglese, la filosofia tedesca e il sociale francese”?
    Evidentemente una ragione dev’esserci se non vogliamo credere ad atteggiamenti eroici o codardi a seconda della razza e del sangue. Perché ogni popolo si comporta in base alle proprie condizioni sociali di ogni momento storico e non in base al suo DNA che viene distribuito da un creatore giocoliere che si diverte a creare popoli eroici e popoli codardi.
    Durante il 20o secolo, a partire dagli Stati Uniti, si sono combinate, o meglio dire alleate, tre forze con uno scopo preciso che però ha nello stesso tempo avuto un effetto collaterale di grandissima importanza. Le tre forze sono state la grande finanza, la psicologia freudiana e il potere centrale dello stato. Il loro obbiettivo principale era trasformare ogni cittadino libero e conscio dei propri diritti in consumatore abulico. L’effetto collaterale e’ stato l’ingigantirsi del nemico pubblico numero uno per l’azione collettiva e per il senso di appartenenza ad una collettività sociale: l’ingigantirsi dell’ego.
    Nel 2002 e’ stato realizzato da Adam Curtis e per conto della televisione inglese un documentario dal titolo “The Century of the Self” (Il Secolo dell’Ego). E’ un documentario in 4 parti: 1. Macchine di Felicità, 2. L’Ingegneria del Consenso, 3. C’è un Poliziotto Dentro Tutte le Nostre Teste: Egli Deve Essere Distrutto, 4. Otto Persone che Sorseggiano a Kettering.

    In questo documentario viene spiegato in dettaglio, senza mai però perdere di vista il quadro generale, l’uso sofisticato della psicologia di massa portata al parossismo dell’adorazione del proprio io. Le conseguenze per la gente, specialmente per la gente che intendiamo come abitanti del cosiddetto mondo occidentale, sono state devastanti perché il risultato finale fu che in nome del libero arbitrio e della propria personalità siamo stati tutti schiavizzati a scelte dettate da altri che vanno oltre l’obbiettivo iniziale di consumare ciò che ci viene imposto e che assolutamente sfuggono alla libera scelta portata come motivazione fondamentale ed inconfutabile.
    Il processo della trasformazione della società occidentale da collettività organizzate secondo i propri interessi lavorativi e sociali in semplice somma di una infinità di ego scollegati tra loro e’ iniziata subito dopo la 1a Guerra Mondiale negli USA e quasi subito varcò l’oceano per approdare nel vecchio continente. E’ evidente che allora i greci erano molto indietro rispetto ai francesi in questo processo che aveva tutte le sembianze di un’azione “civilizzatrice” del mondo occidentale in generale. E da “rozzi” come ancora erano hanno dato del filo da torcere ai loro invasori. Ora che anche loro sono “civilizzati”, trovano molto dura la strada della resistenza e dell’indignazione alle offese verso la propria dignità nazionale.
    In realtà anche questo processo era stato descritto nel 19o secolo dal genio di Marx. Fu lui che per primo parlò di alienazione del lavoratore. Ciò, alla lunga, porta alla sua trasformazione in consumatore quasi meccanico dei suoi prodotti, incapace di distinguere se stesso da questi prodotti e che vive principalmente della sua insaziabile volontà di impossessarsi dell’ultimo, secondo la moda, prodotto. Diversamente si considera un fallito, uno che non può sentirsi realizzato se non può mettere in mostra se stesso. Al tempo stesso gli riesce molto difficile la critica verso se stesso e l’autocritica gli diventa impossibile il che equivale a dire che e’ molto difficile ammettere i propri errori e ancora più difficile correggerli.
    Ma c’è di più. L’elevazione dell’ego a cime irraggiungibili per tutti gli altri ego, lo ha reso anche giudice supremo di ogni situazione che sfugge alla propria comprensione o alla propria, del resto quasi inesistente, indulgenza. Ed e’ allora che nascono i fondamentalismi che, in ultima analisi, significano totale mancanza di capacità dialettica, prodotto naturale della concezione delle cose e del mondo secondo soltanto i propri criteri egocentrici.
    E di fondamentalismi oggi ce ne sono parecchi.
    C’è il fondamentalismo “patriottico” ameriKano, figlio naturale del Ku Klux Klan, molto efficacemente messo in evidenza recentemente su CDC in un articolo-recensione di un film di Clint Eastwood. (3) Questo fondamentalismo e’ nascosto dietro la sacrosanta lotta a difesa della “democrazia occidentale” (che non c’entra niente con la democrazia) contro ogni infedele di turno.
    C’è il fondamentalismo jihadista della disperazione per i massacri e i torti subiti dal fondamentalismo precedente e che, ai vertici, da esso viene abilmente sfruttato. Il suo nascondiglio ufficiale e’ la purezza della fede islamica (che non c’entra niente con l’islam).
    C’è il fondamentalismo della sinistra ufficiale (principalmente occidentale perché non se ne vede qualcuna altrove) che riesce ad ogni assurda operazione, da bombardamenti umanitari fino a riforme strutturali ammazza-gente, pur di soddisfare i “mercati” che sono di nota fede marxiana. Esso non si nasconde. E’ proprio sfacciato.
    Ma c’è anche e purtroppo il fondamentalismo della sinistra “pura”, “non revisionista” o “rivoluzionaria” che ha aggiunto un ulteriore apostolo alla gamma cristiana, uno di nome Marx anche se Marx stesso aveva dichiarato di non considerarsi un marxista, figurarsi un apostolo. Questo fondamentalismo si nasconde dietro una montagna di testi sacri dei quali pochi hanno capito il contenuto, Marx stesso non lo aveva mai considerato esposto per intero e che comunque, questo non lo mette in dubbio nessuno, si basa sulla dialettica. Ossia al continuo nascere e morire di cose e di idee. Ma quest’ultimo fondamentalismo non accetta discussioni e tratta certe parti degli scritti di Marx come un vangelo (certe altre semplicemente le ignora perché sono state a loro tempo censurate dalla socialdemocrazia tedesca o dalla nomenclatura staliniana).
    Cosi e’ fatto questo nostro bel mondo che continua però a girare. Perciò attenti fondamentalisti di ogni sorta. Attenti a non scoprire che vi trovavate dalla parte sbagliata del fossato.1.10
    Naturalmente mi rivolgo alla base.
    Georgios

  • 3

    Bob Dylan ha detto qualche cosa di simile questo mese
    —–
    But people’s lives today are filled on so many levels with vice and the trappings of it. Ambition, greed and selfishness all have to do with vice. Sooner or later, you have to see through it or you don’t survive. We don’t see the people that vice destroys. We just see the glamour of it on a daily basis — everywhere we look, from billboard signs to movies, to newspapers, to magazines. We see the destruction of human life and the mockery of it, everywhere we look.
    —-
    http://www.aarp.org/entertainment/style-trends/info-2015/bob-dylan-aarp-the-magazine-full-interview.4.html

  • 2

    facciamo attenzione, è proprio su questo discorso delle responsabilità che si fonda il voto religioso di un prete… parlo da sbattezzato e anticlericale ma qui il discorso di Blondet è molto più profondo, nel senso che lui vuole focalizzare proprio sulla perdita del senso di responsabilità e di tutto ciò che esso comporta (nel lavoro, nella famiglia, nell’impegno religioso…) a favore di un obiettivo effimero e misero che si riduce a una bella scopata o una vita di belle scopate.

    Perciò non è la Chiesa che reprime (loro sono un club con delle regole, nessuno ti forza ad entrarci) ma sei tu che accetti le sue regole (come nel matrimonio ma ancor di più creandoti una famiglia, quindi responsabilità verso i figli, la più importante al mondo) perciò sei tu che prendi un impegno verso altri, impegno che per mere pulsioni sessuali non riesci a mantenere e da debole, scarichi la colpa sugli “altri che non ti capiscono”.

    Nell’articolo completo c’è un passaggio fondamentale che sposo appieno: “Orbene, vorrei dire una cosa. Che viene non dall’alto della mia esperienza, ma dal basso di una vita con esperienze di cui mi vergogno, perché anch’io sono condizionato come voi dalla società libidinale e dai suoi agenti.”. Perciò non pensate che io sia un bacchettone.

    In merito al rapporto tra Capitalismo, Comunismo e Abitudini Sessuali, esiste un bellissimo documentario sull’educazione e i comportamenti sessuali nella ex DDR e di come sia sconvolto nel passaggio al sistema capitalistico. Per gli appassionati di sociologia è una vera perla.

    Ne approfitto per fare un appello a Messora o a chiunque possa aiutare: purtroppo non riesco più a trovarlo, lo passò Sky molti anni fa, sarebbe un prezioso contributo a queste discussioni. Saluti.

  • 1
    psychok9

    Oppure, non è naturale reprimere totalmente certi istinti come ha fatto la tradizione cattolica, per condizionare miliardi di persone?
    Ora stiamo passando all’eccesso opposto per condizionarci in un altro modo…

    • 1.1
      Noe

      Il principio di realtà (l’io) si basa sul compromesso tra principio del piacere (l’es) e regole sociali (il super io). Poiché si sa che le regole sociali sono soggette a mutamento in base al tempo e allo spazio geografico, decade tutto il discorso filosofico.
      Cambi le regole sociali, cambi il principio di realtà.

      E comunque, se davvero la nostra civiltà inseguisse il principio del piacere, lotterebbe per non lavorare per più di tre ore al giorno per lo stesso stipendio.

      Utopia ai giorni nostri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Massimo D’Alema: è grazie a noi se M5S non ha vinto da solo!

Massimo D'Alema Massimo D'Alema fa la sua analisi del voto del referendum. Parla sarcasticamente delle rottamazioni di Matteo Renzi e afferma che se non ci fossero stati loro, il M5S avrebbe vinto da solo. ...GUARDA

I Cinque Stelle alla stampa: ora elezioni subito!

m5s-conferenza-stampa-iconaLa conferenza stampa del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati dopo la vittoria del No al Referendum Costituzionale. Davanti ai giornalisti, a tarda ora, dopo le dimissioni di Matteo Renzi, si sono presentati Vito Crimi, Danilo Toninelli, Alessandro Di Battista e Giulia Grillo, per dire al Presidente della Repubblica...GUARDA

Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!

Renato Brunetta Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!...GUARDA

Galloni e Rinaldi al Quirinale: ora Mattarella stralci il Pareggio di Bilancio

Galloni Rinaldi Quirinale Nino Galloni e Antonio Rinaldi salgono al Quirinale per chiedere simbolicamente a Mattarella che ora rispetti la volontà del popolo e si adoperi per rispettare la Costituzione italiana, stralciando subito il Pareggio di Bilancio ora Mattarella stralci Pareggio di Bilancio...GUARDA

Salvini – Vittoria del popolo contro i poteri forti di tutto il mondo

Salvini referendum La prima dichiarazione dopo gli Exit Poll che danno la vittoria del No a 55%-59% è di Matteo Salvini, che parla testualmente di "una vittoria del popolo contro i poteri forti di gran parte del mondo"....GUARDA

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>