I MINI-BLU

Family Day sul Pirellone: una ragazza scrive a Maroni.

Family Day: il Pirellone a Milano si illumina e prende una posizione precisa nel dibattito politico sulle unioni civili. Ma il Pirellone è la sede del Consiglio regionale della Lombardia, dunque ha valenza istituzionale e non è di proprietà di Maroni, non più di quanto il Quirinale sia di proprietà del Presidente della Repubblica.

Family Day - Pirellone - Milano - Regione Lombardia

Immaginate, ad esempio, che il presidente del Consiglio faccia uso di un volo di Stato e che vernici la carlinga con un messaggio pubblicitario che avvantaggi la sua parte politica (per esempio il Pd): sarebbe ammissibile?  Che succederebbe se il ministro della Difesa facesse scrivere nel cielo alle frecce tricolori, durante una cerimonia, una scritta qualunque che riporti le sue convinzioni personali? Sarebbe accettabile? Dunque abbiamo un partito politico che fa un uso personale di beni istituzionali ad esso affidati. Non somiglia molto al peculato d’uso, questo appropriamento indebito di uffici e beni pubblici (come l’illuminazione) allo scopo di lanciare messaggi privati? Quella non è la sede della Lega Nord: è la sede ove si riunisce l’assemblea dei consiglieri della Regione Lombardia.

Di seguito, la lettera di una giovane laureata, indirizzata a Roberto Maroni.

Egregio Presidente,

Buongiorno. Mi chiamo Federica Cottini, vivo a Monza, ho 24 anni, una laurea breve in Lettere e un diploma di recitazione conseguiti entrambi a Milano. Vorrei parlarle proprio di cosa è successo in questi giorni, a Milano.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

Il Pirellone come la Tour Eiffel?

Dopo le prove luminose con la scritta “Family Day” apparsa sul Pirellone, la mia prima reazione non è stata diversa da quella che ho sempre quando mi trovo davanti a manifestazioni più o meno inconsciamente omofobe. Mi è venuto da ridere. Un po’ per tutta la creatività social che ci si è sviluppata intorno (continuo a pensare che illuminare “Maria de Filippi” sarebbe stato più originale e di certo più ampiamente condiviso), un po’ perché… Davvero? Insomma, nel 2016? Nel 2016 ci sentiamo minacciati da un decreto a breve in Parlamento tanto da scrivere a caratteri cubitali uno slogan sopra un pezzo di storia di Milano?

Una reazione più ragionata è stata quindi di tristezza e fastidio. Mi ha dato fastidio che il Pirellone fosse utilizzato a scopi così smaccatamente propagandistici. E soprattutto per un messaggio che gran parte dei cittadini lombardi non condivide e, ricordate, la maggioranza dei milanesi non condivide (è vero che non bisogna fare di tutta l’erba un fascio, che si può essere di sinistra e essere un fervente sostenitore del family day, o viceversa, ma mi sembra ragionevole supporre che chi vi ha votati si rispecchi nella vostra posizione anche questa volta, e viceversa).

A scanso di equivoci, avete chiarito di avere illuminato la scritta soltanto in corrispondenza dei vostri piani. Credo che il ragionamento avrebbe un senso solo se quello di cui si parla non fosse un monumento milanese. Immaginate che la Tour Eiffel appartenga metà alla maggioranza e metà all’opposizione, e che la maggioranza decida di proiettare sopra alla sua metà una scritta gigantesca. Vallo a spiegare che non è quello che pensano tutti. È comunque la Tour Eiffel! È comunque Parigi! È comunque la Francia! E se il Pirellone non è noto a livello mondiale quanto la Tour Eiffel, a livello nazionale è abbastanza noto da scatenenare la produzione delle solite immagini ironiche: la London Eye arcobaleno accostata al Pirellone con il “family day”; la Casa Bianca arcobaleno accostata al Pirellone con il “family day”; la Porta di Brandeburgo arcobaleno accostata al Pirellone con il “family day”… E se è altrettanto vero che quello che pubblichiamo sui social network ormai lascia il tempo che trova, è anche vero che ancora è lo specchio, in qualche modo, di come interpretiamo quello che vediamo. In questo caso, un’altra ottima occasione per dire “ecco, vedi in Italia come siamo indietro!?”. E non ce n’era davvero bisogno. Insomma, luogo sbagliato. Aveste scelto un’altra modalità e un’altra location, avrei risparmiato questo preambolo e mi sarei limitata alle due constatazioni seguenti.

Cosa significa Family Day?

Family Day” significa letteralmente “giornata della famiglia“. È sbagliato che sia oggi sinonimo di “vogliamo tutelare la famiglia tradizionale“. Dov’è il termine “tradizionale” dentro “family day”? Io non lo vedo. È consuetudine, certo, è uno slogan, ormai, che non ho scelto io e non avete scelto voi. Allora non usiamolo. Usiamone un altro. Usiamo “vogliamo tutelare la famiglia tradizionale” se vogliamo dire “vogliamo tutelare la famiglia tradizionale”. È meno accattivante ma anche meno ipocrita. Le persone avranno più chiaro di cosa si sta parlando. Sarà che tengo molto alle parole, anche in base alla mia formazione, ma penso fortemente che dobbiamo far dire alle parole solo quello che dicono. “Family day” dice solo “family day”: non facciamogli dire altro, altrimenti continuerà a essere un’espressione mistificata che provoca amari sorrisi, al pari di “la legge è uguale per tutti” e tante altre.

Non credo che la famiglia tradizionale vada tutelata: credo che vada tutelata la famiglia. Lo dico in conformità al vostro slogan. Mettiamo in atto questa tutela, in Parlamento, concretizzando quello che peraltro la Costituzione già dice. Poi sarà gradita qualunque scritta “famiglia” su qualunque edificio.

Cos’è una famiglia?

Per quanto riguarda il contenuto del messaggio, cosa inseriamo sotto l’etichetta di “famiglia”? Un uomo e una donna sposati con figli? E se non hanno figli? E se non sono sposati? E se, nella fattispecie, sono due donne o due uomini? Credo che gli ultimi due casi vengano considerati da voi eccezioni, ed è questo ciò che vi porta di riflesso a parlare di “family day” sottintendendo “tradizionale”. Il fatto è che la tradizione è un concetto fluido: tradizionalmente i matrimoni fra persone bianche e persone di colore non erano consentiti; tradizionalmente non si divorziava; tradizionalmente non si abortiva. Poi la tradizione è cambiata. Sotto spinte più o meno visibili, è arrivato un tempo in cui il cambiamento è stato percepito come non più procrastinabile. E sicuramente in quelle fasi di cambiamento qualcuno avrà pensato che si stava andando verso il peggio, che si stava scendendo a patti con forze pericolose o quantomeno poco controllabili. Non è stato così. In materia di unioni civili, il nostro tempo di cambiamento è adesso. E non cambieremo in peggio, neanche questa volta.

E se l’opposizione avesse scritto “gay pride”? Se avessero proiettato “marriage equality” in colori sgargianti sul grattacielo Pirelli? Chi, degli infiniti sostenitori del politically correct ora tanto di moda, si sarebbe lamentato? Già, ma tanto per cominciare non è successo: e questo mi sembra già una buona risposta. Le opposizioni sono scese in piazza a livello individuale, non raggruppate senza volto dietro a due parole giganti e luminose. In secondo luogo, continuo a non comprendere come possa essere negativo che, per una volta, quello che va di moda sia la parità dei diritti.

Ancora con questa parità dei diritti!

Qualunque legge a tutela delle unioni civili non danneggia in alcun modo una famiglia costituita da un uomo e una donna. Credo che questo continui a essere poco chiaro ed è ciò che mi rende davvero difficile, ammetto, comprendere la posizione di chi si schiera contro una legge per il riconoscimento delle unioni civili.

Sono giovane e pessimista. Mi sembra talmente assurdo pensare di trovare una persona con cui avere la voglia e la forza di trascorrere tutta la vita. E soprattutto avere il coraggio di prendere un impegno definitivo come il matrimonio. Talmente assurdo che non mi sembra il caso di aggiungere altre difficoltà al pur già difficoltoso fardello quotidiano. Se un giorno prendessi una botta in testa, parecchio forte, e decidessi di sposarmi – con un uomo, con una donna -, che almeno le istituzioni mi tutelino! Come ha detto molto più semplicemente qualcuno, “se le persone omosessuali sono abbastanza pazze da volersi sposare, allora deve essere loro concesso”.

Sono stanca di parlare di parità dei diritti. Sono stanca di persone che parlano di parità dei diritti. Parlando di parità dei diritti continuiamo a parlare di passato. La domanda corretta da porsi sarebbe: quale diritto stiamo negando, a chi naturalmente già lo avrebbe? Questo è parlare di parità dei diritti. Perciò non organizziamo più gay pride o family day: sistemiamo in fretta questa situazione, e non parliamone più. Anzi, continuiamo a organizzarli, ma in un paese dove “gay pride” stia solo per “orgoglio omosessuale” e non “dammi quello che mi spetta”, e “family day” significhi solo e soltanto “giornata della famiglia”. Forse quel giorno ci verrò anch’io.

La ringrazio molto per l’attenzione, le auguro buona giornata e buon lavoro,

Federica Cottini

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

7 risposte a Family Day sul Pirellone: una ragazza scrive a Maroni.

Lascia un commento

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Hey, Lorenzin, fai un decreto su questo! 1250 morti all’anno per il DieselGate

DieselGate - Concentrazione e MortalitàIl surplus di emissioni dei veicoli diesel, rispetto a quanto dichiarato dalle case automobilistiche, ha causato in Italia 1.250 morti all'anno. A quantificare le conseguenze del Dieselgate sono l'Istituto meteorologico norvegese e l'istituto internazionale Iiasa, in uno studio pubblicato sulla rivista Environmental Research Letters da cui emerge che il nostro...--> LEGGI TUTTO

La verità orribile che non viene detta – Gianluca Ferrara

GIANLUCA FERRARA - La verità orribile che non viene mai detta Gianluca Ferrara, direttore editoriale di "Dissensi edizioni" e blogger del Fatto Quotidiano, ha già ottenuto quasi 150 mila condivisioni con questa analisi, fatta nell'ultimo post sul suo blog. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

Crociata contro la rete. Il ministro: via i “profili sgraditi”.

Orlando - rimozione di profili sgraditi e ong governative a fare controinformazione in rete Registrazione del Facebook Live del 16 agosto 2017 Un'intervista di Andrea Orlando, sul Corriere della Sera, rivela che esiste un accordo con i social network per la segnalazione dei post e la rimozione dei profili sgraditi, e anche che il ministero ha messo delle organizzazioni a monitorare...--> LEGGI TUTTO

La vera storia di KJ2, l’orsa mamma di Francesco e Soki, del progetto Life Ursus

Un'orsa e il suo cucciolo  Registrazione del live Facebook andato in onda ieri sera KJ2 sembra il nome di una stella cadente, perfetto per la notte di San Lorenzo. Invece è caduta un'orsa, appartenente al progetto Life Ursus. Nel video qualche considerazione da fare insieme sulla vicenda, andata in onda ieri sera...--> LEGGI TUTTO

OneBarter: l’era del baratto high tech

OneBarter - Nico Allegretti Nico Allegretti, presidente di OneBarter, racconta come il baratto, nella sua nuova forma tecnologicamente assistita, possa contribuire ad abbattere la necessità delle imprese di finanziarsi con linee di credito bancarie, e possa rilanciare gli scambi e l'economia. Un settore, quello del barter (cioè "comprare pagando vendendo",...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Guest post

Il gioco responsabile al tempo del mobile

casino mobile La crescente diffusione delle nuove tecnologie ha radicalmente modificato gli stili di vita e le abitudini degli individui, contribuendo alla formazione di una cultura sempre più digitale. Dal 13° rapporto Censis-Ucsi sulla Comunicazione (2016) emerge che il 74% della popolazione italiana ha libero accesso ad una...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Pigi Battista a Paragone: i bambini non sono proprietà dei genitori.

Paragone Pigi Battista Nell'annoso dibattito sui vaccini, ci sono i Free Vax, i No Vax, e poi i Pigi Battista. Quelli che "i bambini non sono di proprietà dei genitori". Certamente non sono una proprietà, così come si intende un oggetto acquistato e privo di diritti. Ma il sottinteso...GUARDA

Rula Jebreal a Porro: tu, uomo bianco sessista!

PORRO VS RULA Scontro tra Rula Jebreal e Nicola Porro: "tu uomo bianco sessista che punti il dito contro una come me"....GUARDA

Barbara Lezzi maltratta Luigi Marattin a Omnibus

Barbara Lezzi Luigi Marattin Barbara Lezzi (M5S) si confronta duramente con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio, sui dati della disoccupazione che vede l'Italia, nonostante la "cura Renzi", aumentare il distacco rispetto alla media europea. Ricordati di VOTARE Byoblu ai Macchianera Internet Awards...GUARDA

Ilaria Bifarini – L’Ocse dice che tra 60 anni siamo fritti

Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho visto personalmente, sarà sempre peggiore: salari sempre più passi e sempre più disuguaglianza". Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho...GUARDA

Diego Fusaro: il Sacro Romano Impero della finanza e delle banche

Innanzitutto siamo entrati in un Sacro Romano impero della finanza in cui il sistema bancario detta legge, e noi sventurate plebi europee dobbiamo fare i sacrifici: "sacrum facere". Appunto qualcosa di religioso in nome del sistema bancario, una divinità demiurgica: le sofferenze sono sempre quelle del sistema bancario...GUARDA

Primarie Pd: il confronto Sky tra Renzi, Emiliano e Orlando – Integrale

Confronto Sky Renzi Emiliano Renzi Primarie Pd Integrale - PlayIl confronto Sky tra Matteo Renzi, Michele Emiliano e Andrea Orlando per le primarie Pd - Versione Integrale. ...GUARDA

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>