I MINI-BLU

Guerra in Siria: radar h24 su Isis, Russia, Nato e Assad

Guerra in Siria: proseguiamo la nostra analisi del conflitto, sempre con la stessa chiave di lettura di collegare gli eventi militari a quelli politici. Il nostro intento è quello di giungere ai colloqui di Ginevra III con un retroterra di conoscenze che ci permettano di interpretare il più correttamente possibile gli eventi che verranno.

Guerra in Siria: la mappa del conflitto al 3 gennaio 2016

Guerra in Siria: i fronti più attivi

Usiamo ancora una volta la mappa dei fronti più attivi – un po’ datata, ma ancora valida – e basiamo su questa un rapido aggiornamento rispetto al post precedente “Siria: la situazione reale vista dal campo, come non ve la raccontano”.

Guerra in Siria: le manovre in tempo reale della Syrian Arab Army

KUWEIRES
La SAA (Syrian Arab Army) procede nell’ampliamento della zona di sicurezza della base liberata, e manovra verso Ovest in direzione Aleppo, minacciando diverse infrastrutture occupate da IS e tentando di chiudere il nemico in una sacca. Un ulteriore obiettivo potrebbe essere il villaggio di Al Bab più a Nord.

 

Guerra in Siria: i ribelli guadagnano terreno a Sud-Ovest di Aleppo.

EAST ALEPPO
La situazione generale (Kuweires si trova sulla destra): i ribelli guadagnano un po’ di terreno a Sud-Ovest di Aleppo, riaprendo l’autostrada M5; mentre il regime tenta di soffocare i rifornimenti provenienti da Nord. In generale, uno stallo.

 

Guerra in Siria: l'offensiva governativa intesta la provincia di Latakia

LATAKIA
Come anticipato, invero poche ore prima che iniziasse, l’offensiva governativa ha investito la provincia di Latakia, riportando finora ottimi risultati, in una velocissima avanzata che ha catturato, dopo la roccaforte di Salma, anche lo snodo di Rabi’a. Le truppe della FSA presenti si stanno ritirando in massa verso Jisr al-Shughour, e sembra proprio che l’intera provincia stia per tornare in mano lealista. Da questa mappa si può notare come Jirs al-Shughour sarà il luogo dello scontro finale nel governatorato, e primo passo dell’ “operazione Idleb”, ad ora interamente in mano agli insorti.

 

Guerra in Siria: Assad conquista Shaykh Miskin

DARA’A / SOUTH FRONT
La situazione volge nettamente a favore di Assad, grazie alla completa conquista di Shaykh Miskin e delle sue alture, da cui era possibile bombardare la strada usata dai lealisti come linea di rifornimento.

 

Guerra in Siria: Assad può recuperare il controllo del confine ed eliminare sacche di jihadisti

Ora sarà possibile sferrare offensive con comodo, per recuperare il controllo del confine con la Giordania ed eliminare le sacche isolate di jihadisti come quella visibile a Nord, grazie alla possibilità di utilizzare la strada di cui sopra, non più disturbata dalla presenza nemica

 

Guerra in Siria: il Generale Maggiore Issam Zahreddine resiste all'assedio di Deir Ezzor

DEIR EZZOR
Le truppe guidate dal Generale Maggiore Issam Zahreddine resistono all’ assedio di questa piccola enclave lealista nel Governatorato di Deir Ezzor. Si tratta di un altro degli epici assedi di questa guerra, come quello di Kuweires, ma con un certo peso specifico nel disegno della futura Siria, per i motivi che vedremo. Al momento i difensori sono estremamente stressati, con il loro comandante che combatte in prima linea per tenere alto il morale: di certo non potranno resistere a lungo sotto i quotidiani assalti di IS, e le notizie che giungono sono scarse.

Aiutami a continuare a fare informazione libera
Guerra in Siria: verso i colloqui di pace di Ginevra III.

La vera partita deve ancora cominciare. Quella politica, quella dei negoziati di Ginevra. La guerra in corso non è altro che l’atto di forza che i contendenti esprimono nel sistemare le pedine sul terreno, nell’attesa dell’inizio dei giochi. Com’è prevedibile, la situazione sul campo influenzerà posizioni ed equilibri negoziali, ma non solo: già da ora sono visibili i segnali della presenza di machiavellici e perversi meccanismi, i quali daranno luogo a molte sorprese.

A prima vista sembra che la coalizione russa si presenterà agli incontri in maniera più coesa rispetto a quella saudita, o a quella ribelle, o rispetto all’ambiguo ruolo degli statunitensi. Al contrario degli alleati di Assad, i ribelli sono disuniti: faticano a trovare una linea comune e rappresentanti condivisi da inviare. Hanno interessi (e finanziatori) diversi. John Kerry ha recentemente redarguito coloro i quali – tra i ribelli – volessero sfilarsi dalle trattative mentre, al confine col Libano, IS e Al Nusra si scontrano tra loro (con la vittoria dei primi).

Anche i loro finanziatori hanno interessi diversi: Turchia, USA, Arabia Saudita e alleati rappresentano tutti parti diverse con obiettivi diversi. In comune hanno un solo obiettivo: la guerra per rovesciare Assad.
Ma non tutto sta andando come pianificato: questa mancanza di coesione potrebbero costare loro cara.

Guerra in Siria: situazioni critiche.

Il triangolo esplosivo tra USA, Turchia e Kurdi:

La Turchia mira ad espandersi nelle zone occupate dai Kurdi, i quali combattono attivamente IS e aspirano alla creazione del Kurdistan. Ora, è chiaro che i Kurdi esigeranno una ricompensa alla fine della guerra. Peccato sia la stessa che vuole Ankara (ricordate la famosa no-fly-zone?). Questo rappresenterà un grosso problema per gli USA che hanno promesso lo stesso premio ai due nemici storici.

La situazione lungo il confine turco invece sorride ai lealisti: la provincia di Latakia è prossima al collasso totale. I Kurdi tamponano efficacemente vaste aree contigue al confine, con l’intenzione di riprendersi l’intera Aleppo. Controllando Aleppo, il regime arriverebbe ad inglobare circa il 75% della popolazione siriana. Se Assad vincesse la guerra, sarebbe piuttosto plausibile uno scambio coi Kurdi: concedere loro il Kurdistan, sfruttando i probabili litigi tra Washington e Ankara, per portarli dalla propria parte (ricordiamo che i Kurdi sono anche alleati di Assad). Ma ricordiamo anche che sono a loro volta divisi in fazioni e formazioni.

I Sauditi offesi

Il Nuclear Deal tra Washington e Teheran ha sbloccato un ingranaggio geopolitico (lo rivela l’immediata visita in Europa di Rohani) e questo influenzerà molto i colloqui. La futura Siria non potrà essere nemica dell’Iran: se sarà allineata agli interessi russi, allora dovrà esserlo anche rispetto a quelli iraniani. A meno che l’intero patto non sia una strategia americana per sfilare l’Iran dall’influenza russa e farne una nuova Arabia Saudita. Ipotesi che i Sauditi non prenderebbero bene. Non solo si continuano a ventilare voci di subbugli finanziari e dinastici, ma gli sforzi per contrastare “il terrorismo” (vedi la coalizione saudita) finora non hanno prodotto risultati. Chissà se riserveranno qualche sgambetto per i “quasi-alleati” americani.

Il Sunnistan

Un ipotetico stato sunnita nell’est della Siria è impensabile senza che venga associato all’IS e alle mire saudite. È qui che stanno le roccaforti degli jihadisti, la loro capitale Raqqa, il fiume Eufrate. È possibile immaginare un Sunnistan senza immaginarlo come un califfato medievale? In fondo, questa è l’istanza originale che ha dato vita all’IS, nonché la speranza a suo tempo tradita da inglesi e francesi. Se anche il capoluogo e ultimo baluardo del regime Deir Ezzor cadesse in mano all’IS, non avrebbe più senso nemmeno immaginarlo. O per lo meno toglierebbe al regime una possibile merce di scambio in sede di trattativa e lo scalzerebbe definitivamente dall’est. Ecco chiarito il motivo per cui questa piccola enclave riscuote così tanto interesse.

Guerra in Siria: cosa aspettarsi nell’immediato.

La guerra continua. I belligeranti sanno benissimo che i negoziati potrebbero impantanarsi, come già successo, e perciò per loro il conflitto prosegue come se niente fosse. Sembra che i Turchi stiano preparando un’invasione di terra nell’area di presenza turcomanna, al di là del confine. Dati gli spericolati azzardi precedenti (l’abbattimento del jet russo), non è possibile fare previsioni sulle mosse di Erdogan. Basti pensare che proprio mentre scriviamo, per un soffio non si è ripetuto lo stesso incidente lungo il confine.
Una rapida occhiata agli articoli 4 e 5 del protocollo NATO non farebbe male, ma ci sono tutti gli elementi per sostenere che l’obiettivo, più che debellare il terrorismo, sia sconfiggere Assad, a qualunque costo, come spiegato da Giulietto Chiesa nel post “Perché sostenere la Russia“.

I russi, tuttavia, non stanno certamente a guardare: si moltiplicano gli indizi di batterie e artiglieri russi dispiegati e impiegati di recente. Un ulteriore stormo di caccia avanzati SU-35 sta giungendo a rinforzare le file. E si vocifera perfino di una nuova base…

INTEGRAZIONI:

Politica:
https://twitter.com/MarkSleboda1/status/687560540999266304?ref_src=twsrc%5Etfw
http://www.foxnews.com/world/2016/01/24/syrian-official-state-will-make-no-concessions-during-talks.html
http://tinyurl.com/zj65kls
http://www.counterpunch.org/2015/10/15/did-russias-intervention-derail-turkeys-plan-to-invade-syria/
https://twitter.com/RSyrianCivilWar/status/693018025973280768?ref_src=twsrc%5Etfw
https://twitter.com/EjmAlrai/status/693070608393990144
https://twitter.com/Syria_Protector/status/693085681460068352
http://www.middleeasteye.net/news/syria-946965384

Militare:

https://www.youtube.com/watch?v=fA6spd6C5qc
http://sputniknews.com/middleeast/20160121/1033489316/turkey-syria-isis-kurds.html
https://twitter.com/leithfadel/status/686723698527621124
http://www.reuters.com/article/us-mideast-crisis-syria-idUSKCN0S61LX20151013
https://twitter.com/EjmAlrai/status/692626683388624896
http://www.globalresearch.ca/america-and-turkey-begin-ground-invasion-of-syria-how-will-russia-respond/5503235
http://www.defensenews.com/story/defense/2016/01/25/russia-denies-report-new-military-base-north-syria/79317974/

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

Lascia un commento

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

I vaccini in discussione al Senato, per Youtube, non sono adatti alle famiglie! Siamo all’apoteosi del ridicolo!

Youtube - Vaccini Senato - Restricted - Modalità con restrizioni - thumbCaso mai non sapeste cos'è la modalità "con restrizioni" di Youtube, ve lo spiego in due parole. Per venire incontro alle preferenze degli inserzionisti, che adorano i bimbiminkia che bestemmiano mentre fanno saltare le cervella dei nemici nell'ultimo gioco horror, oppure scherzi telefonici volgari e di cattivo gusto, oppure poveri dementi...--> LEGGI TUTTO

UE: test gender ai nostri ragazzi nei licei. E NON sono anonimi!

liceo Nievo Gender L'Unione Europea avrebbe un progetto in corso per testare i nostri ragazzi su tematiche matematico-sessuali (quale attinenza abbiano le due branche del sapere, forse, si può spiegare argomentando che il Kamasutra in fondo è un testo di geometria). Questo progetto consta della somministrazione di test contenenti affermazioni come:...--> LEGGI TUTTO

Lucia Annunziata e il fallimento al contrario del M5S

Lucia Annunziata Lucia Annunziata, conduttrice di In Mezz'ora su Rai Tre e direttrice dell'Huffington Post, risponde alla mia analisi dei dati sulle elezioni comunali 2017. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

Hanno radiato quest’uomo. Io invece lo voglio Ministro della Salute! Dario Miedico

Dario Miedico - Ministro della Salute - Play Questo è Dario Miedico, il medico radiato ieri dall'Ordine dei Medici. A questo mondo dove un Ordine farisaico, una casta medioevale si permette di radiare un uomo che parla in questo modo, io rispondo dicendo senza mezzi termini che voglio quest'uomo Ministro della Salute subito! E la Lorenzin...--> LEGGI TUTTO

Ecco perché non vogliono il dibattito sui vaccini: poi fanno questa fine!

Ivan Cavicci vs Virologo Pregliasco Ordine dei Medici Ecco perché non vogliono il dibattito sui vaccini: poi fanno questa fine. Il filosofo dell'Università Tor Vergata Ivan Cavicchi affronta il virologo Fabrizio Pregliasco. Il secondo è l'emblema dell'atteggiamento dei cosiddetti gran sacerdoti della scienza (anche in senso posturale, durante il confronto, fateci caso), verso il buon senso...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Diego Fusaro: il Sacro Romano Impero della finanza e delle banche

Innanzitutto siamo entrati in un Sacro Romano impero della finanza in cui il sistema bancario detta legge, e noi sventurate plebi europee dobbiamo fare i sacrifici: "sacrum facere". Appunto qualcosa di religioso in nome del sistema bancario, una divinità demiurgica: le sofferenze sono sempre quelle del sistema bancario...GUARDA

Primarie Pd: il confronto Sky tra Renzi, Emiliano e Orlando – Integrale

Confronto Sky Renzi Emiliano Renzi Primarie Pd Integrale - PlayIl confronto Sky tra Matteo Renzi, Michele Emiliano e Andrea Orlando per le primarie Pd - Versione Integrale. ...GUARDA

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Becchi: la prova che la Germania ha creato l’euro per metterla in quel posto a noi

BECCHI PROVE EURO GERMANIA Paolo Becchi esibisce le prove in diretta tv del fatto che la Germania sapeva che grazie all'Euro "lo avrebbe messo in culo agli italiani". Potremmo svalutare la nostra moneta, e dunque tornare ad essere competitivi, ma ecco pronta la replica: svalutando crescerà l' inflazione. Vale...GUARDA

Diego Fusaro: ma quale new economy? Si chiama lavorare per niente!

Fusaro Diego Fusaro sulla cosiddetta "new economy". Dal caso Amazon in poi, è chiaro che si tratta di un nuovo sistema di sfruttamento dei lavoratori. Il lavoro prevede che ci siano dei diritti e che il lavoratore venga considerato alla stregua di un essere umano portatore di dignità e...GUARDA

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>