I MINI-BLU

Il Non Statuto del M5s, Humpty Dumpty e Capitan Pizza

di Paolo Becchi

Quando io uso una parola – disse  Humpty Dumpty – questa significa esattamente quello che dico io, nè più nè meno; “bisogna vedere – rispose  Alice – se Lei può dare tanti significati diversi alle parole”; “bisogna vedere – replicò Humpty Dumpty- chi è che comanda; è tutto qua”.

Il Non Statuto del M5S Humpty Dumpty e Capitan Pizza

È singolare la coincidenza che il Capo Politico (alla faccia del Movimento orizzontale) di un partito disciplinato da un Non Statuto applichi al procedimento per la modifica di tale patto fondativo la filosofia di un abitante del Paese immaginario dove si festeggiano, appunto, i Non compleanni.

Il nuovo Non Statuto del Blog delle Stelle

Pare infatti che Beppe Grillo, o chi per lui – coniugando a proprio modo la lezione giuridica impartitagli dal Tribunale di Napoli, che nel rilevare la nullità dell’attuale Regolamento  ha ben chiarito che le modifiche dello Statuto possono essere adottate solo in forza di delibere assembleari – ritenga che chiamare “assemblea” una semplice votazione on line, come quella che  sta procedendo con lentezza sul Blog delle Stelle, di Beppe Grillo o di Pinco Pallo, sia sufficiente a soddisfare il requisito del passaggio assembleare prescritto dal Codice civile per le modifiche statutarie.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

Confrontandomi con l’amico Lorenzo Borrè – l’avvocato che difende gli espulsi e che ad oggi tiene in scacco le pulsioni espulsive dei vertici del Movimento – sulla procedura di modifica del “Non Statuto” e sulle modifiche proposte, ho potuto rilevare più di dieci motivi di nullità dei nuovi capitolati e altrettanti “punti deboli” dell’iter congegnato dal Blog per farli approvare. Qualche esempio: la genericità – e quindi l’arbitrarietà dell’interpretazione volta a stabilire se un fatto sia sanzionabile o meno –  delle condotte descritte come passibili di espulsione, la pretesa di punire condotte che non hanno nulla di antigiuridico e che anzi  rappresentano il sale della dialettica democratica. Riguardo poi alla previsione che dispone sanzioni per il “compimento di atti diretti ad alterare il regolare svolgimento delle procedure per la selezione dei candidati” sarà interessante vedere come e a chi essa si applicherebbe nel caso di ripetersi di casi come quelli che hanno portato all’espulsione e all’esclusione di iscritti che volevano partecipare alle “comunarie” e che sono stati esclusi in forza di provvedimenti ritenuti illegittimi dai Tribunale di Roma e Napoli con tre distinte ordinanze cautelari. Ma questa sarà, per l’appunto, materia da avvocati e di sicure  impugnazioni. Al momento, anche se se ne parla poco, ce ne sono già una quarantina e il numero è in costante crescita.

Federico Pizzarotti e le norme contra personam

Occupiamoci invece del caso Pizzarotti. È evidente che alcune modifiche del Regolamento siano “norme anti Pizzarotti”: e a dire il vero il nuovo testo, anziché affermare espressamente “Pizzarotti sarà espulso se rilascerà nuove dichiarazioni alla stampa in merito alla propria sospensione”, usa delle circonlocuzioni o meglio due frasette separate tra loro, che formano però un chiaro, come dicono i giuristi, “combinato disposto”: l’art. 4 del nuovo Regolamento contempla infatti tra i casi passibili di espulsione quello di chi “sottoposto a procedimento disciplinare, [..] rilasci  dichiarazioni pubbliche relative al procedimento medesimo” (alla faccia dell’art. 21 della Costituzione!!!), specificando – nell’ultimo capoverso di tale articolo –  che   “la suddetta procedura [di espulsione] è applicabile anche ai procedimenti in corso”, (alla faccia del principio di irretroattività) aggiungendo poi un omaggio a Monsieur de La Palice con la specificazione che la procedura di irrogazione delle sanzioni disciplinari non si applica però ai “casi in cui sia stata già disposta l’espulsione”…

All’articolo indicato va aggiunta la previsione contenuta  nell’art. 1 lettera e), del Regolamento, dell’assunzione dell’”onere”  in capo a ciascun iscritto “di astenersi da comportamenti suscettibili di pregiudicare l’immagine o l’azione politica del MoVimento 5 Stelle o di avvantaggiare altri partiti”. La violazione di un tale “onere” comporta, secondo l’art. 4 lettera b) del nuovo regolamento, l’espulsione. Viste le cronache recenti, ma anche meno recenti, è lecito credere che, laddove il Regolamento fosse approvato, molti grandi nomi della galassia nazionale dovranno ricorrere all’assistenza legale dell’avv. Borrè. Ovviamente scherziamo. Ciò che seriamente invece  colpisce è che nessuno (tranne  questo blog) si sia posto il problema di come si coniughino queste “novità”, introdotte  apposta per mettere alle corde Pizzarotti ed evitare qualsiasi forma di dialettica interna, con lo Statuto che abbiamo pubblicato integralmente su questo blog e che si riferisce all’omonima associazione, formata da tre persone, che detiene comando e simboli del MoVimento 5 stelle. Il vero centro del potere sta  tutto lì, il resto in fondo è di secondaria importanza. E su questo non si vota.  Ma ovviamente nessuno si è accorto dell’esistenza di questo Statuto.

Le dimissioni di Capitan Pizza

Il nuovo Regolamento è fatto solo per punire attivisti che credono ancora nella “orizzontalità” del Movimento e ritengono che si dovrebbe essere liberi di contestare  capi e capetti, per la semplice ragione che capi e capetti non dovrebbero esistere in un movimento che nato nella rete voleva farne a meno.  Soprattutto però si tratta di punire Pizzarotti, perché molti ancora pensano che possa guidare quel vasto dissenso ancora presente nel Movimento, quantunque ridotto al silenzio.  La “sentenza” di espulsione nei  confronti di Pizzarotti non è mai arrivata perché Grillo sa benissimo che il Sindaco di Parma sarebbe subito riammesso nel Movimento con una sentenza ben più efficace, quella dei giudici. Invece di combattere questa battaglia sino in fondo Capitan Pizza ha gettato la spugna e uscendo dal Movimento ha fatto  proprio quello  che Grillo aspettava da tempo. Riuscirà il Sindaco ad essere in tal modo rieletto il prossimo anno a Parma con un lista civica? La risposta a questa domanda è di secondaria importanza. Il capo ha  vinto e Capitan Pizza sarà ridotto all’irrilevanza  politica, un Civati in più. Niente di più.


Alcune pagine del’introvabile statuto vigente, pubblicato in esclusiva da Paolo Becchi su questo blog il 25 settembre scorso:

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

Una risposta a Il Non Statuto del M5s, Humpty Dumpty e Capitan Pizza

  • 1
    Clesippo Geganio

    italiani popolo di cavillosi azzeccagarbugli in perenne disaccordo, motivo per cui necessita pragmatismo nelle decisioni verticistiche* di un movimento politico neoeletto, che di mese in mese acquisendo consensi attrae a se individui infingardi o genera posizioni egocentriche deleterie non solo all’immagine ma al raggiungimento degli obiettivi prefissati.

    *verticistiche si intende l’unica componente direttiva che risponde al nome di B. Grillo in quanto unico garante e fondatore del M5S.

    Se tutte le volte che si manifesta un problema interno (spesso non a conoscenza di tutti) si deve chiamare al voto “orizzontale” gli iscritti per trovare una soluzione…. campa cavallo che l’erba cresce!
    Cioè mentre il M5S è impegnato a dirimere questioni interne per mesi, gli altri partiti fanno gli affaracci loro, per di più fornendo loro materiale per infangare il MoVimento.

Lascia un commento

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Euroinomani: Diego Fusaro e la verità che Porro finge di non capire.

Euroinomani Diego Fusaro: "Appurato il fatto evidente, conclamato, che l'Europa è il nostro problema oggi, per il fatto che sta imponendo politiche depressive, di austerità, di lotta contro i diritti del lavoro e contro i diritti sociali, vi è una sorta di dogmatismo generalizzato che ripete come soluzione, come...--> LEGGI TUTTO

Miracolo della Boldrini: riesce a farmi dare ragione a Pierluigi Battista

Pierluigi Battista - Fake News - Fake What di Pierluigi Battista Peccato, che delusione. Questo dibattito sulla «post-verità», sulle fake news , sul mare di bufale che si amplificano sulla Rete ha preso una brutta piega, persino un po’ paranoica. Peccato, perché da interessante discussione sul valore e la qualità dell’informazione, il nuovo...--> LEGGI TUTTO

Gianluca Ferrara: Trump? Non cambierà niente. Ecco perché.

Trump Gianluca Ferrara - Play di Gianluca Ferrara 26.172, sono il numero di bombe che gli USA hanno sganciato soltanto nel 2016 su sette paesi. Una media spaventosa di 3 ordigni ogni ora. E Dinnanzi a questa ipocrisia che ruotava intorno al Premio Nobel per la pace Barack...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

Anche il ministro del Tesoro UK, contro la Brexit, adesso passa tra i grandi speculatori

Ministro del Tesoro UK - Non voleva la Brexit - Ora passa in BlackRock Un altro leader politico europeo (cfr: "E Barroso passa a Goldman Sachs! Taaaaac!") imbocca la cosiddetta “porta girevole” dell’alta finanza. George Osborne, per sei anni ministro del Tesoro britannico fino al referendum sull’Unione Europea del giugno scorso, ha accettato un’offerta della BlackRock per diventare consulente del...--> LEGGI TUTTO

Le fake news su Trump di Repubblica e la post-verità di Michele Serra

di Massimo Mazza L’amaca di Michele Serra è finita in cima alla prima pagina di Repubblica, ma questo non ha evidentemente incentivato il giornalista a migliorare la qualità della sua striscia quotidiana, che oggi registra l’ennesimo scivolone figlio d’approssimazione e ignoranza dei temi...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Becchi: la prova che la Germania ha creato l’euro per metterla in quel posto a noi

BECCHI PROVE EURO GERMANIA Paolo Becchi esibisce le prove in diretta tv del fatto che la Germania sapeva che grazie all'Euro "lo avrebbe messo in culo agli italiani". Potremmo svalutare la nostra moneta, e dunque tornare ad essere competitivi, ma ecco pronta la replica: svalutando crescerà l' inflazione. Vale...GUARDA

Diego Fusaro: ma quale new economy? Si chiama lavorare per niente!

Fusaro Diego Fusaro sulla cosiddetta "new economy". Dal caso Amazon in poi, è chiaro che si tratta di un nuovo sistema di sfruttamento dei lavoratori. Il lavoro prevede che ci siano dei diritti e che il lavoratore venga considerato alla stregua di un essere umano portatore di dignità e...GUARDA

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Lupi ai Cinque Stelle: il referendum sull’euro non lo farete mai. Solo demagogia!

Maurizio Lupi, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia alla Camera sul Governo Gentiloni, si rivolge ai Cinque Stelle accusandoli di demagogia, e spiega perché il referendum sull'Euro non si può fare....GUARDA

CARLO SIBILIA: LA PSICOSI DEL MOVIMENTO 5 STELLE

"Io questa psicosi non la capisco: volere necessariamente addossare delle responsabilità al Movimento 5 Stelle, che ce le ha, se le stra prendendo, sta lavorando, abbiamo già fatto delle cose nel Comune di Roma e saranno i cittadini, quelli che sono deputati a decidere. È chiaro che noi...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>