I MINI-BLU

Il tagliando dell’assicurazione sul parabrezza? Toglilo pure: non serve più. Ma…

tagliando assicurazione parabrezza auto - io non servo più

La paletta si alza. Tu accosti, abbassi il finestrino e arriva il fatidico: “patente e libretto“. Così, cominci a rovistare nel vano del cruscotto, tutto sudato. Già, perché in quel gran casino, tra caricabatterie da cellulare in disuso, pezzi di navigatore, penne senza cappuccio, multe stropicciate e residui organici della merenda dei bambini, trovare il libretto dell’auto è notoriamente una scommessa. Ma la vera paralisi arriva quando, mentre tu già stai imprecando con la testa sotto al livello del sedile, con la coda dell’occhio scorgi il tizio con l’uniforme che si accosta al parabrezza e scruta l’angolino ove dovrebbe risiedere il tagliando dell’assicurazione. Perché quello non è come il libretto, no: quello ha una scadenza, come lo yogurt, e tu il premio assicurativo l’hai pagato giusto la settimana scorsa, ma chissà se ti sei ricordato di controllare nella cassetta della posta se il plico contenente la carta verde, il modulo di constatazione amichevole e il famigerato “tagliando” sia poi arrivato. E se è arrivato, chissà se ti sei anche ricordato di portarlo in macchina. Poi glielo spieghi tu che tu la rata l’hai saldata e sei coperto, solo che… mannaggia, dove hai la testa!? Quello ti sequestra la macchina, così torni a casa a piedi e poi, oltre all’ennesima multa da pagare, ti tocca perdere un sacco di tempo e di soldi per rientrare in possesso del veicolo.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

Beh, forse non lo sapete ma tutto questo, da domenica 18 ottobre 2015, è solo un ricordo lontano. Non è infatti più obbligatorio esporre il tagliando assicurativo sul parabrezza dell’auto: il controllo della copertura viene effettuato attraverso la verifica della targa. Se una volante ti ferma, le forze dell’ordine possono verificare in pochi secondi se la tua placca è presente nella banca dati dei veicoli assicurati istituita presso la Motorizzazione Civile e sanzionare gli evasori. Se per gli sbadati cronici questa è tutto sommato una buona notizia, per i taroccatori di professione (quelli, per intenderci, che vanno di lametta da barba e di tratto-pen) la pacchia è finita.

Ma c’è di più: la copertura assicurativa potrà essere verificata anche attraverso i dispositivi di rilevazione a distanza. Parliamo cioè degli Autovelox, Tutor, Telepass, nonché dalle telecamere delle zone a traffico limitato (Ztl), non appena verrà approvata la norma che li omologherà anche per il controllo della RC Auto.  Se non hai pagato l’assicurazione e passi sotto al varco di un casello autostradale, per esempio, ti beccano subito e son dolori.

Se è difficile obiettare sulla necessità di inasprire i controlli sul rispetto delle normative relative all’assicurazione obbligatoria, vedrete cosa succederà quando questo sistema verrà adottato anche per rilevare i veicoli sottoposti a fermo amministrativo in conseguenza delle cartelle inevase di Equitalia. Allora sì che il fisco avrà compiuto la sua kafkiana trasformazione verso un sistema orwelliano definitivo. E chissà che un giorno, dalla targa del tuo veicolo, la Società Autostrade, o la Polizia stradale o il tuo Comune non possano sapere anche cosa hai mangiato la sera prima, se hai sofferto di coliche intestinali nell’ultimo mese o magari, previo interfacciamento ai sistemi di Google, conoscere i tuoi gusti e mostrarti una pubblicità mirata, proprio sul cartellone che la tua auto incrocerà un minuto esatto dopo essere passato sotto alle telecamere della ZTL. Forse non ci hanno ancora pensato, ma statene certi: è solo questione di tempo.

Ma perché il progresso tecnologico viene sempre usato per finalità di controllo, o commerciali, e mai per rendere il mondo un posto piacevole e a misura d’uomo? Perché il semaforo all’angolo della strada non può semplicemente limitarsi a dirmi “Buongiorno, Claudio: hai dormito bene?“.

Ricordate comunque che resta obbligatorio tenere sempre a bordo del veicolo il certificato di assicurazione, ovvero il documento che dimostra la regolarità della copertura. Vi servirà sia in caso di incidente (facciamo le corna), per lo scambio di informazioni tra i guidatori coinvolti, sia per circolare all’estero, nei Paesi dell’Unione Europea.

E adesso, non vi resta che una cosa da ricordarvi: pagare. Quello, ho come l’impressione che nessuna legge lo renderà mai obsoleto.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

2 risposte a Il tagliando dell’assicurazione sul parabrezza? Toglilo pure: non serve più. Ma…

  • 2
    Clesippo Geganio

    i primi furbetti sono le compagnie assicurative con la politica/antitrust che fa da palo, poi dopo alcuni automobilisti pensando d’essere più furbi taroccavano i tagliandi.
    Ovvio che la crisi economica ha inciso parecchio su questa pratica ma che girassero un numero considerevole di mezzi senza RC auto lo sapevano tutti.
    Se pensiamo a quanto viene spremuto in tasse e costi d’esercizio sull’automobile mi pare scontata l’evasione, 12 mesi di RC costano più o meno 1200 €, bollo/tassa proprietà auto medio/piccola 200 € all’anno, accise sui carburanti pesano il 52% del prezzo al distributore, costo della revisione ogni 2 anni € 64,80, manutenzione ordinaria varia secondo modello del veicolo, in un anno di utilizzo pari a 12 mila Km si possono spendere oltre 250 € al mese!

  • 1

    Perché? Perché gli italiani sono un Paese di furbi, e l’unica cosa che capiscono è il bastone. Siamo dei barbari, senso civico pari a zero in moltissimi di noi, rispetto per il prossimo nullo, e va sempre peggio purtroppo, invece di progredire si torna indietro. Quindi ben vengano i controlli.

Lascia un commento

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

#SUM01 Paolo Magri (Ispi e Commissione Trilaterale): perché ci vuole più Europa.

Paolo Magri - Ispi e Commissione Trilaterale - SUM01 - PlayL'intervento di Paolo Magri, presidente ISPI e direttore italiano della Commissione Trilaterale (per anni presieduta in occidente da Mario Monti), all'evento #SUM01 organizzato dall'Associazione Gianroberto Casaleggio. p.s. non serve che io, da queste pagine, esprima la mia opinione sul suo discorso. Mi limito solo a ricordare a...--> LEGGI TUTTO

#SUM01 Marco Travaglio – L’informazione ha un costo.

Marco Travaglio . l'informazione ha un costo - Play#SUM01 - Intervento di Marco Travaglio sulla professionalità e le risorse necessarie a fare buona informazione, e sulle vecchie balle improvvisamente ribattezzate "Fake News". ...--> LEGGI TUTTO

#SUM01 – Massimi Fini: il Futuro è dietro di noi!

Massimo Fini - il Futuro è dietro di noi - Play L'intervento di Massimo Fini a #Sum01, il primo evento dell'Associazione Gianroberto Casaleggio....--> LEGGI TUTTO

#SUM01 – Paragone contro Monica Maggioni, presidente Rai e presidente Commissione Trilaterale Italia

Gianluigi Paragone vs Monica Maggioni - Presidente Commissione Trilaterale#SUM01 - Associazione Gianroberto Casaleggio - Intervento di Gianluigi Paragone sullo stato dell'informazione in Italia. Paragone parte subito contestando Monica Maggioni per la sua doppia carica di presidente Rai e contemporaneamente di Presidente Commissione Trilaterale Italia. ...--> LEGGI TUTTO

#SUM01 – I veri numeri dei giornali, Pier Luca Santoro (Datamediahub)

Pierluca Santoro Datamediahub - playI veri numeri dei giornali e della rete, nell'intervento di Pier Luca Santoro, Datamediahub, a #SUM01, il primo evento organizzato dall'Associazione Gianroberto Casaleggio. ...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Becchi: la prova che la Germania ha creato l’euro per metterla in quel posto a noi

BECCHI PROVE EURO GERMANIA Paolo Becchi esibisce le prove in diretta tv del fatto che la Germania sapeva che grazie all'Euro "lo avrebbe messo in culo agli italiani". Potremmo svalutare la nostra moneta, e dunque tornare ad essere competitivi, ma ecco pronta la replica: svalutando crescerà l' inflazione. Vale...GUARDA

Diego Fusaro: ma quale new economy? Si chiama lavorare per niente!

Fusaro Diego Fusaro sulla cosiddetta "new economy". Dal caso Amazon in poi, è chiaro che si tratta di un nuovo sistema di sfruttamento dei lavoratori. Il lavoro prevede che ci siano dei diritti e che il lavoratore venga considerato alla stregua di un essere umano portatore di dignità e...GUARDA

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Lupi ai Cinque Stelle: il referendum sull’euro non lo farete mai. Solo demagogia!

Maurizio Lupi, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia alla Camera sul Governo Gentiloni, si rivolge ai Cinque Stelle accusandoli di demagogia, e spiega perché il referendum sull'Euro non si può fare....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>