I MINI-BLU

Il Treno della Memoria, viaggio nel presente di Auschwitz.

Un professore di filosofia viaggia insieme ai suoi studenti sul Treno della Memoria, il MemoTrain, fino ad Auschwitz. Dal suo racconto nasce un libro, “Il treno della Memoria”, di Antonio Rinaldis.

Il treno della memoria - Antonio Rinaldis - Viaggio nel presente di Auschwitz
di Antonio Rinaldis

Il 25 gennaio del 1945 i soldati dell’armata rossa entrano finalmente ad Auschwitz e scoprono gli orrori della “soluzione finale” alla questione ebraica. Il 27 gennaio, da qualche anno, è diventato il “Giorno della Memoria” e si è trasformato nell’occasione per ripensare e per riflettere su quegli eventi. Quest’anno, nell’immensa letteratura sull’Olocausto, sulla deportazione degli ebrei e sul nazismo, si è aggiunto anche il mio libro che si intitola: “Il treno della Memoria” (puoi leggerlo qui).

Aiutami a continuare a fare informazione libera
“Il treno della Memoria” vuole sottolineare l’attualità di Auschwitz. Perché il libro vuole ritagliarsi uno spazio autonomo rispetto al mainstream? Molti di questi testi non sono che il racconto delle testimonianze dei sopravvissuti, oppure sono saggi storici. Si tratta di andare a cercare la verità storica di Auschwitz, un aspetto fondamentale che io condivido pienamente, ma che a mio giudizio non è sufficiente. A me non piacciono le commemorazioni. Non mi piacciono le ricorrenze. Non mi piace quest’idea della storia che Nietsche avrebbe chiamato “antiquaria”. Mi piace piuttosto pensare che nei confronti della storia bisogna avere un rapporto creativo e vitale. Questo non significa diventare negazionisti o revisionisti. Significa un’altra cosa, che ora spiego.

I testimoni… testimoniano, è evidente! Che cosa testomoniano? I fatti, la verità. E di fronte a questo fatto, a questa verità, come se noi fossimo all’interno di un processo, di un dibattimento giudiziario, non possiamo che assistere. La maggior parte di chi ha letto libri che riguardano la vicenda di Auschwitz si è sentita in qualche modo spettatrice. Il sottotitolo del mio libro, invece, è “Viaggio nel presente di Auschwitz“. E nel sottotitolo, probabilmente, c’è l’idea del libro.

Il Treno della Memoria

Infatti “Il Treno della Memoria” è il racconto di un viaggio – che viene fatto in pullman e non in treno – da Torino ad Auschwitz, con una tappa intermedia a Budapest. Si tratta di un’esperienza che si ripete ogni anno da circa dieci anni e che coinvolge quasi duemila studenti italiani. L’idea di partenza era quella di ripercorrere, quasi con le stesse modalità, il viaggio che molti deportati fecero negli anni tragici della Seconda Guerra Mondiale, dalle principali città europee fino al luogo dello sterminio.

Anche noi siamo partiti con l’idea di ripercorrere in maniera drammatica quelle vicende. Però poi ci siamo accorti, nel corso del viaggio, che qualcosa era diverso: eravamo diventati non solo testimoni di una storia, ma anche i protagonisti. È come se la vita si fosse presa la rivincita sulla morte. Anche perchè, nel romanzo, ci sono tutte quelle cose che formano la vita, che danno luogo a un’esperienza. Parlo soprattutto di quello che hanno vissuto i miei studenti, i quali hanno attraversato l’Europa come se fosse un romanzo di formazione. E in un romanzo di formazione cè di tutto: ci sono le lacrime, c’è la commozione, ma c’è anche la gioia, c’è il sorriso, ci sono gli amori, c’è il divertimento. Insomma c’è davvero tutto quello che costituisce il patrimonio dell’esperienza di un essere umano, ma non soltanto.

Il Treno della memoria” è un viaggio nel presente di Auschwitz e soprattutto un viaggio nel presente di questa nostra Europa del 2016. Un’Europa in cui purtroppo si ripresentano, riaffiorano paure, tensioni che richiamano il periodo storico in cui il Nazismo ha trovato terreno fertile, l’humus per alimentarsi e crescere. Allora un viaggio nel presente di Auscwitz è un viaggio nel presente dell’Europa devastata dall’Euro, dell’Europa che si scopre nuovamente xenofoba e impaurita, dell’Europa che costruisce i muri tra la Serbia e l’Ungheria e che non conosce, o che ha smarrito, la parola speranza. Ecco, io penso che questo treno della memoria significhi esattamente questo. Ed averlo fatto con dei giovani studenti, che avevano voglia di scommettere su se stessi e sul loro futuro, significa esattamente questo, cioè non essere solo testimoni della storia, ma esserne protagonisti e soprattutto essere protagonisti in “questa” storia, che ha molti aspetti inquietanti e terribili.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

5 risposte a Il Treno della Memoria, viaggio nel presente di Auschwitz.

  • 4
    Vittoriano

    O g g i

    alcuni
    Funzionari europei accusano Israele
    di compiere omicidi sistematici a Gaza

    Infopal · 2 giorni fa

  • 3
    max

    Io voglio ricordare il popolo palestinese, massacrato dai nuovi nazisti…

  • 2
    Anas

    La prossima volta porta i tuoi allievi in Senegal, in Benin e raccontagli del “black holocaust “. morirono circa 10 milioni di africani e molti altri vennero strappati per sempre alla loro terra. fagli fare la tratta tratta atlantica degli schiavi africani via nave e una volta lì raccontagli genocidio dei nativi americani, detto anche genocidio indiano, olocausto americano (in inglese American Holocaust o Indian Holocaust) si ritene che un numero tra i 50[1] e i 100 milioni di nativi[2] morirono a causa dei colonizzatori, come conseguenza di guerre di conquista, perdita del loro ambiente, cambio dello stile di vita e soprattutto malattie contro cui i popoli nativi non avevano assolutamente difese, mentre molti furono oggetto di deliberato sterminio, poiché considerati barbari. Per altri la cifra supera i 100 milioni di morti in 500 anni, fino ad arrivare a 114 milioni.[3]… l’anno dopo porta i tuoi studenti in Australia e raccontagli delLa popolazione aborigena è stata decimata dalla colonizzazione, iniziata nel 1788. Una combinazione di malattie, perdita della terra (e quindi fonte di cibo) e omicidi ha ridotto la popolazione aborigena di circa il 90% tra il XIX secolo ed il XX secolo. Un’onda di massacri e tentativi di resistenza si mosse con la frontiera. L’ultimo massacro fu a Coniston, nel Territorio del Nord, nel 1928. Molte volte si è ricorso all’avvelenamento di cibo e acqua…. poi passa in Palestina e raccontagli della NAKBA “Letteralmente, il termine Nakba significa “catastrofe”, intesa come un terremoto, l’eruzione di un vulcano, il passaggio di un uragano…. I numeri di una “nakba”

    Nel 1948, 1 milione e 400 mila palestinesi vivevano in 1.300 fra città e villaggi: in seguito alla proclamazione dello Stato di Israele, più di 800mila persone sono state espulse dalle loro terre, spinte verso i vicini paesi arabi e altri luoghi del mondo.

    Secondo i documenti storici, gli israeliani con gli anni hanno assunto il controllo di 774 fra città e villaggi, distruggendone 531. Durante il periodo storico che vede l’affermazione dello Stato di Israele nel secondo Dopoguerra, si registrano oltre 70 episodi di violenza ai danni della popolazione palestinese, con un totale approssimativo che stima il numero di vittime in 15 mila.

  • 1
    Pierluigi Vernetto

    fate anche un giretto a Gaza, sempre che gli israeliani vi lascino passare (dubito). Tutti buoni a condannare il nazismo che e’ stato sconfitto 80 anni fa… provate un po’ a prendervela coi nazismi di oggi.

Lascia un commento

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Miracolo della Boldrini: riesce a farmi dare ragione a Pierluigi Battista

Pierluigi Battista - Fake News - Fake What di Pierluigi Battista Peccato, che delusione. Questo dibattito sulla «post-verità», sulle fake news , sul mare di bufale che si amplificano sulla Rete ha preso una brutta piega, persino un po’ paranoica. Peccato, perché da interessante discussione sul valore e la qualità dell’informazione, il nuovo...--> LEGGI TUTTO

Gianluca Ferrara: Trump? Non cambierà niente. Ecco perché.

Trump Gianluca Ferrara - Play di Gianluca Ferrara 26.172, sono il numero di bombe che gli USA hanno sganciato soltanto nel 2016 su sette paesi. Una media spaventosa di 3 ordigni ogni ora. E Dinnanzi a questa ipocrisia che ruotava intorno al Premio Nobel per la pace Barack...--> LEGGI TUTTO

Quando non paghi nulla per l’informazione, ricorda che la merce sei tu!

Valerio Lo Monaco - Se per il tuo media non paghi nulla, la merce sei tu Quanto accaduto a Claudio Messora e al suo sito Byoblu di informazione indipendente è la prova provata di due cose importanti. Google ha deciso unilateralmente e irrevocabilmente di rimuovere tutte le procedure di monetizzazione attraverso gli annunci ADSense sul sito di Byoblu, sistema utilizzato da Byoblu...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

Anche il ministro del Tesoro UK, contro la Brexit, adesso passa tra i grandi speculatori

Ministro del Tesoro UK - Non voleva la Brexit - Ora passa in BlackRock Un altro leader politico europeo (cfr: "E Barroso passa a Goldman Sachs! Taaaaac!") imbocca la cosiddetta “porta girevole” dell’alta finanza. George Osborne, per sei anni ministro del Tesoro britannico fino al referendum sull’Unione Europea del giugno scorso, ha accettato un’offerta della BlackRock per diventare consulente del...--> LEGGI TUTTO

Le fake news su Trump di Repubblica e la post-verità di Michele Serra

di Massimo Mazza L’amaca di Michele Serra è finita in cima alla prima pagina di Repubblica, ma questo non ha evidentemente incentivato il giornalista a migliorare la qualità della sua striscia quotidiana, che oggi registra l’ennesimo scivolone figlio d’approssimazione e ignoranza dei temi...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Lupi ai Cinque Stelle: il referendum sull’euro non lo farete mai. Solo demagogia!

Maurizio Lupi, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia alla Camera sul Governo Gentiloni, si rivolge ai Cinque Stelle accusandoli di demagogia, e spiega perché il referendum sull'Euro non si può fare....GUARDA

CARLO SIBILIA: LA PSICOSI DEL MOVIMENTO 5 STELLE

"Io questa psicosi non la capisco: volere necessariamente addossare delle responsabilità al Movimento 5 Stelle, che ce le ha, se le stra prendendo, sta lavorando, abbiamo già fatto delle cose nel Comune di Roma e saranno i cittadini, quelli che sono deputati a decidere. È chiaro che noi...GUARDA

E PERFINO IL DIRETTORE DE L’ESPRESSO, TOMMASO CERNO, DIFENDE M5S: SOVRANITÀ AL POPOLO!

Tommaso Cerno, direttore de L'Espresso, si accalora e sostiene con passione la causa della sovranità popolare e del diritto dei cittadini di esercitarla attraverso il voto, e difende anche la posizione del Movimento 5 Stelle rispetto alla lotta che sta conducendo dentro e fuori dal Parlamento...GUARDA

TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE… DEL PRESIDENTE PRECEDENTE – Walter Rizzetto alla Camera

Il discorso di Walter Rizzetto a Paolo Gentiloni per la fiducia del Governo Gentiloni alla Camera: "Il Partito Democratico incarica il Partito Democratico di formare un nuovo Governo del Partito Democratico, dopo le dimissioni del Governo del Partito Democratico per il referendum del Partito Democratico. Tutti...GUARDA

Come salveranno MPS passo passo, fino al decreto Gentiloni, spiegato da Dino Pesole del Sole24Ore

MPS Pesole Mes Come salveranno MPS e (probabilmente) invocheranno il Fondo Salva Stati (MES) con la scusa di mettere una pezza ai bilanci delle banche, spiegato da Dino Pesole del Sole 24 Ore.  (altro…)...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>