I MINI-BLU

La grande rinuncia di Mattarella

Apprendiamo da giornali come il Corriere della Sera del taglio del trattamento economico di Sergio Mattarella. Ecco il titolo: “Dallo stipendio di Mattarella sottratta la pensione da docente“.  Oh poer Crist!, direbbe Iannacci. Sottotitolo: «Il presidente avrebbe diritto a un vitalizio per il suo lavoro universitario, ma vi ha rinunciato per il divieto di cumulo tra retribuzione e pensioni della P.A.». Aspetta. aspetta.. C’è qualcosa in questa frase che non torna. Cos’è?

Dunque, Mattarella ha diritto a un vitalizio, ma “vi ha rinunciato” per il “divieto di cumulo“. Ma… se il cumulo è vietato, allora… perché dicono che Mattarella ci rinuncia? Forse lo ha fatto senza esserci tenuto? Forse cioè il Presidente della Repubblica non rientra nella Pubblica Amministrazione?

Dunque, vediamo. La legge 27 dicembre 2013, n. 147, all’articolo 1 comma 489, stabilisce che i trattamenti economici omnicomprensivi per le amministraioni pubbliche non possano superare il limite stabilito dal Salva Italia di Monti, il quale all’articolo 23 ter dice che in tutto non si possono prendere più di 311.000 euro lordi, cioè lo stipendio del primo Presidente della Cassazione. Ma cosa si definisce Pubblica Amministrazione? La stessa legge di cui sopra dice che a stabilirlo è l’elenco dell’Istat, che al suo interno comprende le “l’amministrazione dello Stato in senso stretto (i ministeri) e gli organi costituzionali“.

E qui si fa interessante. Quali sono gli organi costituzionali? Tra loro, ecco spuntare il Presidente della Repubblica. Certo, la legge 27 dicembre 2013 aggiunge che “gli organi costituzionali applicano i principi di cui al presente comma nel rispetto dei propri ordinamenti“, ma qui non parliamo della Presidenza della Repubblica, con tutti i suoi uffici e i suoi dipendenti, bensì di un uomo solo. E’ difficile pensare che Sergio Mattarella, equiparato dall’Istat a una Amministrazione Pubblica, possa avere un ordinamento tutto suo che lo salva dal tetto del trattamento economico.

E infatti, giustamente, Mattarella ha rinunciato alla pensione da professore. Ma ha proprio “rinunciato” o ci è stato costretto? Vediamo un po’: lo stipendio da Presidente della Repubblica vale quasi 239.000 euro all’anno. Il vitalizio da professore universitario (assistente e poi docente di diritto parlamentare a Palermo dal 1965 al 1983) vale circa 80.000 euro l’anno. Se facciamo la somma, sforiamo i 311.000 euro di cui sopra. Voilà!

Perfetto. Ora è più chiaro: 1) c’è una legge; 2) secondo questa legge Mattarella non ha diritto al vitalizio; 3) Mattarella, nel rispetto della legge, rinuncia al vitalizio. Il tutto, come sottolinea la stessa lettera del Quirinale al Giornale (da cui è tratto l’articolo del Corriere), avviene “naturalmente”: “Naturalmente questo divieto è stato applicato anzitutto al presidente“.

Ma allora perché il Corriere titola che il Presidente della Repubblica “rinuncia” al vitalizio? Non è come attribuire alla volpe la volontà di rinunciare all’uva? Perché vuole farlo apparire più buono di quanto non sia, come se stesse facendo qualcosa che poteva anche non fare?

Immaginatevi se, per par condicio, anche i titoli delle altre notizie fossero stati scritti con lo stesso stile. Già me li vedo: “Totò Riina rinuncia alla sua libertà personale in favore del 41-bis“, “Attaccante rinuncia a fare gol con la mano per il divieto delle regole del calcio“, “Presidente del Consiglio rinuncia a fare gli interessi del suo Paese per rispettare le richieste della Germania“.

Vi lascio un compito: di questi tre lanci, trovate l’unico che in effetti potrebbe avere un senso.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

12 risposte a La grande rinuncia di Mattarella

  • 7
    Fraxlin

    Ciao a tutti,
    avrei bisogno di un chiarimento: parlando con un amico, è nato il discorso per cui il Presidente poteva comunque accettare la pensione da professore di 80.000€, anche se così facendo si superava la soglia dei 311.000€ lordi. In questo caso però la pensione non sarebbe stata piena, ma decurtata dell’eccedenza (nel caso specifico di 8.000€). E’ vero?

  • 6
    Fabrizio

    Art. 1

    489. Ai soggetti gia’ titolari di trattamenti pensionistici erogati da gestioni previdenziali pubbliche, le amministrazioni e gli enti pubblici compresi nell’elenco ISTAT di cui all’articolo 1, comma 2, della legge 31 dicembre 2009, n. 196, e successive modificazioni, non possono erogare trattamenti economici onnicomprensivi che, sommati al trattamento pensionistico, eccedano il limite fissato ai sensi dell’articolo 23-ter, comma 1, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214. Nei trattamenti pensionistici di cui al presente comma sono compresi i vitalizi, anche conseguenti a funzioni pubbliche elettive. Sono fatti salvi i contratti e gli incarichi in corso fino alla loro naturale scadenza prevista negli stessi. Gli organi costituzionali applicano i principi di cui al presente comma nel rispetto dei propri ordinamenti.
    Questo divieto dunque non era, per sua espressa disposizione, direttamente vincolante nei confronti degli organi costituzionali. Come tale la stessa non risultava recepita nell’ordinamento della Presidenza della Repubblica». Ora il divieto è invece efficace

    • 6.1

      Non hai fatto che citare un passaggio del comma che ho espressamente citato io per primo nell’articolo e nel video. Quindi non hai ascoltato bene.
      Dimmi qual è l’ordinamento del Presidente della Repubblica (lui in persona, eh? Non la “Presidenza della Repubblica”: lui è l’organo costituzionale e parliamo del “suo” divieto di cumulo, mentre sul divieto di cumulo della Presidenza della Repubblica, cioè dei suoi funzionari, è diverso).
      Secondo te un organo costituzionale composto “da una persona sola” (è il “Presidente della Repubblica” ad essere un organo costituzionale) e inserito dall’Istat nell’elenco delle pubbliche amministrazioni, può avere un “ordinamento tutto suo” che gli impedisce di applicarsi il divieto di cumulo? E’ tutta lì la questione.

    • 6.2
      Clesippo Geganio

      e per tutti quelli che accumulano pensioni da consigliere regionale + deputato europeo + senatore della repubblica? e altro…

      Insomma esiste un sottobosco fitto e intrigato di norme postille clausole che valgono solo per loro? Come i diritti acquisiti… vedi il ricorso di M. Capanna in Lombardia oppure i colleghi della Regione Lazio… ma non per i 400mila esodati dalla legge Fornero!

  • 5
    Alessandro S.

    Il Presidente del Consiglio che fa gli interessi della Germania, of course…

  • 4
    renzo marrucci...

    Bhè posso avere sbagliato nel mio link … mi dispiace molto… forse ci volevo credere… ma di li ha dire mente debole…via ci corre … ci son cascato … siamo proprio nella m…. non c’è che dire…

  • 3
    paolo

    pensione da professore, perche’ dite vitalizio?

    • 3.1
      Clesippo Geganio

      lo so appare strano avrei dovuto precisare, ma sai l’informazione non è il mio mestiere, è incredibile come la notizia riportata su un quotidiano a tiratura nazionale venga scritta con dovizia manipolatoria e riportata da altri a scendere nella piramide dell’informazione come dice Foa, da indurre un cittadino che non conosce appieno l’argomento confondere i termini pensione x vitalizio, come il giochetto far capire fischio x fiasco.

  • 2
    Clesippo Geganio

    voi non ci crederete ma la malainformazione ha già colpito le menti deboli o che ignorano la realtà, in giro per la mia città molti hanno creduto all’ennesima bufala della rinuncia al vitalizio… l’unica cosa positiva per modo di dire che ho ascoltato, un tizio diceva: bravo Mattarella ha seguito il buon esempio del M5S rinunciando….. !!!???!!!

    Il potere mediatico tradizionale dell’informazione di massa è terrificante.

  • 1
    Teresa

    Il presidente del consiglio rinuncia a fare gli interessi del suo paese per rispettare le richieste della Germania…..è l’unico che potrebbe avere un senso perchè è così in effetti in questo gioco dei contrari…

    • 1.1

      Pur di recuperare il denaro prestato all’ indebitato Casato Savoiardo, i ROTHSCHILD inventarono e sceneggiarono l’ UNITA’ D’ ITALIA, per mettere le mani sul patrimonio del REGNO delle DUE SICILIE, in cui non solo depredarono le casse che avevano in deposito 498 milioni di allora contro i 4 del Piemonte, ma sfasciarono anche le tutele sociali e le industrie d’ avanguardia in tutti i settori, dall’ industria tessile a quella metalmeccanica, che primeggiavano in Europa.

      Oggi, nell’era della comunicazione globale, si ripete lo stesso schema. Dopo aver pubblicizzato retoricamente i vantaggi dell’ Unità Europea, di fatto siamo stati solo espropriati del potere di emettere moneta, mentre siamo legati ad una moneta debito che ci vincola ad un debito in costante aumento e che non lascia scampo, poiché porta al fallimento ed all’ esproprio delle ricchezze della nazione e dei privati.

      ***Nell’Ottocento la finanza prese potere e vinse tramite la corruzione della dirigenza militare dell’ esercito del REGNO delle DUE SICILIE; oggi agisce con la corruzione delle dirigenze disoneste dei partiti politici e con l’ intrappolamento delle spinte oppositive popolari in finte opposizioni, che recitano sceneggiati infarciti dalle convincenti sirene linguistiche del MARKETING.

      ***Sotto gli occhi increduli di molti, si sta completando una spaventosa tragedia che condannerà il nostro Paese all’ asservimento all’ usura, sino a che le future generazioni non si ribelleranno.

      **Il Popolo italiano ha dato prova di accettare senza fiatare l’ imposizione di ben tre governi di rito BILDERBERG, subendo in silenzio angherie burocratiche e persecuzioni fiscali di tutti i tipi; si appresta a subire la stretta finale, in cui la finta opposizione di rito Sassoon entrerà nel governo dopo aver giocato la carta del reddito di cittadinanza: raggiungerà così lo scopo di accreditarsi presso l’ elettorato emarginato e quello di distruggere il ceto medio produttivo ormai dissanguato dal peso insostenibile di ulteriori tasse.

      *** Conoscendo la malvagità e la disumanità dell’ usura, le future generazioni ci malediranno, come oggi già fanno i Greci rovinati dagli usurpatori delle loro sovranità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Vota Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Mancano poche ore! Hai votato!?

macchianera internet awards 2016 vota byblu Vuoi contribuire in qualche modo a far conoscere questo blog? Ci sono tre giorni di tempo per votare Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Votate per almeno 10 categorie e usate un vostro indirizzo email reale, altrimenti il vostro voto sarà nullo. Byoblu si trova nella categoria "30....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Scontro Berlusconi Berlinguer sul Referendum: “Qualcos’altro da aggiungere?”. “Sì: sarebbe un regime!”

Berlusconi Berlinguer Referendum Scontro tra Silvio Berlusconi e Bianca Berlinguer, che non gli permette di elencare le ragioni del No al Referendum Costituzionale. - "Ha qualcos'altro da aggiungere?". - "Sì... Sarebbe un regime!"....GUARDA

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi Diego Fusaro: "Se al Referendum Costituzionale vince il sì, come vogliono le élite, distruggono la Costituzione, desovranizzano lo Stato e impongono l'Unione Europea come Banca Centrale che decide per tutti. Se vince il no l'élite ha pensato anche al piano B, perché il popolo si sta...GUARDA

MELONI A RENZI: SCIOCCATA DA QUANTO SEI BUGIARDO!

giorgia meloni vs matteo renzi sei un bugiardo Giorgia Meloni si scontra violentemente con Matteo Renzi, durante la campagna per il referendum costituzionale, sul Porcellum e sulle liste bloccate, che Renzi sostiene di avere tolto dall'Italicum....GUARDA

Silvio Berlusconi su Beppe Grillo: “Non posso parlarne bene”.

Berlusconi su GrilloSilvio Berlusconi su Beppe Grillo a Matrix: "Mi piace parlare delle persone quando posso parlarne bene. Quando devo parlarne malissimo, ...evito". ...GUARDA

Nino Galloni mena schiaffoni anche alla Presidenza del Consiglio

galloni marattin Nino Galloni si scontra con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio di Matteo Renzi, su banche, Referendum, privatizzazioni, debito pubblico, mercati e scenari catastrofici....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>