I MINI-BLU

Pepe (ex M5S) scatena l’inferno su vaccini e autismo al Senato. Che lo censura.

vaxxed vaccini autismo bartolomeo pepe

Vaxxed, la prima europea del film sui vaccini messo alla berlina

Il 4 ottobre 2016, Bartolomeo Pepe (senatore ex Movimento 5 Stelle), doveva presentare “Vaxxed – from cover up to catastrophe“, il film documentario di Andrew Wakefield sulla discussa relazione tra la vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia e l’autismo. Il luogo prescelto doveva essere la sala Santa Maria in Aquiro del Senato italiano, che era stata correttamente prenotata. Il comunicato ufficiale recitava “durante questo incontro, aperto principalmente al mondo dell’informazione, nonché della politica e della scienza sarà possibile, dopo l’anteprima del film, dar corpo a un confronto rivolgendo domande dirette a Andrew Wakefield, che sarà presente via streaming, ed anche al produttore Francesca Alesse che sarà presente in sala e che agirà anche come moderatore e traduttore del regista“. E proseguiva: “la conferenza aprirà le porte alla conoscenza di una storia piena di grandi ombre che la sanità americana avrebbe ordito e del complotto svelato dal dottor Thompson sui dati nascosti dal CDC (Center for Desease Control and Prevention) al fine di camuffare e insabbiare i dati sul contestatissimo vaccino MMR, legato all’incidenza di aumento dei casi di autismo nei bambini“.

Quelli che si sono stracciati le vesti

L’uso della sala Santa Maria in Aquiro è nella libera disponibilità dei senatori, ma dopo l’ondata di proteste la prenotazione è stata annullata. Emilia De Biasi, presidente Pd della Commissione Senato, ha dichiarato “Salute sì, ciarlatani no“. È stata poi la volta della vicepresidente PD Giuseppina Maturani, che ha fatto eco: “Trovo grave e sbagliato che il Senato abbia ospiti quella proiezione. Si tratta di una iniziativa personale di un senatore che è abituato a simili discutibili performances. Spiace e rammarica che una di queste si svolga in Senato, dove quotidianamente ci impegniamo in commissione sanità e in aula per tutelare la salute dei cittadini anche da pericolosi populismi antiscientifici“. Pierluigi Martini, presidente dell’Associazione Chirurgi Ospedalieri Italiani, ha aggiunto: “È grave e pericolosa la divulgazione, per di più in una sede istituzionale, di un film palesemente antiscientifico che cavalca teorie supportate da dati fraudolenti per le quali l’autore è stato radiato dall’ordine dei medici“. Beatrice Lorenzin, il Ministro della Salute, rincara la dose: la mia è “una posizione di estrema contrarietà, così come c’è l’indignazione di tutta la comunità scientifica nazionale e internazionale intorno a ciò che è propagandato da questo documentario. Quando l’antiscelta ha lo stesso diritto di tribuna della scienza, non è un tema di democrazia ma di disinformazione“. E non fa mancare il suo commento anche ll comitato tecnico scientifico dell’Istituto superiore di Sanità, il quale esprime “sconcerto e indignazione per l’iniziativa“. L’iniziativa del Senatore Pepe, spiegano, “è tanto più grave se si pensa al calo di oltre il 5% delle coperture vaccinali che si è verificato recentemente e che ha portato il nostro Paese sotto la soglia di sicurezza“. Ed è proprio, guardacaso, il presidente dell’Istituto superiore di Sanità che, insieme al famigerato Cicap, avversa nella stessa sala un convegno sulle medicine alternative.

Libertà di pensiero?

Il Senato aveva dapprima replicato che “gli uffici non possono esercitare controlli di merito o di opportunità sui contenuti dei dibattiti o sulle opinioni degli oratori, salvo motivi di ordine pubblico o di violazione della legge penale“. Ad un tratto però la garanzia costituzionale della libertà di parola si perde per strada.

Il presidente del Senato Pietro Grasso, che già non aveva concesso l’interrogazione parlamentare sulle dichiarazioni di Maria Elena Boschi, evidentemente pressato dalla comunità scientifica, telefona al presidente del gruppo Grandi Autonomie Locali (Gal, di cui fa parte Bartolomeo Pepe) e gli dice che la presentazione del film Vaxxed “non s’ha da fare”. Altrimenti? Plausibilmente, fioccheranno le denunce. Il Presidente di Gal abbozza, e chiede allo staff di Pepe di rinunciare all’utilizzo della sala Santa Maria in Aquiro.

Questa la risposta di Bartolomeo Pepe e del suo staff, da me sentito nel merito:

Non essendo interessati alla polemica ma alla discussione cediamo al gentile invito di portare il tema al di fuori dalle sedi istituzionali, ma non rinunciamo ad affrontarlo, convinti che la politica debba dare voce alle istanze dei cittadini e anche alle loro perplessità. Politica che, invece, tende a distrarsi quando i temi sono lontani dal proprio interesse. Per questo, dopo avere a lungo chiesto un confronto istituzionale, in assenza di una qualunque risposta siamo stati obbligati alla proiezione di un film di denuncia certamente “forte”, ma non altrettanto “forte” rispetto alle reazioni suscitate che ci hanno costretto a cambiare il luogo della proiezione – in anteprima europea – e del dibattito. Dibattito che,ripeto, terremo ugualmente“.

Personalmente, non riesco a comprendere di cosa abbiano paura la politica e la comunità scientifica, atteso che il contenuto del film, come viene sostenuto, è così incontestabilmente lontano dalla verità dei fatti. La risposta alla richiesta di dibattito non può essere la censura, ma la partecipazione.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

9 risposte a Pepe (ex M5S) scatena l’inferno su vaccini e autismo al Senato. Che lo censura.

  • 8

    Secondo me è pseudoscientifico credere che esista un farmaco completamente privo di effetti collaterali e controindicazioni gravi anche rari … Un farmaco così è il sogno di qualsiasi azienda farmaceutica Questi vaccini sono una vera panacea

  • 7
    Andrea Palmeri

    Dal telefono non trovo il tasto per rispondere al singolo commento quindi ne faccio uno nuovo.
    Claudio su quello che dici non è possibile contrabbatterti, hai ragione sul metodo nel fatto specifico.
    Parlando più in generale il problema di far capire alle persone certi tipi di studi non è semplice comunque, perché molti si basano sulla constatazione di una non associazione. Cioè si guardano i bambini vaccinati è quelli non vaccinati e si vede, per esempio, se la percentuale dei bambini che sviluppano autismo è differente o è uguale. Se sono uguali c’è poco da discutere, si accetta che non c’è una correlazione (semplificando all’estremo). È una metodica che per chi non è abituato ad un certo tipo di studi non è particolarmente convincente. È più convincente un filmato di una persona che ha un incidente dopo aver incrociato un gatto nero che 100 studi che osservano che il numero di incidenti è uguale sia con che senza il gatto (e quindi il gatto nero non ha alcun ruolo nell’incidente stesso).
    Ne approfitto per ringraziarti di cuore per il tuo lavoro, che in molti casi ha cambiato radicalmente il modo in cui vedo il mondo :)

  • 6
    Andrea Palmeri

    Claudio io apprezzo molto il tuo lavoro, che è quello di blogger che giustamente non ha le competenze del settore. Però quello dei vaccini è un argomento molto sentito nella comunità scientifica, non tanto per le tesi degli antivaccinisti, che sono state dimostrate infondate, quanto per l’effetto che ha avuto sull’opinione pubblica, facendo ridurre così la copertura vaccinale e di conseguenza facendo aumentare il numero di infezioni e di morti. La sicurezza dei vaccini è un dato dimostrato. Non significa che non ci siano rischi, quelli ci saranno sempre, come ci sono mangiando, uscendo di casa, prendendo un aereo, ma gli effetti avversi sono di molto inferiori rispetto a quelli che si verificano con le infezioni a livello di popolazione.
    La comunità di medici e infermieri vive questo aumento di numero di morti dovuto alla riduzione dei vaccini come un’estrema ingiustizia nei confronti di queste vite che si spezzano, che spesso sono di bambini, ed è di questo che si ha paura, non del fatto che possano essere teorie vere o no, perché già si conosce la risposta.
    Purtroppo un’idea non deve essere necessariamente vera per diffondersi tra la gente e fare il danno che ha fatto.

    • 6.1

      Caro Andrea,
      come dici tu, io non conosco approfonditamente la questione. Però conosco il mondo dell’informazione e il mondo della Comunicazione. E sono profondamente convinto che se la verità è così evidente, invece di censurare un momento di dibattito pubblico, bisognava andarci e approfittare dell’occasione per fare chiarezza. E se c’è qualcuno che non ha ancora capito, si rifa e poi si rifa ancora, perché avere delle opinioni (anche non informate) è un diritto, così come è un dovere avere fiducia nella capacità dei cittadini di comprendere.
      Invece, temo che la soluzione adottata (magheggi per togliere la sala) ottenga l’effetto opposto: chi ritiene che i vaccini facciano male sarà ancora più ostile e convinto delle sue posizioni.
      I dibatti (che l’opinione pubblica ha sempre diritto di fare, altrimenti sarebbe una dittatura) si devono fare proprio là dove si annidano le questioni più scottanti. Se alla comunità scientifica preme fare chiarezza per tutelare la salute dei bambini innocenti, allora quale migliore occasione di presidiare ogni posto dove se ne discute, dimostrandosi collaborativi e disponibili?

      Il diritto di parola non è un optional. È un principio sul quale si fonda la Costituzione.

  • 5

    Scusa Claudio, ho postato prima nel posto sbagliato.

    Lettera aperta, inviata oggi ai media e all’Assessore Provinciale Martha Stocker a riguardo “VACCINI e MEDICINA ALTERNATIVA”

    Rudi Rieder Consigliere Bolzano (uscito da M5S pochi giorni fa)

    LETTERA APERTA ALL’ASSESSORA PROVINCIALE
    D.SSA MARTHA STOCKER
    L’OFFENSIVA PRO-VACCINI
    Gentile Sig.ra Assessora,
    con rammarico apprendo dal quotidiano Neue Südtiroler Tageszeitung del 28/09/2016 (“L’offensiva pro-vaccini”) che la Provincia stanzia 50.000 € per una campagna in favore delle vaccinazioni. E questo nonostante il fatto che molti cittadini, medici e comitati abbiano espresso perplessità molto forti al riguardo. Non si tratta tanto di contrarietà inerenti ai vaccini in sé – anche se sulla sensatezza delle vaccinazioni comunque si discute molto – ma si tratta del fatto che nella maggior parte dei casi le confezioni dei vaccini non riporano alcuna indicazione delle sostanze (ingredienti) contenute in essi: cosa questa paradossale, se si pensa che in un supermarket qualsiasi vasetto di yoghurt deve per obbligo riportare la descrizione del contenuto, mentre per un prodotto farmaceutico che viene iniettato direttamente dentro il corpo, questo non è richiesto; ed è ancora peggio se si pensa che nel vaccino sono contenute molte delle più velenose sostanze oggi conosciute, come: composti di alluminio come l’idrossido di alluminio; formaldeide; fosfato di alluminio; Thiomersal (composto di mercurio organico) noto anche sotto il nome di “etil-mercurio”, “Thiosalicilato”- Polisorbato 80 (emulgatore), fenolo, cloroformio, squalene MF 59 (mancano informazioni maggiori disponibili), Bayol F (miglioratore dell’assorbimento, con dubbi effetti collaterali a lungo termine?), e molto altro. Informazioni sono reperibili su queste pagine internet:
    https://www.zentrum-der-gesundheit.de/schaedliche-impfungen…
    http://www.impfschaden.info/…/zusatzstoffe/aluminium-in-imp…
    http://www.gesundheitlicheaufklaerung.de/quecksilber-oder-w…
    Sarebbe stato opportuno perciò mettere a disposizione quei 50.000 €, o almeno il medesimo importo, per una conferenza su questo tema. Meglio ancora, se questa si fosse tenuta in un contesto più ampio, in modo simile a come sappiamo avvenire in Germania, dove ogni anno si tiene il Convegno “Spirit of Health”- Congresso dei metodi di guarigione alternativi.
    (https://www.youtube.com/watch?v=1kxqfE2VfD8).
    In esso, rinomati medici e scienziati di provenienza internazionale relazionano sulle loro esperienze, ricerche e su pratiche e prodotti per guarire, che renderebbero possibile guarire a basso costo e definitivamente certe malattie (anche di quelle che sono definite “inguaribili” dalla “medicina riconosciuta”), anziché combattere per anni contro i sintomi come preferisce naturalmente fare l’industria farmaceutica. Il tasso di guarigioni della chemioterapia (industria), che si situa intorno al 5% dei pazienti trattati (guariti dal cancro), viene visto da questo punto di vista in modo molto critico, cioè come un 5% di pazienti che sono sopravvissuti alla chemioterapia.
    Questi differenti punti di vista scientifici dovrebbero essere più attentamente analizzati. È diritto dei cittadini, anche di quelli altoatesini, essere informati nel modo più preciso e ricevere chiarimenti sul “business” della salute.
    Gentile Signora Assessora, la prego di far confluire anche questi aspetti nelle Sue decisioni. La salute è un diritto fondamentale di tutti i cittadini e non può dipendere solo dagli interessi di Big Pharma.
    Sona a Sua completa disposizione per un colloquio su questo tema, e per l’eventuale organizzazione di un Congresso di questo genere.
    Rudi Rieder
    Consigliere Comunale indipendente a Bolzano
    Gruppo Misto

  • 4
    jean Paul

    Questi i molteplici meccanismi da me scoperti e pubblicati da decenni nel web, dati comunicati al Ministero della sanita’, all’ISS, all’Aifa (il cui direttore e’ stato arrestato mesi fa per conflitti di interesse) ed al Consiglio Superiore di Sanita’, senza che NESSUNO di loro, e sono un centinaio di soggetti, prendesse l’iniziativa sia facendo dei controlli verificando la veridicita’ o meno, sulle mie denunce, sia eventualmente denunciandomi per disinformazione…

    NULLA di tutto cio’ e’ accaduto; evidentemente hanno paura di scatenare un putiferio che dimostrerebbe la loro mala fede ed il mito dei vaccini:
    http://www.mednat.org/vaccini/dannivacc.htm

  • 3

    E’ evidente che questa forma di censura non ha fatto altro che attirare la mia attenzione. Ragion per cui, appena ne avrò l’occasione, mi vedrò questo documentario. Grazie Pietro Grasso.

  • 2
    Elena Marini

    Il TG ha vergognosamente spiegato questa presa di posizione con parole come ‘la vera Scienza ‘ contro l’ ‘Anti-Scienza’, ‘la comunità scientifica si è espressa univocamente’ ecc..quando è vero esattamente il contrario. I cosiddetti ‘anti-vaccinisti’ stanno lottando per avere vaccini davvero sicuri ed una procedura vaccinale che abbia senso!
    Il film poi è centrato su una frode da parte di un’istituzione USA (la CDC, Centro per il controllo delle malattie) che ha nascosto i risultati ‘scomodi’ di un’indagine sulla sicurezza del vaccino MMR (morbillo-orecchioni-rosolia). Dobbiamo ignorare la corruzione all’interno di un’istituzione così importante e sulle cui ricerche si basa la sicurezza di farmaci che poi vanno venduti in tutto il mondo?
    Migliaia di bambini e adulti hanno sofferto per danni vaccinali; i sintomi sono a volte molto simili, i genitori li descrivono usando le stesse parole, dall’Australia al Minnesota, dalla Irlanda alla Danimarca…come fanno a parlare di coincidenze? Sì perchè questa è l’unica ‘spiegazione’ che ufficialmente si dà…coincidenze…salvo poi concedere indennizzi per danni da vaccino.
    Vi invito a dare un’occhiata a questo recente articolo e a quelli cui rimanda:

    http://blog.ilgiornale.it/locati/2016/07/25/i-vaccini-sono-tutti-approvati-senza-studi/?repeat=w3tc

    Leggete poi il blog del dott. Serravalle http://www.eugenioserravalle.it/ per vedere quanto poco anti-scientifiche siano le posizioni di questi medici coscienziosi e coraggiosi.

    Per finire una frase che trovo illuminante: ” ‘Scienza ufficiale’ non è una locuzione usata dalla scienza ma dalla propaganda”.

  • 1
    enrico meloni

    la comunità isteroscientifica si è scatenata.senatore pepe forse troppo arrendevole?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Vota Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Mancano poche ore! Hai votato!?

macchianera internet awards 2016 vota byblu Vuoi contribuire in qualche modo a far conoscere questo blog? Ci sono tre giorni di tempo per votare Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Votate per almeno 10 categorie e usate un vostro indirizzo email reale, altrimenti il vostro voto sarà nullo. Byoblu si trova nella categoria "30....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Scontro Berlusconi Berlinguer sul Referendum: “Qualcos’altro da aggiungere?”. “Sì: sarebbe un regime!”

Berlusconi Berlinguer Referendum Scontro tra Silvio Berlusconi e Bianca Berlinguer, che non gli permette di elencare le ragioni del No al Referendum Costituzionale. - "Ha qualcos'altro da aggiungere?". - "Sì... Sarebbe un regime!"....GUARDA

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi Diego Fusaro: "Se al Referendum Costituzionale vince il sì, come vogliono le élite, distruggono la Costituzione, desovranizzano lo Stato e impongono l'Unione Europea come Banca Centrale che decide per tutti. Se vince il no l'élite ha pensato anche al piano B, perché il popolo si sta...GUARDA

MELONI A RENZI: SCIOCCATA DA QUANTO SEI BUGIARDO!

giorgia meloni vs matteo renzi sei un bugiardo Giorgia Meloni si scontra violentemente con Matteo Renzi, durante la campagna per il referendum costituzionale, sul Porcellum e sulle liste bloccate, che Renzi sostiene di avere tolto dall'Italicum....GUARDA

Silvio Berlusconi su Beppe Grillo: “Non posso parlarne bene”.

Berlusconi su GrilloSilvio Berlusconi su Beppe Grillo a Matrix: "Mi piace parlare delle persone quando posso parlarne bene. Quando devo parlarne malissimo, ...evito". ...GUARDA

Nino Galloni mena schiaffoni anche alla Presidenza del Consiglio

galloni marattin Nino Galloni si scontra con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio di Matteo Renzi, su banche, Referendum, privatizzazioni, debito pubblico, mercati e scenari catastrofici....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>