NOTIZIE DAL WEB

Le 5 verità di Brzezinski: abbiamo vent’anni, poi solo sangue, crudeltà e fame.

Chi è Zbigniew Brzezinski?

Per inquadrare le parole di Zbigniew Brzezinski, politologo e geostratega di origini polacche, bisogna prima sapere chi è.

Il padre della Trilaterale, Zbigniew Brzezinski: abbiamo solo 20 anni, poi sangue, crudeltà e fame

Brzezinski ha occupato un posto estremamente importante per il governo di Jimmy Carter: dal 1977 al 1981 è stato nel Consiglio di Sicurezza Nazionale americano (NSA), influendo con la sua analisi strategica sul rapporto che gli USA avranno in tutti i processi di trasformazione politica più delicati della nostra storia, dall’invasione sovietica dell’Afghanistan alla guerra fredda fino alla conversione dell’Iran da alleato degli States a nemico giurato.

Ma Zbigniew Brzezinski è anche colui che, nel 1973, venne incaricato da David Rockfeller di avviare un nuovo gruppo di lavoro: la Commissione Trilaterale, di cui il nostro Mario Monti sarà uno dei triumviri più potenti per moltissimi anni. Almeno fino a che, dopo avere assunto la guida del Governo italiano senza essere stato eletto, in accordo con Giorgio Napolitano, non è stato bersagliato proprio da questo blog affinché lasciasse perlomeno il ruolo di chairman alla Trilaterale, che non poteva essere giudicato in alcun modo compatibile con quel che restava della democrazia.

L’organizzazione dove militava (e ancora milita) Monti, era del resto la stessa dove Zbigniew Brzezinski, il 2 agosto 1974, pubblicava sul St. Petersburg Times le conclusioni di un rapporto dal titolo molto esplicativo di “The Crisis of Democracy”: la crisi della democrazia. Il rapporto evidenziava come negli Stati Uniti l’efficienza della Casa Bianca fosse inficiata da un eccesso di democrazia e come, fin dagli anni ’60, i governi dell’Europa dell’est fossero letteralmente sopraffatti dall’eccessiva partecipazione e dalle richieste che le burocrazia farraginose non erano in grado di smaltire, rendendo di fatto i sistemi politici ingovernabili. Una linea politica che la Trilaterale creata da Brzezinski, e cresciuta più avanti sotto la guida di Mario Monti, non ha mai smentito e anzi ha sempre continuato a sostenere: basti pensare che per Monti ama raffigurare i cittadini come “pecore” e se stesso come “il buon pastore” (cfr: “Monti: democrazia incompatibile con Europa“).

Aiutami a continuare a fare informazione libera

Le cinque verità di Brzezinski

Bene, questo signor Brzezinski, ne “La Grande Schacchiera: il primato americano e i suoi imperativi geostrategici” (1977, Il Saggiatore), definiva gli Stati Uniti come “l’unica e, in effetti, la prima potenza veramente globale“. Ora, invece, il 17 aprile 2016, ha pubblicato un articolo su “The American Interest“, dal titolo “Toward a Global Realignement“: “Verso un riallineamento globale“. In questo articolo ha preso atto di un cambiamento: “Mentre finisce la loro epoca di dominio globale, gli Stati Uniti devono prendere l’iniziativa per riallineare l’architettura del potere globale.“.

Per Brzezinski vi sono cinque verità fondamentali che segnalano l’arrivo di un nuovo riallineamento globale.

  1. La prima di queste verità è che “gli Stati Uniti sono ancora l’entità politicamente, economicamente e militarmente più potente del mondo, ma, dati i complessi cambiamenti geopolitici negli equilibri regionali, non sono più la potenza imperiale globale. Anche se nessuno degli altri poteri maggiori lo è”.
  2. La seconda verità è che “la Russia sta sperimentando l’ultima fase convulsiva del suo processo di trasformazione imperiale verso il federalismo. Un processo doloroso, che se la Russia porta avanti con saggezza, potrebbe portarla a diventare uno stato nazionale guida dell’Unione Europea. Anche se, tuttavia, al momento sta insensatamente alienando dal suo vasto impero alcune delle sue precedenti aree di influenza nel sud-ovest musulmano, come l’Ucraina, la Bielorussia, la Georgia, per non parlare degli stati baltici“.
  3. La terza verità è che “la Cina sta crescendo stabilmente, ponendosi come un possibile avversario di pari forza rispetto agli USA, che tuttavia al momento sta attenta a non sfidare apertamente”.
  4. La quarta verità di Brzezinski riguarda invece l’Europa, che “non è e non sembra destinata ad essere una potenza globale“. Però “è culturalmente e politicamente allineata, sostenendolo a tutti gli effetti, con il nucleo degli interessi degli Stati Uniti d’America in Medio Oriente“.
  5. La quinta verità è che “il risveglio politico violento dei territori musulmani dell’era post colonialista è, in parte, una reazione alla loro brutale soppressione da parte del potere europeo. Mette insieme un senso di ingiustizia forse in ritardo ma ben radicato con una motivazione religiosa che unisce milioni di musulmani contro il mondo esterno“.

L’unica via di uscita: riallineare gli equilibri globali.

Queste cinque verità, prese tutte insieme, richiedono agli Stati Uniti di guidare un riallineamento globale, innanzitutto per fermare la violenza che occasionalmente viene riversata all’esterno dal mondo musulmano, ma che in futuro potrebbe arrivare da tutto il cosiddetto “terzo mondo”. Per ottenere questo scopo, l’America deve accordarsi con la Russia e con la Cina. La prima dovrebbe però essere scoraggiata dall’uso continuo della forza nei confronti dell’Ucraina, della Georgia e dei paesi baltici. La seconda dovrebbe invece convincersi che il suo atteggiamento egoisticamente passivo nei confronti dello scontro allargato in Medio Oriente non gli frutterà obiettivi strategici rilevanti nell’arena globale.

La Russia inoltre, secondo Brzezinski, dovrebbe assumere un ruolo determinante nel processo di unificazione dell’Europa, in considerazione della crescita della Cina, che potrebbe presto cedere alla tentazione di stracciare i trattati con Mosca firmati nel passato.

La Cina, manco a dirlo, dovrebbe diventare un partner degli Stati Uniti per contenere il caos che si è sprigionato in Medio Oriente. Dovrebbe cioè, allearsi militarmente con Washington e, in cambio, gli verrebbe concesso di allargarsi commercialmente a ovest, principalmente in Pakistan e Iran, dove tuttavia dovrebbe permettere il fiorire di interessi comuni agli Stati Uniti d’America.

L’Arabia Saudita, invece, non sembra essere più un partner affidabile degli Stati Uniti, perché troppo incline a sostenere il fanatismo Wahabita, mentre la stabilità del Medio Oriente verrebbe da una coalizione militare Russia – Cina, che sostenga un uso della forza più selettivo, mentre all’Unione Europea spetterebbe il compito di aiutare l’Iran, la Turchia, Israele e l’Egitto ad attuare una cintura di contenimento responsabile.

Il tutto, mentre dall’Asia e dall’Africa potrebbe scaturire negli anni a venire una nuova ondata di violenza cui prepararsi a far fronte.

Abbiamo vent’anni di tempo, prima del caos.

Il fallimento di questo progetto, secondo Brzezinski, potrebbe portare negli Stati Uniti un conflitto permanente e perfino a ritorno all’isolazionismo antecedente al ventesimo secolo. Per la Russia, potrebbe significare una sconfitta ma anche il progressivo subordinamento al predominio della Cina, mentre quest’ultima potrebbe andare incontro a guerre non solo con gli Stati Uniti d’America ma anche, in maniera unificata o separata, con il Giappone e con l’India.

In caso non si cominciasse subito a riallineare un nuovo tipo di ordine mondiale, entro vent’anni potremmo assistere a un’escalation di sangue e un crescendo di crudeltà in ogni parte del mondo, con l’aggravante che per tutto il resto del secolo l’umanità dovrà anche fronteggiare la preoccupazione per la sua stessa sopravvivenza, a causa del confluire delle sfide ambientali. Queste sfide, conclude Brzezinski,  possono solo essere raccolte,  responsabilmente e in maniera efficace, costruendo accordi internazionali rafforzati, basati su una visione strategica che riconosce il bisogno urgente di un nuovo quadro geopolitico.

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

6 risposte a Le 5 verità di Brzezinski: abbiamo vent’anni, poi solo sangue, crudeltà e fame.

  • 4
    Alex

    Zbigniew ragiona lucidamente e al passo con i tempi ,se l asia e l africa non vengono contenute e o diluite in accoglienza e coinvolte nei nostri stili di vita esploderanno contro di noi ben presto per quanto riguarda gli estremisti l idea dell isis era crudele ma forse buona riunirli tutti da ogni parte del mondo in uno stato e bene vedere il nemico in luce piuttosto che in ombra

    • 4.1
      don Peppe

      ma ti rendi conto delle c**zate che hai scritto?
      L’isis deriva da al quaeda, che a sua volta è stata fondata dai terroristi islamici per anni pagati, armati e finanziati dagli usa, proprio a causa del suggerimento di zbgnew brzezinski al presidente carter.
      Tutto il moderno terrorismo islamico è nato negli anni ottanta con i narcoterroristi mujeedeen, se non ci fosse stato il supporto americano i narcoterroristi mujeedeen, i comunisti avrebbero vinto, i terroristi sarebbero morti o finiti in carcere, e non avrebbero potuto esportare il terrorismo islamico in tutto il mondo

  • 3
    Alessio

    …NWO……niente di nuovo….un piano a cui lavorano da tanto tanto tempo….

  • 2
    Claudio

    Carissimo, sto meditando anche io sui prossimi 20-25 anni.
    La conclusione “delirante” che ho intravisto è che la scacchiera su cui combattere il braccio di ferro Sino-Russo vs. USA sarà malauguratamente proprio il nostro Vecchio continente.
    Dalla Ukraina alla Siria-Turchia la guerra combattuta si sta avvicinando ai nostri Paesi, ma la fine del “pretesto petrolifero” temo che frà concentrare le ambizioni egemoni sulle … Banche e Riserve Auree europee. Non so se sia sensato e/se qualcuno lo abbia già ipotizzato, ma se dovessi disegnare una mappa probabilistica dei prossimi conflitti non la baserei più sui giacimenti di petrolio e gas, bensì sulle sedi dei paradisi fiscali, delle banche e delle riserve auree.
    Purtroppo per un continente che annovera la Svizzera, Lussemburgo, Andorra, San Marino, Lichtenstein, Montecarlo, Jersey (… oltre ovviamente al fatto di essere geostrategico per il controllo e dominio dell’Africa tutta, ma questo è un altro scenario) tra i propri territori, non è proprio tanto rassicurante.
    Cosa ne pensi?

    • 2.1
      luigiza

      Non avevo pensato a questa possibilità: accaparrarsi le riserve auree dei ‘vassalli’.
      Però visto come hanno preso quello libico e quello ucraino e la modalità utilizzata, credo che qualcuno nei Palazzi che contano potrebbe avere qualche piano in merito.
      In fondo casa non farebbero per restare in sella.
      Sono convinto che passerebbero pure sul cadavere della propria madre.
      Perchè allora non passare sui cadaveri degli expendable europeans?
      O almeno provarci.

  • 1
    luigiza

    Beh almeno il Brezinsky ragiona, pro-domo sua, ma ragiona.

Lascia un commento

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

La sfida epocale della Terra contro il Mare

LE PEN TRUMP PUTINdi Paolo Becchi Sbagliano coloro che oggi credono che la partita in Francia sia già chiusa, e che ormai, anche a seguito del “tradimento” di Donald Trump e del suo programma isolazionista, Marine Le Pen sia comunque destinata a soccombere. Più in generale, e sul piano geopolitico,...--> LEGGI TUTTO

#SUM01 Paolo Magri (Ispi e Commissione Trilaterale): perché ci vuole più Europa.

Paolo Magri - Ispi e Commissione Trilaterale - SUM01 - PlayL'intervento di Paolo Magri, presidente ISPI e direttore italiano della Commissione Trilaterale (per anni presieduta in occidente da Mario Monti), all'evento #SUM01 organizzato dall'Associazione Gianroberto Casaleggio. p.s. non serve che io, da queste pagine, esprima la mia opinione sul suo discorso. Mi limito solo a ricordare a...--> LEGGI TUTTO

#SUM01 Marco Travaglio – L’informazione ha un costo.

Marco Travaglio . l'informazione ha un costo - Play#SUM01 - Intervento di Marco Travaglio sulla professionalità e le risorse necessarie a fare buona informazione, e sulle vecchie balle improvvisamente ribattezzate "Fake News". ...--> LEGGI TUTTO

#SUM01 – Massimi Fini: il Futuro è dietro di noi!

Massimo Fini - il Futuro è dietro di noi - Play L'intervento di Massimo Fini a #Sum01, il primo evento dell'Associazione Gianroberto Casaleggio....--> LEGGI TUTTO

#SUM01 – Paragone contro Monica Maggioni, presidente Rai e presidente Commissione Trilaterale Italia

Gianluigi Paragone vs Monica Maggioni - Presidente Commissione Trilaterale#SUM01 - Associazione Gianroberto Casaleggio - Intervento di Gianluigi Paragone sullo stato dell'informazione in Italia. Paragone parte subito contestando Monica Maggioni per la sua doppia carica di presidente Rai e contemporaneamente di Presidente Commissione Trilaterale Italia. ...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Primarie Pd: il confronto Sky tra Renzi, Emiliano e Orlando – Integrale

Confronto Sky Renzi Emiliano Renzi Primarie Pd Integrale - PlayIl confronto Sky tra Matteo Renzi, Michele Emiliano e Andrea Orlando per le primarie Pd - Versione Integrale. ...GUARDA

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Becchi: la prova che la Germania ha creato l’euro per metterla in quel posto a noi

BECCHI PROVE EURO GERMANIA Paolo Becchi esibisce le prove in diretta tv del fatto che la Germania sapeva che grazie all'Euro "lo avrebbe messo in culo agli italiani". Potremmo svalutare la nostra moneta, e dunque tornare ad essere competitivi, ma ecco pronta la replica: svalutando crescerà l' inflazione. Vale...GUARDA

Diego Fusaro: ma quale new economy? Si chiama lavorare per niente!

Fusaro Diego Fusaro sulla cosiddetta "new economy". Dal caso Amazon in poi, è chiaro che si tratta di un nuovo sistema di sfruttamento dei lavoratori. Il lavoro prevede che ci siano dei diritti e che il lavoratore venga considerato alla stregua di un essere umano portatore di dignità e...GUARDA

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>