Mauro Mazza

Ecco gli stipendi Rai che pagate in bolletta!

Ecco gli stipendi Rai che pagate in bolletta

Da questo luglio, sulla bolletta elettrica, gli italiani pagheranno anche il canone della Rai. Sulla prima bolletta utile verranno addebitati almeno 70 euro, per poi raggiungere i 100 euro a fine anno, non importa che abbiate la televisione ma non guardiate la Rai. Ma per cosa pagheremo tutti questi soldi. Da domani, sul sito della Rai, saranno pubblicati gli stipendi dei dipendenti oltre i 200 mila euro. Qui sotto ne trovate alcuni, pubblicati in anteprima.

Campo Dall’Orto, Amministratore Delegato Rai: 652 mila euro all’anno e ha un contratto di tre anni;
Monica Maggioni, presidente Rai (quella della Trilaterale):  330 mila (270 mila come quota fissa da ex direttore di Rainews, 60 mila da consigliere);
Mario Orfeo (direttore TG1): 320 mila euro all’anno.
Marcello Masi (direttore TG2): 280 mila euro all’anno.
Bianca Berlinguer (direttore TG3): 280 mila euro all’anno.
Antonio Marano (presidente Rai Pubblicità): 390 mila euro all’anno.
Daria Bignardi (direttore Rai 3): 300 mila euro all’anno.
Eleonora Andreatta (direttore Rai Fiction): 270 mila euro all’anno.

Ma c’è di più: ci sono anche molti stipendi, con contratto a tempo indeterminato, che continuano ad essere pagati anche se le persone che li percepiscono non hanno ruoli attivi nell’azienda.
Eccone alcuni.

Beppe Grillo non si candiderà alle elezioni. Ecco le prove!

Il recente tormentonte “Grillo si candida” – “Grillo non si candida” è al capolinea.
Grillo non si candida! Io ne ho le prove…

 


 

Dopo il Vaffa-Day, in cui finalmente milioni di italiani sono caduti dal pero e hanno scoperto brutalmente cosa stava accadendo in rete, il toto-candidatura grilliana ha superato in popolarità il superenalotto, il gratta & vinci, la schedina e il mondo sommerso delle scommesse clandestine.

C’è una buona parte dei sostenitori del Grillo nazionale che non disdegnerebbe una sua discesa diretta in campo, per beneficiare di una marcia in più e calare su Roma al seguito del loro condottiero al grido di: “Cacciamo gli invasori dal parlamento”.
C’è poi La Casta, e tutti i loro supporters disseminati tra i mezzi di informazione, che accusa Grillo di ordire un piano perpetrato ai danni della società e perseguito a colpi di populismo, qualunquismo, demagogia e altre simpatiche arti. Tale piano mirerebbe a creare una nuova forza politica di cui il profeta-untore sarebbe egli stesso leader, pur privo di quelle qualità essenziali per fare della buona politica: mediocrità, ipocrisia, opportunismo, volubilità ecc. ecc.

Dopo le iniziali accusa di deriva fascista, e dopo il tentativo poco fruttifero di cavalcare un’improbabile ondata di indignazione per offese mai recate alla memoria di Biagi (che in realtà non ha mai firmato nè approvato la legge che porta il suo nome, a cui meglio ci si dovrebbe riferire come Legge Maroni),  un nuovo tentativo in extremis di affondo viene portato da Mauro Mazza, direttore del TG2. Mauro Mazza teme che qualche squilibrato, ebbro di vaffa su vaffa, imbracci un kalashnikov e al grido di “Beppe Grillo è grande!” corra a sterminare La Casta. Fini lo chiama dopo cinque minuti e gli chiede se per caso non sia diventato scemo.

Vistosi alla mal parata, Mazza da buon partigiano della Seconda Repubblica non si da per vinto, e oggi (sabato 22 settembre 2007, n.d.r.) commissiona e fa trasmettere un servizio che fa le pulci sulla vita privata di Beppe Grillo.

Dal servizio, di dubbia utilità diffamatoria, emerge però un fatto di cronaca estremamente importante, che rende un impagabile servigio alla comunità degli scommettitori, mettendo fine al business di bagarini e allibratori. L’episodio non è di per sè inedito, perchè a ben vedere è lo stesso Grillo che ne parla, nel suo post dal titolo La Paga Di Giuda del 16 settembre 2005. Però l’elemento che nelle intenzioni di Mazza sarebbe il più diffamatorio, in realtà viene in sostegno delle affermazioni di Grillo stesso.

Accade purtroppo che nel 1980 Grillo sia protagonista di un tragico incidente stradale, dal quale egli esce miracolosamente vivo, mentre i suoi passeggeri (tre persone in tutto) non ce la fanno…
Imputato e processato per l’episodio, Grillo viene condannato a quindici mesi.

Al di là della spiacevolezza dell’accaduto, che non è (sia beninteso) oggetto dell’ironia di questo post, la formula magica che emerge dalla cronaca è “Grillo è stato condannato in via definitiva“.

Essendo il fatto accaduto ben 27 anni fa, nessuno potrebbe mettere in dubbio che Grillo non ne fosse conscio quando ha lanciato la sua campagna per la legge di iniziativa popolare il cui primo obiettivo è l’eliminazione dal parlamento di tutti gli onorevoli condannati in via definitiva, di qualsiasi specie fosse la loro condanna.

Allo stesso modo non è pensabile che egli non fosse consapevole di un avvenimento tanto tragico tanto indelebile sulla sua fedina penale, quando ha specificato i requisiti per ottenere il bollino di certificazione grillesco per autenticare qualsiasi lista civica che voglia presentarsi alle elezioni con la sua benedizione.

Perchè Grillo avrebbe dovuto imporre due vincoli così forti e così inequivoci quando sapeva benissimo che in questo modo si sarebbe dato la zappa sui piedi da solo?
Semplice: perchè non ha mai avuto l’intenzione di candidarsi direttamente in politica. Che è quello che ha sempre sostenuto.

Oggi, grazie a Mauro Mazza, tutta l’Italia ne ha le prove!

Grazie Mauro.

I Mini Blu

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Vota Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Mancano poche ore! Hai votato!?

macchianera internet awards 2016 vota byblu Vuoi contribuire in qualche modo a far conoscere questo blog? Ci sono tre giorni di tempo per votare Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Votate per almeno 10 categorie e usate un vostro indirizzo email reale, altrimenti il vostro voto sarà nullo. Byoblu si trova nella categoria "30....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie

Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter

Video dal web

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Scontro Berlusconi Berlinguer sul Referendum: “Qualcos’altro da aggiungere?”. “Sì: sarebbe un regime!”

Berlusconi Berlinguer Referendum Scontro tra Silvio Berlusconi e Bianca Berlinguer, che non gli permette di elencare le ragioni del No al Referendum Costituzionale. - "Ha qualcos'altro da aggiungere?". - "Sì... Sarebbe un regime!"....GUARDA

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi Diego Fusaro: "Se al Referendum Costituzionale vince il sì, come vogliono le élite, distruggono la Costituzione, desovranizzano lo Stato e impongono l'Unione Europea come Banca Centrale che decide per tutti. Se vince il no l'élite ha pensato anche al piano B, perché il popolo si sta...GUARDA

MELONI A RENZI: SCIOCCATA DA QUANTO SEI BUGIARDO!

giorgia meloni vs matteo renzi sei un bugiardo Giorgia Meloni si scontra violentemente con Matteo Renzi, durante la campagna per il referendum costituzionale, sul Porcellum e sulle liste bloccate, che Renzi sostiene di avere tolto dall'Italicum....GUARDA

Silvio Berlusconi su Beppe Grillo: “Non posso parlarne bene”.

Berlusconi su GrilloSilvio Berlusconi su Beppe Grillo a Matrix: "Mi piace parlare delle persone quando posso parlarne bene. Quando devo parlarne malissimo, ...evito". ...GUARDA

Nino Galloni mena schiaffoni anche alla Presidenza del Consiglio

galloni marattin Nino Galloni si scontra con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio di Matteo Renzi, su banche, Referendum, privatizzazioni, debito pubblico, mercati e scenari catastrofici....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>