movimento 5 stelle

La dimensione cosmica delle balle sulla disfatta del M5S

Innanzitutto deve essere chiara una cosa. Qualunque analista politico, non importa quanto serio, anche della categoria dei dilettanti allo sbaraglio, anche se di politica non capisce nulla, almeno una cosa la sa e la sa per certo. È una verità incontrovertibile, un dogma insuperabile, come è vero che due più due fa quattro. La verità è questa: l’unico raffronto che si può fare tra le diverse tornate di elezioni politiche è quello tra categorie territorialmente uniformi. Questo significa che le elezioni comunali le puoi confrontare solo con le elezioni comunali precedenti; le regionali solo con altre regionali; le politiche con le politiche e le europee con le europee. Non puoi usare il dato delle elezioni amministrative (cioè comunali e regionali) per argomentare un qualunque nesso propedeutico o predittivo sulle future elezioni politiche e quindi sulla tenuta delle rispettive rappresentanze politiche.

Il motivo è semplice, e se avete mai provato a partecipare ad una riunione di condominio potete intuirlo. In una riunione di condominio non valgono i massimi sistemi: lì si decide di numeri, millesimi, di tubi rotti, di ascensori che non vanno, di gente che stende i panni sul balcone e ti sgocciola sul davanzale, di gente che litiga per il posto auto. E soprattutto, si decide in base a simpatie o antipatie molto nette e radicate nel tempo: “mai con il vicino del piano di sotto che quella volta ha fatto una battutaccia sul fatto che eri in ritardo col pagamento di una rata“, oppure “mai con la pettegola che racconta alla portinaia a che ora rincasa tuo figlio“, mentre, al contrario, “sempre con il tuo dirimpettaio da cui bevi il caffè tutti i pomeriggi da anni e che ti spiffera tutti i pettegolezzi e le maldicenze che si dicono su di te“.

Le elezioni comunali sono un fatto fisico. Le famiglie storiche del paese hanno figli, parenti, vicini, il dottore di famiglia, il negoziante che gli vende la fettina, il parroco che fa la predica. Difficile svincolarsi facilmente da questi legami così stretti. I candidati sono tantissimi e hanno una conoscenza diretta con gli elettori. Anche perché poi i rappresentanti di lista vanno in sezione a contare i voti. E se i conti non tornano, inevitabile poi – anche se il voto è segreto – che i rapporti personali si facciano meno cordiali e che si sviluppino risentimenti da gestire.

Diversamente, più le istituzioni per le quali si vota sono distanti dalla vita quotidiana degli elettori, come ad esempio le elezioni politiche per il Parlamento, più i rapporti tra i candidati e i cittadini si fanno più radi, perché le parentele, le amicizie e i rapporti di lavoro in essere diventano meno vincolanti, e più si è liberi di votare non secondo una convenienza spicciola ma secondo un’idea o un principio astratto. Il massimo grado di libertà che si può raggiungere è ad esempio quello delle elezioni europee, dove i pochi candidati coprono aree vastissime, come “tutto il nord-est“, e quindi si vota innanzitutto per questioni e finalità che si percepiscono lontane, cioè con poche ricadute sulla vita quotidiana, e secondariamente per persone che con tutta probabilità nessuno ha quasi mai sentito nominare, e verso le quali difficilmente si sono sviluppate simpatie o antipatie personali. E poi nessuno può venire a farti le pulci e a controllare, grossolanamente, come hai votato. Questo è il motivo che, ad esempio, ha portato l’Italia dei Valori di Antonio Di Pietro, nel 2009, a prendere l’8% alle elezioni politiche europee, quando su base nazionale, alle politiche dell’anno precedente, aveva la metà secca dei voti.

Tutta questa lunga premessa serve a farvi capire la dimensione cosmica delle balle che i media, da ieri sera, ci riversano addosso sul presunto tracollo del Movimento 5 Stelle. “Presunto” non soltanto perché, come abbiamo visto, paragonare i risultati percentuali delle comunali ai risultati percentuali delle nazionali è un atto di falsificazione volontaria, come se un fisico venisse a raccontarvi che la velocità della luce si può calcolare a partire da quella di una capra che corre in salita su un pendio roccioso quasi verticale, e ogni tanto scivola giù di qualche metro per via dei sassi che franano. Ma anche perché danno una lettura dei dati completamente manipolata.

Chi vi scrive, a differenza di tanti esimi commentatori che si affrettano a spiegarvi chi ha vinto e chi ha perso, non ha nessun rapporto in essere con il Movimento 5 Stelle e nessun interesse in un suo possibile successo o insuccesso futuro, quindi può permettersi di guardare i dati nudi e crudi e leggerli senza per forza di cose interpretarli piegandoli a un secondo fine.

Alberto Bagnai: M5S? Asservito al progetto neoliberista

Alberto Bagnai torna a raccontare la scena economica, politica e sociale dei nostri tempi, dalle pagine di questo blog, a distanza di cinque anni dalla prima intervista, ormai divenuta un “cult” per chiunque voglia avere un punto di vista diverso rispetto a quello trito e ritrito dell’establishment mediatico.

Ecco i 21 punti nero su bianco del patto M5S – ALDE.

Ecco i 21 punti concreti dell’accordo Alde – M5S, trascritti e tradotti per voi a partire dai leaks trapelati da fonti interne all’Alde. E’ un accordo “Borrelli piglia tutto“, dove l’europarlamentare autore della trattativa si vede assegnata la vicepresidenza del gruppo e la guida del gruppo di lavoro sulla democrazia direttra, che blinda gli emendamenti M5S che dovranno essere approvati dal gruppo, che richiede il sostegno M5S alla Presidenza del Parlamento Europeo del Presidente dell’Alde, Guy Verhofstadt, e che – udite udite – impone al Movimento 5 Stelle di fare una dichiarazione pubblica a favore di  Guy Verhofstadt (che era stato dipinto come “imprensentabile” da Beppe Grillo), quando lo stesso gliela richiederà, al momento più opportuno. Un vero e proprio scambio in stile vecchia repubblica. Cose che speravamo di vedere morte e sepolte.

Infine, una domanda per tutti: è da ritenersi valida una votazione online che non mette a disposizione questi documenti (il manifesto, disponibile dal 4 gennaio, e questi 21 punti, disponibili dal 6 gennaio) perché tutti, prima di votare, possano leggerli?

 Clicca sulle singole immagini per aprirle

Accordo pratico M5S - Alde - foglio 1 Accordo pratico M5S - Alde - foglio 2

 

Brussels, 6 giugno 2017

Accordo tra la leadership del gruppo ALDE e il Movimento 5 Stelle al Parlamento Europeo

  1. Il gruppo Alde sarà composto di membri aderenti a 3 partiti differenti: Alde, EDP, DDM (Direct Democracy Movement, oggi largamente identificato con l’appartenenza al M5S);
  2. Alla Presidenza dell’Alde ci saranno tre vice-presidenti: Sophie in’t Veld, David Borrelli e Marielle de Sarnez, rispettivamente rappresentanti dei tre componenti del gruppo (ALDE, DDM e EDP). Nell’assenza di un leader del gruppo, i vice-presidenti esecutivi possono rappresentare il Gruppo nella Conferenza dei Presidenti, in accordo con il leader del gruppo;
  3. Verrà creato un “Direct Democracy Working Group” (gruppo di lavoro sulla democrazia diretta) all’interno del gruppo Alde al Parlamento Europeo, guidato da David Borrelli. DDM e M5S potranno usare un template di loro proprietà in combinazione con il logo dell’Alde. Questo sarà il secondo specifico gruppo di lavoro creato nel gruppo accanto a quello guidato da Izaskun Bilbao;
  4. È stato anche concordato che se Guy Verhofstadt riuscirà ad ottenere la presidenza del Parlamento Europeo, il DDM (largamente identificato dal M5S) sosterrà il candidato ALDE per la guida del guppo. DDM e M5S sosterrano anche la candidatura dell’ALDE per la vice-presidenza del Parlamento.
  5. In accordo con la analisi di voto, siamo il più lontano possibile su ECON, AGRI, ITRE, REGI e CULT (ndr: sono i nomi con cui si chiamano le rispettive commissioni al Parlamento Europeo) e molto vicini in TRAN, IMCO, INTA, PECH, LIBE e ENVI).
  6. Il voto in assemblea plenaria sarà definito in riunioni comuni. Se le delegazioni vorranno divergere dalla linea del gruppo, possono annunciarlo all’interno delle riunioni. I membri delle commissioni decidono per il comportamento sul voto nelle commissioni.
  7. Gli emendamenti per la plenaria possono solo essere ammessi dopo approvazione nel gruppo di lavoro o nel gruppo al completo. Per garantire un’integrazione fluida nel gruppo ALDE, una procedura temporanea e speciale (valida fino al 31/12/2017) per incardinare gli emendamenti da parte del M5S sarà elaborata dalla Presidenza del gruppo e approvata dall’ufficio e dal gruppo.
  8. I tempi di parola andranno al MEP (europarlamentare) più coinvolto nel dibattito. Non saranno, ad esempio, allocati per delegazione.
  9. I gruppi delle commissioni eleggono i loro coordinatori tra tutti i membri, e il Bureau conferma la scelta per assicurare una rappresentatività equa.
  10. In principio, i criteri di scelta dei membri per le commissioni dovrebbero assicurare solo un membro principale e un sostituto per ogni delegazione. Ci si sforzerà di venire incontro alle priorità di tutti i membri.
  11. Se e quando la sede sarà trasferita dal piano assegnato all’EFDD all’ALDE, questi saranno a loro disposizione. Questo non influenzerà il piano originario assegnato all’ALDE. Il M5S assumerà anche staff aggiuntivo utilizzando i loro fondi individuali 400.
  12. Sarà creato un Segretario Generale aggiuntivo. Per questa posizione, un membro dello staff dal loro piano (CA) sarà trasferito all’ALDE (TA) appena possibile, seguendo le procedure ufficiali.
  13. Lo staff del M5S sarà integrato nelle funzioni del Gruppo secondo le regole esistenti del gruppo ALDE.
  14. Circa le finanze, l’anno di budget 2017 sarà gradualmente frazionato. Per quanto riguarda l’anno di budget 2018, invece, ci sarà una piena integrazione (vedere nota separata(
  15. I comunicati stampa del gruppo rifletteranno le posizioni condivise del Gruppo. Le delegazioni potranno fare comunicati stampa a livello di delegazione.
  16. La vocazione del gruppo e di livello Europeo, e quindi le delegazioni nazionali devono frenarsi dal portare i problemi nazionali a livello europeo.
  17. La scadenza per questo nuovo accordo è l’11 gennaio 2017 alle ore 18:00 (la scadenza ultima per il calcolo delle dimensioni del gruppo).
  18. Un comunicato stampa congiunto per il lancio dovrà includere una descrizione chiara (vedere manifesto separato).
  19. Ci sarà un momento di riconsiderazione nel dicembre 2017, e ancora nel dicembre 2018, con attenzione alle elezioni UE del maggio 2019, quando il gruppo Alde presenterà se stesso come un singolo gruppo integrto, nel rispetto delle identità dei suoi componenti.
  20. Una dichiarazione del Movimento 5 Stelle a favore di Guy Verhofstadt in qualità di candidato per la Presidenza del Parlamento Europeo potrà essere fatta a sua richiesta al momento appropriato.
  21. Se attraverso DDM un altro europarlamentare volesse aggiungersi all’ALDE, ad essi si applicheranno le stesse regole contenute in questo accordo.

I Mini Blu

Ecco il primo governo del Movimento Cinque Stelle.

Ecco il primo governo del Movimento Cinque Stelle Nell'aprile del 2012 (5 anni fa) io partecipavo come ospite fisso a L'Ultima Parola di Gianluigi Paragone, su Rai Due. Una sera si fece uno strano esperimento... (altro…)...--> LEGGI TUTTO

Hey, Lorenzin, fai un decreto su questo! 1250 morti all’anno per il DieselGate

DieselGate - Concentrazione e MortalitàIl surplus di emissioni dei veicoli diesel, rispetto a quanto dichiarato dalle case automobilistiche, ha causato in Italia 1.250 morti all'anno. A quantificare le conseguenze del Dieselgate sono l'Istituto meteorologico norvegese e l'istituto internazionale Iiasa, in uno studio pubblicato sulla rivista Environmental Research Letters da cui emerge che il nostro...--> LEGGI TUTTO

La verità orribile che non viene detta – Gianluca Ferrara

GIANLUCA FERRARA - La verità orribile che non viene mai detta Gianluca Ferrara, direttore editoriale di "Dissensi edizioni" e blogger del Fatto Quotidiano, ha già ottenuto quasi 150 mila condivisioni con questa analisi, fatta nell'ultimo post sul suo blog. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

Crociata contro la rete. Il ministro: via i “profili sgraditi”.

Orlando - rimozione di profili sgraditi e ong governative a fare controinformazione in rete Registrazione del Facebook Live del 16 agosto 2017 Un'intervista di Andrea Orlando, sul Corriere della Sera, rivela che esiste un accordo con i social network per la segnalazione dei post e la rimozione dei profili sgraditi, e anche che il ministero ha messo delle organizzazioni a monitorare...--> LEGGI TUTTO

La vera storia di KJ2, l’orsa mamma di Francesco e Soki, del progetto Life Ursus

Un'orsa e il suo cucciolo  Registrazione del live Facebook andato in onda ieri sera KJ2 sembra il nome di una stella cadente, perfetto per la notte di San Lorenzo. Invece è caduta un'orsa, appartenente al progetto Life Ursus. Nel video qualche considerazione da fare insieme sulla vicenda, andata in onda ieri sera...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie

Guest post

Il gioco responsabile al tempo del mobile

casino mobile La crescente diffusione delle nuove tecnologie ha radicalmente modificato gli stili di vita e le abitudini degli individui, contribuendo alla formazione di una cultura sempre più digitale. Dal 13° rapporto Censis-Ucsi sulla Comunicazione (2016) emerge che il 74% della popolazione italiana ha libero accesso ad una...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter

Video dal web

E dopo le “primarie” M5S, il PD torna in testa: 1,2 punti in meno.

Sondaggio M5S 25 settembre - play Sorpresa: dopo le "primarie" del Movimento 5 Stelle, Di Maio perde subito 1,2 punti percentuali e torna in testa il PD. A darne notizia, Mentana al TG7. Il calo, e il sorpasso del Partito Democratico, vengono attribuiti al modo in cui le cosiddette primarie sono state...GUARDA

Becchi: e adesso in Parlamento arriva CasaPound

Becchi - Movimento 5 Stelle - CasaPound A Omnibus (LA7) questa mattina, Di Pietro spiega che, secondo lui, il Movimento 5 Stelle in realtà non vuole affatto governare, perché non gli conviene, e Becchi prevede che, grazie all'abbandono della critica forte su Euro, Europa e finanza, e al rigetto dell'etichetta di "populismo", avremo...GUARDA

Pigi Battista a Paragone: i bambini non sono proprietà dei genitori.

Paragone Pigi Battista Nell'annoso dibattito sui vaccini, ci sono i Free Vax, i No Vax, e poi i Pigi Battista. Quelli che "i bambini non sono di proprietà dei genitori". Certamente non sono una proprietà, così come si intende un oggetto acquistato e privo di diritti. Ma il sottinteso...GUARDA

Rula Jebreal a Porro: tu, uomo bianco sessista!

PORRO VS RULA Scontro tra Rula Jebreal e Nicola Porro: "tu uomo bianco sessista che punti il dito contro una come me"....GUARDA

Barbara Lezzi maltratta Luigi Marattin a Omnibus

Barbara Lezzi Luigi Marattin Barbara Lezzi (M5S) si confronta duramente con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio, sui dati della disoccupazione che vede l'Italia, nonostante la "cura Renzi", aumentare il distacco rispetto alla media europea. Ricordati di VOTARE Byoblu ai Macchianera Internet Awards...GUARDA

Ilaria Bifarini – L’Ocse dice che tra 60 anni siamo fritti

Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho visto personalmente, sarà sempre peggiore: salari sempre più passi e sempre più disuguaglianza". Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho...GUARDA

Diego Fusaro: il Sacro Romano Impero della finanza e delle banche

Innanzitutto siamo entrati in un Sacro Romano impero della finanza in cui il sistema bancario detta legge, e noi sventurate plebi europee dobbiamo fare i sacrifici: "sacrum facere". Appunto qualcosa di religioso in nome del sistema bancario, una divinità demiurgica: le sofferenze sono sempre quelle del sistema bancario...GUARDA

Primarie Pd: il confronto Sky tra Renzi, Emiliano e Orlando – Integrale

Confronto Sky Renzi Emiliano Renzi Primarie Pd Integrale - PlayIl confronto Sky tra Matteo Renzi, Michele Emiliano e Andrea Orlando per le primarie Pd - Versione Integrale. ...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>