Appello agli immigrati clandestini


Mi rivolgo ai romeni, agli albanesi, ai marocchini, ai clandestini di ogni ordine e grado, agli extracomunitari autori di scorribande quotidiane, di razzie, degli episodi delittuosi più efferati cui assistiamo abitualmente nelle colonne di cronaca nera dei nostri quotidiani.
E’ con il cuore colmo di spavento, di preoccupazione per me, per i miei figli e per i miei connazionali tutti che in queste ore concitate vi parlo, dal bunker entro il quale mi sono rifugiato insieme ai miei cari. Accluso a questo disperato appello troverete un video. Nel video compare il signor Gaetano Saya, Presidente del Partito Nazionalista Italiano, che insieme ai corpi speciali da lui addestrati ha preso il controllo delle nostre aree urbane. E’ pronto a pattugliarle, da solo o alleato con le ronde padane, al grido “Liberiamo l’Italia dal marciume che vi si annida!“.
E’ con profondo rammarico e un malcelato senso di vergogna sul viso che vengo a porgervi le mie scuse a nome del popolo italiano. Io mi sentivo più sicuro quando per strada c’eravate voi. Adesso che girano questi squadroni di esaltati, patrioti, nazionalisti, a loro dire con l’autorizzazione diretta del Presidente del Consiglio, Sua Eccellenza Silvio Berlusconi, io ho davvero paura! Le strade delle nostre città sono fuori controllo, l’Italia è divenuta improvvisamente una grande tendopoli presidiata da forze paramilitari. Prima ancora che venga istituito il coprifuoco, molta gente si è rinchiusa spontaneamente in casa e non vuole più uscire.
Per fronteggiare la crisi, molti cittadini italiani stanno organizzando barconi di immigrati, con la collaborazione di alcuni infiltrati nella Guardia Costiera, da far giungere clandestinamente sulle nostre coste. Una volta giunti nel territorio nazionale, vengono smistati da volontari locali ai centri di reclutamento segreti, allestiti nelle cantine delle abitazioni. Abbiamo bisogno di voi. Abbiamo un disperato bisogno di voi. Voi che siete abituati a fonteggiare le situazioni di pericolo estremo, a lavorare come bestie da soma per un tozzo di pane, che affrontate interminabili traversate su gusci di noce e sopravvivete – a volte – perfino alla furia delle onde quando venite scaricati in mare come acque nere. Voi che avete imparato a curarvi da soli e, non potendovi recare al Pronto Soccorso dove sareste immediatamente denunciati. avete sviluppato una resistenza naturale alle malattie più fatali. Voi che sopportate di vivere accatastati come vecchio mobilio negli scantinati delle case, che non venite neppure cercati se il mondo vi crolla addosso, che siete abituati ad essere accusati di ogni genere di reato, essendo identificati come i responsabili unici di tutti i nostri problemi, nonostante perfino alcune sentinelle di regime inizino a ricredersi.
Voi, solo voi potete salvarci.
Proteggete le nostre mogli, difendete i nostri figli, tornate ad aggirarvi per le nostre strade. Fatele voi le ronde, questa volta pagati, dignitosamente. Liberateci dai difensori della libertà che girano con l’elmetto, i guanti neri, gli anfibi, la torcia, e che hanno una fascia nera con uno stemma al braccio come le SS. Non voglio vivere in un paese dove posso trovarmi all’improvviso il fascio di una torcia elettrica puntato negli occhi, poco prima di essere costretto a identificarmi, con la paura di non essere creduto.
Noi vi rivogliamo indietro. Le ronde, se proprio sono necessarie, dovete essere voi a farle. Sono sicuro che sareste più gentili, avreste una maggiore conoscenza del territorio, sapreste come parlare alle sacche di emarginazione, sareste molto economici e, soprattutto, avreste finalmente un lavoro, rendendo l’esigenza di svolgere un’attività crimonosa del tutto inappetibile.
Noi italiani vi scongiuriamo: aiutateci a tornare in possesso della nostra terra. Liberateci dagli invasori.

39 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Cospirazioni? Comunisti? E lo sbarco sulla luna c’è stato o no?
    Se il nostro presidente del consiglio (sua eccellenza….), che tanto costui venera, non avesse tagliato i fondi alla polizia, forse non ci sarebbe bisogno di certa gente per le strade, forse i cittadini potrebbero essere semplicemente cittadini invece di andare per le città di notte a fare i giustizieri…
    Si dice patriota e venera l’uomo (nonchè il governo) che ha reso questa nazione lo zimbello del mondo civilizzato.
  • Sono sempre piu contento e sicuro della scelta di aver lasciato l´Italia.
     
    Mancano le sirene alle 18.00, e poi il quadro é perfetto.
  • Era già da qualche giorno che cercavo informazioni piu dettagliate e esaminate prima di verificare il terrore interno che si espandeva dentro me leggendo e vedendo i video su youtube. Non ci volevo credere. Non potevo concepire una cosa simile neanche cercando di sforzarmi. Mi dicevo: "Non è possibile, qualcuno mi ha drogato, ho le allucinazioni. Sto uscendo fuori di testa. Questo è solo un brutto incubo."
    Stanno delirando. Questa è follia pura. Senza limiti.
    Mi viene la pelle d’oca. Sto tremando davvero. Ho una paura seria.
    Se questo sacrilegio entra in vigore, il governo dichiarerà ufficialmente guerra al popolo italiano.
    E’ un pazzo visionario nostalgico.
    Il futuro è incredibilmente tetro.
  •  Non so voi, ma ai miei Nonni non piacerà questa cosa. Per loro, queste cose, fanno venire alla luce parecchi brutti ricordi!!!!<
  • Guardate, anche io mi ero un TANTINO preoccupato quando ho visto il sito (fatto con i piedi peraltro) e le foto, e ne ho parlato pure tanto con la mia ragazza, che è di Berlino Est, poi.. dopo aver visto il video, ma soprattutto avendo sentito l’esimio Dott. Saya questa sera intervenire da Cruciani alla Zanzara su Radio24, mi sono fatto delle grasse risate.. direi che siamo al livello "quattro gatti esaltati", a preoccuparmi seriamente ci penserò quando e SE li vedrò moltiplicati.. che gli itaGliani abbiano i loro problemi mentali si sa e mi ci metto in mezzo pure io, ma che una fetta importante di loro vada a seguire questi qui.. per ora sono fortemente dubbioso.. ciao 😀
  • Tutti i peggiori incubi sulla legge sulle cosiddette ronde si sono concretizzati!!!
    Oggi basta semplicemente darsi l’appellativo di ronde, che si può fare tutto impunemente.
  • se vedo uno in giro vestito così credo che non la finirò mai di ridere…
    Ragazzi questi non hanno futuro dai, non ci credo che uno si possa conciare in tal modo e andare in giro a farsi rispettare. Scendiamo noi in strada a filmarli piuttosto! Il commento del fascitello romano sopra qui dice tutto…
     
  •  Questi sono tumori della società e come tali vanno debellati, sono contro ogni forma di violenza, ma con certa gentaglia se la vedo per strada, non mi limito a mandarla a fanculo e come me tanta gente … questi si beccheranno un fracco di legnate, altro che ronde! Quoziente intellettivo pari a zero e per di più appoggiati da un’altro senza cervello Corruttore Mafioso Evasore Anticostituzionale Piduista Silvio Berlusconi? Che si facciano vedere per strada, poi gli faremo vedere il miglior posto dove mettere la torcia ….
  • Quattro gatti? Eh, di quante cose all’inizio abbiamo pensato "ma che sarà mai… dove vuole andare…" rimanendone poi fregati? Quanti avevano dato Caligola per ‘politicamente morto’? Sono segnali preoccupanti.
     
    Poi vabbè… se uno che vuole liberare l’Italia dal marciume (e fin qui potrei pure dargli ragione) chiama Caligola "sua eccellenza"… beh, a quel punto lo ritengo solamente un esaltato.
     
    Il fatto che poi accusi Fini (che poveraccio, ogni tanto si limita a dire delle cose di BUONSENSO) di essere un eversore a capo di un complotto… è roba che come minimo dovrebbe procurare imbarazzo e una reazione ‘degna di nota’ dello stesso Fini!
  • Italiani popolo di scordarelli! la storia non ci ha insegnato niente, hanno pure ridotto il numero di ore d’insegnamento nelle scuole, per non parlare delle restrizioni sulla scelta di alcuni testi.
    O forse l’Alzaheimer si è diffuso come un virus e noi siamo rimasti a quello suino.
    O semplicemente ogni popolo ha il governo che si merita? se così fosse il nostro karma collettivo è proprio pesanteee!!!!
     
    Il pastore cerca sempre di convincere il gregge che l’interesse delle pecore ed il proprio siano gli stessi.
    Stendhal
     
    Un popolo che ignora il proprio passato non saprà mai nulla del proprio presente.
    Indro Montanelli
     
    Molti dei nostri uomini politici sono degli incapaci. I restanti sono capaci di tutto.
    Boris Makaresko
     
    Ricordare il passato serve per il futuro, così non ripeterai gli stessi errori: ne inventerai di nuovi.
    Groucho Marx
     
     
     
     
  • Parla tanto di bandiera italiana, ma di Bossi non dice niente?
    Visto che parla di Eccellenza  Berlusconi, e che attacca Fini definendolo facente parte del complotto…. come mai di Bossi non dice niente?
  • Questo signiore ha ragine,bisognierebbe liberare l’itaglietta dal marciume di gente come lui e tutti i rondisti padani o sicigliani che siano,ma non con torce elettriche e telefonini ma con un fracco di legniate.
      Berlino 16/6/2009
  •  Buon per Saya che possa esprimere liberamente il suo pensiero (per quanto discutibile).
     
    Per quel che riguarda le ronde basta leggere il testo della legge per sapere che lui non ne farà mai parte (se non con la "complicità" del sindaco e della provincia).
     
    Per completezza dell’informazione bisognerebbe collocare questo movimento in un ambito numerico (quanti sono nell’associazione? 10?).
     
    Poi cosa vuol dire questo invito ai clandestini autori di delitti?
    Ma scherziamo?
     
    Mah..
  • Beh, ci vuole della calma prima di sottoscrivere questo post eh?
    E’ sicuramente un’esaltazione e spero che così sia da coglier, per il fatto che questo "speciale" corpo fà un pò scappar da ridere, e mi incute timore la sua presenza.
    Piano però a far appello (anche se scherzoso) a immigrati che stanno senza dubbio rovinando l’italia insieme a quei farabutti in parlamento.
    Non parlo per sommi capi ma parlo per esperienza personale che vedo nella città di Modena e limitrofi, vedo, tocco con mano , ogni giorno, e vi posso garantire che delle gran bastonate nei denti, qui nella mia zona, a questi immigrati farebbero solo bene
  • … ciao byoblu … scrivi qualcosa riguardo al rapporto tra la guardia e le associazioni che gestiscono ad esempio le mense dei campi a l’aquila … sono più di quanto si pensi … ciao luca.

  • questo paese sta diventando sempre piu’ fascista.
    l’italia fa sempre piu’ orrore.
    speriamo veramente che gli extracomunitari ci salvino dagli italiani.
    che ci salvino da cosa siamo diventati:l’orrore.
  •  E il prossimo passo qual sarà? completare il progetto eversivo facendo un colpo di stato? Berlusconi non va sottovalutato, è più seria di quello che pensiamo la situazione: bavaglio all’informazione, controllo della rete, ronde, controllo della magistratura… la vedo nera…
  • Come controllare le masse dei sistemi democratici – approdonfimenti
     
     
     
     
     
    Un leader scaltro, che ha come obiettivo il controllo di una nazione democratica moderna, non compie mai azioni che non sono utili, in un certo modo, ai cittadini.
     
     
     
     
    Quando le proposte della maggioranza dei cittadini, verso le soluzioni alle necessità che sentono più urgenti avranno un peso minore di quelle diffuse da pochi con i media, di fatto, non si vivrà più in uno stato democratico.
     
     
     
     
     
     
    Alcune testate giornalistiche di un lunedì di qualche mese fa: “Clandestini liberi. Di stuprare" – "I criminali stranieri continuano a colpire con il foglio di espulsione in tasca. Il Governo prepara un decreto ad hoc” – "Stupri, pugno duro del governo" – “Calderoli: castrazione chirurgica" – "Subito il decreto: niente domiciliari” – “pacchetto sicurezza : Un contenitore che rafforza il «senso» di tutela", "Un decreto contro gli stupri".
     
     
     
    …Dopo alcuni mesi si potevano prendere, senza forti dissensi, dei provvedimenti dai toni più forti: “espulsioni aumentate, funzionano i militari in città” – “Le nostre ronde saranno doc” – “Passeremo dalle ronde fai da te a quelle con certificato di garanzia”
     
     
     
     
    l’articolo completo si trova qui:
     
     
     
     
     
  • Ho sentito l’intervista in TV con il sindacato di Polizia seriamente preoccupato per queste ronde (di tutti i colori), e la questura di Milano, se non sbaglio, ha già aperto un’inchiesta;  mi auguro che le persone che fanno il loro mestiere con serietà (e ce ne sono, per fortuna)  siano in numero decisamente superiore a queste bande di esaltati; purtroppo, come dice il proverbio, non c’è limite al peggio.
  • .: Il ritorno dello squadrismo :.
     
    di Alessandro Iacuelli
     
    Ne hanno parlato anche i TG, ma giusto per dire che la procura di Milano ha deciso di indagare senza che per ora ci siano ipotesi di reato.
    Eh sì, ci tocca parlare anche di loro: delle ronde nere, quelle che fanno tornare alla memoria gli anni ’20.
    Quest’estate, salvo imprevisti, i volontari della Guardia Nazionale Italiana (Gni) dovrebbero iniziare a pattugliare le strade delle città italiane in applicazione del disegno di legge sulla sicurezza del governo Berlusconi. Eh sì, come ricordiamo certamente, quel disegno di legge nell’articolo 3 dice che è possibile il concorso di "associazioni di cittadini" al presidio del territorio.
    Chi sono questi signori della Guardia Nazionale? Sono ex appartenenti alle forze armate e alle forze dell’ordine e normali cittadini "patrioti e nazionalisti" pronti a "servire la nostra terra e il popolo italiano" svolgendo attività di vigilanza "per potenziare la sicurezza nei centri urbani" ma anche di "protezione civile" e di "promozione e divulgazione della storia, delle lingue e delle tradizioni Italiane con particolare riferimento all’Impero Romano".
    Quindi, fascismo. Nè più nè meno. E chi non vuole farsi divulgare le tradizioni dell’impero romano…? E chi non vi si riconosce? Beh, poi si vedrà. Purganti e mazzieri non gli mancano.
    Hanno un Comandante Generale, il colonnello dei carabinieri in congedo Augusto Calzetta. Quello che negli anni ’80, quando era ancora il Tenente Calzetta (un nome, un programma), faceva il cacciatore di anarchici (anche se magari non ce ne stava manco uno), nelle provincie di Massa e Carrara. Quello che dove capitava lui, saltavano con l’esplosivo i tralicci dell’enel, e la colpa era sempre degli anarchici. Per chi fosse curioso del personaggio, consiglio di andare a scovare le annate del settimanale anarchico "Umanità Nova" degli anni ’80, soprattutto le annate ’85, ’86 e ’87, dove il nostro la fa da padrone. Ma d’altronde, cosa doveva fare un fascista autentico, se sta a Massa Carrara, cioè in quella zona che durante la resistenza fu liberata dal fascismo ad opera dei partigiani anarchici (Brigata Malatesta in primis)? Per chi vuole approfondire, c’è google.
    Le "guardie", hanno anche un Presidente Nazionale, l’alpino Maurizio Correnti, di Torino. Hanno una divisa, che sa tanto di quel che già abbiamo visto e già sappiamo: camicia grigia con cinturone e spallaccio neri, cravatta nera, pantaloni grigi con banda nera laterale nera, basco o kepì grigio con il simbolo della Gni: l’aquila imperiale romana. E non è certo un caso. Ma nell’equipaggiamento c’è, oltre ad elmetto, anfibi e guanti, anche una grossa torcia elettrica di metallo nero. Talmente grossa, che si vede anche a distanza che può essere usata come manganello. Nonostante la legge dica che quelle devono essere "associazioni di cittadini non armati". Intanto con la scusa della torcia elettrica, il manganello c’è. L’olio di ricino magari è nascosto in una borsa.
    Da dove prendono i soldi? Chi c’è dietro di loro? Vorremmo saperlo, no? Di chi ci sia dietro Calzetta, lo si sa da 25 anni, ma dietro gli altri? C’è il PNI, il Partito Nazionalista Italiano: la nascente formazione politica che sta dietro alla Gni.
    Ma c’è di più: questo partito è l’unico i cui membri non girano in abiti civili, ma hanno un’uniforme, la stessa della Guardia Nazionale Italiana.
    Beh, oggi quando si parla di partiti si pensa alla fuffa, all’immagine, ai simboli, alle chiacchiere da salotto televisivo, per cui quasi nessuno si pone un problema facile facile: ma costoro hanno un programma politico? Ebbene sì, ce l’hanno, ma non presenta alcuna novità rispetto alla prima metà degli anni ’20 del XX secolo. E’ un programma di stampo statalista e collettivista (cioè in parole povere nazionale e socialista, vi ricorda qualcosa?) e prevede tante cose già viste: la lotta "contro il parlamentarismo corruttore" (modo populistico e demagogico già usato da Mussolini per togliere adepti agli altri partiti e infine per eliminare il parlamento), la creazione di "un forte potere centrale dello Stato" (sì sì, si chiama dittatura), di "camere sindacali e professionali" (proprio loro! I fasci e le corporazioni! Ma dico, almeno un po’ di originalità, no?), il diritto di cittadinanza e l’accesso alle cariche pubbliche "solo per chi sia di sangue italiano" (il ritorno della difesa della razza, della razza ariana e tutto il resto… ma poi dall’analisi del sangue si vede se è sangue italiano?), il divieto di pubblicazione di "giornali che contrastano con l’interesse della comunità" (olè!) e l’abolizione di tutte le organizzazioni e istituzioni "che esercitano un influsso disgregatore sulla nostra vita nazionale".
    Mica male, no? Non sono ronde. Sono bande paramilitari, quelle guidate dal colonnello Calzetta. Ma anche Calzetta è solo un fantoccio. Dietro tutto questo c’è un nome noto: il signor (se lo si può indicare con questo titolo) Gaetano Saya, una bella feccia, come non mi sono mai stancato di dire. Sì proprio lui, l’altro tipo di rifiuto tossico che imperversa per l’italia, quello umano; ex wanna-be golpista, ex sedicente agente segreto della Nato e del Sismi, ex ‘gladiatore’ ed ex massone che già nel 2003 provò a creare un gruppo paramilitare di ‘camice grigie’, arrestato nel 2005 per la vicenda dei ‘servizi paralleli’. Per approfondire questo c’è sempre google.
    Insomma nazionalismo spinto, ben oltre la soglia del fascismo (e non basta certo Saya che nelle interviste giura di non essere fascista), populismo e collettivismo che sa un po’ di sinistra, giusto per sviare demagogicamente gente comune, che già normalmente vive nell’ambiguità politica.
    Nazionalismo che – si sperava – fosse finito ben oltre i bassifondi della storia. Il ritorno dello squadrismo.
     
    Io nella mia vita ho sempre stravolto tutto, mi sono sempre accontentato di pochi "paletti" fermi, limiti invalicabili, principi forti. Poi su tutto il resto si può discutere e sono anche pronto a cambiare idea. Tra quei "paletti fermi" sui quali sono intransigente, oltre al non giocare la Partita Spagnola a scacchi, ci sono l’antifascismo, l’antirazzismo, l’antisessismo e l’avversione ad ogni forma di nazionalismo, interno o estero. Pertanto, con questi signori non ci può essere e non ci potrà mai essere alcun margine nè di confronto nè di dialogo. Non è un tirarmi indietro, è proprio una discriminante politica.
    Ed ora, prepariamoci a rispedirli nelle fogne, altrimenti nell’arco di pochi anni ce ne pentiremo. Lo insegna la Storia recente. Quella europea tra le due guerre mondiali, quella italiana degli anni della "strategia della tensione", quella balcanica degli anni ’90. E la storia lo insegna: con i fascisti non si discute, e qui il sottoscritto non pratica alcuna forma di desistenza culturale.
    Se qualcuno ha abbastanza stomaco, può leggere su Altrenotizie.
     
  • ma davvero stiamo arrivando a questo punto?
    Abominevole, da oggi in poi mi scaglierò con forza contro ogni apologia, sia di comunismo che di fascismo che nazionalismo.
    Basta
  • I più visti

    Sostieni l’Informazione Libera

    Hot News

    Top

    Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi