Tutte le balle di Superquark sul radon

 

Se fate una ricerca sui maestri liutai, potreste non menzionate Stradivari? Se realizzate uno speciale sullo standard mp3, intervistate Leonardo Chiariglione. Se state studiando il conflitto di interessi, una domanda a Berlusconi magari gliela fate… Così, se parlate di prevedibilità dei terremoti, se anche solo nominate la parola radon, beh… allora dovete per forza alzare il telefono e chiamare Giampaolo Giuliani.
Lo farebbe chiunque. Piero Papera no. Lui preferisce inviare una troupe in america a spese dei contribuenti, piuttosto che mandare uno della redazione con una telecamera in mano a L’Aquila, nei laboratori di un italiano, un Cristoforo Colombo dei tempi moderni che magari dovrà ancora dimostrare di essere arrivato nel nuovo mondo, ma che di sicuro durante il viaggio ha visto cose che devono essere raccontate.
Un giornalista, prima ancora che un divulgatore scientifico, fa esattamente questo: mostra allo spettatore – pagantetutta la vallata, e non solo lo scorcio dove ha costruito la villa un suo amico. Mostra sia lo stato dell’arte dell’establishment scientifico sia le nuove promettenti frontiere. Soprattutto in materia di prevedibilità dei terremoti, campo in cui lo stato dell’arte è zero.
Piero Papera no. Lui preferisce una lunga, desolata inquadratura vuota, puntata sul niente, piuttosto che girare la telecamera sulla frenetica, laboriosa, clamorosa attività brulicante di interesse e speranza che avviene alle spalle del cameramen.
Piero Angela sta alla divulgazione scientifica come Emilio Fede all’informazione.
Non fa niente. Lo speciale su Giuliani lo farò io.
Intanto, come promesso, l’ho raggiunto telefonicamente per commentare insieme la puntata di Superquark del 30 luglio.
INTERVISTA A GIAMPAOLO GIULIANI

Claudio Messora: Oggi è venerdì 31 Luglio. Come ben saprai ieri sera è andato in onda uno speciale su Superquark relativamente alla tecnica di previsione dei terremoti. Si fa uno speciale sulla tecnica di previsione dei terremoti parlando di gas radon e si vanno ad intervistare ricercatori d’oltreoceano senza preoccuparsi di andare a chiedere a chi se ne occupa sotto casa nostra. E’ alquanto curioso non trovi?
Giampaolo Giuliani: Beh, trovo che sia molto curioso.. che si dimostri poca sensibilità quantomeno nel dare spazio a chi in un certo senso ha fatto tanto clamore sia nel bene che nel male. Chi vuole fare di questi programmi in qualche modo dovrebbe quantomeno sentire ed ascoltare per sapere se è vero quello che dice lui o quello che dicono altri.
Claudio Messora: In previsione di questo documentario che immaginavo non sarebbe stato molto esaustivo sulla tua ricerca, mi sono permesso di registrarlo e ho segnato alcuni punti, sono due o tre, che vorrei commentare con te, il primo è questo:

(parte lo spezzato del video di Superquark in cui un coordinatore americano di dati inerenti ai terremoti nei pressi di San francisco mostra come la tecnica della rilevazione dei gas anche disciolti nell’acqua -compreso il radon- e collocati lungo la faglia del luogo, sia stata abbandonata in quanto poco affidabile, poco produttiva e troppo dispendiosa dal punto di vista economico. Il coordinatore afferma che questo tipo di ricerca ebbe il suo massimo sviluppo negli anni 80/90)

Claudio Messora: La prima cosa evidente che mi viene in mente è che non viene assolutamente descritta la tua tecnica e di conseguenza viene equiparata a quella che sembra essere una tecnica del tutto differente, a partire dal fatto che vengono mostrati dei rilevatori di gas a distanza di pochi metri uno dall’altro mentre tu usi delle stazioni completamente differenti a distanza anche di parecchi chilometri l’una dall’altra.
Giampaolo Giuliani: Si è vero, ora non so di quali gas in particolare trattino questi..
Claudio Messora: Hanno detto alcuni gas tra cui il radon, l’hanno citato espressamente.
Giampaolo Giuliani: …tra cui il radon. Penso di capire che aspirino in qualche modo i gas… e questo già basta a capire che non è un sistema come quello che noi utilizziamo. In realtà se è un insieme di gas non è più il radon e l’efficienza potrebbe non essere la stessa che abbiamo noi. Poi, se le misure, come abbiamo gia detto tante volte, vengono effettuate con rivelatori radon convenzionali è chiaro che non hanno la stessa rispondenza della nostra strumentazione perchè noi effettuiamo, e lo abbiamo detto sempre, una misura indiretta del radon attraverso per esempio il piombo ed il bismuto. Questo significa che in realtà le misure che loro osservano presentano sicuramente un rumore ed una inaffidabilità per quanto riguarda le correlazioni con gli eventi sismici. Inoltre lo strumento che noi abbiamo costruito e quindi nessun altro ha al mondo è uno strumento che ci permette di vedere qualcosa di completamente diverso dagli strumenti convenzionali che usa la scienza anche oltreoceano, oltre che la nostra. Continuano a voler sostenere una tesi secondo noi sbagliata. Continuano a rimanere indietro e disinformati sulla tecnica che noi utilizziamo e che a noi dà una efficienza ed una informazione sicuramente maggiore rispetto a quella che loro hanno. Vogliono a tutti i costi solo parlar male senza informarsi, e vogliono anche disinformare, perchè ciò che ha fatto Piero Angela a Superquark ieri sera è disinformazione, perchè parla di una persona, parla di un metodo senza aver sentito nè ascoltato quello che può dire quella persona su quel metodo. Mi sembra tanto che questo programma ,come quello della volta precedente, sia stato pilotato proditoriamente per attaccare questo metodo senza avere alcuna informazione. Così, per partito preso, volerlo affondare e denigrare davanti all’opinione pubblica.
Claudio Messora: Comunque il servizio prosegue e dice:

(parte il secondo spezzato di Superquark in cui si afferma che i ricercatori americani dell’area di San Francisco mostrano quindi scetticismo circa le tecniche di Giampaolo Giuliani riguardo alla previsione del terremoto attraverso l’emissione del radon)

Claudio Messora: Ma è vero che poi in America c’è tutto questo scetticismo nei confronti delle tue ricerche?
Giampaolo Giuliani: No, non è vero. Questo è falso! E’ quello che vogliono far apparire qui in Italia. C’è chi proditoriamente manda informazioni sbagliate nell’ambiente scientifico americano. Sbagliate e false, e tra l’altro lo fa proditoriamente per cercare di non farmi dare credito in America, dove invece ci sono tantissimi ricercatori che purtroppo non avendo a disposizione uno strumento come lo abbiamo noi e credendo comunque nella possibilità che il radon possa essere un precursore sismico, conducono queste ricerche. Ma ciò che si sta facendo, questo vai e vieni di informazioni Italia-Stati Uniti, lo stanno producendo solo ed esclusivamente persone dall’Italia che hanno interesse a fare della disinformazione e a portare discredito su questo tipo di ricerca.
Claudio Messora: Ma chi sta colloquiando con gli Stai Uniti, l’INGV?
Giampaolo Giuliani: Bhè, sono quasi tutti loro quelli che in Italia si interessano della possibilità di poter prevedere i terremoti, visto che l’INGV è l’ente preposto a farlo.

(parte il terzo spezzato in cui si pone l’accento sul fatto che Giampaolo Giuliani aveva previsto il terremoto a Sulmona e non a L’Aquila, e lo avrebbe  previsto per il 29 Marzo e non per il 6 Aprile, sbagliando sia il luogo che la data)

Claudio Messora: Ovviamente non poteva mancare, come gia fu per un altro speciale sul terremoto di Superquark, il richiamo alla critica che ti è stata mossa sulla vicenda di Sulmona. Poi è carino sottolineare come quando si parla di chi si occupa di queste cose in America si usino termini come “ricercatore”, mentre quando si parla di Giuliani si parla di “tecnico di laboratorio”… quasi a volere sminuire il tuo ruolo… quasi che tu non fossi comunque un ricercatore e non collaborassi con enti di ricerca etc etc. Il linguaggio fa la differenza, anche nel come vengono traghettate le informazioni, e quindi percepite dalla gente.
Giampaolo Giuliani: Questo però ci da la certezza che chi sta pilotando questo tipo di informazioni lo sta facendo in mala fede, perchè tutti sappiamo ormai che ciò che è avvenuto a Sulmona è esattamente il contrario di quello che loro vogliono far apparire. Questo non farà altro che influire negativamente sul comportamento di tutte queste persone e di questo ambiente scientifico, che secondo me a breve dovrà chiedere scusa di quanto ha fatto fino ad oggi e di quanto ancora sta facendo, arrampicandosi sugli specchi per ottenere qualcosa a tutti i costi che ormai secondo me non potrà più ottenere.
Claudio Messora: Ecco, io ho una tua intervista dove spiegavi l’evolversi dei fatti relativamente a Sulmona e sicuramente la linkerò in maniera che tutti possono consultarla, ma lo vuoi ricordare proprio in due parole?
Giampaolo Giuliani: Io, quando parlai con il sindaco di Sulmona, detti l’informazione che a Sulmona non avrebbero avuto neanche una scossa di assestamento. Proditoriamente il giorno dopo è uscita una notizia sul giornale dove il sindaco di Sulmona diceva che Giuliani gli aveva detto che ci sarebbe stata una scossa catastrofica. Ecco, è andata così. Questo evidentemente era ciò che loro volevano e questo è ciò che loro stanno utilizzando per pilotare contro la ricerca di Giuliani, contro Giuliani in maniera che possa finire in qualche modo questa storia tutta a mio sfavore e loro continuare a proseguire così come hanno fatto fino ad oggi.
Claudio Messora: Ma questa denuncia per procurato allarme che sviluppi ha avuto?
Giampaolo Giuliani: Beh, il giudice penso che per settembre riaprirà i fascicoli ed a quel punto sapremo, spero, la verità. Anche perchè se è vero che Giuliani ha detto al sindaco che ci sarebbe stato un terremoto, beh: un terremoto c’è stato. C’è stato anche nel raggio d’azione dello strumento, delle macchine. Se invece non è vero che Giuliani ha detto al sindaco che ci sarebbe stato il terremoto, Giuliani non ha causato nessun procurato allarme. In entrambi i casi si scoprirà chi ha architettato tutta questa cosa.
Claudio Messora: Sempre di più credo che l’informazione scientifica oggi, paradossalmente, passi anche attraverso la rete dove le teorie, non soltanto quelle ufficiali e accreditate, vengono mostrate a tutti in maniera che se ne possano seguire gli sviluppi e valutare autonomamente, superando in questa maniera i colli di bottiglia di chi è attaccato alle poltrone o agli agglomerati di potere. Ecco, Giampaolo, ieri ci siamo sentiti brevemente e mi dicevi che la situazione sarebbe stata sostanzialmente tranquilla, con lievi scosse strumentali appena percepibili se gli epicentri degli eventi fossero stati vicino ai centri abitati. Oggi, intorno alle 13, si è verificato un 3.6, mi dicono a Velino Sirente. Come commenti questo evento, anche in relazione alla tranquillità che ci dovevamo aspettare?
Giampaolo Giuliani: Ieri ti avevo spiegato anche che in questo periodo, in cui sta scemando tutta l’attività di questo grande terremoto che abbiamo avuto, comunque avremo a distanza di cinque, sei, sette giorni un evento un pò più sostanzioso del tipo 3.0, 3.5, 3.6. Aumenterà così, man mano che andiamo avanti, la distanza tra un evento forte e l’altro, avendo sempre una serie di piccoli eventi strumentali che comunque seguiranno questo andamento. L’evento che abbiamo avuto sul Velino era un evento che è stato procurato da un incremento di radon, il quale radon attualmente si trova sulla soglia bassa stagionale e di conseguenza ne consegue una forte diminuzione nel numero di eventi sismici strumentali che si verificano. In sostanza, prima del 3.6 avevamo un bassissimo numero di eventi, dal 3.6 in poi abbiamo contato una quarantina di piccoli eventi dovuti all’assestamento di questo evento forte. Comunque, dopo il 3.6 il radon si è riportato ad un livello molto basso, quindi nel proseguo del tempo continueremo ad avere ed osservare una situazione del genere come quella che abbiamo osservato in questi ultimi due giorni: periodi sempre piu lunghi di quiete, inframmezzati da queste scosse che vengono avvertite dalla popolazione, ma una diminuzione sostanziale dell’incremento del numero degli eventi.
Claudio Messora: Comunque, vogliamo ricordare che la tua tecnica ha una finestra temporale di previsione che va dalle 6 alle 24 ore? Quindi, nell’arco di 6-24 ore si possono valutare l’attendibilità e la precisione dei tuoi strumenti di rivelazione, mentre quello che tu dici relativamente all’evolversi del terremoto sui tempi lunghi è la tua opinione personale di ricercatore, che si basa sulla conoscenza generica dei fenomeni ma non ha che fare strettamente con la tua tecnica, giusto?
Giampaolo Giuliani: Assolutamente! Sì: è vero quello che hai detto. Quella che ho espresso sulla tendenza generale del terremoto è una convinzione mia personale. Certo è poi nelle nostre intenzioni verificarla, perchè tutto quello che è accaduto da gennaio ad oggi è un grande laboratorio che ci ha permesso, questo te lo dicevo anche l’altro giorno, di aquisire informazioni a tutt’oggi sconosciute non soltanto per noi, ma anche per tutti quanti gli altri scienziati. Diciamo che noi stiamo facendo tesoro, sicuramente anche altri, di tutte queste nuove informazioni che vengono fuori dall’evoluzione di questo particolare evento sismico e sicuramente tutto questo non farà altro che bene alla scienza.


Note: Grazie a Sabina Pedrazzoli per la trascrizione del testo dell’intervista.

206 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  •  Baasta Messora!! Io ti seguivo assiduamente, ma da quando hai dedicato interamente il tuo blog a Giuliani e al radon non fai che parlare di questo, monomaniacalmente. Una sequela di affermazioni paranoiche, di teorie cospiratorie di cui farebbe parte addirittura Piero Angela? Ma dai!!! Non c’e’ nessuna spectre! Per favore, torna a parlare di questo governo infame e del corruttore Berlusconi. Il tuo blog era e puo’ ancora essere uno strumento importantissimo per coordinare l’informazione libera in Italia, non distruggerlo cosi’!!
    • Ci sono tanti abruzzesi che mi chiedono costantemente di essere informati sull’argomento, e che mi ringraziano. Dedicare spazio a Giuliani può anche non essere nei miei interessi, ma lo è in quelli di persone che hanno perso tutto o rischiano di perderlo, e non me la sento di ignorarli.
      Ciononostante, il blog non tratta certamente solo di radon, anche se ultimamente capita molto di frequente.
      L’informazione, del resto, non è solo essere contro il governo, ma è anche un servizio. Piero Angela non può parlare di radon e non fare neppure una telefonata a Giuliani. Se a te sembra normale, scusami ma io lo trovo vergognoso, e non lo vedo dissimile dalle pratiche oscurantiste di Minzolini, Riotta, Fede, Mimun e altri alfieri della pluralità dell’informazione, liberi paladini del giornalismo indipendente e con la schiena dritta.
    • No, non credo che Piero Angela faccia parte di un movimento cospiratore, ma accidenti quanta superficialità…!
      … E quanta flessibilità direi !
    • Scusami quando dici :

       
       "Non c’e’ nessuna spectre! Per favore, torna a parlare di questo governo infame e del corruttore Berlusconi", non ti viene il dubbio che le due situazioni potrebbero essere riconducibili agli stessi mali di questo paese ?
      Perchè sarebbe paranoico parlare di Giuliani e non della presunta corruzione che riguarderebbe Berlusconi ?
      Quando invochi l’informazione libera non pensi che ci siano altri soggetti nascosti dall’altro modo di informare che avrebbero il diritto di dire la loro, e magari per rendere qualcosa di utile alla gente in contrapposizione a sistemi potenzialmente corrotti ?
    • ascolta jack96,
      è sempre importante, soprattutto quando si tratta di scienza, CAPIRE e non solo criticare. Per capire è necessario ASCOLTARE, ma deve esserci qualcuno che deve DIRE.
      Nel passato, tutti i grandi uomini, che hanno fatto grandi scoperte, andavano a cozzare contro tutto e tutti per portare l’uomo verso il futuro.
      Una cosa che mancava certamente era l’informazione poichè ristretta nella cerchia degli addetti ai lavori (le caste).
      Oggi, grazie a DIO, esistono i blog, che prendono a cuore un argomento e lo divulgano il più possibile (fuori dalle caste), dando anche la possibilità di criticare ma nel contempo permettono di vedere facce della medaglia spesso trascurate ed OSCURATE soprattutto per interessi economici.  
      Ora ben sai che la RAI è in mano ad un manipolo di politici che hanno a cuore la dirigenza della protezione civile e che colui che la dirige ha dato del bugiardo a Giampaolo, pur riconoscendo la grande innovazione in atto (poichè non è stupido).
      A questo punto secondo te, può esistere una connessione tra le cose non dette da Piero Angela e ciò che viene detto di Giampaolo Giuliani?.
      E’ possibile criticare in diretta Giampaolo dalla 1 rete RAI durante una puntata di porta a porta e poi avallare la sua ricerca scientifica?
      Io una risposta me la sono data.
      Ciao
    • <div>ascolta jack96,</div> <div>&egrave; sempre importante, soprattutto quando si tratta di scienza, CAPIRE e non&nbsp;solo criticare. Per capire &egrave; necessario ASCOLTARE, ma deve esserci qualcuno che deve DIRE.</div> <div>Nel passato, tutti i&nbsp;grandi uomini, che hanno fatto grandi scoperte, andavano a cozzare contro tutto e tutti per portare l’uomo verso il futuro.</div> <div>Una cosa che mancava certamente era l’informazione poich&egrave; ristretta nella cerchia degli addetti ai lavori (le caste).</div> <div>Oggi, grazie a DIO, esistono i blog, che prendono a&nbsp;cuore un argomento e lo divulgano il pi&ugrave; possibile (fuori dalle caste), dando anche la possibilit&agrave; di criticare&nbsp;ma nel contempo permettono di vedere facce della medaglia spesso trascurate&nbsp;ed&nbsp;OSCURATE soprattutto per interessi economici.&nbsp;&nbsp;</div> <div>Ora ben sai che la RAI &egrave; in mano ad un manipolo di politici che hanno a cuore la dirigenza della protezione civile e che colui che la dirige ha dato del bugiardo a Giampaolo, pur riconoscendo la grande innovazione in atto (poich&egrave; non &egrave; stupido).</div> <div>A questo punto secondo te, pu&ograve; esistere una connessione tra le cose non dette da Piero Angela e ci&ograve; che viene detto di Giampaolo Giuliani?.</div> <div>E’ possibile criticare in diretta Giampaolo dalla 1 rete RAI durante una puntata di porta a porta e poi avallare la sua ricerca scientifica?</div> <div>Io una risposta me la sono data.</div> <div>Ciao</div>
  • Ok.
    Grazie Claudio.
    E complimenti per le tue lucide osservazioni (Giuliani tecnico e non ricercatore per esempio).
    Anzi devo fare pubblica ammenda perchè è successo anche a me di trascurare il fatto che la sua è una figura legata intimamente alla ricerca scientifica chiamandolo a mia volta con superficialità "tecnico aquilano".
    Chiedo scusa a Giampaolo Giuliani e grazie ancora a Claudio per la riflessione indotta dal suo servizio.
     
    Ho una proposta.
    So che tempo e risorse sono scarsi, ma hai mai pensato di produrre un filmato-documentario sulla tecnica di Giuliani ? Sulle orme del servizio "Lezioni di terremoto" per esempio, in chiave magari di "Byoblu, l’altro superquark".Poi BYOBLU ha una straordinaria assonanza per un lavoro del genere documentaristico.
    Credo che avrebbe un enorme successo, fosse solo per l’esclusività, come credo che troverebbe sicuramente una risposta da parte di molti in termini di contributi per i costi che immagino non siano proprio trascurabili ma alla tua portata, probabilmente, con, ripeto, i dovuti sostegni e magari sponsorizzazioni.
    Per favore pensaci perchè rimani una delle poche voci che possono ancora rendere la giusta visibilità a Giampaolo Giuliani.
    Se contro di lui si muove veramente il sistema che si dice, il mio timore è che lo stesso possa riuscire ad affossarlo fino a farlo dimenticare del tutto ; c’è un momento buono per ogni cosa passato il quale il mondo torna a guardare altrove.
  • grazie ancora per la vera informazione…continua cosi sempre,anche parlando delle ricerche dellITALIANO Giuliani,che interessano non solo gli ITALIANI abbruzzesi ma anche gente come me, un ITALIANO della Calabria.GRAZIE CLAUDIO
  • grazie ancora per la vera informazione…continua cosi sempre,anche parlando delle ricerche dellITALIANO Giuliani,che interessano non solo gli ITALIANI abbruzzesi ma anche gente come me, un ITALIANO della Calabria.GRAZIE CLAUDIO
  • grazie ancora per la vera informazione…continua cosi sempre,anche parlando delle ricerche dellITALIANO Giuliani,che interessano non solo gli ITALIANI abbruzzesi ma anche gente come me, un ITALIANO della Calabria.GRAZIE CLAUDIO
  •  La mia domanda e’ questa: Come mai Piero Angela e chi lo controlla vuole screditare Giuliani?
    Come mai la televisione italiana invece di essere orgogliosa di far sapere all’italia e al mondo che uno scienziato italiano e’ decisamente all’avanguardia mondiale sull’argomento previsione terremoti, preferisce intervistare, con grosse spese, due americani che parlano di una tecnica vecchia e che non da i risultati che Giuliani ha ottenuto con il suo sistema?
    Qual’è "il movente" di questa trasmissione denigratoria di Piero Angela e chi ha interessi a sminuire e ridicolizzare Giuliani?
  • sono una accanita sostenitrice di Giuliani ma …………….tra il3.6 di ieri a meno di 24 ore dall’intervista allo , state tranquilli che il radon è nella media stagonale quindi le scosse al massimo si aggireranno sul 2 o 2.5 senza negare la possibilità nell’arco del mese di eventi intorno al 3 maximo  …………corre una notevole differenza.
    Sto cominciando a dubitare anche io sull’attendibilià del radon come precursore sismico.
  • Claudio puoi fare a Giuliani una domanda?
    Ho la sensazione che non sia sincero.
    C’è qualcosa che non vuole dirci?
    o………non può dirci?
    Il suo modo di parlare è cambiato nel tempo.
    Grazie
  • Nonstante io condivida a pieno la tua scelta di dar voce a Giuliani cosi’ come hai anche fatto

     
    con la Sign. La Rovere, nonostante tra le due persone e le relative vicende vi siano enormi
    distanze, concedimi di dire che comunque in entranbi i casi molti sono i punti su cui e’ lecito
    rimanere perplessi. Certo che nel caso della Sign. Franca i temi trattati sono bizzarri al
    punto da lasciare piu’ facilmente straniti quando inceve
    nel caso Giuliani si parla di tecnica scientifica….insomma il punto e’ questo:
    non e’ la prima occasione questa in cui i fatti non corrispondono alle dichiarazioni fatte da
    Giuliani su cio’ che ci si sarebbe dovuti aspettare, l’alibi a questo punto viene subito fuori,
    le tempistiche di previsione dalle 6 alle 24 ora. A me qualche cosa non torna, con questo
    non intendo screditare nessuno ma semplicemente cercare di conservare, cosi’ come
    sempre amo fare, la mia capacita’ critica. L’ultimo evento che si e’ verificato gli e’ sfuggito?
    Il radon non era sotto la media stagionale? Insomma che e’ successo? Non vi eravate
    ripromessi di dare celermente tali notizie nel qual caso vi si fosse presentata l’occasione.
    Poi una giustificazione la si trova a tutto, ci mancherebbe. Vedi un po’ anche nella denuncia
    sul presunto procurato allarme, che posizione e’ mai quella di dire: "Se Giuliani ha detto
    che si sarebbe verificato un terremoto si e’ verificato dunque ci ho azzeccato anche se con
    tempi e modalita’ diverse, se Giuliani ha detto che non ci sarebbe stato il problema non
    sussiste..in quanto non vi e’ il procurato allarme" insomma ha tutta l’aria di una posizione
    poco coerente, la verita’ e’ una sola….non quella che piu’ conviene, a parer mio
    chiaramente che sono stupido. Da qui in poi va tutelata l’opinione di chiunque tranne quella
    di Piero Angela? Abbiamo trovato un’altro che diffama usando i soldi pubblici…..
    Cosa accade? Abbiamo trovato il cattivo? Si nasconde tra lo staff di Super Quark?
    O a paperopoli? Dimmi tu Claudio….o in realta’ il cattivo sei tu? Certo potrei esserlo anche
    io….A Giuliani che interessa maggiormente? L’opinione di Angela o il proseguire la sua
    riceca? Sara’ mica che l’opinione di Angela puo’ influire sulla sua opportunita’ di portare
    avanti tali studi? Le domande sono tante mentre le risposte sempre troppo poche e spesso
    alquanto poco esaustive. Giuliani ha bisogno di contributi pubblici per portare avanti la sua
    ricerca e questi li otterrebbe anche tramite l’opinione di Angela? Possiamo dire che in parte anche il caso
    Giuliani diverra’ un potenziale Net Legends? Poi giustamente come dici tu l’informazione non
    e’ solo essere contro il governo…dunque andiamo a buttare il naso anche nell’opposizione o
    no? Che dici, tu forse non stai da nessuna parte?
    • Non mi hai risposto, hai solo ribadito cio’ che di gia’ si era evinto. La mia provocazione intendeva porre ben altra questione. La storia di Galileo dentro al pozzo la conosco. Cordialmente.
      Francesco.
    • Purtroppo Dragon, come altri traduttori di parlato libero, funziona bene su un audio pulito ma, soprattutto, dopo un buon addestramento sul timbro di voce. Altrimenti finisce che le correzioni che devi fare a mano ti portano via più tempo del trascriverti l’audio a manina ex novo.
       
      Grazie per la tua offerta e il tuo senso di partecipazione civica alla società dell’informazione.
      Invero, nella pagina delle donazioni, la carta di credito si può utilizzare attraverso PayPal.
       
      Ciao,
      Claudio
    • A quanti si vogliono cimentare nel lavoro di trascrizione e a Claudio.
       
      Sono tra quelli che si sono offerti per le trascrizioni pur non disponendo con continuità del tempo necessario e vorrei proporre agli altri volontari una divisione del lavoro ; nel momento in cui viene inserito un servizio tramite commenti potremmo di volta in volta metterci daccordo del tipo "io faccio i primi quindici minuti", "io isuccessivi dieci" e così via.
      Che ne pensate ?
  • non condivido affatto l’opinione di jack06 poichè nn è vero che in questo blog si parla solo di Giuliani e poi il problema nn è solo abruzzese.
    Se poi Giuliani e Messora con lui ci dessero la possibilità di CAPIRE meglio i terremoti sarebbe un bene per il mondo intero e nn solo per l’abruzzo.
    Io sono grata ad ambedue se non altro perchè ne continuano a parlare ancora oggi e non come hanno fatto tutti gli altri (INGV in primis) SOLO durante il G8 dove si doveva salvare "qualcosina" ai GRANDI della terra.
    GRAZIE Claudio solo perchè nn ci abbandoni!!!!!!!!!
  • Lo scopo di Piero Angela non era parlare del radon. Se no, come dice anche Claudio, avrebbe intervistato perlomeno anche Giuliani che sta’ qui’ e non avrebbe solo mandato giornalisti negli USA.  Lo scopo della puntata di quark non e per niente di tipo scientifico, ma secondo la mia opinione e’ di screditare il lavoro di Giuliani. Perche’? Queste sono le domande che ci si deve porre. Non e’ questione di cospirazione, anche la polizia quando indaga su un crimine cerca il movente, cerca chi puo’ aver beneficiato di questo crimine. Sembra invece che per tutti i fatti che accadono e comunicati per mezzo dei media ufficiali e non, questo metodo di lavoro non venga mai applicato. Non voglio riportare ancora avvenimenti non inerenti a questo post per convincervi di quello che sto’ dicendo. C’e’ sempre un motivo per tutte le cose, niente succede cosi’ per caso.
    Vorrei chiedere anche a Claudio, visto che ha perso tempo ad intervistare la signora franca, a produrre il video intervista e a scrivere l’articolo precedente a questo, di chiedere a Giuliani se secondo lui l’uomo gia’ possiede , come dice la signora Franca (tralasciando l’allucinazione dei messaggi della P2) e specialmente il Generale Mini, la tecnologia per generare artificialmente terremoti e se, in caso affermativo,  il radon rileverebbe anche quelli causati "artificialmente"
  • L’articolo senza acredine sarebbe stato più corretto. Perchè travisare i nomi?
    Via correggi con il vero nome. Comunque Giuliani può essere soddisfatto come lui altra vittima della scienza senza dubbi è stato Rol.
     
    Le notizie sul radon, nonostante quello che pensa il lettore del primo posto, sono molto interessanti e vengo su questo sito proprio per sapere le ultime notizie. Di Berlusconi e altri affiliati ormai non se ne può più ma bisogna sopportare tanto non se ne vanno.
     
    • il personaggio va sminuito. Qualcuno lo deve fare, visto che viene incensato per produrre documentari che glorificano inceneritori, che sproloquiano sulla differenziata per promuovere ancora una volta i termovalorizzatori, e che non fanno giornalismo evitando di confrontarsi. Il problema non è prendere una posizione, il problema è fuorviare i telespettatori senza dare loro tutte le informazioni per orientarsi e farsi un’opinione.
      Piero Papera, che anche io ho guardato con ammirazione in gioventà, purtroppo non dimostra di essere interessato alla verità, ma solo di avere a cuore gli interessi degli apparati di potere che colonizzano la RAI come le istituzioni.
  • Io non ci capisco più niente da mesi viviamo un incubop che sembra senza fine, appena le scosse si placano dopo 2/3 giorni si ricomincia ……….
    Hocomunque l’impressione che le"teorie" di Giuliani siano comunque "bocciate" a prescindere e di conseguenza trattate con trascuranza quasi si trattase di una leggenda popolare di chi ha a cuore l’ Aquila e gli abbruzzesi
    Mi chiedo,tutto questo a vantaggio di chi? e soprattutto perchè?
     
  • ..ho visto la puntata e devo dire che, al di la della validità o meno delle sperimentazioni di Giuliani, è fuoridubbio che appena possono sbugiardarlo non ne risparmiano una!!! Mah…come stiamo finendo sempre più in basso…
  • Grazie ancora Caudio di tutta l’attenzione che ci dai!!
     
    Questo è  uno dei pochi Blog che veramente ha un interazione con il navigatore!
  • Ha non è un corrotto Piero Angela? e quando parla bene di inceneritori e centrali nucleari?, o  che sia parte del sistema chi gli passa le info, non lo so ,ditemelo voi cosa deve pensare la gente informata  di sta massa di *** che contribuiscono alla rovina del paese.
  • l’alone di mistero fa sentir ancor più forte il suo eco.
    4 mesi dal 6 aprile 2009 e ancora nessuna indiscutibile verità sul suo metodo.
    Ho il mio punto di vista che per ora ha trovato conferma e innegabile riscontro tra eventi accaduti e stime (più che previsioni).
    La teoria della cospirazione è sempre stata usata e manipolata quando non si desidera accettare una realtà dei fatti agli antipodi con le proprie convinzioni.

  • Non è che Piero Papera Angela è una pedina di coloro che stanno cercando in tutti i modi di zittire Giuliani? I coloro potrebbero essere il responsabile unico nonchè direttore dell’INGV oppure colui che dirige la Protezione Civile,oppure altri soggetti vicini ai sù menzionati coloro.
  • sentite,
    se Giuliani come promesso e come anticipato da Focaccia sta per licenziare una pubblicazione, di fornte alla dimostrazione scientifica non potrà esser smentito da nessuno
    smettiamola con le paranoie sù… sembra un gioco tra ragazzini altrimenti
    Karmina
  • Mi riviene in mente la legge di cui hai discusso qualche articolo fa Claudio, quella in cui ( se non ricordo male ) si imponeva di dare la stessa visibilità quando si deve dare la smentita di informazioni. Ritengo che su internet non abbia senso una legge del genere mentre per quanto riguarda i giornali e soprattutto la televisione sarebbe veramente una manna dal cielo! Piero Angela dovrebbe fare intere trasmissioni di rettifica!
    L’altro giorno aspettando la disponibilità del video della trasmissione di superquark sul sito della rai ho guardato un’altro video ( sempre della stessa trasmissione ) in cui si parlava di smaltimento di rifiuti e di raccolta differenziata. Sono rimasto ALLIBITO quando ho sentito che "al massimo si riesce a fare il 40-50% di raccolta differenziata" , quando pochi giorni fa leggevo del comune di Guastalla che vuole "copiare" l’esempio della raccolta differenziata porta a porta del comune di Suzzara per portare la differenziata ad oltre l’80% …. ( link all’articolo )
    Avevo molta stima del programma di Piero Angela, ora l’ho persa tutta…
    Sarebbe da mandare un’e-mail di richiesta di scuse a Piero Angela…
     
  • giovedì 30 luglio da piero angela in un servizio verso la fine hanno fatto una pubblicità VERGOGNOSA alla agricoltura ogm dicerndo0 che i rischi non esistevano ma usando dei giri di parole ASTUTISSIMI. ci sono rimasta di m.da!!!
  •  
    @La teoria della cospirazione è sempre stata usata e manipolata quando non si desidera accettare una realtà dei fatti agli antipodi con le proprie convinzioni.
     
    No, semmai sono usate quando i fatti non tornano per fornire una rappresentazione più veritiera della realtà.
    Altrimenti dovremmo accettare che i politici son tutti buoni,Berlusconi un santo, le centrali nucleari tutte sicure insieme ad inceneritori ed OGM.
     
     
     
     
  • Non c’è bisogno di scomodare la spectre  perchè Superquark sta rispondendo esattamente agli ordini di scuderia propri di quel gruppo di
    cui fa parte lo stesso conduttore, e cioè il Cicap, ripercorrendo una storia
    già vista. Il Cicap sta facendo contro Giuliani quello che fece a suo tempo
    contro Preparata e Di Bella. Si propongono come custodi di una scientificità
    da distillare a piccole dosi al volgo sempre propenso a seguire i "ciarlatani".
    In realtà si tratta dell’affossamento sistematico e pianificato di linee di ricerca
    che hanno trovato malgrado tutto importanti riscontri in altri paesi. Si trattava
    di ricercatori di primo livello , perfettamente inseriti in contesti accademici e
    poi improvvisamente ridotti a non persone.
  • Proposta A CLAUDIO MESSORA:Carissimo claudio volevo farti una proposta, so che le interviste al  Signor Giuliani richiedono molto tempo! cosa ne pensi visto che risiedo a Pineto se gli facessi qualche domanda sull’andamento del radon sotto tua autorizzazione e le trascrivessi qui sul forum oppure te le mando tramite e-mail?Così avrai pure + tempo pre dedicarti anche ad altri argomenti?
    Sicuro di una tua risposta ti saluto!
     
    P.S. vi faccio notare che ci sono state una serie di scosse tutte nel maceratese, chi sa cosa sta accadendo?!?!
    • Sarebbe positivo avere collaborazioni. Ma devo parlarne con Giuliani che è già abbastanza oberato da centinaia di telefonate al giorno, specialmente quando si verificano eventi sismici.
  • Scusa Claudio…. se io fossi un giornalista e dovessi parlare dell’oroscopo e delle superstizioni dovrei per forza andare da Wanna Marchi?
     
    a parte questo, io VORREI SAPERE: Giuliani ci crede o no alla teorie fisiche (non geologiche) acclarate?
     
    Io credo che qui si debba ripartire dal modello atomico… si fa riferimento a teorie bislacche e inverosimili, credo che come è fatto un atomo e come questo interaggisce con la materia sia fuori discussione! Poi su quanto il radon o qualunque altro fenomeno possa contenere l’informazione necessaria a predire o meno i terremoti è in discussione ed è giusto che sia così!

    GIAMPAOLO PER SUA AMMISSIONE, INVITO TUTTI A RISCOLTARLO(C’È ANCHE LA TRASCRIZIONE) ASSERISCE CHE IL RADON ENTRA NELLA SCATOLA ED È MISURABILE SOLO E SOLTANTO SE DECADE ALL’INTERNO DI ESSA.
     
    estratto dal post
    […]
    Giuliani: Quello che noi osserviamo è esattamente il decadimento dell’energia rilasciata e quindi controllata gamma del Piombo e del Bismuto che viene rilevato all’interno della scatola e questi elementi possono essere rilevati solo se è entrato il padre. Se il padre entra nella scatola e li partorisce, i fotomoltiplicatori che stanno all’interno li contano. Altrimenti non è possibile perché la scatola di Piombo è ermetica per cui non può entrar nessun altro elemento che possa dare questa risposta.
    […]
     
    Ora se il principio è questo, ripeto lo si dimostri, questo punto viene sistematicamente tralasciato, e non capisco perchè dovrebbe aver valore qualcosa che non è dimostrato.
     
    Non capisco  nemmeno perchè Piero Angela che ha INSEGNATO IL METODO SCIENTIFICO a tutti gli italiani, debba intervistare Giampaolo che, purtroppo, non ha ne voglia ne tempo per confrontarsi con alcuno e nemmeno di sottoporsi come tutti da Galileo in poi ad un confronto.
     
    Passi che l’ingv è una casta, ma credo che qualunque scienziato al mondo di fronte alle sue affermazioni sul comportamento di un atomo e la materia balzerebbe sulla sedia.
     
    FOCACCIA, tu parli bene, tutte cose corrette, se non per il fatto che Giampaolo non fa quello che dice, riascoltati l’intervista, è inequivocabile.
     
    • Per focaccia
       
      Intanto ti ringrazio per lo spirito costruttivo con cui affronti l’argomento, animato, credo, dalla stessa mia intenzione di capire come diavolo funziona il marchingegno.
      E’ assolutamente convincente (e condivisibile) l’idea che Giuliani possa "proteggere" parti del sistema, contro eventuali tentativi di copiatura. Ma ci sono due particolari in quello che dici che non mi convingono:
       
      1)   La scatola di piombo non serve per per schermare il sistema da radiazioni indesiderate, in quanto molte di esse hanno energie ben piu’ alte di quelle derivate dai figli del radon, quindi se entrano quelle del radon, entrano anche le suddette. Ad esempio il potassio 40 emette gamma a circa 1,5 Mev, le radiazioni cosmiche son anche’esse dell’ordine dei Mega eV.
       
      2) Qualunque sia la diavoleria che tu dici possa nascondere la faccia inferiore della scatola, dovrebbe servire a "selezionare" il radon "utile" da quello diciamo di fondo, perche’ sono arci sicuro che il sistema si basa su questo principio, altrimenti sarebbe uguale a qualsiasi altro radometro. Giuliani afferma che i radometri tradizionali non funzionano proprio perche’ non riescono ad "estrarre" il precursore sismico dal fondo e quando dice precursore sismico intende riferirsi al radon proveniente dal mantello (o meglio, dalla astenosfera, che e’ la parte piu’ esterna del mantello).
       
      Inoltre non mi convinge il fatto che Giuliani per proteggere la sua "invenzione" inventi delle "balle" che lo espongono al ridicolo, visto che asserire che il radon entra in una scatola di piombo, se non e’ vero ti espone al ridicolo!! Perche’ dovrebbe dire una balla cosi’ grossa, quando potrebbe semplicemente "non dire" quello che non vuole si sappia!!!?
       
      Tutto il resto del tuo discorso corrisponde perfettamente a quanto mi e’ dato sapere (il famoso uccellino!), e cioe’ che il filtraggio del segnale lo fa a valle dei fotomoltiplicatori, fuori dalla scatola, e questo e’ un altro motivo per cui non ha bisogno di schermare le radiazioni "a monte".
       
      Insomma, non so come fa, ma il principio su cui si basa il sistema e’ la separazione del radon che funziona da precursore sismico da quello che invece per Giuliani costituisce solo rumore, questo e’ il dato incontrovertibile, che distingue lo strumento di Giuliani dagli altri.
       
      Ciao
    • Ciao Karmen….

       
       
      Ehm…
      Chiaramente si tratta di mie personali… elucubrazioni che cercano di colmare una vacanza di informazioni tecniche specifiche.Sono delle ipotesi.
      La storia ci riporta ad altri casi di invenzioni e brevetti contesi, rubati, restituiti dopo decenni.
      Riguardo al business posso dire che da, ciò che ha raccontato, Giuliani ha in passato rinunciato alla vendita di cinque rivelatori perchè gli veniva imposto in quel contesto di convertire il brevetto per farne una invenzione non più Italiana, mentre invece aveva avuto contatti per avviare una produzione nel territorio aquilano con ritorni occupazionali per la sua terra.
      In ogni caso non  mi scandalizzerei se mirasse a dei ritorni visto che fino ad oggi ha pagato di tasca sua, visto che ci ha speso dieci anni della sua vita e visto che la stessa cosa nelle mani "giuste", svuotata di tutte le considerazioni umane, frutterebbe sicuramente un bel pò a chi detentore di poteri finanziari dovesse commercializzarla.
      Vogliamo giudicarlo per questo ?
      Riguardo alla possibilità da dare ad altri di ripetere la sperimentazione penso che sarebbe giusto prima ascoltarlo lealmente, eventualmente riconoscergli la bontà del sistema e poi tracciare un comune percorso di prove scientifiche ; perchè qualcuno che non ammette nemmeno in via teorica quello che lui sostiene dovrebbe invece partire con verifiche pratiche costruendo a sua volta gli apparecchi e mettendoli in funzione con il suo bene tacito? Lo vogliamo cornuto e mazziato ?
       
      Ciao….
       
    • Ciao James62.
       
      Se ho capito bene lo scintillatore può essere approntato per reagire solo a fotoni che dovessero avere energia compresa tra due valori ben definiti e rimanere praticamente insensibile agli altri caratterizzati da energia inferiore o superiore.
      In realtà i fotoni con energia superiore potrebbero accedere allo scintillatore attenuati per effetto Compton e quindi rientrare nella finestra di valori impostata.Qui interviene però il computer che giovandosi di determinati parametri noti effettua la cernita.
      La mia "fantasia" mi suggeriva anche la possibilità che in qualche modo lo scintillatore potesse essere doppio, con due finestre di energia, restringendo in maniera notevole le possibilità di intrusione da parte di fotoni estranei alla misura.Ammetto però che questa supposizione sia parecchio avventata non conoscendo le tecniche di realizzazione di questi strumenti e tutti i vincoli fisici che condizionano la realizzazione degli stessi, anche se da Giuliani mi aspetterei di tutto in termini di ingegnosità.
      Riguardo alla separazione di due tipi di radon scusami ma mi trovo davanti ad una cosa nuova che mi lascia perplesso ; primo perchè secondo me il radon è il radon a prescindere dall’origine e dalle velocità di propagazione ; secondo perchè il precursore sismico che intende Giuliani è, da quello che ho capito, di carattere esclusivamente matematico e grafico, dato da particolari andamenti dei valori misurati e non una caratteristica fisica aggiunta al radon dall’attività sismogenetica o dall’ambiente nel quale viene liberato.
      Un particolare picco, un veloce decremento, sono questi i precursori che penso intenda Giuliani.
      E’ vero anche che ha parlato di "una nuova fisica del radon" e di come possano al momento anche sfuggirne gli aspetti agli uomini di scienza.
      Ma l’idea di nuove scoperte nel campo della fisica ci proietta verso una situazione che va oltre alla già sensazionale presenza dei nuovi rivelatori di radon e la cosa diventa davvero delicata…
       
      Ciao, a presto.
       
    • Ciao
       
      Intanto esiste un brevetto (perche’ Giuliani la macchina l’ha brevettata), e puoi vederne una descrizione al seguente link:
       
       
      Poi avevo letto, mesi fa, un paio di documenti che Giuliani aveva pubblicato sul suo sito http://www.chiocciolandia.it
      ma che ora non ci sono piu’, come non ci sono piu’ i grafici che fino al 6 di aprile erano tranquillamente online.
       
      Inoltre mi e’ capitato di leggere resoconti di conferenze varie che Giuliani ha tenuto in giro per l’Italia, ad esempio un incontro che ha avuto qualche mese fa con il fisico Gasparini, all’universita’ di Napoli.
       
      Infine, all’Aquila c’e’ un mucchio di gente che conosce Giuliani e qualche informazione qua e la passa (i famosi "uccellini"…)
       
      Insomma, e’ vero che Giuliani non ha fatto mai una pubblicazione "organica" del suo lavoro, ma ha detto tante cose in tante occasioni.
       
      ciao
       
    • Ciao Focaccia
       
      Si, potrei, visto che gli ho parlato un paio di volte per telefono per chiedergli l’andamento del radon. Ho fatto alcuni acquisti nel negozio della figlia (il negozio si chiama chiocciolandia, da cui il nome del sito) ed e’ cosi’ che sono riuscito ad avere contatti con Giuliani. Tuttavia dovrei chiedergli esplicitamente un appuntamento per vederci, magari addirittura nel suo laboratorio (che dovrebbe essere, se non mi sbaglio, proprio sotto il negozio) e non so se posso osare tanto. ..
      Ci provero’ non appena possibile, ora non sono all’Aquila. A telefono si e’ dimostrata una persona estremamente disponibile, per cui vale la pena provarci, se non altro per la curiosita’ di vedere questa benedetta scatola da vicino.
       
      Ciao
    • Per James62
       
      Veramente io avrei un bel pò di cose da chiedergli ma devo rassegnarmi ed aspettare che, spero, con il tempo possano essere rese note tante cose che oggi non sappiamo.
      Ho visto che conosci abbastanza bene la sua teoria circa la genesi dei terremoti alla quale lui sembra essere approdato grazie alle possibilità offerte dai suoi rivelatori.Mi piacerebbe capire meglio l’azione dinamica esercitata dal magma del mantello ed i meccanismi che porterebbero a spingere il radon con maggior velocità verso la superfice.L’idea che mi sono fatto è che il radon viene spinto attraverso la faglia proprio dal magma che si ritrova a premere sotto la crosta aumentandone in pratica la pressione ed iniettandolo in pratica.Giuliani in un’occasione ha detto proprio che in pratica è come se si "misurasse la pressione" attraverso la misurazione della concentrazione in superfice.In pratica l’azione dinamica del magma porterebbe a dei carichi di energia sotto la crosta evidenziati dall’aumento della quantità di radon in movimento verso la superfice che raggiungendo determinati valori critici determinano una situazione di allarme.Da quello che ho capito, nell’imminenza dell’evento sismico si ha invece un calo repentino della presenza di radon.Ecco, questo è un aspetto che non riesco a spiegarmi completamente.Che succede a quel punto nella faglia ? Non sarà che per l’intervento di iniziali vaste rotture della faglia si ha un calo di pressione perchè le sezioni offerte al passaggio del radon diventano più ampie per cui si ha uno sfogo del gas caratterizzato da minore velocità  con un calo dell’afflusso in superfice ?Non capisco poi perchè la maggior distanza della macchina dal potenziale epicentro ovvero dall’ipocentro dia più tempo per le previsioni, mentre questo tempo si accorcia notevolmente per distanze inferiori.Non dovrebbe essere il contrario ? Può essere che la maggior vicinanza renda meno evidente il calo di pressione ?
      Ecco caro James62 queste sono alcune delle cose che mi piacerebbe chiedergli.Se mai dovesse capitarti di porer fare delle domande a Giuliani vorrei che gli ponessi anche questi quesiti, sempre se lo ritieni opportuno.
       
      Vorrei anche riprendere il tema che avevamo iniziato ad affrontare riguardante le basi del funzionamento dei rivelatori perchè avrei da dirti altre cose che ero riuscito a sapere qualche tempo fa.In realtà del funzionamento mi sono fatto un’idea abbastanza completa, ma parto sempre dal presupposto che il radon resta fuori dalle scatole di piombo.
      Comunque sia siamo daccordo che gli strumenti di Giuliani rilevano dei raggi gamma per cui quello che segue se sei interessato vorrei esportelo in un successivo commento.
       
      Ciao, a presto.
    • Ciao James62.

       
       
      Vorrei esporti quello che ho capito circa il funzionamento dei rivelatori di Giuliani e parlare del "filtraggio a valle" del sistema scintillatore-fotomoltiplicatori.
      Innanzitutto bisogna chiarire il funzionamento dei fotomoltiplicatori.Essi sono deputati a captare gli impulsi luminosi emessi dallo scintillatore e trasformarli in corrispondenti impulsi elettrici.Ogni impulso elettrico indica il rilevamento di un impulso luminoso emesso dallo scintillatore che è stato emesso per l’arrivo di un fotone gamma.
      In definitiva ogni fotone gamma viene tradotto in singoli impulsi elettrici grazie ai fotomoltiplicatori che vantano tra le loro caratteristiche un alto guadagno, un basso rumore intrinseco, estrema prontezza, elevata risposta in frequenza e ampia superficie sensibile.
      Questi impulsi elettrici tramite un opportuno interfacciamento vengono inviati ad un computer e trattati grazie a programmi creati appositamente per eseguire dei conteggi in base a particolari algoritmi.
      A questo punto sento il bisogno di tornare allo scintillatore perchè a mio avviso opera già un filtraggio.Nel convegno tenutosi all’università di Napoli con Giuliani ospite ho ascoltato dalla sua stessa voce la descrizione dello strumento e a proposito dello scintillatore lui ha detto che è stata creata una finestra che permette di limitare il range di energia tra 350 e 609 Kev circa che corrispondono ai valori che caratterizzano i gamma di piombo 214 e bismuto 214.Ecco perchè dico che fotoni con energia non compresa tra i due valori limite non attivano lo scintillatore, mentre invece valori compresi tra i due estremi pur non appartenendo a fotoni emessi dal decadimento di piombo 214 e bismuto 214 vengono comunque rilevati e rappresenterebbero un disturbo per la misura se non intervenisse un certo meccanismo nel software preposto al conteggio dei gamma rilevati.
      Misurare i fotoni gamma invece che le particelle alfa ha permesso di ottenere determinati vantaggi sul piano pratico, come la possibilità di evitare che il campione da sottoporre a misura fosse introdotto nello strumento, anche se su questo non abbiamo raggiunto un parere concorde.Per la verità ho fatto qualche ricerca per capire come funzionano i radometri tradizionali, ecco perchè sono convinto che il radon decade fuori dallo strumento di Giuliani.Lo stesso Giuliani a Napoli accennava a differenze tra il suo metodo e quelli preesistenti proprio facendo riferimento al fatto che in questi ultimi l’aria contenente radon veniva aspirata.Ma in ogni caso nel "filtraggio a valle" ritroviamo un altro importante vantaggio offerto dalla misurazione dei fotoni gamma di piombo e bismuto 214.
      Pensaci, si hanno due impulsi elettrici invece di uno riconducibili alla stessa sequenza di eventi ( cioè decadimento in cascata di piombo in bismuto e bismuto in polonio) mentre gli altri decadimenti che hanno prodotto gamma estranei, sia pur all’interno della finestra di energia utile, non possono essere confermati da un altro impulso ; che dici il computer se ne accorge ? Si che se ne accorge ! Non solo, abbiamo due impulsi che si susseguono ad intervalli noti e costanti perchè li si può calcolare conoscendo le due emivite.E proprio le due emivite, essendo molto vicine come tempi (circa 27 e 18 minuti) rappresentano un ulteriore aiuto a questo tipo di conteggio a mio parere.
      Quindi il computer sceglierà come validi gli impulsi che separati da un tempo noto vanno a formare delle coppie facilmente riconoscibili a differenza di quelli che a casaccio e separati da tempi irregolari o comunque non corrispondenti a quello prescelto dovessero essere indebitamente prodotti, che verranno così scartati.Chiaramente l’errore non può ridursi a zero, ma un rapporto 2000/170000 è notevole.
      Un bel filtro digitale vero ?
      Nel computer poi succedono altre cose prima di arrivare ai grafici che ci è capitato di vedere. Non è finita qui.
       
      Non so se questo sistema sia veramente in grado di permettere la previsione di terremoti, ma da un punto di vista tecnico direi che meriti una certa attenzione.Quelle scatole di piombo insieme al resto potrebbero avere un senso come funzionalità dopo una attenta analisi.
       
      Fammi sapere cosa ne pensi
       
      Ciao James62, a presto.
    • Ciao Focaccia
       
       
       
      come vedi piano piano stiamo convergendo…
      Avevo parlato di filtraggio a valle fatto a livello elettronico e questo e’ perfettamente compatibile con la tua descrizione del filtro, che evidentemente e’ di tipo digitale e realizzato a software. Mi erano sfuggiti i particolari del filtraggio a monte, ma cosa vuoi, quando le informazioni passano di "uccellino" in "uccellino" qualcosa si perde….
      Tuttavia avevo letto da qualche parte (forse proprio come commento alla conferenza di cui parli) che il sistema scintillatore-fotomoltiplicatori non ha un’altissima efficienza, nel senso che perde per strada degli impulsi, per cui non e’ detto che ti ritrovi sempre la sequenza dei due impulsi riferiti alla stessa sequenza di eventi, per cui qualcuna scartava l’ipotesi che si potesse fare un filtraggio basato sui due impulsi. Ma se tu l’hai sentito dalla viva voce di Giuliani, non possiamo che prendere per buona la cosa.
       
      Mi torna anche il discorso sui radometri tradizionali, che aspirano aria ecc ecc.
      Ma resta sempre un "MA" grosso come una casa!!
      Giuliani parla di rumere di fondo e ti garantisco che non si riferisce alle radiazioni provenienti da fonti diverse dal radon, ma dal radon ambientale. Egli afferma esplicitamente che se fai una misura di radon in un ambiente, con uno strumento tradizionale, ottieni valori molto ballerini anche solo spostando lo strumento dal centro della stanza ad un angolo della stanza stessa, perche’ il radon, essendo motlo pesante, tende ad accumularsi e non si muove molto nell’aria, quindi non si diffonde in maniera omogenea all’interno di un ambiente. Il suo strumento, invece, non prende il radon dall’ambiente, ma direttamente dal sottosuolo.
      Questo, a pensarci bene, si potrebbe spiegare anche con il particolare della "direzionalita’" dello strumento, di cui hai parlato in un post precedente. Tuttavia sono sicuro che Giuliani abbia affermato che il radon "entra" nella scatola e questo potrebbe ancora spiegarsi con il fatto che c’e’ una faccia nascosta del cubo, che potrebbe essere aperta. Ma Giuliani si e’ spinto piu’ in la, parlando di passaggio del radon attraverso le pareti, facendo un parallelo con i neutrini…
      A questo punto mi viene il dubbio che con questa affermazione abbia voluto "fuorviare" qualcuno che gli sara’ sembrato troppo interessato alle sue scatole… pero’ un’affermazione del genere da parte di uno che sta combattendo per conquistarsi una credibilita’ e’ assurda… poteva inventarsi qualche altra balla piu’ credibile.
      Questo e’ un nodo che devo assolutamente sciogliere.
       
       
      Ciao
    • Ciao Focaccia
      Quindi per il momento possiamo tirare delle somme "parziali", in quanto non sappiamo esattamente come e’ fatta la faccia nascosta del cubo. Ma mi sembra che sia esclusa la possibilita’ che il radon entri nel cubo attraversando una parete di piombo. Probabilmente, come dicevi tu qualche post fa, il radon entra in una camera di decadimento, che sara’ in qualche modo separata dalla parte della scatola che ospita il sistema scintillatore-fotomoltiplicatori, in modo da far entrare le radiazioni gamma, fermando invece le radiazioni alfa (che si schermano facilmente, quindi senza usare il piombo).
      Il fatto che questa ipotetica camera di decadimento sia accessibile solo dalla faccia inferiore del cubo fa si che entri solo il radon che proviene dal sottosuolo, schermando automaticamente quello che si accumula, in maniera disomogenea, nell’ambiente. 
      Quello che succede a valle dei fotomoltiplicatori lo abbiamo in qualche modo appurato.
      Per il momento mi accontento, ma mi ripropongo di approfondire non appena ne avro’ la possibilita’.
       
      Ciao
       
  • buonasera ….sono nuova…ma e’ da mesi che seguo questo "sito"…..prima di tuttto volevo complimentarmi con questo blog per la sua liberta’ di informazione, anche se io sono per il mio berluska, e con giuliani che e’ per me una grande persona…..vorrei fare una domanda…praticamente sul quotidiano la citta’ di oggi ho letto che giuliani avrebbe detto che forse a settembre ci saranno nuovi forti scosse…ma io so’ che lui ha un previsione sui terremoti che va’ dalle 6/24 ore prima…..quindi secondo me non ha detto proprio nullla ma siamo di fronte a cio che spesso accade bugie giornalistiche…..qualcuno puo’ chiedere a giuliani se veramente a detto cio’? grazie
  •  mi sembra di notare da un po’ degli utenti davvero attivissimi nel criticare con ogni mezzo giuliani, sia nella sua persona che nel suo metodo. piero angela e il suo superquark lo hanno fatto con il loro solito stile becero e superficiale. ognuno fa la sua parte.
    i miei rispetti al messora per queste interviste (sembra incredibile, un giornalista che fa domande…) e al giuliani, ormai messo in croce come il cristo e "lapidato" nn appena fa qualche errore o omissione, come se il suo sistema di rilevamento, artigianale, precario e pagato di tasca sua, debba per forza essere perfetto al 100%. aspettiamo le sue relazioni quando sarà pronto ad esporle, per ora, ogni critica al suo sistema (che magari dev’essere ancora affinato) è solo aria fritta. per adesso possiamo solo ammirare il suo coraggio nello sfidare i dogmi scientifici e la dedizione al suo lavoro. come farebbe ogni ricercatore serio.
  • Caro Byoblu,

     
     
    Concordo in pieno con Jack06.
    Personalmente temevo una deriva di questo tipo. Dalle affermazioni di Giuliani contro i baroni dell’Ingv. Da questo alla teoria del complotto. Dalla teoria del complotto a “…Piero Angela sta alla divulgazione scientifica come Emilio Fede all’informazione…”
    Ma per favore!!!
    Piero Angela fa divulgazione da qualche decennio prima di te e di Beppe Grillo. Con una serie di trasmissioni che sono una perla nel desolante panorama dei programmi RAI. Credo che meriti un po’ più di rispetto. Se pensi che ha sbagliato invece di fare commenti denigratori puoi avviare una corrispondenza, seria e documentata.
    Anche Beppe pubblicò un post intitolato “Le superballe di Superquark” per un servizio di Lorenzo Pinna sull’inceneritore di Barcellona. Pinna gli rispose nei commenti ribadendo fatti e la sostanziale correttezza del servizio, che era suo e non di Angela, e precisando altre non-correttezze di Beppe. Il quale non mi risulta si degnò mai di rispondergli.
    D’altra parte Internet è pieno di dichiarazioni contraddittorie di Giuliani. Una volta, a fine marzo, dice che lo sciame sismico non è preoccupante; più tardi accusa (gli altri..) che lo sciame stesso avrebbe invece dovuto preoccuparli fin da metà gennaio. In una afferma che era in casa sua durante il terremoto e l’ha “vista gemere e contorcersi”; in un’altra dice che era uscito ed ha passato la notte fuori casa. In una dice che il suo strumento, costruito così perché non avevano i mezzi per comprarne uno, è sostanzialmente un radometro. Ora qui dice che è assai diverso e sicuramente più preciso. Su ciò che poi disse per telefono al sindaco di Sulmona, cioè di stare tranquilli dobbiamo fidarci di lui, ma il fatto è che il giorno dopo (e diversi giorni prima della scossa dell’Aquila) qualcuno lo ha denunciato per procurato allarme proprio a Sulmona. E non può essere un mistero “chi” e “per cosa” (o l’avviso di garanzia non serve a questo?) lo ha denunciato.
     
    Ora cercherò il servizio sul Radon di Superquark e me lo guarderò. Ma dal tuo video non posso fare a meno di rilevare l’ennesima arrampicata sugli specchi di Giuliani. Insomma la scossa di 3.5 di Velino i suoi apparecchi l’hanno prevista o no? Parla di un calo di radon, non aumenti, e di possibili scosse future… Fin’ora mi sembra ti abbia dato solo una previsione, fasulla per cui, dopo una tua intervista, fece pure una ridicola quanto inopportuna denuncia “contro ignoti” su Youtube senza preavvisarti e senza precisare il link.
    Ma ciò che rende questa che per me, basandosi sulle affermazioni di una persona sola, para-scienza difficilmente difendibile è soprattutto l’assenza di pubblicazioni fatte con il necessario metodo, citazioni, e peer-review su riviste accreditate e della conseguente possibilità di confronto con altri ricercatori internazionali.
    Fino ad allora le critiche sono e saranno sempre non solo inevitabili ma appropriate. Ed impugnare il “caso Giuliani” come un fatto politico o la vittima di un complotto è profondamente sbagliato.
     
    Claudio, permettimi un suggerimento. Invece di lanciarti in proditorie spiegazioni delle affermazioni di Giuliani sui raggi gamma attraverso il piombo, perché non provi a chieder almeno conforto ad un qualsiasi professore di Fisica di una qualsiasi Università se tutto ciò è per lo meno plausibile? O i fisici sono tutti nel “complotto”?
     
    E’ giusto fare divulgazione scientifica. Ma la divulgazione va fatta PER CHI e non DA CHI non conosce la scienza. 😉
    Saluti
     
  • Ma come è possibile che nella trasmissione si sente la solita e bellissima voce di Claudio Capone che è ormai deceduto diversi mesi fa, prima del terremoto dell’Aquila.
  • Si continua sempre a parlare delle stesse cose senza mai precisare bene.
     
    Nessuno ce l’ha con Giuliani, ma prima di essere intervistato e preso in considerazione seriamente deve FINALMENTE produrre dei documenti ufficiali e CHIARI sulle sue scoperte ed esperimenti.
     
    Ad esempio ha mai fornito tabelle di valori del radon di mesi e anni prima , come gli è stato sempre richiesto dalla comunità scientifica ??????
     
    In qualche post precedende dice "che il valore del radon è nella media stagionale", bene vuol dire che ha fatto delle misura anche lo scorso anno !! MA DOVE SONO ???? CHI LE HA ?? LE HA MAI DIVULGATE ???
     
    Deve produrre documenti SERI e PROVATI dei sui esperimenti E’ SEMPRE MOLTO VAGO !!! E’ quindi logico che viene considerato come FARLOCCO……..
     
    DOVE STA TUTTA QUESTA DOCUMENTAZIONE ????? QUANDO LA PREPARA ???? ESISTE ???
     
    Aspettiamo fiduciosi..sperando che abbia fatto una grande scoperta per il bene dell’umanita !
     
     
     
    • Bene..allora perchè con il consenso di Giuliani non le pubblica sul suo  BLOG ????
      Sarebbe interessante no ? tutti gli scienziati del mondo potrebbero vederle e giudicarle .. finche le ha solo lui nessuno sa dell’esistenza..
       
       
       
       
       
    • Ciao Claudio, volevo chiederti alcune cose: in primis nn ci hai detto niente del tuo colloquio all’ingv in occasione della notte bianca a Roma di cui tu ci avevi anticipato.
      Volevo poi rassicurarmi che, a causa di tutte le critiche che si leggono su te e Giuliani ultimamente anche sul tuo blog, comunque potremmo sempre contare sulla vostra promessa di avvisarci se la situazione dovesse diventare pericolosa con previsione di scosse forti.
      Spero di essere stata chiara e spero di ricevere al più presto una risposta. 
      Poi ancora puoi chiedere a Giuliani se ritiene probabile una forte scossa vicino ad Amatrice? Se nn sbaglio quella zona è stata interessata già da scosse importanti nei mesi scorsi, può tornare a preoccupare?
      GRAZIE per la disponibilità. Buon lavoro 
  • Claudio spero che tu abbia letto il mio commento scritto il 2 agosto(numero 26 se quel numero è riferito al commento)cmq VOLEVO SAPERE DA VOI TUTTI SE IERI AVETE LETTO IL GIORNALE LA CITTA'(abbinato al resto del carlino)C’ERA IL 2° TITOLO DOVE GIULIANI(nella locandina xkè il giornale non l’ho trovato)diceva testuali parole:"A SETTEMBRE FORSE NUOVI FORTI SCOSSE" so che Giuliani fa previsioni dalle 6h alle 24h xò volevo sapere cosa diceva nell’articolo xkè prima a Giugno si sperava che prima di settembre tutto finisse, ora che andiamo verso l’autunno e il radon va riaumentando non vorrei che rischiamo di subire qualke altra scossa forte! SPERO IN UNA VOSTRA RISPOSTA RAGAZZI E SE POSSIBILE CLAUDIO CHIEDI A GIULIANI COSA INTENDEVA CON A SETTEMBRE FORSE NUOVE FORTI SCOSSE! ORA VADO A RICARICARE LA CARTA X FARE LA DONAZIONE A PRESTO!
  • @james e focaccia
     
    Ciao a tutti
    avevamo già avuto modo di parlare nei gionri scorsi…
    non comprendo ancora una volta la relazione fra raziazioni amma e radon..il radon come frutto di decadimento del radio emette radiazioni alpha… non entro in merito al tipo di eventi a livello di interazione debole, ma trovo che fra radon e gamma non ci sia alcuna relazione.
    Ma si vuole insistere con queste gamma
     
    karmina
    • Ancora sul decdimento beta riporto un chiarimento che avevo già prodotto in un altro post.
      Il decadimento del piombo 214 in bismuto 214 è sicuramente di tipo beta e non alfa tant’è che A (numero di massa) rimane 214 per cui non viene emessa nessuna particella alfa mentre varia invece Z da 82 a 83(numero atomico) poichè un neutrone si trasforma in protone attuando quindi un decadimento beta negativo.
       
      Stesso discorso vale per il bismuto 214 quando decade in polonio 214.
      Allora cito quasi testualmente:L’energia liberata dalla trasformazione del neutrone in protone diviene energia cinetica dell’elettrone ß- (che quindi è destinato a bilanciare elettricamente il nuovo protone) e dell’antineutrino (particella priva di massa) che vengono espulsi dal nucleo e, ad eccezione dei ß emittenti puri (non è il caso del piombo 214 e del bismuto 214), rimane in parte nel nucleo provocandone l’eccitazione e la conseguente diseccitazione con emissione di un fotone gamma.
      In definitiva, un neutrone dà vita ad un protone e ad un elettrone e come resto abbiamo un neutrino ed un fotone gamma.
    • ciao Focaccia
      mi sono spiegata male…
      accantono quanto citano libri e quanto già so sui vai tipi di decadimento  (a mio tempo ho dovuto digerire  tonnellate di biblioteche)
      allora — radon + radizioni alpha …
      alpha = due protoni + due neutroni … un nucleo di elio carico positivamente… altamente ionizzante ma con potere di penetrazone ridottissimo. (l’epidermide può fermare tle radiazione)
      Barriera di piombo 5-6 cm
      alpha interagiscono sullo strato evidentemente estern. … abbiamo il decadimento beta negativo e relative gamma… pensi davvero possano interagire a livello atomico fino ad arrivare dall’ltra parte della barriera?
      anche se 1 cm di piombno dimezza l’energia delle gamma è errato pensare che le gamma arriverebbero dopo 5 cm di piombo ad avere 1/16 dellenergia iniziale …
      secosì fosse potrei ottenere un valore sempre finito anche a barriere di 1 metro.
      in realtà quello che avviene a livello atomico e a livello di interazione debole in questo caso è paragonabile all’energia cinetica di una macchina che va in salita… se la pendenza aumenta arriveremo ad un punto in cui il veicolo, nonostante sia  ancora in moto, non riuscirebbe più a proseguire.
      Ciao
  • caro sminch ritieniti fortunato se byoblu ti risponde dato che io e’ da ieri che gli ho fatto la stessa domanda ma mi hanno praticamente IGNORATA
    • capisco Claudio(scusa se ti do del tu)…cmq quell’articolo è stata fatta da un giornlaista che praticamente intervista Giuliani ogni settimana, dubito che si inventi qualcosa!E’ un tipo abbastanza serio che ha una certa familiarità con Giampaolo, appena puoi fagliela sta domanda!Se è vera questa notizia riportata sul giornale La Città: "Giuliani a Settembre forse nuovi forti scosse!"
      GRZ X LA TUA CORTESE ATTENZIONE
      ah oggi Pineto era un diluvio e non ho avuto modo di fare la donazione, domani torna il sole e farò al donazione credo sulla carta post pay!!!
      Grz x il servizio che ci dai a presto
    • capisco Claudio(scusa se ti do del tu)…cmq quell’articolo è stata fatta da un giornlaista che praticamente intervista Giuliani ogni settimana, dubito che si inventi qualcosa!E’ un tipo abbastanza serio che ha una certa familiarità con Giampaolo, appena puoi fagliela sta domanda!Se è vera questa notizia riportata sul giornale La Città:"Giuliani a Settembre forse nuovi forti scosse!"GRZ X LA TUA CORTESE ATTENZIONE ah oggi Pineto era un diluvio e non ho avuto modo di fare la donazione, domani torna il sole e farò la donazione credo sulla carta post pay!!!Grz x il servizio che ci dai a presto!
  • Filmato che mostra alcune applicazioni delle ricerche di Pierluigi Ighina (ricercatore di Imola): macchina per evitare i terremoti e macchina che riporta il sole. Breve intervista a Giuliano preparata. Proveniente da Report RAI 3
     
     
    Interessante soprattutto per la correlazione tra gas e terremoti.
     
    • Io intendevo dire che il problema della dimostrazione sarebbe in quel caso a tuo carico.
      Dopo la constatazione di trovarti davanti ad un evento innegabile per i tuoi sensi e le tue facoltà intellettive avresti il problema di dargli una spiegazione trovandoti però priva delle conoscenze scientifiche adeguate perchè quella è una cosa veramente nuova che sfugge a quello che conosci e alle tue certezze.
  • Oramai,  più che informare mi sembra che ci si stia preparando a pubblicizzare un grande evento, un personaggio, un sito e adesso anche un libro.
     
    di narrativa?
     
    si parla di SOLDI e DEBITI troppo spesso.
     
    Proporrei di fare anche un bel Film.
     
    resto in attesa dei fatti che ancora non si sono fatti vedere
    • Le vite che direttamente o indiurettamente ha salvato giuliani sono un discorso a parte
      si sta cercando la verità ed il capire se è stato un semplice fortunato lancio di dadi oppure no
    • "fortunato lancio di dadi"
      Bè è strano che questo fortunato lancio di dadi abbia permesso a chi stava in prefettura di salvarsi prima che la catastrofe arrivasse.
      E chi aveva previsto il tutto, l’ingv, le eminenti menti di graaaaandi geologi,
      la protezione civile.
      Meditate gente, meditate. 
  • Non credo che qui si stia parlando del "mistero della fede"
     
    E’ giusto meditare ma TUTTI dobbiamo meditare
     
    La mia meditazione mi sta portando a questo risultato: la questione Radon a me sembra che stia per diventare un prodotto da mercato più che una scoperta scientifica. 
     
    Magari fosse vero quello che si dice. Ma fino ad oggi di vero ci sono le chiacchiere e il mistero della fede. Speriamo che sia tutto vero ma nel frettempo meditiamo tutti.
    • X Infomapy
      ….. e il fatto che alcune persone sono vive grazie a degli avvertimenti fatti circolare da Giuliani. Anche quello è vero.
    • Troppe voci sono state messe in giro poi smentite
       
      così è troppo facile.
       
      Il difficile è DIMOSTRARE a viso aperto e non attraverso voci di strada o per sentito dire.
       
      Ora credo di aver capito che c’è stata una qualche dichiarazione per settembre?!!!
       
      Giuliani? Le solite voci? E come andrà a finire?
       
      Se ci saranno scosse possiamo dire con certezza che anche questa volta ha "indovinato", mentre se non ci saranno scosse ci sarà una consueta smentita.
       
      Non sono contrario alla ricerca della verità e spero che veramente sia vero che abbia salvato vite umane (va bene, benissimo anche se lo ha fatto solo per un fortuito caso), ma i dati e il metodo purtroppo non sono affatto chiari, anche il comportamento è strano, anomalo. Sembra che si stia ancora approfittando delle dichiarazioni di marzo (ancora confusionali) ma di concreto c’è poco, nulla.
       
      Capisco anche il vostro atteggiamento, davvero, ma di voci se ne sentono troppe e troppe persone, purtroppo, potrebbero trarre ingiusti vantaggi da questa tragedia. Questo è il mio timore su questa questione e mi piacerebbe trovare qualcuno (qualcuno come Giuliani) in grado di convincermi del contrario.
       
       
    • NON PUO’ essere stato un caso. Non è logicamente possibile.
       
      Forniscimi una spiegzione alternativa, ne discuterò molto volentieri. Altrimenti smettila di scrivere lenzuoli in cui eviti il punto della questione.
       
      Continuat a scrivere che la macchina di Giuliani non può funzionare scrivendo lenzuolate di fisica, ma la semplice logica, il semplice buon senso, suggerisce che una macchina che non funziona da dati casuali, assolutamente scorrelati dalla realtà. Non è possibile che si abbia un fenomeno del massimo grado proprio nel momento in cui una macchina atta a monitorarlo rivela la massima energia, senza che ci sia almeno una MINIMA correlazione tra la macchina ed il fenomeno che essa monitora.
       
      Una minima correlazione. Io personalmente non credo che il sistema di Giuliani sia perfetto, in gradi di prevedere tutto. Non credo (credo, lo sottolineo) che tutti i terremoti si possano prevedere. Credo che Giuliani abbia inventato un sistema con almeno alcune capacità predittive, che come in tutti i campi diviene più efficace quanto più grande il fenomeno,
      (E’ più facile prevedere un uragano, che distinguere fra soleggiato e nuvoloso).
       
      In altre parole. Finchè non mi verrà fornita una spiegazione razionale e ragionevole del modo in cui Giuliani faceva a sapere con tre ore (mi pare) di anticipo della scossa di 6.3, io continuerò a pensare alla più probabile delle ipotesi, ovvero che la macchina di giuliani abbia rilevato unaumento di radon collegato all’imminente fenomeno sismico, piuttosto che credere che una macchina che non può funzionare, ergo che spara numeri a caso, abbia per un caso astronomicamente improbabile dato un valore massimo proprio in concomitanza di un fenomeno di eccezionale intensità.
    • Giacomo, purtroppo non mi hai convinto e forse non lo sei nemmeno tu.
       
      Non ci sono le risposte alle domande che la gente si pone. Perchè?
       
      In questa storia sembra che ci sia qualcosa che non quadra. I conti non tornano. Prova a riflettere sui dubbi altrui. Rileggi gli articoli e le dichiarazioni/previsioni. Controlla meticolosamente quei pochi dati che abbiamo. Elimina le voci di strada e i sentito dire.
       
      Ci rimane ben poco.
    • No, amico.
       
      Sei TU che vieni qui a cercare di convincermi che qull che vedo, che osservo, che tocco, non è reale.E magari hai pure ragione, perchè non sempre i sensi dicono la verità. Però se vuoi convincermi di questo, devi fornirmi spiegazioni alternative e razionali.
       
      Ti sto chiedendo una spiegazione alternativa. E tu ti rifiuti di darmela. Non hai la minima spiegazione convincente del modo in cui Giuliani sapesse della scossa in anticipo. Perchè tu non ti poni nemmeno il problema di spiegare il fenomeno davanti a te. Dato che la macchina di Giuliani non può funzionare, allora deve essere un caso.
       
      Io ti dico che ho visto un ufo.
      E tu mi rispondi che è impossibile, perchè gli Ufo non esistono.
      Ok, d’accordo. Ma allora che cosa ho visto? Dammi una spiegazione a quello che ho visto. E non mi venire a dire che è stata un allucinazione, perchè non sono stato il solo ad averlo visto.
       
       
       
       
    • Non voglio portarla troppo per le lunghe. Ognuno può e deve pensare come crede in piena libertà. Ho fatto anche io delle domande e le risposte non sono arrivate. Ma sono sempre in attesa.
       
      Se su un sito qualcuno scrive  che 2+2=5, non devo essere io a dimostrare che 2+2 fa 5 ma chi lo ha scritto … se mi interessa l’argomento (e mi interessa tanto) chiedo notizie e spiegazioni direttamente all’autore. Ma se le spiegazioni non arrivano, per me 2+2 fa sempre 4.
    • Non centra niente. 2+2=5 è un affermazione che contraddice una verità evidente. Che i terremoti si possano prevedere non contraddice nessuna verità evidente, ma solo le opinioni mainstream della geologia moderna. Che io rispetto, sia chiaro. Ma nn metto allo stesso piano di verità evidenti come 2+2=4
       
      Voi Scientisti siete chiusi in un mondo di certezze granitiche, che a mio parere alla lunga finisce per ridurre la visione del reale.
       
      Ti dico che cosa succederà, secondo me. Un giorno, tra 10 -15 anni, un lavoro scientifico regolare, con tutti i crsmi, spiegerà i risultati di Giuliani. E sarà una spiegazione semplicissima e banale, come spesso capita.
      E da un giorno all’altro tutti coloro che lo hanno dileggiato negli anni diventeranno suoi sostenitori. E tutti i fatti da lui riportati, le sue previsoni, fatti che queste persone avevano sistematicamente smontato, cercando con il lanternino ogni più piccola contraddizione, ogni più piccolo motivo di sospetto, ecco che diventeranno verità ovvie.
       
       
  • @ Focaccia (32.6)

     
    Nessuno vuole giudicare ne tantomeno “criminalizzare” Giuliani. Tutto ciò che egli ha detto e fatto, compresa la denuncia a byoblu, è umanamente più che comprensibile. Ma tu a questo punto puoi credere “sulla parola” sua e nient’altro, tutto ciò che egli afferma?
    Se come dice qui dice di aver chiamato il sindaco di Sulmona per rassicurarlo che “a Sulmona non ci sarebbe stata neanche una scossa di assestemento” e il giorno dopo il sindaco di Sulmona ha affermato “Giuliani mi ha detto che ci sarà una scossa catastrofica” a chi dei due credi?
    Il fatto di aver raccontato di aver “passato la notte fuori casa” o meglio di “aver portato in salvo la famiglia” detto a Vespa non è un dettaglio casuale. Serviva ad affermare che l’allarme giusto entro 24 ore prima ci sarebbe stato se non avesse avuto l’avviso di garanzia. Come hai detto tu è comprensibile che sia stato preso dal momento di notorietà…
    Ti sembra limpido anche il modo con cui oggi dice che si vedrà a Settembre se non ha dato l’allarme non c’è colpa e se l’ha dato allora lui ha previsto il terremoto. E’ proprio il motivo per cui di lui “se ne parla in tutto il mondo”. Ma andrebbe detto al contrario: che se ha previsto il terremoto era il luogo ed il tempo sbagliato, e se non l’ha previsto, ancora peggio per la validità della sua tecnica, era tutto solo uno sciocco malinteso.
    Come fai a credere che il suo metodo ha la “precisione dell’80%” se in questi ultimi tempi ha dato due falsi allarmi e non mi sembra abbia previsto alcunchè. Ti sembra chiara e convincente la risposta di Giuliani a Byoblu sul perché ci sia stata la recente scossa di Velino Silente quando ci aveva assicurato che tutto stava scemando?
    Il fatto che lui possa dare delle personali interpretazioni e che tutti possano vedere i grafici in internet può si aprire una nuova frontiera della informazione scientifica, ma al livello della astrologia lettura delle foglie di te’. Scusa se banalizzo, ma non so se il discorso di Giuliani in questo video ti sembra molto più chiaro del responso della sibila o degli oroscopi di Branko.
     
    Per concludere. Il video di Superquark è ora finalmente su http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-b0481898-f5b3-43a8-a9f6-1feb36426f0c.html?p=0 . Dura 11 minuti e consiglio a tutti di vederlo per intero. Non mi sembra fatto male ne poco professionale o un esempio di cattivo giornalismo scientifico. Ce ne sono di ben peggio su Voyager o La7 dove ormai se non contengono un mistero o un complotto anche se ampiamente sputtanato o qualcosa di sensazionale, non sono contenti. Ormai in edicola tutti comprano Focus o peggio Nexus, quando mentre “Le Scienze” Italiana chè è persino migliore della rivista madre Americana e su cui hanno scritto premi nobel, non la cerca nessuno.
    Il servizio di Angela non ha vaste pretese. E’ interamente dedicato ad una cittadina della California dove un terremoto come quello de L’Aquila si verifica non ogni 300 ma ogni 20 anni e dove da decenni conducono studi sui terremoti. Che loro abbiano studiato il Radon ma poi ci abbiano rinunciato perché “costoso e poco affidabile” non esclude affatto che sia una strada possibile ed anzi conferma che dei lavori debbono essere stati pubblicati (su Wikipedia alla voce di Giuliani ce ne sono una settantina. Ci trovi anche conferma dello scetticismo negli USA, in particolare del direttore dell’ESD Ralph Archuleta e della rivista Science).
    Tu sapevi di Parkfield e dell’USGS prima di questa puntata? Non credo si possa colpevolizzare Angela di non essere andato a l’Aquila a intervistare Giuliani in un servizio come questo. Tutta la sua colpa mi sembra si riduca ad aver chiamato Giuliani “tecnico” invece di “ricercatore” come il suo analogo Americano che a quanto pare è un biofisico direttore del centro.
     
    Ciao
     
  • Bene abbiamo avuto una serie di scosse nell’abruzzo del sud (lazio e molise) l’ultima un 3.9 una scosse +ttosto forte!chi sa cosa accade?
  • x Giacomo
     
    "il semplice buon senso, suggerisce che una macchina che non funziona da dati casuali, assolutamente scorrelati dalla realtà."
     
    ANCHE UNA SINUSOIDE PREVEDE I TERREMOTI!
     
    capisci questa semplice battuta e poi puoi criminalizzare la fisica e la scienza.
     
    Io credo che spiegarsi con un paio di considerazioni fisiche sia più che dovuto, oppure esiste una grande cospirazione che da secoli è in atto per screditare Giuliani?
     
    Non ti viene in mente che quando usi il tuo cellulare, il forno a microonde, la televisione o un più semplice tostapane esistono "lenzulate di fisica" per descrivere come funzionano tali apparecchi?
     
    Bene siamo di fronte al fatto che chi usa il metodo scientifico è un eretico, e chi crede a Giuliani è dalla parte del giusto, per quale arcano motico, scusa ma spiegamelo. Mi sembra il processo a Galileo, dove lui sfoderava "lenzuolate di fisica" e la chiesa lo voleva bruciare perchè la verità era quella che loro professavano e basta.
     
    E’ veramente assurdo, io credo che nl 2009 non ci si può permettere il lusso di interpretare quale fosse nostradamus le parole dette da Giuliani in qualche intervista e lambiccarsi il cervello a capire cosa dice, mi sembra ridicolo, a congetturare strani comportamenti del fondo della scatola, o folkloristiche eccezioni alla fisica di base che per magia si manifestano solo nello studio di Giuliani.
     
    Qui non si parla di caccia alle streghe o ostracismo, si parladi un metodo, si parla di persone intelligenti che vogliono confrontarsi, ma purtroppo l’unico che manca all’appello è colui che per primo dovrebbe a gran voce chiedere di confrontarsi. Qui si deve aspettare e aspettare, cosa è una concessione quella di Giuliani di dire come funziona una cosa che afferma funzionare e che pretende che tutti gli credano acriticamente?
     
    Ora sono stufo, se qualcuno dicesse di me che sono un ciarlatano, a costo di dimostrare il contrario, farei di tutto! Qui invece si cerca SOLO E SOLTANTO DI DICIDERE LE PERSONE, sfruttandone la buona fede. A me farebbe piacere credere che Giuliani riesca in quello che fa, ma mi spiegate su quale base? sulla diceria che vuole abbia predetto la scossa del 6? Oppure ci dimentichiamo di tutto il resto? Allora nessuno vuole screditare nessuno, ma GIULIANI HA, CREDO, UNA RESPONSABILITA’ COLLETTIVA CHE DOVREBBE ONORARE, CONFRONTANDOSI E NON RIFUGGIANDOSI DIETRO UN CONTINUO SCREDITARE LA SCIENZA UFFICIALE, altrimenti, scusate la franchezza, gioca solo sulla fiducia, la bontà, la paura e la normale ignoranza della gente, cosa questa non dissimile da chi con questi presupposti truffa la gente.
    • sulla diceria che vuole abbia predetto la scossa del 6

       
       
       
      NON  E’  UNA DICERIA.  LO HA FATTO. CI SONO LE PROVE. CI SONO LE TESTIMONIANZE.
       
      TUTTO IL RESTO E’ IRRILEVANTE!
       
       
       
       
    • Bene siamo di fronte al fatto che chi usa il metodo scientifico è un eretico, e chi crede a Giuliani è dalla parte del giusto, per quale arcano motico, scusa ma spiegamelo.

       
       
       
      No. NO e ancora.
       
      Siete voi scientisti a metterla in questi termini!  Siete voi a volere lo scontro muro contro muro.
      Io CREDO nel metodo scientifico. Ma credo anche che, a volte, grazie a  intuizioni, caparbietà o pura fortuna, si possano ottenere dei risultati anche attraverso altre strade.
       
      Io CREDO che tutto quello che si ottiene con il metodo scientifico sia vero.
       
      Voi però sembrata andare molto oltre questa affermazione. Per voi,  tutto quello che NON si ottiene con il metodo scientifico è falso. E questo, a mio parere, è scorretto.
    •  Io invece ho richiamato Giuliani, prima dell’una, e lui mi ha detto che ci sarebbe stata una scossa più forte. Mi ha detto che avrei dovuto restare in macchina, di non rientrare.
       
      A casa mia si chiama previsione.
       
      Ora basta, mi avete stancato. C’è un limite alla disonesta intellettuale. Fatela finita con questa vostra disgustosa ed immorale ambiguità.
       
      Declassate testimonianza precise e puntuali a "dicerie", ma non avete il coraggio di accusare apertamente Stefania Nobile di mentire. E secondo me non lo fate perchè sapete benissimo che sta dicendo la verità.
       
      Delle due l’una, o stefania Nobile mente o Giuliani ha previsto la scossa delle 3.
       
      Terzium non datur.
       
       
    • Caro Giacomo,
      io capisco che il lavoro di Giuliani potrebbe essere davvero utile a tutti coloro che hanno la sventura di vivere in zone sismiche. Non ho neanche difficoltà a credere che abbia azzeccato la "previsione" del 6. Però… Per quante vite abbia salvato, per quanto bene abbia fatto, niente toglie che rimangono dei LEGITTIMI dubbi a quelli che chiami "scientisti". Rimangono perché Giuliani non li ha ancora dissipati e perché ci sono delle grosse "zone d’ombra" nelle spiegazioni che ha dato finora.
      Il problema fondamentale è il seguente.
      Il lavoro di Giuliani per essere davvero utile deve essere in grado di prevedere i terremoti con una percentuale superiore a quella che avrebbe chiunque tirando a caso. Perché tirando a caso si può anche essere fortunati ed azzeccare terremoti come quello del 6. Ma solo se si ha davvero un metodo efficace si può "indovinare" abbastanza spesso. Siccome Giuliani non ci ha ancora fatto sapere come diavolo funziona la sua macchina, non possiamo "riprodurre" i suoi esperimenti e convincerci della bontà del suo lavoro. Certo, basterebbe che ci dimostrasse di "prevedere" i terremoti con notevole precisione. Ma ricorda che non basta una volta seppur storicamente accertata, ma deve poterlo fare OGNI VOLTA e con un grado di precisione che solo lui può (ma deve) quantificarci in base all’affidabilità del macchinario e del metodo applicato.
      In tutto questo ragionamento non ci vedo nessuna ambiguità, tantomeno appesantita da aggettivi come disgustosa ed immorale. Spero tu sia d’accordo con me.
    • Ma che ci sian dei dubbi sulla sua totale affidabilità questo va bene. Accidenti, li ho pure io dei dubbi al riguardo.
      Sopra l’ho scritto che non ritengo il metodo di Giuliani perfetto o completo. Quello che non accetto da parte degli "Scientisti", quello che rivela la loro IMMORALITA’ è che ignorano quei dati che contraddicono le loro teorie.
       
      Santo cielo, ci sono delle testimonianze. Testimonianze che dimostrano come Giuliani abbia "azzeccato" il terremoto del 6. 
      O quelle testimonianze sono FALSE, sono menzogne, e Stefania Nobile è una Bugiarda – cosa possibile peraltro, anche se io personalmente non lo credo – o la macchina di Giuliani ha un minimo di predittività.
       
      Ma se pensi che la nobile sia una bugiarda, beh lo devi dire aperamente.
      Invece che cosa fanno questi sordidi individui? Non entrano del merito del valore delle testimonianze… no le declassano a priori. "Dicerie", "voci di popolo".
      Affermano che non hanno valore, ma senza spiegare – comodamente e vigliaccamente – PERCHE’ è così.
      Fanno come Berlusconi quando, interrogato sulle vicende di Villa Certosa, risponde parlando di Gossip. E così con una comoda etichetta, può tranquillamente evitare di dare delle risposte, di dire se è vero o falso.
      E’ una tecnica di comunicazione, anzi di manipolazione della comunicazione. Una tecnica IMMORALE.
       
      E questo che io critico. Non certo i dubbi di natura scientfica, ci mancherebbe altro.
       
    • Spezzerò una lancia a favore degli scienziati.
      Sovrastimare le prove a favore di una propria tesi e sottostimare le prove a sfavore pare sia una prerogativa di tutti. In qualche modo ragioniamo tutti così. Probabilmente il nostro cervello, dopo aver giudicato un fatto sulla base delle informazioni in possesso al momento, ci aiuta a non perderci nel marasma dei moltissimi indizi pro e contro che inevitabilmente veniamo ad incontrare successivamente al nostro giudizio iniziale. Cambiare idea è quindi prerogativa di persone allenate ed intelligenti. Gli scienziati questo lo sanno bene. Sanno che può capitare che i nostri cinque sensi possano darci informazioni sbagliate o perlomeno incomplete. Imparano a diffidare delle impressioni, imparano perfino a fidarsi di più di una macchina che di se stessi. Se non si fidano completamente neppure di se stessi capisci bene che degli altri si fidano ancora meno. Per fortuna il metodo scientifico viene in aiuto in molti campi e aiuta a dissipare molti dubbi. Non appena Giuliani ci farà sapere qualcosa in più vedrai che la maggior parte degli scienziati saranno d’accordo con lui o lo bocceranno definitivamente. Di fronte all’evidenza sono pochi quelli che rimangono ostinati nelle proprie errate convinzioni…
    • Sai che ti dico Fittizio? Sono d’accordo con te. Diamo tempo al tempo. Se il metodo Giuliani funziona lo dimostrerà da se.
      Nel frattempo, tutto quello che chiedo al mio intelocutore, che tu sembri concedermi, e per questo ti ringrazio, è il riconoscimento di una piccola probailità che la macchina di Giuliani abbia una minima predittività.
      Sulla base di due considerazioni:
      1) esiste un fatto corroborato da testimonianze, ancora non smentite;
      2) Non stiamo studiando un fenomeno semplice e lineare come 2+2=4. Siamo studiando un fenomeno estremamente complesso. Io credo nella Scienza, ma credo anche che la Scienza sia una pratica umana,  una pratica soggetta ad errori. E la probabilità di questi errori inevitabilemnte aumenta all’aumentare della complessità del fenomeno studiato. Il buon senso suggerisce che è possibile che esista un piccolo "buco" nelle teorie mainstream, buco che potrebbe spiegare l'(ancora da verificare del tutto) efficacia del metodo Giuliani.
    • @Giacomo

       
      Anzitutto calmati un pochino! “Intellettualmente disonesto” ed “immoralmente ambiguo” tieniteli per te. Se critiche o pareri diversi dai tuoi sullo “Stradivari della previsione dei terremoti” non sono benvisti, per me possiamo finirla pure qui.
       
      Ho detto che è “azzardato”. Cioè che di una testimonianza di questo tipo, oltre ad essere unica è troppo debole per sostenere che “aveva predetto il terremoto a l’Aquila”. Ed è praticamente insignificante per validare il suo metodo.
      Sai che significa falso positivo e falso negativo? Sensibilità e specificità? Sai cos’è una ROC analysis? Significa che se ad esempio tiri una monetina, il 50% delle volte ci prendi, anche senza alcun metodo. A casa mia questa non si chiama “previsione” ma “casualità”, per non usare termini più volgari.
       
      Nel merito su Stefania Pace (non Stefania Nobile, che è la figlia di Wanna Marchi…). Che sia sincera, ma piuttosto quanto sia esatta nel riportare una frase (“lui mi ha detto che ci sarebbe stata una scossa più forte”, testualmente? e con quale grado di certezza lo ha affermato?) io non lo posso certo verificare. Tu si?
      Certo è che Giuliani era a letto durante la scossa. Salvo poi raccontare a tutti che aveva portato la famiglia a dormire fuori per rafforzare la tesi della previsione non annunciata per colpa della denuncia. Ascolta: http://www.youtube.com/watch?v=0yKWnxyDqrI  
      Anche in quello che Stefania dice di Sulmona a 8:43 «In quei giorni ci siamo sentiti spessissimo. Io so che lui non ha mai detto che ci sarebbe stato un terremoto fortissimo a Sulmona.” l’ambiguità sta nella definizione di “terremoto fortissimo”. E Stefania, anche chiamandolo

       

      spessissimo, può “dire-cosa-Giuliani-non ha mai detto”? È comprensibile da una persona preoccupata di difenderlo da una denuncia. Ma è evidente che Giuliani deve aver chiamato la polizia municipale ed altre autorità di Sulmona per allertarli, non per dir loro che non sarebbe successo niente. Vedi: http://www.youtube.com/watch?v=M4NzhNK5dks  Per quanto questo Sindaco fosse antipatico (ed oggettivamente lo è visto che ricorda le date in base ai congressi di Berlusconi…) come puoi credere che TUTTO ciò che dice è falso?

       
      E’ vero che c’è stato un picco di radon prima del terremoto de l’Aquila. Ma, a parte il caso Sulmona, anche il 27 Aprile ci fu un simile “picco”. Giuliani e Byoblu lanciarono un “allarme radon a nord de l’Aquila”. Stendiamo un velo pietoso sulle successive denunce e smentite. Ma se per caso avesse seguito davvero anche solo un 3.5, o se fosse avvenuto un terremoto anche tre giorni dopo, ora noi non staremmo qui a pontificare Giuliani per aver previsto anche quello? Rispondi si o no e vediamo se sei intellettualmente onesto… Invece su questo episodio facciamo finta di niente, e continuiamo a ripetere che “il suo metodo è preciso all’80%…”, che Giuliani è vittima del un complotto mediatico” ecc ecc..
       
      Tertium non datur?
      Potrei risponderti per le rime. Delle due l’una: o il metodo di Giuliani funziona all’80% e Giuliani è il Cristoforo Colombo dei giorni nostri come dice Byoblu, o non funziona affatto. Se funziona una volta su quattro o meno ancora allora è una cabala. E non si può continuare a sventolare la bandiera dell’esperto ricercatore che tutti DEBBONO intervistare e tenere in alta considerazione, come ha fatto Byoblu in questo blog.
       
      Potrei…. ma da ricercatore non posso e non amo escludere niente e nessuno.
      Se Giuliani vorrà approfittare del momento di notorietà che a torto o ragione gli è capitata per avviare una ricerca seria, coordinata da enti internazionali, accettando tutte le critiche ed una valutazione oggettiva sul suo metodo, allora ne riparleremo. Ho già discusso a lungo in altri post di come andrebbe impostato questo lavoro ma vedo che siamo ancora lontani.
      Ciao
       
    • Beh, almeno stiamo parlando di fatti.

       
       
      Allora cominciamo con il dire che io non considero affatto Giuliani lo“Stradivari della previsione dei terremoti”. L’ho scritto sopra come la penso. Ragiono semplicemente su dei fatti.
       
      No. Io non considerò la testimonianza di Stefania Pace debole. Affatto. Ne la considero, unica, in quanto in quella stessa testimonianza si parla di molte altre persone (Che per inciso, apprezzerei molto se qualcuno riportasse anche le loro di testimonianze). Quindi se si accetta quella testimonianza automaticamente ne appaiono altre.
       
      La ROC analysis mi manca, la altre le conosco. E il discorso "della monetina" non è applicabile, in quanto se lanci una monetina in aria è azzecchi il risultato è fortuna, ma se ne lanci venti ed prevedi con successo che usciranno 11 croci e 9 teste non è più solo fortuna.
       
      "lui mi ha detto che ci sarebbe stata una scossa più forte” è una frase che a mio parere non ha margini di ambigiutà.
       
      Sul discorso del letto non ho niente da obiettare. Hai quasi sicuramente (dico quasi sicuramente perchè ancora non ho ascoltato l’intervista in cui affermava di aver portato la famiglia fuori casa, e vorrei sentire il contesto) ragione tu, Giulani ha drammatizzato la cosa. Tecnicamente sì, una menzogna. Non la si può definire in altro modo.
       
      Viceversa, il discorso su Stefania Pace che "non poteva sapere cosa non ha detto." scusa ma mi pare uno sterile sofismo. Se due persone sono in confidenza sono cose che si possono sapere. "Stefania, ma ti smebra possibile che io vada dire cose del genere con la curva del radon così bassa?".
      Certo, è possibile che Giuliani stesso abbia mentito a Stefania Pace. Questo sì.
       
      "Ma è evidente che Giuliani deve aver chiamato la polizia municipale ed altre autorità di Sulmona per allertarli, non per dir loro che non sarebbe successo niente. "
      Evidente? Mah! Hai uno strano modo di ragionare. A me sembra perfettamnete plausibile avere l’urgenza di informare che la situazione è tranquilla, proprio per evitare il diffondersi del panico. Plausibile, sia chiaro. Poi se è stato il sindaco di Sulmona a mentire oppure Giuliani io questo NON LO SO. Istintivamente scommetto sul sindaco. Ho fin troppo presenti i metodi di questo governo "del fare" (tutto quello che ti dico io, zitto e senza fiatare)
       
       
       
       
      Alla tua domanda rispondo sì. Probabilmente, il caso di un 3,5 il 27 aprile sarebbe stata preso come ulteriore conferma della validtà del metodo giuliani. E giustamente, a mio parere. Perchè a mio parere il metodo Giuliani è un metodo, per utilizzare i termini da te introdotti, ad alta SENSIBILITA’ ma a (più) bassa SPECIFICITA’. Quindi un falso positivo come quello del 27 aprile, dove , a detta di Giuliani, l’energia si è scaricata in piccole scosse, non dimostra la mancanza di sensibilità del metodo, ma quella di specificità. E visto che si parla di terremoti concorderai che è molto più grave un falso negativo di un falso positivo.
       
      CONTINUA…..
    • Ciao Giacomo,
      c’è un punto debole in quello che dici: "se lanci una monetina in aria è azzecchi il risultato è fortuna, ma se ne lanci venti ed prevedi con successo che usciranno 11 croci e 9 teste non è più solo fortuna".
      Il punto è che anche nel secondo caso potrebbe essere fortuna. E’ solo meno probabile riuscire a indovinare 20 lanci di monetine. Nel primo caso hai il 50% e nel secondo (1/2)^20. Ma se pensi alla probabilità di vincere una lotteria o il superenalotto non ti viene in mente di pensare che l’eventuale vincitore non sia stato fortunato. In realtà ci sono pure quelli che ti vendono libri contenenti un’infinità di idiozie sulla possibilità di vincere utilizzando metodi. Purtroppo sono basati su una falsa interpretazione della legge dei grandi numeri. La legge in questione ha senso solo, ad esempio, per INFINITI lanci di monetine. Solo all’infinito si avrà la perfetta corrispondenza tra distribuzione teorica e pratica. Solo che l’infinito non possiamo verificarlo con un numero finito di lanci di monete. Ecco perché la previsione di Giuliani del 6 potrebbe essere dovuta a fortuna.
  • Sulmona o non Sulmona . Quark o non Quark .
    Giuliani non sta prevedendo altri terremoti e non ha previsto quello dell’Aquila lo puoi vedere in questa intervista in cui diceva che gli Aquilani potevano stare tranquilli  http://www.youtube.com/watch?v=WieaAPrQEN4 (ascolta bene al 7:18 secondi) , perche’ si continua a dargli importanza ?

    Poi che il sistema faccia sempre i proprio comodi sono d’accordo con te .
    • ma hai letto la data dell’intervista o sei cieco? hai presente che Giuliani prevede scosse dai 6 alle 24h? prima informati prima di scrivere cavolate!
    • Torniamo sempre sul solito punto, piu’ volte affrontato in questo forum.
      Qull’intervista si riferisce a settimane prima del sisma del 6 aprile e quando Giuliani dice che lo sciame finira’ entro aprile non lo fa sulla base del livello corrente del radon, con il quale non si spinge oltre le 24 ore.
      Si riferisce piuttosto a statische raccolte nel corso degli anni, in base alle quali l’attivita’ sismica e’ piu’ intensa nei mesi da ottobre ad aprile, per diminuire nei mesi restanti.
      Quanto al sisma del 6 di aprile, non so quanti di voi hanno avuto modo di vedere il grafico del radon (io l’ho scaricato dal suo sito di Giuliani verso la fine di aprile, ma poi e’ stato rimosso): quel grafico e’ talmente eloquente da non lasciare dubbi sul fatto che qualcosa di anomalo poteva succedere e affermare che e’ stata una coincidenza e’ indice di mala fede.
  • Lo ribadisco…. a forza di dire che qualcosa è vero lo diventa, quindi fra qualche tempo si dirà che Giuliani aveva previsto tutto, non commettendo mai errori.

    Non dimentichiamoci che la prima cosa che ha fatto Giuliani dopo le 3.32 del 6 aprile è stato mandare un comunicato stampa a tutti i media nazionali dicendo che aveva previsto l’evento sismico, io e centinaia di altre persone alla stessa oravamo in centro dell’Aquila a scavare, e non ad autocontemplarsi davanti al mondo!
     
    Se davvero Giuliani è in buona fede, sai Giacomo insieme tutti gli altri delatori del metodo scientifico, Giuliani si è tagliato le gambe da solo, se quando sarà rilascerà pubblici tutti i dati che ha raccolto, questi saranno "carta da culo" per un fatto semplice, non c’è stata un terzo soggetto che possa garantire sull’integrità di quei dati!
     
    Questo, qualora Giuliani avesse davvero ragione, portrebbe a dover riniziare TUTTO, distruggendo tutto quello che Giuliani ammette di aver fatto!
     
    Pertanto ammesso che il suo metodo e il suo apparato funzionino, è stato lui e solo lui con il suo comportamento a renderlo totalemente inutilizzabile, anche da coloro che oggi vorrebbero sostenerlo all’interno della comunità scientifica.
     
    Che valore possono avere dei dati che dopo anni vengono rilasciati, senza che nessuno abbia potuto farne un controllo?
     
    E questa responsabilità di chi è? degli scientisti? della comunità scientifica? Doveva forse la comunità scientifica torturarlo per fargli pubblicare i dati mano a mano che li produceva? doveva rapirgli i familiari per farsi dire come funzionava lo scatolo di piombo? E allora di chi è la responsabilità se oggi questo metodo può essere validato o meno?
    Grazie al suo comportamento, se dice che siamo indietro decenni sulle conoscenze sulla geologia e la fisica, beh grazie a lui ci rimarremmo per altri anni indietro, se nella storia si fossero tutti comportati come lui saremmo rimasti alla ruota!
     
    Se io fossi un sostenitore di Giuliani, sarei il primo ad invitaralo a smetterla e fare quello che si deve fare, che fa chiunque, dallo scienziato dilettante nel sottoscala, ai grandi istituti di ricerca. rendere pubblico quello che si scopre, o si presume di aver scoperto.
  • Concordo in pieno.
    Vorrei ricordare che chi chiede "EVIDENZE" sulla macchina giuliani non ripudia la macchina stessa ma vuole solo capire se effettivamente si è fatto un passo avanti sulla questione terremoti. L’estremista è chi crede a tutti i costi senza alcuna evidenza.
     
    Ancora, per quel che mi riguarda rispetto anche le teorie dell’estremista, l’importante che non rompa le balle, le idee e le teorie degli altri.
    Ognuno dica la "sua" liberamente senza offendere l’altro, con molta calma.
  • ora mi dirai che è stato costretto a rispindere a queste domande e che Repubblica ha avuto il numero di telefono di Giuliani tramite i servizi segreti…. fammi il piacere.
     
    la data è il 6 aprile e chi ricorda quel giorno non credo abbia avuto piacere nel leggere tale piagnisdeo, ammesso che abbia avuto modo di poterlo leggere sulle pagine del più grande quotidiano on-line italiano.
     
    Mi stai forse dicendo che il funzionamento, i materiali e gli apparati di Giuliani sono tutti pubblici?
    Mi stai forse dicendo chei dati e le serie storiche sono disponibili?
     
    Eppure ha avuto modo di registrare un brevetto, ha avuto tempo, anni fa, di sentirsi con il consorsio sul "ponte sullo stretto di messina" per vendere due rivelatori, ha avuto tempo e voglia di non dare mai spiegazioni, di asserire che il suo sistema funziona e basta!
    E’ forse diverso dagli altri? Solo perchè fa di cognome Giuliani deve essere trattato come un dio, TUTTI e dico TUTTI devono avere un riscontro sui propri studi.
     
    Beh scusa, ma hai idea che dato che si parla di una cosa molto seria non ci si può permettere il lusso di affidarsi a chiacchiere oppure a dati che verranno resi pubblici non si sa quando? Oppure la comunità scientifica dovrà fidarsi di ati, che potrebbero anche essere stati "ritoccati", che comunità scientifica è se non si ponesse tale interrogativo….
    E poi, basta parlare di comunità scientifica come un ordine professionale o una lobby, la comunità scientifica e rappresentata da TUTTI, datutti coloro che possono esprimere un giudizio o commento pertinente a quello di cui si parla.
     
    La reponsabilità di chi è? Qualcuno ha forse vietato a Giuliani di mandare email, o pubblicare online i sui studi?
    Oppure adesso in completa buona fede la comunità scientifica deve prendersi dei dati che hanno un valore pari al nulla visto che nessuno li ha potuti comprovare? Bastava un email, così almeno c’era un riferimento cronologico a cui far riferimento, ma non è stato così?
     
    Ti fideresti di me se ti dicessi che con il mio metodo avevo previsto tutti i che sono stati a L’aquila, e ti fideresti se ti dessi dei dati sull’emissione di non so quale gas, opportunatamente artefatti così da comprovare la mie predizioni? Io non mi fiderei…

    Dimmi tu, di chi è responsabilità?
     
    • "Ti fideresti di me se ti dicessi che con il mio metodo avevo previsto tutti terremoti che ci sono stati a L’aquila, e ti fideresti se ti dessi dei dati sull’emissione di non so quale gas, opportunatamente artefatti così da comprovare la mie predizioni?"
      Perchè opportunamente artefatti….?
      Caro Elle, io di te mi fiderei finchè qualcosa non mi dovesse convincere del fatto che quella fiducia non la meriti.Sarà un mio punto debole, ma parto sempre dal presupposto che la gente sia corretta per poi giudicare con elementi concreti se è il caso di prendere le distanze.Fino a prova contraria siamo tutti onesti e non viceversa.Di te potrei pensare che muovi delle accuse verso Giuliani per chissà quale motivazione recondita, ma non lo faccio perchè mi è più facile pensare che tu sia mosso da slanci emotivi.Nel tuo modo di scrivere avverto una certa rabbia che in fondo comprendo perchè mi sforzo di immaginare quello che hai passato e che devi forse sopportare ancora.Ma nel tuo sfogo, non so perchè, mi sembra di cogliere in fondo più delusione che avversione verso Giuliani.
      Probabilmente saresti stato tra quelli che avrebbero fortemente voluto vedere delle conferme riguardo al sistema di previsione terremoti così tanto discusso.
      Così tanto discusso… mica tanto!Siamo rimasti in pochi a parlarne mi sembra.
      Sono anche disposto a vedere la faccenda con occhi più scettici e critici seguendo l’invito di chi come te ha tratto determinate conclusioni, ma dovreste spiegarmi allora a cosa starebbe mirando Giuliani con un simile atteggiamento.Se ci ha preso per i fondelli, quali prospettive avrebbe ora ?
      Che senso ha continuare a recitare senza poter provare le sue teorie ?
      Non solo, si affanna ancora per ricostruire la rete per poi mettere on line le misurazioni… a che serve se non potrà mai funzionare ?
      Comunque chiedo anche a te cosa ne facciamo delle teorie di Giuliani a questo punto ; lasciamo perdere tutto perchè è stata una grossa farsa ?
      Perchè siamo ancora qui a parlarne ?
       
      Ciao.
  • Per dirla tutta Elle se be ricordiamo il caso Di Bella, fu lui stesso a fornire tutta la documentazione a parlare in modo chiaro e senza troppi aloni di mistero su cosa era basata la sua teoria e terapia…i medici della sua equipe andavano a visitare personalmente e gratuitamente le persone malate…
    La sperimentazione lasciò a desiderare in quanto non rispettarono quanto previsto dal protocollo del dott. Di Bella ma per quanto riguarda pubblicazioni e notizie il tutto era molto chiro.
    Il sig. Giuliani non so da cosa sia frenato… se ha un brevetto depositato è comunque tutelato da eventuali plagi.
    Ma il silenzio e mistero continuano..
    Ah c’è chi si lamenta del tutto gratuito quando esistono volontari che hanno a che fare con le peggiori vicissitudini…
    Questo fa pensare e non poco
  • nonostante voi vi scannate a vicenda su pro e contro Giuliani, vorrei ricordare che non ci sono scosse significative da parecchie ore nell’aquilano(anzi non ci sono proprio scosse!), cosa alquanto strana , non x mettere timore ma dopo lunghi periodi di calma succedeva sempre qualcosa(può darsi che dica una cazz… enorme) speriamo che sia l’inizio della fine!
    p.s.
     coloro che non credono al metodo Giuliani, mi dite che cavolo ci state a fare su sto blog ? Se ci siete evidentemente avrete nel vostro intimo un minimo di fiducia in Giampaolo(spero che mi perdoni il tu)!
    Poi credo che a breve avremo qualke intervista!
  • oddio qualke tempo fa misi su fb un avviso che secondo me ci sarebbe stata na scossa:risultato ci fun 4.0!hihihi azzeccato xò è meglio ke lascio perdere le previsioni mi fido di Giampaolo!
    • Si, ma tu avevi posto un quesito.
       
      "coloro che non credono al metodo Giuliani, mi dite che cavolo ci state a fare su sto blog ? Se ci siete evidentemente avrete nel vostro intimo un minimo di fiducia in Giampaolo…"
       
      Non farti sviare con l’invito a fare previsioni ! Non mi sembra che ci siano risposte ancora…
    • si ma io feci così x sckerzo sta previsione…sia chiaro io nn farò mai previsioni e non è mia intenzione!Mi fido del metodo Giuliani e credo che il lavoro di Claudio, oggi alla fine sono riuscita a fare la mia prima donazione di 20€ spero di farne ancora innumerevoli!
  • Per dirla tutta Elle se be ricordiamo il caso Di Bella, fu lui stesso a fornire tutta la documentazione a parlare in modo chiaro e senza troppi aloni di mistero su cosa era basata la sua teoria e terapia…i medici della sua equipe andavano a visitare personalmente e gratuitamente le persone malate…
     
    La sperimentazione lasciò a desiderare in quanto non rispettarono quanto previsto dal protocollo del dott. Di Bella fase comunque successiva alla sua dichiarazione relativa al suo metodo, ma per quanto riguarda pubblicazioni e notizie il tutto era molto chiaro.
     
    Il sig. Giuliani non so da cosa sia frenato… se ha un brevetto depositato è comunque tutelato da eventuali plagi.
     
    Ma il silenzio e mistero continuano..
     
    Ah c’è chi si lamenta del tutto gratuito quando esistono volontari che hanno a che fare con le peggiori vicissitudini…
     
    Questo fa pensare e non poco
     
  • appena avremo i grafici credo che percchie cose saranno +chiare, cmq volevo sottolineare che sono 72h(3giorni) senza scosse, ciò non è mai avvenuto dall’inizio delle scosse, un ‘intervista sarebbe MOLTO UTILE per capire tutta questa calma!!!
  • Ore 13.09

     
    segnalazione del sismografo del “Matese” e de “L’Aquila” di un (credo) risentimento dovuto a qualche scossa forte avvenuta da qualche parte in Europa o anche oltre.
     
    Il movimento sembra piuttosto intenso
     
    speriamo che sia accaduto in qualche zona disabitata
     
     
  •  
    Sperando di non abusare della Vostra, seppure intensa attività, visto che Lei è tra i pochi che puoi avere notizie sul Sig. Giuliani, vorrei cortesemente sottolineare alla Vostra attenzione, le numerose richieste dei Vostri preuccupati "utenti" sul livello del "gas RADON" e sul silenzio, davvero RUMOROSO, del suddetto ricercatore, sig Giuliani. Sarebbe squisita Vostra attenzione, riferirci sulle novità, se mai ce ne fossero, oppure anche sulla sola, cortese informazione, di una Vostra telefonata. Visto che eravamo abituati alla solerte bontà,qualità e quantità di notizie, su questo spinoso e drammatico evento, che ha colpito in fattispecie L’Aquilano. Sicuro in una Vostra, anche breve, notifica, la ringraziamo sin d’ora.
  • Credo che domani ci darà nuove info, almeno lo spero tanto!
    Cmq(x fortuna secondo me xkè veder sparire così le scosse di botto nn so mi fa paura) oggi so state 3 scosse in 3 punti diversi dell’aquilano, ma non riesco ancora a spiegarmi questa improvvisa interruzione di 3 giorni(UNA DOMANDA DA PORRE A GIULIANI SU QUESTA PAUSA)!La situazione lo so bene come volontario a L’Aquila non è delle migliori, ma ci vogliono soldi e tanta tanta pazienza, ora gli Aquilani devono mostrare la loro forza,è giunto il momento…!
    • Ciao Sminch
       
      Se le teorie di Giuliani circa la genesi dei terremoti sono in qualche modo valide penso che si debba andare necessariamente verso una definitiva quiete o quasi perchè gli effetti residui della condizione che hanno generato la particolare azione dinamica sulle faglie dovrebbero man mano scemare.
      Io poi ho una mia teoria che ha carattere intuitivo e non pretende certo nessuna validazione : penso che in un sistema complesso qual è la terra determinate manifestazioni non possono insistere a lungo in una determinata area perchè mentre si producono già inducono variazioni nelle condizioni originarie che inevitabilmente rendono più improbabile il ripetersi degli stessi eventi allo stesso modo.Dopo l’evento sismico più importante la faglia risulta fisicamente modificata come risposta all’azione dinamica che ha generato l’evento stesso.In definitiva è un nuovo equilibrio che va ad instaurarsi, mentre le cause scatenanti si vanno attenuando localmente e forse stanno spostando le loro azioni perchè il sistema nel suo complesso richiede delle compensazioni affinchè possa permanere una situazione di equilibrio più generale.
    • Vabbè, insomma ne riparleremo fra altri 300 anni.
      Se allora il pronipote di Giuliani si procurerà un registratore prima di telefonare al pronipote del sindaco di Sulmona, forse stavolta sapremo che diavolo si saranno detti, prima che il pronipote di Boschi (o Boschi stesso??) ci ripeta che i terremoti non si possono prevedere :-)))))
      Ciao
    • Per Karmen .
       
      ….Come va ?
      Scusa, ho un dubbio, non sarà che il tuo commento andava rivolto a Renzo M ? … lui ha citato ricorrenze statistiche dei terremoti con "trapianti generazionali" dei protagonisti attuali dello scenario accademico relativo alle previsioni sismiche.
       
      Ciao….
  • Non scema invece la faglia credo dell’India e anche del Giappone
     
    alle 22.07 i sismografi italiani hanno registrato un forte segnale sismico
     
    7,6 di magnitudo in India
     
    e 6,4 in Giappone
     
    speriamo che i movimenti causati da questi forti terremoti non risveglino le nostre faglie, anche se è pazzesco come terremoti così lontani si registrano anche qui da noi.
  • ciao focaccia
    io tutto ok spero sia lo stesso anche per te.
    No, era rivolto a te…
    il fatto di fare una deduzione logica e non del tutto fuori luogo è valida soltanto se possiamo avere sotto controllo tutte le variabili.
    Cosa impossibile nel nostro caso.
    Ogni evento (in questo caso e non solo) interagisce con altri… ongi evento preso singolarmente potrebbe risultare insignificante ma il tutto (somma di eventi) influenza il risultato.
    Ad un input infinitesimale in output otteremo un risultato quantificabile.
    La statistica riguardo ai falsi positivi e falsi negativi (articolo forse al quale ti rirferisci) è comunque prova tangibile sulla validità o meno di un modello previsionale
    Ciao
    • …Ce l’hai con me <  !
       
      Si, in effetti la mia deduzione non è completamente logica se per esserlo c’era bisogno di conoscere tutto, forse non è per niente una deduzione, forse… boh ! …Tu mi confondi !
      Comunque avevo messo le mani avanti dicendo proprio che non cercavo per essa approvazioni di qualsiasi genere ; è una intraprendente quanto estrosa teoria tutta personale che proprio in mancanza di tutte le variabili necessarie per professare certezze non posso provare, come tu non puoi smentire e tacciare di assoluta impraticabilità scientifica.Lo so,
      l’onere della dimostrazione di una teoria è a carico di chi la propone, ma nel mio caso ovviamente non si pone minimamente il problema.
      Io sono del parere che all’immobilità procurata dalla impossibilità di poter accedere a tutte le variabili che intervengono in un fenomeno si debba reagire con la formulazione di ipotesi, che andranno certamente verificate, ma che potrebbero rappresentare dei "salti" nel percorso di indagine, così come ti proponevo in qualche altro commento.
      In ogni caso le interazioni tra eventi ed il loro peso nel risultato finale, o nell’assetto definitivo del sistema che li ospita erano proprio strumenti fondamentali della "mia ipotesi".
      Nel mio commento non volevo far riferimento alla statistica dei falsi positivi e negativi citando Renzo, ma semplicemente al fatto che avesse parlato dei famosi trecento anni come intervallo indicato spesso per provare a prevedere il ripetersi ciclico dei terremoti nell’aquilano.Anzi vorrei cogliere l’occasione per avere da entrambi delucidazioni su questa ricorrenza statistica.A me sembra veramente basata su pochissimi dati e del tutto azzardata anche solo per un mero calcolo statistico.
       
      A presto, ciao.
       
       
       
       
  • Ciao ragazzi, volevo chiedere se il sito di Giuliani che aveva promesso a noi tutti l’apertura alla fine di Luglio, sia stato realmente aperto.
    Grazie.
    • non saprei!? credo di no xkè Claudio ci avrebbe informati,almeno credo!
      Deprimente è la mancanza di interviste a Giuliani, l’attività a l’Aquila dopo la pausa di qualche giorno fa, pare abbia ripreso, specialmente i monti reatini!La zona è la + movimentata dopo il 6 aprile, QUALKUNO SA DIRMI QUANDO AVREMO UN’INTERVISTA!?Questa mancanza di intervista a Giampaolo mi agita,sono un Giuliani dipendente!!!iihhihi
      Spero in MESSORA IN UNA SUA INTERVISTA AL + BREVE AL NOSTRO grande Giampaolo!
  • Buonasera a tutti,
    ho avuto conoscenza di questo blog dopo il terremoto e da quel momento in poi vi ho seguito sempre ed una visitina a byoblu è diventato un appuntamento giornalero nel quale poter seguire aggiornamenti al riguardo specialmente inerenti a Giampaolo Giuliani.
    Il sito ufficiale è il seguente  
     
     
    per il momento ancora non è possibile vedere i dati relativi al radon on line perchè è ancora in fase di costruzione non ci resta che pazientare ancora un pochino… e nell’attesa dare ogni tanto uno sguardo magari chissà è questione di giorni.
     
    P.S. nel sito ci sono altri interessanti contenuti.
     
    Un saluto speciale a tutti i sostenitori di Giuliani.
  • 2.9 e 3.2 diciamo cha Giampaolo ci ha azzeccato fino ad ora!
    preoccupante il terremoto al Vesuvio…(xò nn so se sia una cosa normale!)
  • ci ha azzeccato?
    non cadiamo nel ridicolo…
    Il Sig. Giuliani non fa previsioni da un bel po’…
    di sicuro da più di 24 ore!!!!
  • allora ricordate cosa disse Giuliani?Secondo lui avremmo avuto pause + lunghe con scosse solo strumentali e ogni tanto qualke 3, e questo era segno che l’attività andava scemando!Sia chiaro erano sue supposizioni non previsioni!
    • a certamente, xò basta rivedere le scosse del 1703 dopo 4/5 mesi fece una scossa + forte della prima…anke se ritengo questo nn sia il caso, xò sai com’è a giugno quando sembrava tutto calma apparì un 4.5 e tutta una serie di 4 fino a luglio, ed eravamo in piena estate, ovvero quando il radon scende di parecchio(rispetto ad autunno-inverno e primavera).
      Speriamo bene, nn se la passano bene in Giappone una settimana fa 6.4 e ora un 6.6!
  • E’ vergognoso questo articolo…l’oca che ha scritto questo articolo è solamente invidioso di Piero Angela. Un maestro del giornalismo e grande uomo di cultura. Chiunque può far certi sbagli. Se ha voluto parlare del terremoto di san francisco sarà perchè tutte le TV parlavano solo dell’abruzzo, e per fare qualche confronto.
    Vergognati, tu non meriti neanche di temperargli le matite a una persona così.
    N.B.: perfettamente libero di cancellare il mio commento, non mi offendo…non metterò mai più mouse in questo sito pidocchioso, che trasuda ignoranza.
  • Che palle Piero Angela quando fa così.

    Io solitamente apprezzo i suoi servizi, sono anche cresciuto a pane e Super Quark da piccolo, ma capperi se a volte non mi da i nervi.

    È disinformazione dire che la scienza “ufficiale” dica sia IMPOSSIBILE prevedere i terremoti. Dice solo che non c’è ancora un metodo testato secondo cui ad un dato evento (aumento del radon) corrisponda necessariamente il terremoto, ma è un buon ambito di ricerca indubbiamente.
    L’intuizione del radon c’era già da un po’ di tempo. Bisogna solo aspettare che venga sviluppata meglio, se è vera non passerà troppo tempo prima che venga accettata.

    Mi dispiace solo che la questione venga utilizzata in parte per screditare l’efficacia del metodo scientifico e/o della comunità degli scienziati che lo usa (comunità che sbaglia e che a volte impiega anche un bel po’ di tempo prima di accettare nuove teorie sperimentate, sì, ma che non può sostanzialmente essere soggetto di una gigantesca cospirazione globale come taluni sono portati a concludere).

    Grazie sempre a Claudio, e grazie anche al signor Giuliani.

  • Difesa di Piero Angela

    1)Aveva criticato il metodo del radon già molto tempo prima del terremoto dell’Aquila sulla sua rivista(l’ho letto coi miei occhi).

    2)Rompe sempre le scatole al governo(di destra o sinistra) sui finanziamenti alla ricerca e la fuga dei cervelli.

    3)E’ uno dei pochi a parlare veramente di scienza in questo paese.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi