Giuliani live – Aggiornamento 2 ottobre


La diretta streaming è finita. Sopra è disponibile la registrazione dell’evento.
TRASCRIZIONE DELL’INTERVENTO LIVE
Claudio Messora: Siamo in linea con Giampaolo Giuliani per il promesso livestream delle 21.52 e la prima domanda che la gente ti fa, Giampaolo… Ciao, innanzitutto…
Giampaolo Giuliani: Ciao e buonasera a tutti.
Claudio Messora: Grazie. La prima domanda che la gente ti fa è, sicuramente, come siamo messi? Quali sono le indicazioni sui livelli di radon? Che cosa prevedono le tue apparecchiature?
Giampaolo Giuliani: Beh, questa sera diciamo che la situazione è un po’ più brutta delle altre sere: abbiamo un livello di radon almeno di 1000 punti sopra la soglia e quindi prevediamo un incremento di scosse strumentali; forse avremo anche, potremmo avere una o due scosse udibili, un po’ più dello strumentale, intorno… potrebbero essere sotto al 3. Potrebbero verificarsi nella notte o domani.
Claudio Messora: Quindi, diciamo che la situazione, la pericolosità è in aumento. Ieri prevedevamo due scosse 2.4 – 2.5 e adesso, mi stai dicendo, eventi che possono arrivare fino al 3 fino a domani.
Giampaolo Giuliani: Sì. Entro domani. Stamattina abbiamo avuto un 2.9, abbiamo avuto un 2.2, un 2.3. Diciamo che l’attività è in leggero incremento. Piano piano la soglia del radon si sta alzando e, quando il radon si alza sopra la soglia, c’è comunque, a livello strumentale e di udibili, c’è un incremento di eventi.
Claudio Messora: Comunque è un picco, questo innalzamento del radon, non eccessivamente preoccupante…
Giampaolo Giuliani: No, al momento non è eccessivamente preoccupante. Poi vediamo a questa notte e domani quale sarà l’evoluzione di questo picco.
Claudio Messora: Ma ecco, gira molta paura in Abruzzo, gira sempre, però, in particolar modo, perché è uscito un articolo sul Corriere della Sera che dice che è stata individuata la faglia di origine di questo terremoto. E’ quanto emerge da uno studio di ricercatori dell’Università di Oxford, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma e si direbbe che la faglia di Paganica fosse meno pericolosa di altre, ma in realtà abbia originato questo gravissimo sisma. Ne sei al corrente?
Giampaolo Giuliani: Ne sono al corrente, ma non lo condivido, perché l’epicentro dell’evento non è avvenuto proprio in prossimità di Paganica, ma è avvenuto in un’altra località almeno otto chilometri lontano da Paganica. Diciamo invece che l’origine degli eventi era assiedata più in altre zone e non in Paganica. E’ chiaro che Paganica, essendo vicina alla faglia dell’Aterno dove si sviluppano maggiormente un gran numero di eventi, li sente come tutti gli altri paesi (Onna, Pìanola, Bagno, Ocre, San Demetrio, Villa Sant’Angelo), li sentono molto bene perché spesso si sviluppano lungo quella faglia, ma questa faglia diciamo corre da Campotosto, passando per San Giuliano, scendendo giù verso Pettino, quindi diciamo i monti che costeggiano, che arrivano giù fino a Paganica, ma in realtà non mi sento di condividere questi risultati ottenuti da questi studiosi di Los Angeles.
Claudio Messora: Sì, loro dicono… Dell’Università di Oxford… loro dicono che dalla faglia di Paganica poi si sono attivate via via quelle di Montereale e Campotosto, dando origine a questo particolare rischio sismico.
Giampaolo Giuliani: No, non lo condivido affatto, anche perché, se andiamo a vedere tutti gli epicentri degli eventi, seguendone proprio la sequenza, vediamo che gli epicentri in realtà sono stati tutt’altri.
Claudio Messora: Senti, tu invece mi pare che considerassi molto pericolosa la faglia di Pettino, se non sbaglio.
Giampaolo Giuliani: Beh, tutte le faglie sono pericolose in questo momento, perché sono praticamente ancora tutte abbastanza dinamiche. Abbiamo una situazione di eventi, nell’arco delle 24 ore, che supera la ventina degli eventi, anche se solo strumentali e poco udibili in questo momento e, anche se sembra, poi in realtà non è che il grado sismico stia diminuendo. In realtà, se andiamo a vedere tutti gli eventi negli ultimi dieci giorni, torniamo ad osservare una sequenza sismica in leggero rialzo.
Claudio Messora: Ecco, ma mi chiedono, questa sequenza sismica, questo sciame che ormai non sembra voler abbandonare il territorio abruzzese, è una diretta conseguenza, è correlato con l’evento catastrofico del 6 di aprile o è un qualcosa di diverso che poi ha messo in risonanza altre cose per cui sono due eventi completamente scollegati?
Giampaolo Giuliani: No, nel modo più assoluto. E’ tutto correlato. Io credo che in questo momento noi ci si trovi in un momento storico molto importante, in un momento in cui bisognerebbe abbandonare le vecchie conoscenze, bisognerebbe abbandonare le vecchie credenze, in particolar modo trattando un argomento fisico. Siamo passati, stiamo passando, in una nuova epoca scientifica in cui i personaggi più anziani, quelli più addetti ai lavori, trovano molta difficoltà ad aggiornarsi e a fare proprie nuove tecnologie, nuove informazioni che vengono via via emergendo proprio in circostanza di queste sequenze, non solo sul territorio aquilano, ma addirittura a livello planetario. In una fascia che sta interessando particolarmente la nostra terra.
Claudio Messora: Ecco, infatti si aggancia proprio a questo uopo una domanda di Loredana D’Amico, su Facebook in questo momento, che dice: “Per favore, chiedi se – è una domanda un po’ forse ingenua, però magari si può dare spunto a una conversazione – chiedi se per favore ci possono essere ancora catastrofi. Cosa ne pensi di tutti i terremoti che stanno succedendo anche in tutto il mondo?”
Giampaolo Giuliani: Il pericolo c’è, perché in questo momento tutta la situazione, chiamiamola faglia, di questa faglia principale alla quale anche noi siamo legati, quella del Pacifico, che corre dal Pacifico, entra in Eurasia, attraversa la Turchia, arriva fino da noi in Italia e poi attraversa tutta la dorsale appenninica e poi va a ricongiungersi alla fine, attraverso lo stretto di Gibilterra, alla faglia Atlantica. E’ chiaro che, su questa fascia, si stanno sviluppando in questo momento tantissimi eventi, per fortuna da noi con un grado sismico meno elevato rispetto a quelli che si sviluppano nel Pacifico, e può, certo che può, verificarsi qualcosa ancora di catastrofico sia da noi che da loro, perché attualmente quella sequenza sismica di cui stiamo parlando non si è ancora assiedata, non si è ancora calmata. L’attività che stiamo riscontrando qui sul territorio aquilano è ancora un’attività calda, in cui ci sono troppi eventi, la terra sta tremando e quindi bisogna mantenere uno stato di allerta.
Claudio Messora: Chiaro. Non è così tranquillizzante come forse molti speravano, ma è chiaro. Volevo farti una domanda veloce di un minuto, poi ti lascio andare. Qualcuno non riesce a capire come sia possibile che tu possa prevedere o comunque sentire, come precursore sismico, degli eventi che si manifestano a notevole distanza come molte migliaia di chilometri. I tuoi sensori hanno rilevato il terremoto che si è verificato poi nell’isola di Sumatra? E, nel caso questo fosse possibile, come del resto io già so, puoi spiegare brevemente come funziona?
Giampaolo Giuliani: Eh, in breve è un po’ difficile, però possiamo dire questo che ciò che non è mai stato detto ai normali cittadini è come effettivamente si verifichi un terremoto. I terremoti non nascono, così come è stato detto fino ad oggi, da frizioni di faglie, da strani movimenti, le faglie che camminano (questo spesso lo sento dire anche da persone molto esperte e dovrebbero, secondo me, imparare ad avere un linguaggio più semplice quando parlano a tutte le persone). I terremoti. La Terra, la crosta terrestre si trova sul mantello, galleggia sul mantello, all’interno del mantello c’è il fluido magmatico che interessa praticamente tutto il pianeta. L’attività del mantello è quella che provoca i terremoti sulle faglie, cioè su quella parte della crosta terrestre che è più delicata, che presenta maggiori fratture, che presenta maggiori lesioni e dalle quali è più facile rilasciare dell’energia. Quindi dobbiamo presumere, le prove ce lo danno di questo che sto per dire, l’attività sismica che stiamo vivendo in questo momento, ripeto, non soltanto in Italia, non soltanto in Abruzzo, non soltanto nell’aquilano, ma anche in altri luoghi e basta collegarci sui siti internet per vedere la frequenza giornaliera dei forti terremoti che stanno avvenendo. Tornando a noi, diciamo che i terremoti avvengono perché nel mantello c’è una forte attività dinamica, sismogenetica in questo momento ed è possibile vederla attraverso il radon perché il radon viene accelerato da questa forte energia termodinamica che viene profusa attraverso la crosta terrestre. Poi per andare peculiarmente a spiegare come mai sia possibile poter osservare un innalzamento della concentrazione di radon in un particolare luogo, questa è un’altra grande scoperta che noi abbiamo fatto contro quanto viene asserito dalla scienza ufficiale: cioè se io metto il mio strumento in un posto e ne metto un altro a 50 km di distanza, loro dicono che non è possibile osservare lo stesso movimento, la stessa concentrazione, la stessa fuoriuscita di radon quando, invece, noi abbiamo dieci anni di osservazione che dimostrano esattamente il contrario di quanto loro dicono e cioè che, in diversi posti, misurare in tempo reale l’andamento del radon durante l’attività sismogenetica; tutti questi posti distanti tra loro anche 100 km danno esattamente la stessa risposta, lo stesso disegno, lo stesso incremento in tempo.
Claudio Messora: Eccezionale.
Giampaolo Giuliani: Bisogna abbracciare… Bisogna, prima di tutto dico, fare delle sperimentazioni nuove, con della nuova tecnologia, con delle nuove metodologie, aprire la mente perché, chi è anziano, chi non ce la fa più a studiare, a mantenere il ritmo dell’acquisizione di queste informazioni, allora ,quando riguarda la sicurezza della vita delle persone, devono fare un passo indietro e lasciar parlare chi ne sa di più.
Claudio Messora: Beh, molte delle cose che ci hai detto, tra l’altro saranno contenute anche nel dvd che ricordo presto potrà essere prenotato e che farà un po’ di luce sulle tue ricerche, chiarendo molti degli aspetti che purtroppo non vengono chiariti e generano magari dei dubbi anche nelle persone, tra tutti quelli che ti sostengono c’è qualche scettico, ma probabilmente perché non ha sufficienti informazioni per comprendere come funziona la tecnica che tu hai messo a punto. Ci dicono dal teramano, possono stare tranquilli?
Giampaolo Giuliani: In questo momento, nel teramano possono stare tranquilli, perché se si svilupperanno degli eventi udibili dalle persone sui Monti della Laga o sui Monti Reatini, loro possono sentirli, averne paura, perché adesso questi terremoti fanno paura a tutti, però diciamo che il territorio più interessato e a rischio in questo momento è sempre l’aquilano.
Claudio Messora: Va bene, allora. Prima di farti dare un lieto annuncio, so che ci tieni tanto, ricapitoliamo la situazione per quanti si fossero collegati da poco. Il radon è in crescita, quindi una situazione non gravissima però comunque su cui mantenere l’attenzione. Circa 1000 punti in conteggio in più e questo darà luogo, dillo tu…
Giampaolo Giuliani: Eh, questo può dar luogo a un incremento di eventi: primo, strumentali e forse qualche evento udibile tipo 2.7 – 2.8 – 2.9 contenuto intorno al 3, in questo momento.
Claudio Messora: Quindi ancora un aumento di eventi. Bene, vuoi dare il lieto annuncio, la nascita di cui mi parlavi prima?
Giampaolo Giuliani: ….risata….Mi stavo domandando che cosa fosse…
Claudio Messora: No, non stai per avere un altro figlio, però per un ricercatore certe cose sono come dei figli.
Giampaolo Giuliani: Finalmente, da questa sera alle ore 20, è arrivato il primo file dell’acquisizione di Magliano dei Marsi. E’ entrato in funzione ed è in rete e sta funzionando meravigliosamente bene. Avremo la possibilità, così abbiamo chiuso un quadrangolo sostanzialmente, e abbiamo per la prima volta tre stazioni in rete che ci permettono di poter quantificare meglio l’epicentro, il grado sismico e poter dare delle informazioni più precise, cosa che fino adesso era abbastanza difficile poterlo fare. Sì, finalmente è in funzione, ci abbiamo messo tanto tempo, ma grandissima e tanta è la soddisfazione.
Claudio Messora: E infatti io volevo dire proprio questo: con tre stazioni attive finalmente, specialmente che mandano i dati online in tempo reale, potrai triangolare, quindi essere un po’ più preciso sugli epicentri.
Giampaolo Giuliani: Tieni conto di una cosa, adesso quella stazione che era in funzione già da un mese, però non era calibrata, adesso che è stata calibrata e quindi i suoi dati acquistano un significato diverso, dovrà funzionare un mese prima per avere la media di emissione di radon su quel territorio e dopo di che, tra una quindicina di giorni – venti giorni, quei dati saranno validi per poter fare delle previsioni.
Claudio Messora: Aspetteremo con ansia. Giampaolo, io voglio soltanto esprimerti, a nome di tutti quanti e ti garantisco che sono tantissimi in questo momento collegati e ancor di più saranno quelli che successivamente on demand, cioè su richiesta, andranno a rivedersi questo file prima di andare a letto. Io vorrei che tu fossi conscio dell’enorme responsabilità, ma soprattutto l’enorme senso di gratitudine che tutte queste persone hanno nei tuoi confronti per il voler perdere il tuo tempo, senza che nessuno te lo faccia fare, in fondo lavorando a gratis, solo sul tuo stipendio, come in questo momento perdere mezzora del tuo tempo per dare aggiornamenti e, in qualche maniera anche dando a volte notizie meno positive, però rinfrancare le persone che non si sentono abbandonate. Qui ti ringraziamo tutti di cuore e speriamo che tu voglia continuare questa esperienza.
Giampaolo Giuliani: Claudio, sono io che devo ringraziare tutte queste persone, perché è grazie a loro che io riesco ad andare avanti. E’ grazie a loro se io non smetto tutto e non vado via, perché a volte mi domando perché sto buttando tutte queste energie, tutte queste fatiche, quando poi avvengono cose come quelle che sono avvenute oggi in cui, io non l’ho sentito ma me lo hanno detto, che la Commissione Scientifica Internazionale che hanno convocato qui in Italia si è espressa negativamente nei miei confronti. Io, nonostante il loro parere che a questo punto non ritengo giudizievole per questa situazione anzi, noi abbiamo sottomesso, te lo avevo detto già, il nostro primo articolo in collaborazione con Dimitar Ouzounov, Sergey Pulinet e Taylor negli Stati Uniti e presto spero mi daranno conferma da Science della sua pubblicazione. In più ne stiamo presentando un altro, risponderemo a tutte queste persone, tutti i nostri ammiratori potranno essere orgogliosi, se tutto questo verrà pubblicato e fatto, che hanno avuto ragione a puntare su un qualcosa che oggi secondo me cambia la storia scientifica dei terremoti.
Claudio Messora: E questa è la grande forza della rete: sostenere qualche cosa che prima, se fosse stato celato dai media, sarebbe scomparso ed oggi riesce ad essere sostenuto grazie a persone come tutte quelle che sono collegate adesso e che non smettono di credere e che non smettono, credimi, di difenderti anche nei confronti dei pochi scettici che giustamente discutono, anche se a volte più che per il desiderio di conoscenza sembra più per partito preso. Ti ringraziamo ancora e spero di poterti riavere presto, mi dirai tu quando. Non vorremmo rubare troppo tempo né alla tua famiglia né al tuo lavoro, ma non appena avrai cinque minuti liberi, noi siamo qui ad aspettarti e potremo pianificare un’altra diretta. Grazie mille, se non hai nient’altro da aggiungere…
Giampaolo Giuliani: Grazie a te, no. Ringrazio tutti. Buonanotte e ci sentiamo presto. Grazie.
Claudio Messora: Ciao Giampaolo, Ciao.
Giampaolo Giuliani: Ciao Claudio.
Claudio Messora: Ragazzi, io Giampaolo lo conosco. Questa era la voce di un uomo emozionato. E con questo vi saluto, buonanotte a tutti, anche se la situazione è appena più grave, ovvero circa 1000 punti di conteggio in più, eventi strumentali che incrementano e magari si potrebbe raggiungere anche un magnitudo 3. Comunque direi che anche stanotte, secondo quanto esprimono le ricerche di Giampaolo Giuliani, potete dormire tranquilli e dare il classico, ormai consueto, leggendario bacio ai vostri figli. Buonanotte.


Trascrizione a cure di Linus

117 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • io non riesco a capire quanti fondi servono a giuliani x riparare anche il terzo radometro cosi puo analizzare anche i livelli radon qui nel cassinate visto che ultimamente si balla anche qui e noi non dormiamo piu!!!!!! vi prego voi tutti aiutatemi !! aiutiamo giuliani a completare finalmente questo terzo strumento!!!!!!! qualsiasi cifra…
  • Credo di aver capito (causa isolate interruzioni del video) che una commissione ha bocciato il metodo. CONsiderato che non trovo info su questa qustione, è possibileavere qualche notizia in più? Chi ha valutato ilmetoto Giuliani? Grazie
  • E’ veramente incredibile il tempo e la pazienza che questi due uomini dedicano a noi abruzzesi….i riflettori si sono spenti sulla nostra terra , ma loro sono ancora con noi.
  • @ byoblu
    però domani sera anche se non ci sarà il video una telefonatina a giuliani la farai vero!?!poi magari scriverai solo come si mantengono i conteggi del radon.cmq sei grande!
  •  considerando che ankora nn ascolto il video e avrò difficoltà ad ascoltare x motivi già citati, siamo a 1000 pt, ieri a 800, con il 4.1 eravamo a 2000 pt e con un improvviso innalzamento di 1600 punti, quindi possiamo stare ankora tranquilli!
  •  a byoblu se riuscirò a vedere il video farò io la trascrizione almeno un modo x dirti grz x tutto l’impegno! Vedrò se riesco a vederlo!
  • Ciao a tutti, a costo di essere ripetitiva voglio ringraziare questi 2 GRANDIIII! In ogni modo mi associo a fifi ed insieme a lei spero di avere almeno 2 righe domani sera anche perchè la situazione non è delle migliori. ce la farai Claudio? io spero e credo di si, non farci passare un fine settimana sulle spine, ti prego. GRAZIE e complimenti di aver rivolto a Giuliani il nostro sostegno anche se lo "deridono" da tutto il mondo. Forza non mollate, fatelo almeno per noi che vi crediamo, agli scettici avremo modo di fargli cambiare idea!!!
  • Grazie di cuore a te, Claudio ed al mio "Sciamano Giuliani". Continuo a pensare che i tempi di Galileo Galilei non sono (ahimé!) ancora passati. La Baronia esiste in tutti i campi della ricerca e non ,ma, se uno stuolo di fedeli sostenitori assiste , commenta e prega affinchè titolate riviste come "Science", pubblichino articoli del lavoro fatto…bene, vale la pena di continuare!Forza che siamo con voi ed un enorme GRAZIE!
  • GRAZIEEEEE…..da quando vi seguo la sera metto a dormire più tranquillamente i miei bambini. grazie giampaolo non mollare mai!!!! e non ci abbandonare. io credo in te
  • Grazie Claudio per la tua dedizione.
    Grazie Gianpaolo per la tua umiltà e per il servizio che doni alla comunità.
    C’è chi si mette al servizio degli altri per soddisfare il proprio ego, per essere riconosciuto, VOI DUE LO FATE CON IL CUORE, ed il vostro cuore è grande, generoso e disinteressato.
     
    Ricordati che ogni elemento della natura
    è come una persona.
    Perciò parla alle tempeste,
    parla al tuono:
    sono amici,
    ti proteggeranno.
    (anonimo Navaho)
     
     
     
  • Grazie a te Claudio e grazie anche a Giampaolo per l’impegno che ci state mettendo per aggiornarci e tenerci informati. attendo con ansia l’uscita del DVD. GRAZIE!!!!!!
  • Sto seguendo questa situazione del radon dal 6 aprile e continuo a seguirvi, siete due persone dal nobile cuore, meritate tanto!
    Grazie di tutto, grazie per il vostro impegno, sicuramente comprerò il dvd "Internet for Giugliani" quando si potrà prenotare
     
  •  Ciao Claudio e ciao Giampaolo,
    quello che state facendo è qualcosa che va oltre l’informazione libera…
    Sono un tecnico che si occupa di elettronica, informatica, reti lan e wifi e di elettricità… se in qualche modo potevo esserti utile Giampaolo, contattami.
    ciao e ancora grazie per tutto quello che state facendo.
     
  • Un grazie speciale al tuo lavoro e al Sig Giuliani per la sua disponibilità! Questa chiamasi Informazione! Da abruzzese sono lieto che Giuliani ci tenga a tenerci informati poichè troppo spesso in Italia non ci è riconosciuta questa possibilità. Agli scettici rispondo che la nostra costituzione ci riconosce la libertà di pensiero e di parola(per fortuna!) perciò ognuno è libero di credere o non credere purchè lo si faccia nel rispetto di quelle persone, come il nostro Giuliani, che impiega il suo tempo per la nostra sicurezza. Sig. Giuliani Lei lo sa meglio di me, visto che io ho solo 24 anni, che nel nostro bel paese non diamo mai la giusta riconoscenza e gratitudine alle persone, questo è secondo me il suo caso, visto che altrove ha trovato le possibilità per illustrare almeno i suoi studi e le sue ricerche senza esser stato considerato prima del tempo un ‘ciarlatano’. La seguo dal 6 aprile e non ho alcuna intenzione di smettere di farlo, spero ne avrò ancora la possibilità tramite questo interessantissimo blog. Una domanda: è possibile iscriversi al sito chiocciolandia per avere un maggiore aggiornamento?? Grazie per la sua attenzione. Firmato: un abruzzese!!
  • Buona sera Claudio,
    sono sempre io,Gaetano di Teramo…forte anche questo servizio!Ma nessun ente puo’finanziare Giuliani?Ora vado a nanna sperando che non mi svegli un tre o piu’…notte
     
  • GRAZIEEEEEEEEEEEE MILLE  A CLAUDIO ED A GIAMPAOLO…..SIETE MITICI, GUARDO OGNI GIORNO ED OGNI SERA IL SITO PERCHè MI Dà SICUREZZA VEDERE CHE C’è QUALCUNO CHE "VEGLIA"SU DI NOI…VORREI SAPERE PROPRIO LE MOTIVAZIONI PER CUI NON è STATO PRESO IN CONSIDERAZIONE IL SUO METODO DA QUELLA COMMISSIONE….??????? NON HANNO IMPARATO NULLA….VOLEVO SAPERE SE è POSSIBILE COSA NE PENSA GIAMPAOLO DI RAFFAELE BENDANDI E SE SA QUALCOSA DEL SUO METODO O PREVISIONI…..UN SALUTO
  • @ sminch
     
    La trascrizione l’ho in pratica già ultimata. Appena possibile verrà inserita nel blog.
    Sempre grazie alle preziose informazioni di Claudio e Giampaolo Giuliani (tieni duro nonostante i bastoni tra le ruote messi d’intralcio dal solito humus italicus).
  •  Mi dispiace non riuscire ankora a vedere il video, ringrazio chi ha fatto la trascrizione mi è venuta la pelle d’oca x le belle parole di Claudio e Giampaolo…beh ke posso dire Claudio e Giampaolo santi subito!!!ihihih
    grz infinite ! Voi si che nn ci abbandonate!
  • Bah…
    le pubblicazioni scientifiche di cui parlava Giuliani alla fine sono un articolo mandato al Times, ammesso che lo pubblichino, non so che valenza può avere scientificamente, è come se la montalcini avesse vinto il nobel per un suo articolo pubblicato dall’Espresso o Panorama.
     
    Comunqie sia mi pare evidente che il livello in questo blog sià legermente scaduto, mi pare ormai un ghetto di complottisti:
    elicotteri misteriosi, scie chimiche, haarp, controllo mentale, ecc ecc.
    Quei pochi che come me provavano ad avere un cotraddittorio, bastao sulle nostre competenze scientifiche, con Giuliani non l’hanno mai avuto, e soprattutto ora si sentono accusati di essere parte di una mega-cospirazione planetaria.
     
    Ciao
    • Elle, il tenore di alcuni commentatori non è mia responsabilità. Si può sempre bannare alcune conversazioni e alcuni commentatori, per l’esigenza di rimanere on-topic, ma poi ti accusano di censura.
      Secondoi voi è utile?
  • vorrei gentilmente sapere come si fa per capire la situazione sismografa a sora visto che il 30 di settembre ce stata una scossa grazie.
    • Perchè non attivare tutti i rilevatori che ha il sig. Giuliani e metterli tutti on line per informare immediatamente i nostri lettori credo che nn sia una spesa eccessiva diamo tutti un contributo per farli attivare! Interessa a tutti noi per la nostra sicurezza.Non perdiamo altro tempo in chiacchiere. Ciao
  • Una cosa, qualcuno sa qual’è l’unità di misura dei così detti "conteggi" del radon? Sulle ascisse c’è il tempo ma sulle ordinate che grandezza c’è?
     
     
    • E’ un numero puro, dovrebbero essere (se non vado errato) i conteggi di particelle gamma generati dalla catena di decadimento del Radon, rivelati attraverso un (per la verità discusso e ancora non verificato) sistema di scintillazione-fotomoltiplicazione-fotorivelazione e campionati ad intervalli regolari.
       
      Ciao,
      Simone
    • …datato 24 Aprile, quando nessuno aveva alcuna pubblicazione scientifica di Giuliani. Si riferiscono ad alcuni documenti che erano (e che sono stati opportunamente tolti) consultabili sul sito chiocciolandia che descrivevano sommariamente la ricerca della SCS, senza però fornire alcun dato sperimentale verificabile sulle rilevazioni. Perciò il parere è negativo…. attendiamo gente. 😉
       
    • Com’è possibile che Science abbia "stroncato" Giuliani, se quell’articolo è del 17 di aprile scorso, e Giampaolo ha sottomesso solo adesso un’articolo su Science?
      Lo stanno poi invitando a San Francisco, al più grande congresso sui terremoti che si terrà in dicembre, dunque questa "stroncatura" di cui parli non sembra essere presa molto in considerazione, oppure essere obsoleta o magari in cattiva fede.
  • Per tas:
    in generale l’unità di misura per  "quantificare" il radon fa riferimento al valore dei decadimenti nell’unità di tempo. In generale il decadimento del "radon^222 atmosferico" deve essere quantificato all’interno di un metro cubo di aria.
    A sommi capi Giuliani dovrebbe calcolare quanto radionucline (radon) decade in un metro cubo di atmosfera.E vede sostanzialmente quanto radon c’è al metro cubo.
    L’unità di misura del decadimento è il Becquerel [Bq] che indica un decadimento/secondo
     
    Quindi, probabilmente, utilizza come unità di misura Bq/m³.
     
    • Ok, davvero chiaro Daviduccio! Ti ringrazio!
      Adesso ho un attimino più chiaro il concetto dei conteggi di cui parla il sig Giuliani! Se ho capito bene è dunque la quantità di radon che c’è nell’aria. Ma scusa tanto ho letto qualcosa sul radon ed ho visto che questo gas si deposita soprattutto in cantine e locali bassi.
      Ma Giuliani dove lo misura allora? In cantine? Oppure all’aria aperta? E sopratutto la quantità da luogo a luogo cambia?
       
    • Esattamente. Lo misura negli scantinati. E la quantità, da luogo a luogo, cambia certamente. Proprio in virtù delle diverse misurazioni, egli ha elaborato un metodo per triangolare e stabilire l’epicentro e la magnitudo attesi.
    • @ byoblu
      visto che sei "on line",hai qualche novità o è tuttp esattamente come ieri sera? i miei bambini li metto a letto?scherzi a parte, ogni sera aspetto veramente che che tu ci dica qualcosa, e solo dopo metto i miei due pulcini a nanna. non solo:avverto anche mia madre(che non è più tanto giovane e deve mettere mio padre a letto( è disabile sulla sedia a rotelle) e mia sorella ,che non sa usare internet.questo te lo dico perchè ho letto tanti commenti negativi  sul lavoro di giuliani e indirettamente su te che lo affianchi.personalmente ti chiedo di non dare retta ai saputelli, ma se puoi(e lo stai già facendo)dai retta a noi poveri "ignoranti"che di scienza ne sappiamo poco ma di paura ne abbiamo tanta. …….
  • Grazie di cuore a Claudio e Giuliani per tutto l’impegno che stanno mettendo in quest’epoca in cui l’informazione non è informazione e dove la censura ne ha prepotentemente preso il posto, in un’epoca dove ci sono persone che ti fan credere che esiste libertà di parola ed espressione, ma che in sostanza, non è proprio cosi. Un grazie particolare a Giuliani ,che nonostante venga ripetutamente attaccato e non ascoltato,(da coloro che, invece, dovrebbero intendersene, ma hanno il paraocchi…,magari solo perchè con una laurea non son riusciti a farle loro queste scoperte) lavora senza tregua e con passione portando avanti ciò in cui crede. GRAZIE!
     
    P.s con l’attivazione della stazione di Magliano dei Marsi è possibile vedere la situazione a Sora? Vorrei  sapere anche qualcosina sulla mia città, magari anche sulla Marsica se non è tanto disturbo. Ringrazio anticipatamente.
  • Grazie Claudio e Giampaolo.
     
    Volevo fare una domanda a Giuliani ma non credo arriverà una risposta.
    Io comunque ci provo.
     
    Ho trovato questo sito spagnolo (Misteri dell’Astrofisica – il link traduce già in italiano) frequentatissimo e curato da scienziati  ed esperti in diversi campi che mi ha lasciato sbalordito sia per la qualità delle informazioni sia per la serietà. Nel sito si attribuisce lo tsunami di Samoa alla tempesta solare del 24-25 settembre. Attività solari che stanno destando preoccupazioni anche alla Nasa.
     
    La domanda è: tutto ciò è plausibile? Aggiunge qualcosa, è compatibile con la teoria di Giuliani?
     
    Vi leggo sempre.
     
  • Ciao Ragà,
    voi che siete meglio informati … dato che di scosse sensibili non se ne sono avute (l’ultima è un 2.3 delle 19 circa del DUE ottobre) .. come sono andate invece quelle strumentali? Siamo nella solita media?
     
    Ciao!
  • Ma allora l’infallibile metodo Giuliani ha toppato?
    Il 3° grado profetizzato nell’arco delle 24 ore successive all’intervista non s’è fortunatamente verificato!
    Beh cosa sarebbe sucesso se magari avesse allerato per un sisma superiore a 5 e poi l’evento non si sarebbe verificato nelle 24h successive? Tutti avrebbero passato la giornata campeggiando e poi magari dopo 24h tornati a casa beccandosi il terremoto magari dopo 72h dalla profetizzazione.
    E’ ancora un metodo troppo, troppo impreciso! Lo stesso risultato di previsione imprecisa si potrebbe avere anche con la misurazione della temperatura delle acque sorgive e dei pozzi, con la misurazione delle incremento delle strumentali, con l’osservazione dei vermi, con le immagini satelliri della radiazione infrarossa ecc ecc. E’ ovvio che quando c’è un evento forte tutti questi parametri sono fortemente significativi, radon compreso.
    Io credo che a Giuliani bisognerebbe dare più spazio come ricercatore e meno come "sciamano". Un ricercatore che si rispetti non prescindere dall’osservazione e dichiarare che lui prevede i terremoti al 100%. Questo che sta succedendo con Giuliani mi fa pensare al caso Di Bella, sì il medico che dichiarò che aveva scoperto la cura infallibile per il cancro che poi in realtà sè rivelata una fetecchia (attenzione! non sto dicendo che lo sia anche Giuliani)! Di Bella dichiarà di poter curare il cancro senza eseguire i trial clinici e quindi i suoi dati erano validi solo per lui perchè era fortemente convinto nella propria tesi errata. Vendeva fumo!
    Comunque questa è la mia umile opinione, spero di non aver offeso nessuno. Ma se realmene vogliamo la libera informazione, c’è bisogno di sentire anche i motivi per cui persone come me non credono in maniera ferrea a ciò che gli viene propinato per oro colato.
  • magari qualcuno non ha potuto ascoltare l’intervista, ma dalla trascrizione fatta le parole di giuliani si capiscono perfettamente; parla di un incremento di radon, con conseguente aumento di scosse strumentali e FORSE un  paio di scosse udibili, cmq al di sotto del 3 grado.
    in più se giuliani "profetizzasse"( uso il termine usato da qualcun’altro)un evento superiore a 5 che fortunatamente non si verificasse anche trascorse 72 ore, che male ci sarebbe? meglio cosi!giuliani sicuramente ci spiegherebbe il perchè e cmq sarebbe nel buon senso di tutti ,visti i tempi che corriamo, rimanere in guardia.
     a chi non è gradito il lavoro che quest’uomo sta svolgendo, non dovrebbe neanche intervenire su questo blog!
    • "a chi non è gradito il lavoro che quest’uomo sta svolgendo, non dovrebbe neanche intervenire su questo blog"
      Bene, questa non sarebbe una monopolizzazione?E’ come dire questo è il blog dei soli "pro-Giuliani", quando invece sono certo che non è assolutamente l’intento di Messora, che si batte quotidianamente per la libera informazione, e che io personalmente stimo per quello che fa! E chiudo qui con il tuo sterile discorso, francamente privo di logica!
       
      Qualcuno non mi ricordo chi, parlò di metodo scientifico, spiegando in maniera esaustiva cosa significasse. Il suo metodo sarebbe stato valido se fosse esattamente RIPETIBILE e COSTANTE nei risultati, questo, che vi piaccia o no, al momento non è ottemperato dalla sua “legge”!!! E questo credo che ormai sia ineluttabile. Probabilmente molti di voi fanno una confusione assurda fra un legge scientifica ed una ipotesi scientifica. Quando io formulo una legge, essa deve “funzionare” (essere valida) sempre, un esempio che mi viene in mente è il teorema di Pitagora. Se il teorema di Pitagora funzionasse solo su alcuni tipi di triangolo rettangolo non sarebbe più una legge! Che significa allora, che per farlo "funzionare" devo avere per forza un triangolo isoscele rettangolo più tosto uno rettangolo scaleno? Una legge è una legge punto e basta. Si dice che deve essere generalizzata o generale!
      Attualmente l’ipotesi e la presunta “legge di Giuliani” hanno delle falle, a tal proposito sarebbe sicuramente più produttivo per lui, cercare di generalizzare la sua legge approfondendo gli studi e magari limitare le sue profezie. Adesso è quasi costretto a farle perché così c’ha abituato e perché ci sono molte persone che tifano per lui. Poi è ovvio che persone che fanno 2+2 si infervorano ed hanno pregiudizi per quelle che saranno le future scoperte da parte di Giuliani. Non si può parlare di "metodo Giuliani" se metodo non è! Il metodo DEVE funzionare sempre! Un terremoto si prevede quando conosco: 1) Luogo esatto dell’epicentro, 2) posizionamento temporale esatto (poca approssimazione) dell’evento, e 3) magnitudo dell’evento. Se ci sono profezie che hanno questi tre aspetti chiari e l’evento non avviene, la profezia è sbagliata, errata. Se poi non li hanno chiari e precisi è falsa in partenza.
      Basta, ho detto quasi tutto, vi saluto visto che i miei interventi sono sempre giudicati idioti e fuori luogo da presuntuosi che non amano il dibattito che invece è proficuo specialmente in argomentazioni come queste.
       
       
    • Per Pietro Roma
       
      Sacrosante riflessioni le tue.Però, scusami, mi chiedo perchè si chiede a Giuliani di dimostrare che il suo teorema si può applicare a tutti i triangoli come se fosse un problema tutto suo, come se quello che serve in fondo è che dimostri di aver ragione ; potersi difendere da un terremoto è una necessità di tutti non solo sua e mentre con i suoi soldi, il suo lavoro e la sua passione cerca di migliorare ciò che sente essere una scoperta utile a tutti noi siamo qui con il dito puntato a chiedergli perchè 2+2 non fa categoricamente sempre 4 invece, magari, di accostarci con un pò di umiltà e cercare di capire le condizioni in cui opera che non sono certo quelle di certi salotti svavillanti della ricerca foraggiata e riconosciuta.
      Io credo che ci siano altri metodi che la scienza dovrebbe adottare oltre a quelli ferrei e legittimi della dimostrazione e della riproducibilità illimitata ; quando qualcuno costretto a fare ricerca nello scantinato di casa mostra il risultato di certe sue intuizioni e si ha il sentore che possa aver iniziato un una percorso interessante si può anche scegliere di non rimanere fuori ad aspettare che arrivi in fondo da solo tra mille difficoltà servendo il prodotto finito e pronto all’uso.Una comunità scienifica che in termini di previsione di terremoti non riesce ad andare oltre al lancio statistico dei dadi (altro che 2+2=4) ha il dovere di trovare umiltà ed entrare in quello scantinato a mettere in pratica il padre di tutti i metodi scientifici : provarle tutte.
  • Quante storielle..Se leggete le pubblicazioni dello stesso Giuliani capirete che all’interno di uno sciame sismico l’attendibilità della previsione diminuisce a causa della continua attività. Inoltre per scosse inferiori al 3 grado in condizioni normali l’attendibilità del metodo è sul 60/70 % ed è praticamente al 100% per scosse di rilevante entità(maggiorni di 4.5/5). Inoltra l’altra sera subito dopo l’intervista c’è stato l’aggiornamento dei dati ed era in atto in quell’aggiornamento un calo. Detto questo sentendo bene l’intervista si capisce benissimo che Giuliani parla di scosse strumentali e siccome non ancora visionava l’aggiornamento seguente(quello delle22) e quindi non conoscendo con precisione i nuovi dati HA PRECISATO che FORSE potevano esserci un paio di eventi udibili comunque non superiori al terzo grado quindi da non destare alcuna preoccupazione. Se si visiona iside con L’Aquila raggio 40 km si possono vedere benissimo le strumentali. Vi assicuro per esperienza personale che su un 5 il metodo non sbaglia nulla, non ci guadagno nulla a dire ciò..ho semplicemente sperimentato sulla mia pelle l’attendibilità del metodo.
    • PS. a parer mio critiche e osservazioni garbate e sensate, come quelle di Pietro Roma dovrebbero essere le benvenute, nonchè gradite a tutti in un contesto di discussione civile.
       
       
  • Fatemi capì na cosa, ma quindi il radon è in calo o no, mi riferisco all’intervento di Ceppistico!
    Allora cosa si sa?
  • nessuno mi risponde a quando un nuovo aggiornamento di Giuliani?
    il radon è sceso come mi è parso di leggere in un commento ?
  • Per Pietro Roma (commento 35-02)

     
    Sacrosante riflessioni le tue.Però, scusami, mi chiedo perchè si chiede a Giuliani di dimostrare che il suo teorema si può applicare a tutti i triangoli come se fosse un problema tutto suo, come se quello che serve in fondo è che dimostri di aver ragione ; potersi difendere da un terremoto è una necessità di tutti non solo sua e mentre con i suoi soldi, il suo lavoro e la sua passione cerca di migliorare ciò che sente essere una scoperta utile a tutti, noi siamo qui con il dito puntato a chiedergli perchè 2+2 non fa categoricamente sempre 4 invece, magari, di accostarci con un pò di umiltà e cercare di capire le condizioni in cui opera che non sono certo quelle di certi salotti svavillanti della ricerca foraggiata e riconosciuta.
     
     
    Io credo che ci siano altri metodi che la scienza dovrebbe adottare oltre a quelli ferrei e legittimi della dimostrazione e della riproducibilità illimitata ; quando qualcuno costretto a fare ricerca nello scantinato di casa mostra il risultato di certe sue intuizioni e si ha il sentore che possa aver iniziato un una percorso interessante si può anche scegliere di non rimanere fuori ad aspettare che arrivi in fondo da solo tra mille difficoltà servendo il prodotto finito e pronto all’uso.Una comunità scientifica che in termini di previsione di terremoti non riesce ad andare oltre al lancio statistico dei dadi (altro che 2+2=4) ha il dovere di trovare umiltà ed entrare in quello scantinato a mettere in pratica il padre di tutti i metodi scientifici : provarle tutte.
    • Fortunatamente qualcuno ama ancora rispondere in maniera intelligente e civile! Complimenti. Io sono pienamente d’accordo con te sul discorso che fai del metereologo. Credo che ormai abbia creato una nuova figura: il “terremotologo”! 😀 Nulla di cattivo gente! Se il suo metodo ha una specificità quasi al 100% per eventi di magnitudo superiore a 4, Giuliani poteva fare una grande impressione sulla comunità scientifica e sull’opinione pubblica. Mi riferisco allo scorso evento di magnitudo 4.1 verificatosi mi pare sul Gran Sasso. Se avesse limitato al massimo (o eliminato) profezie per sismi di piccola intensità, quando avvertiva l’imminenza del 4.1 alzava il telefono e chiamava Messora o qualunque altro cronista e diceva: “cari signori io mi aspetto un M>4 a 20km da L’Aquila fra 6-24h”. A quel punto era inconfutabile la cosa! E tutti sarebbero rimasti a bocca aperta portando alla ribalta Giuliani! Così invece sta lavorando profetizzando piccoli eventi di poca importanza, a mio avviso si sta buttando fango addosso da solo perché non sempre ci becca e poi scosse piccole sono praticamente continue, sostanzialmente non prevede nulla. Per non parlare poi delle strumentali! In sostanza una cosa intelligente da fare sarebbe generalizzare la sua “legge”, limitare le profezie inconsistenti, e, speriamo di no, profetizzare solo eventi forti se il suo sistema funziona meglio su questi. Poi se si vuole si può parlare di aria fritta… Quello che fa senza fondi è straordinario, ma il suo approccio con i mass media è praticamente contro produttivo ed ha valenza scientifica nulla anzi, se dovesse esserci qualcosa di buono così facendo l’annienta e basta. La pasta ancora non è cotta signori!
       
      Ecco adesso giù con gli insulti! (mi riferisco solo ai superbi è ovvio!)
       
  • Volevo sapere una cosa da Giampaolo, se è possibile,…..su un giornale di qualche giorno fa c’era un’intervista ad alcuni esperti della commissione gandi rischi i quali dicevano che se si dovesse verificare una scossa forte di terremoto si verificherebbe nella zona MONTEREALE/CAMPOTOSTO…volevo chiedergli che cosa ne pensa di questa probabilità..

     
  •  
    buonasera volevo fare una domanda a il sig. giampaolo; cosa pensa delle teorie di bendandi e del terremoto distruttivo che a previsto per il 2011 a roma e per l’apocalittico il 5 6 2012 a macchia di leopardo in tutto il mondo . ragazzi io mi sto veramente preoccupando lo so che prima o poi devo morire ma no a 32 anni chiedo solo di vedere i miei figli grandiiiiiii
     
  • Salve a tutti, sono sfollato con la mia famiglia a Terranera, vicino Rocca di Mezzo, sono molti giorni che qui si susseguono scosse piccole e meno piccole, proprio pochi minuti fa 2,7, tutti parlano del pericolo della faglia di Montereale Campotosto, ma qualcuno sa che cosa sta succedendo qui tra Valle Aterno e Velino Sirente? E’ possibile sapere qualcosa da Giuliani? Grazie.
  • Per FitTizio
     
    Mi capita di non poter seguire per qualche giorno il blog per cui ci sono dei commenti che vado a leggere con un po di ritardo.Quello tuo che riporto sotto ricalca nella sostanza ciò che ho sempre sostenuto riguardo alla meccanica che caratterizza la risalita del radon con particolare riferimento alla teoria di Giuliani.
     
    "Mi è venuto in mente perché la quantità di radon osservato potrebbe essere influenzata dalla posizione della luna (secondo quello che ho capito delle teorie di Giuliani).

     
    Sotto la crosta terrestre la terra è in uno stato più liquido che solido. Per cui si potrebbero certamente avere degli effetti di marea. Effetti che si manifesterebbero come diversa pressione applicata alle rocce e quindi più o meno "spremitura" del radon in esse contenuto".
     
    Io aggiungerei che anche, o soprattuto, il radon che "stratifica" tra mantello e crosta subisce queste maree venendo iniettato energicamente attraverso le fenditure presenti, producendo talvolta i famosi picchi in salita seguiti da discese repentine quando il cedimeno delle rocce ed il rilevante dilatarsi delle stesse fenditure produce un calo repentino della pressione mentre si creano i malaugurati presupposti per sconvolgimenti fisici più consistenti che possono seguire nel giro di pohe ore.
    Sinceramente trovo in fondo la cosa di una semplicità allarmante e mi fa sorridere un pochettino il vedere come molto spesso forti di una formazione scientifica spinta si vada a produrre obiezioni  tirando in ballo analisi complesse che allontanano dalla più semplice ed immediata visione della faccenda.Ci si sforzava di dimostrare che gli effetti gravitazonali diretti sul radon fossero irrilevanti ma si trascurava l’effetto siringa del mantello…..quando si dice il dito e la luna.
    Che l’emissione di radon fosse influenzata da effetti gravitazonali o che quantomeno variasse con l’alternarsi delle stagioni in virtù delle differenti interazioni tra terra e sole era già noto.Giulani tra l’altro sembra che sia stato il primo a documentare graficamente questo.
    Comunque mi complimento con te FitTizio ; forse Giuliani è più vicino ?
    Ciao.
  • Buongiorno Claudio, volevo chiederti, se possibile, di contattare Lo Sciamano Giuliani: siamo all’alba del semestre, c’è pure la luna piena e due scossette in aumento di intensità ed in diminuzione di profondità…sarebbe utile nonché graditissimo, avere un aggiornamento sulla situazione…Grazie di cuore! Buon lavoro,
    stefania
    • Cara "Signora" (??!!)  Le iniberei l’accesso a questo blog se fossi in Claudio… Cmq visto che ha questa considerazione per il Sig. Giuliani,  senza rispetto alcuno, quanto da lei chiesto dovrebbe essere pagato, come del resto fanno tutti coloro che vanno dai maghi !!!  
    • Caro-a Gity….si vede che sei nuovo del blog! Il chiamare Sciamano il Dott. Giuliani è un complimento per me, vista la storia degli Sciamani stessi. Ho un nome e cognome, basta vedere il mio indirizzo di posta elettronica, che appare sempre nei miei commenti. Prima di "attaccare" gratuitamente la gente, vada a rivedersi TUTTI i miei commenti. Grazie per la Sua cordialità.
      p.s.
      già da tempo ho fatto una donazione per "Internet for Giuliani"…e Lei?
  •  ah dimenticavo faccio gli auguri a Terry(così si chiama il terremoto in Abruzzo) che oggi compie un anno, speriamo sia l’ultimo!
  • vorrei segnalarvi un’anomalia osservata su osservatorio vesuviano zona sggv alle ore 12 .15 circa vi è un’innalzamento del sismografo di poki secondi ad un picco di 7.04 gradi cosè una catastrofe evitata oppure un campanello d’allarme? perfavore rispondetemi grazie manola
    • Ho visto… mah… potrebbe tranquillamente essere un errore dello strumento o al limite "rumore" umano. Di solito il transiente (la parte iniziale dell’onda) è più rapido quanto più è vicino l’epicentro del sisma dallo strumento… e beh, quello è improvviso e molto intenso ma non ha alcuna coda, quindi direi che sicuramente non è una scossa 😉
       
       
    • grazie comunque è strano……
      un’altra domanda:  la sera del famoso terremoto di 8 gradi io e mio figlio abbiamo avvertito la scossa è possibile ke le vibrazioni  siano arrivate fino qui…. anke perkè quando sono rientrata a casa ho acceso il pc e ho visto l’accaduto….da premettere ke abito in abruzzo e qui in quelle ore nn era stata registrata nessuna scossa…..anomalie varie…una cosa è sicura il mondo sta cambiando.
    • Gli eventi sismici oltre una certa intensità sono registrabili da tutti i sismografi del mondo. Tuttavia, le onde che arrivano fin qui da luoghi dall’altra parte del globo sono enormemente attenuate; inoltre, l’attacco dell’onda (la "botta" iniziale per intenderci) va perso. E’ un pò come l’effetto di ascoltare le parole di una persona a 1m dalla stessa o a 50 metri di distanza all’interno di una cattedrale. Il suono arriverebbe molto flebile e poco intelleggibile, tanto che in alcuni casi si confonderebbe con il brusio (rumore) di fondo.
      Questo per spiegare che, in genere, tali onde sono registrabili ma (salvo rari casi) non percepibili.
       
      Poi riguardo al fatto che il mondo stia cambiando… beh permettimi di dissentire. I terremoti (anche catastrofici) ci sono sempre stati e sempre ci saranno, benchè osservando dalla misera finestrella temporale che ci è concessa abbiamo sempre l’impressione che qualcosa di grande, o di particolare stia succedendo…. forse dovremmo cambiare la nostra definizione di "straordinario" e adattarla alla realtà.
       
       
      Simone
       
       
  • non ci soo più notizie dal 2 ottobre mi sono perso qualcosa,
    o la stuazione è talmente tranquilla che non c’è bisogno di aggiornamenti?
    Se qualcuno sa qualcosa lo ringrazio.
  • Altra scossa zona Cassino. Ti prego Claudio chiedi delucidazioni a Giuliani su questi eventi…dobbiamo preoccuparci?
  • Calma gente, cerchiamo di non essere ossessivi con le nostre richieste a Claudio e Gianpaolo.

     
     
    Cerchiamo anche di essere rispettosi tra di noi
     
     
    Cercate di capire, abbiamo questa fortuna che ci viene regalata per così dire e presto potremmo anche contribuire noi ad aiutare.
     
     
    Cerchiamo di non essere insistenti e fastidiosi e di non dire prima grazie e poi lamentarsi.
     
     
    Certo magari gli strumenti di Giugliani non sono ancora perfetti e non sempre ci azzeccano ma si possono perfezionare e la ricerca continua.
     
    Sono felice di dare il mio contributo alle ricerche acquistando il dvd e sostenedo commentando nei post.
     
     
     
  • Ciao,
     volevo segnalarvi che spesso, per questioni di tempo, gli aggiornamenti rapidi potete trovarli anche sul mio profilo facebook, come nel caso degli ultimi due, compreso anche quello di ieri sera.
    Il link lo trovate sulla homepage del blog in alto a destra.

  • Sono Marsicana e volevo segnalare che da ieri sera nella Marsica meridionale, Valle Roveto e Vallelonga, si avvertono le scosse che l'INGV riporta come del distretto di Cassino. Ci sono state due scosse una ieri sera e una stamattina di magnitudo 3.0 e una miriade di scosse strumentali. So che è presto, ma Giuliani si è espresso in merito? E se non lo ha fatto perchè non ci dice il suo parere su questa situazione? Sarebbe gradito qualche suo commento.

  • Scusa claudio non riesco a trovare gli ultimi due aggiornamenti su facebook sono molto poco pratico. Sono andato su Claudio Messora personaggio pubblico ho visto l'aggiornamento del due ottobre, il link per il servizio di oggi della "videocassetta che uccide" ma non ho trovato gli aggiornamenti di cui parli.
    Grazie
     

  • l'intervista  a Giampaolo è stata fatta ieri da radio lady, cmq la situazione è calma siamo su scosse tra2.5 e il 2.2, molto calma, 1500 pt ankora sopra la soglia, ma va bene! Se ottobre andrà bene potremmo tirare un sospiro di solievo!
    Per Cassino invece non dice nulla e credo che sia fuori portata dai rivelatori!
    Cmq calma siamo su scosse del 3 non è grave!
    Oggi x chi vuole la potrete sentire in radio o scaricarla dal sito!!!
    Cmq x questo mese rimaniamo sempre vigili non è detto che non ci sia un 4 xkè in 12h il radon possa alzarsi, ma x le prox 24/48h non si avranno forti eventi!

  • Volevo segnalare che la zona del sorano è attualmente interessata da una sequenza sismica molto simile a quella che ha preceduto il sisma del 6 aprile a L'aquila. Claudio perchè non fai qualche domanda a Giuliani su questa situazione? Te ne saremo infinitamente grati.
    Pensa che in soli due giorni ci sono state più di 80 scosse per lo più strumentrali (come è verificabile sul sito  http://iside.rm.ingv.it/iside/standard/index.jsp), oltre a diverse scosse avvertite distintamente dalla popolazione (tutte intorno al grado 3 della scala Ricther)

  • si in effetti le scosse so tantine, anche l'abruzzo stesso ne sta risentendo un po' , gran sasso 2.1! Però in effetti in scosse strumentali so tante e le scosse da 3 sono molte!Beh vediamo se Claudio riesce a contattare Giampaolo!

  • Ooooh…! Ragazzi!
    Ma che sta succedendo a Cassino???
    Avete visto tra ieri e oggi quanti terremoti???
    Oggi soprattutto, a distanza di minuti, la maggior parte del 3 grado…!

    A quale faglia appartiene???

    <

  • …Scusate…
    ho scritto senza riuscire ad entrare nell'ultima pagina dei post e non avevo letto che, più o meno, ne state cmq parlando

    Cmq sia se sapete di più aggiornateci…
    Anche xchè… sono 2 giorni che mi sta risalendo l'ansia…
    che mi era sparita (a sorpresa) appena avvenuto il sisma nel pacifico.

  • Ciao a tutti

    Sono uno studente dell universita dell'
    aquila e per ovvi motivi sono tornato al mio paese di residenza,Sora.
    Sono alquanto preoccupato per lo sciame sismico che si protrae in queste zone da agosto.
    In particolare è dalla scossa di 3.9 nella zona di Arpino risalente ad agosto che le manifestazioni sismiche si fanno piu frequenti.
    In modo particolare tra ieri ed oggi ci sono state piu di 80 scosse che tendono a salir(infatti al momento si registrano 85 scosse tra strumentali e non).
    La cosa che piu mi preoccupa è che non sembrano diminuire come frequenza e tantomeno come forza.Infatti ci sono state piu scosse del 3° grado di cui le ultime 2 molto ravvicinate.
    Inoltre lo sciame è molto molto localizzato,situazione  analoga a quella dell'aquilano tra dicembre e gennaio.
    Ho saputo che Giuliani ha attivato il radometro a Magliano dei Marsi.
    è possibile che da quello si possa rilevare qualche indicazione su questo sciame sismico?

    Grazie mille

    Fabio

    Sora

  • Scusate,
    Solitamente difendo l'onestà di Giuliani anche in ambienti tecnici.
    E' giusto però ricordare che geologicamente, talvolta le spara grossette.
    Solo per informare.
    I terremoti non si studiano nel loro epicentro, ma nel loro ipocentro (in profondità nel piano di faglia.
    Essendo le faglie, piani inclinati e i terremoti avvengono a qualche chilometro di profondità, è facile capire come l'epicentro (verticale dell'ipocentro) non coincida con l'espressione superficiale della faglia sismogenetica. Questa, infatti, esendo inclinata affiora, se affiora, qualche chilometro di diatnza dall'epicentro. Come si può commentare i risultati degli studiosi che parlano di ipocentro, con commenti sull'epicentro?……..????
    Attenzione, il fenomeno dei terremotio non è difficile da comprendere (grossolanamente) ma nessuno fa qualche trasmissione divulgativa per far capire ai non addetti ai lavori cosa sia un terremoto….tristissimo!

  • Scusate…la faglia pacifica che entra in eurasia corre per la turchia e entra in appennino????? dove l'ha vista? Sono stati spesi migliardi e migliardi di euro per scoprire la struttura (migliaia di tomografie del sottosuolo) di queste aree del mondo….non esiste nulla di tutto ciò…forse lo confonde con il fronte compressivo che da origine a varie catene montuose, ma casomai l'italia è legata al marocco verso ovest non a est dove il fronte è interrotto dalla catenaa alpina! queste sono cose mappate……cavolo il concetto di radon mi piace,  e difendo Goiuliano dalla saccenza del mondo accademico, ma perchè dire cose chiaramente non vere???? la struttura interna non è un'ipotesi, ma un'osservazione, una foto dello stato di fatto, della distribuzione delle faglie!!! Nacono da qui invece varie teorie e ipotesi sulla spiegazione dell'evoluzione di queste strutture. Sarebbe bene fare veramente un po' di informazione senza dire che le mele cadono verso l'alto!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi