Chi ha paura della rete?

Chi ha paura della rete-Intervento di Claudio Messora from Gennaro Giugliano on Vimeo.

La diretta streaming è finita

Dopo l’equiparazione di Facebook ai gruppi violenti degli anni ’70, capolavoro di comprensione sui fenomeni della rete di Renato Schifani, non ci poteva essere tempismo migliore per questa iniziativa organizzata da Luigi De Magistris e dal Meetup di Napoli, dal titolo: Chi ha paura della rete? Ovvero: Come le rete e i social network incidono nella realtà contrastando i monopoli della politica, dell’economia, dell’informazione.
Su questi temi ci confronteremo oggi pomeriggio a Napoli, al Teatro Mediterraneo. Tra gli ospiti confermati, oltre a me ci saranno:

Dino Bortolotto
Assoprovider – Associazione provider indipendenti
Nicola Conenna
Presidente di Europe Conservation e fondatore dello European Blu Network
Andrea D’Ambra
Presidente dell’Associazione Generazione Attiva
Luigi de Magistris
Europarlamentare – Presidente della Commissione Controllo Bilancio dell’UE
Roberto Fico
Organizer del Meetup di Napoli
Informare per resistere
Comunità virtuale di informatori liberi non professionisti
Nicola Izzo / Wikipedia
Wikimedia Italia – Associazione per la diffusione della conoscenza libera
Gianni Lannes
Giornalista direttore di Terranostra
Riccardo Luna
Direttore Wired Italia
Gianfranco Mascia
Organizzatore del NO B DAY
Guido Scorza
Promotore della Carta dei 100
moderatore: Giovanni Occhiello
Giornalista RAI
A seguire, dalle ore 20,30 circa, le performance di Giulio Cavalli, Giovanni Block e il concerto di Eugenio Bennato.
Non mancate alla diretta streaming, su questo blog dalle ore 17.30 in poi. In fin dei conti, se dovessero passare le proposte restrittive in tema di live streaming sulla rete, questa potrebbe perfino essere una delle ultime occasioni.

40 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • no, non vi preoccupate tanto…….delle leggi che metteranno

    io e tanti altri, e se passeranno le leggi anche tutti voi, non dovrete far altre che seguire una guida come questa:

    http://sorgentiaperte.altervista.org/applicazioni-libere/siti-web-a-cms/sito-privato-lamp-virtuale.html

    e costruire un server privato compreso di sito-web virtuale con virtualbox e tramite hamachi creare infinite reti private criptate, poi ci passiamo i link e le password di accesso ad ognuno dei circuiti creati, o addirittura creare proprio le pagine di presentazione cei vari siti privati e via si parte…..nessuno potrà dire niente perchè sono privati e chi entrerà quindi ne sarà consapevole….

    la guida lo creata io, quindi quando sarà il momento non dovrete far altro che chiedere aiuto……

    credo che di guide per far queste cose la rete ne sia strapiena, ma io ho voluto farne una tutta opensource, ma soprattutto a prova di niubo !!!!!!!

    • Bravissimo! E’ quello che dicevo io in un commento di qualche giorno fa!

      Se tutto dovesse andare all’aceto formeremo la New Carboneria 😛

       

  • Io dico sempre che la colpa della situazione in cui ci troviamo in italia (la “i” minuscola non è un errore) non è dei politicanti ma è della maggior parte dei cittadini stessi i quali, basandomi sull’osservazione quotidiana delle persone “comuni”, si dimostrano ignoranti, incivili, cafoni, arroganti, menefreghisti, superficiali e irresponsabili. Naturalmente non posso che confermare quanto sostengo. Però oggi vorrei aggiungere un’ulteriore considerazione, cioè che questa condizione è dovuta soprattutto alla mancanza di una vera informazione e di una cultura decente (intendendo per cultura non solo la scuola ma anche la famiglia stessa e la società in generale).

    Non sono ipocrita e per quanto riguarda l’ignoranza (nel senso stretto della parola, cioè ignorare) mi ci metto di persona in questo mucchio che critico, perchè anch’io prima di scoprire internet ero un ignorante e potevo basare le mie scelte sulle uniche fonti d’informazione che avevo cioè tv e giornali. C’è però un distinguo anche nell’ignoranza ed è il riconoscere oggettivamente quando qualcosa è sbagliato, senza che te lo dicano gli altri, guardando e osservando oggettivamente la realtà in cui si vive e rimanendo critici noi stessi per primi nei confronti di ciò in cui crediamo.

    Faccio il mio esempio: io ho creduto nella Lega Lombarda, l’ho vista crescere e l’ho sostenuta fino a quando ho potuto votare e alla maggior età, alla prima occasione l’ho appunto votata. Poi sono stati loro stessi a farmi cambiare idea perchè dopo anni di insulti alla mafia, a roma ladrona e soprattutto ai richiami di berlusconi come mafioso…si sono alleati con lui. A quel punto per me è stato subito chiaro chi fossero veramente e seppur ci avessi creduto li ho banditi dalla mia vita. Ho semplicemente osservato e giudicato di conseguenza.

    Purtroppo la maggioranza degli italiani non è ne critico ne tantomeno autocritico e si approcciano alla politica nello stesso modo in cui lo fanno col calcio: una volta scelta una squadra è quella per sempre qualunque cosa succeda!

    Ora inizio a vedere un barlume di cambiamento soprattutto nei giovani grazie ad internet. L’informazione inizia a girare più veloce di quanto i “potenti” riescano ad occultarla, ci si fa partecipi in prima persona divulgando quante più informazioni possibili con tutti gli strumenti disponibili e questo inizia a creare una vera coscienza e conoscenza collettiva. Siamo veramente all’alba di una nuova era, di una nuova rivoluzione culturale che per la prima volta nella storia del’umanità è orizzontale e non verticale, cioè si diffonde tra tutti indistintamente e non viene elargita col contagoggie dall’alto (i potenti) verso il basso (il popolo).

    Ora mi rimane un solo dubbio: riuscirà l’informatizzazione (intesa come il saper usare un computer e navigare in rete) a diffondersi velocemente nella maggioranza della popolazione, cioè senza dover aspettare 2 o 3 ricambi generazionali e quindi ad attuare questa rivoluzione in tempi brevi oppure si dovrà appunto aspettare qualche decennio col rischio di una catastrofe anti-democratica dovuta alla ferrea opposizione dei pochi potenti nei confronti di questa realtà che si sta spostando dal virtuale al reale e che rischia di distruggere il loro status di dominio?

  • si !!!!!

    da quel che ho potuto costatare l’informatizzazzione è molto veloce……..ed internet è stata creata da dei tizzi forse peggio di noi…..nel senso di più liberi di noi, erano gli anni 69 – 70 ed erano dei tizzi allucinanti, la liberta era il loro nutrimento e scopo di vita !!!!!

  • si !!!!!

    da quel che ho potuto costatare l’informatizzazione è molto veloce……..ed internet è stata creata da dei tizzi forse peggio di noi…..nel senso di più liberi di noi, erano gli anni 69 – 70 ed erano dei tizzi allucinanti, la liberta era il loro nutrimento e scopo di vita !!!!!

  • Stereo86 ha scritto :
    Ciao. Quoto quello che dici! D’accordissimo. Non sai gli sforzi che sto facendo per cercare di convincere i miei genitori ad informarsi in modo alternativo e costruttivo su internet. Purtroppo non è facile per chi ha vissuto senza computer con solo tv e giornale. Se non gli scrivi in un postit le istruzioni per accendere e spegnere il pc il giorno dopo se lo sono già scordati. 😀 Questa sì che è una dura e lunga battaglia. Buona giornata.

     

    veramente con i genitori la vedo molto dura…….

    comunque sono troppo graziosi fanno il loro lavoro e non ne sanno niente di niente (i genitori)…..non come noi dannati e indiavolati per l’amore della liberta, della vita e di chissa cos’altro abbiamo in testa !!!!!!!

  • certo che bisogna fare i complimenti ai giovani che hanno creato e che stanno creando questo movimento….ho visto la diretta e veramente mi venivano le lacrime agli occhi, perche bisogna dare atto ai vari Demagistris Claudio Messora e gli altri presenti, veramente mi sono piaciuti tutti quanti…

    io pure penso come Demagistris che bisogna far si che diventi non un movimento politico, ma incidere, cercare di fare in modo di essere incisivi sulla politica, anche se fà troppo schifo la politica, lo so, ma forse potremmo cambiarla radicalmente noi così……bisogna farlo, anche se comunque non credo che questi politicanti siano tanto disposti a lasciare che succeda questo in maniera tranquilla, come diceva Claudio Messora……

    cavolo poi, quello che sta passando quel giornalista di Terranostra, bisognerebbe far qualcosa…..comunque se le cose devessero peggiorare mi decidero a scendere per strada ad aiutare tutti quelli che come lui rischiano un po troppo la vita andando a domandare a tipi come schifiano (e pensare che anche io son di Panormus) che casio di strada veloce sta costruendo distruggento il bosco della Ficuzza che tra parentesi dovrebbe essere mio, non sto scherzando per niente, mio trisnonno era Michele Amari, che si rifiuto di accettare i patti dei costituzionalisti dell’epoca e lo fecero morire povero e pazzo, ma non più pazzo di me e di voi, che lotteremo e non ci arrenderemo tanto facilmente, anche perchè credo che ci rimarrà solo questo da fare……

    il bosco della Ficuzza ero quasi tutto del mio trisnonno ed io non lo saputo fino alla morte di mia nonna che era la figlia di Filippo Amari figlio di Michele, mi sembra, solo che siccome si era sposata con il figlio del cocchiere della famiglia era stata spodestata, aveva inquinato il sangue reale…WUAH

  • MoVimento 5 stelle Lombardia

    Siete tutti invitati a porre una semplice e GRATUITA firma,
    per dare la possibilità alla Lista Civica Regionale della Lombardia “MoVimento 5 Stelle”
    di candidarsi alle prossime elezioni Regionali di Marzo 2010.

    Domani 19 Dicembre si potrà firmare:

    Albino (BG) – nei pressi del Comune – ore 9.00 / 19.00
    Brescia – Corso Zanardelli, angolo via X Giornate (vicino Unicredit Banca) – ore 9.00 / 12.30
    Milano – piazza S.Agostino (all’incrocio con Piazzale Cantore) – ore 9.00 / 14.30
    Milano – via del Burchiello (Pagano) presso l’incrocio con via Mario Pagano – ore 15.00 / 19.30
    Paderno Dugnano (MI) – via Grandi – ore 9.00 / 13.00 – (pomeriggio in attesa di conferma per certificatore)

    Domenica 20 Dicembre:

    Bergamo – via XX Settembre / Piazza Pontida (Largo Rezzara) – ore 9.00 / 19.00
    Milano – Piazza Lima – ore 10.00 / 18.00
    Milano – Piazza Cairoli – ore 10.00 / 18.00
    Monza – via Italia, 6 (di fronte alla Rinascente) – ore 9.00 / 19.00
    Bovisio Masciago (MB) – Piazza San Martino – ore 9 -19
    Saronno – corso Italia angolo via Posterla e S.Giuseppe – ore 15.00 / 19.00

    E’ possibile firmare anche presso:
    Comune di Monza – ufficio Elettorale – dal lunedì al venerdì – dalle 08,30 alle 12,00

    Non siamo un Partito, siamo Cittadini.
    Chiunque abbia voglia di maggiori informazioni, di collaborare alla stesura del Programma,
    di Partecipare, di unirsi al MoVimento o, anche semplicemente, di dare una mano per la raccolta firme,
    può contattare il referente di zona indicato nella sezione Contatti
    http://www.lombardia5stelle.org/contatti.html

    • Riporto il link diretto al Movimento 5 Stelle della Lombardia e il link nel sito stesso dove vengono riportate le date degli appuntamenti per firmare. Riporto direttamente i link perchè magari qualcosa può cambiare ed è meglio poter accedere direttamente al sito ufficiale in modo da tenersi aggiornati.

      Infatti l’avevo guardato qualche giorno fa e avevo visto che si poteva andare a firmare anche in comune a Varese in determinati giorni e orari (oltre che in piazza il giorno 13 dicembre) ma adesso hanno tolto questa indicazione. Qualcuno sa dirmi perchè appunto non si può più andare in comune a Varese a firmare?

    • ragazzi conoscete altri gruppi come questo che avete organizzato voi Lombardia5stelle….

      soprattutto mi interessano le leggi sulle energie alternative e l’ambiente, mi piacciono molto i punti di partenza sul vostro programma…..

      se conoscete altri movimenti del genere potreste postarli per cortesia !!!!!

  • Complimenti, bella diretta. Belle parole.

    Belle persone nella chat.

    Io credo che sarà possibile, riuscirci. Non so quando, non so se in modo indolore (ma lo spero). Ma ci riusciremo, ad avere finalmente un mondo maturo.

     

    Grazie Claudio, grazie ragazzi, grazie rete

  • AUTO VERDE PER MARCO TRAVAGLIO,

    Solidarieta a Marco Travaglio, si.
    Siamo tutti con lui – si.

    Ma, personalmente se io fossi Travaglio, spirito libero, convinto che quello che faccio è giusto, normale e mio dovere ….. communque mi preoccuperei….
    … minimalmete mi preocuperei per la mia incolumnita personale.

    La domanda è questa.

    Ma Marco ha qualche team, amici attorno a lui che gli salvaguradano la sua incollumnita ?

    Santoro, Grilo, Di Pietro, redazione del Fatto, Gomez, noi tutti qui – stiamo faccendo solo belle parole di supporto o qualcuno sta VERAMENTE faccendao, ha fatto qualcosa di concreto per evitare che questo regime totalitario non trova un psicolabile per azzittire Travaglio ?

    Finche non ricevo risposta a questa mia domanda la postero qui ed altrove ad infinitum.
    Ve ne faro due palle, per cui non vogliatemi male.

    Ed inviterei anche altri a porre la stessa domanda.

    Personalmente non avrei problemi a contribuire mensilmente ad un fondo per un carro armato personale per Marco.

    Ripeto la domanda:
    Qualcuno se ne sta occupando a salvaguardare Marco Travaglio fisicamente da qualsiasi eventualita, fulmine, incidente auto, pazzo scatenato, digos ubriachi ecc.  ?

    Suggerisco che se qualcuno la pensa come me intitola la sua post, messaggio – dovunque la spedisce:
    AUTO VERDE PER MARCO TRAVAGLIO

    grazie,

    Keyzer Soze

  • non ho potuto seguire l’evento.

    vorrei sapere, però, cosa si è detto a riguardo del software libero.

    così a occhio, mi pare che nessun relatore affrontasse specificamente l’argomento.

  • Purtroppo ieri pomeriggio non ho potuto assistere a tutta la diretta perchè sono dovuta uscire, però accidenti che ritardino che hanno fatto, invece delle 5.30 si sono fatte le 6.30 O_O Comunque bella conferenza sulla rete, vi prego non fate discorsi di questo tipo cioè che forse sarà una delle ultime dirette streeming   

    Anche perchè se facessero una legge sulle dirette mi incavolerei a morte visto che spesso mi sento e vedo con il mio fidanzato su messenger, ed è una cosa normalissima vedersi con la webcam! Non vedo quale sia il problema! Troverebbero troppe persone che si opporebbero a questo, perchè per via webcam si fanno anche dei colloqui di lavoro, infatti poco tempo fa il mio rag. ne ha fatto uno.

    Io penso che dobbiamo fare di tutto per impedire che questo accada, come dicevo nell’atro post, abbiamo ancora le nostre carte da giocare, perchè quello che stanno facendo con noi è una partita a scacchi, evitiamo lo scacco matto!

     

  • Alla fine anche certi politici e giornalisti capiranno che Internet è uno strumento come il telefono o il fax. Quel giorno certi politici e giornalisti saranno storia. Quel giorno non avrà più senso esprimere concetti come “il popolo della Rete”, perché sarà chiaro anche a loro l’idiozia di tali concetti. Oggi infatti, nessuno si sogna di etichettare gli utilizzatori del telefono con l’appellativo di “il popolo del telefono”.

    Una volta gli allevatori erano contrari ai treni, perché le mucche si spaventavano e producevano meno latte… oggi c’è la TAV. Una volta le case cinematografiche erano contrarie ai videoregistratori perché sottraevano pubblico alle sale cinematografiche… oggi esistono i masterizzatori blu ray. Una volta le case discografiche erano contrarie ai lettori mp3… oggi i lettori mp3 sono dentro i cellulari. Una volta alcuni politici volevano regolamentare la Rete…

    A noi però, spetta il compito di tenere gli occhi bene aperti:

    http://www.apogeonline.com/filirossi/leggi-internet

     

     

  • io penso che faranno come sempre………loro vanno a tantoni, non si vedranno grossi cambiamenti a primo impatto, loro non ci faranno capire niente, perche vanno a toccare le basi, mentre tutta la gente invece e concentrata su altro…….prendete la conferenza sul clima di copenaghen, una cosa importantissima, in italia nessuno a parte qualcuno si ci è potuto interessare più di tanto perche eravamo concentrati con la rete e il caso tartaglia, per non dire altro……..

    è un punto critico quello che stiamo vivendo in tutto il mondo, secondo me dietro alle buffonate che stiamo assistendo in italia c’è qualcosa di più grande dietro…….

    secondo me stiamo perdendo troppo tempo a non scendere per le strade tutti quanti, intendo tutte quante le categorie di cittadini assieme, non una alla volta, tipo un giorno i lavoratori, un’altro gli studenti, bisogna scendere tutti assieme contemporaneamente e sarebbe meglio se fossimo tutti i cittadini d’europa, tutti per una causa, ed una alla volte farle valere tutte…….perche le cose qui sono molto più grandi, parliamoci chiaro dai !!!!!!!!

    e comunque si parla sempre di problemi che interessano tutti i cittadini del mondo quelle che affrontiamo ogni giorno, ed in tutti gli angoli del mondo abbiamo tutti quanti gli stessi identici problemi, ma a cadenze diverse da paese a paese….fateci caso !!!!!

  • io penso che faranno come sempre………loro vanno a tantoni, non si vedranno grossi cambiamenti a primo impatto, loro non ci faranno capire niente, perche vanno a toccare le basi, mentre tutta la gente invece e concentrata su altro…….prendete la conferenza sul clima di copenaghen, una cosa importantissima, in italia nessuno a parte qualcuno si ci è potuto interessare più di tanto perche eravamo concentrati con la rete e il caso tartaglia, per non dire altro……..

    è un punto critico quello che stiamo vivendo in tutto il mondo, secondo me dietro alle buffonate che stiamo assistendo in italia c’è qualcosa di più grande dietro…….

    secondo me stiamo perdendo troppo tempo a non scendere per le strade tutti quanti, intendo tutte quante le categorie di cittadini assieme, non una alla volta, tipo un giorno i lavoratori, un’altro gli studenti, bisogna scendere tutti assieme contemporaneamente e sarebbe meglio se fossimo tutti i cittadini d’europa, tutti per una causa, ed una alla volta farle valere tutte…….perche le cose qui sono molto più grandi, parliamoci chiaro dai !!!!!!!!

    e comunque si parla sempre di problemi che interessano tutti i cittadini del mondo quelle che affrontiamo ogni giorno, ed in tutti gli angoli del mondo abbiamo tutti quanti gli stessi identici problemi, ma a cadenze diverse da paese a paese….fateci caso !!!!!

  • dl31 ha scritto :
    ragazzi conoscete altri gruppi come questo che avete organizzato voi Lombardia5stelle…. soprattutto mi interessano le leggi sulle energie alternative e l’ambiente, mi piacciono molto i punti di partenza sul vostro programma….. se conoscete altri movimenti del genere potreste postarli per cortesia !!!!!

     

     

    cosa intendi per altri gruppi come questo?

     

  • nel senso che penso e spero che ce ne siano anche altri che abbiano creato un bel programma come quello di questo movimento organizzato dai cittadini, mi pare di aver capito, forse appogiati da Beppe Grillo che io stimo comunque moltissimo….

    se magari ci sono altri gruppi, o comunità di questo tipo sarebbe bello riunirle tutte quante e metterle in primo piano sui maggiori network….no ???

    • Non so se ho capito bene la tua domanda ma da come la interpreto io mi pare che tu non conosca il Movimento a 5 Stelle sostenuto da Beppe Grillo. In pratica è un movimento nato dai “normali” cittadini tramite dei meetup che sostengono Grillo, hanno steso una prima bozza di programma con La Carta di Firenze che è poi stata presa come base per scrivere il successivo programma politico   elettorale da presentare e sostenere a tutte le elezioni successive (amministrative ed eventuali politiche). Inoltre di recente è stato pubblicato il Non-Statuto del Movimento 5 Stelle che descrive sommariamente cos’è il movimento e come aderirvi (in realtà personalmente lo considero un semplice riassunto di cos’è il movimento, ma in realtà non dice nulla sulle reali modalità d’adesione, su come si scelgono nella pratica i candidati ecc.).

      In pratica il Movimento 5 Stelle è composto da varie liste civiche fondate direttamente da cittadini volenterosi che vogliono candidarsi direttamente nei propri comuni, province o regioni perchè non si sentono rappresentati dai vari partiti politici. Quindi queste liste si possono trovare in qualsiasi paese o città in cui siano già state fondate oppure, nel caso non ci fossero, possono essere fondate da chi ne ha interesse manifestando la propria volontà nell’apposito sito e conseguentemente col sostegno del Movimento stesso. I vari link relativi al Movimento 5 Stelle li trovi al momento sul sito di Beppe Grillo, poco sotto all’intestazione della sua Home Page.

      Al momento questo Movimento è poco organizzato ed è difficile reperire chiare e precise indicazioni in merito, infatti non c’è un sito web dedicato che raccolga tutte le info in merito (ma credo stia per essere aperto) e non mi è chiaro come vengano scelti i candidati ad es. per le regionali (io il sito del Movimento per la Lombardia l’ho trovato casualmente solo perchè Grillo ha inserito il link in un suo articolo sul suo blog…peccato che l’abbia fatto solo dopo che hanno raccolto le relative firme nella mia città!).

      Insomma, per un movimento che professa la massima trasparenza per poter essere controllato da tutti i cittadini, che professa che chiunque si può candidare (purchè incensurato, privo di processi in corso e non iscritto a qualsiasi partito), mi aspettavo più organizzazione e facilità d’accesso e nel reperire le informazioni in merito (chi non è pratico di navigazione web e dotato di mooolta pazienza andrebbe in palla dopo 2 secondi visto che bisogna distriscarsi tra 1000 link in diversi siti).

      A parte ciò credo che sia una valida alternativa alla realtà politica corrotta e putrida di questo paese e se apriranno a breve un sito dedicato di facile consultazione che veramente dimostri la tanto decantata trasparenza, allora potrà crescere esponenzialmente.


      ***********************************************************

      P.S.: da Grillo aspetto ancora i famosi chiarimenti sul miscroscopio di Montanari! Tante belle parole caro Beppe, trasparenza di qua, contatto diretto coi cittadini di la, insulti a profusione sui politici che scappano dalle domande scomode e poi…sei il primo a non degnare di nessuna risposta chi ti chiedeva chiarimenti in merito al caso Montanari. Complimenti, bella prova, spero che i componenti del Movimento siano più rispettosi e leali di te!

       

    • Si grazie…avevi capito bene, mi serviva proprio un chiarimento……

      anch’io come te e come credo chiunque altro ho trovato molta confusione sul movimento di Beppe Grillo…..ancora non sono riuscito a capirne bene un granchè sul suo movimento….

      capisco che è rivoluzionario, pero come dicevi anche tu prima, mi aspettavo un po più di organizazzione da parte di questo movimento….

      penso comunque che sarà molto imbordellato Grillo per poter rispondere a tutte le domande, ma soprattutto secondo me avrebbe bisogno prima di tutto di buoni collabboratori per la meta che si è prefisso….bèh non vorrei stare a vedere cosa succede, ma cosa dovrei fare, se non scendere per le strade ad incitare la gente a far valere i propri diritti…..la politica non esiste più, la magistratura non esiste più e ci vengono a dire pure che dobbiamo stare zitti per non alimentare il clima di odio, ma come si fà, cacchio !!!!!

    • Si grazie…avevi capito bene, mi serviva proprio un chiarimento……

      anch’io come te e come credo chiunque altro ho trovato molta confusione sul movimento di Beppe Grillo…..ancora non sono riuscito a capirne bene un granchè sul suo movimento….

      capisco che è rivoluzionario, pero come dicevi anche tu prima, mi aspettavo un po più di organizazzione da parte di questo movimento….

      penso comunque che sarà molto imbordellato Grillo per poter rispondere a tutte le domande, ma soprattutto secondo me avrebbe bisogno prima di tutto di buoni collabboratori per la meta che si è prefisso….bèh non vorrei stare a vedere cosa succede, ma cosa dovrei fare, se non scendere per le strade ad incitare la gente a far valere i propri diritti…..la politica non esiste più, la magistratura non esiste più e ci vengono a dire pure che dobbiamo stare zitti per non alimentare il clima di odio, ma come si fà, cacchio!!!!!

  • dl31 ha scritto :
    nel senso che penso e spero che ce ne siano anche altri che abbiano creato un bel programma come quello di questo movimento organizzato dai cittadini, mi pare di aver capito, forse appogiati da Beppe Grillo che io stimo comunque moltissimo…. se magari ci sono altri gruppi, o comunità di questo tipo sarebbe bello riunirle tutte quante e metterle in primo piano sui maggiori network….no ???

     

    sì, siamo appoggiati da Beppe

    Altri movimenti con programmi simili? a livello politico c’è solo Per il bene comune che ha un programma simile al nostro. Come movimenti apolitici invece c’è il movimento della Decrescita Felice.

  • OT

    A beneficio di chi volesse dire due parole all’amministrazione del Comune di Trenzano, che si è distinta nel proibire la libera professione del culto ai concittadini di religiosa musulmana, ecco una traccia dell’email che gli ho appena indirizzato con gli indirizzi email e destinatari

    —– Original Message —–
    From: Claudio Solarino (RIHOIR – Posta Elettronica Certificata)
    To: sindaco@pec.comune.trenzano.bs.it ; silviamanenti@comune.trenzano.bs.it ; gianmariofusardi@comune.trenzano.bs.it ; dariocortellini@comune.trenzano.bs.it ; aldorossi@comune.trenzano.bs.it ; lorenzoscarpini@comune.trenzano.bs.it
    Sent: Sunday, December 20, 2009 3:26 PM
    Subject: Complimenti e auguri di Buon Natale

    Spett. le Comune di Trenzano,
    Sindaco,
    Vicesindaco,
    Assessori tutti,
    Consiglieri tutti (con particolare riguardo al Sig. Flaminio Beltrami),

    desideravo far mettere ufficialmente agli atti della Vs. amministrazione i miei auguri di Buon Natale, per quanto il servizio che ho avuto modo di osservare giovedì scorso ad annozero abbia provocato in me un grave turbamento di ordine costituzionale per causa Vostra.

    Consiglio ripasso veloce art. 8 e 19 Cost..
    Raccomando inderogabilità ed indisponibilità amministrativa dei diritti costituzionali per mere ragioni di opportunità o di merito.
    Biasimo scelta deliberata del Consiglio comunale di disporre diritti altrui in violazione degli stessi.

    Reputo infine inqualificabile l’atteggiamento futile ed abietto sul piano penale e totalmente assente di motivazioni sul piano amministrativo posto in essere dal consigliere Beltrami che disonora i suoi elettori e peggiora – se possibile – le responsabilità di codesta Amministrazione comunale; e ne auspico il più rapido allontanamento dalla politica. Ciò non significa necessariamente attendere le prossime elezioni (prendere le distanze ed emarginare certi esempi in certi casi è un dovere civico inprocrastinabile).
    Distinti saluti,
    cs

    Claudio Solarino

    • per la miseria, cacchio…..quella degli emigrati è una questione seria !!!!!

      sai perchè ????

      bèh perche il vero problema sta nel loro paese ed è li che dovremmo andare a risolverli sti problemi !!!!

      è li che dovremmo andare per risolvere una volta per tutte il grave problema dei paesi occidentali che armano i terroristi dei loro paesi !!!!!!

      è inutile…..fino a quando non capiremo che dobbiamo unirci tutti, ma tutti tutti i citadini di ogni paese del mondo e lottare una causa alla volta, dando priorità ad una ad una e farle rispettare ai politicanti, anzi se li togliamo ed organizziamo un sistema autogovernante è ancora meglio !!!!

  • Ciao Messora ho seguito il covegnio di Napoli ed avrei una  annotazione da fare:l’ Italia primo paese in Europa digitalizzato,”ma chi ma come eee ma che cazzo,sono emigrato in Germania 20 anni fa ed era già completamente cablata e quindi con possibile ricezione digitale, 10 anni fa è arrivato il digitale terrestre,in tedesco DVBT al tempo vivevo in un piccolo paese della renania vestfalia e vedevo 53 canali digitali alcuni interattivi,quindi smettiamola di prendere per il culo gli italiani che non sono più i primi da molti molti anni,purtroppo.

                                                                  auf wieder sehen

  • Caro Claudio complimenti per l’intervento.

    Internet è una risorsa incredibile. Veramente da equiparare a quella della ruota. Risorse culturali aperte per tutti. Ad uso e consumo di chiunque. Una conoscienza finalmente condivisa! Almeno apparentemente.

    Infatti Arpanet nacque durante la guerra fredda. Su idee militari, con sviluppi universitari. Che mix! Tanto affascinate quanto pericoloso. Il problema sta sempre alla base, alla nascita, non si sfugge.

    Internet é uno strumento, una ruota e come ogni strumento bisogna saperlo usare. Ci si puo’ far male. Come guidando in una strada sconosciuta, al buio. Internet è come la vita reale, senza il peso del corpo. Bisogna conoscerlo.

    La maggior parte degli internauti cerca ciò che gli interessa. E’ normale. Così in tv, ma con meno scelta. Non per questo si è sicuri di vedere cose migliori dal punto di vista della qualità. Si cercherà comunque di approfondire la propria opinione, magari confrontandola con altre simili, ma non diverse.

    Il problema, così come per la tv rimane. Il problema son sempre le teste pensanti. Il modo di pensare. Siamo noi che scegliamo. Forse più liberi, ma più confusi. 

  • è incredibile !!!!!!

     è di poco fa la notizia che sono previste pene sino a 12 anni per chi parla sui blog  !!!!!

    stanno faciendo partire la dittatura in internet !!!!!!

    sono mooooolto arrabbiato !!!!!

    molto rabbioso !!!!!

    ma comunque credo che progrediremo ancora di più !!!!!!

  • è incredibile !!!!!!

    stanno facendo partire la dittatura in internet !!!!!!

     

     è di poco fa la notizia che sono previste pene sino a 12 anni per chi parla su internet !!!!!

    sono mooooolto arrabbiato !!!!!

    molto rabbioso !!!!!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi