Svegliati, servo!

Svegliati servo!

Come è possibile che gli uomini accettino di sottomettersi al tiranno? Semplice: il popolo è complice del proprio asservimento.

« Tiranno non è semplicemente l’Uno della monarchia assoluta, ma qualsiasi corpo politico che elimini il carattere pubblico del potere per utilizzarlo in modo da imporre agli altri la propria volontà ed i propri interessi; indipendentemente dal modo in cui questo potere è ottenuto, fosse anche attraverso il suffragio popolare. »
Étienne de La Boétie

Di quali mezzi si serve il tiranno?
 
 

1. L’abitudine

« certamente tutti gli uomini, finché conservano qualcosa di umano, se si lasciano assoggettare, o vi sono costretti o sono ingannati […] È incredibile come il popolo, appena è assoggettato, cade rapidamente in un oblio così profondo della libertà, che non gli è possibile risvegliarsi per riottenerla, ma serve così sinceramente e così volentieri che, a vederlo, si direbbe che non abbia perduto la libertà, ma guadagnato la sua servitù. È vero che, all’inizio, si serve costretti e vinti dalla forza, ma quelli che vengono dopo servono senza rimpianti e fanno volentieri quello che i loro predecessori avevano fatto per forza. È così che gli uomini che nascono sotto il giogo, e poi allevati ed educati nella servitù, senza guardare più avanti, si accontentano di vivere come sono nati, e non pensano affatto ad avere altro bene né altro diritto, se non quello che hanno ricevuto, e prendono per naturale lo stato della loro nascita. Non si può dire che la natura non abbia un ruolo importante nel condizionare la nostra indole in un senso o nell’altro; ma bisogna altresì confessare che ha su di noi meno potere della consuetudine: infatti l’indole naturale, per quanto sia buona, si perde se non è curata; e l’educazione ci plasma sempre alla sua maniera, comunque sia, malgrado l’indole. I semi del bene che la natura mette in noi sono così piccoli e fragili da non poter sopportare il minimo impatto di un’educazione contraria; si conservano con più difficoltà di quanto si rovinino, si disfino e si riducano a niente. La natura dell’uomo è proprio di essere libero e di volerlo essere, ma la sua indole è tale che naturalmente conserva l’inclinazione che gli dà l’educazione. » [ndr. quarant’anni di televisione. cfr. Il discepolo 1816]

2. Panem et circenses

Il secondo mezzo, essendo il primo alla lunga insufficiente, consiste nell’abbrutimento del popolo. La servitù di per sé porta a un infiacchimento dell’individuo, ed i tiranni, accorgendosene, operano per incrementare tale effetto. Innanzi tutto ostacolando la diffusione della cultura, giacché i libri e l’istruzione contribuiscono più di ogni altra cosa a diffondere la consapevolezza di sé e l’odio per la servitù. Ma soprattutto questo risultato è ottenuto attraverso una strategia da tempo nota come panem et circences:

« I teatri, i giochi, le farse, gli spettacoli, i gladiatori, le bestie esotiche, le medaglie, i quadri ed altre simili distrazioni poco serie, erano per i popoli antichi l’esca della servitù, il prezzo della loro libertà, gli strumenti della tirannia. Questi erano i metodi, le pratiche, gli adescamenti che utilizzavano gli antichi tiranni per addormentare i loro sudditi sotto il giogo. Così i popoli, istupiditi, trovando belli quei passatempi, divertiti da un piacere vano, che passava loro davanti agli occhi si abituavano a servire più scioccamente dei bambini che vedendo le luccicanti immagini dei libri illustrati, imparano a leggere. » [ndr. Reality Show, Talk Show, Quiz, Calcio]

Quanto al panem:

« I tiranni elargivano un quarto di grano, un mezzo litro di vino ed un sesterzio; e allora faceva pietà sentir gridare: “Viva il re!“. Gli zoticoni non si accorgevano che non facevano altro che recuperare una parte del loro, e che quello che recuperavano, il tiranno non avrebbe potuto dargliela, se prima non l’avesse presa a loro stessi. » [ndr. vi tolgo l’ICI, abbasseremo le tasse]

3. L’atomismo sociale

Il potere tirannico fa di tutto per impedire qualunque forma di aggregazione e comunicazione sociale tra coloro che hanno conservato la passione per la libertà. Le uniche associazioni consentite sono quelle che non contestano la tirannia, o che la sostengono. [ndr. imbavagliamo la rete cfr. Attacco alla Rete] Gli ultimi due strumenti indicati da La Boétie sono i più importanti. In primo luogo, egli considera tutti i meccanismi volti a creare il massimo consenso possibile intorno alla persona del tiranno.
Tra questi meccanismi, La Boétie considera la pratica di presentarsi al pubblico «il più tardi possibile, per insinuare nei popoli il dubbio che fossero in qualche cosa più che uomini». [ndr. super amatori, eterni giovani, invincibili supereroi, uomini del fare…] In secondo luogo la «favola» dell’origine divina del re, dalla quale deriva la credenza nelle sue capacità taumaturgiche. [ndr. cfr Il suo nome è donna rosa] Nella misura in cui questa credenza viene meno, diviene importante l’altro meccanismo considerato da La Boétie: quello di presentarsi, da parte del tiranno come rappresentante del popolo e fautore dell’interesse generale. [ndr. il famoso consenso al 78%, unico fra i regnanti]

« Gli imperatori romani non dimenticarono neanche di assumere di solito il titolo di tribuno del popolo, sia perché quella era ritenuta sacra, sia perché era stata istituita per la difesa e la protezione del popolo, e sotto la tutela dello Stato. Così si garantivano che il popolo si fidasse di più di loro, come se dovesse sentirne il nome e non invece gli effetti. Oggi non fanno molto meglio quelli che compiono ogni genere di malefatta, anche importante, facendola precedere da qualche grazioso discorso sul bene pubblico e sull’utilità comune ». [ndr. qui c’è davvero bisogno di una nota redazionale?]

Era il 1553 . Nulla è cambiato.

« Vorrei solo riuscire a comprendere come mai tanti uomini, tanti villaggi e città, tante nazioni a volte, sopportano un tiranno che non ha alcuna forza se non quella che gli viene data, non ha potere di nuocere se non in quanto viene tollerato. Da dove ha potuto prendere tanti occhi per spiarvi se non glieli avete prestati voi? Come può avere tante mani per prendervi se non è da voi che le ha ricevute? Siate dunque decisi a non servire più e sarete liberi! »

Grazie a Clelia.

90 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Questi sono i post che amo di più.

    Sapete che io provo a far ragionare persone con lo stesso grado di istruzione che ho io, talvolta anche superiore e con molti anni più di me.

    NIENTE DA FARE.

    Alcuni mi sembrano ipnotizzati. Sono schiavi delle loro abitudini.

    ripeto, mi sembra di vivere nel film L’UOMO CHE VISSE NEL FUTURO (the time machine).

    Esiste una soluzione?

     

  • Ma chi e’ qua il vero servo? Io, che voto Berlusconi e faccio affari grazie alle conoscenze che ho nel suo partito? Io, che vengo pagato a migliaia di Euro e mignotte a volonta’? Io, che mi regalano il BMW e che mi faccio le vacanze sulla yacht alla faccia degli sfigati disoccupati? Io, che ho la moglie strafica 20 anni piu’ giovane?

     

    O tu?

    Tu che elemosini soldi ai tuoi lettori per pagarti un mutuo? Tu che prendi molti meno soldi di me, tu che ti puoi scordare le orgie con le puttane di lusso, la BMW, lo yacht, la villa e tutto il resto? Tu, schiavo del tuo odio contro il potere solo perche’ non ce l’hai?

    Caro Claudio, la mia e’ una domanda provocatoria – ma fino a un certo punto. Non tutti vogliono vivere seguendo un ideale di rettitudine e uguaglianza e liberta’- altri vogliono soldi figa e macchine. Non troverai molte persone a cui le ultime facciano schifo. Troverai tante che invece con gli ideali ci si puliscono il c..o. Ma non perche’ sono cattivi – semplicemente apprezzano altro.

     

    • Ovviamente ciascuno è libero di pensarla come gli pare…e non si tratta di cattiveria o meno, ma altrettanto ovviamente ciascuno è libero di decidere quale sia la cioccolata o quale il liquame di fogna.

      E non t’illudere che solo chi la pensa come Te, si faccia delle gran belle scopate, o sappia godersi la vita…il Potere ha molte facce e quella economica-populista-finanziaria è solo una delle tante, ed il Mondo che dici di apprezzare tanto è stato costruito e reso piacevole da miriadi di Scienziati, Filosofi, Artisti e Studiosi in genere, Gente non abituata a giudicare dalle apparenze o dal conto in banca, ma dalla profondità di Pensiero Critico-Cosciente, che purtroppo (mi dispiace x te) Tu dimostri di non conoscere neanche minimamente!

      Con Ossequio, Freeminder

  • 03 Lorana,ma ce la fai?

    Sarebbe il prototipo di un Claudio Messora qualsiasi,lo schiavo,secondo te?

    pensi di essere libero/a perchè puoi permetterti lo yacht/la puttana di lusso/il macchinone e vivere nello sfarzo? (peraltro NON grazie alle tue forze,ma grazie al votare Berlusconi e fare affari grazie alle conoscenze che hai nel suo partito?)

    la libertà sta nella testa delle persone,una persona che ragiona secondo l’assioma lecca-più-culi-che-puoi-e-ottieni-in-concessione-qualche-privilegio per me è solo un parassita; libero è chi può guardarsi intorno e notare che le (poche o tante) cose che possiede se l’è guadagnate col sudore il rispetto e l’impegno,sia che si tratti di averi sia che si tratti di affetti.

    poi spiegami perchè descriveresti come servo uno che risponde alla descrizione:

    “Tu che elemosini soldi ai tuoi lettori per pagarti un mutuo? Tu che prendi molti meno soldi di me, tu che ti puoi scordare le orgie con le puttane di lusso, la BMW, lo yacht, la villa e tutto il resto? Tu, schiavo del tuo odio contro il potere solo perche’ non ce l’hai?”

    sarei curioso di sapere la risposta.(senza contare che asserire che uno non odia il potere solo perchè non ce l’ha è una tua illazione,del tutto infondata e preconcetta)

    spero di avere travisato il senso del tuo post,sinceramente,e nel caso ti chiederei di spiegarmelo

  • Claudio, mi trovi d’accordo al 90%. L’unica cosa che secondo me’ andrebbe specificata e’ i’identita’ del soggetto. Chi e’ in questo caso il tiranno????

    Tu mi dirai “e’ ovvio e’ Mr B.”  Ed e’ appunto su questo che io ho da obbiettare.

    Mr. B e’ solo il vassallo di turno del vero tiranno. Prima di lui erano altri a fare quello che lui sta’ facendo ora. Forse erano un po’ piu’ discreti, ma la sostanza non cambiava molto. 

    E’ il servo di turno come lo era chi occupava il suo posto in passato. Io sono convinto che presto uscira’ di scena, arrivera’ il salvatore, ma il problema di fondo non cambiera’. I servi resteranno servi a meno che non si risveglino e capiscano chi e’ il tiranno da combattere. Lui non e’ seduto in parlamento. Se ne sta’ con i suoi amici lontano dalla scena politica, per lui non e’ importante tanto sa’ che e’ tutta una messinscena. La politica e’ per il popolo. Esiste solo per far credere che di aver scelta. Non c’e scelta, non c’e ‘ mai stata. 

    L’unica maniera per liberarsi del tiranno o del gruppo di tiranni che ci opprimono e’ per prima cosa identificarli. Chi controlla il mondo occidentale sono coloro che stampano la nostra moneta, il sangue della societa’. Controllano l’economia mondiale ed hanno un tal margine di lucro da permettergli di corrompere chiunque. Non si limitano alle banche centrali, ma posseggono le piu’ importanti case farmaceutiche, le compagnie petrolifere, l’industria bellica e tutti i media mondiali. Controllano tutto e posseggono quasi tutto. L’impero Britannico delle corporations. I paesi dell’europa sono loro colonie come quasi tutti i paesi del mondo. Negli altri fanno le guerre per piegarli al loro dominio e poter sfruttare meglio le loro risorse. Saranno meno di 2000 persone in tutto il mondo ed i piu potenti sono non piu’ di 20.

    2000 persone contro 6,800,000,000.  Questa’ e’ la realta’. 

    Ma tutti sono distratti dai falsi tiranni e gli imperatori continuano indisturbati a schiavizzare e sfruttare tutto ciò che li circonda. 

    E’ ora di aprire gli occhi e unirci per rifiutare veramente questa schiavitù economica. Questi inganni continui ai danni dell’umanità. Siamo tutti vittima degli stessi individui indipendentemente dal ceto sociale, dall’ideologia politica, religione e razza. Dobbiamo restare uniti se vogliamo avere qualche possibilità di salvezza se no il nuovo ordine mondiale verrà instaurato e l’umanita’ non avra’ piu scampo.

     

    • E poi accade questo…che uno si strippa col signoraggio, cosi’ ti accusano.

      Un po’ come l’asino che da del cornuto al bue.

      Esiste gerarchia anche nelle problematiche ed a mio avviso Blast ha centrato il punto…altro che strippare.

    • Mi sembra evidente che se una societa’ privata gestisce il denaro, decidendo i tassi di interesse e favorendo certe altre societa’ private a discapito di altre societa’ private, non si puo’ parlare piu di libero mercato? Lalegge la detta chi gestisce il denaro. Se poi lo presta ai governi, i governi diventano suoi debitori e percio’ restano da loro controllati.  Non c’e ‘bisogno di parlare di signoraggio. Gia’ questo e’ sufficiente. E’ un concetto cosi’ difficile da accettare??? Quando un’economia reale basata sul commercio viene inquinata da questa situazione muore e al suo posto nasce un’economia virtuale controllata da chi pompa “il sangue” dell’economia: il denaro. Quindi supponendo anche che il signoraggio sia una “bufala”, non cambierebbe niente. E’ cosi’ difficile da capire????? Quando chi gestisce il denaro decide sulla politica monetaria in riunioni private insieme ai piu’ grossi industriali e politici del mondo, non vi sembra che sia ingiusto. Non vi sembra che le riunioni Bildenbergers e similari siano inaccettabili in un modo che vuole definirsi democratico?  Provate a giocare a carte e fare in modo che chi gestisce il mazzo sia autorizzato a decidere quante e che carte dare ai gicatori. Sarebbe una giusta partita o una buffonata? 

      E’ ora di aprire gli occhi. Non c’e’ tempo da perdere. Il tempo a disposizione sta’ scadendo. Quello che succede nei vari paesi del mondo sono solo sintomi della stessa malattia. 

    • Mi spiace, sei fuori strada e stai facendo disinformazione.

       

      Ma hai detto una cosa, giusta: si scambiano carta. Solo che un pezzo di carta rappresenta i beni dello Stato, ovvero i nostri, mentre l’altro solo un pezzo di carta da restituire.

      Tu dici che ci pagano le tasse… uuuuhhh, che bello, meno male… Sarei disposto anche io a stampare banconote da 100 euro e magari darne anche 60, 70, 80!! allo Stato… tanto decido io quante stamparne… e per dover di cronaca, finiscono nello patrimoniale attivo, e quindi pagano le tasse comunque sul netto (e nel passivo vanno pure a iscrivire il capitale “circolante”, riducendo ulteriormente i risultati)

      In ogni caso rimane una cresta, una truffa: Claudio ha menzionato la “consuetudine”. Bene, un tribunale italiano ha sentenziato che il signoraggio è una truffa, ma mancandone il dolo, non è punibile. E’ talmente radicato questo sistema, che per la giurisprudenza rientra nella “consuetudine”.

      il signoraggio tiene in ginocchio popoli interi. Stermina, popoli interi.

      Claudio è pur sempre un servo, hai ragione, come lo siamo tutti… ma molto, molto, molto meno dei ricchi papponi che si trombano gnocche senz’anima su auto di lusso che son costate la vita di una marea di esseri umani…

      Tenetevi le auto (mai avuta una mia, solo una moto fedele a basso costo), le belle donne, la vita frivola, i soldi (che sono solo CARTA): io ho scelto la mia pillola. Informazione. Ci hanno “atomizzati” con tv e desideri sempri nuovi. Io desidero esser me stesso, in pace con il mondo e con la coscienza: siamo tutti complici delle vittime innocenti che questo sistema sta provocando da secoli, se non ci opponiamo. 

      Nel momento in cui nasciamo, siamo condannati: bè io ci voglio arrivare con la schiena dritta e lo sguardo da uomo libero, anche se ciò comporterà responsabilità.

       

       

    • Oh santa polenta!

      A volte mi viene il dubbio che vi abbiano fatto il lavaggio del cervello. Fatemi capire. Premessa. Lo stato, per funzionare, ha bisogno di quattrini. Dovrebbero bastare le tasse! Non bastano. Perché abbiamo politici spreconi che buttano via i nostri soldi a palate. Per finanziare questi sprechi si sono inventati i bot. Ovverosia chiedono in prestito i soldi da sprecare. Chi si compra questi bot quando lo stato li emette? Chiunque abbia soldi da investire. Tutti tranne le banche centrali che per il trattato di maastricht non possono. Se però qualcuno che abbia comprato questi bot li volesse rivendere, allora le banche centrali possono comprarli (e lo fanno). Fotografia del momento attuale: debito pubblico spaventoso. Gran parte nelle mani delle banche (che hanno molto denaro da investire, altrimenti come farebbero a poter garantire gli interessi sui depositi?). Di chi è la colpa? Secondo buon senso dei politici spreconi. Secondo i complottisti delle banche. Ma dare la colpa alle banche è come dire che le uova nascono al supermercato.

      Per quanto riguarda la questione contabile delle banche centrali è ovvio che debbano comportarsi così. L’economia è un gioco a somma zero. Ovvero, ci sono tanti debiti quanti crediti nel mondo. La somma totale (algebrica) fa zero (a meno di soldi falsi in circolazione). Visto che le banche centrali hanno il compito di immettere nuove banconote in circolazione, al momento di immetterle dovranno scrivere la stessa somma sia al passivo che all’attivo, con solita somma zero. Ovverosia, prima di immetterle avevano zero sui libri contabili, dopo averle immesse devono ancora avere zero sui libri contabili, anche se questo secondo zero altro non è che una somma algebrica di una quantità e del suo opposto. A cosa corrisponde il più e cosa il meno? Beh, cosa rimane a loro? I bot o altro che sia. Cosa avevano e non hanno più? Le banconote fresche di stampa. Quindi nel libro contabile scriveranno all’attivo i bot e al passivo le banconote. E’ così strano?

    • FitTizio ha scritto :
      Oh santa polenta!A volte mi viene il dubbio che vi abbiano fatto il lavaggio del cervello. Fatemi capire. Premessa. Lo stato, per funzionare, ha bisogno di quattrini.

      Mi basta questa frase… Parli di lavaggio di cervello proprio tu che dici che lo Stato ha bisogno di quattrini per funzionare???

      I “quattrini” sono, quando va bene, pezzi di carta o metallo (oppure bit elettronici): li accetti in cambio della tua vita (ovvero il tempo che usi per il lavoro). Sei tu a dargli un valore. Lo STATO è una figura giuridica, composta da cittadini, umani, esseri viventi: non mangiamo la carta. Lo STATO ha bisogno di uno strumento che faciliti gli scambi commerciali dei beni e servizi: ecco l’unica funzione.

      Le banche chiudono in pareggio? la somma algebrica deve esser zero? grazie tante, si chiama partita doppia: e puoi farne quel che vuoi. Esempio (semplficato) : dare patrimoniale, avere profitti. Ecco posizione pareggiata, somma algebrica “zero”, tutto a utili pre-tassazione. 

      C’è gente pagata in giro per disinformare chiunque, su questo argomento. Peccato che queste persone non capiscano che i soldi che ricevono praticamente non esistono, e che questo sistema si può riassumere, sul lungo termine “Highlander”: ovvero, “ne resterà solo uno”… quindi voi mistificatori credete che voi sarete parte di quella elite che si salverà? o lo saranno i vostri figli?

      Questo sistema è una follia collettiva.

    • Ce l’hai con me? te lo domando perchè non ho la più pallida idea di chi sia Blondet, e magari è un sostenitore dell’attuale sistema monetario… quindi non avrei nulla da obiettare… ma se “pazzo” è riferito a me, posso solo fare un sorriso compassionevole…

      e poi sbellicarmi dalle risa… (ma anche se era riferito a qualcun altro)…

       punto primo, perchè mi piacerebbe sapere chi ha il diritto di definire una persona che la pensa diversamente da te, un pazzo… forse l’Arcangelo Gabriele ti è apparso per annunciare la tua immacolata concezione, e nel mentre ti ha spifferato che tu hai il super potere di identificare i “pazzi” e tu sei l’unico sano… punto secondo, perchè mi piacerebbe tanto sapere se secondo te non sarebbe una cattiva idea quella di riaprire il capitolo “Santa Inquisizione” cosicchè potrete bruciare di nuovo streghe e stregoni, tipo un Galileo Galilei che cercava di spiegare che era la Terra a girare intorno al sole e non il contrario… in nome del capitalismo, o del marxismo (fantastiche fabie, opere letterarie, che non tenevano minimamente conto del fatto che quei sistemi erano entrambi utopici, in quanto non consideravano il fatto che il potere fosse già in mano a pochi farabutti)sarebbe fantastico… oltre che avere zero senso critico e pratico, anche zero fantasia… ma d’altronde la spiegazione è storica: abbiate timore dei pazzi, poichè essi sono liberi, al contrario dei sani, che cercano di evadere da quella apatia rinchiudendo per invidia quelli che sono liberi. Però la parola più bella è stata “seguace”. Io, seguace di qualcuno… fantastico… come se il mio equilibrio necessitasse, per esistere, di fare affidamento su qualcuno… ah ah, che follia… Valutazione e libero arbitrio: queste sono le mie basi. Quindi non posso esser seguace di nessuno, se non della mia ratio (che essendo un’opinione su 6milairdi, non è “fede” ma solo opinione, quindi oggetto di mutazioni, EVOLUZIONE). Solo i cretini non cambiano mai idea, e ciclicamente finiscono nelle fosse comuni…

      Il signoraggio non esiste, su questo son d’accordo. Nel senso che, essendo esso per definizione la differenza tra costo di conio e valore nominale, ed essendo il costo di conio praticamente inesistente (alla stampa: se poi si tratta di credito bancario sotto la riserva frazionaria, il costo è totalmente NULLO), preferisco definirlo solo ed esclusivamente una TRUFFA.

      Il negare i fatti di fronte alla realtà è solo una forma di autoprotezionismo, instillato dalla Società che ti ha convinto che “il mondo è così” e ti devi adeguare… ma non è “autoprotezionismo”, ma solo “protezionismo” dell’elite mondiale… infatti chi nega la “truffa” lo fa per partito preso, perchè è così “che va il mondo”… ridicolo, come se esistesse un libro di istruzioni!! e quale sarebbe? La Bibbia, Il Corano?..come se fossero scritti da “Dio” e non da umani…

      Bon, nonostante tutto questo, non mi credi ancora? bene, ti accontento subito:

      le banche TRUFFANO la gente e lo Stato, inteso come persona giuridica rappresentante del popolo. Ora, qualcuno dice che sono un bugiardo. Perfetto. Chiamate un avvocato (o il direttore generale di una banca, consigliandogli di leggere il post), e denunciatemi per diffamazione. Avanti. Dai. su, forza, non siate timidi: son pronto a entrare in aula e difendermi…

      Non troverete mai un avvocato così coglione da farlo. Per un semplice motivo: perderebbero e la voce si spanderebbe, quindi i poteri forti lo impedirebbero. Ci sono già state cause vinte, in giro per il mondo, su questo tema… ma nessuno ne parla… ovvio…

      Svegliati, servo… una volta sveglio, poi, decidi pure se continuare a fare lo schiavo o ribellarti, ma almeno abbi il coraggio di esser cosciente su chi sei…

    • @schumyno

      Peccato che queste persone non capiscano che i soldi che ricevono praticamente non esistono, e che questo sistema si può riassumere, sul lungo termine “Highlander”: ovvero, “ne resterà solo uno”…”

      Ecco, da questo che scrivi mi sembra che tu e gli altri complottisti la pensiate esattamente come i vecchietti in fila alle poste. Non vi fidate dell’idea dei soldi. Comunque potresti spiegare perché questo sistema si potrebbe riassumere con “Highlander”?

    • @schumyno

      Mi dispiace ma mi deludi profondamente. Sembri molto convinto che il signoraggio sia un problema reale ma alle mie obiezioni non hai risposto. Io credo che il signoraggio in versione complottista sia una bufala. Non ho solo fatto domande, ho portato i miei argomenti. In risposta al commento #20 (terzo sottocommento) ho mostrato con un semplice ragionamento che non è vero che le banche centrali all’emissione di una banconota guadagnino il valore nominale meno il costo (irrisorio) della stessa. E questo è l’argomento principale che viene sbandierato da tutti i complottisti. Se questo è falso crolla tutto il castello complottista. Te ne rendi conto?

    • Mi spiace, ma non mi tocca molto da vicino, averti “deluso”: non è un problema mio. Tu dici di aver portato i tuoi “argomenti”: bene, io ho portato i miei. Sono un ragioniere programmatore che in 8 anni è diventato quadro direttivo di banca, e oggi ho un’esperienza di 16 anni nel settore, tutto amministrativo, dalla contabilità (passando per tutte le voci di bilancio) alle segnalazioni agli Organi di Vigilanza (ah ah, organi di vigilanza…), calcolo del capitale di rischio (risk asset), amministrazione crediti, prestiti interbancari… se vuoi ti mando il mio cv… ma ti avverto: non mi interessano altri posti di lavoro in banca, grazie

      Tu puoi credere a tutto quello che ti pare, ne sei libero: ma non venirmi a chiedere di portare a te le prove che ciò che dico è vero. Se sei una persona “libera” datti da fare e cerca tu le risposte. Se non sei libero, continua a credere che la Terra è piatta e che Dio ha consegnato a mezzo DHL a Mosè le tavole dei 10 comandamenti. Per il resto ti ripeto: ho volutamento “diffamato”, in uno dei posts. Sei sicuro di quello che dici? alza la cornetta, scrivi una mail e segnala la “diffamazione”…

    • @schumyno

      A me sembra che tu ti senta portatore di “verità” rivelate e non discutibili. Io sto cercando il dialogo e tu rispondi sostanzialmente con un monologo. Mi sa che non hai neanche provato a capire cosa ti sto dicendo. Altrimenti avresti risposto dicendomi dov’è l’errore nel mio ragionamento. Perché le cose sono due. O il mio ragionamento contiene un errore o il signoraggio è una bufala colossale. Siccome io l’errore non lo vedo ritengo che il signoraggio sia una bufala. Tu ritieni il contrario ma non argomenti nulla. Affermi senza dimostrare.

      Se una fede senza fondamenti razionali ti soddisfa beato te.

    • Scusate, non riesco a tenere il ritmo.

      Il discorso è complesso. Vi dirò come la penso. In rete girano molte bufale. Il signoraggio è una di queste. Capire dove finisce la bufala e dove inizia la realtà è complesso perché la realtà è complessa. Certamente l’economia attuale contiene profonde ingiustizie. E’ sicuramente da rivedere. Il problema è capire come. Il signoraggio essendo una bufala non è in grado di individuare le giuste cause e quindi  nemmeno le giuste soluzioni. Capito questo si può cercare nella giusta direzione. Spero sia chiaro che io non intendo negare i molti problemi del mondo attuale. Voglio solo capire il suo funzionamento per poterlo migliorare.

      Il fatto che ci siano un gran numero di teorie complottiste che si rinforzano l’una con l’altra non significa che siano (tutte) vere. Significa solo che fanno parte di una realtà parallela apparentemente coerente.

    • Se vai avanti cosi’ FitTizio va ha finire che si diventa amici per davvero…sai anch’io adoro scoreggiare in ascensore he he….Namaste’.

       

    • @schumyno non consideri una cosa pero’ in merito alle mie di scoregge…bhe’ in effetti e’ perche’ non sapendo…

      per mia fortuna abito tra i boschi, ho un bell’orto (in questo momento e’ piu’ corretto parlare di serra), un piccolo ma ben fornito frutteto, castagni, un noce, una coppia di oche, un piccolo pollaio, una sorgente e quindi accade che nutrendomi di tali prelibatezze i coatti venticelli che mi ritrovo ad espellere abbiano un’aroma invidiabile!!

      Oddio, ‘sto esagerando proprio ora, comunque sia e’ tutto vero. E sinceramente consiglierei a tutti di rifugiarsi tra la natura. Il connubio tra tecnologia (sostenibile) e natura e’ fattibile e garantisce una qualita’ di vita eccellente a mio avviso…

      Ma non ditelo a troppa gente, se si venisse a sapere e si svuotassero le citta’ finirebbe tutto…lasciamoli in ascensore ed al massimo lasciamoli sentire appena l’odore he he he

  • Carissimi Messora, Grillo e altri rispettabilissimi concittadini, dite tutti i giorni cose sacrosante, e come voi illustrissimi giornalisti, filosofi, storici, ecc ecc ecc.

    Non vi sembra che la tecnica sia inefficace ? E e fin troppo facile manovrare il popolo che seguira sempre la srada sbagliata avendo i ricchi manovratori dalla loro parte la mancanza di “cutura”, nasciamo tutti bestie e senza una culura profonda dei meccanismi economici mondiali (cola cazzo ridotti a lavorare per pagare il debito publico e soddisfare i bisogni teleindotti) , rimarremo sempre schiavi, come i popoli ai tempi dei sacrifici umani agli dei.

    Quindi rimanere uniti, 6 miliardi di persone è un po utopico, anzi molto, ma forse cambiare tecnica di comunicazione, tipo rimanere uniti almeno L’INFORMAZIONE, forse potrebbe portare a qualcosa, qualora ci fosse un modo per riuscirvisi.

    E internet finchè non sarà deviato completamente anch’esso potrebbe essere un terreno fertile per continuare ancora questa eterna battaglia de bene contro il male, dove ovviamente il male è il nuovo ordine mondiale che per quanto buono avra sempre il difetto di non avere contrappesi, e basarsi comunque sulla regole fredde del denaro, rimanere umanamente fallace con potenziali apocalittiche conseguenze. 

    Batsa pensare al merdaio in cui si sta trasformando l’italia, dove la regole mafiose stanno diventando la norma, e il cittadino impoente, peggio dell’impotenza delle forze dell’ordine americane davanti ad AlCapone. ( e tutte le volte che si parla di mafiosi in parlamento non si fa altro che “normalizzare ” nella mente degli italiani tale concetto e tali modi di comporarsi, denunciare non viene sempre per nuocere ai corrotti, anz, soprattutto quando la fase dell’impotenza e dell’indifferenza è conclamata)

    C’è un modo per unire le forze di dignitosi e onesti giornalisti, filosofi, storici, in una sola voce ?   

  • Carissimi Messora, Grillo e altri rispettabilissimi concittadini, dite tutti i giorni cose sacrosante, e come voi illustrissimi giornalisti, filosofi, storici, ecc ecc ecc.

    Non vi sembra che la tecnica sia inefficace ? E e fin troppo facile manovrare il popolo che seguira sempre la srada sbagliata avendo i ricchi manovratori dalla loro parte la mancanza di “cutura”, nasciamo tutti bestie e senza una culura profonda dei meccanismi economici mondiali (cola cazzo ridotti a lavorare per pagare il debito publico e soddisfare i bisogni teleindotti) , rimarremo sempre schiavi, come i popoli ai tempi dei sacrifici umani agli dei.

    Quindi rimanere uniti, 6 miliardi di persone è un po utopico, anzi molto, ma forse cambiare tecnica di comunicazione, tipo rimanere uniti almeno L’INFORMAZIONE, forse potrebbe portare a qualcosa, qualora ci fosse un modo per riuscirvisi.

    E internet finchè non sarà deviato completamente anch’esso potrebbe essere un terreno fertile per continuare ancora questa eterna battaglia de bene contro il male, dove ovviamente il male è il nuovo ordine mondiale che per quanto buono avra sempre il difetto di non avere contrappesi, e basarsi comunque sulla regole fredde del denaro, rimanere umanamente fallace con potenziali apocalittiche conseguenze. 

    Batsa pensare al merdaio in cui si sta trasformando l’italia, dove la regole mafiose stanno diventando la norma, e il cittadino impoente, peggio dell’impotenza delle forze dell’ordine americane davanti ad AlCapone. ( e tutte le volte che si parla di mafiosi in parlamento non si fa altro che “normalizzare ” nella mente degli italiani tale concetto e tali modi di comporarsi, denunciare non viene sempre per nuocere ai corrotti, anz, soprattutto quando la fase dell’impotenza e dell’indifferenza è conclamata)

    C’è un modo per unire le forze di dignitosi e onesti giornalisti, filosofi, storici, in una sola voce ?   

  • Bellissimo post!!! Complimenti per davvero!!! Solo una piccola dimenticanza…il punto n°4:

    farsi passare anche da povero martire nonchè Gesù Cristo, quello che dà tanto alla povera plebaglia e in cambio riceve statuette della madunnina nei denti!!!!

    E poi i telegiornali che rompono i coglioni per due mesi e mezzo con la pantomima del povero presidente oggetto di un super attentato omicida terroristico dinamitardo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

     

     

    Basta basta e basta!!!!!!!!!!!

  • Io ne faccio,da oramai un bel po’,una semplice questione evolutiva.

    Se la società umana vuole sopravvivere, e prima che sia troppo tardi,dovrà interessarsi al bene del suo vicino,di ogni altro uomo.E semplicemente una questione di mero “Interesse di specie”.

    Siamo indissolubilmente legati l’uno all’altro,e la strada intrapresa dalla nostra razza,ha solo una fine,l’annientamento.

    Chi non è in grado di percepire ciò,si può dire evoluzionisticamente “inferiore”,ma con la significativa differenza,rispetto al mondo animale,che trascinerà con se nell’estinzione tutta la razza.

     

  • Un bel post, personalmente lo trovo anche deprimente perchè dimostra come i problemi per la maggioranza degli esseri umani siano stati gli stessi da sempre e come in ogni epoca c’è stato chi ha saputo riconoscere il vero male ma senza nessun seguito. Ancora oggi continuiamo a commettere sempre gli stessi errori, a sostenere col consenso proprio le persone che indichiamo come il male che ci affligge. A questo mi riferisco quando sento le molte persone che sostengono che il voto sia un dovere e votano “il meno peggio” pur di votare. Ma perchè votare quando nessuno mi rappresenta o merita la mia fiducia? No grazie, io non voto! (Almeno fin’ora che è nato il Movimento a 5 Stelle).

    Poi la verità è ancora più oscura e nascosta perchè, come ha già scritto qualcuno prima di me, il vero male non è la politica, il vero male non si mostra mai, non ha nè nome nè volto ed è talemente mostruoso e inumano che al confronto Berlusconi, Bush, Putin & C. sembrano dei bimbi di 2 anni. L’unico antidoto ai “tiranni” è la conoscenza. Quindi informazione e cultura che guarda caso sono sempre i primi obiettivi di ogni totalitarismo.

    Oggi abbiamo una grande opportunità che si chiama internet e se riusciremo a mantenerla libera abbiamo buone possibilità che tra qualche generazione le cose cambino radicalmente. Gli attacchi alla sua libertà sono già iniziati su tutti fronti a livello globale, vedremo a breve se l’umanità saprà unirsi a difenderla per il bene del proprio futuro o se resterà seduta davanti al Grande Fratello a farsi schiavizzare definitivamente.

    **********************************************************

    O.T.: riguardo a De Luca continuano le news…alla faccia del male minore per non consegnare la Campania ai camorristi!

  • @Lorana.

    Ciao.

    Questa notte, al rientro, guardati bene attorno.

    E così domani, quando ti sembrerà di essere un pò troppo solo.

    Guardati bene attorno.

    Ho molta pazienza…Io

    Posso aspettare…

    • @rob

      Hei pezzo di scemo, se vuoi ti do il mio di indirizzo, cosi’ puoi venire a trovare anche me.

      E chi mai saresti tu? Il giustiziere della notte? Oltre al non capire che cio’ che scritto da Lorana altro non era se non una provacazione ti presenti pure violento e minaccioso, credi di essere migliore di un mafioso ragionando cosi’.

      Mo ti spiego in parole povere.

      Aver rispetto, esser persone civili significa anche rispettare il fatto che ci sia chi la pensa differentemente da te, da me , dagli altri. Tu invece minacci? Vergognati idiota, ad un’idea si risponde con un’altra idea, tu invece sembri essere solo un violento con il cervello di gomma. Se ne hai di argomenti usa quelli oppure vai allo stadio a sfogarti, li e’ pieno di idioti inetti come te, che invece di vivere la conpetizione sportivamente vanno li solo perche sono in realta’ delle bestie.

      Vergognati, e se hai dignita’ chiedi scusa e poi controbatti con argomenti, sempre che ne hai. Non hai capito nulla…proprio nulla, sei peggio di quelli che vorresti punire.

  • Ciao Caludio ti stimo molto, i tuoi post sono interessantissimi= vera informazione. Ti chiedo di realizzare un post in difesa di Marco Travaglio.

    Ho visto il suo intervento

    http://www.antefatto.it/misfatto

    ho visto la puntata di Anno Zero questo Giovedì 18 Feb., ho letto la sua lettera a Santoro.

    Credo sia giusto dimostrare il sostengo di tanti italiani anche attraverso il tuo blog.

    Che dici? Che dite? Perché tu, Piero Ricca, Beppe Grillo non fate un post collettivo insieme sostenendo Marco Travaglio?

     

    Grazie.

    Alessandra

  • suggerisco anch’io di  far sentire  forte la nostra solidarietà a marco travaglio, tra i pochissimi giornalisti seri  e con le contropalle. non lasciomolo solo.

  • Io in questo post non mi riconosco! una grossa sequenza di luoghi comuni, in tutto il mondo ci sono le stesse trasmissioni che ci sono in italia, se non peggio (in giappone ho visto una specie di non è la rai, dove alcune ragazzine avevano rapporti sessuali con uomini lì in diretta con tutte le altre ragazze che guardavano, ma lì per uno scandaletto un politico viene cacciato via a calcioni!), l’abitudine che dici tu esiste in italia da 50 anni, non è nata con berlusconi, ed ora ci si aggiunge anche la delusione data da una sinistra che rappresentava ideali che non consegue nella realtà, l’informazione è imbavagliata da TUTTE le forze politiche, TUTTE è chiaro ??

    Forse i motivi per cui si vota berlusconi sono altri Personalmente penso per due motivi:

    1) Dai tempi di Togliatti, passando per Berlinguer, fino ad arrivare a tangentopoli, la sinistra rappresentava un ideale di società + giusta, che difendeva i deboli, poi è andata a governare e si è dimostrata quello che è: un bluff! Sono rimasto schifato dallo scoprire che il presidente della camera bertinotti che prima tuonava tutti i giormi contro il precariato, assumeva portaborse precari alla camera a 400 euro al mese!! E di nascosto , finchè striscia non l’ha beccato.. Del resto il precariato non lo ha tolto come aveva promesso, si è schierato dalla parte dei ricchi imprenditori. Un governo durato un anno e mezzo, passato sempre a litigare tra loro invece di pensare ai problemi della gente! Questi sono motivi per non votarli + (e provare con berlusca, magari fa meglio, ho sentito molta gente dire così) Altro che gente rimbambita dal grande fratello e dalla de filippi,la piantiamo di dire queste fesserie ?

    2) il secondo motivo è assai + complesso da descrivere e sicuramente urterà più di una persona, ma come si dice in questi casi, tant’è: detesto tanti militanti di sinistra, tutti inquadrati come bravi soldatini, tutti fatti con lo stampino, vi cito un passo di un articolo di Massimo Fini: 

    Come mai tanta brava gente, pur capendo benissimo chi è Berlusconi, continua a dargli la preferenza? Perché la sinistra è odiosa. Ha una perenne supercigliosità, una puzzetta sotto il naso, un guardar dall’alto in basso che le deriva dalla tradizione del vecchio Pci, solo che quando questo atteggiamento era di Amendola o di altri comunisti dell’epoca poteva anche avere una legittimità e incutere rispetto, negli stracciaculi di oggi suscita solo fastidio.”  

    Inoltre i militanti di sinistra hanno un altra caratteristica, tipica, che non ho mai sopportato: il fatto di usare sempre due pesi e due misure, sempre, sempre, sempre!!

    Con che faccia tosta si parla sempre male della riforma gelmini, quando la sx, togliendo il voto di condotta (i ragazzi fanno quello che gli pare in classe) e mettendo i debiti formativi (se ne fregano e se li portano dietro, tanto sanno che poi non possono bocciare tutti), ha fatto il più grande disastro dal dopoguerra ad oggi ?

    Perchè per tre mesi la rete è stata invasa da post dove si diceva che lo scudo fiscale (e berlusconi) aiutava la mafia e ora che i vari Bersani e Franceschini non l’hanno fatta passare NESSUNO dice che sono mafiosi ? Perchè se fa una porcate Berlusconi è un delinquente, se la fa la sinistra sono compagni che sbagliano ?

    Si poteva far cadere il governo sullo scudo fiscale, non è stato fatto, che volete ora ???? Comodo dire che tutto va male quando si sta all’opposizione…

    Questa è una cosa GRAVISSIMA, perchè liquidate tutto dicendo che è stato uno sbaglio, fate spallucce e via come prima, a fare post di fuoco sul fatto che in certe foto berlusca appare con + capelli di quelli che ha!!!!!

    Perchè migliaia di vignette su berlusconi e noemi, mentre su marrazzo poco o niente, si deve rispettare “la vicenda umana e personale” dello stesso come ho sentito dire a certi vignettisti e amministratori di blog ?? Perchè lui non ci governava ?

    Perchè bertolaso si deve dimettere perchè inquisito e nessuno di voi dice niente sui 2-3 candidati alle elezioni di sx inquisiti anche essi ?

    Perchè vi lamentate del conflitto di interessi, quando i governi di sx potevano togliere le tv al berlusca e non l’hanno fatto ? Forse perchè, giustamente, la destra sotto il governo D’Alema aveva detto che allora la par condicio avrebbe dovuto interessare pure rai3, la7 e i giornali come unità, repubblica, ecc. ecc.. Ma questo non lo ricordate mai, di berlusca ricordate tutto, che strano eh ?

    Perchè Vespa fa tanto schifo e la Annunziata no. che non fa nemmeno parlare chi invita e lo costringe ad andarsene ? quanti di voi hanno chiesto sia cacciata via come lo chiedono per Vespa ?

    E troppi esempi ci sarebbero ancora! Ho amici sia di dx che di sx, ma se se parla di politica sono sempre quest’ultimi che passano agli insulti se non riescono a redimerti, capita spessisimo anche sui blog, con quelli di dx rimango lontano su alcune cose e non riesco mai a togliergli le loro convinzioni sul berlusca, l’atteggiamento verso gli extracomunitari e tanto altro, ma loro non mi hanno mai insultato, quelli di sx si!!

    possibile che in rete vi sento solo parlare 100 volte di berlusconi e noemi, e una del problema dell’usura, o della droga nelle discoteche, nelle palestre e nelle scuole medie ? E guai a chiedervi il programma della sx su queste cose,che vi offendete eh ?

    Per voi l’unico problema dell’universo è berlusconi! Il potere logora chi non ce l’ha, diceva Andreotti; a anche l’invidia direi io!!

    Mi dispiace ma, dopo aver votato rifondazione e di piatro in questi anni, non posso più votarvi (sorpresi, eh ? no, non voto a destra come avrete pensato, tanto per voi chi non è con voi è contro di voi, ma questa non è intolleranza, noooooooooooooooo)

    Ma so per certo che tanti votano a destra per questi motivi 

    io non voto +, sono TUTTI ladroni 

     

     

     

    • E adesso attendo trepidando la replica del solito esaltato che mi farà la lista delle colpe di berlusconi, (sulle quali può pure avre ragione, ed infatti io NON LO VOTO), invece di ribattere alla mia denuncia dei difetti della sinistra, che è l’argomento del mio commento, o al disonesto che mi darà del provocatore non avendo argomenti per ribattere 

    • Caro Alex67,

      credo che la maggior parte dei lettori di questo blog siano d’accordo con te sulle colpe della sinistra. Abbiamo smesso da anni di pensare alla politica in termini geografici. Destra, sinistra, centro. Non hanno più molto significato per noi. Sappiamo che una volta al potere remano tutti nella stessa direzione. Direzione che coincide con gli interessi di una oligarchia che ha di fatto preso il potere in italia, ed ha esponenti in tutti gli schieramenti. Oligarchia che ha come esponente di punta Berlusconi e come alleati nascosti D’Alema, Fassino, Latorre e tanti altri finti oppositori.

      Per questo guardiamo con speranza ai movimenti e siamo stati delusi dalla scelta di Di Pietro di appoggiare De Luca. Ma abbiamo ancora speranza che tutto possa cambiare. Ci sono molti segnali. Le persone correttamente informate sono sempre di più. E c’è voglia di cambiamento, di impegnarsi in prima persona.

      Ci vorrà tempo, non molto credo, ma quando i tempi saranno maturi questo sistema di potere cadrà come un castello di carte. Allora verrà la parte difficile: ricostruire.

  • Speriamo, anche a me il fatto che rifondazione sia sparita dal parlamento, dopo tutte le promesse inadempiute mi è sembrato un segnale forte,  sta agli elettori non votare + certa gente, così per restare sulla poltrona dovranno per forza evitare di pensare solo agli interessi propri. Ma il vero problema per me è il “tifoso” politico, quello che crede nel partito sempre e comunque, è normale nel calcio, nella politica no, i politici non hanno bisogno di cambiare visto che avranno cmq i voti degli aficionados, qualunque porcata facciano, è incredibile che il pd non sia ancora sparito ma sia votato dal 70% di chi vota a sx…

    Informazione ? si, ma può essere manipolata anche e sopratutto in rete…

    beh, vedremo…

    • No non si tratta di complotti, come ci sono le persone serve del potere in tv e nei giornali, possono esserci pure in rete, tutto qui!Oppure tu sei amico personale e di lunga data di tutti i blogger italiani e puoi giurare sulla loro onestà ?

    • Anche io, spesso e volentieri! La rete non è libera come si crede comunenmente,è anarchica. ognuno può scrivere quel che vuole senza controllo, e tra gente in malafede e gente in buonafede ma influenzata dalle proprie convinzioni personali su determinate situazioni/personaggi, di informazione inparziale in rete  credo ce ne sia molta meno di quanto comunemente si creda

  • FitTizio, gia’ il nick e’ un programma.

    Per quale istituo di credito lavori? Ti piace cosi’ tanto il guinzaglio che porti al collo?

    La rendita frazionaria sai cos’e’. Le banche centrali di chi sono? Hai vagamente idea di cosa sinifichi sovranita’ monetaria e del perche’ sarebbe auspicabile ritornarvici? Mai sentito parlare di reddito di cittadinanza?

    Evidentemente no, oppure si ma ti va bene che le cose siano cosi’ come sono.

    Non ti stupire che per altri non sia cosi’.

    Se per esempio tutti quanti andassimo a ritirare i nostri capitali presso gli istituti di credito hai vagamente idea di cosa accadrebbe e del perche’?

    Ringrazia, comunque sia, che ad oggi hai solo il guinzaglio e non ancora la museruola.

    • Caro alsalto,

      mi scrivi: “FitTizio, gia’ il nick e’ un programma”, “Per quale istituo di credito lavori? Ti piace cosi’ tanto il guinzaglio che porti al collo?”.

      Fino a prova contraria siamo persone ragionevoli. Cerchiamo di rimanere sui ragionamenti e sleghiamoli dalle persone che li esprimono. Io non lavoro per istituti di credito e credo di essere perfettamente libero. Sei libero di crederci oppure no. Comunque il problema non è certo questo.

      “La rendita frazionaria sai cos’e’. Le banche centrali di chi sono? Hai vagamente idea di cosa sinifichi sovranita’ monetaria e del perche’ sarebbe auspicabile ritornarvici? Mai sentito parlare di reddito di cittadinanza?”

      Ecco, qui si ragiona. Però devi essere più specifico. Perché pensi che io non sappia cosa sia la rendita frazionaria, di chi siano le banche centrali, della sovranità monetaria e del reddito di cittadinanza?

      Magari già che ci sei spiega cosa sono, così ci capiamo.

      Io non sono prevenuto. Dalle informazioni in mio possesso il signoraggio in versione complottista è una bufala. Sono pronto a cambiare idea. Però per cambiare idea mi occorrono spiegazioni convincenti.

  • A me va bene così, spero che continui perchè me la passo bene, un cambiamento lo auspicherei solo se implicasse un miglioramento del "mio" benessere. Sbaglio?

  • http://www.reportonline.it/20051002114/cronaca/bankitalia-chiamata-in-giudizio-e-condannata-sentenza-storica.html

    http://www.studiotanza.it/pg094.html

    Noi crediamo di essere in un regime solo perchè Berlusconi possiede e/o controlla l’80% dei media… ma poi scopriamo che la magistratura non può metter becco nella politica economica del governo, quindi tutti muti e in fila… è lo stesso metodo che porta pacifici cittadini a doversi infilare la divisa militare e cominciare ad assassinare il nemico nelle guerre, in attesa di venir assassinati. Perchè non ci si può opporre alla politica scelta dal governo. Mussolini insegna.

    Se vi dicono che il signoraggio non esiste, sorridete e passate oltre. Ma non smettete mai di parlarne, di approfondire, di cercare di coglierne i risvolti.

  • @FitTizo, a mio avviso mancano passaggi fondamentali al tuo discorso.

    Inizieri con l’evidenziare un’aspetto fondamentale, quando una banca centrale stampa moneta cosa e quanto deposita a garanzia di questa emissione? La risposta e’ oro, e fin qui…ma quanto? Ne e’ tenuta a depositare un valore pari al 10% di cio’ che emette, quindi? Emette un valore che non corrisponde in realta’ a nulla se non al valore monetario che stampa.

    Altro aspetto interessante. Quando questo valore viene emesso viene poi dato agli stati applicandogli un’ interesse, la domanda e’: dove andra’ a prendere lo stato quei capitali che occorrono a pagare questo debito se quel valore in effetti non esiste, ossia non e’ ancora stato emesso? Risposta, alimenta il debito pubblico.

    Cosa interessante, quando una banca commerciale preleva anch’essa da quella centrale degli euro per poi farne capitale da prestare ai sui clienti cosa accade?

    Accade che questa, per legge ne contabilizza, il valore ed e’ autorizzata a liberarne 9 volte tanto, si ragiona in maniera omologa a quanto avviene per la banca centrale e l’oro che deposita a garanzia.

    Intuisci il marasma che se ne ottiene?

    Ma questo non basta, o meglio basta eccome, anzi, ma basterebbe di per se molto meno, ossia: ipotizza che riaccada cio’ che di gia’ e’ avvenuto in passato negli stati uniti per merito (colpa) di J.P.Morgan, tutti noi ci rechiamo a ritirare i nostri depositi…se ne ottiene il crack finanziario di quell’istituto che sino a che gli viene chiesto credito o gli si affidano i nostri capitali funziona, ma differentemente avendo virtualizzato e moltiplicato come pani e pesci i capitali iniziali non ha assolutamente depositati in alcuna forma quei capitali e dunque non li puo’ restituire.

    Puntualmente l’argomento Signoraggio viene associato al Complottismo,  a mio avviso questa tecnica serve solo per screditare avvicinando allucinazioni Rettiloidi ad argomenti tutt’altro che campati per aria.

    In quanto al Prof.Auriti, sei a conoscenza del fatto che ha denunciato alla corte dei conti la banca centrale per truffa ed induzione al suicidio piu’ altre cosucce…ed egli ha vinto la causa ma essendo considerata una consuetutdine tale truffa i giudici non hanno ritenuto di far alcun che? Tutto normale?

    Ma poi, il prof. Auriti non e’ l’unico caso d’interesse, approfondisci l’argomento andando a vedere chi era ad esempio Olof Palme, cosa ha tentato di fare e cosa gli e’ accaduto?

    J.F.K. in questo suo celebre discorso con chi la aveva?

    http://www.youtube.com/watch?v=cYM4KfWa45k 

    L’Ordine esecutivo 11110 dello stesso JFK e’ piuttosto eloqueste, un mese dopo e’ stato assassinato, casualita’.

    Thomas Sankara, altro esempio interessante…sai nulla? http://www.youtube.com/watch?v=ZDyOCw4suXk

    Sono tanti gli argomenti, troppi.

    Comunque sia prendere coscienza di determinate realta’ e’ preferibile che avvenga tramite un percorso di ricerca intima, personale e non indotta, differentemente rischierebbe di essere solo indottrinamento.

    Libero di pensarla come ritieni FitTizio, d’altronde ti ritieni libero, come mi hai gia’ risposto, ti ritieni una persona completamente libera, beato te, a me proprio non riesce di pensare altrettanto.

    Ciao.

    ps. mai dovessero andare a gambe all’aria le banche credi che masticando banconote sopravviveremmo? Si sincero….un paio di scarpe rimangono sempre tali, piu’ o meno comode, di una valuta se cade non ne rimane nulla di utile, anzi.

    • @alsalto

      “Inizieri con l’evidenziare un’aspetto fondamentale, quando una banca centrale stampa moneta cosa e quanto deposita a garanzia di questa emissione? La risposta e’ oro, e fin qui…ma quanto? Ne e’ tenuta a depositare un valore pari al 10% di cio’ che emette, quindi? Emette un valore che non corrisponde in realta’ a nulla se non al valore monetario che stampa.”

      Scusa, potrò sembrarti provocatorio nelle mie risposte ma è solo per spiegarmi meglio, niente di personale.

      Le banconote non si mangiano ma anche l’oro non è proprio commestibile. Perché l’oro dovrebbe essere una garanzia migliore? La garanzia sulle banconote messe in circolazione sono i beni che la banca compra all’atto di emissione e che restituisce quando le banconote sono usurate e deve riprendersele per buttarle.

      “Altro aspetto interessante. Quando questo valore viene emesso viene poi dato agli stati applicandogli un’ interesse, la domanda e’: dove andra’ a prendere lo stato quei capitali che occorrono a pagare questo debito se quel valore in effetti non esiste, ossia non e’ ancora stato emesso? Risposta, alimenta il debito pubblico.”

      Gli stati danno pezzi di carta alla banca. I bot sono pezzi di carta come le banconote. Quando i bot scadono la banca si riprende i suoi pezzi di carta (banconote) e lo stato i suoi bot. La differenza sta solo negli interessi che lo stato deve pagare alla banca ma che poi si riprende in gran parte con le tasse. Questi soldi servono a pagare i dipendenti della banca, i fornitori, ecc. Esattamente come costerebbero se fosse lo stato stesso a stamparsi in proprio le banconote. Se ci pensi l’unica differenza sta nelle decine di milioni di euro di utili che vengono annualmente spartiti tra gli azionisti della banca. Lo stato è uno di questi. Per questa operazione possono finire nel debito pubblico solo le poche decine di milioni di euro che non vanno allo stato nella ripartizione degli utili. E’ credibile che sia questo il motivo del lievitare enorme del debito pubblico?

      …segue

  • @alsalto

    Cosa interessante, quando una banca commerciale preleva anch’essa da quella centrale degli euro per poi farne capitale da prestare ai sui clienti cosa accade?Accade che questa, per legge ne contabilizza, il valore ed e’ autorizzata a liberarne 9 volte tanto, si ragiona in maniera omologa a quanto avviene per la banca centrale e l’oro che deposita a garanzia.

    La riserva obbligatoria relativamente ai fondi privati depositati presso un istituto di credito è fissata al momento al 2%. La banca riceve 100 euro, ne mette 2 da parte, e ne presta 98. Le banche usano il 98% del denaro privato depositato per prestarlo ai “bisognosi”: aperture di credito, accrediti in conto, ecc ecc. Prestiti che vengono depositati su altri conti, che generano un altro 2% di riserva, e un altro 98% di denaro prestabile.

    Riassunto: la banca presta denaro non suo contro garanzie reali su beni di proprietà privata. A fronte di 100 euro depositati, con obbligo di riserva del 2%, la banca presta 4.950 euro (in 230 passaggi). E alla scadenza del prestito, la banca incasserà 4.950 euro più gli interessi, a fronte del prestito ricevuto di 100 euro da un privato (al quale verrà riconosciuto una miseria di interesse, che non basta a coprire tasse e commissioni. Ma il problema non è così semplice: basta che rimborsi, e amen, chi se ne frega se la banca fa la cresta… il fatto è che se la banca ha in tasca soltanto 100 euro , ma ne crea contabilmente quasi 5.000, come faranno i debitori a rimborsarne 5.000? dove prenderanno i soldi, se non esitono, prima del gioco di prestigio dei banchieri? E’ così che alcuni prestiti vengono rinegoziati, altri escussi (depredando la collettività) e viene rischiesta emissione di nuove banconote, per far fronte alla richiesta della popolazione di moneta per far fronte al rimborso dei prestiti “inventati, sganciati dall’esistenza effettiva di moneta”.

    Il nostro sistema sta per saltare. il debito pubblico è alle stelle e la spirale diventa sempre più veloce. Ricordatevi: è sufficiente che 2 persone su 100 vadano in banca a ritirare i propri risparmi, e il mondo che conosciamo cambierà per sempre. Quanto tempo ci vorrà? Massimo due anni, se prima non cacciamo a calci questi economisti da strapazzo, e i loro burattinai illuminati

    La moltiplicazione dei pani e dei pesci di Gesù era un gioco da dilettanti, a confronto.

  • @schumino

    “Riassunto: la banca presta denaro non suo contro garanzie reali su beni di proprietà privata. A fronte di 100 euro depositati, con obbligo di riserva del 2%, la banca presta 4.950 euro (in 230 passaggi). E alla scadenza del prestito, la banca incasserà 4.950 euro più gli interessi, a fronte del prestito ricevuto di 100 euro da un privato”

    Scusa, qualcosa non mi torna in questo ragionamento. Intanto sui soldi non c’è scritto il nome per cui come fai a dire che una banca presta denaro NON  SUO? Poi, chi sarebbero quei 230 deficenti che chiedono un prestito alla banca per poi mettere quei soldi di nuovo nella stessa banca in un altro conto? Mi piacerebbe conoscerli se davvero esistono. Inoltre 230 passaggi sono tanti. Quanto tempo ci vuole? Se poi fai i conti, quella che descrivi è una serie matematica. Se invece che 230 passaggi ne consideri il limite all’infinito ottieni 5000 euro. Solo altri 50 euro per un’infinità di passaggi…

    Infine, una banca per funzionare deve pagare i dipendenti, i locali, le infrastrutture, le tasse ecc.ecc. Come pensi che potrebbe esistere se non prestasse i soldi e cercasse di guadagnarci sopra?

  • @schumyno

    “Mi piacerebbe molto avere da FitTizio il link a qualche documento o filmato inerente a questo “Complottismo”: almeno posso cercare di capire il suo punto di vista… magari non è del tutto campato in aria, magari han costruito un messaggio in giro per il web che sia simile ma paradossalmente errato rispetto alla realtà… mi piacerebbe approfondire, questo argomento, poichè la posta in ballo è il futuro dei vostri figli, non il risultato di una partita di calcio…”

    Esatto, la posta in ballo è il futuro dei nostri figli. Ecco perché sono ancora qui in questa discussione. Se il signoraggio è una bufala ma sempre più persone ci cascano alla fine potrebbero essere talmente tanti da condizionare le scelte politiche. E finire per far prendere le decisioni sbagliate.

    Filmati? Link? Onestamente non saprei se sono disponibili filmati o spiegazioni abbastanza chiari. Certamente so che Paolo Attivissimo, il cicap e altri parlano criticamente di scie chimiche e di altre teorie complottiste. Non so se anche di signoraggio. Su questo io avevo già i miei sospetti avendo trovato mezze spiegazioni in rete sul perché fosse una bufala. Spiegazioni onestamente non molto chiare. Ma in questa discussione i miei sospetti sono diventati certezza. Se avrai la pazienza di leggerti quella discussione scoprirai che abbiamo analizzato in molti le principali affermazioni del signoraggio. Come difensore d’ufficio ha partecipato Marco Saba, non proprio l’ultimo arrivato in merito.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi