Fate la carità ad un povero gioielliere!


Le tasse, in Italia, le pagano i lavoratori dipendenti (50,2%) e i pensionati (37,3%). Gli imprenditori non possono: con una media di 18.900EUR sul reddito lordo annuo (1.200EUR al mese netti), sono considerati una categoria protetta, una specie a rischio.  Il WWF ormai li cerca nelle spiagge, come le tartarughe, e si assicura che possano copulare e riprodursi indisturbati. Solo che le spiagge in questione sono alle Maldive, o alle Seychelles, e anziché deporre le uova sotto la sabbia, le loro  femmine depongono ovuli in costosissimi assorbenti con le ali, trattenuti in posizione da finissima lingerie di lusso.
A dire il vero, gli esemplari di imprenditore che sopravvivono nell’italico stivale sono ben 5 milioni, quindi non proprio a rischio di estinzione, e a giudicare dal milione e 49mila auto di grossa cilindrata (oltre i 2.500 cc) che scorazzano per le nostre strade, dalle oltre 78mila imbarcazioni  di almeno 10 metri di lunghezza e dalle 850mila prenotazioni annue negli alberghi a cinque stelle, non fanno decisamente la fame. Tuttavia, se tanto mi da tanto, i dipendenti (con i loro 19.335EUR di reddito lordo medio annuo), dovrebbero spostarsi esclusivamente in elicottero o con il jet privato, mentre i lavoratori autonomi (tra i quali i cococo) dovrebbero potersi permettere di noleggiare l’Enterprise – e James Kirk come autista – ogni volta che vanno a comprare un litro di latte (37.124EUR). Qualcosa, decisamente non quadra.
 
Tant’è, ciò è quanto emerge dai dati dell’Agenzia delle Entrate relativi alle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche presentati nel 2008 e riferiti al 2007, elaborati da uno studio di Nicola Quirinodocente di Finanza pubblica all’Accademia della GdF e alla Luiss – per conto di Manageritalia.
In particolare gli avvocati campano con 2.800EUR netti al mese (fatta eccezione per Niccolò Ghedini che dichiara un imponibile di 1.345.235EUR all’anno), gli architetti non vanno oltre i 1.700EUR, gli albergatori non raggiungono neppure i 1.400EUR, i concessionari di automobili e i giornalai tirano a campare con 1.300EUR al mese e poi ci sono loro… i più sfortunati.. che vagano ai semafori, le suole consumate ed un cartello al collo “Me misero, me tapino!“: sono i gioiellieri e gli orologiai. 15.800EUR lordi annui, diconsi quindicimila, per un netto mensile che a malapena raggiunge 1.100EUR risicati risicati.
I vetri blindati? I sofisticati antifurti? I monocoli e i bilancini di precisione? I collier in oro massiccio? I diamanti, che sono per sempre? Gli anelli di brillanti? I topazi, i rubini, gli smeraldi, gli zaffiri?
Tutta scena, tutta apparenza. Se vai a grattare, sotto a un girocollo da 800mila euro, tolte le tasse, tolta la carta per la confezione, tolto il costo del rullo per lo scontrino, la bolletta della luce per tutti quei faretti sempre accesi, le fatture del telefono e i danni per i mattoni che ogni notte si abbattono sulle pesanti saracinesche, rimane poco e niente. Per l’appunto: mille euro al mese.
Ma c’è una categoria di lavoratori che rappresenta a buon titolo il prototipo dello schiavo moderno, il minatore del duemila, costantemente al di sotto della soglia di povertà. Mangiano alla mensa dei poveri e si vestono con quello che gli passa la caritas. Sono i tassisti, con 900EUR, e i parrucchieribarbieri, che a malapena riescono a racimolare 700EUR al mese.
Chissà: i quasi 200EUR di andata e ritorno tra Milano e Malpensa se ne andranno tutti in medicine?

ndr: I blogger, come potete vedere, non compaiono neppure in elenco.

21 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ricordiamo sempre una cosa: esistono due tipi di farmacisti.

    I titolari (propietari), come da grafico, e i farmacisti dipendenti, che prendono tra i 1000 e i 1100 euro di media al mese…

     

    • Mah, forse la situazione è diversa da regione a regione, ma mio fratello è dipendente di farmacia ma è ben al di sopra di tale cifra, anche se molto al di sotto di quel che guadagna il titolare….

  • Anche per i professionisti bisogna fare un discorso a parte, in particolare per i progettisti (architetti, ingegneri), perchè siamo nel paese dei feudi, ovvero in Italia le amministrazioni pubbliche commissionano lavoro solo e sempre ai soliti noti della zona, mentre tutti gli altri fanno gli schiavi, a cococo, a partita iva, ma questo quando va bene, perchè per il resto è gratis. Per farsi una bella idea delle offerte di lavoro ci si può collegare al sito http://www.professionearchitetto.it e vedere che belle gamma di offerte di praticantato ci sono.

    Per moltissimi arrivare a € 1700 netti al mese è un sogno!

  • C’era una volta il ceto medio

    Perché “c’era una volta il ceto medio”? Detto così potrebbe sembrare il titolo di un film di un regista neorealista degli anni dopo la guerra, che tendeva ad analizzare la società con tutte le sue contraddizioni. Oppure in chiave ironica potrebbe essere un remake di un film del grande Sergio Leone. Non è niente di tutto questo!

    http://www.bispensiero.it/index.php?option=com_content&view=article&id=549:cera-una-volta-il-ceto-medio&catid=57&Itemid=594

  • Grande Claudio

    Ma, scusate, ma io son l’unico a essermi incxxxxto? Cioè, guardate quella tabella, e pensate allo scudo fiscale e ai 1.800 miliardi di debito… e poi pensate ai cassintegrati, disoccupati… e ai gioiellieri!! o i meccanici (che comunque son sempre più utili e sfruttati dei gioiellieri!!)

    Cambiare, subito, di corsa. Andate a votare! E ditelo a tutti, anche alle nonne!

    • @schumyno…..ma com’è che tu t’icaxxi ancora ????? non sei stato inebetito ancora ????

      quella tabbella è l’italia (più o meno), anche se per poco credo !!!!!

    • Lo ero… e forse ancora in parte… ma per fortuna ho spento la tv, e sembra che gli effetti tossici che crea, regrediscono eliminandone la somministrazione…

      e ora sono “….zato” come una bestia!!

    • controllala la bestia….che cosi diventa ancora più forte…..mantieni tutto bello equilibrato e vedi come va crescendo a dismisura……mente sana in corpo sano (mi pare che dica…vero?)

  • Chi paga le tasse sono sempre i soliti: ce ne accorgiamo tutti, tranne i “geni della lampada” di politica e finanza.. Si sa ma nulla viene fatto, se non (di tanto in tanto) qualche condono..

  • Aggiungi idraulici, elettricisti, imbianchini….

    Aggiungi Tremonti: 38.000 €!

    Aggiungi TUTTI, tranne i dipendenti e i pensionati, che le pagano SOLO perché, essendo trattenute, non possono fare altro…

  • La maggior parte dei voti del PDL viene da lavoratori dipendenti che hanno il cervello di un bambino che frequenta la seconda media e non siede neanche ai primi banchi.

  • Io continuo a notare bambini di pochi anni che si incazzano se il fratellino prende il giocattolo dell’altro. “E’ MIO!!!” E’ la prima cosa che urlano.

    Questi sono i cittadini di domani. 🙁

  • Ciao Claudio

    si i dati sono sicuramente veri Ma!!!! DEVI SOTTOLINEARE CHE LA MAGGIOR PARTE NON SONO IMPRENDITORI MA SOLO PRENDITORI cioè quelle aziende che fanno montagne di soldi lavorando con le amministrazioni pubbliche, e poi rubano i soldi delle tasse.

    Ci sono una maggioranza di aziende di piccole media industria (come la mia) che siamo imprenditori solo perchè sappiamo lavorare, e siamo MASSACRATI DA TASSE E CONTRO TASSE addirittura pagandole in anticipo IVA IRAP IRPEF F24 ECC.

    POI VEDI LO SCUDO FISCALE FATTO SOLO PER LA MAFIA E PER I PRENDITORI.

    Noi sappiamo lavorare non sappiamo rubare MA DOPO LO SCUDO FISCALE e possibile tutto. Poi sicuramente se rubiamo un mela (visto che non siamo capaci) finiamo in galera.

    W L’ITALIA

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi