Compriamo Il Giornale


I risultati del sondaggio a caldo di ieri sono chiari: oltre il 64% di voi è allineato con le dichiarazioni di Fini. Quasi i tre quarti, se si sommano quelli che gli danno ragione, ma che credono debba dimettersi dal ruolo di Presidente della Camera. Non è una grossa sopresa.
 
 
 
Feltri dice che Fini non sa cosa vuole, ma lo vuole tenacemente. E’ la solita feltrata da avanspettacolo. In realtà quello che vuole Fini (con imperdonabile ritardo) coincide con quello che per il PDL è totalmente trasparente (poi non si dica che non tengono anche loro alla trasparenza): loro hanno bisogno di un leader che gli dica cosa fare e cosa pensare, mentre Fini vagheggia di concetti inesplicabili quali democrazia interna, rispetto per la legalità e perfino un’identità chiara, una personalità che non sia personalismo.
Nel frattempo, sulla prima pagina de Il Giornale campeggia la pubblicità di un libroConversazioni a tavola di Hitler. L’house organ di un dittatore che pubblicizza un altro dittatore. Complimenti per la coerenza del messaggio.
Ora la buona notizia. Berlusconi ha detto di avere affidato ad un professionista l’incarico di trovare una cordata di imprenditori che  vogliono acquistare Il Giornale del fratello Paolo. La cattiva notizia è che, ragionando alla sua maniera, saranno imprenditori amici, come ha candidamente e implicitamente ammesso proponendo ironicamente a Fini di concludere lo stesso affare per suo conto.
Il Giornale venne fondato nel 1974 da Indro Montanelli, che lo diresse fino al 1994, quando rassegnò le sue irrevocabili dimissioni a causa delle imposizioni editoriali dell’editore più liberale del mondo, Silvio Berlusconi, che prese possesso fisico della redazione in concomitanza con la sua “discesa in campo“. Oggi è ridotto al ruolo di house organ del PDL, alla mercé della penna poco nobile di Vittorio Feltri.
Se Berlusconi vuole vendere il giornale alla solita cordata di imprenditori amici, per dare una riverniciata all’intonaco della redazione lasciando ogni altra cosa al suo posto, allora facciamola noi una cordata di cittadini amici (amici, sì: ma dell’Informazione) e compriamo Il Giornale, reintitolandolo alla memoria di Indro Montanelli.
ADERISCI ALLA PAGINA FACEBOOK.


Berlusconi vuole vendere Il Giornale: COMPRIAMOLO NOI

3 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il tuo post, è come sempre, meritorio e degno di nota.

    La provocazione è interessante, tanto che ho aderito, anche se credo che Max Volpi (che ha commentato tramite “faccialibro”), non abbia tutti i torti.

    La cosa che più mi ha colpito, è l’articolo di Feltri, che mi ha fatto pensare a quante congetture si possano fare, partendo dalle iniziali del cognome.

    Se la “B” di Berlu.scontri, fa il paio con Bush, con Blair… (che di disastri ne hanno combinati), la “F” di Feltri, fa coppia perfetta con quella di Fede, infatti leggendolo mi sembrava di leggere il “sant’uomo” (come amorevolmente lo chiama il suo Dio) Emilio, anche se effettivamente ad una più attenta lettura, appare chiaro che è stato scritto da qualcuno di più istruito, perché la “darchia”, lui non sa nemmeno cosa sia.

    Cordiali e civili saluti.

  • Basta soldi ai giornali che arricchiscono solo gli editori.

    I giornali prezzolati devono cambiare o chiudere bottega.

    Solo i veri giornalisti devono sopravvivere.

  • Ammesso che raccogliamo i soldi tramite facebook, milioni di persone mettono un euro a testa; non è difficile. 

     

    Poi a nome di chi si paga? Chi diventa l’intestatario? Il popolo viola? Claudio Messora? Lasslo Veda? Chi decide cosa farne dopo? 

     

     

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi