Gli alieni sono tra noi / 2


Un mondo in cui tutti ti danno ragione è noioso come giocare una partita a Subbuteo da soli. Per questo sto apprezzando molto i commenti al post di ieri. A differenza del dissenso politico, tuttavia, che genera fastidio e degenera immediatamente nel turpiloquio della più becera matrice ideologica, provo autentico divertimento e una sana simpatia nei confronti dei miei critici. Prima di tutto perché li sento spontanei, genuini, e non – paradossalmente – tifosi partigiani come solo i professionisti dello squadrismo politico sanno essere. Secondariamente perché, credeteci o no, non ce l’avevo con loro.
 
Molte infatti le testimonianze a difesa degli ultras, eppure io non solo non li ho mai esplicitamente menzionati, ma non ho neppure davvero in mente loro quando mi riferisco agli alieni in mezzo a noi. Conosco decine di persone che, lungi dall’essere un ultrà, non parlano che di calcio dalla mattina alla sera, conoscono tutti gli importi degli ingaggi, discutono fino alla nausea della correttezza di un giudizio arbitrale ma ti guardano con fastidio e disinteresse se snoccioli le cifre degli appalti truccati, se sollevi la questione della costituzionalità del Lodo Alfano o se parli di condannati per associazione mafiosa premiati con la carica di Senatore. Gli stessi che si azzuffano per un rigore rubato, chiudono invece non un occhio, ma entrambi sulla distruzione scientifica, metodica ed arrogante del Principio di Legalità.
Non parlo degli ultras che, in qualche modo, sono professionisti del tifo organizzato e dunque può non sorprendere che tutto ruoti prevalentemente intorno al calcio. Parlo dei vostri colleghi di ufficio, dei dipendenti del supermercato che prendono un caffè alle macchinette, dell’autista di autobus che chiacchiera con i passeggeri, dei discorsi al bar, delle conversazioni spicce con l’edicolante, con i vicini di casa in ascensore, dei signori che portano a spasso il cane e delle loro mogli che, di riflesso, se ne lamentano sotto al casco del parrucchiere. Parlo dei vostri parenti, quelli che vi vengono a trovare la domenica, una volta al mese, o con cui passate le vacanze. Parlo anche di vostro fratello, talvolta perfino di vostro padre e del nonno che gioca a carte discutendo di Mourinho, Benitez, Lippi e Balotelli.
Cosa c’è di male nel coltivare un’interesse? Niente, se non che il calcio è un interesse che, al pari di altri, ognuno di noi è libero di coltivare oppure no. La politica invece non è un interesse, ma un preciso dovere civico, trasversale, che dovrebbe accomunare tutti, cui tutti sono chiamati ad esprimere doverosa partecipazione. La politica, lo ricorderò a costo di essere banale e scontato, è l’attività di chi si occupa delle cose pubbliche, del bene comune. È l’arte, cioè, di gestire le proprie cose, di prendere decisioni sul quanto spendere, sul dove spendere e a chi dare i nostri soldi. Così come non è accettabile che in una famiglia ci si segga a tavola demandando sempre alle stesse persone la gestione della spesa, e sempre alle stesse persone l’incombenza di sparecchiare e lavare i piatti (salvo poi accorgersi alla seconda settimana che i soldi sono finiti e che per mangiare bisognerà indebitarsi o andare a rubare), allo stesso modo non è accettabile che un qualsiasi cittadino italiano abdichi ai suoi diritti di cittadinanza, guadagnati al prezzo del sangue di miliardi di persone che ci hanno preceduto, con il solo risultato di perpetuare con il suo voto disinformato e inconsapevole la stessa casta di nobili parassiti loro sì, i veri alieni come le cavallette di Zeta la formica – che avevamo buttato dalla finestra per poi ritrovarcela nuovamente e comodamente spaparanzata in salotto, con il telecomando di casa nostra in mano, mentre nostra moglie gli prepara da mangiare e i nostri figli gli fanno vento agitando la Costituzione Italiana come un’hawaiana agita un ventaglio.
Perché proprio il calcio e non, che ne so, i seguaci di un comico predicatore? Perché il popolo della Gazzetta dello Sport è la maggioranza schiacciante di questo paese e, se solo mettesse un decimo delle energie che investe in bandiere e in cassette di birra a disposizione del dibattito politico, questo tornerebbe ad essere un paese di santi, di inventori e di navigatori, e non più quello dei corruttori, dei mafiosi e dei ducetti che, guardacaso, proprio con il calcio hanno consolidato le loro fortune elettorali. E poi perché, se è vero che prima ci si occupa di gestire il bene comune dal quale discende quello individuale e poi dei propri personali interessi, allora perlomeno i tifosi dello stadio Grillo hanno il merito di avere cominciato con il piede giusto, in maniera condivisibile o meno, ma di sicuro non giocano con la Playstation quando è il momento di lavare i piatti.
Invito gli ultras sensibili all’impegno sociale e civico nei confronti del proprio paese, e a giudicare da alcuni vostri commenti pare che ce ne siano, a condividere su questo blog le loro esperienze, perché possano servire da esempio, da vere e proprie muse ispiratrici per altri loro colleghi ancora poco organizzati.
Chissà che il vero cavallo di Troia attraverso il quale cambiare l’Italia alla fine non sia il sesso, come siamo sempre stati indotti a credere, ma proprio… il calcio!

Fai una microdonazione con Flattr Flattr this

90 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ciao a tutti, è la prima volta che scrivo un commento qui su questo blog, anche se lo seguo da molto tempo.

     

    Sono d’accordissimo con te Claudio e ti stimo per le cose che hai detto in questo e nei post passati…se ne sentiva il bisogno di esprimere quello ceh è un pensiero di molti, e cioè che è ora che ci si svegli e si lascino le cose futili a marcire e si cominci a pensare ai veri problemi di questa ormai povera italietta… Il calcio è eclatante, ma ce ne sono di cose che ci distraggono dai veri problemi, televisione e moda in primis…molto spesso ho voglia di parlare di quanto a fondo nella m…..ci troviamo e mi sento rispondere che cmq la roma o la lazio o l’inter hanno la possibilitâ di vincere il campionato o quantomeno….non hanno perso l’ultima partita!

    mi chiedo come sia possibile dare una scossa vera a queste persone…a queste come alle millioni che si presentano alle varie selezioni del grande fratello (forse sarebbe piu utile una scossa di 380volt a ben pensarci in questo caso) e poi alle manifestazioni per i diritti del cittadino o per contestare il malgoverno o una delle tante schifezze che i nostri policanti fanno in favore del “livello superiore” (perchê dai,… chi può credere che un idiota come berlusconi, che è ricattabile da putt…d’alto borgo sia il vero marionettista??)…allora in quelle occasioni in cui dovrebbero esserci 10, 20, 30 milioni di italiani…ci sono i soliti…i soliti che in televisione vengono quasi descritti come eversivi, che vengono bastonati dalle forze dell’ordine… se ci fossero 5 milioni di persone incazzate che chiedono gentilmente al governo e all’opposizione di andare a casa… non penso che 10’000 poliziotti potrebbero fermarli…ne che le televisioni potrebbero dire che erano 4 gatti… occupiamo tutto, rai, mediaset, parlamento, tanto gia ci menano così, almeno diamo un senso al malessere sociale, un colore…blu livido!

     

    Peace…but not always!

  • Complimenti per il post…mi spiace solo che sia venuto fuori dopo tutti i commenti francamente fuori luogo dello scorso post in cui, come scrivi giustamente qui, non ce l’avevi con nessun ultras.

  • Innanzitutto mi è impossibile non fare i complimenti all’autore del post di ieri e di oggi.

    Sono complimenti allo stile verbale, inesauribilmente ricco eppure mai autocompiaciuto ma maniacalmente attento ad ogni sfumatura di contenuto – incluse ovviamente le zolle che spesso, volando, nelle scivolate vanno in sospensione aerea che grazie ai migliori fotografi sportivi diventa frammento immobile di un’epopea.

    Sono perciò complimenti formali e sostanziali, e certamente mi appassionerei ad un romanzo scritto da costui.

    Circa il paradosso con cui il calcio calamita le nostre attenzioni, avrei una personale ed inesperta teoria che mi permetto di avanzare.

    A parte la chiarezza con cui il calcio sa esprimere le sue regole e i suoi attori, è molto più facile occuparsi delle cose quando non ne sei coinvolto a livello personale. Si chiama tifo ma non prendi il tifo veramente…

    Il calcio non può minimamente arrivare ad essere arzigogolato deludente e doloroso come la politica sa essere ed effettivamente è da più di 60 anni a questa parte.

    Per questo, forse il calcio ci è più caro. Perchè ne siamo meno vittime. 

  • “La politica invece non è un interesse, ma un preciso dovere civico, trasversale, che dovrebbe accomunare tutti, cui tutti sono chiamati ad esprimere doverosa partecipazione.”

    “allo stesso modo non è accettabile che un qualsiasi cittadino italiano abdichi ai suoi diritti di cittadinanza, guadagnati al prezzo del sangue di miliardi di persone che ci hanno preceduto, con il solo risultato di perpetuare con il suo voto disinformato e inconsapevole la stessa casta”.

    Questa frase è pazzesca, ridicola e stupida. sinceramente non so da dove cominciare..parli di cittadinanza..ma sai cos’è? come si acquista?? come si perde? come può un cittadino abdicare i suoi diritti di cittadinanza??? che c’entra la cittadinanza col voto dei singoli?? Cosa sono i diritti di cittadinanza???? Sono perplesso, esterrefatto, incredulo. Fai passare delle falsità, delle menzogne gigantesche come parole sante. Ma sai qual è la differenza tra obbligo e dovere. Mi chiedo prima di scrivere tali sciocchezze hai avuto il buon senso, l’arguzia e l’onestà di informarti su quello che stavi scrivendo?? Hai mai, anche per sbaglio, aperto qualche volta la costituzione?? Sai che ti permette di esprimere il tuo pensiero liberamente, ma sai che ciò non significa poter dire qualsiasi stupidaggine??

    Mi permetto di spiegarti alcuni concetti fondamentali: Il popolo è l’elemento personale costitutivo dello Stato ed è titolare della sovranità (art. 1 Cost.). Il corpo elettorale è la parte attiva del popolo, l’insieme dei cittadini che godono dell’elettorato attivo, vale a dire del diritto di costituire, attraverso il voto, i collegi politicamente rappresentativi dello Stato-ordinamento.

    La capacità di votare, vale a dire la capacità di esprimere la propria volontà politica attraverso il voto, si definisce elettorato attivo. Orbene, l’art. 48 Cost. prevede che tutti i cittadini, uomini e donne, sono elettori e che il voto è personale ed uguale, libero e segreto (i vari significati vatteli a studiare): il suo esercizio costituisce un diritto politico, ma anche un dovere civico. Il secondo comma dello stesso articolo spiega che l’esercizio del diritto di voto costituisce DOVERE CIVICO. Concetto che non ti è chiaro. Vedi, l’infelice e generica espressione costituzionale rappresenta una delle più oscure formule di compromesso raggiunte in sede costituente, dettata dalla necessità di accontentare in qualche modo coloro che sostenevano l’obbligatorietà morale del voto. Da ciò discende che ognuno è libero di votare o meno. L’unico significato che può (secondo solo alcuni Costituzionalisti, in quanto non c’è omogeneità di pensiero) essere attribuito all’espressione dovere civico è quello che esprime la posizione di COINTERESSENZA del cittadino alla comunità cui partecipa. Credo che sia inutile aggiungere che tale significato possa essere attribuito anche in altre materie e non solo quelle riguardanti il voto. La conseguenza di tutto ciò è che ognuno è libero di interessarsi alla politica così come in egual misura ognuno è libero di disinteressarsi della politica. La politica o meglio interessarsi di politica è una facoltà, un interesse, non un obbligo. Questo è il concetto. questa è la distinzione tra obbligo morale e dovere. L’obbigo è imposto, il dovere no. Sei libero di scegliere se avvalerti del tuo diritto o meno, in quanto la Stato, inteso come ente sovraordinato al singolo, garantisce anche questa forma di libertà. Spero di averti chiarito e schiarito la tua confusione costituzionale.

  • RIHOIR.it ha scritto :
    .A parte la chiarezza con cui il calcio sa esprimere le sue regole e i suoi attori, è molto più facile occuparsi delle cose quando non ne sei coinvolto a livello personale. Si chiama tifo ma non prendi il tifo veramente…Il calcio non può minimamente arrivare ad essere arzigogolato deludente e doloroso come la politica sa essere ed effettivamente è da più di 60 anni a questa parte.Per questo, forse il calcio ci è più caro. Perchè ne siamo meno vittime. 

     

    Mi permetto di dissentire (ora prendo un imodium). Calciopoli proprio non ha svelato niente a nessuno?

    • Omar, non sarei mai così ingenuo da proporre una contrapposizione, ma una distinzione di grado, sì.

      Conto  sul tuo senso della misura.

      Inoltre tra gli argomenti più gettonati e seguiti del calcio ci sono quelli più semplici e non quelli più complessi.

      Certamente, anche fissato l’ambito calcistico, il calciomercato è (e dirò, enormemente) più appetibile di Moggiopoli et similia – che non attraggono proprio nessuno.

      Anche di questo penso tu possa esperienzialmente convenire.

      Un saluto,

      cs

       

  • @Eugenio,

    resta da queste parti: abbiamo bisogno di te!

    Della tua base giusnaturalistica. Della tua competenza nel diritto costituzionale.

    Però dirò una cosa ovvia. Non assolvere a un dovere implica un logico abbandono da un punto di vista dell’interesse collettivo.

    Nessuno ti può obbligare. Ma gli è in facoltà incoercibile lasciarti a te stesso.

    Saluti,

    cs

  •   “Chissà che il vero cavallo di Troia attraverso il quale cambiare l’Italia alla fine non sia il sesso, come siamo sempre stati indotti a credere, ma proprio… il calcio!”

     

    Un tacchino, in un allevamento statunitesne, decise di formarsi una visione del mondo scientificamente fondata (una wissenschaftliche Weltauffassung, secondo i neopositivisti del Wiener Kreis).

    «Fin dal primo giorno questo tacchino osservò che, nell’allevamento dove era stato portato, gli veniva dato il cibo alle 9 del mattino. E da buon induttivista non fu precipitoso nel trarre conclusioni dalle sue osservazioni e ne eseguì altre in una vasta gamma di circostanze: di mercoledì e di giovedì, nei giorni caldi e nei giorni freddi, sia che piovesse sia che splendesse il sole. Così arricchiva ogni giorno il suo elenco di una proposizione osservativa in condizioni le più disparate. Finché la sua coscienza induttivista non fu soddisfatta ed elaborò un’inferenza induttiva come questa: “Mi danno il cibo alle 9 del mattino”. Purtroppo, però, questa concezione si rivelò incontestabilmente falsa alla vigilia di Natale, quando, invece di venir nutrito, fu sgozzato.»

     

  • X messora:

     

    Scusa ma perchè hai rimosso il mio ultimo messaggio sui grillini? cosa ho detto di così inaccettabile? non mi sembra di aver offeso nessuno personalmente…era una mia opinione generale, no9n pensavo che sul tuop blog fosse vietato parlar male dei seguaci di Beppe grillo

    • infatti, ma che è successo? volevo risponderti ma il post è scomparso… mah

      tornando al tuo messaggio kautostar86, io penso che tu ti stia allontanando dall’argomento del post, perchè il punto non è preferire questo o quel tifoso. il punto qua è che c’è la stragrande maggioranza degli italiani la cui capacità di giudizio è fuorviata in mille modi, e uno di questi è il calcio. se invece di essere TOTALMENTE concentrata su cose d’importanza secondaria come il calcio la popolazione si occupasse di stare un pò più attenta alle cose serie come interessarsi dell’operato dei propri dipendenti (i politici tutti), magari non ci troveremmo nella situazione di totale emergenza democratica in cui ci troviamo.

      questo io ritengo sia il punto; non se sono meglio quelli della gazzetta o quelli di grillo.

      e comunque caro kautostar86, ti spiego la differenza fra un calciorincoglionito e un grillorincoglionito: il primo si disinteressa totalmente di cose che lo riguardano volente o nolente come la politica e si concentra su altro; il secondo che sia un adepto di grillo piuttosto che di altri almeno di questi argomenti che lo toccano volente o nolente se ne occupa.

       

    • Sono d’accordo con te Kautostars. Io, nel ’94, all’età di 15 anni ho occupato il liceo insieme ad altri per cercare di svegliare il popolo e avvisarlo del pericolo berlusKa. Già in quegli anni, senza disinformarmi su intenet, mi ero accorto che il nostro non era più un paese democratico, ma che si stava trasformando in un paese autocratico, dove il potere non è soggetto ad alcun controllo, fondato su forme di persuasione più o meno occulte, nonchè sulla propaganda e sull’uso monopolistico dei media. Mentre cercavo di spiegare queste cose ai compagni Io e i miei amici girotondavamo tra denunce e manganellate della digos. Mi ricordo Beppe Grillo a Sanremo o sul palco dell’Ariston. Di Nanni Moretti conoscevo qualche film. Nè mai si erano fatti vivi quelli del popolo viola, e l’unica agenda rossa era quella del mio compagno di banco, ect. ect. Vero è che a questi soggetti ho sempre voluto chiedere dov’erano nel ’94. Dove eravate?? La Vostra coscienza dov’era?? Voi che ci rimproverate di essere lontani dalla politica, di provare disgusto e disinteresse, nel ’94 dov’eravate???? Il mio sospetto e il mio timore è che tutte queste associazioni sono nate con l’unico scopo di resistere con furbizia alle furbizie altrui. 

       

    • scusa ho appena riletto il programma del movimento cosè che ti fa piangere vorei capire?

      per esempio a me la class acion non mi dispiacerebbe.

      anche inleggibilita a cariche pubbliche per i cittadini condannati

      stipendio parlamentare allineato media europea (per i parlamentari europei è già stato fatto)

      divieto di cumolo delle cariche dei parlamentari (esempio:sindaco-deputato)

      ti prego non ettichetarmi come populista

      avrò solo la terza media ma condivido pienamente tutti i punti

      un saluto a tutti.

  • aaa ha scritto :
    Sono d’accordo con te Kautostars. Io, nel ’94, all’età di 15 anni ho occupato il liceo insieme ad altri per cercare di svegliare il popolo e avvisarlo del pericolo berlusKa. Già in quegli anni, senza disinformarmi su intenet, mi ero accorto che il nostro non era più un paese democratico, ma che si stava trasformando in un paese autocratico, dove il potere non è soggetto ad alcun controllo, fondato su forme di persuasione più o meno occulte, nonchè sulla propaganda e sull’uso monopolistico dei media. Mentre cercavo di spiegare queste cose ai compagni Io e i miei amici girotondavamo tra denunce e manganellate della digos. Mi ricordo Beppe Grillo a Sanremo o sul palco dell’Ariston. Di Nanni Moretti conoscevo qualche film. Nè mai si erano fatti vivi quelli del popolo viola, e l’unica agenda rossa era quella del mio compagno di banco, ect. ect. Vero è che a questi soggetti ho sempre voluto chiedere dov’erano nel ’94. Dove eravate?? La Vostra coscienza dov’era?? Voi che ci rimproverate di essere lontani dalla politica, di provare disgusto e disinteresse, nel ’94 dov’eravate???? Il mio sospetto e il mio timore è che tutte queste associazioni sono nate con l’unico scopo di resistere con furbizia alle furbizie altrui.   

     

    Eggià oggi la maggior parte di chi parla male del Berlusca, magari pubblica pure libri contro di lui con le sue case editrici, magari è addirittura una “sua creatura” come Saviano, che finge di criticare il premier e di fare polemiche per voler abbandonare il gruppo Mondadori, ma tutto il suo successo lo deve alle case editrici del “mafioso” di Arcore.

    Insomma intorno all’antiberlusconismo e alla “legalità” s’è creato un grande business, un teatrino che fa comodo a molti, ma quando la politica di Berlusconi si poteva contrastare concretamente, nessuno l’ha fatto, nessuno è capace o è interessato davvero a proporre un’alternativa valida a Berlusconi, perchè alla fine la politica “berlusconiana”, la politica degli affari personali e delle leggi su misura, la politica delle mazzette, del voto di scambio, la politica “mafiosa”, piace al 99% della classe politica italiana.

    Berlusconi è solo un CAPRO ESPIATORIO, un ALIBI per tanti politici della pseudo-opposizione( che fanno finta di essere più puliti, o meno zozzi), ed è soprattutto un grandissimo business per un sacco de persone

     

  • kautostar86 ha scritto :

    Ok forse hai ragione, sicuramente meglio di tutti è chi si interessa alla politica, ma senza pendere dalle labbra di nessuno, insomma senza l’atteggiamento da FAN, da adepto, ma pensando solo con la propria testa, cercando di leggere un po’ tutto, e farsi un’idea personale sulle cose.

    qui sono pienamente d’accordo

    Gli Adepti che siano FAN di Grillo, di Di PIetro,  di Berlusconi o della Lega , o di Vendola non sono mai lucidi, per questo dicevo che a un certo punto, è quasi meglio chi è Fan nel calcio, piuttosto che chi diventa fanatico di qualche partito, o paladino politico.

    hmm, ok ma allora a costoro che non si interessano di politica ma si interessano solo di calcio però bisognerebbe teoricamente togliere il diritto di voto, in quanto appunto poi va a finire che sono fuorviati dai mass media (gli stessi che gli hanno inoculato l’ossessione del calcio) e quindi il loro voto è più basato sul frutto della propaganda piduista che su pensieri razionali.

    I FAN di qualche partito, o di qualche trasciantore di popoli sono sempre persone irrazionali, mentre per interesarsi seriamente alla politica e per cercare di capirla, bisogna essere lucidi, non fare il tifo per nessuno, analizzare le cose sempre con spirito critico. Quindi non bastano le buone intenzioni, cxome quelle di chi crede nel MOVIMENTO 5 stelle, ma serve anche una coerenza di idee, serve anche una competenza, se va al potere qualcuno pieno di buone intenzioni, ma che non ha la benchè minima idea di dove mettere le mani, è difficile cambiare le cose in meglio.

    sono d’accordo con te, le persone che agiscono sulla base di istinti irrazionali non dovrebbero esprimersi su questioni di tale importanza, perchè è proprio in tal modo che i demagoghi prendono il potere

    Se ti leggi il programma di Grillo in sezione economia, energia e scuola c’è da ridere (o da piangere) per le cose sconclusionate che propone!

    non mi interessa entrare nel merito, il punto è che finchè ci si occupa SOLO di cose di secondaria importanza qua non ne usciamo più.

    Se uno non vuole ragionare con la testa, ma solo col cuore e con la pancia, allora meglio che si interessi solo di calcio, probabilmente fa meno danni!    

    esatto, e per fare meno danni allora dovrebbe smettere di votare, ma non per esprimere sfiducia verso la classe politica tutta (prima qualcuno parlava anche di questo fatto, ma è troppo evidente che si tratta di una stupidaggine), ma perchè appunto decide di smettere di ragionare con la testa.

  • ByoBlu conclude con:

    Chissà che il vero cavallo di Troia attraverso il quale cambiare l’Italia alla fine non sia il sesso, come siamo sempre stati indotti a credere, ma proprio… il calcio!

     

    a proposito di induttivismo

    Cito una nota metafora di Bertrand Russel

    “Un tacchino, in un allevamento statunitense, decise di formarsi una visione del mondo scientificamente fondata (una wissenschaftliche Weltauffassung, secondo i neopositivisti del Wiener Kreis).

    «Fin dal primo giorno questo tacchino osservò che, nell’allevamento dove era stato portato, gli veniva dato il cibo alle 9 del mattino. E da buon induttivista non fu precipitoso nel trarre conclusioni dalle sue osservazioni e ne eseguì altre in una vasta gamma di circostanze: di mercoledì e di giovedì, nei giorni caldi e nei giorni freddi, sia che piovesse sia che splendesse il sole. Così arricchiva ogni giorno il suo elenco di una proposizione osservativa in condizioni le più disparate. Finché la sua coscienza induttivista non fu soddisfatta ed elaborò un’inferenza induttiva come questa: “Mi danno il cibo alle 9 del mattino”. Purtroppo, però, questa concezione si rivelò incontestabilmente falsa alla vigilia di Natale, quando, invece di venir nutrito, fu sgozzato.»

     

    Caro BYoBlu… l’induzione va benissimo per formulare ipotesi di lavoro ma a differenza della deduzione non serve a costruire  ma a demolire.

    Non porta a nessuna convergenza verso una verità, anzi!

     

    Potrebbe adattarsi in questo contesto in quanto tutte teorie le tue non controllabili e associate alla metafisica: tutto è personalizzabile a livello di pensiero e non richiede dimostrazioni.

     

  • aaa a copiare gli articoli da google o dai libri siamo tutti bravi.

    Prima attacchi internet e lo accusi di generare disinformazione e poi finisci col copiare spudoratamente dal web semantico, sii un po’ più coerente…

    P.S. tu nel 94 navigavi su internet? Non penso… Eppure nessuno ti contesta, anche se non avevi capito che da lì a 10 anni internet sarebbe diventato un fenomeno di massa(purtroppo, perchè grazie all’HCI girano personaggi come te).

    Ipocrisia portami via…

     

     

     

     

     

  • x AAA Eugenio  in risposta a tutti i tuoi post

     

    Sei veramente bravo! libero, informato, dotto ecc

    Sai trovare sui “libri” “internet” e tutto cio che usi .. notizie informazioni ecc.

    Sai la costituzione ( letta- studiata), non sei influenzato da niente e da nessuno…

    Sai anticipare i pensieri e le azioni  ( presenti e future ) da una serie di articoli post ecc

    HAi cercato dettagliatamente di rispondrmi hai post precedenti:

    Senti amico ti rispondo per l’ultima volta sperando che riuscirai a capirmi.

    1) è inaccetabile far passare un messaggio del genere e cioè che gli altri sono alieni. Noi (anzi voi e il vostro guru) siamo giusti, buoni e poi ci sono gli altri. Trovo disgustoso il salire in cattedra (forse sarà anche il vostro guru unto dal Signore?) e additare generalizzando su persone che amano il calcio. Oggi, i diversi sono loro, quelli che leggono la gazzetta e domani? i diversi, gli alieni chi saranno?? ripudio questo concetto del diverso anche perchè (se conosci un pò di storia recente) converrai con me, che tali aberranti affermazioni hanno portato solo l’uomo a lottare contro se stesso. Oggi il diverso è il tifoso, domani l’albanese, dopodomani sarà il senegalese, ect. Ecco a cosa portano certe affermazioni aberranti e presuntuose. Questa è la mia logica. I discorsi basati sulla disuguaglianza non portano lontani

     

    E qui ti rispondo per me stesso( e penso  ,senza presunzione di interpretare il pensiero di Claudio) non si parla di diversi da emarginare pestare ghettizzare  ecc.qui non si parla di DISUQUAGLIANZA, ma di sperare ,desiderare, voler comprendere perchè per un PASSATEMPO o DIVERTIMENTO tante persone si disinteressino,deleghino un proprio DIRITTO/DOVERE ad altri! 

    E ripeto SONO liberi di farlo se vogliono! Ma mi spieghi( e piu precisamente vorrei che mi spiegassero) perchè lo fanno!

    Ma almeno se una persona decide di disinteressarsi e delegare ad altri spero che sia ADULTA ( e non intendo anagraficamente) ed informata.

     

    2) l’incocludenza, la pochezza, la ridicolaggine di questo artico lo è confermata dall’idea, ribadita anche nel nuovo post del guru, che il voto di queste persone non può essere uguale a quello di chi (forse come lui) è dotato di sana coscienza civica. Amico, se non ve ne siete accorti siamo nel 2010, il voto è uguale, libero, personale e segreto. Ciò a garanzia dello Stato. è così per il nostro bene. Vedi nel nuovo post, il tuo guru fa una confusione incredibile: parla di coscenza civica, ci spiega che cos’è la res pubblica, ci dice che occuparci di politica è un dovere civico, senza sapere che dovere civico significa anche disinteressarsi della res pubblica (è un diritto fondamentale). Però il voto degli alieni, dei diversi, di chi legge la gazzetta non dovrebbe essere uguale a quello di chi è politicamente attento e coscienzioso. Una confusione incredibile ed indicibile. Forse ha letto la Costituzione di Topolinia o di Arcore, ma ti assicuro che grazie a dio la Cost. dice il contrario di ciò che viene affermato e ribadito dal guru.

    e no caro AAA  qui tiri conclusione forzate  IO  non dico che il mio voto è ” migliore” o ” diverso” dai tifosi … Diritto/dovere  si accompagnano … non si puo sempre disinteressarsi  di un bene comune …

    quando un INDIVIDUO ( TUTTI NOI) passa da bambino ad adulto  deve CRESCERE

    io sono Padre e adesso ho IL diritto /dovere di educare i miei figli con mia MOGLIE non posso eludere e demandare  sempre i DOVERI e avvalermi solo dei DIRITTI.

    TU  cosa preferisci solo diritti  solo doveri o entrambi? io entrambi!

    UN adulto responsabile,SE TALE SI RITIENE, sa di  averli ENTRAMBI INDISSOLUBILI.

     

    3) riguardo all’ironia, credo che ognuno la cerchi e la trovi ovunque gli pare. Se penso alle sciocchezze scritte dal guru, anch’io rido e le trovo ironiche per quanto sono stupide e fantasiose. Ma la vera ironia, per me non si misura in base alle sciocchezze dette. Ironico e pungente sarebbe stato il vostro guru qualora ci avesse spiegato come mai il grillo parlante o il suo amico tonino non abbiano interrotto le loro vacanze per tutelare e manifestare a favore dei lavoratori di melfi. In quel caso sarebbe stato pungente, sarcastico e un bravo cittadino (in senso civico) come crede di essere.

     

    Bhe qui non entro nel merito gusti personali … solo mi spiace che utilizzi l’espressione ” il vostro GURU”” IL suo amico tonino” in sole tre parole hai etichettato tutto e tutti i presenti che non sono TE

     

    IO Mi SFORZO  di non etichettare le persone ( come spiegato in post precedenti di Claudio) se etichetti  hai pregiudizi e scivoli si nel razzismo.

     

    Spero di essere riuscito a capirti ( almeno in parte )

    e concludo ti assicuro che nessuno è un mio GURU ( Claudio) o LEADER ( tonino) ecc.

    il mio “CREDO” è che l’UMANITA’ e L’INDIVIDUO ( come vedi nessun alieno)debbano  crescere e migliorarsi   CON IL CONTRIBUTO DI TUTTI E DI TUTTO nel rispetto altrui.

     

    NOTTE

     

    • Ti ringrazio per le parole. Ma non sono così. sono un ragazzo normale che pensa con la sua testa. Senza farsi indottrinare o plasmare dai politicanti, dagli associazzionisti, da coloro che OGGI si pongono l’obiettivo di risvegliare la coscienza civile della nazione. Vedi io entrando in questo blog (libero), dal momento che ho espresso il mio dissenso, subito mi sono saltati addosso i vari bonaiuti e biondi della situazione dandomi dell’ipocrita, idiota, uno capace di copiare, ma non di pensare. Pensano. Loro. Bonaiuti e Biondi. Senza avere l’intelligenza di capire che il mio dissenso è di per sè frutto di un pensiero diverso da quello dell’autore dello scritto. Il dissentire presuppone un’attività intellettiva, che, al contrario, manca nella loro pedissequa e unica capacità di uniformarsi ad un unico pensiero. Ecco perchè cerco, senza riuscirci, di disinteressarmi di politica. Non sopporto dovermi confrontare con persone che parlano di libertà e diritti e poi sono le prime a darti dell’idiota. Potrà mai cambiare l’Italia? Dovrebbero essere come te. Aperte, senza paraocchi. Infatti a te rispondo. Anche perchè credo che le nostre idee non siano poi così lontane. Quando dici: “E ripeto SONO liberi di farlo se vogliono! Ma mi spieghi( e piu precisamente vorrei che mi spiegassero) perchè lo fanno! Ma almeno se una persona decide di disinteressarsi e delegare ad altri spero che sia ADULTA ( e non intendo anagraficamente) ed informata.” In linea di massima sono d’accordo, anch’io credo che sia necessario essere informati. Ma ho anche precisato che contrariamente a come la Costituzione veniva elaborata, interpretata, più o meno fantasiosamente, con metafore, ect. nell’articolo tutto ciò non è un obbligo. Ho detto che la Cost. non si può elaborare a nostro piacimento. L’articolo, da questo punto di vista, è arbitrario. Quando poi affermi: “e no caro AAA qui tiri conclusione forzate IO non dico che il mio voto è ” migliore” o ” diverso” dai tifosi”. Anch’io ho detto la stessa cosa. Ho detto che il voto è uguale. Siamo noi, tifosi, ballerini, laureati, operai, imprenditori. il voto è uguale. Ho aggiunto solo che ciò è un bene, una garanzia per le persone. E ho espresso il mio timore che l’articolo giocando con metafore o paralleli (come li ha definiti il Biondi di cui ti dicevo prima), finisca col lanciare un messaggio inaccettabile: che il voto di chi si interessa di politica valga di più. Vedi in entrambi gli articoli si etichettano gli appassionati di calcio, i lettori della gazzetta come esseri non pensanti, con cassette di birra, una moglie in cucina e l’abbonamento sky. Tu dici: “IO Mi SFORZO di non etichettare le persone ( come spiegato in post precedenti di Claudio) se etichetti hai pregiudizi e scivoli si nel razzismo.” Credimi io faccio altrettanto. Io credo e spero che la società non sia così. Credo ci sia l’appassionato di calcio e politica. quello che la domenica va al tempio e il resto della settimana si occupa di altro, di solidarietà ad esempio. Quello che legge la Repubblica e legge anche la gazzetta. Credo e spero, ripeto, che la società sia più diversificata. Per questo ho detto che l’articolo è riduttivo. Due razze di alieni sono poche. Spero, insomma che non sia così. Ancora, quando dici: “un INDIVIDUO ( TUTTI NOI) passa da bambino ad adulto deve CRESCERE”. Non puoi trovare persona che sia più d’accordo con te. Ma vaglielo a spiegare a Biondi e Bonaiuti che proprio per questo ho criticato l’articolo. Inoltre quando dico che l’articolo interpreta male la Cost., dicendo cose non vere, aggiungo che si finisce per disinformare, per lanciare messaggi errati, inaccetabili, che poi, dei fessi uniformati come Biondi e Bonaiuti finiscono per attuare mediante insulti e la non accettazzione (forse vorrebbero la censura?) del dissenso liberamente espresso. Infine, ti preciso che quando parlo di guru lo faccio non riferendomi a te, ma alle scimmie urlatrici di Biondi e Bonaiuti che se, ci rifletti, sono la prova, la dimostrazione della mia tesi: e cioè che se si vuole lanciare messaggi, esprimere pubbliche opinioni, informare con articoli bisogna cercare di dire cose sensate e corrette onde evitare che i destinatari di tali notizie si comportino come le scimmie di cui ti ho parlato. Ti saluto

  • alex1971 ha scritto :
    " x AAA Eugenio  in risposta a tutti i tuoi post   Sei veramente bravo! libero, informato, dotto ecc Sai trovare sui "libri" "internet" e tutto cio che usi .. notizie informazioni ecc. Sai la costituzione ( letta- studiata), non sei influenzato da niente e da nessuno… Sai anticipare i pensieri e le azioni  ( presenti e future ) da una serie di articoli post ecc HAi cercato dettagliatamente di rispondrmi hai post precedenti: Senti amico ti rispondo per l’ultima volta sperando che riuscirai a capirmi.

    E qui ti rispondo per me stesso( e penso  ,senza presunzione di interpretare il pensiero di Claudio) non si parla di diversi da emarginare pestare ghettizzare  ecc.qui non si parla di DISUQUAGLIANZA, ma di sperare ,desiderare, voler comprendere perchè per un PASSATEMPO o DIVERTIMENTO tante persone si disinteressino,deleghino un proprio DIRITTO/DOVERE ad altri!  E ripeto SONO liberi di farlo se vogliono! Ma mi spieghi( e piu precisamente vorrei che mi spiegassero) perchè lo fanno! Ma almeno se una persona decide di disinteressarsi e delegare ad altri spero che sia ADULTA ( e non intendo anagraficamente) ed informata.  

    IO Mi SFORZO  di non etichettare le persone ( come spiegato in post precedenti di Claudio) se etichetti  hai pregiudizi e scivoli si nel razzismo.   Spero di essere riuscito a capirti ( almeno in parte ) e concludo ti assicuro che nessuno è un mio GURU ( Claudio) o LEADER ( tonino) ecc. il mio "CREDO" è che l’UMANITA’ e L’INDIVIDUO ( come vedi nessun alieno)debbano  crescere e migliorarsi   CON IL CONTRIBUTO DI TUTTI E DI TUTTO nel rispetto altrui.   NOTTE   "

    Ha già un marcato delirio di onnipotenza e onniscenza, non facciamolo salire troppo in alto.

    legegvo nel post precedente questa frase:" forse perché appartenenti a diverse matrici spazio-temporali, a dimensioni ortogonali multiple che si propagano su piani energetici armonici."

    Forse non era in pace con se stesso per partorire cose senza senso? (il suo a parte) Già dal suo elucubrare trovo evidente il suo stato di alterazione della percezione della realtà; "

    Io non lo chiamerei nemmeno ironicamente guru: potrebbe crederci! Dal mio umile punto di vista è uno che: "vorrei ma non posso" I punti di vista sono liberi anche se viviamo in uno stato comunista, vero?!?!? (chi lo vede nero ha grande immaginazione)

    • legegvo nel post precedente questa frase:

      "forse perché appartenenti a diverse matrici spazio-temporali, a dimensioni ortogonali multiple che si propagano su piani energetici armonici."

      Forse non era in pace con se stesso per partorire cose senza senso?

      O forse è solo uno che ha studiato abbastanza la fisica e si è appassionato agli spazi iper-dimensionali, alla teoria delle stringhe, sa di musica e propagazione delle onde e di implicazioni filosofiche ad esse connesse, e ti mescola sotto il naso cognizioni diverse in una sinestesia ironica che ti rende ebbro e copre di ridicolo la tua ignoranza, al punto che non esiti ad esporla così incoscientemente al pubblico ludibrio?

  • Parla un ultrà.

    Claudio ci ha invitati, ecco cosa penso.

    Premesso che non ho letto del tutto gli altri post, perchè sono quasi tutti ot, fuori tema, premesso che noi ultrà molto probabilmente siamo più pratici e meno teorici..

    ciò che penso è che, la stragrande maggioranza di tifosi non è affatto disinformata e con gli occhi foderati dai fogli rosa della gazzetta…quella è oggi una minoranza…

    la maggioranza è quella, e noi lottiamo perchè diventi sempre più ampia, informata (anche Grazie all’esistenza dei gruppi ultrà, organizzazioni numerose di individui accomunati da unica passione, organizzazioni che hanno più di 30 anni di esperienza sulle spalle con la caratteristica, non comune a quasi nessun altro tipo di organizzazione cosi numerosa, DI NON AVER CAMBIATO BANDIERA.) , che si informa e che pensa e ragiona.

    Il calcio è un fenomeno troppo ricco e troppo diffuso per poter essere catalogato come cosa stupida e inutile. NOn sono solo 22 giovani che corrono dietro un pallone.

    Volete un esempio attuale?

    ECCONE UNO, LA TESSERA DEL TIFOSO:

    http://www.youtube.com/watch?v=QHK2sLVq8hg

     

    Guardato? avete capito ora di cosa stiamo parlando? Se non capite, lasciate perdere e non ne parliamo più.

    Salerno non si tessera

    Walters, WILD GROUP ULTRA’ SALERNO

     

  • E

    Materiale per Byoblu:

    il 29 agosto 2010 inizia l’era della repressione legalizzata da parte dello stato nei confronti di centinaia di migliaia di liberi individui.

    Già da mesi, solo e soltanto sul web o attraverso il passaparola si possono vedere queste immagini, che diventano giorno per giorno più frequenti. NON LE VEDRETE MAI NEI TG UFFICIALI.

    Lo stato sta cercando di mettere in un angolino la categoria di persone che più di ogni altra si può definire PROFESSIONISTA di manifestazioni di piazza e più di ogni altra è in grado di sovvertire, all’occorrenza, l’ordine pubblico…(io ovviamente sono contrario alla sovversione dell’ordine pubblico, eh? )

    Questo video mostra solo una piccolissima parte di alcune manifestazioni già avvenute.

    Tutto lascia presagire che ne seguiranno molte altre, molto più consistenti.

    Che chiaramente dovrebbero interessare tutti i cittadini liberi, tifosi e non.

    http://www.youtube.com/watch?v=7wpaceLMbEM&NR=1

     

     

     

  • fiox ha scritto :
    scusa ho appena riletto il programma del movimento cosè che ti fa piangere vorei capire? per esempio a me la class acion non mi dispiacerebbe. anche inleggibilita a cariche pubbliche per i cittadini condannati stipendio parlamentare allineato media europea (per i parlamentari europei è già stato fatto) divieto di cumolo delle cariche dei parlamentari (esempio:sindaco-deputato) ti prego non ettichetarmi come populista avrò solo la terza media ma condivido pienamente tutti i punti un saluto a tutti.

    Non ti etichetto, ci mancherebbe, quando parlo male dei grillini, ovviamente si intende una parte, insomma quelli che ho avuto l’occasione di conoscere, i fanatici “arrabbiati”, ma sicuramente tra chi ammira il MOVIMENTO 5 stelle, ci saranno anche tantissime persone che pur non essendo tifosi acritici, vedono in Grillo l’unica alternativa onesta, in un panorama politico deprimente.

    Proverò a farti un’elenco di alcune cose che a occho non mi sono piaciute quando ho letto :

    – REFERENDUM PROPOSITIVI E ABROGATIVI SENZA QUORUM:Cioè praticamente anche una sparuta minoranza di cittadini potrebbe fare e distruggere leggi e riforme, in piena libertà. Immaginati il casino che potrebbe creare una roba del genere…e immaginati i costi per collettività( i referendum non sono mica gratis!)

     

    Poi in categoria INFORMAZIONE si arriva al delirio:

    – CITTADINANZA DIGITALE PER NASCITA E ACCESSO GRATUITO ALLA RETE PER OGNI CITTADINO:

    Cioè praticamente si vuole trasformare internet da strumento-servizio a pagamento, che ognuno si giustamente finanzia per conto suo, e chi non se lo può permettere ci rinuncia, dato che non è mica un bisogno vitale, a DIRITTO!

    Non mi risulta che la costituzione italiana prevede il DIRITTO di ogni cittadino a connettersi al web! cioè con tutti problemi che ce stanno in italia, sto pifferaio da 4 soldi di Beppe Grillo, siccome ilo suo business è tutto sul WEB, e anche per fare un favore alla CASALEGGIO, che ha ancora più interesse di lui a fare una cosa simile, allora vuole trasformare un servizio a pagamento, in un diritto.

    Critica tanto le leggi AD PERSONAM ma questa cos’è?

    E dov’è la coerenza? si vuole abolire il finanziamento pubblico ai giornali, mentre per il WEB si può sperperare denaro allegramente, per fare gli interessi di pochi?

    E’ come se Berlusconi volesse istituire il diritto costituzionale all’abbonamento a MEDIASET PREMIUM, pagato dal pubblico erario.

     

    – Nessuna rete televisiva a copertura nazionale può essere posseduta a maggioranza da un privato, e la proprietà massima di un singolo azionista è del 10%-  Praticamente LEGGE CONTRA PERSONAM, che non ha alcun senso ( se non il fatto di voler sfavorire Berlusconi e qualunque proprietario di televisioni), e quello di sfavorire la televisione in generale, sempre in favore del WEB, dove Grillo domina incontrastato!

    – Nessun quotidiano con copertura Nazionale può essere posseduto a maggioranza da un privato, e non oltre il 10%-  IDEM come sopra, con la differenza che in questo caso non attacca solo Berlusconi, ma mira a demolire qualunque editore di carta stampata. Sempre una norma assurda, e antidemocratica, non esiste nulla di simile in nessuna democrazia occidentale, voler impedire ai privati di creare un proprio organo di informazione, è una norma degna delle dittature comuniste!

    Nel capitolo informazione ci sarebbero tante  altre cose da criticare, ma l’obiettivo è chiaro, colpire la libertà di tutti gli altri organi di informazione, di tutti i media, in favore dell’unico strumento su cui GRILLO e la società di Marketing che lo sostiene( CASALEGGIO) spadroneggiano, fino addirittura a trasformarlo in DIRITTO.

     

    ISTRUZIONE

    – ABOLIZIONE DELLA LEGGE GELMINI- Per sostituirla come? con cosa? La legge Gelimini avrà pure parecchie pecche, ma non è tutta da buttare, per esempio l’italia è andata avantio un sacco di tempo col maestro unico, e in  nostri genitori e nonni, non sono più ignoranti di quanto non possano esserlo tutte quelle persone che hanno avuto 3-4 maestri. Se c’è crisi e bisogna  cercare di contenere anche gli sprechi della scuola. Poi la Gelmini ha esagerato e ha tagliato anche dove non avrebbe dovuto, ma non si può buttare nel cesso tutta una riforma, senza proporre nulla!

    – ABOLIZIONE DEL VALORE LEGALE DEI TITOLI DI STUDIO- Quà proprio NO COMMENT, praticamente ci ritroveremmo con medici che magari non hanno mai aperto un libro di Medicina(insomma la legalizzazione dei ciralatani e dei medici abusivi), avvocati che non hanno mai studiato diritto ecc… insomma regnerebbe il caos più totale!

    -INVESTIMENTE NELLA RICERCA UNIVERSITARIA: Grillo forse non sa che il problema italiano non soino gli investimenti, ma la totale mancanza di meritocrazia, il familismo, il nepotismo, le raccomandazioni ecc….

    Praticamente l’italia non è che investe molto meno degli altri paesi in ricerca, ma la differenza è che questi soldi x la ricerca se li spartiscono soprattutto i Baroni universitari, creando cattedre inutili, ma fatte su misura per sistemare parenti, familiari, amici ecc ecc….

     

    VALUTAZIONE DEI DOCENTI UNIVERSITARI DA PARTE DEGLI STUDENTI: Altra cazzata che si commenta da sola, invece di risolvere il problema meritocratico, e fare concorsi per docenti molto più severi e selettivi, si fa la cazzata della valutazione degli studenti.

    Praticamente un docente che non vuole perdere il posto deve investire più tempo ad arruffianarsi gli alunni, piuttosto che a insegnare la sua materia, e deve anche stare attento a non dare voti troppo bassi, o bocciare i somari, che gli si potrebbe rivoltare contro.

     

    Questa è solo una piccola parte delle assurdità del programma MOVIMENTO 5 STELLE, ho saltato la sezione economia(una delle peggiori), altrimenti non si finiva più, però già questo basta e avanza per bocciare un movimento pieno zeppo di demagogia, tenuto insieme più dall’antiberlusconismo, e dal disprezzo per la politica attuale, che da un filo conduttore di idee condivise.

    Insomma mi sembra un programma pieno di stupidaggini, senza coerenza e senza idee chiare su come si vuole migliorare il paese, un’accozzaglia di inutile demagogia, ci sono anche dei punti positivi, ma visto che non c’è nemmeno nessuna priorità, si presume che se andassero al potere, penserebbero prima di tutto a sistemarsi quelle cazzatelle piene di populismo(tipo REFERENDUM SENZ QUORUM, e DIRITTO-DOVERE all’accesso a INTERNET), poi forse si concentrerebbero sull’abolizione delle PROVINCE

    • Mi sono dilungato troppo, faccio un riassunto:

       agevolare l’accesso a internet, magari mettendo delle reti pubbliche in ogni città, dei punti di connessione gratis( come esistono le biblioteche comunali, per chi non vuole o non può comprare tutti i libri), per me è GIUSTO, ma statalizzare tutto l’adsl e metterlo nelle case di tutti i cittadini, no, mi pare un po’ eccessivo, e anche pericoloso per la libertà della rete (purtroppo grillo non va nei dettagli, quindi non si capisce bene cosa vorrebbe fare di preciso)

      Per quanto riguarda il resto, sicuramente un premier che possiede la maggioranza di 3 TV private a ricezione nazionale, è un’anomalia, ma è un’anomalia solo per il fatto che Berlusconi stà in Parlamento, se fosse un provato cittadino che non ha nessuna partecipazione diretta in politica a possedere 3 TV non ci sarebbe nulla di male.

      Quindi  chi ricopre incarichi di potere dovrebbe rinunciare ad avere la maggioranza di una televisione a ricezione nazionale, o di un giornale, ma per chi non ha ruoli politici, non vedo perchè non possa essere azionista di maggioranza di una casa editrice, di un giornale o di una rete Tv, non c’è nessun motivo di vietare a un’imprenditore di fondare il suo giornale, o la sua TV in cui diffondere anche le proprie idee e i propri interessi politici

      Il messaggio precedente cancellalo per favore

      Ciao

      Andrea

       

    •  agevolare l’accesso a internet, magari mettendo delle reti pubbliche in ogni città, dei punti di connessione gratis( come esistono le biblioteche comunali, per chi non vuole o non può comprare tutti i libri), per me è GIUSTO, ma statalizzare tutto l’adsl e metterlo nelle case di tutti i cittadini, no, mi pare un po’ eccessivo, e anche pericoloso per la libertà della rete (purtroppo grillo non va nei dettagli, quindi non si capisce bene cosa vorrebbe fare di preciso)

      Per te l’informazione non è un problema. Per me lo è. Io ritengo che la maggior parte dei cittadini italiani, che guardano solo la televisione, non siano correttamente informati. E non solo perché non gliene importa niente (e molti purtroppo sono di questo tipo) ma anche perché non hanno la sensazione che le cose potrebbero essere molto diverse da come vengono raccontate. Per questo ritengo che agevolare la diffusione della banda larga, che ti ripeto è diventato UN DIRITTO in paesi come la Finlandia, il che significa che 100Mbit devono arrivare in tutte le case PER LEGGE, così come ogni casa deve avere l’acqua potabile, è una forma di progresso in paesi dove l’informazione è sudamericana come il nostro. Il fatto che Grillo abbia un blog seguito dimostrerebbe che lui vuole favorire la rete a svantaggio della televisione, perché "lui è il re"? Grillo ha un blog seguito, certo. E probabilmente il più seguito d’Italia. Cosa ti impedisce di farne uno altrettanto interessante? Sul web proprio niente, caro mio, a parte qualche soldo da investire. Prova a fare invece concorrenza a Minzolini sulle frequenze televisisive. Puoi avere tutti i soldi che vuoi, ma non ti daranno mai le frequenze (ripeto: vedi caso Europa7). Non ti sembra questo un motivo sufficiente per spingere per l’adozione della rete al posto della televisione? Se non ti sembra sufficiente, allora ti ripeto che evidentemente non hai chiari quali sono gli asset fondamentali della democrazia che tanto sbandieri in nome e a vantaggio di chi già la governa da quarant’anni, insegnandoti anche cosa pensare e inventando categorie mentali inesistenti per indurti a credere che vi sia un nemico da combattere proprio laddove invece ci sono cittadini cui una democrazia liberale dovrebbe consentire di esprimersi in condizioni paritetiche. E te lo dice uno che ha avuto un padre che lavorava a Rete4 quando qualche mago si è accorto che forse c’erano troppe televisioni pilotate dalla stessa persona, e che dunque forse una avrebbe dovuto andare sul satellite a vantaggio di altri che avevano tra l’altro vinto le concessioni governative, ma che in virtu’ ancora una volta di questa dittatura sudamericana nella quale non ti senti di vivere NON HANNO TRASMESSO MAI. PUR AVENDO VINTO LE CONCESSIONI. HANNO VINTO E NON HANNO POTUTO TRASMETTERE. QUESTO A CAUSA DEL SISTEMA ATTUALE CHE DIFENDI.

      Per quanto riguarda il resto, sicuramente un premier che possiede la maggioranza di 3 TV private a ricezione nazionale, è un’anomalia, ma è un’anomalia solo per il fatto che Berlusconi stà in Parlamento, se fosse un provato cittadino che non ha nessuna partecipazione diretta in politica a possedere 3 TV non ci sarebbe nulla di male.

      Resterebbe comunque un’anomalia, per il semplice fatto che le frequenze analogiche sono limitate. Quando un bene è limitato, non può essere consentito a un solo soggetto di esaurirlo ma deve essere ragionevolmente suddiviso e disponibile per chiunque ne faccia richiesta.  Inoltre, e più importante, ti sfugge che A) ci sono paesi dove non è consentito possedere formalmente dei media e occuparsi della cosa pubblica B) nel caso in cui a un privato cittadino fosse consentito di avere quante televisioni vuole, quando si fosse costruito il necessario consenso gli basterebbe spostare formalmente la presidenza o qualsiasi ruolo di tipo amministrativo verso un parente stretto o un amico fidato (avendo ormai tra l’altro anche la disponibilità economica per controllarlo) per tornare ufficialmente candido e immacolato e presentarsi alle elezioni. Cosa credi che sia successo, proprio in quel piccolo e lontano paese dove attualmente (immagino) vivi?

      Quindi  chi ricopre incarichi di potere dovrebbe rinunciare ad avere la maggioranza di una televisione a ricezione nazionale, o di un giornale, ma per chi non ha ruoli politici, non vedo perchè non possa essere azionista di maggioranza di una casa editrice, di un giornale o di una rete Tv, non c’è nessun motivo di vietare a un’imprenditore di fondare il suo giornale, o la sua TV in cui diffondere anche le proprie idee e i propri interessi politici

      E’ complesso. Sulla carta basterebbe dividere equamente il numero di risorse per il numero di offerenti. In realtà, ci sono pochi grossi imprenditori che le televisioni rendono ancora più ricchi e che cannibalizzerebbero facilmente ogni frequenza dell’etere, proprio perché sarebbero impossibili da contrastare (e quando qualcuno ci prova, sanno come pagare magistrati e comprare sentenze). Questo determinerebbe il fatto che in poco tempo si verrebbe a ricreare la stessa situazione monopolistica, conclamata nel caso in cui non ci siano limiti alle frequenze che è possibile comprare, di fatto nel caso in cui questi limiti ci fossero, ma non ci fossero competitor sul mercato televisivo perché nessuno disporrebbe dei fondi per creare strutture, studi e palinsesti (acquistati a suon di miliardi) in grado di competere. Se fosse un’azienda di biberon non ci sarebbe nessun problema, ma trattandosi di canali di informazione (obbligati a trasmettere tot ore al giorno di telegiornali, senza contare i talk-show e i dibattiti eventualmente pilotati o pilotabili), questo entra in aperto conflitto con la pluralità dei mezzi di informazione richiesta a garanzia di una corretta partecipazione democratica dei cittadini.

      Anche per questo motivo, Internet (non avendo limiti o concessioni governative per esercitare il diritto di espressione) rappresenta una soluzione al problema. Di certo chi ha più denaro può creare contenuti formalmente più avvincenti, ma la disponibilità di tutto e del suo contrario rende il cittadino davvero libero di poter aderire alla forma, alla sostanza o a entrambi laddove le due cose vadano insieme.

  • TROVIAMO IL MATTEOTTI DEL 2000 PER RISVEGLIERE LE COSCIENZE DI QUESTO POPOLO BUE. Leggete l’attualità di questa nota di Marisa Corazzol e riflettete.
    Gli unici che si avvicinano alla sua statura sono Di Pietro, De Magistris e Vendola, gli unici che dicono la verità. Gli altri sono tutti dei quacquaracquà.
    http://www.facebook.com/notes/marisa-clara-celeste-corazzol/giacomo-matteotti-un-politico-al-servizio-dei-piu-deboli-un-giustizialista-nell-/477852855728
     Ho visto che tra gli amici di molti miei amici c’è un certo Piero Brutti.  Ebbene il vero nome di tale tipo è Massimo Malerba, alias San Precario, Italo San Pollo, colui che a distrutto la nascita del Movimento Viola affossando il Meeting Nazionale del Popolo Viola e lasciando solo il buon Ottavio Casentini che ci aveva già messo soldi di tasca sua.
    Tale spegevole individuo è quello che con la sua cricca di veline e compagni di merende ha gestito da dittatorello la pagina Il Popolo Viola bannando che dissentiva e supportava l’organizzazione dei gruppi locali del Popolo Viola intorno alla Carta Etica.
    Colui che si è sempre spacciato con la sua cricca come rappresentanti nazionali del Popolo Viola in quanto gestori di una pagina Facebook.
    Coloro che hanno fondato una Associazione Nazionale del Popolo Viola senza sentire minimamente i gruppi locali e nominando presidente la ragazza del suo compagno di merende Franz Mannino.
    Son passati nove mesi dal primo No B Day e la cricca del San Precario (Malerba/Mannino/Mazza/Barbati/Bartolini) è riuscita a distruggere un Movimento che non è mai nato. Un movimento che avrebbe dato fastidio ai partiti. Ora ci riprovano con un No B Day2 di cui al Popolo Viola non frega più niente. Il Popolo Viola non è il popolo bue che grida “chi non salta Berlusconi è”. Il Popolo Viola vuole un salto di qualità e deciderà con la riunione dei gruppi locali che hanno aderito alla Carta Etica a quale manifestazione partecipare. Per quanto mi riguarda spero che aderiscano tutti alla manifestazione lanciata da Cammilleri, Hack, Gallo, D’Arcais e contribuiscano alla sua gestione ed alla definizione dei temi da trattare sul palco.
    Anche se l’associazione milantata nazionale del Popolo Viola dei furbetti del quartierino Mazza/Mannino/Bartolini/Barbati/Malerba-sanPrepuzio ha già 45.000€ da IDV e PD con quei soldi non ci possono fare granché. Il No B Day2 sarebbe un flop micidiale ed farebbero una figura di merda loro e tutti i boccaloni viola che gli vanno dietro. Io direi che si può ragionare sul cambio di data ma che soprattutto va ragionato su chi conduce i giochi, su chi organizza veramente la manifestazione decidendo quali personaggi far salire sul palco e soprattutto quali tematiche trattare. Come dicevamo, non più una manifestazione per gridare “chi non salta Berlusconi è” ma per parlare dei temi che stanno più a cuore al Popolo Italiano (di tutti i colori: viola, bianco, rosso, blu o di che altro colore si senta più rappresentato), temi che dovranno essere ben definiti e trattati con il dovuto rilievo sul palco. Temi che dovranno far parte del programma di governo della futura coalizione di partiti che si candida a governare in alternativa a Berlusconi ma soprattutto al berlusconismo.

    Ciao

    Sandro Di Carlo (Stato Laico) amministratore della pagina PopoloViola Città_del_Vaticano
    Ancora non ho capito come mai non mi hanno messo tra gli amministratori del Popolo Viola del Lazio 🙂

    P.S.
    Se vi interessa capire meglio la vicenda di questo sgangherato Popolo Viola e sulla buffonata del No B Day 2 lanciata da quattro burattini servi di due padroni potete leggere le mie note:

    FERMIAMO IL MASSACRO E SALVIAMO QUESTO MOVIMENTO VIOLA DALL’ASSERVIMENTO A 4 BURATTINI IN MANO AI PARTITI.

    e

    MEETING O NON MEETING? Una seria discussione verso il 1° Meeting Nazionale del Popolo Viola
    http://www.facebook.com/note.php?note_id=454247999594
    Che non riesco a mandarvi come link perché qualcuno di questi sciacalli le ha segnalate come spam.

    Buona lettura

  • Walters ha scritto :
    Ma tutto questo cosa cavolo c’entra con l’articolo??????????????

     

    Un utente mi ha chiesto cosa non mi piaceva del movimento 5 stelle e ho risposto, se il messaggio intasa troppo Byoblu può sempre toglierlo!

  • Charles ha scritto :
    permettimi di dissentire. c’è senz’altro qualcuno che critica berlusconi e poi lavora con le sue aziende, ma non è affatto vero che essi siano “la maggior parte di chi parla male di berlusconi”: qui hai ingigantito la cosa secondo me.”

    Se consideri l’intellighenzia antiberlusconiana è come dico io, fidati, prova a controllare tra gli intellettuali e giornalisti antipremier quanti stanno nella scuderia MONDADORI-EINAUDI, e quanti pubblicano con altri….

    “sulla seconda parte sono incuriosito, chi sarebbe allora quell’ 1% della classe politica italiana a cui non piace la politica “berlusconiana”?

    Beh dai a essere ottimisti ci saranno anche dei politici onesti, e con buone idee.

    Certo forse dicendo 1% mi sono allargato un po’ troppo, magari saranno 1 su 1000 o 1 su 10.000, i problema è che questa sparuta minoranza, in un sistema democratico, può fare ben poco, il governo, lo stato è molto difficile che si autolimiti, dato che l’obiettivo della maggior parte dei politici, è l’interesse personale, e quindi in italia se si vuole mantenere la poltrona a lungo, certe caste e certi sprechi è meglio non toccarli mai, c’è il rischio di diventari impopolari e perdere consensi.

    Purtroppo anche chi aveva delle idee buone e condivisibili, una volta arrivati in parlamento, le rinnegano subito(per esempio la LEGA un tempo si scagliava contro Roma ladrona, contro gli sprechi, contro le province, mentre oggi si oppone all’abolizione anche delle province più inutili), il potere e i soldi cambiano in fretta gli obiettivi e gli interessi delle persone, e in questo senso il conflitto di interessi appartiene un po’ a tutti i politici.

    Per come è organizzato tutto il sistema politico italiano attuale, non conviene governare bene e fare leggi giuste, tagliare l’enorme spesa pubblica, intervenendo sugli sprechi. Certi baracconi di spreco pubblico, sono quasi indispensabili per mantenere il consenso, sono ottimi serbatoi di voti di scambio, e quindi convengono quasi a tutti ( tranne che al contribuente onesto ovviamente)

    potrebbe essere anche come dici, cioè che è un capro espiatorio e un alibi per quelli dell’opposizione, ma allora che si fa, non gli si fa più opposizione proprio? se fosse solo un capro espiatorio come dici, allora in realtà mi diventa uno statista, un brav’ uomo? non si capisce il senso di questo ultimo passaggio.

     

  • Walters ha scritto :
    Scusa, ma questo tuo post serve a far capire che non sono solo i tifosi ad avere un unica argomentazione, senza comprendere il suono gutturale degli altri alieni? Ma hai letto l’articolo e i vari commenti?

    No, probabilmente non l’ha letto… E’ un tipico stile “Facebook-like”

  • byoblu ha scritto :
    – CITTADINANZA DIGITALE PER NASCITA E ACCESSO GRATUITO ALLA RETE PER OGNI CITTADINO: Cioè praticamente si vuole trasformare internet da strumento-servizio a pagamento, che ognuno si giustamente finanzia per conto suo, e chi non se lo può permettere ci rinuncia, dato che non è mica un bisogno vitale, a DIRITTO! Qui stai toppando, ma proprio toppando alla grande e ti invito a non insabbiarti da solo oltre, perché proprio ti stai dirigendo mille miglia lontano dalla direzione nella quale (a ragione) si sta muovendo il mondo civilizzato. Forse non sai che in Finlandia la banda larga è appena stata considerata un DIRITTO FONDAMENTALE di ogni cittadino, e che tante altre nazioni europee si stanno muovendo nella stessa identica direzione. Perchè? Per il semplice motivo che questa è la società dell’informazione, e l’infrastruttura su cui l’informazione si muove deve essere patrimonio pubblico, disponibile a qualunque cittadino, un diritto di nascita per ogni appartenente alla nostra società, in quanto l’informazione è alla base della conoscenza, che è alla base a sua volta della capacità di decidere correttamente, e il tutto concorre all’attuazione di quella che chiamiamo (se fosse compiutamente realizzata) democrazia. Il web è democratico per eccellenza, perchè (almeno fin’ra e potenzialmente) consente a tutti di esprimersi e a tutti di cercare informazioni alternative. Poi sta al libero arbitrio avvalersene, ma sicuramente questo non è concesso con il sistema radiotelevisivo, dove i costi proibitivi e le licenze governative, concesse con criteri antitetici al libero mercato (vedi caso Europa7) realizzano un sistema uno-a-molti dove tutti i Minzolini della storia hanno sempre sguazzato per rendere i cittadini più schiavi e i potenti più ricchi. Ecco perché uno strumento di informazione così paritario e democratico da consentire anche a me e a te di sparare allegramente le nostre cazzate deve essere un diritto fondamentale. Come l’acqua. L’acqua è necessaria alla sopravvivenza? Non di solo pane vive l’uomo e soprattutto non di solo pane può vivere una società. L’uomo vive di pane, ma la società è fatta di interconnessioni e scambio culturale. Guarda più in là, oltre l’orizzonte delle tue (in questo ambito) ristrette visioni, e troverai un mondo che puoi ancora costruire, se oserai farlo. Per lo stesso motivo, ci sono beni che, influenzando pesantemente i pilastri, i caposaldi di una democrazia e potendoli quindi inficiare (come avviene in Italia) non possono essere lasciati al libero mercato. Chi possiede le telvisioni possiede le menti della maggioranza dei cittadini: può fornire informazioni viziate dalla parzialità e dai propri interessi, e dunque falsare qualsiasi risultato elettorale. Quello che resta, lo chiameresti ancora democrazia? Ecco perché in una televisione a carattere nazionale (come del resto in un grande quotidiano) non ci può essere una singola proprietà che detenga la maggioranza delle azioni. Se non condividi questo, allora sei pronto per una dittatura sudamericana.

     

     

    Cavolo claudio mi hai tolto le parole di bocca 🙂

    • Ah ah, c’è però una cosa che ha scritto Claudio che forse tu non avevi pensato:

      “Bisogna fare un piccolo sforzo per sintetizzare, anche quando si cita il commento di un altro: molti copiano “TUTTO” l’intervento di qualcun altro e aggiungono sotto due o tre righe.”

  • Fernando De Biasi ha scritto :
    legegvo nel post precedente questa frase: “forse perché appartenenti a diverse matrici spazio-temporali, a dimensioni ortogonali multiple che si propagano su piani energetici armonici.” Forse non era in pace con se stesso per partorire cose senza senso? O forse è solo uno che ha studiato abbastanza la fisica e si è appassionato agli spazi iper-dimensionali, alla teoria delle stringhe, sa di musica e propagazione delle onde e di implicazioni filosofiche ad esse connesse, e ti mescola sotto il naso cognizioni diverse in una sinestesia ironica che ti rende ebbro e copre di ridicolo la tua ignoranza, al punto che non esiti ad esporla così incoscientemente al pubblico ludibrio?

    Non ho parlato senza cognizione di causa:
    Sono un teorico della teoria che citi, e ti assicuro che le dimensioni “ortogonali” non c’azzeccano nulla nemmeno mettendoci tutta la buona volontà.

    Gli suggerirei di  familiarizzare con il concetto di tensore, ma soprattutto di tener conto che ci sono persone più competenti di lui in campi sui quali vuole  audacemente addentrarsi uscendone però inevitabilemente fallito.

    Se vogliamo usare la fantasia e la fisica per creare un parallelismo con quanto esprime, direi che il suo modus operandis è l’esemplificazione massima delle teorie più accreditate sulla natura delle singolarità quantiche.
    Difatti, la sua capacità espressiva personale è del tutto identica all’entropia di un buco nero:
    Le informazioni, come la luce, entrano nel suo elucubrare e ne escono in maniera difforme, minima, e difficilmente intelliggibile.
    Se poi facesse il santissimo sacramento di limitare la sua speme egomaniacale di visibilità, sarebbe già una grande conquista.(per lui)

     

     

     

  • Walters ha scritto :
    Scusa, ma questo tuo post serve a far capire che non sono solo i tifosi ad avere un unica argomentazione, senza comprendere il suono gutturale degli altri alieni? Ma hai letto l’articolo e i vari commenti?

    Certo che l’ho letto, e tu hai letto il mio commento in puro stile ultras dell’attivismo politico viola preso per il c…o da 4 burattini in mano ai partiti?

  • Fernando De Biasi ha scritto :
    " Non ho parlato senza cognizione di causa: Sono un teorico della teoria che citi, e ti assicuro che le dimensioni "ortogonali" non c’azzeccano nulla nemmeno mettendoci tutta la buona volontà. Osti! Che culo! Ma perché ho la sensazione che se avessimo parlato di lebbra, sarebbe saltato fuori che gestivi un lebbrosario con successo da anni? 🙂 Proviamo a fare un po’ di lezione di poetica, che a quanto vedo in questa società di tecnici e tecnicismi non guasta per niente. "ORTOGONALI" ha il significato senz’altro di intersecante a 90°, ma in alcuni casi (come nel caso del coseno, se non vado errato) determina l’annullamento dell’angolo sotteso, e in altri ancora (visto che sei un esperto, ricorda tu tutti i fenomeni fisici in cui una condizione di ortogonalità annulla una forza o è il presupposto per la non incidenza/influenza di un sistema sull’altro. Quindi (e qui, attenzione attenzione, udite – udite, entriamo nel campo delle allegorie, delle metafore, delle immagini/assonanze letterarie, queste sconosciute) dire "dimensioni ortogonali multiple" evoca la non interferenza tra i sistemi chiusi alieni l’uno all’altro (dove non ci sono i "normali" e "gli alieni", ma sono entrambi alieni, con buona pace di chi ha parlato di affronto all’inclusione). Quel multiple allude all’esistenza di tanti mondi alieni, quindi non solo i tifosi e i non – tifosi, ed è un’evocazione diretta delle teorie degli universi paralleli etc… E qui concludo: un post come quello che stai criticando è fatto di impressioni, di pennellate, di assonanze, analogie percettive. E’ poetica, letteratura. Può piacerti o meno (a moltissimi, da quello che leggo, piace: significa che le immagini arrivano) ma tutto puoi fare tranne che cercare di smontarlo analizzando le singole parole e la concatenazione tra esse, perché è la tua critica ad essere un non-sense. Puoi viceversa applicare la tua puntigliosità a un blog dove si illustrano esperimenti e teorie di fisica, perché lì questa attitudine è essenziale. Qui è totalmente fuori luogo e non ti fa fare un gran chè di bella figura. Gli suggerirei di  familiarizzare con il concetto di tensore, ma soprattutto di tener conto che ci sono persone più competenti di lui in campi sui quali vuole  audacemente addentrarsi uscendone però inevitabilemente fallito. Il fallito sei tu che ti addentri in campi a te estranei, come quello della letteratura, dimostrando che non hai le doti per comprenderne il funzionamento. Se poi facesse il santissimo sacramento di limitare la sua speme egomaniacale di visibilità, sarebbe già una grande conquista.(per lui) Qui dimostri tutta la tua acredine, abbandonando la tua sedicente immagine di scienziato per addentrarti nella oscura materia umana, dimostrando sentimenti per nulla nobili, quali invidia, rancore, incomprensibile stizza, che probabilmente ti derivano dalla tua totale estraneità all’affascinante prosa e alla linguistica funambolica che provoca in te tanta ostilità quanta inconsapevolezza hai del mezzo e di come venga brillantemente usato. "

     

    si chiama paraculata la tua!Paraculata che berranno soltanto menti offuscate dalla ragione..Ti ho dato piena dimostrazione di come riesco a filosofeggiare usando la stessa ironia con la differenza che almeno le cose che cito le conosco!Ma aimè non hai saputo andar oltre…In fin dei conti è il tuo guru che dava il benvenuto per "nuove pillole di saggezza o di idiozia"ora sai, anzi sapete (forse), chi è l’ignorante!

     

     

    • Gente, ma davvero vogliamo discutere delle imprecisioni rispetto alla teoria delle stringhe? Non vi sembra di andare leggermente fuori tema?

      Se anche il post originale avesse scritto delle cavolate rispetto alla relatività ristretta o alla meccanica quantistica, non vi pare che sarebbe il caso di capire il senso che l’autore voleva esprimere, a livello sociale, tutt’al più sportivo, e discutere di quello?

       

  • @Fernando De Biasi

    PS: attenzione, potrei darti un’altra dimostrazione di come ti muovi a spannoni riguardo la mia cultura letteraria.Non vorrei recar troppi danni però.Vola basso e con umilità senza dare dell’ignorante a chi non conosci.Io ho pututo dimostrare che non ha nemmeno letto il titolo del più elementare libro per newbies che parla di fisica.Da voi mi aspetto cose VASTASE!Comunque, visto che ti adopri per diffonder letture, ne consiglio una anche a te e certamente adatta alle tue esigenze argomentative:posso consigliare per iniziare: "Ci vuole una fisica bestiale: Dai buchi neri ai collant di Kim Bassinger" 1993

    Frase del libro: – Lo spazio è curvo,mormorò Albert osservando il paginone centrale di Playboy

  • byoblu ha scritto :
    B) nel caso in cui a un privato cittadino fosse consentito di avere quante televisioni vuole, quando si fosse costruito il necessario consenso gli basterebbe spostare formalmente la presidenza o qualsiasi ruolo di tipo amministrativo verso un parente stretto o un amico fidato (avendo ormai tra l’altro anche la disponibilità economica per controllarlo) per tornare ufficialmente candido e immacolato e presentarsi alle elezioni. Cosa credi che sia successo, proprio in quel piccolo e lontano paese dove attualmente (immagino) vivi? 

    In america non mi risulta che ci sia niente di lontanamente paragonabile a quello che vorrebbe fare Grillo, forse esistono dei limiti per chi si candida in politica, ma per tutti gli altri c’è molta libertà, eppure non c’è un solo imprenditore che ha cannibalizzato tutto, ma c’è molta più pluralismo e libertà d’informazione rispetto all’italia.

    Le distorsioni stanno sicuramente anche in USA, un sistema d’informazione perfetto non esiste a questo mondo, però questo dimostra che basterebbe creare il terreno giusto per favorire la concorrenza, i monopoli in italia si formano, perchè non c’è libero mercato, perchè ci sono troppe norme e troppi fattori, che distorcono la concorrenza. Ecco perchè Berlusconi ha potuto creare il suo piccolo monopolio televisivo( cmq nonostante tutto parlare di dittatura dell’informazione è assurdo, in italia spesso e volentieri i giornalisti i bavagli se li mettono da soli, quasi tutti sono più o meno servi di qualche fazione politica, o di qualche potere, e non c’è mai vista una dittatura in cui una metà dei mezzi d’informazione, possono parlar male del dittatore dalla mattina alla sera, perfino inventando calunnie e montando gossip come quello della pedofilia!

    Se esiste una dittatura dell’informazione, è che quasi tutti i giornalisti, fanno di tutto, tranne che informare, e la maggior parte dei giornalisti è ammanicata con la politica e col potere, ma non è dittatura solo Berlusconiana

  • Ciao Claudio se puoi vorrei una tua interpretazione ad alcune mie impressioni e/o preplessità e/o domande.(io ho i miei ma vorrei confrontarli coi tuoi)

    (premessa)

    presuppongo che, Tu ( O altri blogger di cui invidio  ha capacita linquistiche-letterarie ecc x farlo ) un po per edonismo o/e vanità e/o piacere e/o altruismo e/o qualsiasi altra ragione, tenga un blog al fine di condividere e/o divulgare e/o insegnare e/o x semplice piacere di comunicare ( o tentare di comunicare )  con altri!

    (domanda)

     Perchè spesso nonostante tutte le migliori intensioni le persone ( e a volte alieni) si comportano nei seguenti modi??????:

     

    1) scrivi un pezzo ( e ritengo non potra MAI E DICO MAI essere perfetto e/o esauriente e/o esprimere in toto il TUO “essere” o quello di chiunque)

    2) come è giusto che sia, trovi ALIENI che condividono in toto o in parte o per nulla le nostre idee- convinzioni-opinioni-conoscenze.

    3)subito parte una serie di commenti a volte di approvazione a volte di dissenso( e io spererei almeno civili)

    4) Puntualmente si creano fazioni di ( permettimi il termine) FANS e CONTESTATORI

    5) fans e contestatori si sfidano a chi è il più BELLO-INTELLIGENTE-PREPARATO-INFORMATO-IO HO RAGIONE TU HAI TORTO…  BLA BLA BLA 

     

    6) Perchè quasi mai…..  si instaura tra fans e contestatori un dialogo tipo:

    ” sai Tizio il tuo punto di vista è ineressante ma che ne pensi di…”

    ”  Senti Caio, io dalle tue parole interpreto( ricordiamoci che siamo tutti ALIENI) questo……  ma quarda che cosi non mi sembra giusto.. mi spieghi meglio??”

    ” sai Sempronio per me Caio voleva dire questo e non quest’altro… che ne pensi ?”.    e via discorendo in maniera civile.

     

    Senza essere logorroico, per me il piacere di spendere il tempo nello scrivere ( Parlare) con altri ALIENI DOVREBBE ESSERE  il piacere  di trovare nuovi punti di vista, nuove idee nuove,nuovi stimoli per CRESCERE  ed a volte INSEGNARE.

    Certo abbiamo idee, a volte convinsioni.. ma è raro trovare Alieni disposti ad ASCOLTARE  e non SENTIRE come tu scrivi “due razze aliene che condividono lo stesso territorio, passano l’una accanto all’altra, parlano lingue diverse, l’una emettendo suoni che l’altra non solo non comprende, ma non percepisce neppure…”

    Come tu riporti in CHI SONO questa “nostro tempo” è l’era di:

    ”  Oggi tutti noi siamo i pionieri di una nuova alba, quella della CONOSCENZA CONDIVISA. Sfruttiamola bene, perché abbiamo grandi responsabilità.”

     

    Grazie per l’attenzione

     

     

     

  • @Fernando De Biasi

    hai scritto: "ORTOGONALI" ha il significato senz'altro di intersecante a 90°"

    l'essere ortogonale non implica per forza l'intersezione!

    sei proprio ignorante di tuo allora, e vorresti dar lezioni?
  • Ciao Claudio, era da un po’ che non leggevo un tuo post così incisivo; ottimo!

    Avrei voluto già commentare il primo della serie, ma avrei avuto troppo da dire e per questioni di tempo, ho rimandato; poi, leggendo il secondo, ho visto che hai scritto esattamente quello che sarebbe stato il senso del mio commento (perché gli “ultras” si sono sentiti chiamati in causa? Coda di paglia? La verità fa male?).

    Avrei aggiunto molto altro, ma leggendo i commenti, mi sono cascate le braccia e quindi mi limito a dire due cose:

    l’umanità, nel corso della sua storia, ha avuto tre terribili malattie, che hanno decimato le popolazioni mondiali nei secoli scorsi, la peste, il colera, il tifo; le prime due le ha sconfitte, ma la terza resiste ancora e si è ormai trasformata in malattia mentale [tecnicamente è definito disturbo della personalità; illuminante a tal proposito, è il libro “La personalità e i suoi disturbi – lezioni di psicopatologia dinamica“, di Vittorio Lingiardi (psichiatra e psicoanalista, professore di Pscicopatologia generale all’università La Sapienza)]

    c’è una canzone di Ivano Fossati, che potresti mettere come colonna sonora del post, che si intitola “Cara democrazia” ed in un passaggio, sintetizza così, il problema che hai sollevato con questi due post: “…devotissimi della chiesa, fedelissimi del pallone, nullapensanti della televisione…

    In una sola frase, ha centrato in pieno il vero problema della democrazia!

    Cordiali e civili saluti a tutti.

  • Ciao Claudio.

    Oggi un gran bel segno. Stai andando alla grande.

    Sai perchè? Certo che lo sai.

    Quando cominciano a commentare gli “ahahah”, o se vuoi “aaa”, signfica solo una cosa: hai colpito alla grande. Il tuo post ha dato fastidio.

    E allora eccoli che arrivano gli sbrodoloni … diversamente detti troll. A fare il loro sporco lavoro. Giustamente, lasciamoli “lavorare”. Non deficienti, non fanno altro che perorare la tua causa.

    Ovvio che non commento le “””riflessioni””” di un “ahahah”. Non cè mica bisogno di rispondere a “persone” che scrivono cio’ che non pensano.

    Un saluto

  • Quanti commenti assolutamente non inerenti l’articolo…

    Chi parla di grillini, chi di costituzione italiana, chi fa a gara per mostrarsi più colto e preparato dell’altro, addirittura chi vuol far passare il suo scritto sul popola viola di facebookiana matrice per un intervento in stile ultrà, chi cerca di fare il solito psicologo improvvisato confondendo il Tifo malattia con il Tifo…asserendo che i tifosi siano dei malati mentali..

    insomma che assurdità. Sono l’unico, credo, ad aver postato i motivi per i quali non mi ero mostrato pienamente concorde con il primo articolo, l’unico che sì è presentato come ultrà e al quale però nessuno ha risposto direttamente…

    In fondo Claudio ha ragione, gli alieni sono tra noi, e quando uno di una razza divesa prova a sforzarsi di comunicare con l’altro…succede quello che leggo nella maggioranza di questi post….’mazza quante nevrosi avete ragà!

    Dateve na calmata e cercate di dialogare con il vostro prossimo, anche se ha delle passioni o degli interessi diversi dai vostri. Sennò il prossimo nun v’ascolta…

  • Walters ha scritto :
    …. la stragrande maggioranza di tifosi non è affatto disinformata e con gli occhi foderati dai fogli rosa della gazzetta…quella è oggi una minoranza… la maggioranza è quella, e noi lottiamo perchè diventi sempre più ampia, informata … , che si informa e che pensa e ragiona. ..

    Perchè un ultras come si è sentito tirato in causa? Perchè noi ci facciamo il mazzo così per aprire gli occhi ai tifosi ed ai non tifosi. 2 razze di alieni..E gli/vi apriamo gli occhi su questioni sociali, non da gazzetta dello sport…

    Volete un esempio attuale? ECCONE UNO, LA TESSERA DEL TIFOSO: http://www.youtube.com/watch?v=QHK2sLVq8hg   Guardato? avete capito ora di cosa stiamo parlando? Se non capite, lasciate perdere e non ne parliamo più. Salerno non si tessera Walters, WILD GROUP ULTRA’ SALERNO  

     

    Ma purtroppo l’mpressione è che sia meglio che lasciate perdere..

  • Fernando De Biasi ha scritto :
    Chiudo qui per manifesta “alienità”.

     

    Grazie.

    Un bel tacer non fu mai scritto.

  • Claudio,

    prima di tutto, grazie per essere tornato… la spada di Damocle della chiusura mi angosciava… Dopodichè, grazie per questa tua ultima chicca letterale. Il primo post mi aveva lasciato perplesso… non mi tornava qualcosa, ed è stato con sommo gaudio che mi son letto la risposta nel secondo. Complimenti.

    Ora, però, scusami, ma mi sono stancato di certe “facilonerie” e “insulti” (darmi del “fan esaltato” è un offesa: io apprezzo le virtù altrui, ma non ne dipendo) scoccate in direzione del MoVimento e di chi vi partecipa.

    Voi che dite che il programma è pura demagogia, che fate di bello durante la giornata? Cazzeggiate in internet? guardate gli ultimi acquisti del Milan? Io contribuisco a stendere quel programma che voi beffeggiate. E cosa succede mentre voi giocate con “pippo” davanti al pc? che mi sto informando sui problemi dei vari quartieri, cerco notizie, scavo negli archivi, cerco di contattare le persone coinvolte per scoprire cosa c’è veramente dietro… cerco di andare incontro ai bisogni dei cittadini, per poi comunicarla in rete, metterla a disposizione, fare “informazione”… Qualcuno dice che è un diritto non votare… per dimostrare il dissenso: ma se il tuo non voto non serve ad annullare le elezioni, il tuo non voto serve solo a lasciar carta bianca a chi governerà. Il tuo diritto al non voto ha senso se poi ti alzi dalla sedia e dici: “se nessuno mi rappresenta, ci vado io”. Altrimenti è solo un’occasione bruciata. Non vi piace il programma? Ma avete letto i programmi degli altri? Esistono? Li discutono in rete? uno di voi potrebbe iscriversi al loro sito e dire la propria opinione? perchè non partecipate a redigere il nostro? perchè non vi mettete in discussione?

    Svegliatevi, e cominciate a fare la politica, anzichè parlarne soltanto… Scusate i toni un po’ rudi, ma i tempi si fanno difficili e c’è bisogno di Uomini (non alieni) che vengano a darci una mano, che apportino le loro conoscenze, le loro esperienze… abbiamo un mucchio di lavoro, tanta gente da aiutare e soprattutto il territorio, devastato e martoriato da abusi continui. Voi mangiate i frutti di questa terra: inquinati. Se riuscite a capire questo, anche se non lo sapete, siete in “movimento”… se volete fare parte del nostro MoVimento, meglio, ma l’importante è che vi muoviate… “tifate” per il PD o il PDL? Andate, cambiatelo, esercitate i vostri diritti. Ma non state fermi alla finestra a criticare: non è una partita di calcio, non è uno stadio. E’ casa nostra e sono le nostre vite. E di quelli che verranno.

  • Caro Claudio, serve a poco lottare contro i mulini a vento. Servirebbe di più sfruttarne il movimento dei mulini, e il Puffone è un MAESTRO in questo.

    Il tuo articolo è sacrosanto, peccato però che sia solo un sogno, una pia speranza. Ma stai studiando per diventare santo? 😀

    Chi invece resta coi piedi per terra è proprio lui, il Puffone, ed ha già assestato il primo colpo vincente a reti unificate, proprio mentre tu predicavi senso civico e moralità dal nulla o quasi di un blog.

    Scrivevo proprio ieri queste righe da un tuo amico blogger, in risposta a Clementina Forleo: Per questo Bossi è rientrato da “elezioni subito”: ci guadagnerebbe di sicuro ma perderebbero l’attuale autonomia di coalizione a 2. Deve attendere che il Puffone faccia ripartire la macchina propagandistica pro pdl, e sa bene come fare, serve solo un po’ di tempo e controllare i sondaggi. Ma nemmeno Fini la vuole [la crisi di governo], perchè “prima” deve arrivare al 5% garantito nei sondaggi.
    Chi dei due, pdl e Fini, arriverà prima al traguardo, aprirà la crisi

    Ed infatti ieri si è materializzato a San Siro il primo “colpo” del Puffone per recuperare punti elettorali. E ha già annunciato il prossimo, così come Kaka fu venduto DOPO le elezioni.

    Se tu la smettessi di fare il predicatore solitario per n lettori del tuo blog, cominciassi a cercare menti libere disposte a collaborare ad un progetto informativo concreto e di ben più ampio respiro (o target, chiamalo come vuoi), assieme anche ad altre “firme” forse disposte ad intervenire, magari riusciresti a far capire a ben più di 4 gatti che la coscienza civica e la partecipazione alla vita politica vale più di tette e culi, o una finale di sciampionslig.

    Per quanto mi riguarda, forse parte qualcosa a breve sulla piattaforma che conosci, così ne testiamo la potenzialità, e il bello è che c’è anche la flessibilità almeno di un ISP per le dirette delocalizzate a costi irrisori. Ahh, guarda un po’ il caso, niente a che vedere con politica e menate simili 😉

    Ciao

  • kautostar86

    scusami, ma dimostri proprio di non aver capito niente. Mi dici che nel nostro programma non ci sono “ideologie”: grazie a Dio!!! Tu per chi tifi? per i fascisti? per i comunisti? Inter o Milan?? …ci vogliamo svegliare, o preferisci restare a farti prendere per i fondelli ancora per un po’? E poi, chi lo dice che i parcheggi sono un problema comunale, e non di governo?? a parte che noi stiamo per lanciare le liste civiche sui prossimi capoluoghi di provincia, quindi il tuo ragionamento non fa una grinza… e anche tutto il resto… che palle… sempre le solite vecchie cagate… sempre ad attaccarsi a cose che han detto altri, mai che si ragioni liberamente… Kauto, ma tu lo sai chi sei? Lo sai che sei un uomo nato libero, almeno in teoria? Lo sai che se tu volessi potresti prendere e partire in qualunque direzione, senza che nessuno possa dirti nulla? lo sai che sei figlio del mondo, e che l’unico tuo limite te lo puoi imporre solo tu, e che in teoria potresti fare tutto quello che vuoi?

    Bene, io lo so, tutto ciò. So che nessuno mi può obbligare a fare nulla, se io non voglio. Certo nel nostro sistema ciò implica complicazioni, perchè di fatto NON siamo liberi. Constatato ciò, mi sono messo a lavorare, a contribuire a scrivere un programma… affinchè tutti abbiano pari dignità e diritti. Come ho detto prima, se il programma non ti piace, contribuisci a migliorarlo. Altrimenti segui la tua idelogia, il tuo credo, il tuo padrone, e cerca di migliorare il programma che loro ti propongono… nessuno ti dice che devi votare a occhi chiusi il MoVimento. Ti sto dicendo che noi ci siamo attivati, gente comune, che prima si lamentava e ora agisce!! secondo te c’è qualcosa di più importante della salute e del benessere dei cittadini? e cosa? difendere il “capitalismo”? o promuovere il “marxismo”? …in entrambi i casi si tratta di teorie utopistiche, usate dai potenti per dividere i popoli e arricchirsi alle spalle di essi… sono entrambe utopie… e io son diventato materialista: io voglio i fatti, e me li sudo… come oggi, che a furia di organizzare cose su cose, riunioni, interventi, seguire discorsi folli e risponderne, mi son giocato la giornata… o come ieri, che mi son giocato la domenica… e come sarà stasera…

    vedi, io non sono contro le critiche in generale… sono contro quelle lanciate da gente che sta ferma a guardare ed aspetta che arrivi il salvatore, il messia, il leader… bè. io rapresento una nuova razza… io sono leader solo di me stesso, e cerco gente con cui collaborare, perchè il mondo, così come è, non ha nessuna speranza di sopravvivere ai danni della razza umana…

    • Allora per IDEOLOGIA, non idendo COMUNISMO, e roba varia, ma un FILO CONDUTTORE, un’idea che vi accomuna tutti quanti…non mi sembra che ci sia

      Per il resto, la mia non voleva essere una critica solo distruttiva, ma anche costruttiva, non sono l’unico ad aver pensato certe cose dopo aver letto il vostro programma, esattamente come ho pensato che il programma del PDL anche a volerlo davvero mettere in atto, è una presa per i fondelli, perchè per certi versi è inapplicabile, e comunque si fanno tante promesse e non si spiega COME vorrebbero realizzarle.

      Perchè in un programma anche il COME è importante, devi far capire a chi legge, che quello che scrivi non è solo uno slogan, ma è davvero realizzabile, devi documentare come intendi muoverti, sennò uno è diffidente.

      Per esempio lo SLOGAN BERLUSCONI è MENO TASSE PER TUTTI, cosa che piace sicuramente a tutti, ma se non spieghi come intendi perseguire questo obiettivo, rimane solo uno slogan, una presa per i fondelli ( e infatti la pressione fiscale non è scesa per niente, anzi!)

      La mia critica sulle proposte pseudo-condominiali, voleva essere prima di tutto un suggerimento.

      X esempio: INTRODUZIONE DI UNA FORTE TASSAZIONE PER L’INGRESSO NEI CENTRI STORICI DI AUTOMOBILI PRIVATE CON UN SOLO OCCUPANTE A BORDO

      Ma cosa può pensare un poverocristo che è costretto per necessità e carenza di trasporti pubblici, a muoversi in macchina. Una proposta simile, è un autogol, è una martellata sui coglioni!

      Prima di tutto perchè come fai a tassare solo le macchine con un solo occupante? multare è un conto, ma tassare !

      Poi che signioficato ha una proposta simile, non si fa prima a fare una zona a traffico limitato? anche queste piccole sbafature contano, hanno un’influsso negativissimo in chi legge

    • Altro esempio:

      FAVORIRE LE PRODUZIONI LOCALI: che significa? messo così è solo uno slogan, che potrebbe dire chiunque

      DISINCENTIVI ALLE AZIENDE CHE PRODUCONO DANNO SOCIALE(DISTRIBUTORI DI ACQUA IN BOTTIGLIA): E chi lo decide quali sono le aziende che producono danni sociali? Lo stato? grillo? I distrubutori di acqua in bottiglia creano occupazione, contribuiscono al PIL del paese, come qualunque altro mercato che ha successo, il danno sociale sta solo nella testa bacata di chi ha scritto questo punto!

      ABOLIZIONE LEGGE BIAGI: ma come siamo in crisi, dobbiamo competere in un mercato globale sempre più agguerrito, e si vuole limitare ancora di più la flessibilità nel lavoro? abolire la legge biagi può pure andare, ma per sostituirla come?

      IMPEDIRE SMANTELLAMENTO DI INDUSTRIE ALIMENTARI E MANIFATTURIERE CON UN PREVALENTE MERCATO INTERNO: Cioè se un’azienda invece di produrre utli, produce perdite, la “salviamo” a spese pubbliche, come hanno fatto nello scandalo Alitalia?

      Cioè se volete avere il consenso di persone che sanno leggere e nn sono FAN di Grillo, per dovete riscriverlo il programma, dovete togliere le assurdità come queste, altrimenti per come la vedo io non avete speranze

      IL mio è solo un suggerimento…poi ognuno fa quello che crede

      Ciao

  • schumyno ha scritto :
    perchè non partecipate a redigere il nostro? perchè non vi mettete in discussione?.

    Io qualche consiglio o qualche proposta la posso anche fare, ma mi rendo conto di non essere all’altezza, di non avere le competenze, di non essere abbastanza colto per scrivere un programma politico.

    Ma il problema principale del movimento 5stelle, x me che lo osservo dall’esterno, in maniera distaccata, è la mancanza di un’idea, di un’ideologia comune.

    Cioè ci vuole una linea comune! quindi che orientamento politico ha il mov 5 stelle? x esempio avete in mente riforme orientate a verso lo stato sociale, il socialismo, o più verso la destra, idee conservatrici, o libertarie? quali sono le vostre priorità? cosa vorreste cambiare in italia(oltre a mandare a casa Berlusconi)? Francamente non si capisce molto cosa volete, sembrate solo un gruppo di gente genericamente arrabbiata con la politica e in particolare con questo governo.

    Poi secondo me fareste bene a distaccarvi da Grillo, che tanto vi sfrutta solo per questioni di marketing, siete utili ai suoi affari, ma la sua immagine dà solo un riflesso assolutamente negativo sul vostro partito.

    Grillo è populista, demagogo, incoerente, ipocrita, arrabbiato, con pessime e sconclusionate idee, uno che partorisce cavolate ogni giorno, ed ha anche un atteggiamento “dittatoriale” e illiberale, insomma non è un bel boglietto da visita, e comunque proietta le sue pessime idee e i suoi interessi personali su tutto il movimento, strumentalizzandolo per i sui fini (scommetto che la proposta assurda e illiberale di impedire ai soggetti privati di possedere un giornale o una TV l’ha partorita lui!), quindi liberatevene, cambiate nome (visto che il copyright sul movimento 5 stelle è proprietà di Grillo), toglietevi di dosso questo fardello così negativo.

    Si possono prendere iniziative politiche attive e ci si può far conoscere, anche senza il supporto mediatico di Grillo…

    Perchè se escludiamo i FAN, gli arrabbiati politici, gli stralunati, e gli ingenui, sulla maggior parte delle persone di buon senso, Grillo non ha una buona immagine, nessun essere intelligente affiderebbe il potere a un tipo del genere, un conto è andare allo spettacolino di piazza a sentirlo sbraitare, e gridare qualche coro di vaffanculi, un conto è mettergli in mano uno stato!

     

     

  • Kautostar86 (penso che 86 significhi che hai 24 anni, giusto?), mi dici per quale motivo tu credi di “non essere all’altezza” di qualcosa? di non avere competenze? chi ha deciso che un uno con 4 lauree possa valere più della tua opinione? …le cose che dici, se tu le dicessi con con cognizione di causa, le rispetterei e non le criticherei: ma continui a chiedermi cose per inutili… mi chiedi “quali linea politica vorremmo seguire”, riconducendo il discorso, se non al comunismo, al liberismo o al socialismo… io invece ti sto dicendo che non abbiamo di queste idee in testa. Su alcune cose potrei dirti che la direzione che stiamo prendendo è verso una democrazia sociale, partecipativa, progressista e liberista… ma dipende da cosa si parla… dagli argomenti… scrollati di dosso ciò che ti hanno inculcato… tu lo sai che il fascismo è nato dal socialismo? E “movimento Sociale” ti dice niente? che differenza passa tra un Hitler, uno Stalin e un Mussolini? quale è la destra, quale la sinistra? L’oppressione è tale in tutti i casi citati. Io sono semplicemente libero….

    Per quanto riguarda il programma, la versione che hai letto tu probabilmente è vecchiotta… è quella pre-regionali… lo stiamo rivedendo tutto, decine di centinaia di ragazzi, se non migliaia, sparsi per tutta Italia lo stanno rivedendo, ampliando… stiamo prendendo coscienza di noi stessi e di che politica vogliamo fare… stiamo mettendo la qualità della vita di OGNI singolo cittadino al centro dei nostri progetti… migliorare la qualità dei cibi, dell’aria, dei traspoti, dei servizi… sì, da questo punto di vista è un programma sociale… ma se tu hai una vita dignitosa e servizi minimi garantiti e ragionevoli, non sei anche più “libero”? se metti il “progresso” a disposizione dei cittadini, ciò non aiuta a “conservare” i propri diritti e libertà? Basta con le divisioni: progresso e conservatorismo possono convivere… bisogna unire, non dividere.

    E piantiamola con ste cazzate sull’arricchimento di Beppe, per favore… E’ già ricco, perchè la gente paga per vedere i suoi spettacoli, punto! Mica fotte gli italiani come TUTTI i nostri politici… a me piace Beppe, ma non ne sono succube: lo sai che non ci ho mai parlato? mesi che sgobbo nel M5S, più volte l’ho incrociato, incontrato… ma non ho mai avuto il bisogno nè di parlarci, nè tanto meno di farmi fare un autografo: lui per me è un collega, e stiamo lavorando entrambi per gli stessi obiettivi… a volte lui dice cazzate, a volte le dico io… capita… l’importante è mettersi sempre in discussione e “comunicare”: tutti insieme, si trovano le risposte…

    Forse tu no nci hai mai provato, ma se provi a tralasciare le tue convinzioni, durante una discussione con un tuo amico, e lo ascolti veramente, ti accorgerai che le differenze tra voi due praticamente non esistono… che entrambi in fondo volete le stesse cose… ricordati che le “divisioni” sono solo un’arma progettata per controllare le genti. Io sto cercando di portare “le genti” nel M5S in modo da ricostruire da lì una politica nuova, dove le divisioni, semplificando, un giorno saranno solo sulla scelta del giallo o del rosso per dipingere il municipio, capisci?

    • Le differenze tra persone esistono ed esisteranno sempre, differenze di idee, di sensibilità, di desideri, di progetti, è normale che esistano differenze, non è quello il problema, una buona politica deve dare il massimo spazio alla libertà di ciascuno, purchè questa libertà non danneggi l’altro.

      Io come idee simpatizzo per il liberarismo, anche se non sono libertario(per i veri libertari lo stato non dovrebbe occuparsi di nulla, non dovrebbe nemmeno esistere, mentre io sono per uno stato minimo, credo che esistano dei diritti fondamentali come la salute o la cultura, l’istruzione e che siano pubblici o privatizzati lo stato deve grantire l’accesso a questi servizi a tutti) e penso che un governo debba lasciare la massima libertà possibile, e occuparsi principalmente di giustizia, sicurezza, e di grantire quei diritti fondamentali stabiliti dalla costituzione.

      Per il resto meno un governo si impiccia di affari e problemi dei singoli individui, e del tessuto sociale in generale, meno cerca di regolamentare, e di invadere spazi di libertà e meglio è per tutti.

       

       

  • Kautostar

    Ho dato un’occhiata ai tuoi commenti al mio post… purtroppo non ho tempo di risponderti punto per punto, ma temo che sarebbe comunque inutile… lo avrei fatto per altri eventuali “lettori”, ma proprio non posso… Da quello che scrivi, sei il classico teledipendente con paraocchi, che non riesce a immaginare un futuro, ma che ti trascini in questa triste realtà aspettando o l’arrivo del Messia, o l’Armageddon… davvero, mi è bastato leggere il tuo commento sulle bottiglie di plastica… probabilmente tu sei uno di quelli che dice che l’inceneritore (pardon, per te il termovalorizzatore) è indispensabile…

    Prova ad entrare nei meetup, dove si discutono, i punti di quel programma che tu reputi così scarso e sconclusionato… prova a seguire come nascono, quali sono le idee che lo creano… come viene sviscerato fin nei dettagli, un problema.

    Il nostro programma è “ecosostenibile”, va verso una decrescita economica, mentre tu mi parli ancora di PIL… oh, sei liberissimo di credere a quello che vuoi e farti abbindolare con regole vecchie come il cucù e imposte da una classe dirigente scellerata: io scelgo il MoVimento, scelgo di poter scegliere, di poter contribuire, di cambiare direzione a un Paese e a un’economia impazziti…

    Peccato, perchè la base politica è identica alla mia… la penso come te, sul tipo di “liberismo”…       ricordati solo che dal 21 agosto, qualsiasi cosa tu mangi fino alla fine dell’anno, ti rende complice di omicidio……. spesso di infanticidio…  (e vale anche per me e tutti gli altri “ingordi” del mondo occidentale)

  • schumyno ha scritto :

    Kautostar Ho dato un’occhiata ai tuoi commenti al mio post… purtroppo non ho tempo di risponderti punto per punto, ma temo che sarebbe comunque inutile… lo avrei fatto per altri eventuali “lettori”, ma proprio non posso… Da quello che scrivi, sei il classico teledipendente con paraocchi, che non riesce a immaginare un futuro, ma che ti trascini in questa triste realtà aspettando o l’arrivo del Messia, o l’Armageddon… davvero, mi è bastato leggere il tuo commento sulle bottiglie di plastica.

    Da cosa deduci che sono teledipendente proprio non lo so…mah…davanti alla tv ci sto probabilmente meno di te, ma vabbè lasciamo perdere…già il fatto di rispondere a critiche precise al movimento, con strane deduzioni sulla mia persona, significa che non hai molti argomenti!

    Il paraocchi ce l’avrai tu, visto che hai già trovato il tuo messia, in quel grandissimo ipocrita, opportunista, populista e demagogo che è Beppe Grillo.

    Tienitelo stretto il tuo messia, io non ne ho bisogno, io non mi illudo facilmente, ma ragiono, e se il Movimento 5 Stelle non è una cosa seria, non è colpa mia, solo chi è accecato da qualche messia può riporre le sue speranze in una cosa simile!

    Quanto all’acqua in bottiglia che crea danni sociali non ti rispondo nemmeno, ma possibile che non riesci fare nemmeno un ragionamento terra terra, con tua testa? vi riempite tanto la bocca di libertà, e democrazia, e poi siete così liberali da voloer vietare non si sa per quale stralunato motivo l’acqua in bottiglia?

    Perchè la plastica inquina? allora vietiamo tutta la plastica? poi danno sociale?? ma dove sarebbe il danno sociale? casomai danno ambientale, ma in realtà è una stronzata, basterebbe fare la raccolta differenziata e reciclare!

    Poi di questo passo per coerenza dovremmo iniziare a vietare tutto…vietiamo le automobili, perchè ogni anno fanno migliaia di vittime e feriti…vietiamo pure le moto e le biciclette, anche quelle sono un “danno sociale”(c’è anche chi muore in bicicletta)… vietiamo le sigarette, e l’alcol, che di danni sociali ne fanno molti più delle bottiglie di plastica!….vietiamo il sesso, così nessuno si becca più condilomi, gonorrea , hiv, epatite, sifilide ecc ecc…vietiamo la produzione di energia elkettrica, che inquina….vietiamo pure la produzione di pannelli solari, che anche la loro produzione crea danni ambientali/sociali…e potrei andare avanti ancora per molto…

    Ma purtroppo è inutile, se non ci arrivi da solo a certe considerazioni, significa che sei proprio totalmente impnotizzato dalle scorreggie che escono dalla bocca del tuo paladino!

  • schumyno ha scritto :

     Il nostro programma è “ecosostenibile”, va verso una decrescita economica, mentre tu mi parli ancora di PIL… oh, sei liberissimo di credere a quello che vuoi e farti abbindolare con regole vecchie come il cucù e imposte da una classe dirigente scellerata: io scelgo il MoVimento, scelgo di poter scegliere, di poter contribuire, di cambiare direzione a un Paese e a un’economia impazziti…

    Ecco, ora capisco perchè avete fatto un programma economico insulso e pieno di demagogia!

    Peccato che non avete fatto i conti con le regole dell’economia mondiale, e che con le vostre belle e nuove regole, in un’economia globalizzata come quella attuale, se prendeste il potere portereste l’italia nel baratro( e già non è che stiamo messi tanto bene!).

    Poi gli italiani non sono scemi, non la vogliono la decrescita,  non è che tutti si sono fatti risucchiare il cervello dall’imbonitore genovese, cominciasse a farla il TRIPPONE POPULISTA un po’ di decrescita del suo conto in banca, poi forse seguiremo il buon esempio eheh….

    Non so quanti anni hai, ma credo che come minimo sei maggiorenne, e insomma, fino a 7-8 anni si può anche credere a Babbo Natale e alle favole, ma passata quell’età, si dovrebbe iniziare ad aprire un po’ gli occhi, e a fare i conti col PRINCIPIO DI REALTA’

    • ….e allora, se la pensi così, non ci arrivi a pensare che in quel programma che hai letto ci sono delle priorità? non hai visto che ci sono argomenti che per forza di cosa sono “trasversali”? pensi davvero che siamo così idioti da non sapere che non è che da domani, che siamo al governo, facciamo sparire le bottiglie di plastica? E’ ovvio, che si dovrà trovare la giusta combinazione per portare avanti i nostri progetti… E’ ovvio che se chiudiamo le città alle auto, aumenteremo la qualità dei servizi pubblici, e le ciclabili… Come è ovvio che per eliminare le bottiglie di plastica, dobbiamo fornire acquedotti eccellenti e servizi… sul riciclaggio dei rifiuti, siamo noi che stiamo aprendo le strade ai centri di riciclo e compostaggio… siamo noi che abbiamo proposte SERIE che portiamo avanti, come la ricerca sugli imballaggi, per evitare di produrne di inquinanti o che almeno siano facilmente riciclabili…

      stiamo lavorando tutti per migliorare la qualità di vita di tutti… e se ci ragioni 5 minuti, capiresti che una bottiglia di plastica ha anche un impatto sociale, non solo ambientale… perchè? perchè la gente vive su questo pianeta, che è tondo. Un continente di plastica in mezzo al mare, prima o poi ti tocca direttamente… senza contare quel che comporta… migliaia di TIR ogni giorno, a bruciare gasolio, in giro per il mondo, per trasportare bottiglie d’acqua…….. chissà quanti milioni di caxxo di barili di petrolio vengono consumati, sprecati (non è rinnovabile!) per produrre e trasportare…. ACQUA! che viaggia da sola nei tubi!! E’ illogico….

  • Kauto, la televisione l’ho spenta + di due anni fa, e non mi manca

    L’economia globale di cui parli, è una presa per i fondelli, ma tu continua pure a seguirla, fai bene, dormi tranquillo… il fatto che le risorse riciclabili e rigenerabili si siano esaurite quest’anno il 21 di agosto, sempre prima ogni anno che passa, hai ragione a dire che non ti riguarda… ma che ti frega, in fondo? hai forse 24 anni, non hai un futuro, se hai un lavoro presto non ci sarà più, l’Italia ha un debito pubblico di 1.800 mld di Euro, di cui buona parte venduto a Paesi esteri… Mi fai sorridere, davvero. Sei talmente pubblicità-dipendente, da arrivare a difendere l’acqua in bottiglia, la più grande e colossale truffa del mondo… ah, già, probabilmente tu vivi nel bel mondo fatato dove l’acqua è giusto che sia privatizzata… già… quasi avrei paura a chiederti cosa pensi del nucleare… che sicuramente potrebbe essere l’energia del futuro, vero? Su questo pianeta ci sono 6,5miliardi di persone: probabilmente il tuo “liberismo” e la tua concezione politica, potrai applicarla a tutti e 6 i miliardi di persone, giusto? E via! Diamo anche a loro la Fiat, la Bmw e la Mercedes!! Esportiamo il capitalismo in tutto il mondo! il libero mercato! …sai, la cosa che più mi fa incazzare è che la matematica (quella che serve a noi almeno) non è un’opinione, e c’è ancora gente come te che pensa che il capitalismo sia legittimo, e allo stesso tempo che debbano essere riconosciuti i diritti umani minimi a tutti… Chi la pensa come te, semplicemente non sa contare. O la smettiamo col consumismo, e impariamo a sfruttare le nostre evoluzioni scientifiche concordando insieme le migliori a minor impatto ecologico, oppure semplicemente non c’è futuro. Non ci sono risorse per tutti, e ciò, da che la razza umana esiste, significa che i popoli migreranno e ci saranno guerre. E’ solo matematica.

    Toh, guarda questo link, cercane altri… informati… e poi pensaci su un attimo: cosa mangi tu di solito? ti capita di mangiare il pesce? dove vivono i pesci??? … ah, e quest’estate dove sei andato? al mare? magari nel Golfo del Messico… e se non mangi pesce, che mangi? Lo sai che i campi coltivabili intorno all’inceneritore di Brescia, son stati “chiusi”? …diossina…   continua, continua a vivere nel tuo monda fatato, ad aprire confezioni di poliestere che contengono polli gigantesca pompati a ormoni e antibiotici… vai tranquillo, che tutto va bene……. viva il PIL!!!

    http://www.disinformazione.it/mare_di_plastica.htm

  • ESatto non ci sarà più lavoro, specialmente se andrete al potere voi, che volete decidere dall’alto della vostra becera ignoranza, quali sono le attività economiche “socialmente giuste” e quali sono quelle “socialmente dannose”.

    Certo che se manderete a casa tutta la gente che lavora grazie alla terribile acqua in bottiglia e tante altre attività perfettamente legittime, e non più dannose di tante altre (tutte le attività hanno un impatto, chi siete voi ignorantoni per decidere quali consentire e quali vietare? se aveste alomeno un minimo di umiltà vi informeste da chi ne sa molto più di voi, prima di scrivere certe minchiate nel programma), ci credo che l’italia non potrà che diventare il terzo mondo!

    già l’economia non va bene, ci mancano solo un branco di pseudoecologisti ( il vostro imbonitore vi porta pure per il culo, lui ha lo Yacht, macchine di grossa cilindrata, e ville con piscina, e a voi poveracci vi racconta quanta è bella la decrescita!) fissati con la decrescita, e stiamo a posto…

    Andatela a raccontare a tutti i disoccupati e cassaintegrati, quanto e bella la decrescita, e quanto è bello per il nostro futuro, distruggere aziende sane e produttive, perchè sono un “danno sociale”, e quant’è bella l’economia statalizzata, per salvare le imprese alimentari e manifatturiere, che vuole applicare il CAUDILLO GENOVESE, e che farà cadere l’economia nel baratro più nero

    Ma il bello è che chi vi racconte certe storie, fattura 4-5 milioni di euro l’anno(senza contare quello che sicuramente porterà anche lui nei paradisi fiscali OFFSHORE), spennando voi polletti, va a fare le bvacanze in Yacht, e non vive certo in un appartamentino di pochi metri quadri.

    E voi a un’imbonitore da 4 soldi così ipocrita, il Wanna Marchi dell’antipolitica, gli credete pure! 

    Contenti voi…

     

    PS. DISINFORMAZIONE.IT un nome un programma! adesso capisco perchè siete così ignoranti in campo scientifico, se sono quelle le vostre fonti, un sito dove si parla di NWO, scie chimiche, UFO massoneria, controllo mentale e complotti ebraici ahaha…:-))) 

  • schumyno ha scritto :
    sai, la cosa che più mi fa incazzare è che la matematica (quella che serve a noi almeno) non è un’opinione, e c’è ancora gente come te che pensa che il capitalismo sia legittimo, e allo stesso tempo che debbano essere riconosciuti i diritti umani minimi a tutti… Chi la pensa come te, semplicemente non sa contare.

    Non sta scritto da nessuna parte che la globalizzazione ha tolto diritti, anzi…in Cina e in India i diritti e le condizioni dei lavoratori stanno gradualmente migliorando, gli stipendi stanno aumentando, la maggior parte della popolazione di quei posti è ancora lontanissima dal nostro modello di benessere, ma ha ridotto più la fame nel mondo il capitalismo, che tutta la beneficienza ipocrita fatta all’AFRICA da 30 anni ad oggi.

    Guarda caso l’Africa, unico continente escluso dalla globalizzazione economica, è quello che sta peggio…

    O la smettiamo col consumismo, e impariamo a sfruttare le nostre evoluzioni scientifiche concordando insieme le migliori a minor impatto ecologico, oppure semplicemente non c’è futuro. Non ci sono risorse per tutti, e ciò, da che la razza umana esiste, significa che i popoli migreranno e ci saranno guerre. E’ solo matematica.

    Ma io posso anche essere d’accordo su una politica di leggera decrescita, sia demografica(se si riducono i consumi ma la popolazione raddoppia, ci ritroviamo al punto di partenza!), che dei consumi, però deve essere condtta in maniera intelligente, e con buon senso, non sull’onda emotiva, e sull’ignoranza, come il 90% delle inutili e stupide battaglie ecologiche di Grillo,che servono solo a far crescere il suo conto in banca, e ad appagare il suo narcisismo di CAPOPOLO!

  • Kauto, senza offesa, ma non posso restare oltre a sentire le tue follie. Basta. Un sordo ascolterebbe di più. Senza contare che io con uno che pensa che il nucleare è una soluzione plausibile, quando le scorie restano attive per migliaia di anni, non posso dialogare… sei troppo giovane e inesperto, sorry… unica cosa che condivido, e in parte, è il discorso del biocarburante… per il resto sono solo follie, o cose che neanche mi son preso la briga di leggere. Perchè? Perchè uno che mi viene a dire che adesso in Cina stanno aumentando i diritti grazie al capitalismo, mentre in Africa muoiono di fame perchè non ce l’hanno, mi fa accapponare la pelle. Ti spedirei in Africa, o in Cina. E vediamo cosa succede… dopo un anno laggiù, se sopravvivi, vorrei ancora chiederti se sei per una “lieve decrescita economica”, quando MILIONI di persone ogni anno muoiono di fame e di stenti solo perchè un 10% della popolazione mondiale consuma l’80% delle risorse planetarie… Abbiamo decisivamente due idee diverse di “sociale”… io sulla vita umana non ci passo sopra, manco se si tratta del più lontano, sporco, brutto, puzzolente forestiero del mondo… Adesso puoi anche uscire a comprarti le Nike cucite da un bambino cinese: meno male che è così fortunato da avere il diritto a lavorare in fabbrica, per un dollaro, e costruire le tue scarpette da 180 Euro… potere della disonformazione: fortuna che il MoVimento sta raccogliendo un bel po’ di gente “pensante” e non “eseguente”… e ricorda che Grillo è solo un uomo, che non ha ne più ne meno diritto e/o potere di me… o di te. Basta agire

     

    • D’accrdo chiudiamola qui, tanto anche parlare con te è come parlare con un muro, sei troppo dipendente da quello che dice il cantastorie genovese, per questo quello che non è conforme al tuo pensiero lo liquidi come follia.

      Io sul nucleare dico la verità, e mi sono informato.

      Sul capitalismo non faccio l’elogio della globalizzazione, ma chiediti perchè in Africa muoiono di fame(nonostante tutti gli aiuti umanitari, che in realtà fanno solo danni), mentre in Cina o in India e in tante altre zone del mondo, nonostante la durezza della vita, nonostante siano costretti a lavorare molto più di noi, stanno sempre meglio che in Africa e senza aiuti umanitari??

      Non lo sai perchè? te lo spiego io, si chiama protezionismo, l’unione europea mette dazi molto elevati sull’esportazione dall’africa, per proteggere gli agricoltori europei, e allo stesso tempo manda tonnellate di cibo come  “aiuto ” contro la fame.

      Qual’è l’effetto di tutto questo? logico è che il contadino africano si ritrova con il raccolto da buttare, perchè non riesce più a venderlo, in questo modo l’economia africana, nonostante la buona volonta della gente del posto, nonostante la grande voglia di lavorare, viene soffocata, viene uccisa, e non può crescere…agli africani farebbe molto meglio il libero commercio, farebbero meglio gli investimenti delle imprese in loco, piuttosto che tutta la “beneficienza” del mondo, perchè con gli aiuti all’africa, aiutiamo noi stessi, proteggiamo la nostra economia, a discapito della loro.

      Ecco tutto, quindi la mia affermazione è realistica, in Cina, in Pakista, in India ecc… non stanno bene, ma senza il commercio, senza la delocalizzazione di aziende in quei posti, starebbero ancora peggio…insomma è il male minore, tra una vita di stenti e di miseria assoluta, col rischi di morire di fame , e lavorare duramente, nella speranza di un futuro migliore, in quei paesi, molte persone hanno scelto la seconda opzione, lavorare duramente sperando di lasciare ai figli un domani migliore!

       

      Se il mio ti sembra un discorso FOLLE prova a leggere il libro DEAD AID, LA CARITA’ CHE UCCIDE di Dambisa Moyo, forse cominceresti a vedere le cose da un’altro punto di vista

      http://www.agoravox.it/La-carita-che-uccide-ricchezza-e.html

       

      E si ti interessa informarti sui temi che ti stanno a cuore, come l’ambiente, l’energia e altre cose, cancella dalla tua lista di siti DISINFORMAZIONE.IT e spazzatura simile, tutte stronzate per far abboccare gli ingenui( con tutto il rispetto, ma se credi che in quel sito sia qualcosa di serio, un po’ ingenuo lo sei), piuttosto se non riesci a trovare nulla di attendibile sul WEB vai in una biblioteca, anche se Messora esalta sempre il Web come fosse il santo Graal, a livello di informazione scientifica trovi tantissimi testi molto più accurati e attendibili in biblioteca, il WEB è una montagna di spazzatura con qualche perla in mezzo, se non ti sai orientare finisci facilmente nella spazzatura ( come il sito di Beppegrillo, o Disinformazione.it)

  • schumyno ha scritto :
    E vediamo cosa succede… dopo un anno laggiù, se sopravvivi, vorrei ancora chiederti se sei per una “lieve decrescita economica”, quando MILIONI di persone ogni anno muoiono di fame e di stenti solo perchè un 10% della popolazione mondiale consuma l’80% delle risorse planetarie…

    Ma io sarei pure per una lieve decrescita, ma dipende cosa si intende per lieve decrescita, se si tratta di distruggere interi settori dell’economia che non fanno del male a nessuno, perchè qualche stralunato ha deciso che sono un “danno sociale”, no ovviamente in quel caso sono contrarissimo alla decrescita, perchè non è decrescita ma “dirigismo economico” sconclusionato, dannoso e anche illiberale!

    Altro discorso è razionalizzare i consumi, ridurre gli sprechi, investire in fonti di energia che migliorano l’indipendenza e hanno un basso impatto ambientale come il nucleare ( che schifi tanto solo perchè se disinformato dal capetto genovese, pseudoecologista, che gira in ferrari!), ed altri tipi di energie alternative… quest’altro approccio è molto più intelligente, di buon senso, comporta meno rinunce, e non demonizza nulla.

    Io non accetto che qualcuno si arroghi il diritto di decidere su un’attività è “socialmentre dannosa” basandosi sui suoi umori ( Grillo è un ignorante è uno che non ha mai aperto un libro in vita sua, parla di tutto, ma non sa quasi niente, è solo un furbetto da 4 soldi), un’attività può essere resa illegale, solo se ci sono prove scientifiche sui suoi rischi, e solo se questi rischi sono davvero inaccettabili ( il rischio è in ogni attività umana, non possiamo immobilizzarci)

    Perchè il proibizionismo parte spesso da cose banali, come può essere l’acqua in bottiglia, ma un governo che si arroga il diritto di proibire, poi può andare a toccare qualunque ambito della vita umana. Un domani può anche tassare un cibo perchè è grasso, e potenzialmente dannoso per la salute, e assurdità iliberali simili.

    La libertà è importante, io legalizzerei, o perlomeno depenalizzerei anche le droghe, e toglierei anche il divieto di fumo nei locali pubblici, ogni locale ha il diritto di autodeterminazione, e siccome i rischi del fumo passivo sono irrisori, non c’è alcun motivo di vietarlo per legge!

    Abbiamo decisivamente due idee diverse di “sociale”… io sulla vita umana non ci passo sopra, manco se si tratta del più lontano, sporco, brutto, puzzolente forestiero del mondo.. 

    Io non passo sopra a tutto e tutti, dico solo la verità, il commercio globale, e la delocalizzazione di molte industrie, ha messo in crisi la nostra economia( è inutile pianificare una decrescita per decreto legge, tanto nei prossimi anni, volenti o nolenti andremo incontro comunque a una decrescita!), ma ovviamente a migliorato le condizioni economiche di altri paesi, ha ridotto la fame nel mondo, sicuramente ancora tantissime persone vivono in estrema povertà, però molte più persone che in passato, anche in paesi come l’india e la cina, hanno migliorato le proprie condizioni di vita.

    E’ un miglioramento lento, ma la globalizzazione è un problema per noi, per molte altre nazioni che fino a qualche hanno fa erano ancora più povere di oggi, è un’opportunità!

    Per esempio i Polacchi o i Serbi sarebbero contenti se la Fiat delocalizzasse tutto da loro, mentre gli operai italiani non sarebbero molto contenti di questa “magnifica” oppurtunità di decrescita

     

  • Come ho scritto nell’altro post,

    Se la gente fosse informata sui propri diritti, cosi come è informata sul calcio, l’italia sarebbe un paese migliore.

  • Come ho detto nell’altro post

    Se la gente conoscesse o fosse informata sui propri diritti, cosi come è informata sul calcio, l’italia sarebbe un paese migliore.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi