Conati di vomito

« Berlusconi mi ha detto che Bersani è andato a dirgli che se avesse avuto problemi, i voti per non andare alle elezioni glieli avrebbe dati lui »

[Umberto Bossi – Corriere della Sera 30/08/2010 p.9]

Adesso vi diranno che è una pillola che va mandata giù perché c’è la crisi, perchè senza una nuova legge elettorale vince di nuovo il Cavaliere, perché bisogna risolvere il conflitto di interessi, perché bisogna fare le grandi riforme
Non starò qui a dirvi che se c’è la crisi, allora è tanto più urgente avere un governo che lavori per risolverla, e non uno che perda tempo, denaro e futuro per inseguire i propri interessi. Non voglio neppure farvi notare che una legge elettorale non la voteranno mai, perchè non la vuole nessuno e perché chi la vuole non è neppure d’accordo su quale modello adottare. Non aggiungerò che il conflitto di interessi non l’hanno risolto neppure quando erano al governo, figuriamoci adesso che sono in minoranza, e non ironizzerò sul fatto che le grandi riforme di cui si parla sono solo quelle che garantiscono piccoli processi.
 
Voglio solo dirvi che questo politichese astruso, questo tatticismo da scacchista perdente, questo mestiere che esisteva ancor prima di quello comunemente ritenuto il più vecchio del mondo, di certo meno degradante, questa accidiosa inerzia, questa indecorosa ignavia, questa disgustante antitesi dell’icona del prode combattente, del valoroso guerriero, questo flaccidume in luogo di una sana e tonica virilità, questa melina a centrocampo in luogo del gioco maschio e ardito, tipica di chi risponde a interessi diversi rispetto al volere degli spalti, di chi chiude gli arbitri negli spogliatoi a fine partita, di chi tratta per sè e non in nome di tutti… Ecco: tutto questo mi è insopportabile, lo rigetto con un senso di nausabonda oppressione interiore.
La nave affonda, l’acqua invade ormai le stive e gli alloggi del personale ma gli ufficiali di bordo fanno i conti su cosa conviene a loro stessi, se affondare subito requisendo viveri e scialuppe oppure se mangiare e bere a sazietà, ripulendo le cambuse, mentre i topi annegano, nell’attesa che la prossima nave da crociera sia sufficientemente vicina per effettuare il trasbordo dei loro averi.
Tutto avrei creduto di vedere nella vita, tranne Fini che minaccia di togliere la maggioranza a Berlusconi e Bersani che si offre di restituirgliela.
Scusate, vado a dare di stomaco.

Fai una microdonazione con Flattr Flattr this

18 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Se l’imperativo è restituire fiducia nelle istituzioni, episodi di questo genere vanno nella direzione opposta. Mi auguro che questo incubo finisca presto, che non lo debbano vedere anche i miei figli.

  • Premesso che sono un non violento e che non ho in animo di istigare nessuno ad azioni violente, mi stupisco e mi deprimo nel vedere che si bruciano le macchine dei poliziotti per una presunta tessera del tifoso mentre la gente sta sui tetti a rivendicare lavoro da chi chiude le aziende a prescindere dalla redditività, gli imprenditori del nordest si impiccano ai carriponte e l’Aquila non esiste più: e ora Bersani come Latorre irride ai milioni di onesti che ancora credono, poveri ingenui, che le regole democratiche debbano fare premio sul laidume berlusconistico. Ma questo evidentemente ancora non basta a riempire le piazze di cittadini pacificamente e non violentemente incazzati che presidino e blocchino le uscite del parlamento, o al limite lo scoperchino come federo i Viterbesi durante il famoso conclave: perchè questi non sono altro che cenatori di professione, zecche che vivono sulle nostre spalle. Il Paese deve bloccarsi, fermarsi a oltranza contro queste zecche: ci vuole il RAID!

  • Condivido tutto, vomito compreso.

    Però non ci dimentichiamo di un particolare non secondario:

    LA COLPA E’ NOSTRA!

    “Nostra” ovviamente nel senso generale di cittadini italiani, al di là di quello che ognuno di noi può aver fatto o meno per evitare lo schifo attuale.

    Si può dire quel che si vuole, ma ancora esistono le elezioni e a nessuno di noi è stata puntata una pistola alla nuca per votare n un modo anziché in un altro. Se abbiamo fatto la croce su un simbolo, lo abbiamo fatto volontariamente.

    Che poi quel simbolo fosse rosso, azzurro, verde, o ci fosse uno scudo, un gabbiano o una fiamma, poco importa: è stata una nostra scelta.

  • Ma non è meglio lasciare che il governo berlusconi termini il suo ciclo? tanto andare alle elezioni ora è un costo sulle nostre tache e basta, non ci sono grandi alternative, andrebbe a finire che o vince un PD che è più o meno uguale al PDL, o rivincono PDL e LEGA in maniera ancora più netta della volta scorsa(il PDL avrà perso consenso, ma la Lega è il partito più in forma del momento)

    Le elezioni anticipate sono solo un grandissimo spreco di denaro, e la costituzione parla chiaro, il popolo ha votato PDL e LEGA. e quindi il presidente della repubblica è costretto a rispettare la volontà popolare, se crea un nuovo governo, deve sempre essere di PDL e LEGA, non se ne esce…

     

  • giovannimarc ha scritto :
    la costituzione non lo dice affatto.i votanti eleggono il parlamento non danno l’incarico a costituire il governo,prerogativa del capo dello stato.

    Si ma visto che il popolo è sovrano, e la sovranità si esprime tramite il voto, il Presidente della Repubblica non può ribaltare il risultato del voto!

    Non può dare arbitrariamente la maggioranza a chi le elezioni le ha perse…

    • A dimenticavo NON ESISTONO GOVERNI TECNICI..

      esistono GOVERNI e basta  altra storpiatura  delle parole…

       

      Certo se poi con la parola TECNICI  si intende Un governo con l’abbiettivo in 1 o 2 punti specifici ,perche formata da un’insieme di partiti che si mettono momentaniamente d’accordo ( pe esempio per varare una Finanziaria , amministrare x esigenze in un lasso di tempo prima delle elezioni)  allora chiamiamoli tecnici, ma sono governi a tutti gli effetti.

       

  • Ma l’ha detto davvero? vabbè che è il PD….. ma porca miseria…. sembra troppo pure per il PD, pure per il PD guidato da Bersani…..

  • Premessa n°1: chi conosce Bossi sa che è una delle sue tipiche sparate

    Premessa n°2: chi conosce il PD sa che comunque è capace di una cosa del genere anche senza dichiararsi apertamente (anzi, di solito è così)

    Premessa n°3: chi pensa che il panorama politico attuale sia la semplice conseguenza o possa essere modificato semplicemente dalle elezioni politiche è a mio parere quantomeno un ingenuo

    Premessa n°4: in qualunque modo vogliate affrontare il dibattito, da un punto di vista squisitamente democratico, Berlusconi NON DOVREBBE IN ALCUN MODO PARTECIPARE ALLA CONTESA POLITICA (“conflitto d’interessi”, do you know?) è come giocare contro l’arbitro

    per cui

    non vedo cosa ci sarebbe di strano se si facesse un qualunque governo diverso, come già successo + volte…in sostanza “vale tutto” a sto punto.

    saluti

  • Beh lo vedremo se alcuni del PD voteranno per il governo, o no?

    Forse Bersani non farà una cosa del genere tanto facilmente, pensando alle reazioni negative e perdita di consenso che ne deriverebbe. O forse lo farebbe lo stesso?

    Bah

  • Abbiate pietà, capisco che parlar male del PD è come sparare sulla croce rossa (in gran parte meritato), ma discutere su una dichiarazione di uno che saluta i giornalisti col dito medio alzato… ma per cortesia.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi