Arrestato Julian Assange. Che l'era del baratto abbia inizio!


Un terrorista, uno stupratore, il nemico pubblico numero uno, il Bin Laden 2.0: questo è Assange, fondatore di un’Al Qaeda digitale. Nella società che edifica tempi alla Dea Menzogna, che eleva l’ipocrisia al rango di virtù e la chiama diplomazia, chi mostra la verità è un mostro. Additato, perseguitato, braccato, vessato, vittima di sequestro dei beni e ora… arrestato.
Julian Assange è stato catturato a Londra  da Scotland Yard, questa mattina alle 10,30 italiane, dopo che il suo account PayPal, dove riceveva le donazioni destinate a supportare WikiLeaks, era stato bloccato per fantomatiche violazioni delle policies, e dopo che PostFinance, in Svizzera, aveva chiuso un altro conto che i sostenitori utilizzavano per finanziare la pubblicazione di milioni di documenti riservati. Motivo? Suvvia, un motivo si trova sempre: in questo caso è la mancata residenza in Svizzera. Nella patria del riciclaggio del denaro, dove vige il riserbo più totale e la ricchezza affonda le sue ultradecennali radici proprio sulle false dichiarazioni di residenza, Assange si è guardacaso imbattutto nell’unico burocrate solerte dei quattro cantoni.
Si dice spesso che la rete trova altre strade per condividere la conoscenza: morto un sito se ne fa un altro. Ma la strada dei soldi è una sola, e passa per le banche. Le banche danno, le banche tolgono. Così si controllano i pericolosi terroristi dell’informazione libera: si chiudono i rubinetti. Li si derubano. Che fine hanno fatto le migliaia, forse milioni di donazioni che il popolo ha devoluto ad Assange per supportare la sua causa? Verranno restituite ai singoli sottoscrittori? Improbabile. Troppo complesso, specialmente nel caso di PostFinance. Verranno sbloccate e rese ad Assange? Sì, come no. Forse per questo è in atto una guerra informatica, una spedizione punitiva che tra ieri e oggi ha tirato giù i servizi web di PayPal e di Postfinance. La tecnica è quella del Denial of Service (DoS). I pirati risvegliano migliaia di computer precedentemente infettati, di cui hanno il controllo, e li usano per inviare richieste http al server da bersagliare. In parole povere, è come se da ciascuno dei computer-zombie partisse una navigazione al sito di PayPal o di PostFinance: l’alta concentrazione di traffico rende le risorse del server inadeguate ad erogare il servizio, che agli altri navigatori risulta di fatto inaccessibile (è come salire in 15 su una 500 e poi provare a fare una salita ripida).
E vogliamo parlare degli analoghi attacchi subiti da Wikileaks nei giorni precedenti e successivi alla pubblicazione dei documenti delle ambasciate? Oppure della guerra dei dns, che ha fornito a everydns.net il pretesto per eliminare il nome di dominio di Assange dai suoi registri? O ancora di Amazon che, dopo le forti pressioni politiche, pavidamente taglia il servizio di hosting? E perché tralasciare l’oscuramento messo in atto da molti paesi del mondo, capeggiato dall’immancabile Cina ma paventato anche dalla civilissima (in materia di rete non tanto) Francia?
E’ questa la libertà che il mondo che conta accorda al web? Personalmente la conosco bene, quella libertà. Era la libertà di essere estromessi dal traffico dei ministeri (dove il blog di Grillo e quello di Travaglio viceversa trovavano cordiale ospitalità). Era la libertà di essere oscurati nelle caserme della Guardia di Finanza aquilane, dove i terremotati che volevano tenersi aggiornati erano gentilmente ospitati. Era la libertà di non essere accessibili, o esserlo a fatica, dalle navigazioni provenienti dall’Abruzzo, mentre nello stesso istante, altrove in Italia, il sito rispondeva velocemente, e mentre altri siti, più istituzionali o meno importuni, attraversavano le reti digitali abruzzesi alla velocità della luce.
Era ed è la libertà di essere liberi fintantoché non si diventa scomodi, che ho più volte denunciato dalle pagine di questo blog (vedi “E’ libera Internet in Italia?” oppure il più recente “Il futuro dei social network“).
Per questo sono vicino ad Assange. Per questo dico che, oltre a studiare forme sempre nuove di condivisione della conoscenza, è necessario trovare forme nuove di condivisione delle risorse, per esempio dei fondi, che possano eludere il controllo stringente dei grossi sistemi finanziari, dalla cui commistione con la politica nascono quei centri di potere che controllano ogni cosa e fanno scattare, al momento opportuno, le tagliole che mozzano mani e piedi a chi vuole correre in direzione ostinata e contraria.
Qualcuno ha sostenuto che i documenti che Wikileaks ha messo a disposizione stiano al giornalismo come la pornografia sta all’erotismo, perché non sono mediati, interpretati. Io dico viceversa che i cablogrammi di Assange stanno al mondo dei mass-media come l’indipendenza di giudizio e la consapevolezza critica stanno alla propaganda. Chi vuole un mondo di adoratori di veline e di urlatori da curva sud è il più ovvio e naturale nemico dell’informazione libera, che riesce a controllare solamente strozzando la circolazione dei fondi.
E’ giunto il momento di sviluppare o, se c’è, di approfondire un sistema peer to peer di condivisione delle risorse che sia davvero indipendente dal circuito economico-finanziario. Se necessario, anche il baratto può tornare utile. E voglio vedere come lo fermano, il baratto 2.0.
 

69 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il paragone di giornalismo pornografico è di Saverio Raimondo:

    http://raimondoshow.ilcannocchiale.it/2010/11/30/wikilicking.html

    ma forse non solo suo.

    Anche se trovo che non sia scorretta come definizione, si tratta solo di filosofeggiare attorno ad una parola.

    I documenti pubblicati da Assange sono necessari a mostrare gli organi del nostro corpo malato. Continuare con i salassi è tipico di una medicina settecentesca. Assange ci mostra le radiografie. La vera notizia la fa chi urla in anticipo (vedi Frattini), perchè sa. “Vuole distruggere il mondo!”, dice di Assange.

    Come affermato sul Fatto Quotidiano, associare l’inchiostro dell’informazione al sangue della destabilizzazione sociale è la vera partita in gioco, concetto qui ben ripreso da Claudio.

    Condividere, partecipare, diffondere. Sì, ma ormai non si parla più di informazione. Qui si parla di soldi. Non per nulla la mia generazione (ho 30 anni) è ormai assuefatta alla precarietà.

    Ma come costruire un sistema alternativo e indipendente?

  • Bravo Claudio. Mi stavo proprio oggi chiedendo se avresti scritto qualcosa su Wikileaks e Assange. Io gli ho dedicato tre post negli ultimi giorni. Condivido la tua analisi: l’arresto di Wikileaks mette in dubbio la libertà di divulgare informazioni vere su Internet. E mette a nudo la menzogna libertaria dell’America.

  • Be’,

    i soldi sono un mezzo per scambiarsi beni. Come suggerisce Claudio, i beni ce li si può anche scambiare senza soldi.

    Nella fattispecie, a che servono i Soldi ad Assange (oltre che per la cauzione)? Pagare banda e hosting.

    Il mirroring sta funzionando, sono già oltre 700 mirror attivati: ci vuole poco a far sì che ogni link sulla pagina di wikileaks punti randomicamente ad un mirror diverso, e ci vuole poco a distribuire i database. In questo modo i costi si frazionano e si spalmano su molte più persone.

    Per la cauzione il problema purtroppo rimane. 🙁

  • debbo confessarvi che, in questi giorni, ho seguito marginalmente la storia Di Assange.

    Vi prego, non prendetemi in giro per la mia sincerità, ma la notizia mi è caduta addosso come  una frana. Mi si è chiuso lo stomaco… 🙁

    Ero ancora in attesa, tra lo stupito e l’incredulo, ad attendere gli “eventi” che avrebbero messo il punto sull’affidabilità di questo curioso esere umano, questa persona a me sconoscita fino a pochi giorni prima che sembrava voler mettere in gioco la tranquillità di una vita da benestante e forse qualcosa di più,la sua vita stessa in nome di un ideale.

    Non che sia l’unico che io conosca (giusto, Claudio?), anzi, ma questo ragazzo ha sfidato il mondo intero!!!

    La reazione così rapida, davvero, non me l’aspettavo e, anche per questo, mi angoscia più di quanto immaginassi.

    Come ho già detto, sono all’oscuro di tutto. Che possiamo fare?

  • Credo che la vicenda Wikileaks sia emblematica del futuro della censura in rete. Spero e mi auguro che la bravura degli hackers superi la burocrazia degli esperti al servizio dei potenti, ma non c’e’ molto da stare allegri! Sembra che “Matrix” si avvicini a grandi passi e dobbiamo evitarlo: ma come si fa a sostenere chi ci prova se ti tagliano la possibilità di inviare contributi? E’ necessario che si organizzino tutti quelli che hanno a cuore “la liberta’ delle verita'” per aggirare i divieti e fottere gli sceriffi delle bugie e delle ipocrisie.

  • Questo e’ l’atto finale del COLPO di STATO in atto da anni per abbattere gli ultimi baluardi della DEMOCRAZIA ed instaurare completamente l’IPOCRITOCRAZIA.

    Noi in Italia ne abbiamo esperienza depo 16 anni di LECCACULISMO (PDL: Partito dei Leccaculo).

    Cosa si puo’ fare a questo punto?

    Mi pare a proposito l’ultima frase del capitolo 7 dell’ultimo libro di Gianrico Carofiglio (La manomissione delle parole): “Puo’ sembrare paradossale, ma la parola giustizia non puo’ fare a meno della parola ribellione”.

     

  • Senza trasparenza non esiste la conoscenza, e senza la conoscenza i popoli non hanno nessuna possibilità di formarsi un giudizio di merito sull’operato del potere e delle istituzioni il cui unico scopo dovrebbe essere quello di servire le esigenze dei cittadini essendo sottoposti al costante giudizio degli stessi.

    Il segreto di stato o la privacy per chi amministra la cosa pubblica ed è stipendiato dalle tasse della gente, non dovrebbero mai esistere in nessun caso durante l’esercizio di pubbliche funzioni.

    Assange è un personaggio scomodo al potere, e sicuramente più vicino alle popolazioni del mondo che alle loro oligarchie di governo ammantate di parvenze più o meno psudodemocratiche, in cui “il demos” o popolo non decide nulla di importante in maniera diretta ma demanda il potere “o il Kratos” a personaggi che spesso di trasparente hanno poco o niente.

     

    Contrappunti/ Verità, finzione, Wikileaks

     

    http://punto-informatico.it/3050856/PI/Commenti/contrappunti-verita-finzione-wikileaks.aspx

     

    http://www.youtube.com/watch?v=wT1-lBTWP6I&feature=related

     

    Se durante un’elezione andasse a votare solo l’1% degli aventi diritto quest’elezione sarebbe valida, ed il 99% di chi avesse deciso di non esprimersi sui candidati imposti (o nominati ) di forza dai partiti sarebbe rappresentato da persone non volute e non scelte! Altro che Demos-Kratos, questa sembra più che altro una presa in giro!

    Lo stesso conteggio dei seggi, dovrebbe essere proporzionale dando il giusto valore all’espressione dei cittadini, e non regalando seggi ai partiti che non hanno preso in percentuale un numero di voti sufficienti ad avere quei posti di rappresentanti del popolo. Questo modo di fare mi ricorda molto  un’appropriazione indebita e  qualcosa di non giusto per tutti i votanti.

  • Ma se Assange è davvero così tanto temuto dal potere politico, perchè gran parte dei giornalisti della carta stampata non fanno altro che elogiarlo e hanno contribuito a ritrarlo come un eroe? Bah, magari mi sbaglierò, ma la vicenda di Assange ha qualcosa che non mi convince, mi sa un po’ di montatura.

     

  • Io lo dico da anni caro Claudio! In fin dei conti l’esempio di democrazia diretta pratico più vicino ai concetti sempre teorizzati credo proprio sia il P2P. Ci sto sviluppando un social network su questa filosofia…vero controllo della privacy (I miei contenuti sono online se io sono online o se altri con cui li condivido sono online)…la potenzialità è enorme, il distacco completo dalla normale gerarchia server-client sperò sarà il preambolo della stessa gerarchia che viviamo tutti i giorni nelle nostre vite “reali”. Non so se riuscirò mai a finirlo, 21 anni, nonlaureato, precario, una tendenza al pessimismo degna di nietzsche. La mia speranza che i concetti di opensource e peer to peer possano salvare il mondo l’ho messa al sicuro da qualche parte, ma oggettivamente…che parte assume chi ci da la linea del telefono in caso di “rivoluzione 2.0”?! Perchè mai le nostre bande di upload continuano ad essere cosi ridicole e quelle di download cosi esagerate?(ed ecco che come al solito i miei buoni motivi vengono oscurati dai miei sani dubbi pessimistici :P)

    Continuerò il mio lavoro e spero di portarlo a termine in breve tempo…se parte la rivoluzione 2.0 e la telecom ci stacca la linea ho già in progetto delle antennone giganti e continuiamo la rivoluzione in wireless 😀

  • Ciao Claudio,

    questa mattina poco prima dell’ arresto di Assange ti ho inviato una mail, sarei felice se anche tu come lo staff di Grillo appoggiassi la nostra causa dando voce a FreeAssange.org

    Grazie

     

    Antonello

  • Con la scusa della lotta al terrorismo gli USA hanno aumentato l’efficacia del togliere risorse a chi gli sta antipatico. Ci vorrebbe proprio una reazione in senso opposto adesso.

    Eppure fino a ieri pensavo che le informazioni divulgate da wikileaks non fossero poi così importanti e che documenti realmente segreti non ne sono usciti. Beh la reazione degli USA invece gli dà importanza… o forse è una azione preventiva?

  • … gradirei farvi notare che Assange si e’ costituito all’interpoll… per un reato che NON esiste in Inghilterra, reato, tra l’altro, creato “ad arte” da chi lo accusa.

    MA, a prescindere da questo… esiste pur sempre quel fatidico file cifrato… quindi, aspettiamo!

    Noto, comunque, un attacco molto trasversale… non tanto nei confronti di Assange quanto nei confronti di wikileaks in se’… specie da parte di certa stampa e certi “satiri”.

    Fa cosi’ tanta paura questa “presunta” liberta’ di informazione??

    Io comunque resto dell’idea che in quel file “famoso” non vi sia poi della roba tanto esplosiva, gradirei tanto una smentita.

    Vedremo!

     

  • Wikileaks si rifà espressamente alla dichiarazione dei diritti dell’uomo, segue ragioni etiche e morali che mostrino la vera verità di eventi storici, non alla verità di comodo.

    Ogni stato al mondo possiede dei documenti segreti. Segreti di stato: ad alcuni di questi viene tolto il sigillo, ad altri no. Nel primo caso, di solito passa circa mezzo secolo dall’avvenimento, prima che certi documenti vengano resi pubblici. E’ questo il caso della strage di Katyn, avvenuta negli anni 40 e rivelata al mondo solo nel 92.

    Perché abbiamo una verità filtrata? Forse ci fa male se non la diluiamo? In 50 anni! Perché non posso godere della mia vita e del mondo senza uno che mi metta la mano davanti agli occhi per impedirmi di vedere? Forse che la luce è troppo accecante? Tutte cazzate, filosofate e multi-livelli di pensiero.

    Io voglio vedere! Decido io cosa mi fa male. In Italia ci sono milioni di fumatori che sanno della possibilità di crepare di cancro ai polmoni, eppure fumano. Leggono le avvertenze ma fumano. E lo stato? Guadagna! Eppure il Ministro della salute Fazio non fa mica un proclama dove dice: “Siete criminali suicidi”.

    E il ministero del lavoro e politiche sociali che vieta Byoblu.com invece di badare a ciò che gli compete. Piuttosto badi al proprio lavoro, svolga il proprio compito, ciò per cui sono pagati, e nel miglior modo possibile. Ma non riguardo i propri interessi e quelli dei loro capi dirigenti, ma relativamente all’ 8,5% degli italiani disoccupati, alle 1000 morti bianche e al degrado della società.

    E il ministero dello sviluppo che dice? Paradossalmente se ne sente parla unicamente per una ragione: perché tace da mesi! O Meglio il posto è vacante e la poltrona vuota. Rimane solo l’olezzo di feci che circonda lo sviluppo l’economia italiana.

    Il ministero della Cultura di Bingo Bondi poi? Ne vogliamo parlare?! Si occupa della cultura così come Luca Giurato si occupa di filologia romanza, con un unica differenza sostanziale: Giurato si è iscritto all’università per studiare lingue e tentare di uscire dallo stato di capra linguistica, mentre Bondi, da laureato, sta regredendo allo stato di pecora. Ancor di più con quelle pseudopoesie.

    E che dice la fuoricorso Gelmini? Parla dei voti del rimandato Bersani eppoi si prende una grossa trombata da asina: quella che è insomma. Ma non tanto perché è una fuoricorso, ma perché si è fatta dettare la riforma da Tremonti. Faccia ciò che spetta fare ad un ministero dell’istruzione: dispersione scolastica, programmi e miglioramento scuole pubbliche. Invece bada ai privati.

    E Frattini che dice “finalmente hanno arrestato questo criminale”?! Ma ci credi davvero, caro Frattini, a quello che dici? Ti stai solo cacando le mutande. Tu e i tuoi amici, compreso Brunetta, sebbene faccia cacchette a palline come i conigli. Il tuo ministero degli affaracci propri è una bufala, una maschera: a tutti rosica quello che pensa l’ambasciatore Usa riguardo la politica italiana, ma a lui e a loro fa comodo far finta di nulla: pecorone.

    I veri criminali sono coloro che gestiscono la Nostra verità e la Nostra storia. Proprio voi, politici nullafacenti e ignoranti che decidete cosa va bene o no per il popolo. Con il voto siete chiamati a rappresentare le nostre esigenze, non ad assecondare i vostri vezzi. Quello che è uscito dalla bocca dei rappresentanti governativi di molti paesi coinvolti dalla diffusione dei cablaggi, è aria. Aria che inquina la verità. Volutamente. Caro politico X, per il potere conferitomi dalla legge, ti dichiaro criminale dell’informazione e terrorista del vivere civile, devi essere assicurato alla legge.

    Costituisciti come Assange, se hai le palle, invece di sputare dal deretano pillole di saggezza! Oppure da oggi hai una nuova opportunità, denuncia la classe dirigente che ti circonda, mandando documenti al sito Wikileaks. Così, sebbene il tuo destino ultraterreno sia una perenne fiamma infernale sotto il culo, almeno qui sulla terra vivrai senza rimorsi. E se non li hai te lo auguro. Ti “auguro” per esempio che tuo figlio venga ucciso assieme ad altri 8 da una scarica di mitra in Iraq dopo che un militare sfida l’altro al gioco del bersaglio. Ti “auguro” che poi, mentre cerchi giustizia con tutte le forze, psicologiche e fisiche, Matrix e Porta a Porta parlino ancora di Sara e Yana.

    Chi è il vero criminale caro Frattini? Julian Assange o te, la tua organizzazione politica, i mass-media e le banche? Frattini ammetti a te stesso e davanti a tutti gli italiani la merda in cui viviamo e vedrai che avrai più benefici di quelli che ti hanno promesso, poiché sono a breve termine!

    Cambiano i tempi e cambiano i modi di fare politica. Wikileaks più verrà attaccato, più diverrà forte. Un tempo forse si viveva di rendita caro politico X, ma ora, coi tempi che corrono devi sempre aggiornarti. Ecco che, paradossalmente, internet, nato per scopi militari all’interno delle università, serve a fare la guerra ai comandanti. Il prodotto della globalizzazione si è girato contro i capitali che lo hanno ingrassato così tanto.  Ok avete Assange, ma in un mondo così veloce, caro politico nullafacente X, devi assoldare e pagare hacker talmente veloci da fregare un numero doppio o triplo di hacker che amano fare questo lavoro gratuitamente! In cambio di un tweet, di un baratto! Chi ci perde? Chi ci guadagna?

  • Interessante cosa ha da dirci anche Guido Scorza in merito al comportamento delle istituzioni italiane in questa vicenda:

    Caso Wikileaks: gravi le dichiarazioni di Frattini.

    «[…]

    Il Ministro degli esteri italiano, Franco Frattini, nel dirsi soddisfatto del risultato, lo ha rivendicato come un successo della diplomazia internazionale: «Era ora, per fortuna l’accerchiamento internazionale ha avuto successo».

    La dichiarazione del nostro Ministro degli esteri è di inaudita gravità e tale da rendere indispensabile che Frattini riferisca immediatamente in Parlamento sull’accaduto e, probabilmente, che rassegni le sue dimissioni.

    Il Ministro degli esteri italiano, Franco Frattini, nel dirsi soddisfatto del risultato, lo ha rivendicato come un successo della diplomazia internazionale: «Era ora, per fortuna l’accerchiamento internazionale ha avuto successo».La dichiarazione del nostro Ministro degli esteri è di inaudita gravità e tale da rendere indispensabile che Frattini riferisca immediatamente in Parlamento sull’accaduto e, probabilmente, che rassegni le sue dimissioni.[…]»

  • Da questa storia di Wikileaks, una cosa appare evidentissima, e che dovrebbe far riflettere tutti quelli che amano parlare di “complottismo”, “cospirazionismo”:
    quando si vuole ‘eliminare’ un personaggio scomodo, tutti gli stati si mettono d’accordo e forniscono tutti la stessa versione ufficiale alle masse. Per uno come Assange non ci sono stati scrupoli a tirar fuori una scusa ridicola come la violenza sessuale, per bloccargli i conti su Paypal, fare pressioni su Amazon e altri affinchè Wikileake venisse chiuso, fare pressioni su altre nazioni affinchè quel tizio non venisse accolto o arrestato, ecc. ecc.
    Tutto questo spiegamento di forze è quindi possibile, e solo per non far circolare informazioni segrete; il controllo totale delle informazioni – cosiddette -”ufficiali” si dimostra una verità che viene ottenuto con la complicità dei poteri di mezzo mondo…se qualcuno avesse ancora dei dubbi.
    (no, perchè quando si parla delle stramberie dell’11 settembre, poi c’è sempre chi dice “eccheddì, per fare una cosa del genere ci vogliono un sacco di persone coinvolte e qualcuno avrebbe parlato; specialmente negli altri stati…”….eh già…bel ragionamento)

  • kautostar86 ha scritto :
    Ma tra i documenti di Assange non c’è assolutamente nulla sull’11/09

    Forse tra i documenti di Wikileaks non c’è nulla (anche se aspetterei a parlare, visto che è stato distribuito nemmeno il 10% del totale), ma in rete, visto che l’hai citata, hai tonnellate di materiale con cui viene “fatto il pelo” all’11 settembre, con tanto di testimonianze, documenti ed evidenze che i mass media sminuiscono o, peggio, occultano.

    Comperati “Zero”, di Giulietto Chiesa… guardalo tutto, anche gli “extra”, dove si intervistano i dirottatori dell’11 settembre (eh si, pare siano ancora vivi ed hanno pure fatto causa al governo a stelle e strisce)…

    •  E’ questo il problema, vedi; i giudizi su base di quello che leggi e la tua mente vuol credere. Lo sai se è il Sole che gira intorno alla Terra o viceversa? Ti sembra una domanda cretina? Tu ne sapresti dare una spiegazione, a parte il fatto che "è universalmente accettato che è così"?

      Si tratta di leggi che regolano questo mondo; leggi che dipendono da differenze di masse. Leggi che ti dicono con certezza cosa può avvenire e cosa no. Le stessi leggi che ti dicono che l’energia si conserva, ti dicono anche con certezza in quanto tempo arriva a terra un corpo, se non trova resistenza. E’ il tempo di caduta libera, e lo calcoli con una semplice formulina. I 3 grattacieli sono venuti giù in quel tempo(o con pochi attimi di differenza…non siamo neanche nel vuoto d’altra parte). La fisica ti dice con certezza che l’ultimo piano è caduto come se sotto di se avesse l’aria.
      Ora tira le conclusioni che vuoi, ma quello che ho detto è fisica pura, è una verità assoluta. Purtroppo, da questa semplice osservazione, e conoscenza di basi di fisica, la soluzione è una sola. Le stronzate sono tutte le altre…come il crollo naturale per il calore e il peso del carburante…questa è la potenza della tv! 
      Peccato che aleggi tanta igoranza in questo globo, e la natura umana sia così incline a confermare le proprie credulità.

      Si, sono stronzate e cose deliranti, si.E’ questo il problema, vedi; i giudizi su base di quello che leggi e la tua mente vuol credere. Lo sai se è il Sole che gira intorno alla Terra o viceversa? Ti sembra una domanda cretina? Tu ne sapresti dare una spiegazione, a parte il fatto che "è universalmente accettato che è così"?Si tratta di leggi che regolano questo mondo; leggi che dipendono da differenze di masse. Leggi che ti dicono con certezza cosa può avvenire e cosa no. Le stessi leggi che ti dicono che l’energia si conserva, ti dicono anche con certezza in quanto tempo arriva a terra un corpo, se non trova resistenza. E’ il tempo di caduta libera, e lo calcoli con una semplice formulina. I 3 grattacieli sono venuti giù in quel tempo(o con pochi attimi di differenza…non siamo neanche nel vuoto d’altra parte). La fisica ti dice con certezza che l’ultimo piano è caduto come se sotto di se avesse l’aria.Ora tira le conclusioni che vuoi, ma quello che ho detto è fisica pura, è una verità assoluta. Purtroppo, da questa semplice osservazione, e conoscenza di basi di fisica, la soluzione è una sola. Le stronzate sono tutte le altre…come il crollo naturale per il calore e il peso del carburante…questa è la potenza della tv! Peccato che aleggi tanta igoranza in questo globo, e la natura umana sia così incline a confermare le proprie credulità.

       

  • Nicola Ulivieri ha scritto :
    ”  dall’11 settembre, un giorno in cui 3 grattacieli franano con una dinamica che è impossibile (! impossibile per la fisica, per le leggi di questo universo, non seghe mentali), 

     

    Puoi discutere e dubitare quanto ti pare sul “dietro le quinte”, sui mandanti reali, sul ruolo dei servizi segreti, ma per dire che 2  grattacieli che crollano dopo un’impatto di forza non indifferente (150 tonnellate sparate a oltre 700 km/h) e un’ora e passa di incendio(l’acciaio a temperature di oltre 500 gradi, si ammorbidisce!),  e un terzo grattacielo più piccolo che crolla dopo essere stato squarciato e incendiato dalle macerie delle torri gemelle , sono una cosa “impossibile per la fisica”, per me significa farsi un po’ troppe “seghe mentali”!

    • Sulla differenza di masse mi riferisco a 10 piani che ne schiacciano 90, o 20 che ne schiacciano 80 (ma per 30 anni non hanno sempre retto bene…e il 1° piano non ne reggeva 99 senza problemi? improvvisamente perdono consistenza tutti i piani inferiori…e quelli superiori? Massì…la gente non ragiona proprio.), e non all’aereo.

      Ma non voglio divagare, anche perchè il punto è uno solo, se la cima di un parallelepipedo frana sulla sua base nel tempo di caduta libera, vuol dire che sotto non ha trovato nulla, non ha perso energia -> l’energia per la distruzione viene dall’esterno. PUNTO. fisica I e fisica II. La si impara o si fanno chiacchiere da bar.

      (ma ci fosse mai uno che mi risponde riparlando di fisica, invece di citare "quello dice, quell’altro ha detto"…e tutti convinti di non essere ipnotizzati…eh beh…noi animali siam così.)

  • Nicola Ulivieri ha scritto :
    @kautostar86 Grazie per aver confermato tutto quanto ho scritto sopra, dalla credulità delle masse, l’ignoranza della fisica ecc., oltre all’arroganza di chi non ha basi per ragionare per conto suo.Una massa di quante tonnellate? Una massa è sempre una massa m, e quando sbatte su una massa M che è 9 volte maggiore, la prima (m) può essere grande quanto vuole, la legge di conservazione della quantità di moto vuole che si conservi la somma dei prodotti massa*velocità, indipendemente dalla tua credulità e mancanza di conoscenze.Hai mai studiato Fisica I e Fisica II? no vero?

    E’ un discorso perso in partenza.

    Discutere con “tizio” e’ solo tempo perso…

    Gli direi di andarsi a vedere il video contributo di Mazzucco disponibile su YT, in cui si demoliscono le tesi ridicole del suo idolo, MA:

    “Probabilmente scottato dal video che svelava tutti i suoi trucchetti da baraccone, Paolo Attivissimo – o qualcuno per suo conto – ha pensato bene che la soluzione migliore fosse di farlo sparire dalla circolazione. Sapendo che esiste un contenzioso sui diritti d’autore fra Mediaset e Youtube, qualcuno ha letteralmente “fatto la spia” a Mediaset, denunciando l’uso improprio di un inserto di Matrix di 30 secondi, che io avevo utilizzato nel video “La demolizione controllata di Paolo Attivissimo”, per farlo rimuovere da Youtube.”

    Questi sono i metodi di chi non ha argomenti.

    LA CENSURA!!!

     

  • Nicola Ulivieri ha scritto :
    […]  (ma ci fosse mai uno che mi risponde riparlando di fisica, invece di citare “quello dice, quell’altro ha detto”…e tutti convinti di non essere ipnotizzati…eh beh…noi animali siam così.)

    Tu pensa, mesi fa avevo scritto qualcosa del genere su di un NG di politica, facendo l’esempio dell’albero che quando viene colpito ad un lato CADE nella direzione del taglio e non sulla verticale del tronco. Per rispondere a chi pensava che il crollo verticale delle torri non avesse nulla di anomalo.

    … e non mi ritrovo lo stesso esempio fatto da dei giornalisti tedeschi su YT?? ^__^

    Non c’e’ niente da fare.

    Quando si vuole essere convinti di una cosa non c’e’ nulla che possa permettere loro di capire.

    Certe persone hanno bisogno di sentirsi “protetti” ed al sicuro… la cosa strana, davvero strana… e’ che persone “ragionevoli” come Eco ed Odifreddi si siano VENDUTE alla causa del mega raggiro mondiale… Attivissimo, invece, e’ un noto cialtrone.

    Qualcuno spieghi AI CREDULONI che la struttura centrale, quella VERAMENTE PORTANTE delle torri… i 40 e passa pilastri di acciaio… non sono stati raggiunti dalle fiamme ne’ tantomeno dalla “massa” degli aerei… IL CENTRO delle torri era INTONSO!

    Come faccio a dirlo?? semplice, perche’ LA GENTE e’ scesa dalle scale… tutti possono vedere che le scale erano all’esterno del cuore di acciaio delle torri. Se le scale erano praticabili e la temperatura in loco permetteva il transito di persone, VUOL DIRE che la presunta temperatura di 500 gradi e’ solo nella testa di chi ci crede, e che i pilastri erano INTEGRI.

    Basta molto poco, MOLTO POCO, per dimostrare l’idiozia del “crollo strutturale”… EPPURE se ne parla inutilmente da 9 e passa anni…

    Usate il cervello.

    Se avete problemi d’affetto, andate dallo psichiatra… MA il mondo e’ cattivo, siatene consapevoli, fanciulli cari.

     

  • Nicola Ulivieri ha scritto :
    PUNTO. fisica I e fisica II. La si impara o si fanno chiacchiere da bar. (ma ci fosse mai uno che mi risponde riparlando di fisica, invece di citare “quello dice, quell’altro ha detto”…e tutti convinti di non essere ipnotizzati…eh beh…noi animali siam così.)

    Caro ingegnere saccente, puoi avere il cervello impastato di tutti i libri di fisica del mondo, ma se non hai un minimo di razionalità, logica e buonsenso, la fisica non ti servirà mai a nulla!

    Infatti tu parti già col pregiudizio, che tanto le torri gemelle sono state demolite(l’ipotesi più delirante e infondata, solo chi non sa nulla sulle domolizioni controllate può pensare a una cosa del genere) , la possibilità del crollo spontaneo, in seguito all’incendio, che sviluppando temperature superiori a 500 gradi, ha indebolito l’acciaio delle strutture, non la prendi neanche in considerazione.

    Quindi il credulone sarai te

     

     

     

  • kautostar86 ha scritto :

    […]” Caro ingegnere saccente, puoi avere il cervello impastato di tutti i libri di fisica del mondo, ma se non hai un minimo di razionalità, logica e buonsenso, la fisica non ti servirà mai a nulla!

    AHAHA HAHAHA HAHAHA HAHAHA HAHAHA HAHAHA HAHAHA AHAHAHA HHAHA

    Grazie, mi hai fatto ridere di gusto!

    Tu quindi saresti quello che razionale, logico e dotato di buonsenso… CHE PERO’ INGNORA le piu’ banali leggi della Meccanica!!! GIUSTO??

    Mi dispiace per te, MA le leggi della Natura vengono molto prima della tua presunta “razionalita'” ed ancor prima del tuo “ipotetico” buonsenso!

     

    Infatti tu parti già col pregiudizio, che tanto le torri gemelle sono state demolite

    Quello che TU chiami pregiudizio e’ SEMMAI un GIUDIZIO dato con cognizione di causa.

    Basta avere il cervello acceso per rendersi conto dell’assurdita’ del crollo strutturale.

    (l’ipotesi più delirante e infondata, solo chi non sa nulla sulle domolizioni controllate può pensare a una cosa del genere) ,

    Tu pensa… e’ esattamente il contrario, invece!

    Tu pero’, mi raccomando, restatene con le tue OPINIONI… mentre noi ci consoleremo con i nostri FATTI…

    la possibilità del crollo spontaneo, in seguito all’incendio, che sviluppando temperature superiori a 500 gradi, ha indebolito l’acciaio delle strutture, non la prendi neanche in considerazione. Quindi il credulone sarai te      

    E no, RISPONDI A ME, allora… prima di tutto ci devi spiegare come mai di punto in bianco un immane castello di acciaio possa essere crollato in quel modo ed in quel “tempo” solo per un indebolimento MOLTO localizzato dell’acciaio… SEMPRE che si possa dimostrare che vi fossero quelle temperature.

    Peccato pero’, che non sia cosi’.

    LA STRUTTURA PORTANTE delle torri era nel suo centro… l’esterno non aveva alcuna funzione del genere. Era una maglia di acciaio fatta apposta per attutire eventuali “urti”… esisterebbe anche un documentario del NG in cui si dice (in tempi non sospetti) che le torri potessero sostenere l’urto CONTEMPORANEO di ben SEI, DICONSI SEI, aerei di linea.

    Ma, in ogni caso, non importa.

    La struttura portante era INTEGRA e non c’era DI CERTO alcuna temperatura di 500 gradi, visto che in quella zona transitavano PERSONE senza alcun problema.

    Vedi, fanciullino, visto che sei e dimostri di essere un autentico FESSO ti consiglio di informarti meglio.

    Magari all’inizio ti sentirai solo e preso per il culo dal mondo… ma non temere, puoi sempre trovare qualcuno in grado di sostenerti. Forza, ce la puoi fare anche tu!

     

  • kautostar86 ha scritto :
    Certo perchè Massimo Mazzucco è un’autorità nel campo….delle stronzate, non certo della fisica o della scienza!

    Mazzucco espone dei fatti… Attivissimo, fino a prova contraria, NON E’ NESSUNO in alcun campo, scientifico o meno che sia.

    E se le “tesi” di Mazzucco fossero stata merda secca il tuo buon Paoletto avrebbe potuto replicare a sua volta, invece ha usato l’arma della censura.

    EDIFICANTE… usalo quel cervello, altrimenti si atrofizzaaaaaa!!!!

     

    • Mazzucco espone dei fatti… Attivissimo, fino a prova contraria, NON E’ NESSUNO in alcun campo, scientifico o meno che sia.

       

      Aahahahahahaha bellissima questa! ma perchè Mazzucco chi cazzo è ?? uno scienziato di fame internazionale? un premio NOBEL? un’ingegnere edile?

      No è solo un regista fallito, ignorante, ma furbo, che campa grazie ai fessacchiotti come te!:-)

  • Nicola Ulivieri ha scritto :
    Sulla differenza di masse mi riferisco a 10 piani che ne schiacciano 90, o 20 che ne schiacciano 80 (ma per 30 anni non hanno sempre retto bene…e il 1° piano non ne reggeva 99 senza problemi? improvvisamente perdono consistenza tutti i piani inferiori…e quelli superiori? Massì…la gente non ragiona proprio.), e non all’aereo. Ma non voglio divagare, anche perchè il punto è uno solo, se la cima di un parallelepipedo frana sulla sua base nel tempo di caduta libera, vuol dire che sotto non ha trovato nulla, non ha perso energia -> l’energia per la distruzione viene dall’esterno. PUNTO. fisica I e fisica II. La si impara o si fanno chiacchiere da bar. (ma ci fosse mai uno che mi risponde riparlando di fisica, invece di citare “quello dice, quell’altro ha detto”…e tutti convinti di non essere ipnotizzati…eh beh…noi animali siam così.)

    10 piani che ne schiacciano 90?? ma dove l’hai presi questi dati? considerando la dimensione degli incendi, i piani collassati per il calore probabilmente saranno stati molti più di 10!

    E poi che cazzo c’entra che per 30anni ha retto bene? e l’energia cinetica del crollo e la forza di gravità dove le metti?20 piani(ma forse anche più) che collassano su se stessi, generano una forza impressionante, e non ci vedo davvero nulla di strano se l’edificio inizia a crollare, in una corta di “effetto domino”

    I piani inferiori sono fatti per reggere il peso dei piani superiori perfettamente integri, ma non sta scritto da nessuna parte che debba reggere anche quando i piani superiori cedono su se stessi, ricadendo su quelli inferiori, e sviluppano una forza molto maggiore.

    Un contro è tenere in mano un’oggetto10 kg, un ‘altro conto è reggere lo stesso oggetto che cade da una certa altezza. Le forze i gioco non sono le stesse!

     

  • Nicola Ulivieri ha scritto :
    Sulla differenza di masse mi riferisco a 10 piani che ne schiacciano 90, o 20 che ne schiacciano 80 (ma per 30 anni non hanno sempre retto bene…e il 1° piano non ne reggeva 99 senza problemi? improvvisamente perdono consistenza tutti i piani inferiori…e quelli superiori? Massì…la gente non ragiona proprio.), e non all’aereo. Ma non voglio divagare, anche perchè il punto è uno solo, se la cima di un parallelepipedo frana sulla sua base nel tempo di caduta libera, vuol dire che sotto non ha trovato nulla, non ha perso energia -> l’energia per la distruzione viene dall’esterno. PUNTO. fisica I e fisica II. La si impara o si fanno chiacchiere da bar. (ma ci fosse mai uno che mi risponde riparlando di fisica, invece di citare “quello dice, quell’altro ha detto”…e tutti convinti di non essere ipnotizzati…eh beh…noi animali siam così.)

    10 piani che ne schiacciano 90?? ma dove l’hai presi questi dati? considerando la dimensione degli incendi, i piani collassati per il calore probabilmente saranno stati molti più di 10!

    E poi che cazzo c’entra che per 30anni ha retto bene? e l’energia cinetica del crollo e la forza di gravità dove le metti?20 piani(ma forse anche più) che collassano su se stessi, generano una forza impressionante, e non ci vedo davvero nulla di strano se l’edificio inizia a crollare, in una corta di “effetto domino”

    I piani inferiori sono fatti per reggere il peso dei piani superiori perfettamente integri, ma non sta scritto da nessuna parte che debba reggere anche quando i piani superiori cedono su se stessi, ricadendo su quelli inferiori, e sviluppano una forza molto maggiore.

    Un contro è tenere in mano un’oggetto10 kg, un ‘altro conto è reggere lo stesso oggetto che cade da una certa altezza. Le forze i gioco non sono le stesse!

     

  • kautostar86 ha scritto :
    Mazzucco espone dei fatti… Attivissimo, fino a prova contraria, NON E’ NESSUNO in alcun campo, scientifico o meno che sia.   Aahahahahahaha bellissima questa! ma perchè Mazzucco chi cazzo è ?? uno scienziato di fame internazionale? un premio NOBEL? un’ingegnere edile?

    NON serve essere nulla di tutto questo… per capire quello che capirebbe anche l’ultimo degli imbecilli.

    No è solo un regista fallito, ignorante, ma furbo, che campa grazie ai fessacchiotti come te!:-)

    Eh certo, come no!

    Gli altri sono furbi ed ignoranti… TU INVECE che credi alle favolette sei un genio!

    Mah… contento tu, dormi bene ehhh!

     

  •  

    @pomik
    si lo so, lo so. Infatti volevo parlare di altro. Avevo introdotto l’argomento parlando delle convinzioni che hanno le masse dopo un bombardamento massiccio di una informazione, anche se idiota come quella della violenza sessuale di Assange. Dobbiamo essere consapevoli che quell’uomo, sarà riconosciuto dalle masse come un poco di buono che…"un giorno…mi ricordo…aveva anche violentato un paio di ragazze…". Ecco, questo rimarrà nell’inconscio, come Bin Laden, Gesù con i capelli lunghi e la barba ecc. Byoblu fece un bel post una volta sul mito della caverna di Platone, che poi introduce quello che in psicologia è il "Bias di conferma".
    Siamo destinati a soccombere di fronte alle notizie dai tg. Pasolini l’aveva capito decenni fa. E che dire di racconti come 1984, e Farehenhit 451? Che ora sono realtà!
    Vabbè, ci siam capiti. Su Odifreddi non ho ben capito…quello che scrisse in realtà era più qualcosa a favore del complotto(odio questa parola). L’ho stuzzicato diverse volte (io adoro Odifreddi, sia chiaro) ma non mi ha mai risposto, tranne una volta per email dove mi diceva di leggere quello che aveva scritto Giulietto Chiesa…cosa da cui non potevo certo dedurre il suo pensiero….vabbè. Io continuo a far valere le mie conoscenze, poi…che la battaglia è persa, lo so.
    (ma sono solo io che ho problemi strani a postare? non mi arriva nessuna notifica via email! provo a postare 3-4 volte e poi mi appare il messaggio pubblicato molto molto dopo e non sempre (ieri pomeriggio mai!), senza una mia conferma! Non riesco neppure a registrarmi al sito…ho scritto a Byoblu ma non ho risposte e non è escluso che non arrivino…provo a ripeterlo qui, quindi)

    @pomik
    si lo so, lo so che è inutile. Infatti volevo parlare di altro. Avevo introdotto l’argomento parlando delle convinzioni che hanno le masse dopo un bombardamento massiccio di una informazione, anche se idiota come quella della violenza sessuale di Assange. Dobbiamo essere consapevoli che quell’uomo, sarà riconosciuto dalle masse come un poco di buono che…"un giorno…mi ricordo…aveva anche violentato un paio di ragazze…". Ecco, questo rimarrà nell’inconscio, come Bin Laden, Gesù con i capelli lunghi e la barba ecc. Byoblu fece un bel post una volta sul mito della caverna di Platone, che poi introduce quello che in psicologia è il "Bias di conferma".
    Siamo destinati a soccombere di fronte alle notizie dai tg. Pasolini l’aveva capito decenni fa. E che dire di racconti come 1984, e Farehenhit 451? Che ora sono realtà!
    Vabbè, ci siam capiti. Su Odifreddi non ho ben capito…quello che scrisse in realtà era più qualcosa a favore del complotto(odio questa parola). L’ho stuzzicato diverse volte (io adoro Odifreddi, sia chiaro) ma non mi ha mai risposto, tranne una volta per email dove mi diceva di leggere quello che aveva scritto Giulietto Chiesa…cosa da cui non potevo certo dedurre il suo pensiero….vabbè. Io continuo a far valere le mie conoscenze, poi…che la battaglia è persa, lo so.
    (ma sono solo io che ho problemi strani a postare? non mi arriva nessuna notifica via email! provo a postare 3-4 volte e poi mi appare il messaggio pubblicato molto molto dopo e non sempre (ieri pomeriggio mai!), senza una mia conferma! Non riesco neppure a registrarmi al sito…ho scritto a Byoblu ma non ho risposte e non è escluso che non arrivino…provo a ripeterlo qui, quindi)

     

  • Nicola Ulivieri ha scritto :
      @pomik si lo so, lo so. Infatti volevo parlare di altro.

    Dopotutto con un “lobotomizzato” e’ difficile parlare!

    Parla di incendi ENORMI… tutte cose che ha visto solo lui… ignorando poi il fatto che NESSUN palazzo di acciaio e’ mai crollato a causa di un incendio.

    Avevo introdotto l’argomento parlando delle convinzioni che hanno le masse dopo un bombardamento massiccio di una informazione, anche se idiota come quella della violenza sessuale di Assange.

    Le strane vie della propaganda!

    Dobbiamo essere consapevoli che quell’uomo, sarà riconosciuto dalle masse come un poco di buono che…”un giorno…mi ricordo…aveva anche violentato un paio di ragazze…”.

    Ma che pero’ ha messo tutti d’accordo ^__^

    Ecco, questo rimarrà nell’inconscio, come Bin Laden, Gesù con i capelli lunghi e la barba ecc. Byoblu fece un bel post una volta sul mito della caverna di Platone, che poi introduce quello che in psicologia è il “Bias di conferma”. Siamo destinati a soccombere di fronte alle notizie dai tg. Pasolini l’aveva capito decenni fa. E che dire di racconti come 1984, e Farehenhit 451? Che ora sono realtà! Vabbè, ci siam capiti. Su Odifreddi non ho ben capito…quello che

    Ah be’… se e’ vero che ha scritto un libro insieme ad Eco ed Attivissimo sull’11 settembre… c’e’ poco da capire!!!

    scrisse in realtà era più qualcosa a favore del complotto(odio questa parola). L’ho stuzzicato

    A favore in che senso!?

    Comunque, complottista e’ chi FA i complotti non chi li smaschera!

    http://www.roberto.info/2009/12/30/i-fiduciosi-e-gli-sfiduciati/

    Questo scritto e’ molto illuminante!

    diverse volte (io adoro Odifreddi, sia chiaro)

    NESSUNO e’ perfetto!

    Come didatta e’ una chiavica… come matematico non mi sembra nulla di che… se poi crede pure alla tesi ufficiale dell’11 settembre… no comment!

    ma non mi ha mai risposto, tranne una volta per email dove mi diceva di leggere quello che aveva scritto Giulietto Chiesa…cosa da cui non potevo certo dedurre il suo pensiero….vabbè.

    Ehhh… magari voleva invitarti a notare le sue evidenti contraddizioni… peccato solo che non sia stato cosi’ gentile da indicartene almeno una!

    E’ il solito giochino, usato anche da Attivissimo ed illustrato da Mazzucco…

    Io continuo a far valere le mie conoscenze, poi…che la battaglia è persa, lo so. (ma sono solo

    Bisogna aver pazienza!!!

    io che ho problemi strani a postare? non mi arriva nessuna notifica via email! provo a

    Quello nemmeno a me.

    Da quando Messora e’ stato vittima dell’hacking e’ sparita quella funzione ^__^

    postare 3-4 volte e poi mi appare il messaggio pubblicato molto molto dopo e non sempre (ieri pomeriggio mai!), senza una mia conferma! Non riesco neppure a registrarmi al

    A me no, arrivano subito!

  • kautostar86 ha scritto :
    Appunto solo l’ultimo degli imbecilli può credere a Mazzucco, io non ci perdo nemmeno tempo!

    CREDERE?!?!?! i servi devono “credere”… le persone normali che cercano di essere LIBERE non credono a nulla ed a nessuno… si limitano a prendere atto DEI FATTI.

    Il verbo “credere” e’ usato da chi CONTEMPLA la realta’… ovvero: I SERVI.

    Tu sei il classico servo… sarai anche in buona fede, ma e’ un tuo problema, resti un servo!

     

    • Hai ragione io sono il classico servo(che non crede a nessuno, tantomeno a un buffone come Mazzucco), tu invece sei un libero credulone!

  • @pomik

    Tra i problemi ad accedere al sito (ora Byoblu mi ha fatto questo account…vediamo se fa), e la mancanza di tempo, non ce la faccio a rispondere a tutto e tutti (e altre polemiche da fare in giro 🙂 ). 

    Comunque l’articolo di Quaglia che mi hai indicato lo conoscevo. Non mi spiace quello che scrive; non è sintetico ma è bravo. Scrisse un articolo molti anni fa molto ganzo (Tutto quello che avreste…), che me lo consiglio addirittura un esperto di piccole/medie imprese…un personaggio ganzissimo.

    Dai, provo a rispondere velocemente al tizio, che ho pochi minuti di tempo.

  • @kautostar86

    Vorrei rispondere a diverse cose ma per motivi di tempo (e se ora riesco a postare, cosa che non mi è riuscita per giorni, se non interveniva il gestore del sito) andrò al nocciolo della questione.

    1) Ho parlato di 20 piani che si scontrano con 80 perchè gli aerei sono sbattuti nei piani alti, dal 75° all’85° (giusto? cambia poco alla fine del discorso). Non ha importanza il punto esatto; basta un’idea per capire di cosa parliamo. Assumiamo il piano 80, e poichè il totale dei piani delle T.T erano 100, dico che poichè la rottura è all’80°, si ha che 20 piani sbattono contro 80, quando inizia il crollo.

    2) Non considero il calore perchè ci sono mille stronzate in quello che viene detto e che ripeti a pappagallo (sotto ipnosi). Il calore viene applicato al piano 80, quindi il punto più caldo è quello. Se vuoi berti la fantasia che il calore è talmente alto da ammorbidire l’acciaio puoi farlo ma devi renderti conto di cosa la tv ti sta facendo credere, e cioè: *che il calore è veramente alto da ammorbidire l’acciaio, *che il riscaldamento è perfettamente simmetrico in tutto il piano (ah aha hah) * e che il crollo avviene in modo fantascientificamente simmetrico (altrimenti basta una piccola resistenza, una deviazione e il crollo si sposta di lato e non può terminare sulla base). Ipotizzando tutte queste stupidaggini, e quindi assumendo ugualmente che siano possibili, ci troviamo comunque di fronte ad un fatto: il calore parte dal piano 80, dove c’è l’impatto e il carburante, quindi quando la temperatura è sufficientemente alta, il punto che cede è lì!!! Non 30 piani sotto dove l’acciaio è sempre a temperatura ambiente!! Come ti hanno fatto notare ci sono persone vive poco sotto, non ci vuole molto a capire che ti hanno raccontato stupidaggini. Non solo, basta riflettere su una normale pentola dove bolli l’acqua e che abbia dei bei manici larghi di metallo. Puoi scaldare la pentola quanto vuoi ma non riuscirai a fonderla (e non si fonde neanche il fornello che eroga il gas), ma è importante notare che puoi toccare i manici senza lasciarci le impronte digitali; questo perchè il calore viene disperso e la temperatura abbassa molto dal punto dove fornisci calore (fornello) e i punti distanti da esso. Hai mai saldato con elettrodi il ferro? Puoi fondere e saldare un tondino di ferro di 1cm e puoi tenerlo in mano ad un metro di distanza senza scottarti. 

    Vedi, questo non sono i libri che uno legge che lo dicono; è esperienza…ma anche studio, perchè i libri scientifici, non si leggono, si studiano, poi si devono capire, e poi, se non sei di coccio, e fai un certo lavoro, devi usare quello che sai per far funzionare le cose. Solo chi non ha mai fatto nulla di scientifico può usare termini come i tuoi, parlando di teste imbottite di libri…solo se non sai di cosa parli, puoi avere questa arroganza.

    Ma andiamo avanti, questo è solo l’inizio delle considerazioni. Una volta che sai che 20 piani sbattono contro 80, e il punto che cede per primo deve essere per forza il punto del’impatto, devi renderti conto che il calore deve aver danneggiato la parte superiore del palazzo allo stesso modo di quella inferiore, anzi peggio!

    Perchè tu che non leggi libri saprai meglio di me che il calore si trasmette per…me lo dici tu? Te lo dico io, per conduzione e convezione (lasciamo perdere l’irraggiamento). Per conduzione si trasmette in su e giù allo stesso modo; ma per convezione, come sai l’aria calda va verso l’alto, quindi i piani superiori sarebbero maggiormente danneggiati di quelli inferiori. E di conseguenza sarebbero più fragili, se proprio vogliamo fargli distruggere quelli inferiori. Ma trascuriamo anche questo. 

    Sei riuscito a seguirmi?Ho 20 piani che ora iniziano a crollarmi sugli 80 sottostanti. I danni li assumo uguali, per 20 piani sopra e 20 sotto.

    Ebbene, quello che abbiamo è una massa m che colpisce una massa 4 volte più grande. PUNTO. Cosa sappiamo dalla Fisica? Dai libri? NO! DALLA FISICA!! Dalle conoscenze acquisite nelle ultime centinaia di anni.

    Sappiamo che si conserva la quantità di moto, sappiamo che se una panda sbatte con un camion, si fa male la Panda!!! Lo sai vero? Lo sai perchè? Perchè si conserva il prodotto Massa*Velocità.

    Sai dirmi cosa succede se lanci una palla di 1kg di pongo (a 1metro al secondo) su una palla di 4kg, ferma, ipotizzando che non ci siano altri attriti o forze in gioco? Quando saprai rispondere saprai che l’11settembre i grattacieli furono demoliti.

    Ma ti manca ancora una cosa.

    RISPONDIMI A QUESTO: Se lasci cadere una bottiglia di plastica da 1.5kg vuota e una piena d’acqua, quale arriva prima in terra? Prova, prima di rispondere, vai fuori, da 5, 10metri di altezza, scommetti con i tuoi amici su quale arriverà prima e lasciale cadere insieme, una piena ed una vuota. Sarà il tuo primo esperimento di fisica, non una cosa LETTA, come vedi, un esperimento, fatto centinaia di anni fa da scienziati. 

    Quando capirai il perchè di quello che vedrai e quandi capirai cosa succede alle palle di pongo, ti ripeto, saprai con certezza che l’11 settembre, quei grattacieli, furono demoliti.

    Altrimenti sarai sempre uno schiavo del pensiero altrui, e delle cazzate che vengono dette ognidove. Buon divertimento.

    (ho scritto di getto, ogni imprecisione o cazzata è fatta a mia isaputa 🙂

    Vado a cena)

    PS: per i creduloni avevo già scritto: http://www.nicolaulivieri.com/Immagini/Lett_Vern_11Set.jpg

    PS2: gli ingegneri elettronici, nucleari, edili..hanno tutti (nel vecchio ordinamento) la stessa base del biennio, in cui ci sono Fisica I e II, necessarie e sufficienti per risolvere il problema. Che ci voglia un ing. edile te l’hanno detto e te la sei bevuta, perchè non sai nè chi è l’uno nè chi è l’altro.

    E’ la tv bellezza….e ci sei dentro fino al collo. 🙂

  • NicolaUlivieri ha scritto : Cosa sappiamo dalla Fisica? Dai libri? NO! DALLA FISICA!! Dalle conoscenze acquisite nelle ultime centinaia di anni. Sappiamo che si conserva la quantità di moto, sappiamo che se una panda sbatte con un camion, si fa male la Panda!!!

     

    prova a lanciare una panda sora il tetto di un camion, e poi vediamo se non cede!

    Anche per le automobili ragioni come se fossero dei blocchi unici, e non delle strutture composte. Poi certo è ovvio che se lasci cadere un camion sopra una panda, quest’ultima rimarrà schiacciata come una lattina, mentre viceversa la panda sopra il camion, riuscirà a fare pochi danni. Ma non puoi ragionare solo per masse come se si trattasse di oggetti compatti!

  • kautostar86 ha scritto :
    Ma non puoi ragionare solo per masse come se si trattasse di oggetti compatti!

    Non hai neppure idea di quale enorme castroneria hai detto!

    Cosa che se la pronunci ad un esame vieni buttato fuori a male parole, e giustamente. 

    Ti ho fatto delle richieste di cui una è veramente banale. Hai provato a lasciar cadere due bottiglie di plastica da 1.5kg, una vuota e una piena da 5-10metri di altezza? Mi sai dire secondo te quale arriva prima a terra?

    Questa semplice e sciocca prova, vecchia di 400 anni, ti potrebbe far capire perchè hai detto una sciocchezza. 

    Una formula di 300 anni fa invece te lo dimostrerebbe in modo pesante. Ma non te la dico, altrimenti non impari nulla. Se vuoi elevarti almeno un pò da quel brutto livello medio dell’italiano tipo, fai una piccola e veloce ricerca di quale è la formula che dice con quale forza si attraggono 2 pianeti. E’ una formula semplice, e anche questa ti farà capire che la frase che ti ho citato sopra è una sciocchezza, molto pesante. Una sciocchezza già evidenziata centinaia di anni fa. Forza, vediamo se grazie ad internet almeno tu riesci ad portarti almeno al secolo scorso.

    E fai la prova delle bottiglie…poi ti spiego il risultato. (parlando di masse, così capirai perchè quello è il segreto e la spiegazione di TUTTO, 11 settembre compreso).

  • kautostar86 ha scritto :
    Caro Nicola. Io non ho nulla contro di te, ma sono stato un po’ arrogante, perchè il primo a trattarmi da imbecille, solo perchè non la penso come te, e perchè non ho una laurea in ingegneria, sei tu! Impara a rispettare gli altri, e vedrai che gli altri avranno piùà rispetto per te. 

    Va bene, facciamo pace e parliamo tranquillamente…con i tempi che ognuno ha e consapevoli che tramite alcune frasi scritte in un blog non è facile capire un’altra persona, nè i suoi toni di voce e altre sfumature. Nè è facile parlare di cose di una certa complessità e che urtano i sentimenti personali.

    kautostar86 ha scritto :
    ” Per il resto posso smontare il tuo ragionamento in un attimo, pur essendo un’ignorante(consapevole di esserlo) di fisica I e II……

    Purtroppo questo è falso. Ci sono fondamenti di fisica delle cose che ci circondano che vanno contro al senso comune, e proprio ignorandoli uno dà per scontate cose che poi son false…un pò come pensare che il Sole ruoti intorno alla terra. Hai fatto la prova delle bottiglie? no, vero?

    Non puoi smontare nulla, nè in un attimo nè in un secolo. Solo se ti impegni a studiare qualche cosa che ti consiglio qui, con semplici esperimentini, passando qualche settimana (eh beh, non si passano gli esami in due chiacchiere e in 2 giorni; ci vogliono settimane o mesi) a riflettere, potrai solo incrinare le tue convinzioni. E sarebbe una bella prova di intelligenza.

    kautostar86 ha scritto :
    ”  la propagazione del calore non c’entra nulla, c’entra la propagazione dell’incendio, che con 30tonnellate di Kerosene, e con tutti i materiali infiammabili che ci sono in un qualsiasi edificio abitato, potrebbe benissimo essersi propagato molto più in basso del punto di impatto!) 

     Potrebbe…ma non lo fa. Non puoi andare ad immaginarti ciò che potevi verificare già da anni. Numerosi video permettono di vedere le torri prima dei crolli e non ci sono incendi nei piani inferiori, ci sono le persone che, poverine, si buttano di sotto per scampare al fumo. Il fatto che si muovono dice inequivocabilmente che non sono arrostite dal fuoco. Siamo ben lontani da qualsiasi 500-800°C. E rende bene l’idea che non c’è nessuna simmetria nel riscaldamento. Inoltre questa storia del gasolio che se va in giro (per le scale? dove sono passate le persone per salvarsi?) per poi prendere fuoco DOPO, è troppo stramba da esser presa in considerazione; è veramente irreale…anche se è stato detto troppe volte! E poi questi materiali infiammabili negli edifici, addirittura in grado di ammorbidire uniformemente tutte le colonne….via, dai, qui uno deve rendersi conto che è una falsità. E comunque se anche fosse questa cosa è inutile sempre per il solito discorso della differenza di massa, già detto e che poi ti ripeto.

     

    kautostar86 ha scritto :
    ” Ma mettiamo pure che c’hai ragione, comunque il tuo ragionamento non regge, perchè tu consideri le masse, come se un grattacielo fosse un blocco unico e compatto! e invece non è così, un grattacielo è fatto di piani, di strutture portanti, e di strutture più fragili, di spazi vuoti, ecc…non è un blocco d’acciao compatto. E quindi 20 piani sono crollati, non su 80 piani, ma su 1 solo piano, e questo 80esimo piano è molto probabile che non abbia retto la caduta libera di migliaia di TONNELLATE di acciaio. E così non hanno retto nemmeno il 79esimo, il 78esimo, 77esimo, 76esimo,75esimo… e così via, fino alla fine, in una “reazione a catena” sempre più veloce Seguendo il tuo modo di ragionare sulle masse, dovrei dedurre che lanciando dal decimo piano di un palazzo, una valigia piena del peso di 20kg, sul tetto di un’automobile, questa dovrebbe rimbalzare, o andare in pezzi (perchè la massa di un’auto è molto superiore). Invece nella realtà, il tetto si sfonda! L’automobile, esattamente come un grattacielo, non è un blocco d’acciaio compatto di un paio di tonnellate, ma è un’insieme di stutture di acciaio e altri materiali assemblati tra loro. Così anche il grattacielo, è un’insieme di pezzo d’acciaio saldati e assemblati, con diversi tipi di resistenza. Ma non è un blocco!

     Beh, il tuo di ragionamento semmai non regge. Se consideri il grattacielo fatto di tanti spazi vuoti, ottieni il caso reale, quello che è sempre accaduto in questo mondo, e cioè che franano dei piani, il tetto, negli spazi sottostanti, e le strutture portanti rimangono in piedi, o al massimo si piegano le strutture in acciaio; la maggior parte della struttura poi rimane insieme (e la spiegazione te la darebbe il calcolo delle masse…ma poi lo vedremo). L’Aquila dopo il terremoto è un bell’esempio. Cerca delle foto con palazzi completamente distrutti come una TT. Troverai tetti che franano e le pareti verticali rimangono quasi interamente ritte,o integre per una buona percentuale. Nel caso reale i palazzi non franano completamente, neanche per un terremoto. 

    Per questo, visto che le TT e il WTC7 sono l’unico esempio nella storia di 3 grattacieli che franano (in un tempo prossimo alla caduta libera) completamente, in verticale, fino alla base, l’unica cosa da fare è assumere come dati quelli che hai, e cioè che il fatto è accaduto e poi capire come. Nel caso che ti ho proposto io, giungi ad un assurdo; le dimostrazioni per assurdo, sono dimostrazioni scientifiche in piena regola, che dimostrano che le assunzioni sono false.

    Per questo, visto che i palazzi di cui si parla sono perfetti parallelepipedi, e visto che, anche se sono fatti di materiali diversi, e spazi, sono comunque “omogenei” dalla base alla cima, posso considerarli come un oggetto che ha una certa massa. Quindi se li divido al piano 80, è evidente, che i piani superiori hanno una massa 4 volte inferiore a quella degli 80 sottostanti. Quando imparerai con quale forza si attraggono due pianeti, forse capirai perchè quello che ti sto dicendo non è una forzatura ma la cosa più ovvia e più “vera” da considerare.

    Se consideri i piani che crollano uno sull’altro, come dici:

    1) hai mai pensato che la parete verticale non può crollare su nulla? questa è la prima cazzata ENORME che hanno fatto vedere in tv! Mi ricordo l’animazione dei piani che crollavano e i piloni d’acciaio centrali che rimanevano ritti!!! QUESTO NELLA SIMULAZIONE AL PC, MOSTRATA AL TELEGIORNALE!!! ALLA GENTE E’ RIMASTO IMPRESSO L’EFFETTO CHE MI DICI TE ORA, DELLA FANTASIA DEI PIANI CHE VENGONO GIU’ COME IN UN CARTONE ANIMATO, MA NESSUNO HA NOTATO CHE I PILONI RIMANEVANO IN PIEDI!!! ahahahha. Neanche in una invenzione al pc  erano riusciti a barare del tutto. Però i piloni sono spariti tutti nella realtà…come è possibile?

    2) anche nell’ipotesi fantascientifica che i piani crollassero come carte da gioco uno sull’altro, questi non potrebbero mai arrivare a terra, e tanto meno in quel tempo. Qui, purtroppo c’è bisogno invece di molta fisica per spiegarlo. Per te è normale che sia
    così e questo è l’inganno che hai per non sapere alcune cose. E per fartelo capire parlo di 20 piani che si scontrano con 80. Il succo è quello. Come puoi pensare che un piano, o anche 20, ne colpiscano uno, e poi si uniscano tutti insieme a sfondare un altro? Te l’hanno detto e ti sembra logico. Invece è una stupidaggine. A parte il fatto che dai video si vede benissimo il materiale che abbandona la torre, facendo un fungo (e quindi è massa che se ne va altrove), ma se anche fosse, i piani sottostanti, non sono sospesi in aria, ma poggiano su una struttura sottostante, e se vuoi smuoverli, devi usare dell’energia. quanta energia? Puoi farlo con il peso del piano?? NO!! E per capirlo basta il modello che ti ho detto. 20 piani contro 80.

    In questa mia semplificazione, in realtà, cometi avevo già scritto prima, faccio delle assunzioni, di simmetria e temperature che sono assurde…e nonostante le assurdità si arriva all’impossibilità che 20 piani ne schiaccino 80.

    La panda contro il camion. 

    E poi: gli esempi che hai fatto non tornano. Puoi lanciare una panda nel tetto del camion ma puoi giusto rompere quello. Io ti ho parlato proprio di un frontale perchè rende bene l’idea di due corpi che non sono omogenei come 2 palle di pongo (hai risolto l’esercizio? fallo, ti serve), ma che sono all’incirca fatti degli stessi materiali. Benché non omogenei, la panda ha la peggio…perchè c’è una differenza di massa!!! 

    Prova a metterle in verticale!!! Però devi mettere in camion in verticale e fare sempre un frontale in quella direzione…(se lanci la panda nel tetto del camion, sfondi quello e poi la panda si ferma nel semiasse di sotto, magari, ma non hai fatto un frontale con TUTTA la massa del camion!! Sei andato a cercare un articolare che ti sembra darti ragione, ma no l’hai analizzato bene, perchè in realtà è come se mi avessi detto che i 20 piani hanno distrutto un piano sottostante…(la panda contro il tetto del camion) eh beh….questo lo so…ma gli altri 79?? E’ qui che sbagli a guardare i particolari. Per paragonare 20 piani agli 80, la panda deve sbattere su tutto il camion….)

    Lo sai che vuol dire che le torri gemelle son franate nel tempo di caduta libera completamente, in termini energetici? Vuol dire che la panda è caduta sul camion, messo in verticale, lo ha distrutto tutto e NON HA NEPPURE RALLENTATO! Quando capirai questa analogia capirai l’impossibilità dei crolli; che hanno dovuto richiedere per forza un’energia esterna…..e quindi quale?

    Il casino è che dovresti capire anche che cosa sia la Conservazione dell’energia…la più potente legge che regola questo universo….eh beh…ce ne sarebbero di cose da sapere, per capire che non si può dire:

     
    kautostar86 ha scritto :
     Se non sei capace di fare ragionamenti semplici sulla realtà concreta, la “tua” amata FISICA I e II non ti servirà mai a niente! 

     Questa  mi ricorda i religiosi quando gli cito le enormi contraddizioni e falsità che ci sono negli scritti “sacri” e loro mi dicono che a loro non serve leggere per bene la Bibbia, perchè l’importante è il “messaggio” di Gesù. 

    In pratica tutti gli sforzi di una persona razionale si abbattono sulla convinzione delle masse di poter “sentire” come stanno davvero le cose. Ma non sanno che il sentimento è quell’istinto animale che ci ha dato l’evoluzione, comune a tutti gli animali, e che ci porta a non comprendere diverse cose. Per questo tra persone di scienza è stato necessario stabilire un metodo di lavoro, di ragionamento, che permettesse di basarsi su cose certe, e da li andare avanti. Se qualcosa era sbagliato, si correggeva, si corregge, e si va avanti. 

    Il tuo “semplice” te lo farò cadere quando ti deciderai a seguire gli esercizi che ti ho dato, e potrai sconvolgere un pò la tua mente capendo che le MASSE, sono proprio la cosa che conta per capire molte cose.

    Perchè la Terra gira intorno al Sole, e non il viceversa?

     

  • kautostar86 ha scritto :
    adesso devo staccare e non ho tempo per leggere tutto quello che m’hai scritto   Ti mando giusto un link di foto per dimostrarti che anche tu sei vittima di propaganda(complottista):   http://www.attivissimo.net/11settembre/wtc1-2/crollo-verticale.htm   Le torri gemelle si sono “sgretolate” in maniera perfettamente verticale e simmetrica, ricadendo sulla base?! non direi!

    Anche io non posso stare qui a scrivere trattati continuamente. Ma anche in questo caso mi butti là una cosa  che non solo non c’entra col filo del discorso precedente, ma che peggiora la possibilità del crollo.

    1) sono a conoscenza di tutte queste cose

    2) il fatto che quel pezzo si sia staccato piegandosi di fianco, ma poi il palazzo si è sgretolato TUTTO….ma invece di dire a me che sono vittima di propaganda, te…ti vuoi svegliare dall’ipnosi? Se quel blocco si è piegato, vuol dire che ha iniziato un moto rotatoria su un fulcro, vuol dire che il suo baricentro si sta spostando dal centro del palazzo. Poichè si sta spostando, ti sei chiesto a questo punto come fa a distruggersi tutta la struttura che si trova nella parte opposta da doce il blocco si è inclinato?

    Non riesci proprio a vedere le cose senza un’idea preconfezionata?

    (ti prego di non usare il termine complottismo con me, che mi incazzo come una biscia).

    Comunque leggiti con calma tutto quello che ti ho scritto. CON MOLTA CALMA.

    E FALLA LA PROVA DELLE BOTTIGLIE. Certo che lo trovi un posto. Non ti dico il risultato finchè non lo fai. vederle con i proprio occhi non è la stessa cosa. Se anche tu credessi a quello che ti dico, e ti dico la verità, sarebbe sempre un CREDERE, giusto? 

    Io non faccio proseliti, e non ho bisogno di sentirmi nella ragione. Sono contento solo che qualcuno impari. Per questo non mi devi credere, ma lo devi SAPERE. Che non è la stessa cosa.

    Buona serata

  • NicolaUlivieri ha scritto :

    (ti prego di non usare il termine complottismo con me, che mi incazzo come una biscia).

    La verità fa male! :-))

    Comunque io non sono competente in materia ingegneristica, e e cose attinenti, e il crollo delle torri è stato un’evento estremamente complesso, quindi mi devo affidare per forza anche al parere di gente più espertà di me (e di sicuro non mi fido minimamente delle minchiate di venditori di fumo tipo Mazzuccoi o quell’altro visionario ignorante di Giulietto Chiesa!)

    E mi devo affidare soprattutto alla logica e alla razionalità!

    Ammesso e non concesso che sia stato un’autoattentato, magari organizzato dalla Cia o dal Mossad( come dicono i complottisti), che senso aveva demolire le torri con l’esplosivo? non bastava che 2 aerei di linea a pieno carico le colpissero a tutta velocità?

    Mi dispiace ma nella logica di un’autoattentato da usare per condizionare la politica americana, sia estera,che interna, far crollare volontariamente le torri ha alcun senso…. gli aerei bastano e avanzano

  • kautostar86 ha scritto :
    ” NicolaUlivieri ha scritto : (ti prego di non usare il termine complottismo con me, che mi incazzo come una biscia). La verità fa male! :-))

    Allora…. la prenderò come una battuta.

    kautostar86 ha scritto :

     Comunque io non sono competente in materia ingegneristica, e e cose attinenti, e il crollo delle torri è stato un’evento estremamente complesso, quindi mi devo affidare per forza anche al parere di gente più espertà di me  (e di sicuro non mi fido minimamente delle minchiate di venditori di fumo tipo Mazzuccoi o quell’altro visionario ignorante di Giulietto Chiesa!)

    Il casino è proprio questo.Doversi affidare comunque a qualcuno. E per questo fin dall’inizio cerco di parlarti di cose per trasmetterti un pò di esperienza. Però ho detto e ripeto che ci vuole un pò di impegno e di tempo, e se cambi discorso continuamente, cercando le cose che credi confermino le tue convinzioni, non ha senso continuare a parlare; prendi per vero quello che vuoi, e io torno alle mie faccende.

    kautostar86 ha scritto :
    E mi devo affidare soprattutto alla logica e alla razionalità! Ammesso e non concesso che sia stato un’autoattentato, magari organizzato dalla Cia o dal Mossad( come dicono i complottisti), che senso aveva demolire le torri con l’esplosivo? non bastava che 2 aerei di linea a pieno carico le colpissero a tutta velocità? Mi dispiace ma nella logica di un’autoattentato da usare per condizionare la politica americana, sia estera,che interna, far crollare volontariamente le torri ha alcun senso…. gli aerei bastano e avanzano 

    Logica e razionalità pensano di averla tutti, ma sono caratteristiche che poi devono scontrarsi con i fatti. Quelli che ti ho già esposto sopra, e che non sono neanche la soluzione del problema, ma solo la visione più attinente alla realtà, visione che poi permette di inquadrare il problema.

    Cercando chi è stato a fare l’attentato, il perchè hanno demolito le torri invece che farci battere gli aerei e basta ecc. porta in un campo che diviene discussione da bar, e non voglio farlo. Anche perchè non ci serve.

    Se vuoi essere davvero razionale e logico devi poter concludere solo le cose che si possono dire con certezza. Il tempo in cui una bottiglia piena o vuota cade a terra puoi saperlo con certezza; quale è la somma degli angoli in un triangolo è sempre una certezza, ecc. 

    Dalle leggi di conservazione dell’energia e della massa, noi possiamo sapere con certezza che l’energia con cui sono stati distrutti i piani degli edifici l’11 settembre, è stata un’energia esterna, perchè l’energia dei piani superiori non poteva far sì che tutto l’edificio crollasse e che il tutto giungesse a terra in quel tempo. Questa è una certezza! La demolizione controllata è già una deduzione, poichè è l’unica possibile energia esterna in grado di provocare anche quella dinamica del crollo, ma,se vogliamo, è pur sempre qualcosa in più che posso evitare di dire. E non voglio dire altro. Anche se le conseguenze sono evidenti, se parliamo di razionalità e certezza, ci basta questo.

    Fin dall’inizio ho parlato di fisica, per questo. I 20 piani, non possono distruggere con il loro peso 80, ed accelerare fino a terra. Anche se alcuni degli 8o sono danneggiati, lo sono anche lo stesso numero dei 20, e questo non cambia nulla, perchè comunque quello che conta è la massa complessiva che ci dice all’istante che stiamo parlando di una panda che inizia un frontale con un camion. Il fatto che sia arrivata a terra in quel tempo, ci dice (con certezza assoluta) che quei 20 piani non hanno incontrato resistenza, e sono quindi caduti nel vuoto!!!

    Caduti nel vuoto attraversando 80 piani!!! Nessuna perdita di energia. Questo vuol dire che se davvero 20 piani sbattono su 80, di energia ne perdi molta e ora per favore, se vuoi continuare a discutere con il nobile scopo di confrontarti con gli altri ed imparare qualcosa, devi impegnarti ad imparare cosa succede alla palla di pongo da 1kg che sbatte su una palla di pongo di 4kg, come ti avevo già scritto. Questo semplice esercizio ti dà una misura reale di quello che vuol dire fare un frontale tra un auto e un camion, anche se sono di strutture complesse con abitacoli e motori ecc.

    Fare la prova della bottiglia ti deve rendere l’idea di cosa vuol dire cadere senza incontrare un ostacolo. Non ti basta certo questo. Dopo che hai fatto l’esperimento della bottiglia, poi ti spiego cosa succede e ti dico qualcosa di più complicato, come la conservazione dell’energia. 

    Però….dipende se ti interessa sforzarti di essere davvero razionale e logico, con il rischio di incrinare le tue convinzioni (nella ricerca non sai quante volte uno deve abituarsi ad accorgersi che un sacco di cose che pensava di sapere erano delle cazzate mostruose…e questa è stata una delle cose più belle che ho imparato) o se preferisci rispondere e pensare sempre di getto, come stai facendo, in fretta, e cambiando gli argomenti. Fai con calma, sennò lasciamo perdere. A me non puoi farmi cambiare idea; nessuno può credere di nuovo a Babbo Natale dopo che ha scoperto il trucco.

    CREDIAMO fino a che non SAPPIAMO….poi non si torna indietro, a meno di qualche ictus…che spero di non avere.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi