Freddy Krueger

 Freddy Krueger aspettava che vi addormentaste per entrare nei vostri sogni e impadronirsene. A quel punto era in grado di manipolarli per renderli indistinguibili dalla realtà. Così, sospesi nel vuoto, appesi a una fragile costruzione onirica, spaventati dalle vostre stesse fantasie, non riuscivate più a svegliarvi.  Un politico fa la stessa cosa.
 
 
I politici sono disgustosi. Sono uomini di marketing, pubblicitari. Non hanno sogni propri, rubano i vostri. Sono i capitalisti più spregiudicati. Hanno banche speciali dove depositano voti. Come per magia, si trasformano in soldi. Idee non ne hanno. Usano i sondaggi per fottersi le vostre. Quando hanno capito cosa volete, quando sono entrati nei vostri sogni, fanno in modo che diventino incubi.
Se avete paura del diverso, fomentano la vostra xenofobia, vi terrorizzano agitando lo spettro di orde di zulù che marciano sul vostro tinello e poi vi vendono i respingimenti al fronte come l’unica salvezza. Se avete paura di perdere il lavoro, fomentano il vostro odio per gli imprenditori, li chiamano padroni, sfruttatori, schiavisti, spietati capitalisti e poi vi vendono sindacati e megafoni. Se siete piccoli o medi imprenditori e faticate a pagare le tasse, si inventano una guerra di secessione contro roma ladrona, vi danno una divisa celtica e poi vi lanciano alla conquista del Campidoglio, costruendo per voi un mondo fantastico dove ognuno ha il suo piccolo staterello federale sul quale regnare da monarca assoluto. Se credete in Dio, scatenano una guerra santa, una crociata del bene contro il male, portano a spasso i maiali sui luoghi dove potrebbe sorgere una moschea, mandano i vostri figli a combattere Allah, cuciono divise, mettono su camicie verdi e fanno la guardia ai crocefissi nelle scuole. Se siete laici scatenano la caccia ai preti e indicano nella chiesa la santa sede di ogni male. Se avete una casa e quattro risparmi da parte, evocano Stalin e vi vendono una crociata contro il comunismo. Se ce l’avete con qualcuno in particolare, riescono perfino a fondare un partito anti-personam, e vendono se stessi come angeli vendicatori. Se poi non hanno ancora capito bene quali siano le vostre paure, invece, cercano di piazzarvi genericamente i grandi temi, che vestono bene e vanno su tutto.
I politici sono giocatori di borsa. Comprano le azioni del momento, quelle che stanno salendo, e vendono quelle che scendono. Sono dirigenti di azienda. Identificano una nicchia di mercato e studiano strategie di marketing. Più sogni carpiscono, più clienti si fanno. Il conto lo pagano i cittadini: oltre 2,2 miliardi di euro tra il 1994 e il 2008. Con tanto di falso in bilancio: sui 2,2 miliardi di rimborsi elettorali, le spese sostenute ammontano a soli 579 milioni, permettendo così la realizzazione di oltre 1,6 miliardi di veri e propri fondi neri. Altrimenti detti finanziamenti illeciti. I partiti sono delle S.p.A. L’unica cosa che conta è il consenso. Per strapparlo, sono pronti a sostenere qualsiasi cosa, a credere in qualunque religione, a contraddirsi in qualsiasi momento, a denunciare fieramente oppure a tacere vergognosamente nella più scandalosa omertà. Per questo coltivano cittadini come la Cirio fa crescere pomodori. Hanno un banco di frutta e verdura al mercato elettorale e devono vendere. Se i loro prodotti non piacciono, non chiudono baracca e burattini, ma cambiano nome, faccia, marca, casacca, simbolo, bandiera. L’importante è restare sul mercato.
Ne abbiamo bisogno? Perché dovremmo continuare a mantenere gente che non riesce a sognare, se non grazie ai nostri sogni, che non ha idee, se non le nostre, che si arricchisce dall’intermediazione tra un bisogno e la sua realizzazione, capitalizzando sulla frustrazione della speranza e non sulle promesse mantenute?
La politica di Freddy Krueger è l’arte di chi tasforma i nostri sogni innocenti in incubi terrificanti. Tentare disperatamente di non addormentarsi non serve. Forse al contrario bisogna chiudere gli occhi tutti insieme, entrare di peso nell’incubo collettivo e cercare di svegliare quanta più gente possibile.

Fai una microdonazione con Flattr Flattr this

8 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Nel bellissimo fotomontaggio ti sei scordato Di Pietro, che di questa politica camaleontica e ladra di idee altrui che descrivi è uno dei migliori rappresentanti: cambia pensieri e azioni fiutando il vento che tira al momento, oggi è a favore del nucleare e domani indice un referendum contro; si schiera per fermare la costruzione del Ponte sullo Stretto, ma dimentica che è stato lui stesso a non decretarne la fine quand’era ministro; s’infervora sulla legalità ma candida De Luca contro 3/4 del suo partito… cavalca l’ambientalismo ma si schiera a favore dell’incenerimento dei rifiuti e tante altre ce ne sarebbero ancora da elencare. 

  • Se avete paura del diverso: PdL
    Se avete paura di perdere il lavoro: Pd
    Se siete piccoli o medi imprenditori: Lega Nord
    Se credete in Dio: Lega Nord
    Se siete laici: Pd
    Se avete una casa e quattro risparmi da parte; PdL, Pensionati
    Se ce l’avete con qualcuno in particolare:IdV
    Se poi non hanno ancora capito bene quali siano le vostre paure:M5s

    Io troverei piu’ interessante fare questo gioco al contrario:

    Se volete un’Italia ai primi posti per

    educazione:
    assistenza sociale:
    finanziamento alla ricerca:
    integrazione degli immigrati:
    energia pulita:
    diritti civili:
    liberta’ di espressione:
    dignita’ del lavoro:
    sicurezza:

    …io non riesco a mettere il nome di *nessun partito* dietro a nessuna di queste voci. E voi?

  • E’ proprio cosi’. Curiosamente nella parola bi-sogno c’e’ gia’ il sogno…doppio.

    Nella foto ci andrebbero tutti i politici del globo perche’ la situazione e’ globale. Riguardo al risveglio sono arrivato alla conclusione che molti, allo stato attuale, non desiderano essere svegliati, perche’ ogni tentantivo viene malvisto, equivocato.

    Il risveglio per essere autentico deve essere personale, autocosciente. Se sto dormendo e qualcuno prova a svegliarmi mi incazzo pure.

    Quando si raggiungera’ – se si raggiungera’ – la massa critica dei risvegliati, allora i pochi rimasti potranno adeguarsi o meno, poco importa, ma qui sara’ gia’ il paradiso.

     

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi