Topi di fogna

Una volta i politici andavano in televisione a descrivere il loro mondo immaginario, fatto di retorica e luoghi comuni, senza che un contraddittorio secco e puntuale li tirasse giù dal pero. Tutt’al più avevano di fronte interlocutori che frequentavano il loro stesso salotto, poco inclini a mettere in discussione i loro personali successi per mettere in imbarazzo il loro speculare alter ego. I conduttori stavano al gioco, se non volevano finire a Tele Casalinga di Voghera.
 
Poi è nata la rete. Le connessioni digitali sono come le catacombe nell’antica Roma: vi circolavano fatti e idee che nelle pubbliche piazze non si potevano raccontare, che al Senato, opportunamente, si preferiva ignorare, che al Colosseo si mettevano a tacere offrendo i giochi dei gladiatori alla rabbia del popolo, che poteva così smettere di pensare e trovare una gratificazione effimera ma strategica al mantenimento del potere.
Oggi sta succedendo una cosa: i topi di fogna digitali stanno cominciando ad uscire dai tombini e a infiltrare gli studi televisivi. Occupano tutti gli spazi che riescono a trovare. Appaiono per trenta secondi, dal nulla. Rosicchiano il microfono e spariscono. Ma intanto disturbano il segnale. Sono come la merda che improvvisamente inizia a risalire gli sciacquoni dei tubi di scarico. Saltano fuori come tanti salmoni andati a male. Riemergere dai gabinetti. Non hanno niente da perdere. E sono stufi di vivere al buio, nascondendosi da tutto e da tutti.
Oggi raccontare balle è molto più difficile di ieri. E andrà sempre peggio.

 p.s. per mandare a Paniz il video qui sopra, contenente l’intervista ad Antonio Razzi che lui sostiene essere stata “travisata”. Inviategli una email a  paniz_m@camera.it o maurizio.paniz@me.com, oppure condividetela sulla sua pagina pubblica: http://www.facebook.com/…/Maurizio-Paniz…

18 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Come detto e ridetto più volte, la pacchia per queste “persone” è quasi finita: ritorneranno nel loro nulla, volenti o nolenti. Che poi al prossimo giro potrebbero presentarsene altre N, visto che sono infestanti come i parassiti, questo è un altro paio di maniche. Finché ci sarà malavita, questi avanzi di galera troveranno sempre il modo di raggiungere il potere, anche con la legge elettorale più giusta del mondo. Non importa se si presentano come analfabeti o forbiti (vedi i due personaggi in questione): sempre di gente venduta si tratta. Resta il fatto che mai si è caduti così in basso come in questa legislatura.

  • Maledetti DEMONI L’ESERCITO DEL sIGNORE è PRONTO A SFERRARE L’ATTACCO FINALE! SARETE SPAZZATI VIA maledetti demoni !

  • Ad ascoltare i tuoi interventi c’è sempre qualcosa da imparare. L’unica cosa stonata secondo me è la velocità con cui sei costretto ad esprimerti. Sembra che ti costringano a parlare velocemente. per il resto sei perfetto. Spero di sentirti qualche volta meno di corsa. Come quando sei sul blog!

  • Anche questo è stato parlato, Claudio, ma le chiacchere se lo porta il vento. Non è che gli operai si compra così. Capito? Punto. Due punti. Massì, abbondiamo.

  • Ma che Razzi di parlamentari abbiamo?

    Scusate provo a parlare come loro ,hai visto mai che salti fuori un posto di "lavoro". in parlamento.

    Grande Claudio hai smascherato un topo di fogna vero e per di piu’ analfabeta.

  • Perchè Berlusconi non sceglie persone con la faccia un po meno da paracarro???

    Paniz,Ghedini,Letta,Straquadanio,Santanchè….naturalmente il termine giusto non sarebbe paracarro ma para qualcos’altro.

    Ogni volta che li vedo mi prende la voglia di spaccargli la faccia.Ma come fanno a difenderlo sempre?

    Paniz ha ribadito che l’Italia è il miglior paese del mondo…forse per te razza di…grrr non trovo un’offesa giusta per definirti che si avvicini un poco allo schifo che mi provocano la tua faccia e le tue parole.

    Sfortunatamente non avrò mai la fortuna,e scusate il gioco di parole,di averti di fronte per darti quello che ti meriti,attenzione ho detto DARTI non dirti,perchè essendo avvocato riusciresti probabilmente a sepellirmi con la dialettica,ma nulla potresti contro i calci nei denti…poi dopo il darti,quando,data l’assenza di un appoggio per la lingua e l’evidente difficolta a pronunciare alcune se non tutte le lettere dell’alfabeto,passerei al DIRTI quello che penso di te e della marmaglia di gente che la pensa come te,senza diritto di replica,così come succede quando vai in tv a fare il figo ed a sciorinare i tuoi dati di crescita e di benestare del paese.

    Vieni sul web a sciorinare qualche dato,qui non ci sono ne fasce protette ne moderatori indulgenti,solo gente che lavora e cerca di tirare la fine del mese,magari molti di noi non parlano forbito come te,ma sanno far quadrare i conti di una famiglia facendo magie…anzi facci un piacere non inquinare con la tua putrida presenza anche la rete,resta dove sei,veniamo noi a cercarvi…spero presto.

    Stefano

  • Non vorrei sembrare minaccioso,il post sopra era solo uno sfogo.

    Claudio fai un gran lavoro,sei positivo,ma non fai paura.

    Finchè non si trova il modo (pacifico?) per svuotare il parlamento le tue parole cadranno nel vuoto,anche perchè pochissimi politici le capiscono.

    Come fai a spiegare qualcosa a qualcuno al quale fai schifo perchè non sei del suo stesso ceto sociale?

    Ora secondo te berlu,paniz,la santanchè etc etc hanno mai vissuto la nostra quotidianità?

    Loro ci sparano addosso e noi rispondiamo educatamente.

    Allora tanto vale vestire la tunica del Dalai Lahma e continuare a subire!

    Comunque berlu o non berlu ce lo abbiamo nel culetto,non è certo lui che detta le regole caro Claudio,lui è solo un burattino che cadrà quando i giochi saranno fatti.Sono sicuro che sai di cosa parlo,gli equilibri economici mondiali stanno cambiando ed il modello europeo non piace agli stai uniti.L’unico modo che hanno per attaccare l’Iran è conquistare prima l’europa e direi che non manca ormai molto,poi assieme ad israele provare a papparsi il petrolio medio orientale.

    Gli usa non hanno ancora imparato la lezione che la storia avrebbe dovuto insegnargli,non è bastato il vietnam,non è bastato l’afganistan,vogliono prendere calci in culo anche in Iran…solo che stavolta a pagare saremo tutti.

    Comunque vada dico grazie Claudio,hai aperto gli occhi a tanta gente e ci hai fatto vedere che le possibilità di miglioramento ci sono…peccato che non siamo noi a decidere.

    Ciao e di nuovo grazie.

    Stefano

     

     

  • Sulla rete è fin troppo facile sputtanare certa gentaglia…proprio non afferrano il potere di questo mezzo e i modi di utilizzo. Il problema è che, finchè anche in tv non si propongono in tempo reale i video che dimostrano la verità, l’italiano medio avrà sempre il dubbio che il paniz di turno abbia detto qualcosa in buona fede. Quanti di quelli che hanno visto il programma in tv si sono presi, secondo voi, la briga di andare a trovare il video che indicava a paniz il sig. Messora? temo pochi… bisogna continuare e diffondere questo modo di fare giornalismo e informazione anche sui media tradizionali. Il vero problema dell’Italia è l’informazione.

  • Claudio, sempre più presenza fissa (oltre che senza peli sulla lingua) all’Ultima parola … non è che zitto zitto mi compi un’impresa? Mi dirai: QUALE, QUALE ??? …  No, semplicemente traghettare Paragone alla concorrenza (politica), che è una piccola (per noi) GRANDE (per i suoi) cosa. In trasmissione lo vedo un po’ moscio quando si tratta di argomentare discorsi dei suoi “alleati”, mentre i toni si rianimano quando comincia a parlare con le opposizioni, ma soprattutto con voi blogger, che per causa di forza maggiore, essendo realisti, non potete far altro che sputare merda contro i berluschini (e i leghisti). In effetti come ribadito più volte ai suoi (vedi lo scontro con il disonorevole “Stra-guadagno”), Paragone in questo momento ha parecchia voglia di obiettività, cosa che lo spinge a stare dalla vostra parte. E poiché essere di sinistra giornalisticamente parlando, sembra portare la buona stella degli ascolti, chissà se anche lui non sbatterà la porta in faccia ai suoi per fare il salto di qualità (oltre che della quaglia) …

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi