Berlusconi e Sgarbi saldano il debito con Razzi

Se siamo in questa situazione lo dobbiamo alla prima e alla seconda repubblica. Ma c’è qualcuno a cui lo dobbiamo un po’ di più. Sono i Razzi e gli Scilipoti di quei “responsabili” che hanno allungato di un anno l’agonia, che hanno permesso a Berlusconi di occuparsi del DDL Intercettazioni invece di intervenire sulla crisi negata. Sono quei Razzi e quegli Scilipoti che solo tre mesi prima di passare in quota maggioranza militavano nell’Italia dei Valori e giuravano e spergiuravano (questo video parla più di mille parole) di rimanerci finché Antonio Di Pietro li avesse tenuti.
Sei mesi dopo il salto della quaglia, Razzi ottenne il posto di consigliere personale del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. Per uno che ha delle difficoltà con la lingua (quella parlata), un incarico inusuale. Ma il patto non scritto viene saldato dopo un anno. Ieri alla Camera Antonio Razzi ha presentato il suo libroLe mie mani pulite“, pubblicato da “pagine“, che non sembra voler dare molta pubblicità alla cosa, visto che nel suo sito dell’opera di Razzi non c’è traccia. La prefazione è stata scritta nientepopodimeno che da Silvio Berlusconi in persona, il quale ne è stato anche relatore, ieri, insieme (udite udite) a Vittorio Sgarbi.


Passi per Berlusconi che, da uomo d’onore quale non si può negare egli sia, è prima andato al congresso nazionale del nuovo partito di Scilipoti e ora si spende per il libro di Antonio Razzi. Ma vogliamo parlare di Sgarbi? Un critico d’arte che presenta il libro di un illetterato? Evidentemente avrà avuto i suoi buoni motivi…

Apprendiamo poi, direttamente dalla voce di Mr. Gogol, che “sulla rete ci sono, mi sembra, un milione e novecentomila file, la maggior parte sono contro di lui. [ndr. contro Razzi]”. A parte che da oggi ce ne sono un milione e novecentomila e uno (questo qui), ovviamente nessuno dei presenti (né di tutti quei giornalisti che credono che l’agenda digitale sia un tablet) ha fatto notare che parlare di “file contro Razzi” in rete non ha senso. Avesse detto articoli, post, video, magari “pagine web” ancora ancora… ma ogni pagina web, in rete, è generalmente formata da decine, se non centinaia di file diversi. C’è un file per ogni immagine, almeno due per ogni video (l’oggetto che lo esegue e il flusso di dati in flash), ci sono i fogli di stile, tutti gli script, i banner pubblicitari, per non parlare di tutti i componenti separati che vengono inviati come fossero uno solo ma vengono assemblati dinamicamente in tempo reale sulla base delle singole richieste… Insomma, apprendiamo che esisterebbero interi script o file css scritti contra-personam?
E vabeh, come dice Razzi: “anche questo è stato parlato“.

9 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Razzi e Scilipoti sono la dimostrazione che la politica deve cambiare i metodi di selezione all’interno dei partiti e che la permanenza in Parlamento deve essere più breve!

    A proposito: non riesco a vedere i filmati: mi dice “MISSING PLUG-IN”, ma gli altri video di youtube funzionano!

    • E’ SUCCESSO ANCHE A ME PER DUE SETTIMANE, POI TUTTO SI E’ MESSO A POSTO…. C’E’ QUALCUNO CHE DISTURBA….LA VERITA’ FA TANTO MALE AL REO!!!

  • se le fanno e se le cantano , alla faccia di chi si suda un salario e di chi un salario nemmeno ce l’ha!!! fanno schifo! MANDIAMOLI TUTTI A CASA SENZA INDENNIZZO!!! BASTAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!

  • Ciao Claudio,

    In effetti dovrebbe essere un punto d’impegno di noi cittadini che almeno per questa legislatura, questi mille incompetenti nominati non accedessero al vitalizio.

     

  • 1. Razzi: uno che non azzecca una consecutio nemmeno per sbaglio;

    2. Sgarbi: uno psicopatico;

    3. B.: un poveraccio di milionario affetto da delirio di onnipotenza dovuto a chiara demenza senile.

    Questi tre, più tutti gli altri (Bersani, Bossi, Di Pietro etc.) della seconda repubblica, sono nulla se confrontati all’attuale governo Napolitamonti.

    Signori cari, quelli di prima ci hanno rovinato ma questi di oggi ci distruggerano.

    Italia delenda est.

    Occhio ragazzi, questi di oggi si nascondono dietro alle buone maniere, ai sorrisi di circostanza ed alla sobrietà ma hanno fame di sangue popolare (diritti sociali e lavorativi) da offrire al loro satanico idolo della finanza internazionale.

  • il processo di trasformazione che l’ha portato lontano dal partito è un VIRUS che sta distruggendo il paese e comporta l’ossessione per SOLDI POTERE e… una gran FACCIA DI MERDA !!!!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi