E Brunetta s'arrampica sullo spread

La gran faccia di tolla di Renato Brunetta non conosce limiti, neppure a partita conclusa e a bocce ferme. Da ieri produce e pubblicizza sul suo profilo Facebook un’immagine che, secondo il parere del grande economista che è, dovrebbe dimostrare che Berlusconi teneva basso lo spread, mentre Monti lo fa volare.
Per quanto si possa dissentire dalla prostrazione democratica che gli italiani hanno esibito di fronte al governo dei tecnici, è però del tutto evidente che, speculazione finanziaria o no, in cima all’Everest lo spread ce l’ha portato il Governo Berlusconi, e casomai Monti l’ha solo ereditato.
Secondo questo valente pensatore, insomma, sarebbe come dire che uno tiene una macchina nuova per qualche anno senza mai fare manutenzione e poi, quando inizia a consumare troppo, a rompersi di continuo e a necessitare di frequenti riparazioni, la vende. Quando l’acquirente la porta dal meccanico e fa fronte alle spese impellenti per rimetterla in sesto, quel genio del primo proprietario si vanta con gli amici che, in media, negli anni in cui la macchina l’ha avuta lui, i costi di esercizio mica erano così alti! Fantastico: un capolavoro di logica razionale.
Brunetta, fai una cortesia a te stesso: non ti arrampicare sullo spread. Perché ti si potrebbe vedere bene, in tutta la tua statura intellettuale.

8 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ma questo ha ancora il coraggio di farsi vedere in giro?!?

    Allora è vero ha non solo il cuore ma anche il cervello troppo vicino all’osso sacro!

  • Scusate, devo avere un problema al mio computer, non riesco a vedere la faccia di questo Brutetta..no Brufetta…no…cavolo neanche il nome riesco a leggere, vedo solo macchie nere. Strano perche’ il grafico sotto lo vedo bene.

    Qualcun altro ha il mio stesso problema? Potrebbe essere un irus?

    A pensarci bene ultimamente mi succede anche quelle rare volte che accendo il televisore, tanto che ormai ho lasciato perdere e lo tengo spento.

  • Brunettino ! Perchè non pubblichi un graffico sulla tua battaglia contro i fannulloni, così vediamo quel famoso aumento del 50 %. Ti Ricordi? L’hai detto TU a PLAY BOY ITALIA!

    « Voglio più servizi, non meno. Non voglio avere questi servizi con meno budget e meno persone, voglio che, con lo stesso budget e con le stesse persone, si aumenti la produttività del 50 per cento. E cioè più scuole, più università, più salute, più cultura.”  Renato Brunetta.

    http://www.ilgiornale.it/playboy/playboy_intervista_renato_brunetta/playboy-intervista-renato_brunetta/17-12-2009/articolo-id=420500-page=0-comments=1

  • volevo citare un paragrafo preso dal blog di Renato:

    “In Europa alcuni Paesi si trovano ad affrontare seri problemi economici ma la situazione d’insieme non è tanto grave quanto si dipinge. La storia del federalismo fiscale degli Stati Uniti offre diversi spunti per superare la crisi. La zona euro non diventerà nel breve periodo gli Stati Uniti d’Europa ma deve considerare elementi di federalismo fiscale per affrontare le sue più gravi debolezze.”

    tralasciando la situazione d’insieme presa alla leggerezza, correggetemi se sbaglio, ma Brunetta non fa parte dell’attuale “maggioranza” del governo Monti? ha mai sentito parlare del MES??

  • ah ah, si mi è piaciuto l’articolo, uno potrebbe anche dire non parliamone tanto è scontato, e invece proprio perchè è scontato che bisogna parlarne, cosi uno capisce bene con chi si ha a che fare.

    io comunque sono rimasto sorpreso devo dirla tutta… si perchè mi aspettavo qualcosa che avesse a che fare con i comunisti, o che era copa dei comunisti, ecc.ecc..

    hai hai hai brunetta… demagogia di quartordine!!

  • Quando inizio a provare nostalgia per il recente passato, vado su youtube e mi cerco qualche video delle interviste intelligenti a Gasparri, a La Russa, a Giovanardi; vi garantisco che passa subito !!!

    Questa uscita di Brunetta credo che mi inibirà il processo nostalgico per un bel pezzo…

    Inizio a temere il giudizio dei posteri:

    cosa risponderemo, tutti noi, quando saremo accusati di essere stati la generazione che si è lasciata governare da personaggi del genere?

    Tutto sommato la Rivoluzione Francese è scoppiata per molto meno…

     

     

  • Brunetta si goda la sua baby pensione e liquidazione da professore unversiatario già percepita a 59 anni, che cumula con l’indennità parlamentare.

    Molti italani, anche grazie a gente come lui, la pensione non se la godranno mai perchè saranno morti o troppo vecchi e invalidi.

     

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi