Alcuni esperimenti recenti per ricavare energia dal sole

NASA Cambiamenti Climatici 1880 2010 Riscaldamento globale Global Warming Claudio Messora Byoblu Byoblu.com

articolo di Maria Ferdinanda Piva per Byoblu.com

Ma da quanto tempo il senatore Franco Asciutti, in quota Pdl, è fuori dal mondo? Da almeno 15 anni i pannelli solari funzionano e si moltiplicano senza più stupire nessuno; lui invece, in un intervento alla Commissione Istruzione del Senato, ha parlato in termini piuttosto dubitativi di “alcuni esperimenti recenti per ricavare energia dal sole” che “bisognerà valutare quanto a funzionamento ed oneri”. Testuale, dal resosoconto della seduta svoltasi il 14 marzo scorso!
Quella del senatore Asciutti è una ineguagliabile singola perla, certo. Ma la Commissione, lo stesso giorno, ha infilato un’intera collana di perle approvando un documento dal quale – in buona sostanza – traspare la convinzione dei nostri parlamentari di saperne di più rispetto agli scienziati che studiano i cambiamenti climatici. Perché si dà il caso che gli scienziati, nella stragrandissima maggioranza dei casi, siano arciconvinti che stiamo andando a sbattere a tutta velocità contro un muro, a causa della dipendenza dai combustibili fossili (petrolio, gas, carbone) il cui uso comporta l’emissione di gas serra in atmosfera e un aumento ormai ingestibile delle temperature, con tutto ciò che ne consegue. E tuttavia la rottamazione del cappotto a favore della canottiera è decisamente il minore dei mali: il problema vero sono il cibo e i raccolti (l’agricoltura dipende dal clima), nonché lo scombussolamento planetario degli ecosistemi.
Secondo gli scienziati le energie fossili ci porteranno dunque contro il fatidico muro ed è quindi necessario dare spazio alle rinnovabili, ma i senatori italiani invece non ne sono convinti: e dunque, appunto, pensano di saperne di più. Lo si è visto durante la discussione alla Commissione Istruzione di “Orizzonte 2020“, un pacchetto di misure dell’Unione Europea relative all’innovazione scientifica, con un occhio di riguardo alla riduzione delle emissioni di gas serra.
La commissione il 14 marzo ha dato parere positivo ad “Orizzonte 2020“. Tuttavia, questo parere è costellato di dubbi relativi all’entità del riscaldamento globale e alla necessità di limitarlo. In particolare, si legge nel documento, “il parametro della temperatura media non è comunque così significativo in quanto le modifiche di temperatura associate ai cambiamenti climatici variano cospicuamente con la latitudine“.
Il video della Nasa in cima al post condensa in un’animazione di 25 secondi i cambiamenti delle temperature planetarie fra il 1880 e il 2010. Il blu è freddo, mentre il giallo e il rosso (anche intuitivamente) rappresentano il caldo. Come si può vedere, negli ultimi decenni un’inquietante colore rossastro ha conquistato il globo. Le “variazioni cospicue” dei cambiamenti climatici legate alla latitudine le vedono solo i parlamentari. Gli stessi parlamentari per i quali i pannelli solari sono “esperimenti recenti”.
Siamo in queste mani…

Maria Ferdinanda Piva

14 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • I politici sono i migliori attori del mondo fanno sempre los pendejos asi le conviene.

    Tanto a loro del medio ambiente cosa gli importa?Se nel mondo non ci fosse piu’ aria per respirar meglio cosi si mettono daccordo e te la vendono,se poi il mondo sarebbe  diventato un inferno ancora meglio cosi loro si sentirebbero a casa sua.

     Un pianeta senza natura e’ un mondo dove non esisteranno piu’ sogni. Un genere umano senza sogni e’ meglio dei robot,li comandi come vuoi.

     Quindi non ti fidare loro sanno tutto pero fanno finta di non sapere e anche perche non le interressa un bel nulla del genere humano e del pianeta terra.

  • Siamo nelle peggiori mani, è vero. E la miopia di tutti quei brutti ceffi che muovono i destini del mondo ci sta portando inesorabilmente (almeno finché non avremo la forza di farne piazza pulita) verso la catastrofe, con il più o meno tacito consenso nostro.

    I primi a subire pesantemente e irrimediabilmente gli effetti dei cambiamenti climatici, sono -guardacaso- proprio coloro che a tutto questo scempio non hanno miminamente contribuito: gli abitanti delle isole Kiribati, nel bel mezzo dell’Oceano Pacifico, si stanno preparando ad un esodo epocale, che coinvolgerà nei prossimi mesi l’intera popolazione di circa 100.000 abitanti. L’innalzamento dei mari dovuto al riscaldamento globale ha già raggiunto le abitazioni dei villaggi e ai gilbertesi (gli abitanti delle isole Kiribati) altro non resta se non andar via per sempre, dopo millenni di armoniosa convivenza tra loro e la natura.

    E’ una sconfitta per l’umanità intera ed anche il principio di altri futuri esodi di massa dovuti al riscaldamento globale. Non v’è dubbio che stiamo regalando ai nostri figli un mondo sempre meno compatibile con la vita umana, e le cui colpe sono solo nostre, visto che tutto sta accadendo nell’arco di un paio di generazioni.

  • per me l’unica energia rinnovabile “conosciuta” utilizzabile e l’energia eolica, i pannelli solari sono una ***** madornale, difficle produrli, producono poco e solo in certe condizione di inclinazione del sole, e naturalmente solo di giorno, e bisogna pulirli

    io sono contro ai pannelli solari perche’ ostacolano quelle che sono le vere energie rinnovabili o inesauribili, un turco ha messo appunto un motore a magneti perpetuo

    altra gente un generatore a maree, una cosa stupenda… inesauribile e poi funziona in un momento in cui sole e vento calano improvvisamente

    parliamo per motore ad h2o? che divide la molecola ottenendo idrogeno puro, insomma, io farei il salto di qualità invece delle solite mediocrità

     

    per quanto riguarda il surriscaldamento globale, mi sono guardato il video senza  preconcetti di quello che gia sapevo, ho notato che non c’e il picco dal 1945 al 1980 dove sono state sperimentate più di 2000 bombe atomiche, addirittura c’e un momento negli anni 60 in cui la temperatura cala rispetto agli altri anni, e in quel momento non è da meno di oggi, anzi forse c’erano meno controlli ( ma sopratutto almeno 500 bombe atomiche, solo in quel anni…)

    la terra sta subendo una vibrazione naturale delle cose, adesso si riscalda poi si raffredda poi si riscalda e compagnia bella,siamo a poche centinaia se non decine di anni dalla prossima glaciazione, tutto qui…

    • Lo studio del clima è cosa molto complessa: effettivamente dietro al valore medio si nascondono variazioni fra loro molto diverse, ma non per questo innocue. Esempio: il surriscaldamento globale potrebbe portare a inverni più rigidi. Il valore medio della temperature indica la quantità di calore in circolo. Tutta questa energia è alla base del funzionamento dell’atmosfera. Un suo aumento porta, quindi, a fenomeni più estremi!

      Considerate, inoltre, che il problema non è tanto la temperatura in sè(i romani e i medievali avevano più caldo), bensì la velocità del cambiamento e il suo effetto sulle altre specie e sul clima. Milioni di anni fa avvenne un riscaldamento analogo/ peggiore di questo, ma molto più lentamente!!!

      Sugli esperimenti, invece, i nostri politici potrebbero avere ragione. Mi spiego: non esiste il solo fotovoltaico(costoso, inquinante, che necessita di molti minerali). Esiste anche la tecnica degli specchi e, proprio adesso, sono in corso i primi tentativi italiani e francesi(se non sbaglio) per sfruttare il solare su grande scala nel Sahara. Forse si riferivano a questo. Forse. Certo che la fama non aiuta: i nostri politici non sono famosi per il loro acume!

  • Il video rappresenta gli scostamenti in più (rosso) o in meno (blu) della temperatura media nel periodo 1951-1980. Lo sapete di quanto stiamo parlando? Di variazioni di 0.7 – 0.8 gradi centigradi. Il grosso problema è e rimane, con questi MINIMI scostamenti, la normalizzazione dei dati tra diversi periodi.

    Non si fa fatica ad immaginare che le aree urbane siano più calde delle aree rurali. Converrete inoltre che molte città si siano notevolmente allargate dal 1950 ad oggi. Ricordate il detto, qui una volta era aperta campagna. Bene, molte centraline di monitoraggio che nel 1950 erano in campagna sono state raggiunte e inglobate dalle città. Come, le variazioni LOCALI di questi inglobamenti che nulla hanno a che vedere con il clima planetario, si ripercuotono sul valore medio mondiale?

    Cero i valori sono stati normalizzati per tenere appunto conto delle differenze ambientali dovute a queste cappe di calore ma chi ci dice che l’algoritmo di normalizzazione sia esatto visto che le condizioni di temperatura locali sono cambiate cosi tanto in ottanta e passa anni? Chi ci dice che i dati non siano sottostimato o sovrastimati?

    La sostanza è che in fatto di clima siamo veramente ignoranti.

  • Noi non siamo degli economisti,siamo degli osservatori,ma l’osservazione degli eventi ci impone una riflessione anche di tipo economico.

    Quella che ci presentano oggi come una crisi economica è una crisi di sistema,la crisi di un modello,quello del capitalismo d’assalto,del capitalismo bulimico,divoratore di Ambiente,di Territorio,di Partecipazione e di Democrazia.

    Ecco perché la crisi attuale è soprattutto crisi ambientale e crisi democratica.

    L’economia convenzionale,come dice Vladimiro Giacchè,ha l’esigenza di mantenere inalterati i consumi,ecco perché è così difficile attuare politiche di buon senso di riduzione dei rifiuti,di energia,perché il diktat economico va in altra direzione:la produzione ed i consumi devono crescere,a tutti i costi!Anche a fronte del fatto che i redditi calino e la disoccupazione aumenti. L’obiettivo utopico è:abbassare i salari e aumentare i consumi. Non a torto ci si rivolge ai cittadini chiamandoli testualmente “consumatori” e i telegiornali tendono a non spaventarli inutilmente con dichiarazioni economiche catastrofiche. Si incentiva così l’indebitamento con il miraggio che i consumi portino la ripresa economica,si incoraggia la cementificazione del territorio e l’abusivismo edilizio,quando oramai il nostro territorio è saturo,al collasso(dal 1950 ad oggi, un’area grande quanto tutto il nord Italia è stata seppellita sotto il cemento).

    Ma il Modello attuale,del capitalismo vampiro ha fallito,è un modello irrazionale di tipo lineare che tende a consumare le risorse in maniera bulimica come se queste fossero inesauribili,e non lo sono;grava sull’ecosistema in maniera oramai insostenibile ad una crescita esponenziale generando un impronta ecologica cinque volte superiore alla capacità della terra di rigenerare la risorse consumate.

  • non  fanno solo quel tipo di esperimenti , ma ben altri……. La notizia è di oggi : in Toscana è allarme siccità, le riserve idriche sono sufficienti solo per alcuni mesi e pertanto l’acqua verrà razionata ( e intanto il governo parla di OGM ….). Ma come è possibile che abbia piovuto così poco ? Eppure, se si osservano le immagini dei satelliti, i fronti nuvolosi esistono , ma non riescono a raggiungere la nostra penisola : anche i meteorologi ammettono che si tratta di una strana anomalia .
    Se imparassimo ad osservare il cielo , noteremmo la presenza quasi quotidiana di scie bianche e persistenti, di nubi dall’ aspetto sfilacciato , di una costante velatura del sole : inoltre manca da mesi una vera e propria perturbazione !
    La possibilità di controllare i fenomeni atmosferici è una realtà da decenni : ad esempio in alcune regioni del sud è stato attuato il cosiddetto ” progetto pioggia “, seguendo l’esempio di Isreale che da 40 anni utilizza con successo la tecnica di “inseminazione ” delle nubi per provocare le precipitazioni . Pur esistendo ormai molte prove e ammissioni da parte di ricercatori ed esperti, non viene data nessuna risposta ufficiale agli interrogativi sui possibili effetti di tali pratiche sulla salute umana e sull’ambiente.Ora è il momento di chiederla.

    • Chiederei di evitare di scrivere tante inesattezze, una dietro l’altra, in un blog così bello ed importante. la CO2 non è assolutamente dimostrato che sia la diretta causa dell’aumento delle temperature (potrebbe essere anche il contrario), ed ammesso che sia una causa, certamente no è l’unica (vogliamo dimenticare il sole od altri fattori naturali esogeni ed endogeni che influiscono chiaramente il nostro clima? Ammeso che l’uomo non faccia parte della natura). Per quanto riguarda le responsabilità sul clima delle scie chimiche sono castronerie, scientificamente dimostrato. I pannelli solari ed ancor più quelli fotovoltaici (io ce l’ho) sono solo l’embrione dello sviluppo delle tecnologie che sfruttano l’energia solare, avete mai sentioto parlare di pannelli e funzionano anche di notte grazie allo sfruttamento delle emissioni notturne della terra (radiazione infrarossa notturna)? Altra precisazione riguarda la siccità che sta colpendo il centro nord Italia, è semplicemente un microciclo climatico, basti pensare che il 2010 fu un anno piovosissimo nelle stesse zone. Probabilmente ciò è duvuto ad una serie di fattori, primo dei quali il fenomeno Nina (l’opposto del Nino) che interessa l’area dell’oceano Pacifico ed ha naturalmente ripercussioni anche nell’area atlantico-europea con una invadente area di alta pressione sull’Eupa centro occidentale. E mi fermo qui per non scendere in tecnicismi. Consiglio quindi d’informarsi prima di “sparare”, magari si evita qualche figuraccia. Sulicorso dei senatori italiani, non scopriamo ora che la maggior parte sono una manica d’ignoranti, se no non farebbero quello che fanno e nomn avrerbbero portato l’Italia nella condizioni in cui è.

    • come scritto all’inizio e alla fine del post, l’articolo è di Maria Ferdinanda Piva e non riflette necessriamente le opinioni del proprietario del blog, che è Byoblu. In ogni caso non si tratta necessariamente di inesattezze, perché se non è dimostrato (secondo alcuni) che l’innalzamento delle temperature dipende dalle attività umane, non è dimostrato neanche il contrario ed è invece l’ipotesi più accreditata.

  • Ho letto molti commenti e credo che in voi si stia creando solo panico. Le energie fossili non si esauriranno nè in 10 – 20 -100 anni… sono frottole per lucrarci sopra. Il riscaldamento è PROVATO che non dipenda dalle attività umane (certo il traffico di pechino non è il massimo… ma non influisce globalmente ma solo localmente) LA CO2 NON È LA CAUSA DEL RISCALDAMENTO GLOBALE.

    Il sole è il principale imputato e la sua attività che in questi ultimi decenni è molto intensa.

    I burocrati vogliono farci pagare l’emissione di CO2 a peso d’oro LIMITANDO LA NOSTRA LIBERTÀ.

    SONO LE STESSE PERSONE CHE STANNO AUTORIZZANDO QUESTO! abbiamo il miracolo del bimotore con tre motori?

    http://www.youtube.com/watch?v=uuK66Ct3pBA&feature=share

    un saluto a tutti quelli che vogliono essere persone libere e non schiavi!

     

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi