BEPPE GRILLO: NON E' ANONYMOUS


L’attacco in corso contro i server di Beppe Grillo, rubricato come un’azione dimostrativa di Anonymous, lascia perplessi. Si tratta di un DOS, acronimo di Denial of Service. Letteralmente: negazione del servizio. Funziona sfruttando il limite naturale di gestione delle richieste di uno o più server web. Si inizia, ad esempio, prendendo possesso di centinaia, se non migliaia di computer, infettandoli con un generico virus (trojan, malware, chiamatelo come volete) che li rende a tutti gli effetti degli zombie, ossia schiavi ignari della volontà di un padrone silente, pronti a ricevere ordini. Quando l’obiettivo da attaccare è stato identificato, l’hacker istruisce i computer infettati affinchè si colleghino contemporaneamente al sito web preso di mira. Il risultato di centinaia, migliaia di richieste di connessione che avvengono contemporaneamente e che si ripetono a brevi intervalli sovraccarica il server del sito web sotto attacco, il quale esaurisce le risorse hardware e la banda necessarie per soddisfare una tale mole di connessioni. E muore, come una cinquecento con quattro elefanti a bordo in salita.
Quello che sta succedendo a beppegrillo.it è esattamente questo, e l’attacco è ancora in corso. Tuttavia, non c’è stato nessun defacement, ovvero non è stato lasciato nessun messaggio sostitutivo, in luogo della home page del blog. Questo è un primo elemento che può mettere in guardia, perché anonymous in passato ha spesso rivendicato le proprie azioni dimostrative in questo modo. Inoltre, l’attacco verso un sito di informazione in rete va contro ai principi della rete di hacktivists, per i quali la rete deve essere libera e plurale.
Allo stesso modo, la rivendicazione apparente che è stata diffusa in queste ore è singolare. Anonymous, usualmene, usa argomenti estremamente solidi in suo sostegno. In questo caso, tuttavia, sostenere che Beppe Grillo sarebbe solito fare il saluto romano non è esattamente quello che si può definire un argomento forte. Se l’ha fatto in qualche circostanza, e io non ne ho memoria ma potrei sbagliarmi, può essersi trattato probabilmente di tutto, ma è difficile credere che possa essere un tributo alla repressione fascista. Così come sostenere che Grillo è uno che spinge la gente a curarsi il cancro con metodi alternativi è decisamente una cosa strampalata. Di cose serie, dal crac Parmalat annunciato con anni di anticipo a numerose altre previsioni azzeccate, l’ispiratore del Movimento Cinque Stelle ne ha dette tante, così come non ha certo lesinato qualche boutade successivamente abbandonata (lo ricorderete mentre spaccava i computer), ma dire che si caratterizzi per essere uno strenuo sostenitore della medicina alternativa è dire una banale falsità. Rileggersi anni di post sul suo blog a ritroso per convincersene. Tacciamo dell’accusa di rovinare la barriera corallina perché francamente non saprei come commentarla. L’accenno invece alla questione del microscopio elettronico, mai chiarita del tutto, è forse l’unico ad avere riscontri oggettivi, ma di certo non è nuovo nè può essere considerato motivo sufficiente per distruggere tutto il lavoro di costruzione di un movimento politico alternativo, che proprio oggi inizia a mietere un certo successo (se meritato o meno, i prossimi mesi lo diranno).
E forse è proprio questa la chiave di lettura: un attacco informatico di tipo Denial of Service può arrivare da chiunque e per qualunque motivo. Anche da qualcuno che lo compie per interessi personali e cerca di attribuirlo ad altri. E’ quasi impossibile stabilirne la provenienza così come è impossibile difendersene, perché richiede atrezzature sofisticate e, sostanzialmente, finirebbe comunque per impedire l’accesso al sito anche a un certo numero di visitatori legittimi.
Da quando il Movimento Cinque Stelle ha portato a casa una città importante come Parma, e dopo che i sondaggi più autorevoli lo indicano in continua ascesa (addirittura oltre il 20%, riconoscendogli di fatto il ruolo di secondo movimento politico nazionale nelle intenzioni di voto), sembra che, in assenza di scandali neppure lontanamente assimilabili a quelli che configurano i gravi reati che investono i partiti, un intero reggimento di cavalleria composto da quotidiani e siti web di ogni ordine e grado si sia messo d’accordo per cercare un appiglio qualsiasi utile per incrinare la fiducia crescente che gli italiani ripongono in se stessi (perché il Movimento Cinque Stelle è fatto da cittadini che si riappropriano della politica).
Così, quasi quotidianamente, nascono come funghi articoli che si chiedono chi ci sia dietro Beppe Grillo, e dopo aver individuato in Gianroberto Casaleggio l’oscuro manovratore (come se poi ogni movimento politico non avesse un ideologo che lo ispira con le sue visioni), finiscono inevitabilmente per agitare l’ombra dei poteri occulti, dimostrandosi veri e propri campioni di complottismo acrobatico (altro che Byoblu.com) pur di riuscire a metterlo in collegamento con qualsiasi cosa, non importa se dopo una serie quantica di salti nell’iperspazio con triplo avvitamento carpiato (JP Morgan). E ora l’attacco di oggi, fatto passare per un’azione di un gruppo di hacker attivisti che, anzichè prendersela contro le banche, contro la speculazione finanziaria, contro gli usurai dello stato che vessano i popoli, non avrebbero trovato di meglio che smascherare l’unica personalità di spicco che in Italia ha fatto della rete una reale alternativa ai media mainstream.
Secondo Beppe Grillo, Anonymous questa volta non c’entra, così come ha scritto poco fa sul suo profilo Facebook. Anche io nutro forti perplessità. E le nutrono pure loro, almeno a giudicare dal loro profilo Twitter. Ben altre e più losche trame si ordiscono in questo Paese di bucanieri che affondano insieme al carico di beni comuni che stanno cercando di portare in qualche isola sperduta, al di fuori della nostra giurisdizione.
La direzione giusta in cui bisogna guardare è ovunque si intraveda, in lontananza, una nave che affonda.
Dal profilo Twitter di Anonymous Italia:

95 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • ma se vai sul sito di Anonymous italia ti dice delle cose forvianti…  primo il saluto  romano e una foto il cui  gesto completamente diverso basta vedere un video di beppe grillo per capire che non e un gesto fascista ma una esortazionea partecipare …poi secondo se la prende con per il fatto che sempre citando questi fantomatici Anonymuos nostrani ; Beppe Grillo abbia dato discredito alla coppia di scenziati Gatti e Montinari , la dott Gatti e andata in Cina aa ritirare un premio sullo studio delle nanopaarticelle ma  e falso per il fatto che le sue ricerche sono all’avanguardia…. un cosiglio metti dott Gatti nanoparticelle ti fa vedere l’articolo… un saluto

  • jabbathemarvel ha scritto :
    ma se vai sul sito di Anonymous italia ti dice delle cose forvianti…  primo il saluto  romano e una foto il cui  gesto completamente diverso basta vedere un video di beppe grillo per capire che non e un gesto fascista ma una esortazionea partecipare …poi secondo se la prende con per il fatto che sempre citando questi fantomatici Anonymuos nostrani ; Beppe Grillo abbia dato discredito alla coppia di scenziati Gatti e Montinari , la dott Gatti e andata in Cina aa ritirare un premio sullo studio delle nanopaarticelle ma  e falso per il fatto che le sue ricerche sono all’avanguardia…. un cosiglio metti dott Gatti nanoparticelle ti fa vedere l’articolo… un saluto

     

    Ehh??

  • Ma ha realmente senso capire chi è l’artefice di un atto quando in principio, dovunque si guardi, c’è una maschera?

    L’atteggiamento urlatore e populista di Grillo non si discosta molto da quello di Berlusconi.

    Ed è realmente questo quello che vogliamo?

    Un populismo di Grillo anzichè uno di Berlusconi?

    Io non ci sto. Per il male minore io non ci sto.

    Non importa che sia un DDOS o un deface: ogni fazione agisce come crede (e come può).

    Sono anonimi e l’anonimato da incertezza.

    E l’incertezza spaventa.

    E i Grillini che per anni non si sono identificati in un premier ora finalmente ne hanno uno.

    E dire loro che è un berlusconi fatto a posta per loro…beh…non dev’essere molto facile da mandare giù.

  • Il saluto romano si fa con la destra. L’inquadratura è troppo ravvicinata. Beppe si stava avventando su una macchina fotografica che lo inquadrava senza il suo consenso.

    Fra qualche ora i canali ufficiali internazionali di Anonymous smentiranno l’attacco.

    Quel blog hostato sulla piattaforma free di blogspot con cui si presentano come attivisti ufficiali di Anonymous Italia ha le ore contate come legittimità e copertura etica dal gruppo.

    Purtroppo questo è solo l’inizio…più si avvicineranno le elezioni..peggio sarà….

     

     

  • Rimane una domanda:ma possono postare tutti sul sito ufficiale di Anonymous ita? No perchè sul loro sito c’è la rivendicazione!Poi viene fuori che non sono stati loro!A questo punto ci sono “mostri” informatici ben più potenti di Anonymous…hackerizzano pure il loro sito!!!La verità credo sia nel mezzo,ovvero:Anonymous ita è un movimento anonimo anche tra i componenti stessi e chi si alza per primo fà lo show…

  • Suomy Nona ha scritto :
    Ma ha realmente senso capire chi è l’artefice di un atto quando in principio, dovunque si guardi, c’è una maschera? L’atteggiamento urlatore e populista di Grillo non si discosta molto da quello di Berlusconi. Ed è realmente questo quello che vogliamo? Un populismo di Grillo anzichè uno di Berlusconi?Io non ci sto. Per il male minore io non ci sto.Non importa che sia un DDOS o un deface: ogni fazione agisce come crede (e come può). Sono anonimi e l’anonimato da incertezza. E l’incertezza spaventa. E i Grillini che per anni non si sono identificati in un premier ora finalmente ne hanno uno.E dire loro che è un berlusconi fatto a posta per loro…beh…non dev’essere molto facile da mandare giù.

     

    E’ difficile risponderti, sai?

    Non per la mancanza di argomenti, ma per iniziare dal parallelo che fai. Sei riuscito a condensare in 4 righe un concetto così POPULISTA che rasi i peli del culo pure a Feltri.

    Ma ricordi almeno per quale motivo fu cacciato dalla rai questo comunicatore, un certo sign Grillo? Hai mai provato a collegare le sinapsi e ascoltare le cose che dice? Dallo smaltimento dei rifiuti, cemento, energia, moneta, aziende, società,ecc ecc ecc.. Ne dice diverse di cose che non condivido, ma non mi spaventano. Berlusconi? Mangano Eroe? La figlia di Mubarak? Primo ministro? Alfano? Dell’utri? Ma stai fuori? Non ho bisogno di eroi e ne di leaders. Mi sento LIBERO di condividere dei pensieri.Nel corso degli anni credo che in qualche modo Grillo, abbia contribuito anche se in piccolissima parte, ad essere più informati.Ricchi quindi, liberi di SCEGLIERE. Le tue riflessioni sono davvero inqualificabili.

  • Anonimous, eh? Attacco a Grillo e denuncia di populismo, saluto romano, plagio delle persone, etc… etc… Chi è anonimous, o si spaccia per esso, in questo attacco? Cui prodest??? Anche dietro la maschera di Guy Fawkes , si sente la puzza della vecchia politica che non vuol mollare l’osso, del sistema che teme di scomparire… Non è Grillo che fa paura, ma le persone che stanno dietro di lui: quelle persone che iniziano a capire come il potere di decidere del proprio destino sia una conquista alla portata di mano e non una mera utopia… 

  • Di tutto il minestrone, alcune cose sono prendibili, ma sa tanto di attacco “interno”.

     

    Byo. Potre citarti meta da ricercare: Beppe Grillo; Piergiorgio Bassi; Tarcisio Bertone; Dinastia Sasoon. Non è questione da complottismo, è una questione di avere o no gli occhi per guardare. Ho capito che al momento non c’è nulla di meglio, ma non per questo bisogna sorvolare i punti salienti del discorso 😉 . Non sono voli pindarici, è un cubo di rubik.

  • Senza ombra di dubbio è partito dagli Usa. Dopo la riunione del Gruppo Massone all’Hotel Marriot che ha eletto Enrico Letta prossimo Presidente della Repubblica. Non bisogna leggere la mano per capire a ” CHI GIOVA ” questo attacco. E’ un  modo massone per dire: adesso basta. Stai calmo. Dietro tutto questo ci sono sempre e solo loro. Il Gruppo Bildenberg e Associati.

  • Veramente un bel colpo. Anzi… un bel doppio colpo… chi l’ha pensata sa bene qual è il sentiment attuale di chi vive il web. Che sia roba da ragazzini dei centro sociali è IMHO evidente: arroganza, scarsa cultura e poca tecnica, Pagati, minacciati, manipolati o fumati resta il probabile risultato di un consolidamento dello zoccolo duro della pseudosinistra a sostegno del potere costituito. Almeno fino a domenica… 😉

  • Insieme alla rivendicazione cancellati i commenti… Incluso uno che parlava del terremoto e avvertiva contro i depistaggi.. Citando il contenuto del blog di Grillo.. Come segue (guardate il video!!)Ecco un riassunto delle cose che abbiamo scoperto qui sul blog: ho fatto questo screenshot da google earth http://imageshack.us/f/404/epicentro.jpg/ Le coordinate dell’epicentro le ho prese da questo INTERESSANTISSIMO video: 5/29/2012 — Italy earthquakes = FRACKING! Two DOZEN people dead in two weeks !!l’epicentro del sisma del 29-05 dista poche decine di metri da questo:http://imageshack.us/f/594/appunti02h.jpg/ Tenete presente che però google earth fornisce immagini risalenti al 21 aprile 2011. Silvia M. qui sul blog scrive: “Le persone che abitano in zona sono confuse, confermano che il cantiere è in attività ma non si capisce se si tratta di stoccaggio gas o discarica. Appena mi è possibile, eventualmente posto il video. Non essendo tecnici, non siamo riusciti a capire se effettivamente si tratta di fraking. Al di là di quello che vedete nella foto, c’è dell’altro ma non è stato possibile andare oltre, poichè è sorvegliato.” Ora fate caso a quei due bacini indicati dalle frecce rosse nell’ultimo screenshot e confrontateli con quelli visibili nel seguente video dal minuto 0:30 Drilling Operations A questo video sono arrivato seguendo un link su un articolo di Rosario Marcianò, il quale scrive a commento: “questo è un video della ALEANNA RESOURCES azienda di ricerca ed estrazione gas e petrolio, che ha ricevuto dal governo italiano le concessioni di perforazione sul territorio emiliano (e non solo), era presente un filmato (con descrizione in inglese), in cui si descrivono le metodologie di trivellazione adoperate. Tra queste, oltre all’uso di cariche esplosive, anche il famigerato fracking, tecnica bandita in diversi paesi nel mondo poiché causa di forti sismi. La versione in lingua originale cita testualmente il fracking come metodo di perforazione. Seguite i link con calma, se volete capire di che stiamo parlando. Un epicentro a pochi metri dalle trivellazioni…ovviamente, un CASO…

  • Chi di rete ferisce, di rete perisce…..

     

    A parte la citazione evangelica, forse questo attacco è solo la prima avvisaglia di quello che succederà all’avvicinarsi delle elezioni politiche. Quale miglior modo di zittire Grillo che sulla rete trae la sua forza se non quello di bloccarlo in rete, appunto?

    Io seguo Grillo ormai da molti anni, pur non potendomi definire un “grillino” in senso stretto. Molte volte non sono in sintonia con quanto scrive o ha scritto. E diciamo la verità, ha preso anche delle belle cantonate, in passato. Però un merito, importantissimo, gli va riconosciuto ed è quello di aver fatto da catalizzatore per il risveglio di un sacco di energie fresche che senza di lui avrebbero fatto molta più fatica o non avrebbero proprio avuto la possibilità di risvegliarsi. Ha, per così dire, risvegliato molti cervelli. Questo oltretutto rischiando di suo, perchè quando i cervelli si risvegliano e cominciano a pensare autonomamente, può essere che finiscano per mettere in discussione anche colui che ha contribuito a risvegliarli. E al di là delle sue “sparate” penso che sia proprio questo “risveglio di cervelli” quello che spaventa di più l’ establishment attuale.

  • La farsa continua.

    Ora è stata “riattivata” la rivendicazione con frettoloso copia-incolla da quella originale.Prevedo una guerra interna ad Anonymous con morti e feriti…

    Di certo c’è che chi ne esce “fracassato” da questa azione è solo Anonymous…

  • “Così, quasi quotidianamente, nascono come funghi articoli che si chiedono chi ci sia dietro Beppe Grillo, e dopo aver individuato in Gianroberto Casaleggio l’oscuro manovratore (come se poi ogni movimento politico non avesse un ideologo che lo ispira con le sue visioni), finiscono inevitabilmente per agitare l’ombra dei poteri occulti, dimostrandosi veri e propri campioni di complottismo acrobatico (altro che Byoblu.com) pur di riuscire a metterlo in collegamento con qualsiasi cosa, non importa se dopo una serie quantica di salti nell’iperspazio con triplo avvitamento carpiato (JP Morgan).”

    Claudio i collegamenti sono spiegati in modo minuzioso in rete ma li avrai certamente letti. Anche a voler semplificare il tutto potresti spiegarmi se condividi la visione di casaleggio. Da ciò che scrive e dai due video (ormai famosi) visionabili dal sito esce fuori un signore che “prevede” e condivide con entusiasmo la morte di 6 miliardi di persone dopo una terza guerra mondiale di 20 anni, la connessione globale di ogni cittadino ad una rete “madre” e cose simili. Mi domando se condividi il tutto sperando di essere in quel miliardo di esseri umani che si salvano..

    Sono a favore di molte delle cose che il M5S sostiene ma non godo all’idea di questo signore “padrone” del marchio che ci spiega come sia bello essere manipolati in favore di chiunque richieda e paghi i servizi della casaleggio. In effetti per lui sei un “Influencer”..  🙂

    http://www.casaleggio.it/2009/06/gli_influencer.php

    • Imparate a distinguere le visioni, altrimenti dette stronzate oniriche da eccesso di iperboli e metafore, dai messaggi ragionevoli che vi si leggono. Quel video, che ha più anni di mia nonna (e quindi non capisco come mai improvvisamente diventi proprio adesso il Mein Kampf), alla fine parla in altri termini di conoscenza condivisa e di politica dal basso. E poi… Tutti siamo influencer. Anche tu che rilanci e amplifichi le fervide fantasie di qualche orfano di partito che cerca di fare il contro-influencer a sua volta. Casaleggio scrive e cura la comunicazione di Beppe dall’inizio. L’hanno sempre saputo tutti. Come mai oggi tutti ci vedono improvvisamente dietro non si sa bene cosa? Casaleggio fa gli interessi suoi, come del resto tutti noi, ma tra lui e Lusi o Belsito credo ci sia una differenza abissale. Solo che, siccome dietro al Movimento Cinque Stelle ancora non si riesce a trovare un qualsiasi reato anche minimo per poterlo affossare, si attaccano a stronzate senza nessuna reale sostanza e ci scrivono articoli dai toni di Vojager. E molti, anziché esser felici di potersi finalmente candidare e fare la politica che pare a loro, senza vincoli e senza capi mafia, siccome in fondo non gli sembra vero iniziano a sospettare qualsiasi cosa pur di non credere in se stessi e al fatto che ce la possono fare, forse per la prima volta.Pietà.

    • Scusa claudio ma dai per scontato che io rilanci cose o ne pensi altre. Come spesso suggerisci di fare mi leggo ciò che trovo, analizzo e magari mi faccio un’idea. Anche se non te l’ho comunicato ho dubbi su casaleggio da un bel pò e ci vedo dietro esattamente quel che ci vedevo anni fà. Se segui il blog di grillo sai benissimo che questo strano legame incuriosisce molti utenti e attivisti del M5S, quello che anche a loro sembra curioso è che in tanti anni casaleggio non abbia chiarito o semplicemente abbia detto che non è vero nulla. Anche grillo interrogato sulla questione ci ride su e baipassa la discussione. Ora, magari mi sbaglierò ma non è che basta dire che non è vero o che sono tutte cazzate per chiudere il discorso. Il M5S si appresta a diventare qualcosa di più che un gruppetto di utenti della rete, molto probabilmente entrerà con forza dirompente in parlamento e non può permettersi che ci siano voci simili senza dare prova del contrario. Se sono tutte cazzate casaleggio deve scriverlo a chiare lettere smentendo tutto. Il problema forse è che non può farlo perchè come lo stesso grillo insegna, se spari cazzate la rete ti smentisce dopo 5 secondi. Mi è ormai chiaro che i problemi di questo paese vengono affrontati a più livelli. C’è chi si accontenta dell’eterna lotta destra/sinistra, chi scava e punta il dito su chi stà dietro ai partiti e così via. Sai meglio di me che chi parlava di strane riunioni annuali segrete in alberghi tra membri illustri di mezzo mondo passava da cretino, oggi guarda un pò si va in televisione e si nomina la trilaterale e il bilderberg (come hai coraggiosamente fatto anche tu). Allora scusami ma non è che i cretini sono diventati furbi, è che forse avevano sempre avuto ragione..

    • Scusa claudio ma mi sembri parecchio di parte, poi se mi scrivi che le accuse sono ridicole e tutti zitti bè, non lasci molto spazio di manovra. Traduco forse male: “la discussione a tuo parere non è degna di essere continuata, passo e chiudo”.

      A questo punto posso darti solo la buonanotte invitandoti a pensare che forse per decine di migliaia di persone la discussione è molto degna.

    • yoyo_su_byoblu, quoto ogni tua parola di questo e dei due commenti precedenti. Sono una di quelli per cui la discussione è degna.

    • Claudio sarei felice di passarti un file da 55 pagine dove qualche informazione si trova. Il sito da dove l’ho scaricato non è più attivo, magari sarà un caso. Si tratta di verificare alcune informazioni ma se si da per certo che sono tutte cappellate come dici tu è inutile continuare la discussione. A me sembra che la curiosità da parte di molte persone ci sia e sarebbe bello capire se c’è un fondo di verità a queste accuse senza aspettare che qualche sedicente “giornalista” attacchi il M5S in modo scorretto. Per chi volesse il file basta farmi avere una mail a cui spedirlo.

      “E non voglio abbassare il livello di questo blog occupandomi di stronzate simili. Se non lo capite, è deludente anche per me, cosa credete…”

      Non parliamo mica di alieni nascosti tra di noi, sono argomenti molto terreni. Scusa ma questa frase non suona bene, siamo abituati ad abbassamenti di livello ben peggiori e se non lo capisci forse i delusi siamo noi. 🙁

    • Sono d’accordo con Claudio,

      non “fiuto” alcuna malafede in Grillo e Casaleggio ( al momento ).

       Se dietro dovesse esserci del lucro ( c’è ), sicuramente sarei contento per loro. Per quel che mi riguarda, hanno risvegliato in me l’interesse per la società, le istituzioni e la politica, che nella mia mente eran rimasti congelati per una dozzina d’anni almeno ( 1996 – 2008 ). Per cui non posso che ringraziarli.

      C’entra poco, però proprio nel blog di Grillo, in seguito all’attentato di Brindisi, in molti si sono sbilanciati accusando lo Stato ed i servizi segreti.. Li invitai alla calma e al ragionamento. Sentivo nelle parole di Manganelli, un reale desiderio di arrestare il colpevole e “buttar via le chiavi”. Così è stato e questa sarà la fine di quel disgraziato infame.

      Quindi nessun complotto. Semmai, il folle gesto ( ancora da capire a fondo ), dell’ennesima vittima del muro di gomma italiano. Lo capisco da una parte, ma non lo assolvo in alcuna maniera, provo più rabbia per come si sta raggiungendo la deriva in tutti i sensi. Quindi ben vengano blog come questo o quello di Grillo.

      Dal confronto, dallo sfogo dovuto dalla rabbia e dall’incomprensione e tanti altri sentimenti repressi dentro, oltre che alle idee e proposte utili, nasce un desiderio di cambiamento. Non si poteva più andare avanti in questa maniera.

      Suicidi, omicidi, fatti di cronaca, ne sono la riprova. Viva la libertà di parola, viva l’obiettività dell’essere umano. Marco

       

       

       

       

  • praticamente qualcuno sta cercando i famosi “due piccioni con una fava”
    Dato che è il popolo della rete che sostiene il M5S, è stato creato a tavolino un bello scontro tra due entità ben viste in questo contesto. E allo stesso tempo si oscura il blog e si getta fango sul leader. Tattica ormai vecchia e consolidata. Non importa se le accuse sono false o vere, l’importante è puntare il dito, tanto per ritrattare c’è sempre tempo. Inoltre, viene “eliminato” un cliente scomodo della rete che è anonymus, il quale può fare paura ma con questa manovra si sono sputtanati. O almeno questo è ciò che vogliono farci credere i media.
    Il sito del corriere riporta e commenta le frasi sbilenche di anonymus, senza dire che sono vaccate ma facendo da amplificatore di fango. Sono un complottista? No, mi sembra tutto così chiaro e cristallino. Con la differenza che le persone dotate di cervello non si fanno nè fregare nè intimidire da questi atteggiamenti fuorvianti… 

    toxinn ha scritto :
    http://imageshack.us/f/594/appunti02h.jpg

  • Approfitto del “complottismo” di cui si parla nell’articolo per invitare chi legge Byoblu.com a riflettere su un commento che ho fatto su Facebook qualche giorno fa.

    La mia ipotesi, che non ho sentito da nessun media e quindi più attendibile delle versioni ufficiali, è che il messaggio da mandare ai giudici doveva essere: “COLPIRE RAGAZZE MINORENNI”, Chi è in Italia che ha problemi legati a ragazze minorenni? Chi è che ne fa ormai questione di vita o di morte? S.B. ?

    E poi, proprio davanti alla telecamera BEN VISTOSA mi va a schiacciare U TELECUMANDU ?? NESSUNO SANO DI MENTE AVREBBE FATTO UNA COSA SIMILE, NEMMENO UN IDIOTA. Sembra quasi cotruito per avere immagini da trasmetter per unificare l’immaginario collettivo.

    Riguardate attentamente i TG di mediaset (TG5 e S.A.) a freddo, noterete un format preconfezionato e calcolato, Strano… Molto strano…. “

  • prima “Repubblica” con l’ebook sul “fenomeno Grillo” (potete immaginarvi il fine ultimo) e la candidatura di Saviano per togliere voti al Movimento 5 stelle, adesso il corriere della sera che ne parla in home page (Repubblica fa come se nulla fosse) facendo credere, per dare credibilità alle accuse, che dietro l’oscuramento del sito ci siano normali hacker di anonymous, attivisti come altri ma “contro il padre padrone Grillo”…

    sono ovviamente accuse mirate volutamente ad argomenti sensibili (la salute, l’ambiente) che fanno presa sulla gente, un modo di creare diffidenza in un momento in cui il m5s è in continua crescita nei sondaggi.

  • Sito ancora bloccato. Inizio a dubitare che siano Anonymus. Cmq verremo a saldare il conto con quei cazzo di ladri in Parlamento. Ad ogni costo.

  • I problemi sono vari:

    1) la rete è fragile: chiunque può manipolare, controllare, oscurare

    2) anonymous è fragile: chiunque può usare questo nome per i motivi più diversi

    3) Ma chi è anonymous? Nata come non-organizzazione, ora è una organizzazione? Chi registra i siti, i blog, le pagine facebook, chi invia i video su youtube? Insomma chi è che ufficializza (addirittura l’organizzazione nazionale anonymous ‘italia’) e perciò coordina? Un controsenso.

    C’è un parallelo (solo un parallelo, non fraintendetemi) proprio con il movimento di Grillo: nato come non-partito con non-statuto, cittadini che si organizzano spontaneamente, ora è una organizzazione guidata e controllata dall’alto. Un controsenso.

  • Questi presunti anonimi pensano di bloccare il libero pensiero oscurando il blog di Beppe, ma non fanno altro, cosi’ facendo, che rafforzare la volonta’ della gente di voler cambiare pagina usando il proprio cervello. POVERI ILLUSI POTETE OSCURARE TUTTI BLOG CHE VOLETE MA NON POTRETE MAI OSCURARE LA MIA MENTE.

  • Questi presunti anonimi pensano di bloccare il libero pensiero oscurando il blog di Beppe, ma non fanno altro, cosi’ facendo, che rafforzare la volonta’ della gente di voler cambiare pagina usando il proprio cervello. POVERI ILLUSI POTETE OSCURARE TUTTI BLOG CHE VOLETE MA NON POTRETE MAI OSCURARE LA MIA MENTE.

  • Claudio, io ti ritenevo molto più intelligente. Tu appoggi Grillo senza se e senza ma, ma ti è sfuggito ciò che stà dietro a lui. Guarda i credits del suo blog di chi sono (della Casaleggio Associati) e informati al riguardo. La Casaleggio tramite il progetto Gaia e Prometeus sponsorizza il NWO. GUARDATE IL VIDEO GAIA DELLA CASALEGGIO E POI PARLATE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • E basta.. stai rompendo… lo sappiamo tutti che cosa sia la casaleggio associati!!! embè????????

      Per favore non rompere

    • Se tu ri ritieni molto più intelligente solo perchè hai scoperto che dietro a grillo si muove (rigorosamente nell’ombra… mah… ha una sede e se vuoi ci puoi andare quando vuoi: la porta te la aprono) una società che, udite udite, fa comunicazione e strategie di rete, beh… come dire: non vorrei urtare il tuo amor proprio, ma è una banalità che tutti conoscono fin dal primo giorno, visto che sta scritto pure sul blog di Grillo, un po’ come scoprire che dietro a un partito c’è un ideologo /visionario. Quando ci sarà un’argomentazione seria (e qualcuna, possibilmente, c’è, ma non sono nessuna di quelle che coinvoglono JP Morgan, la massoneria, il Bilderberg, la dinastia dell’oppio dei Sassoon e via dicendo) ne discuterò volentieri. Per ora, francamente, mi occupo di cose più serie.

    • Se tu ri ritieni molto più intelligente solo perchè hai scoperto che dietro a grillo si muove (rigorosamente nell’ombra… mah… ha una sede e se vuoi ci puoi andare quando vuoi: la porta te la aprono) una società che, udite udite, fa comunicazione e strategie di rete, beh… come dire: non vorrei urtare il tuo amor proprio, ma è una banalità che tutti conoscono fin dal primo giorno, visto che sta scritto pure sul blog di Grillo, un po’ come scoprire che dietro a un partito c’è un ideologo /visionario. Quando ci sarà un’argomentazione seria (e qualcuna, possibilmente, c’è, ma non sono nessuna di quelle che coinvoglono JP Morgan, la massoneria, il Bilderberg, la dinastia dell’oppio dei Sassoon e via dicendo) ne discuterò volentieri. Per ora, francamente, mi occupo di cose più serie.

    • Se tu ri ritieni molto più intelligente solo perchè hai scoperto che dietro a grillo si muove (rigorosamente nell’ombra… mah… ha una sede e se vuoi ci puoi andare quando vuoi: la porta te la aprono) una società che, udite udite, fa comunicazione e strategie di rete, beh… come dire: non vorrei urtare il tuo amor proprio, ma è una banalità che tutti conoscono fin dal primo giorno, visto che sta scritto pure sul blog di Grillo, un po’ come scoprire che dietro a un partito c’è un ideologo /visionario. Quando ci sarà un’argomentazione seria (e qualcuna, possibilmente, c’è, ma non sono nessuna di quelle che coinvoglono JP Morgan, la massoneria, il Bilderberg, la dinastia dell’oppio dei Sassoon e via dicendo) ne discuterò volentieri. Per ora, francamente, mi occupo di cose più serie.

  • Scusa Claudio, io vivo in Germania a Stelle, un paesino a 20 Km da Hamburg e ancora oggi 9 giugno ore 10:00 non riesco ad avere alcuna connessione con il blog di Beppe e nemmeno con i siti collaterali (M5S, tze-tze ecc..), hai forse nuove informazioni sulla situazione? Grazie.

    marco

  • A parte tutte le accuse più o meno risibili sostenute dall’hacker per giustificare l’oscuramento di Grillo, ce ne sono 2 che mi lasciano perplesso:

    La prima viene denunciata anche nel tuo blog, e cioè la questione del microscopico elettronico dirottato.

     La seconda che invece non viene menzionata riguarda l’accusa del fantomatico hacker secondo cui sarebbe impossibile agli stranieri accedere al blog di Grillo.

    E’ vero?  E se si per quale motivo Grillo dovrebbe impedirlo?

     

  • ho appena letto una chiara spiegazione di ciò che è avvenuto qui:

    http://anon-news.blogspot.it/2012/06/anonops-ircpower2allcom-italy.html

    in sintesi:
    l’attacco è stato fatto in modo unilaterale dalla cellula AnonOps (una delle tante) violando la regola di non attaccare mai i blog. La cellula è stata momentaneamente esclusa dall’amministrazione del blog ufficiale di anonymous italia, fino a quando l’intera comunità non avrà deciso la legittimità dell’attacco con un sondaggio

  • Inoltre, l’attacco verso un sito di informazione in rete va contro ai principi della rete di hacktivists, per i quali la rete deve essere libera e plurale.

    Chiariamo un fatto: il sito di Beppe Grillo NON è un sito di informazione, ma di propaganda politica e di commercio elettronico. Nulla di male né di illegittimo, ma è un’altra cosa.

    Per il resto condivido abbastanza tutto quello che hai detto.

    • ma ha fatto e prodotto anche tanta informazione buona. Anzi: è stato il primo a farlo con un certo impegno. Su, va bene esser contro, ma diamo a Cesare quel che è di Cesare. E pure tu eri di Cesare, se ti ricordo bene…

  • > Non sono stato avvertito di quel DDoS quindi posso assicurare che l’attacco è  provenuto da parte di ben altre parti che intendono portare confusione pert farsi belli.

    > Ora abbiamo un certo numero di ip provenienti da quei server attaccanti e sarà compito dei veri Anoinymous renderli pubblici quanto prima.

     

  • l’attacco non è contro grillo ma contro la casaleggio..non funzionano tzetze e anche il sito casaleggio associati…grillo non c’entra secondo me…è un’attacco al monopolio che sta creando la casaleggio alle spalle di beppe grillo..e forse qualcuno vuol farlo notare….non so..è una mia opinione personale ma mi sembra molto piu reale di altre teorie…:) ciao

    • Se butti giù il server su cui gira grillo butti giù anche Tze Tze e Casaleggio. Molto semplicemente, per risparmiare avran preso un unico serverone sovradimensionato. Tutto qui…

  • Colpiscono Beppe Grillo usando motivazioni che non stanno in piedi. Perchè non hanno riservato lo stesso trattamento ai siti dei partiti politici? Parlano del saluto romano, una foto che è stata tolta dal contesto(è come fotografare uno mentre alza il braccio per vedere sta piovendo) però non buttano giù i siti dei partiti di destra? No questi non sono anonymous, questi sono agitatori che vogliono screditare gli nonymous e il m5s, invece otterranno come risultato esattamente l’opposto.

     

  • saranno stati quelli del partito dei lacchè o del partito dementi.sono talmente rimbambiti che non riescono neanche a fare un serio attacco a un blog..

     

     

  • A mio avviso Anonymus non centra nulla, in questo momento Grillo è sotto attacco per un problema politico. La sua crescita come movimento fa paura a molti, specialmente a quelli che lavorano nell’ombra di quei movimenti politici che vorrebbero continuare a mantenere il potere.

  • Spero che anonymus faccia chiarezza sulla situazione. Se si sentono sputtanati, hanno sicuramente l’occasione e le capacità di farsi valere.

  • sono d’accordo con una delle motivazioni di questo attacco: Grillo deve lasciare le chiavi del movimento ai cittadini affinché possa divenire veramente un movimento libero e democratico senza padroni, dove ognuno vale realmente uno. Questo punto dev’essere condiviso da tutti i cittadini che seguono gli ideali di democrazia diretta del movimento in netto contrasto con il ruolo di Grillo, che potendo espellere cittadini del M5S a suo piacimento (Tavolazzi e Favia), è andato ben oltre da quello di fondatore-ispiratore divenuto quello di un padrone-dittatore e soprattutto proprietario: il marchio M5S è suo! 

    Lasciamo perdere Casaleggio, banche, massonerie, microscopi, barche, omicidi, ecc….  dove tutti dicono di tutto: ma affrontare questa questione è obbligatorio per la coerenza e la credibilità del movimento.

    Siamo noi cittadini che dobbiamo fare politica partecipando attivamente e prendendoci le nostre responsabilità che non dobbiamo in alcun modo delegare all’ennesimo padrone di turno con lo stesso spirito servilista che ci ha portati al ventennio berlusconiano. Ok, Grillo non si può candidare ma, come dimostrano i fatti di Parma, è lui che detta le regole attraverso il suo blog, dove avviene il “dialogo in rete”: Grillo scrive quello che vuole senza rispondere ai commenti e, anzi, censurando quelli scomodi. 

    Per Claudio: io sono per la democrazia diretta e cerco di essere coerente con le mie idee. Lei che è un grillino convinto come mi giustifica queste evidenti incoerenze????

    (sono sicuro che sotto sotto anche lei è d’accordo con me ma non vuole ammetterlo)  

    • Per Claudio: io sono per la democrazia diretta e cerco di essere coerente con le mie idee. Lei che è un grillino convinto come mi giustifica queste evidenti incoerenze????

      Grillino convinto (non ti offendere) lo dici a tua sorella. Io non sono convinto neppure di me stesso, figurati se sono convinto di quello che fanno gli altri.
      Semplicmente trovo condivisibile l’idea di fondo e, dopo avere combattuto per anni la malapolitica e la mafia nei partiti, se permetti, non amando sprecare energie, credo che il Movimento Cinque Stelle sia una reale alternativa e vada supportato. Per ora. Poi si vedrà. La filosofia del tutti-contro-tutti tipicamente italiana la reputo la causa di tutti i mali. 

      Per il resto, è semplice: senza Grillo, il Movimento Cinque Stelle non avrebbe mai avuto visibilità (e non sarebbe mai neanche nato, perché la filosofia l’han dettata Casaleggio-Grillo), quindi se uno propone idee buone non vedo perché non devo giudicarle positivamente e non vedo perché poi dovrebbe sparire, tantopiù che un ruolo di supervisione per accertarsi che quel che c’è di buono non venga distrutto da qualche forza centrifuga credo che serva sempre, perché sappiamo come tutto tenda all’entropia. Se Grillo non avesse il marchio, dopo un po’ finirebbe nelle mani di Dell’Utri, ci puoi scommettere.

      Sicuramente tutti vanno monitorati e controllati di continuo, Grillo e M5S compresi, ma per ora tutto questo cianciare mi sembra solo una malattia auto-immune. Se siete così critici, tornate pure a votare Lega, PDL, Schifani e Santanchè. O magari Bersani. Alternative non ce ne sono. A meno che non vogliate fondare l’ennesimo partito da zero-virgola percento che non supera non solo la soglia di sbarramento, ma manco quella del cancello del giardino di casa…

    • Mah… non facciamo paragoni impossibili, il M5S è distante anni luce dai partiti e fra i possibili vincitori delle prossime elezioni è sicuramente il “meno peggio” (e non ci vuole molto ad esserlo). Votare gli attuali partiti o non votare è un’evidente assurdità e anche votare gli “0,0%” non serve a molto, anche se ogni italiano dovrebbe optare considerando le idee e l’affidabilità e non le percentuali. Rimane il M5S che purtroppo non è il meglio in assoluto: le incoerenze, giustificabili o meno, ci sono, non sono poche e andrebbero eliminate.

      La sempre più probabile vittoria del M5S sarà dovuta ai demeriti degli altri e quindi al voto di protesta o al dilagante e preoccupante servilismo grillino che porta a scrivere commenti del tipo “viva Grillo dittatore a vita, non mollare mai!!”. Per questo sbaglia chi vede in Grillo un messia e nel movimento una rivoluzione.

      Comunque so bene che lei non è un grillino convinto, l’ho scritto perchè penso che dovresti parlare e indagare nei problemi del movimento per cercare di migliorarlo, e non fare propaganda “senza se e senza ma”. Altrimenti si candidi nel M5S per le prossime elezioni e sarò felice di votarla;) 

       

  • Mi sa tanto che qualche potente personaggio cominci a temere il movimento di Grillo. Non sarei affatto meravigliato se tra qualche decennio si scoprisse che sotto, sotto vi è la mano dei soliti servizi deviati che non amano i cambiamenti voluti dal basso. Fossi in Beppe comincerei a preoccuparmi. Fino a quando il movimento si attestava intorno al 4% nessuno ne parlava adesso le cose sono diverse. Beppe minaccia il potere costituito.

  • Ciao,

    ho seguito quanto accaduto, blocco del blog, iniziale rivendicazione, dichiarazioni discordanti di Anom o di una frangia, smentire ecc…ecc….

    Tutto incasinato ad arte secondo me per accrescere diffidenza verso la rete, coinvolgendo due pezzi da novanta, seppur molto diversi tra loro della rete stessa e mettendoli in conflitto tra loro (per chi ne fa una lettura ignorante e superfiaciale ne esce questo).

    Però quello che mi incuriosisce veramente è che il post di Grillo su Bilderberg, Monti ed Emma Bonino è scomparso! Dopo il ripristino del blog il post non c’è più e si fa finta di niente? Ma stiamo “giocando ai fantasmi” o c’è qualcosa di davvero preoccupante da sapere?

  • byoblu ha scritto :
    Per Claudio: io sono per la democrazia diretta e cerco di essere coerente con le mie idee. Lei che è un grillino convinto come mi giustifica queste evidenti incoerenze????Grillino convinto (non ti offendere) lo dici a tua sorella. Io non sono convinto neppure di me stesso, figurati se sono convinto di quello che fanno gli altri.Semplicmente trovo condivisibile l’idea di fondo e, dopo avere combattuto per anni la malapolitica e la mafia nei partiti, se permetti, non amando sprecare energie, credo che il Movimento Cinque Stelle sia una reale alternativa e vada supportato. Per ora. Poi si vedrà. La filosofia del tutti-contro-tutti tipicamente italiana la reputo la causa di tutti i mali. Per il resto, è semplice: senza Grillo, il Movimento Cinque Stelle non avrebbe mai avuto visibilità (e non sarebbe mai neanche nato, perché la filosofia l’han dettata Casaleggio-Grillo), quindi se uno propone idee buone non vedo perché non devo giudicarle positivamente e non vedo perché poi dovrebbe sparire, tantopiù che un ruolo di supervisione per accertarsi che quel che c’è di buono non venga distrutto da qualche forza centrifuga credo che serva sempre, perché sappiamo come tutto tenda all’entropia. Se Grillo non avesse il marchio, dopo un po’ finirebbe nelle mani di Dell’Utri, ci puoi scommettere.Sicuramente tutti vanno monitorati e controllati di continuo, Grillo e M5S compresi, ma per ora tutto questo cianciare mi sembra solo una malattia auto-immune. Se siete così critici, tornate pure a votare Lega, PDL, Schifani e Santanchè. O magari Bersani. Alternative non ce ne sono. A meno che non vogliate fondare l’ennesimo partito da zero-virgola percento che non supera non solo la soglia di sbarramento, ma manco quella del cancello del giardino di casa…

     

    Parole sante.

    chissenefrega chi c’e’ dietro. abbiamo votato per quarant’ anni partiti con DIETRO associazioni a delinquere e adesso ci preoccupiamo di chi c’e’ dietro Grillo?

    se credete credibile la proposta politica bene, votatelo, altrimenti no, punto.

    Piu’ che altro il problema saranno le persone che useranno il movimento e poi cambieranno camicia allettati da “proposte indecenti”. E’ per questo che Grillo stesso deve controllare chi si presenta e non avra’ un compito facile.

    la “guerra” politica e’ solo all’inizio.

     

    • Sacrosanta e razionale verità!!!!, Abbiamo votato per più di 30 anni partiti gestiti da associazioni a delinquere e facciamo tutto questo casino per sapere cosa e chi c’è dietro a Grillo!!! se poi si osserva tutto ciò che Beppe ha detto e fatto con le proprie forze e contro tutti…….Certo che il "ridicolo lo abbiamo superato da un bel pezzo!!!!!!!

  • caro byoblu  “finiscono inevitabilmente per agitare l’ombra dei poteri occulti, dimostrandosi veri e propri campioni di complottismo acrobatico”, seguo spesso la tua informazione e la apprezzo ma su beppe grillo ti manca qualche parametro. Ti consiglio di ascoltare o leggere le ultime su Beppe Grillo, la Dignity, e l’accademia degli illuminati di Leo Zagami e farti una nuova idea perchè io così ho fatto, perchè il caro beppe, prima che vendesse l’ anima al diavolo l’ho seguito, apprezzato e anche divulgato, fin dai tempi fine ’90, ho doppiato più videocassette io che una casa di produzione per allargare la consapevolezza e far vedere e sentire lo spettacolo “Cervello” (1997) che di utile aveva molto. Che fine ha fatto il microscopio te lo sei chiesto e sei andato direttamente da Montanari ( ti ricordo che quella fu una colletta degli italiani compreso io), e le antenne 900 e 1800 mhz che una volta beppe diceva che ti bruciavano la retina e che”non si sa che fa ma qualcosa fa'” come se il wifi fosse innocuo!!!! La canapa, il signoraggio bancario, le cure per il cancro, la fusione fredda, e tanto altro di cui ancora lo ringrazio! Ma ora quel beppe grillo è morto e sepolto!!

  • Ciao Claudio

    ancora una volta un grande articolo, chiaro e lucido.

    Nonostante io sia un sostenitore del m5s non posso non farti notare però che Grillo abbia una grave mancanza nei confronti degli attivisti (che va ben al di la delle tante critiche spesso gli vengono mosse e che seppure possano avere una qualche ragionevolezza possono essere classificati come dettagli).

    Parlo della mancata attuazione dell’articolo 4 del Non-statuto

    “Il MoVimento 5 Stelle non è un partito politico né si intende che lo diventi in futuro. Esso
    vuole essere testimone della possibilità di realizzare un efficiente ed efficace scambio
    di opinioni e confronto democratico al di fuori di legami associativi e partitici e senza
    la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi, RICONOSCENDO ALLA TOTALITA’ DEGLI UTENTI DELLA RETE IL RUOLO DI GOVERNO ED INDIRIZZO NORMALMENTE ATTRIBUITO A POCHI.”

    L’attuazione dell’articolo 4, la democrazia a partecipazione universale che rappresenta uno dei principi basilari del movimento (e in questo è analogo al movimento dei pirati), porterebbe ad una vera rivoluzione democratica.

    Forse  per Grillo i sondaggo che ogni tanto fa (ma la cui discutibilità di esecuzione è lampante) reppresentano il realizzamento dell’art.4, ma non so chi ci possa credere. O forse bisogna solo aspettare che tale principio trovi prima o poi un’effettiva attuazione. del resto la preparazione delle elezioni nazionali sarà il banco di prova della questione.

    Nonostante i suoi difetti il m5s rappresenta comunque l’unica possibilità per una ripresa democratica del Paese.

  • questa storia dell’attacco, ritrattato fino a che non placet al retevoto (il sondaggio, santa pace …) la sto trovando ridicola.

    Ma questi anonymous non erano nati come anarchici? Erano hacktivists che si riunivano fluidamente in gruppetti (ossia entravano e uscivano liberamente), proponevano operazioni, le discutevano e poi mettevano ai voti. Ma non ai voti di tutto il mondo, ai voti tra di loro, è ovvio. Se non che anarchici erano? Un anarchico, se non sbaglio, è uno che non obbedisce a particolari autorità.

    Ora invece ci sono gli ‘amministratori’  del loro blog che non solo si dissociano dall’operazione, ma cancellano la rivendicazione, decidendo di fare un sondaggio aperto a tutto il mondo hahaha!!

    Secondo me gli anonymous originari  non si sarebbero mai sognati di fare una anonymous italia, con tanto di blog, amministratori, cancellatori, retevoti, sciocchezze e controsciocchezze. Tra un pò faranno “anonymous italia incorporated” haha

    scusate se rido, ma è proprio assurdo!

  • toxinn ha scritto :
    Rimane una domanda:ma possono postare tutti sul sito ufficiale di Anonymous ita? No perchè sul loro sito c’è la rivendicazione!Poi viene fuori che non sono stati loro!A questo punto ci sono “mostri” informatici ben più potenti di Anonymous…hackerizzano pure il loro sito!!!La verità credo sia nel mezzo,ovvero:Anonymous ita è un movimento anonimo anche tra i componenti stessi e chi si alza per primo fà lo show…
    Youkai ha scritto :
    Ma scusa byo, che cazzo dici? Anche dell’occupy non si sapeva un cazzo e in base a quello che diceva sembrava sano… ma poi, per varie ragioni, cercando un po’ trovi che il gruppo nasce da un palazzo, palazzo noto per la sede del Lucis Trust. Quì si tratta di fare orecchie da mercante quando le cose brutte effettivamente ci sono.  Quì si tratta di: Lesa Maestà. La storia italiana è così fitta di dietro le quinte che dopo un po’ cominci a non credere più alle favole, claudio.

    PD e PDL si sono spartiti le poltrone dell’AGCOM, alla luce del sole…. e voi andate a cercare quelli che si nascondono nell’ombra?

    Mentre parliamo del “forse” il “certo” ci sta levando le mutande

  • la notizia dell’attacco è stata rimossa.

    questo è quello che dicono:

    AnonOps è una rete completamente autogestita il suo fine è mettere a disposizione di ognuno gli strumenti di protesta informatica, nessun utente può garantire del comportamento dell’altro, ognuno ha diritto a sviluppare liberamente il propio dissenso, purchè non sia manifestamente discriminatorio verso religione, etnie, orientamenti sessuali etc… etc…
    Riguardo al recente attacco al blog di Beppe Grillo questo non crea discriminazione alcuna verso minoranze o altro quindi è un’azione che può essere rivendicata dà anonymous e come tutte le azioni di anonymous è sostenuta da alcuni ma non da tutti. Aken”

  • è esattamente quello che penso io. Qualcuno sta cercando di screditare contemporaneamente 3 figure:

    – grillo

    – anonymus

    – internet in generale in quanto luogo di informazione libera (con tutti i difetti del caso)

    Il messaggio che sembra trasparire è: non fidatevi della rete, tornate alle televisioni! 

    Parallelo ha scritto :
    Colpiscono Beppe Grillo usando motivazioni che non stanno in piedi. Perchè non hanno riservato lo stesso trattamento ai siti dei partiti politici? Parlano del saluto romano, una foto che è stata tolta dal contesto(è come fotografare uno mentre alza il braccio per vedere sta piovendo) però non buttano giù i siti dei partiti di destra? No questi non sono anonymous, questi sono agitatori che vogliono screditare gli nonymous e il m5s, invece otterranno come risultato esattamente l’opposto.  

  • è esattamente quello che penso io. Qualcuno sta cercando di screditare contemporaneamente 3 figure:

    – grillo

    – anonymus

    – internet in generale in quanto luogo di informazione libera (con tutti i difetti del caso)

    Il messaggio che sembra trasparire è: non fidatevi della rete, tornate alle televisioni! 

    Parallelo ha scritto :
    Colpiscono Beppe Grillo usando motivazioni che non stanno in piedi. Perchè non hanno riservato lo stesso trattamento ai siti dei partiti politici? Parlano del saluto romano, una foto che è stata tolta dal contesto(è come fotografare uno mentre alza il braccio per vedere sta piovendo) però non buttano giù i siti dei partiti di destra? No questi non sono anonymous, questi sono agitatori che vogliono screditare gli nonymous e il m5s, invece otterranno come risultato esattamente l’opposto.  

  • è esattamente quello che penso io. Qualcuno sta cercando di screditare contemporaneamente 3 figure:

    – grillo

    – anonymus

    – internet in generale in quanto luogo di informazione libera (con tutti i difetti del caso)

    Il messaggio che sembra trasparire è: non fidatevi della rete, tornate alle televisioni! 

    Parallelo ha scritto :
    Colpiscono Beppe Grillo usando motivazioni che non stanno in piedi. Perchè non hanno riservato lo stesso trattamento ai siti dei partiti politici? Parlano del saluto romano, una foto che è stata tolta dal contesto(è come fotografare uno mentre alza il braccio per vedere sta piovendo) però non buttano giù i siti dei partiti di destra? No questi non sono anonymous, questi sono agitatori che vogliono screditare gli nonymous e il m5s, invece otterranno come risultato esattamente l’opposto.  

  • Avrei tre cose da dire su questo recente accadimento.

    La prima, ci sono motivi per cui comunque ritengo che ci sia da biasimare Beppe Grillo, come ad esempio il fatto che venda libri e metta pubblicità in un sito che dovrebbe rimanere il più possibile pulito dalla “commercializzazione” che invece viene fatta in beppegrillo.it. Quello che secondo me sarebbe meglio per lui sarebbe di creare un sito per la vendita dei libri con un link dal suo blog in caso qualcuno sia interessato ai suoi libri. Non mi pare che sia tanto povero da dove dover giustificare questa pubblicità sfrenata nel sito che è parte del marchio del movimento a cinque stelle.

    La seconda, per il resto io non condivido le motivazioni addotte dalla cellula degli Anonymous (poi smentite dal gruppo Italiano) e comunque condivido parecchie delle opinioni citate nel blog di Beppe.

    Appoggio il M5S in quanto unica associazione solida e formata da membri abbastanza coerenti e buoni per la pulizia dei palazzi pieni di merda nostrani, sperando che maturi abbastanza da poter evolvere in qualcosa di più ed essere pronto per progetti degni di grandi città. Leggendo molti siti del Movimento ho visto che parlavano di “tutti in bicicletta”, invece di pensare a migliorare il trasporto pubblico (farsi parecchi kilometri, in una città famosa per i colli come Roma non è facile). Questa comunque è l’unica critica che avrei da muovergli. Per il resto credo stiano facendo bene.

  • roby67 ha scritto :
    scusa claudio,una domanda tecnica: tutto ieri pomeriggio ho avuto problemi nell’accedere sia qui che su “cado in piedi” dove i credits sono i casaleggio. e’ solo una coincidenza?

     

    Io non ho avuto problemi

  • Condivido perfettamente la linea del ragionamento e le conclusioni ma ritengo che introdurre nel m5s uno strumento di partecipazione di tutto il popolo della rete nelle decisioni come fanno i Piraten sia una cosa che si concilia perfettamente con la situazione attuale del m5s e che anzi darebbe una spinta rivoluzionaria e di consenso pazzesca che lo porterebbe lì dove è ora che qualcuno arrivi.

  • Che sia anonymous o meno la questione del microscopio è grave, chi voule saperne di più vada a questo indirizzo:

    http://www.stefanomontanari.net/sito/blog/2294-per-chi-mi-chiede-ancora-di-grillo-e-del-microscopio.html

    Chi sospetta che grillo sia utile perchè incanala la protesta in maniera innocua, in maniera che non vengano mai realmente toccati alcuni interessi secondo me ha ragione… abbiamo a che fare con un personaggio tutt’altro che trasparente

     

  • Movimento 5 stelle non sarà il governo dell’eden in terra ma può essere la testa d’ariete per abbattere il portone del palazzo dei tiranni(o tirapiedi dei tiranni).

    Poi si può cambiare la comuntà ad immagine e somiglianza delle “persone”, che se si saranno responsabilizzate ed informate sufficientemente(magari anche grazie al movimento) potranno costruire qualcosa di bello e di sano.

    Sono sicuro che l’attacco non viene da anononymous, fino a prova contraria.

  • I discorso dell’ “hacker” sarebbe comprensibile in bocca a un questurino, ma se questi sono gli “Anonymous” italiani devo dire che non c’è fine alla nostra miseria!

    Cari amici di Anonymous, anche se dite di non poter controllare chi fa parte di anonymops, almeno affrettatevi a smentire chi spara cazzate in vostro nome!

    Altro che fare un sondaggio se ha fatto bene o no.

    E dedicatevi ad obiettivi “seri” perdio!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi