NESSUN CI CASCHI!


Siete alla fine dell’ordoviciano, o del mesozoico, o del tardo, secondo repubblichiano L’aria intorno a voi si è fatta rovente. Gli animali di cui vi nutrivate sono diventati più intelligenti: non riuscite più a predarli. La vostra mole richiede risorse che l’ambiente circostante, ormai mutato, non può più garantirvi. Stremati, vi abbattete vicino a quel che resta di un antico specchio d’acqua, ormai ridotto a una pozza melmosa e maleodorante. La fine è vicina. Potete sentire il battito del vostro cuore rallentare, mentre tutto intorno a voi, lentamente, si fa nero.
 
Questo è il Pdl oggi: un manipolo disordinato di vecchi potenti ormai sull’orlo dell’estinzione. Ma nessuno vuole morire. Chiunque si aggrapperebbe a qualsiasi cosa, tenterebbe qualsiasi improbabile, disperata, ultima carta pur di rimandare l’appuntamento con la vecchia signora armata di falce. Ed è così che, stante l’approssimarsi delle elezioni politiche, consapevole dei sondaggi catastrofici che relegano il suo apparato di potere al livello che merita – ovvero tra la feccia della politica – Silvio Berlusconi tenta il grande bluff. Che percentuale di gradimento ha la Merkel? Quale orticaria provoca la parola euro alla maggior parte degli italiani? Perché uno come Beppe Grillo sta per ritrovarsi alla guida del primo movimento politico italiano?
L’uomo del marketing per antonomasia non ha dubbi: l’unica speranza di non diventare cibo per avvoltoi è cavalcare la protesta. L’alternativa alla morte è giocarsi il tutto per tutto. Ed ecco dunque Daniela Santanchè candidarsi alle primarie e iniziare a sparare a zero contro la Merkel, contro l’euro, aprendo improvvisamente alle “scuole di economisti importanti che stanno facendo delle valutazioni interessanti” e che sostengono che abbandonare la moneta unica non sarebbe affatto una tragedia.
Ma come? Non avevano sostenuto tutti il Governo Monti, concedendogli di fare scempio di ogni conquista di welfare faticosamente raggiunta in decenni di lotta sociale, perché bisognava fare presto? E improvvisamente, con livelli di spread quasi comparabili a quelli di novembre e un’instabilità dei mercati da paura, possiamo permetterci il lusso non solo di fare con calma, ma addirittura di fare proprio a meno dell’euro e dell’Europa? E i mercati? E l’inflazione? E la svalutazione mostruosa? E l’irresponsabilità di chi urlava a gran voce che doveva essere il popolo a decidere, e non questi quattro golpisti da avanspettacolo? Adesso inizieranno anche a citare Stiglitz e Krugman? E vuoi vedere che ci toccherà sorbirci Brunetta fare campagna elettorale citando Warren Mosler e riciclandosi come un esperto di Modern Money Theory?
No grazie, non abbiamo bisogno di ruffiani che non muovono un passo se non sono prima confortati dai sondaggi, antieuropeisti d’accatto che cercano solo di interpretare l’elettorato per guadagnare qualche boccata d’ossigeno in più. Nessuno abbocchi alle loro sirene. Nessun ci caschi!
 

28 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • La loro faccia tosta è seconda solo alla fame di potere. Vuoi vedere che adesso anche noi, “complottisti” che li facevamo tanto ridere quando parlavamo di signoraggio bancario avevamo ragione…?A Verona si dice ” tempo e paja, maura anca le nespole”…

  • santanchè, vai a B***** per favore, ti sei fatta bambola per stare in tv, per far attizzare i nonni… rifatti l’*** che fra un pò ne avrai bisogno,,,

  • Ma ci siamo già cascati! Scusate, quando mai abbiamo votato sulla base di un progetto condivisibile e condiviso? Quand’è stata l’ultima volta che si è votato per pura convinzione politica, giusta o sbagliata che sia? Ve lo dico io: MAI! Da buoni italiani ci sembrava logico votare chi faceva promesse che già sapevamo essere  insostenibili. Il programma era uno solo, DO UT DES. Come dice Marzullo “Si faccia una domanda e si dia una risposta”.

     

    • Invito quelli che hanno memoria a mettere insieme un bel collage delle dichiarazioni e contro-dichiarazioni della Santanché.

      Perchè io di alcuni italiani non mi fido tanto…in fondo c’era chi avrebbe apprezzato il “partito della gnocca”…

  • Da qualche giorno c’é Una sensible attività nel letame nostrano. Oltre alla Santaché, anche il mago bagonci leghista lo lo psiconano magnaccio soffiano sull’antieuropeismo, cercando di raccattare qualche voto. Purtroppo finché  non muriamo le tane di questi topi di fogna continueremo a vederceli tra i piedi in casa. 

  • ma scusa, se dicono bianco non va bene,devono dire nero.

    Se cambiano in nero non va bene dicevano bianco.

    Invece trovo giusto che diventino fautori della sovranità monetaria nazionale, se lo fanno perchè sperano di trovare voti facili è secondario, l’importante è avere un obbiettivo che sia vantaggioso per il paese.

    Il pdl nemico del popolo (insieme al pd)  non ha capito la potenza della banca d’affari americana di riferimento(gs) e si è fatto soffiare il mazzo.

    Se dovesse capire e cambiare rotta verso i vantaggi degli italiani non sarebbe male, anzi!

    • Bene, e con ciò?

      Se proprio dobbiamo uscire dall’ €  lo faremo NOI del 5 stelle…

      BISOGNA FARE PULIZIA…estirpare questo cancro che è la politica italiana.

      Non vedo altre vie d’uscita.

       

  • Bel post. Che dire questa e’ la classe politica. Una classe politica da avanspettacolo, un teatrino insomma. Possiamo solo sperare in una legge elettorale decente, sperando di poterci levare di torno questi inetti.

     

     

  • La cosa più subdola è il rischio che questa tesi diventi una tesi “certificata” da Berlusconi: il modo migliore per affossare tutto.

    E non è detto che il buon Silvio non sia d’accordo con la cricca Europeista: ormai sa che è talmente odiato da tutti che il solo fatto di sostenere una tesi sposta la gente dall’altra parte.

    Ecco cosa si dirà: vuoi uscire dall’Euro? Allora sei Berlusconiano. E per reazioni tutti gli antiB se ne andranno dall’altra parte.

    Non mi stupirei se cominciasse a parlare di Bildeberg.

    Occhio che il più grande alleato di questa gente è proprio lui.

  • Condivido la vs. critica tuttavia, per correttezza dovreste dire la verità, altrimenti scivolate nella faziosità tipica di chi criticate. Infatti proprio la Santanchè è stata contro Monti fin dall’inizio. Ricordate al Manzoni con Ferrara, Sallusti etc?

  • Berlusconi ha semplicemente disinnescato la bomba con queste sue affermazioni.

    L’antieuropeismo stava montando e stava unendo pericolosamente (per la cricca eurista di cui lui fa parte) il popolo di destra e di sinistra.

    Ognuno recita la sua parte: Monti fa il cattivo, Passera il buono, Berlusconi il pazzo.

    Questo bel teatrino sposta i voti coerentemente in modo che non possano nuocere a nessuno e siccome non si è mai visto uno col potere di dividere così grande come quello di Berlusconi, con questa affermazione non fa altro che dividere il fronte AntiEurista.

     

     

     

  • @teodolinda, la Santanchè se era coerente, e così tutta la banda PDL che non era d’accordo con il Governo Tecnico, doveva avere gli attributi e non votare la fiducia.

    Dovevano uscire dal PDL e formare un’altra cosa.

    Potevano fare tante cose invece hanno dato più volte la fiducia a questo governo impedendo agli Italiani di votare, sapendo che avrebbero perso rovinosamente le elezioni. 

    Quindi per me stanno a zero (sono un ex elettore del PDL).

    La sinistra ha fatto le stesse cose, per paura di vincere. Ci hanno consegnato in mano a questi usurai servi degli strozzini, quindi non valgono nulla. Se adesso si sono ‘pentiti’ è affare loro, il mio voto non lo vedranno più nemmeno col binocolo.

    Adesso per raccattare qualche voto, DOPO CHE HO PAGATO L’IMU, mi vengono a dire che sono diventati Anti Euro? Se mia moglie mi tradisce e poi si pente cosa faccio le dico: “ma sì cara, cose che succedono?”.

     

  • @teodolinda, la Santanchè se era coerente, e così tutta la banda PDL che non era d’accordo con il Governo Tecnico, doveva avere gli attributi e non votare la fiducia.

    Dovevano uscire dal PDL e formare un’altra cosa.

    Potevano fare tante cose invece hanno dato più volte la fiducia a questo governo impedendo agli Italiani di votare, sapendo che avrebbero perso rovinosamente le elezioni. 

    Quindi per me stanno a zero (sono un ex elettore del PDL).

    La sinistra ha fatto le stesse cose, per paura di vincere. Ci hanno consegnato in mano a questi usurai servi degli strozzini, quindi non valgono nulla. Se adesso si sono ‘pentiti’ è affare loro, il mio voto non lo vedranno più nemmeno col binocolo.

    Adesso per raccattare qualche voto, DOPO CHE HO PAGATO L’IMU, mi vengono a dire che sono diventati Anti Euro? Se mia moglie mi tradisce e poi si pente cosa faccio le dico: “ma sì cara, cose che succedono?”.

     

  • ….Il problema, è che di MMT (ovvero come uscire da questo disastro vedi Argentina), dovrebbe parlarne la sinistra (quella vera)….e non stì viscidi Visitors…

  • Siamo già in campagna elettorale. Si parla di primarie, qualcuno prende posizione su determinati argomenti. I vari Renzi, Bersani, scaldano i muscoli per le sfide ormai prossime. E’ tutto un lavorio sotterraneo. Anche Berlusconi, parcheggiato nei laboratori di restauro in attesa di essere dimesso per un’altra improbabile rielezione al più alto scranno governativo, ha chiesto un permesso straordinario per annunciare urbi et orbi che parlare di uscita dall’euro da parte dell’Italia non deve essere considerata “bestemmia”. Lo preferivo quando bestemmiando realmente qualche alto prelato lo assolveva affermando che la bestemmia va anche contestualizzata. Nella speranza che anche le “cazzate Berlusconiane” a fini elettorali vengano contestualizzate sic et sempliciter e non abbiano seguito di voti, lo ringraziamo per il conributo assolutamente insignificante. Ci informano che il frequentatore del bunga bunga e stato riportato coattivamente nei laboratori per gli ultimi ritocchi prima della sfida elettorale che probabilmente avverrà il prossimo mese di ottobre p.v..

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi