Perché smantellano le Regioni

La mission di Monti è distruggere la sovranità nazionale (possibilmente anche quelle altrui) e farla confluire all’interno di una unica sovranità europea. La chiamano unione politica e fiscale. Qualcuno la chiama anche Stati Uniti d’Europa. Fin da quando lavorava alla Trilaterale, Monti aveva il compito di distruggere la frammentazione del vecchio continente e realizzare un’unica entità centrale: l’Eurasia, di orwelliana memoria.
 
Lo smantellamento delle Regioni italiane rientra in questo quadro. Le Regioni sono idealmente piccoli quasi-staterelli autonomi cui la riforma della Costituzione ha conferito poteri sovrani. Poteri che derivano, certo, dallo Stato, ma che conferiscono autonomia decisionale e legislativa. Monti deve smantellare l’Italia come entità a se stante, e per farlo deve a maggior ragione distruggere le singole entità regionali.
Tutti i Batman d’Italia, ovvero le spese complessive di tutti i gruppi regionali che sono nell’occhio del ciclone, ammontano a 65 milioni di euro. La spesa locale è cresciuta viceversa in dieci anni di 70/80 miliardi, il fiscal compact ci costringerà a 50 miliardi di nuovi tagli all’anno e il MES ci indebita di 125 miliardi in prima battuta, di cui 10 già pagati. Una montagna di merda sulla quale tutti i Fiorito corrono come minuscole, invisibili formiche.
Eppure tutte le Regioni vivono un accerchiamento politico-mediatico-giudiziario che non lascia scampo, che ha già prodotto un Decreto Legge cui nessuno, con la propaganda fiume che si è riversata nelle case degli italiani, ha potuto opporsi. In democrazia, se controlli i media, controlli tutto.
 

10 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Capisco che l’idea di risparmiare soldi pubblici non faccia schifo a nessuno ma  è un pò come se avendo male a un dito il medico decide di tagliare tutta la mano se non addirittura il braccio, è la soluzione che è sbagliata. E tutta questa frenetica corsa a cercare di sistemare determinate situazioni e questo riempirsi la bocca con slogan tipo “Facciamo pulizia, facciamo tagli ai partiti, ecc” fanno percepire, almeno a me, che ci stiano da una parte leccando il….. in previsione di elezioni imminenti e dall’altra che si mascherino manovre che possono sembrare buone per noi con ben altro…come del resto si ipotizza all’inizio dell’articolo. Penso che alle elezioni si debba arrivare mantenendo la situazione italiana il più stabile possibile senza però fare nulla per legare le mani a chi dovrà comandare in futuro….poi la responsabilità di effettuare nuovi tagli, giusti o sbagliati che siano, se la prenderà un governo eletto legittimamente.

    • Vero è che le ruberie (anche se rimangono ruberie) degli eletti nelle regioni sono poca cosa. E’ però importante non dimenticare che queste persone oltre che ladri sono anche incompetenti ed hanno il compito di amministrare le regioni, le risorse e le aziende che vi sono connesse (ospedali, infrastrutture, beni ambientali…).

      Questo invece è un patrimonio immenso che viene continuamente depauperato e asservito agli interessi particolari.

      E questi sono ben altri livelli di spesa e risorse che si potrebbero recuperare.

      Saluti

       

  • Infatti, certi scandali escono quando sono funzionali a un certo disegno.

    I “piccoli ladri” delle regioni sono in prima pagina mentre le decisioni in grado di impiccare interi stati e popoli per generazioni, se vengono citate dai giornali, lo sono in un trafiletto a pagina 17

  • In questo accerchiamento politico-mediatico-giudiziario s’e’ messo persino grillo che qualche giorno fa ha fatto un sondaggio con “fantastica” foto dall’eloquente titolo: le regioni vanno cancellate, a cui hanno risposto ventiseimila persone ed oltre il 50% ( ripeto cinquantapercento!) e’ favorevole all’abolizione. per fortuna un ventipercento ( i leghisti rimasti?) sono favorevoli ad una maggiore autonomia.

     

    Certamente vi sono sprechi, disguidi, mangerie, non e’ possibile che la sicilia con tutta la sua autoniomia sia in crisi, o meglio, e’ possibilissimo avendo la mafia che comanda, non per questo pero’ dobbiamo abolire l’istituzione, dobbiamo abolire gli amministratori che non fanno il loro dovere.

  • …abolire le regioni? Sarebbe come recidere le gambe a tutte le consorterie politiche in una volta sola! Non potrebbero più correre liberamente! No,troppo difficile,e soprattutto troppo pericoloso,perchè si andrebbero a toccare pesantemente degli interessi particolarissimi di gruppi di potere non indifferenti;si rischierebbe insomma,una volta scoperto il vaso di pandora,di assistere all’esplosione della cloaca maxima del mercimonio politico degli ultimi 50 anni,la disintegrazione della politica in questo paese con grande giubilo di Monti e dei pro TECNOCRAZIA,nonchè possibili disordini sociali su larga scala…Il fallimento,la pazzia e l’assurdità dell’idea Europa,consiste proprio in questo: nel valutare le misure da approntare in una delle sue regioni,unicamente sulla base di valutazioni e dati economici! Questo è pericolosissimo visto che non si tiene per niente conto,anzi si ritiene certa la con-seguenza.di tutte le altre variabili non contemplate dal modulo di calcolo! Chi si addosserà i debiti contratti da alcune regioni italiane con le banche speculative che in tutti questi anni hanno tratto abnorme beneficio dalla vendita alle medesime di derivati tossici ad altissimo rischio,per esempio?Quisquilie a parte,l’idea dell’abolizione cela malamente il passo successivo ad essa implicito! Il passaggio,ovvero,dal commissariamento alla definitiva annessione  – e per annessione bisogna necessariamente scorrere i precedenti storici in materia –

    Proviamo a fare due calcoli sullo stato di salute attuale: FISCAL COMPACT,MES,DISMISSIONE DEL PATRIMONIO PUBBLICO,PRIVATIZZAZIONI ANOMALE,ABOLIZIONE DELLO STATUTO DEI LAVORATORI,SCUOLE CHARTER,ABOLIZIONE DELLE REGIONI,LIBERALIZZAZIONE DELLE COLTURE OGM E DELLE IMPORTAZIONI DI DERRATE ALIMENTARI ESTERE ( SPECIE MADE IN USA IN MERITO ALLE CARNI BOVINE ),AZZERAMENTO DEI PRODOTTI AGRICOLI A KM ZERO,INNAZZALMENTO CANZONATORIO DELL’ETA’ PENSIONABILE,INNALZAMENTO DEL PERIODO CONTRIBUTIVO,IMU,IVA AGGIUNTIVA SULLA TARSU,AUMENTO ALIQUOTA IVA,TAGLIO DELLE PENSIONI MINORI – quelle oneste per intendersi – …..fermiamoci qui!

    E’ chiaro,a conti fatti,che chiunque sarà il partito o la coalizione che andrà a governare questo LAND,avrà le mani legate in partenza…per non parlare dei ceppi ai piedi…ovverosia potrà soltanto accettare il ruolo di esecutore materiale di direttive insindacabili e soprattutto terze! Dovremmo prestare molta attenzione alla deliberata opera di demonizzazione della politica che si sta effettuando in questo paese!La politica non va confusa con i politici,perchè rappresenta il primo muro di fuoco democratico da opporre a tutte quelle forze piramidali animate esclusivamente dall’irregimentazione e dal profitto!Impariamo a valutare le idee politiche approntando per esse criteri scientifici ed etici,esorcizziamo l’illusione aprioristica della dimensione unicamente economica delle nostre vite,pretendiamo,anche con la forza,l’informazione corretta circa tutte quelle scelte incidenti sul nostro presente e sul nostro futuro effettuate da chi è stato eletto a rappresentare i nostri interessi,tagliamo la testa al politichese perenne…insomma è decisivo per noi oggi,riappropriarci e difendere strenuamente di quel prezioso deterrente che solo nella storia ha consentito la nostra evoluzione come specie e che si chiama CULTURA!

  • Scusate l’OT da lontano sento uno continuo sciorinare di cazzate di stato…il TG1: che parla del niovo BAZUKA ANTICRISI” l’ESM! e ancora dobbbiamo familiarizzare con questa sigla: ESM! E quindi stasera grandi  festeggiamenti in Lussemburgo per il nuovo fondo che ci renderà piu felici e sconfiggerà per sempre il nostro piu grande nemico LO SPREAD!

    Peggio dei peggiori REGIMI CON TANTO DI PROPAGANDA!! Non hanno informato per mesi e adesso parlano dei festeggiamenti. QUESTA E’ L’ITALIA. UNA SPECIE DI SULTANATO DELLE BANANE.

  • Ma che cazzo di commenti fate??! Scendete in piazza piuttosto, mostrate alle vostre donne che le palle, magari piccole piccole, ma le avete anche voi! Qua le chiacchiere stanno a zero, un po come sti commenti inconcludenti e inutili che vi vedo fare… ma c”e un movimento di attivisti veri in questo paese di ladri e di debosciati?! La informazione dobbiamo farla noi tutti! con volantini manifesti e comizi lo volete capire?!solo cosi facendo avremo una chance di aggragare e uniti di farcela, se stiamo ancora qui a scrivere stronzate piu o meno forbite, fra un po ci toglieranno anche le mutande, ammesso non lo abbiano gia fatto! 

  • Claudio Grazie!

    Grazie a te e tutti coloro che mi aiutano a sapere, capire, intuire… 

    http://www.siciliainformazioni.com/sicilia-informazioni/23222/stangata-su-sicilia-e-sardegna-e-lo-stato-si-riprende-i-poteri

    …e non farmi più fregare.

    Commento in tempi non sospetti su https://www.byoblu.com/post/2012/07/31/Raffaele-Lombardo-e28098o-pesce-fete-d-a-capa.aspx#comment

    Milko ha scritto il  1 agosto 2012  alle  09.34  

     

    Tutte le regioni a statuto speciale sembrano attualmente sotto “osservazione”, probabilmente per le alte trattenute fiscali regionali.

    In Sicilia hanno trovato la casetta di paglia, in Sardegna sarà di legno, in Trentino sarà di pietra ed in quel caso si potrebbe far ricorso alle forze togate.  

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi