Monti bocciato in Europa: l’IMU è iniqua

IMU-IONONPAGO

Il professore bocciato a casa sua: in Europa. L’Imu è una tassa iniqua e impoverisce gli italiani. A dirlo non siamo più noi, poveri sudditi vessati dall’ossessione per l’austerità di un sovrano eletto per diritto divino, ma il Rapporto Ue 2012 su Occupazione e sviluppi sociali, “Le tasse sulla proprietà aumentano la povertà in Italia”.

 

Secondo il commissario degli Affari Sociali, Laszlo Andor, per rendere l’Imu una tassa più equa andrebbero aggiornati i valori catastali, le deduzioni non legate alla capacità dei contribuenti a fronteggiare la tassa sul reddito e la definizione della residenza primaria e secondaria. L’Europa dice oggi quello che Byoblu.com aveva detto il 2 marzo 2012: “E questa Imu sarebbe una tassa equa??“. Ma ormai abbiamo i calzini bucati.

A che serve tanta burocrazia? A confermare quello che i cittadini sanno già, spontaneamente, di per sé stessi?

 

 

18 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Firmata la petizione e passata ad amici.

    Stamattina,ho passato la giornata con un amico in giro per agenzie interinali.

    File di 20 persone ad attendere per la consegna di un curriculum, e possibilità di richiamo pressochè zero.

    E non parlo di un’agenzia ma file in tutte,citta Modena.

    Ma possibile che non ci si renda conto della situazione esplosiva ??

    cercate su google un articolo del “Telegraph”

    “Mario Monti’s exit is only way to save Italy”

    Se se ne rendono conto all’estero cazzo……..,ma noi dormiamo ??

    Devo dire che grazie alle persone come te,che c’è ancora INFORMAZIONE in Italia.

    GRAZIE DI CUORE !!

    Traducete è interessantissimo l’articolo.

    PS.Il Telegraph parlava malissimo del Berlusca quando era Presidente del consiglio.

    • L’articolo di Pritchard mi era sfuggito ed è senz’altro un esempio di parlar sensato a fronte della melassa del mainstream e della stampa italiana.

      Tuttavia, ad essere onesti, è sicuro che il Monti Exit sia una condizione necessaria. Che sia una condizione sufficiente è tutto un altro paio di maniche vista la realtà del quadro politico italiano e del Partito Unico dell’Euro, PD e suoi satelliti in prima fila.

  • Direttamente dal sito della commissione europea:

    http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=COM:2010:2020:FIN:IT:PDF

    "…La crisi è un campanello d’allarme, il momento in cui ci si rende conto che mantenere lo status quo ci  condannerebbe a un graduale declino, relegandoci a un ruolo di secondo piano nel nuovo ordine mondiale. È giunto il momento della verità per l’Europa. È il momento di essere audaci e ambiziosi…."

     Perchè questo termine me lo ritrovo sempre tra i piedi? Che significa in Italiano?

    Non capisco.

  • FANNO BENE A TRATTARCI COSI,’ LA MAGGIOR PARTE DEGL’ITALIANI HA FATTO LA FILA PER PAGARE SUBITO VIVA IL RE……………..      IO,(SPERIAMO CHE ME LA CAVO) 

  • Mai soprannome fu più azzeccato…RIGOR MONTIS…

    Evidentemente la sua logica perversa,irrorata con la complicità di tutto l’arco parlamentare e il suo governo napolitanico (ve lo ricordate il partito unico DC-PC protrattosi fino ai nostri giorni con il camaleontismo più sfacciato?) ha contaminato tutto.

    Ma l’irrazionalità dell’IMU è solo una delle tante nefandezze di questo “arco”.E’ bene non scordarselo mai ora che si ripropongono come se nulla fosse accaduto.

    I nodi verranno al pettine,tutti.C’è solo da vedere se i nodi rimarranno attaccati al pettine per via della chemioterapia appioppata agli italiani come fonte di salvezza da morte sicura.

    E’ sufficiente ricordarsi che l’IMU l’hanno dovuta pagare anche pensionati in case di riposo.Una follia pianificata a scapito dei più deboli,come numerosi anziani con pensione da 450 €.

    L’obbiettivo era il crollo del valore degli immobili e infatti il mercato è fermo,i mutui non vengono erogati e molti saranno costretti a svendere il loro piccolo patrimonio acquisito con anni e anni di lavoro e sacrifici.

    Insomma,una tassa criminale così com’è stata concepita.Appunto,aumentare la povertà,come scritto nel post….su tutti i fronti allo scopo di creare un substrato sociale disposto a tutto pur di non affogare.Salariati,piccoli artigiani,piccole aziende,piccoli proprietari.

    C’è l’opportunità di dare una grande spallata a questi psicopatici ed è meglio non pensarci due volte.Anche se ho dei forti dubbi che le cose cambino.

    Aspetto Grillo in TV…Dovrebbe averne diritto no? Qualcosa di nuovo si deve inventare per rinfrescare la memoria di coloro che soffrono di facili amnesie causate dalla videocrazia orwelliana.

     

    • Su dai….l’IMU,non è colpa di Monti !!!

      Tasse troppo alte? Monti se ne lava le mani: “Le ho alzate per colpa degli irresponsabili”

      Ha la faccia come il culo,e sicuramente ci sarà qualche anima in vena di espiazione che avrà voglia di rendere i suoi peccati,con un bel”mea culpa abbiamo vissuto sopra i nostri mezzi e ci meritiamo ciò”.

      Solo che quell’anima pia e “benedetta”(che gli venga un accidente)si porterà dietro anche il resto degli ialiani,che hanno già espiato abbastanza.

      Ma chi cazzo avrà il coraggio di votarlo,a lui e a quella massa di oloturie che ha avuto il coraggio di  appoggiarlo finora ???

  • fermi tutti

    TG1 20,30 si appresta a smentire e rettificare che la “EUROPA” si riferiva all’ICI del 2006 e  non all’IMU(ertiLORU) di quest’anno, prevista dal PDL per il 2014 e anticipata da MUONTI nel 2012…

  • le elezioni le hanno anticipate anche perche in aprile la crisi economica  sarà cosi forte che il governo rischiava di dover  scappare.

     

  • C’è chi sull’IMU avrebbe fatto di più. No comment!
    (ANSA) – ROMA, 8 GEN – ”Su Monti non abbiamo niente di cui pentirci finora. Anzi, assoluta lealta’ nell’ultimo anno da parte nostra, anche su scelte su cui avremmo fatto di piu”. Cosi’ Pier Luigi Bersani, in direzione, ribadendo che ”nessun esponente del governo sara’ in lista perche’ un governo super partes non puo’ essere diviso tra le parti”.

  • Oltre a ciò, colgo l’occasione per far presente come su Wikipedia (lingua italiana) sia stata cancellata la voce inerente ai risultati  dell’anno di governo Monti, cosa che invece è presente in Wikipedia Francese come ha riportato un articolo de Il Giornale.

    In aggiunta, pure la voce “Lista dei membri del bilderberg” è stata cancellata in data 6 gennaio, quando invece essa è ben presente nelle versioni inglese,francese,spagnola, tedesca, finlandese, olandese e così via come pure la voce inerente all’attuale presidente del gruppo Bilderberg Henri de Castries che ricopre la carica di AD persso AXA.

    Ho ben presente che per un’accurata ricerca in internet wikipedia è solo il punto di partenza però non sarebbe male trovare alcune informazioni in quella che è definita l’enciclopedia libera 

  • CLAUDIO PERCHE’ GRILLO NON INTERVIENE IN TV A FARE INTERVISTE IN QUESTO DELICAQTO MOMENTO?

    SENZA TV E’ COME FARE LA GUERRA CON LE FIONDE CONTRO I CARRIARMATI

    MA COSA APETTA A FARSI INTERVISTARE O LUI O UN PORTAVOCE UFFICIALE

  • In realtà non è proprio così.

    Riporto da ‘Il fatto quotidiano’:

    In serata, forse proprio in seguito al clamore suscitato sulla stampa italiana e alle dichiarazioni del presidente del Consiglio, la Commissione ha voluto precisare che il rapporto “non analizza l’impatto redistributivo della nuova tassa e non suggerisce che la riforma abbia un qualsiasi effetto negativo sulla povertà” e sottolineare che i dati sul leggero aumento della povertà erano “riferiti alla situazione del 2006, non alla nuova tassa”. Non solo. La nota del portavoce del Commissario Ue all’Occupazione Laszlo Andor ha tenuto a precisare che il rapporto “puntualizza semplicemente che la riforma dovrebbe avere un impatto più progressivo sulla distribuzione del reddito se sposta la sua base di calcolo dai valori teorici catastali ai valori di mercato” e che “il governo italiano ha proposto una revisione di questo tipo ma non è stata accettata dal parlamento italiano”.

    Molto importante l’ultimo passo. 🙂

     

     

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi