Contro smentita sull’imagine della chat nel caso “Golpe contro Grillo”

nerds

Ricevo e pubblico [anche in questo caso, dovreste ormai aver capito cosa significa 🙂 ]

 

Contro smentita sull’imagine della chat nel caso “Golpe contro Grillo”

 Carissimo Claudio, leggendo il tuo ultimo articolo, mi sono soffermato sull’analisi che qualcuno di Anonymous avrebbe fatto sull’immagine della chat contenente le conversazioni incriminate. Ora posso tranquillamente dirti che quell’analisi difficilmente è stata fatta da un esperto in informatica, perché non tiene conto di alcuni dettagli che forse ai più paiono poco importanti, ma che possono aiutare ad inquadrare il grado di preparazione informatica di chi l’ha prodotta.

Punto primo, il più importante e palese: la chat di facebook ha dei limiti dimensionali fissi, infatti quando il testo diventa eccessivo appare uno scroll bar che permette di muoversi verticalmente per rileggere le cose. Quindi è palese in partenza che quell’immagine può essere solo il frutto di un copia ed incolla di diversi screenshot, come accade in qualsiasi situazione analoga, ovvero quando si vuole rappresentare un lungo discorso in un immagine che permetta di avere una cronologia visiva della discussione. Quindi perche’ dannarsi nel dimostrate che “non è un immagine unica”?

Il secondo punto verte sulla differente qualità dei vari frammenti di discussione. Mentre guardando l’immagine a grandezza naturale non si nota, portando lo zoom a 800x si può notare come a parità di elemento (un numero, un avatar, un icona “fumetto”) vi sia una differente qualità dovuta ad una differente compressione jpeg che spesso è fatta dinamicamente dai programmi di grafica (Photoshop ad esempio), quando non si scelga volutamente un medesimo livello di compressione o anche semplicemente quando si usi un diverso tipo di ricampionamento immagine (bicubic o progressive[1, 2, o 3 passate] ad esempio). Quindi era scontato che non fosse un immagine unica: non serviva fare ulteriori analisi. Sono solo stati incollati 6 elementi (ne ho contati 6 ma potrebbero essere di più) per avere un’unica immagine di più facile fruizione.

Che non fosse una sola immagine era insomma da ritenersi scontato e non poteva diventare la base per una smentita, visto che lo scopo di chi l’aveva creata non era far credere una cosa che non trovava riscontro nella realtà (ovvero che dovesse essere un’unica immagine, visto che non sarebbe mai stato possibile). Ma, forse, chi ha cercato di smentirne la veridicità, tutte queste cose non le sapeva.

Ulteriore dimostrazione è quel popup “you have new message” , che coincide con l’inizio di una nuova immagine (leggermente sfalsata). Quel messaggio appare in alcuni browser.  Non su Windows, ma bensì su una delle tante distribuzioni unix like, ed appare proprio sotto l’ultima riga di chat visualizzata. Quindi chi ha cercato di smentire non usa un sistema unix like. Ergo non può essere di Anonymous.

Dai, seriamente: si è mai visto un Hacker che usa solo Windows e che non abbia mai navigato su facebook con linux??? Io non ci credo…

Per quanto riguarda la lingua di facebook, viene impostata in base alla lingua (la localizzazione) del sistema operativo. Chiunque si occupi di informatica in maniere approfondita installa il proprio sistema in inglese per evitare non solo errori di traduzione, ma perché i sistemi informatici sono scritti così, come i linguaggi di programmazione, i terminali: tutto è in inglese, a parte il carissimo “finto anonymous” che si è divertito con paint a creare quella smentita.

Non so se questo possa esserti utile ma, come io acquisisco giornalmente informazioni di economia e politica da te, mi sembrava giusto ricambiare con quello che io conosco e che potrebbe non far parte del tuo bagaglio di conoscenze.

Concludo ringraziandoti per essere sempre e comunque super partes in ciò che scrivi.

Francesco

p.s. comunico, come già scritto tra i commenti della supposta smentita, che io non ho mai ricevuto nessuna richiesta di chiarimento da parte di supposti Anonymous, nè sabato né mai. E non mi sembra essere tipo da non agevolare in ogni modo tutti chiarimenti necessari (provare per credere)

p.s. 2, appena passa l’ondata di discredito, torniamo ad occuparci di problemi più seri. Promesso

 

18 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Claudio hai tutta la mia totale stima ed ovviamente credo nella tua buona fede e totale trasparenza a dispetto di anonymous che non è la prima volta che attaccano grillo.

    Anche se poi fingono di prendere le distanze ed attribuire il tutto ad una scheggia impazzita..

  • [quote]Ricevo e pubblico [anche in questo caso, dovreste ormai aver capito cosa significa 🙂 ] [/quote] 

     Perchè c’è chi non capisce…. ??? siamo messi male è … 

  • Carissimo Claudio,

    ti assicuro che chi ha un minimo di conoscenza dell’underground italiano è assolutamente consapevole che tutti i movimenti antagonisti sono sempre stati infiltrati.

    Non fanno eccezione certi sedicenti hacker che in realtà spesso sono ragazzini dei centri sociali, politicizzati e tecnicamente e intellettualmente limitati.

    Una delle voci corse stubito dopo il denial of service al primo blog italiano è stata che questi geni fossero stati "imbeccati" dal FAI… bhe… questo è il livello del panorama italiano… grazie al cielo ci son ben altre teste che sanno fare nella nostra penisola.

    Continua così.

    p.s. sull’immagine… 2m

  • Volevo solo precisare che il messaggio "you have new message" appare quando stai guardando con "visualizza conversazione completa" e qualcuno ti invia un messaggio mentre stai rivedendo i messaggi precedenti, non è prerogativa dei sistemi unix-like, questo ovviamente implica che l’unico che poteva fare gli screenshot era proprio il Foti. Che lo abbia conseganto a qualcuno di anonymous italia, che lo abbia inviato lui credo che ora come ora non abbia importanza. Ha invece importanza il diverso slogan di http://anon-news.blogspot.it che recita:

    We Are Anonymous

    We are Legion

    We do not Forget

    We do not Forgive

    Expect Us!

    e il messaggio aggiuntivo "united as 1 divided by 0" non è tipico degli annunci ufficiali di anonymous, però lo si trova in diverse cellule disconosciute tipo:
    http://www.facebook.com/Anonymousitaliani
    (poi disconoscere altri anonimi è quantomeno paradossale).

    Inoltre il messaggio ufficiale ha diverse mancanze, che saltano all’occhio di chiunque comprenda come funzionano i server di posta: tipo non ha assolutamente valore l’affermazione che l’email di invio è falsa, è palese che se arriva da anonymous deve essere irrintracciabile e in questo caso la tecnica prende il nome di sproofing.

    Poi che magra figura da Lamer hanno fatto questi di Anonymous official, daltronde chi utilizza dei trojan e dei bot per effettuare degli attacchi è di per se un Lamer.

    Scusate lo sfogo ma questi personaggi infangano da tempo il buon nome della filosofia Hacker, la stessa filosofia che ha dato origine a tutto l’ecosistema Opensource.
    • Ma appunto… (ogni tanto qualcuno che evidenzia le banalità ovvie): è chiaro che l’email mittente risulta inesistente. E ci mancherebbe altro che risultasse nota.
      Quello che non mi spiego è perché ci siano persone che non riescono ad arrivarci. L’unica spiegazione è che molti siano in malafede e basta.

    •  Ma quanto ci stanno facendo sbattere questi tre imbecilli, domani sapremo se hanno fatto danni o meno. Resta comunque che, se esiste ancora legge in Italia, il trio Marsilli-Foti-Loda meritino una punizione esemplare.

  • "Le screenshot di Anonymous? «Sono false» Ma gli orari smentiscono Foti, Loda e Marsili".

     

    In questo articolo, Leandro Perrotta (l’articolo intero lo trovate qui: http://bit.ly/TVpOuU) avanza seri dubbi sul fatto che gli screenshots pubblicati da Claudio Messora siano dei falsi e spiega perché:

     

    "«Ci sono giornalisti che continuano a chiamare e chiedere foto. Alberto Bucci e Alberto CustoderoNicolò SapellaniLeandro Perrotta». Sono le ore 7.48  di sabato 12 gennaio quando Foti informa su Facebook Loda dei primi giornalisti che sono riusciti a contattarlo. Tra questi il sottoscritto che (senza esito) aveva tentato di chiamare al cellulare il catanese Foti già la sera di giorno 11.(…)

    Ma la risposta di Andrea Massimiliano Foti al telefono avviene solo alle ore 11 e 6 minuti. «Signor Perrotta, per quanto riguarda la vicenda, deve parlare con Massimiliano Loda, lui le saprà spiegare tutto, io sono troppo impengato per parlare al momento», e fornisce anche il numero di cellulare.

    «Ti sta per chiamare Perrotta», scrive prontamente Foti su Facebook, alle 11 e 11 minuti, per avvertire Loda. A quanto risulta dalle screenshot, sarebbe bastato attendere pochi minuti, le 11 e 16 minuti, per sentirsi ripetere dal singor Foti la versione dei fatti presente nel «mantra» scritto sul La Voce d’Italia. La stessa versione apparsa su La Sicilia web e molti altri quotidiani da lì a pochi minuti."

     

    Ho inviato il post come commento dell’articolo della Collevecchio aggiungendo queste righe:

     

    "Allora, come la mettiamo Sig.a Collevecchio, il collega Perrotta mente?

    Se gli Anonymous si fossero inventati di sana pianta gli screenshots inviati a Messora come sostengono gli altri Anon, come facevano a conoscere il nome di Leantro Perrotta il quale aveva effettivamente chiamato ripetutamente Foti per un’intervista?"

     

    • Questo è quello che ho scritto ieri nella bacheca di Operation PayBack Ita, vi ricordo che anonymous non ha capi e non si riconosce in un solo gruppo, ci sono anche quelli indipenti che non amano la mediaticità, ma credo che inserire 2 righe con gimp, non sia una certificazione di un fake, si capisce bene che sono varie parti di messaggi inseriti in un solo jpg.  Altra cosa che mi lascia perplesso sta ne fatto che Mersili ha un proprio sito di informazione, avrebbe potuto smentire il tutto pubblicando il deposito del simbolo, tante sono le cose avvolte nel misterto, unica cosa certa è l’oscuramento del suo sito e il pagamento di 100k € al partito pirata italiano.
       
      Corrado Liotta Ragazzi avete fatto una ricostruzione e una investigazione peggio di un newbie, le conversazioni diverse e incollate per creare un unico jpg, lo capirebbe pure un bambino. Poi credo sia logico usare una email spoofata, altrimenti meglio chiamarsi publycus. Ci sono alcune cose che non quadrano, marsili non è il vero leader del partito pirata ma ha clonato il logo, http://ordinanza.partito-pirata.it/
      Ora Marsili ha depositato il logo del partito pirata, Foti del movimento 5 stelle, e loda di rivoluzione civile. Io direi che forse dietro cè qualche attacco alla democrazia di questo paese.
      https://www.byoblu.com/image.axd?picture=/immaginescippatorilogo500.jpg

      ordinanza.partito-pirata.it

      Il Tribunale di Milano ha stabilito che abbiamo il diritto d’impedire che il nosVisualizza altro

    •  
      Corrado Liotta Ed ecco il risultato:
      Tribunale di Milano
      Seziona Specializzata in Materia di Proprietà Industriale e Intellettuale

      Sito sottoposto a provvedimento giudiziale di oscuaramento del 30 Marzo 2012 – RGN. 72111/2011

  • Paolo Rampino ha scritto :
    Volevo solo precisare che il messaggio “you have new message” appare quando stai guardando con “visualizza conversazione completa” e qualcuno ti invia un messaggio mentre stai rivedendo i messaggi precedenti, non è prerogativa dei sistemi unix-like”

    quel messaggio il browser lo fà effettuando chiamate al sistema operativo, windows non ha quel tipo di popup, quelli che appaiono in windows sono diversi, quella nello screenshot e’ proprio di una distro.

  • Caro Claudio, da ignorante non posso fare altro che ragionare con la logica, tirando fuori da questo casino pirati ed anonymous resta di fatto che hanno tentato di escludere il M5S dalle elezioni. Se c’è una giustizia in Italia si dovrebbe partire con un’ indagine, da chi ha depositato il simbolo e andare a ritroso fino ad arrivare al mandante. Tutti sanno nel proprio intimo che non può essere stato solo un atto di stupidaggine di un singolo, ma di una più ampia orchestrazione fatta da attori non di poco conto. Anche se tutto è finito per il meglio, sta di fatto che un atto grave è stato commesso nei confronti del nostro paese, perciò la verità provata deve comunque essere appura con gli organi di giustizia. Non lasciamo cadere nell’anonimato questa vicenda. Buona giornata.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi