Fiducia? What’s fiducia?

bersani

Quindi improvvisamene gli attivisti del Movimento Cinque Stelle si sarebbero bevuti il cervello. Tutti insieme. Dopo avere combattuto per anni il Pdl e il Pd-L, dopo avere mandato “affa” tutto e tutti, improvvisamente, giunti nelle segrete stanze del potere, colpiti dall’ebrezza di qualche carica alla Camera o al Senato, sarebbero tutti per votare la fiducia a Bersani & Co. Ovviamente parliamo dello stesso Pd che ci ha regalato la tassa da 4 miliardi servita a pagare i conti di Monte dei Paschi di Siena, grazie al controllo capillare delle fondazioni bancarie e in cambio di agevolazioni di vario tipo e della stecca sugli stipendi degli uomini piazzati nelle posizioni chiave (vedi donazioni da quasi un milione di euro da parte di Mussari). E parliamo dello stesso PD che non ha mai fatto la legge sul conflitto di interessi ma che ha inciuciato con Forza Italia prima e con il Pdl poi. Ed è sempre lo stesso PD accanito europeista che va a chiudere la campagna elettorale a Berlino dopo avere votato e difeso ratifiche di trattati di sterminio di massa, come il Fiscal Compact e il Mes, e che è il più accanito sostenitore degli Stati Uniti d’Europa. Lo stesso PD che copia le parlamentarie di Grillo ma riserva i posti chiave per le solite Bindi & Co. Lo stesso Pd di Violante, di D’Alema, del Copasir, quello che mandava i cinesi a votare alle primarie in Campania, quello di “abbiamo una banca“, quello di Prodi che ci ha portato nell’Euro, quello della Goldman Sachs che lo sostiene apertamente, quello del golpe morbido di Giorgio Napolitano, quello che attraverso il leader Maximo lavorava da almeno due anni a un governo Monti e che ci ha preso per il culo (e continua a farlo) con la leggenda del Fate Presto e dello spread assassino, torcendo a proprio vantaggio la Costituzione, quello delle commissioni bancarie ripristinate in men che non si dica, dopo che erano state azzerate insieme alle spese per i conti corrente dei pensionati (e si è capito poi perché). Quel PD lì, insomma…

 

E questi duri e puri del Movimento Cinque Stelle, arrivati in Parlamento al ritmo di “vi apriremo come una scatoletta di tonno”, al primo canto delle sirene di gente corresponsabile di tutto questo sfascio, si metterebbero a invocare l’accordo, addirittura la fiducia, come un qualsiasi partitucolo da prima repubblica? Ma lo sanno questi signori che, se votano la fiducia, si rendono corresponsabili di tutto quello che farà dal giorno dopo il Governo di Bersani & soci? Lo sanno che questi sono vecchi squali della politica, controllano i ministeri e conoscono tutti i trucchi possibili per fare tutto l’ostruzionismo di questo mondo, per cui, conoscendo la tattica della melina meglio di chiunque altro, avendola praticata per intere legislature, prometteranno per l’ennesima volta di tagliarsi gli stipendi, di togliere i rimborsi e tutto il resto, ma poi troveranno tutte le scuse per ritardare fino ad arenare ogni progetto di legge del Movimento Cinque Stelle, mentre cercheranno di far passare nuove ignominie ai danni del popolo italiano, e queste ignominie ricadranno sulla testa del Movimento Cinque Stelle? Ma davvero il popolo del “tutti a casa” è diventato improvvisamente così accondiscendente, così stupido o così ingenuo?

Forse. O forse no. Forse i titoloni dei giornali, quelli che parlano di base spaccata basandosi su qualche commento su un blog e su una petizione in rete – e sono gli stessi giornalisti che non sanno distinguere “Twitter” da “Tweet”, ripetendo grottescamente “ho letto un twitter di tizio e caio” ad ogni ospitata televisiva – sono solo l’ennesima strumentalizzazione giornalistica orchestrata dalla vecchia politica che cerca di tamponare l’ondata di cittadini all’arrembaggio delle istituzioni.

Forse questa Viola Tesi che all’improvviso spunta fuori dal nulla, con una petizione pro fiducia (pro Pd) in rete, guarda caso su un sito che nulla ha a che fare con il Movimento Cinque Stelle, raccogliendo magicamente decine di migliaia di firme, non è esattamente espressione della base del Movimento. Potrebbe mai esserlo una che fino a un paio di mesi fa almeno militava convintamente nella base del Partito Pirata? Lo stesso partito pirata che deve vedersela con quel Marco Marsili che proprio durante le scorse elezioni, sbugiardato da Anonymous o chi per essi, cospirava contro il Movimento Cinque Stelle cercando di distruggerlo?

Viola Tesi

Ed ecco, cliccando qui, una delle tante conversazioni che provano la sua partecipazione attiva nella base del Partito Pirata. Può una attivista convinta di un altro movimento, a uno o due mesi dalle elezioni, diventare come per magia espressione della base del Movimento Cinque Stelle ed essere rilanciata, in primis da Repubblica, il giornale della tessera numero uno del PD (De Benedetti), con la sua petizione pro Pd (adesso capite la ragione delle regole sulle candidature di Grillo)? E le 75mila firme raccolte, come per magia, in meno di 48 ore, sono della base del Movimento Cinque Stelle? Cosa dà cotanta sicumera ai signori giornalisti che fanno i titoli? Fanno le pulci a una che non conosce il numero esatto dei senatori della Repubblica, e poi sparano titoli così palesemente scollegati dai fatti (salvo poi venire a fare i sermoni ai blogger in rete se per caso non mettono le virgolette sul titolo di un post)? Già, perché è evidente che se una di un altro partito viene spacciata per una rappresentante della base del Movimento Cinque Stelle solo perché pubblica una lettera su un sito qualunque, con la stessa nonchalance si possono far votare decine di migliaia di militanti di un qualunque altro partito sotto a una petizione qualsiasi e poi spacciare le firme come la prova evidente che la base del Movimento Cinque Stelle (o quella dell’ultimo partito della Nuova Guinea) è compatta contro il suo leader.

Tant’è vero che alcuni, tra i firmatari, non si fanno neppure scrupolo di mascherare il fatto non solo di non essere appartenenti alla base del Movimento Cinque Stelle, ma neppure di essere espressione di quegli 8 milioni e mezzo di italiani che hanno condiviso e votato le proposte di Grillo:

firma1_500firma2_500

Cari “grillini” (a me questo termine potete passarlo): voi siete arrivati adesso con le valigie di cartone, ma questi conoscono l’arte di mettervelo in quel posto meglio di chiunque altro, avendo una lunga scuola alle spalle. Cercate di non farvi fregare e rimettete, con lucidità, ogni tassello al suo posto.

Voi, per la vostra storia e per la natura radicale delle vostre rivendicazioni, che sono quelle che gli italiani vi hanno chiesto esplicitamente di portare avanti, non potete votare la fiducia a un partito che si è reso corresponsabile dello stato in cui versa questo Paese. Tutt’al più, se proprio Pd e PdmenoL ci tengono alla governabilità, possono sempre votare – loro – la fiducia al primo Governo targato Movimento Cinque Stelle.

 

 

339 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • La fiducia…

      Anch’io in un primo memento ero stato dubbioso: che bello, finalmente la possibilità di realizzare le nostre idee…

       

      Ma non è così, votare la fiducia, costituisce un preciso impegno nei confronti di chi la chiede,

      Cito dal sito del governo:

      “Entro dieci giorni dal decreto di nomina, il Governo è tenuto a presentarsi davanti a ciascuna Camera per ottenere il voto di fiducia, voto che deve essere motivato dai gruppi parlamentari ed avvenire per appello nominale, al fine di impegnare direttamente i parlamentari nella responsabilità di tale concessione di fronte all’elettorato.”

       

      Votare la fiducia ad un esecutivo del pd pertanto vorrebbe dire contraddire l’essenza del movimento cinque stelle stesso, vorrebbere dire firmar eun assegno in bianco ai responsabili dei disastri degli ultimi venti anni.

      E nel caso il poi il M5s facesse mancare questa fiducia, (come sarebbe ALTAMENTE probabile, a meno di non volersi sottomettere al pd) allora sì ci sarebbe ragione di dire che il M5s si comporta da irresponsabile.

      Mi rivolgo a chi ha votato M5s: se vi avessero chiesto PRIMA del voto se ritenevate giusto votare la fiducia al pd (il che vuol dire sostenerlo nel governare ANCORA l’Italia) cosa avreste risposto?

       

       

    • Lasciamo perdewre i Bizantinismi, quello che conta sono i fatti, fiducia per partire e poi ce ne freghiamo delle definizioni goiuridiche, non si può mandare all’ aria un Paese per una questione Giuridica…

    • Un centinaio almeno:

      A.A.A. VOLONTARI CERCASI – Per le esigenze del Dipartimento Comunicazione del PD Roma, si ricercano le seguenti figure di volontari:

      * Democratici Comunicatori della Rete – età compresa fra i 16 e i 70 anni, dotati di computer e connessione ad Internet, buona conoscenza della rete, dei blog e dei social network, disponibili a frequentare un corso di formazione presso la Federazione di Roma, da impiegare nella diffusione delle notizie relative al PD e nel contrasto della disinformazione propalata sulla Rete. (100 posti)

      fonte:

      http://www.pdroma.net/dipartimenti/comunicazione-e-propaganda/

    • Se poi consideriamo il fatto che nel corso di formazione cui verranno sottoposti verrà probabilmente insegnato loro come avere più nick per ciascun sito, ecco che il numero degli addetti al trollaggio da riporto marchiati pdmenoelle potrebbe diventare in breve incalcolabile.

      I primi effetti si vedono già nel numero di aderenti alla mozione-proposta di Viola Tesi. Peccato che la loro azione sia progettata e diretta con il Q.I. tipico del dirigente piddino, che poi è quello che ha generato la grande trovata di reprire personale adibito al trollaggio mediante annuncio pubblico. Così il fatto che si tratti di iniziative ingannevoli e strumentali appare evidente al primo sguardo.

  • Lo so che non c’entra niente ma siccome nessuno se ne occupa ho deciso di postare questo messaggio ogni giorno da ogni parte prima che finisca in prima pagina su Repubblica e ci faccia fare una figura di Merda.

    Primo : Siamo ormai in Parlamento e ancora non c’è nel sito di Grillo nessuna pagina per votare e applicare la democrazia diretta.

    Secondo : Il login su http://www.beppegrillo.it/movimento/ non funziona dal 27. Anche realizzando il primo punto come farà il 25% degli italiani a votare se non riesce nanche a loggarsi? Premo su “contattaci” e da errore. Cerco un tasto funzione per l’assistenza e manca. Non è più tempo di semplici Blog… deve diventare un sito istituzionale affidabile, funzionale, sempre in piedi e che dia supporto ai suoi utenti. Infine perchè nel primo link da errore e il login su http://www.beppegrillo.it da invece password errata!?!?

    Terzo : E’ tempo che invece dei post personali di Grillo appaiano dei post che scaturiscano da decisioni colleggiali degli eletti 5 stelle… giusto per far vedere che dietro a Grillo c’è qualcun’altro che pensa.

     

     

    • Attenzione! Si segnalano anche in questo blog Troll e Debunker Nazionali/UE

      In questo articolo: http://crisis.blogosfere.it/2013/02/europa-1-milione-di-euro-per-addestrare-i-funzionari-a-fare-i-troll.html, i dettagli con cui l’UE spende un milione di euro per addestrare troll.

      L’ondata di troll inviata dal Partito (anti) Democratico, non si esaurirà con le dichiarazioni di Beppe Grillo, in quanto essendo ormai alla canna del gas si dimeneranno come bestie morenti. Stessa cosa dicasi per i criminali dell’UE, che potrebbero raddoppiare i finanziamenti. Sono solo specchi per le allodole, non accettate provocazioni e lasciateli perdere, tra non molto smetteranno di respirare.

      La strada è già tracciata. Viva il M5S!

    • Stronzate,

      Primo, devono realizzare la piattaforma wiki, non sono neanche entrati e già vuoi scrivere proposte? Dagli tempo!

      Secondo: non è vero che è tutto bloccato, in questo preciso istante mentre scrivo ho la pagina del Movimento aperta http://www.beppegrillo.it/movimento/#_login a cui mi sono loggato tranquillamente, potresti avere problemi di connessione tu.

      Terzo: appena realizzeranno la piattaforma potremo interagire, così come stanno già facendo nel lazio.

  • Comunque, stavo pensando… Per ‘sto reddito di cittadinanza, basterebbe stracciare il Fiscal Compact. Si potrebbero ottenere quasi 700 euro al mese per i 6 milioni di disoccupati, giusto?

  • Stampa ridicola come sempre nei confronti del m5s. Sono un elettore 5 stelle, iscritto al movimento ed una fiducia a chi abbiamo criticato fino ad oggi sarebbe solo dimostrazione di estrema incoerenza, altro che buon senso. Buffone chi dice il contrario, questo articolo rappresenta perfettamente la mia idea, i giornalisti che scrivono “la rivolta del web a Grillo” non son degni di questo nome.

  • oooohhh grazie Claudio per aver scritto il post che posso spiattellare in faccia a tutti quelli che mi continuano ad assillare che il m5s dovrebbe votare fiducia a bersani per il Pene del paese

  • Claudio, non fa una piega.

    Rimangono però molti (ma non sappiamo quanti) che vorrebbero l’inciucio ad iniziare dalla famiglia Fo!

    Io sono per la linea tracciata sin dalla campagna elettorale, ma Grillo (che evidentemente è più “uno” degli altri) come se ne tirerà fuori?

  • Tranquilli, come al solito fra un paio di giorni nessuno si ricordera’ della famosa petizione e conseguente “rottura” della base perche’ i nostri democratici media avranno qualche altra novita’ succulenta da gettare in pasto agli italioti.

    Meglio cosi’, se qualcuno non e’convinto del M5S e’ meglio che voti qualcos’altro, altrimenti ci ritroveremo in continuazione in situazioni del genere.

    Lo stesso Grillo l’ha ripetuto centinaia di volte, se non volete partecipare, se non ci volete mettere qualcosa di vostro (che potrebbe essere anche solo il tempo d’informarsi per davvero) e’ meglio che non ci votate.

    Avanti cosi’, compatti e coerenti.

     

     

     

  • Buongiorno Claudio, per l’ennesima volta ha dimostrato competenza e serietà, sono d’accordo con l’analisi scritta nell’articolo. Saluti.

  • Grazie caro Claudio,

    effettivamente sono solo i ragazzi del PD o nuovi account che su twitter parlano di questa petizione.

    Purtroppo c’è chi non si rende conto che m5s non è la solita politica di ammucchiamenti puttane e bustarelle, noi non ci siamo stati prima e non ci stiamo ora.

    Tra l’altro c’è già una petizione opposta http://www.change.org/petitions/beppe-grillo-non-possiamo-dare-fiducia-a-un-governo-bersani che io trovo in teoria inutile visto che ovvio ai miei occhi.

    Bisogna togliere i soldi ai ladri e bugiardi e corrotti il prima possibile, il foglio, corriere, repubblica, etc.

    Che usino i soldi gia’ rubati, che non ne rubino di nuovi. E preso anche quelli gia’ rubati torneranno, o se torneranno.

     

    m5s votera’ le idee valide non dara’ carta bianca

     

     

  • sono molto daccordo con quello che dici. Rimane comunque il problema di vedere tornare il nano al governo o come presidente del senato (che gli eviterebbe tutti i suoi problemi giudiziari) e questo per me, per noi sarebbe davvero troppo.

    L’unico nello schieramento del PD che ha cercato di ascoltare e capire, secondo me, è il sindaco di Bari, Emiliano che fa una proposta che potrebbe essere recepibile.

    Sia il M5S a scegliere il premier, a formare il governo, eppoi sulla base di un accordo su 10 punti, 4 o quanti saranno capaci di stilare, (cominciando dalla legge elettorale e il conflitto d’interessi, ma ce ne potrebbero essere tanti altri, costi della casta etc) sarà il centro sinistra a dare la fiducia.

    Cosa ne pensi? Cosa ne pensate?

  • Per come la vedo io è semplice: stiamo rimuovendo del tessuto necrotico. Non puoi fermarti e dire ne abbiamo tolto abbastanza, va tolto tutto. Farà male? No, farà malissimo; ma va fatto. Avanti verso il primo governo 5 stelle

  • Il 25% ottenuto alle elezioni è una cosa enorme per un movimento nato dal basso, un vero prodotto della volontà partecipativa; una cosa enorme nella foresta pietrificata della politica italiana ma in generale nel panorama delle attuali “democrazie”. Era ovvio che, ancora più di prima, ci sarebbero stati attacchi continui di depistaggio e di deligittimazione. La via, indubbiamente difficile, è quella di imparare a convivere con il fuoco di sbarramento che sarà sempre più fitto, fare fronte compatto, tirare avanti per la propria strada tenendo dritta la barra sui principi che hanno portato il movimento sin qui.

    I parlamentari del M5S e i suoi simpatizzanti devono saperlo: sarebbe un danno e un peccato enorme disperdere questo patrimonio.

  • ho firmato quella petizione ma dopo aver letto sto blog me ne pento. Il PD e’ il nemico pubblico numero 1, altro che alleanze.

  • STRAQUOTO.

    mi permetto di aggiungere due questioni (dedicato a chi auspica ad un governo cs-m5s):

     

    PRIMA QUESTIONE: il pd ha dichiarato sì ad esempiop di tagliare i costi della politica e fare una legge anticorruzione, ma questo vuol dire tutto e vuol dire niente. il m5s proporrebbe eliminazione dei fianziamenti pubblici ai partiti, eliminazione delle province, taglio degli emolumenti a 2500 euro al mese + rimborso spese rendicontato, eliminazione fondi ai gruppi parlamentari, dimezzamento dei parlamentari, dimezzamento dei consiglieri regionali, taglio drastico auto blu, rapporto 1 a 10 degli stipendi dei manager pubblici, taglio spese quirinale, eliminazione di vitalizi e buoneuscite per parlamentari…….e questo è solo l’ASSAGGIO. vi pare che il pd potrebbe accettare di fare queste condizioni???? se pensate che il pdmenoelle possa ragionare seriamete allora siete dei creduloni, quasi aveste dimenticato che i dirigenti del pd sono gli stessi da 20 anni e anche quando avevano la maggioranza non hanno mai mosso un dito, figuriamoci se il m5s comincia anche a parlare di lotta alla corruzione

     

    SECONDA QUESTIONE. signori, voi non fate i conti con l’oste. le intenzioni dei partiti contano, ma solo fino ad un certo punto. a decidere a chi dare l’incarico è il presidente della repubblica.

    vi rendete conto che abbiamo gli occhi del mondo (della finanza) puntati addosso????

    vi rendete conto che gli incontri  di ieri di napolitano con la merkel e monti con barroso non sono casuali???

    Vi rendete conto che il prossimo governo lo farà germania????

    Vi rendete conto che il m5s non è una garanzia per “continuare sulla strada delle riforme”????

    Vi rendete conto che a ottobre  si dovrà votare la legge di stabilità e con essa la prima rata del FISCAL COMPACT, una manovra che vale di 45 MILIARDI di euro e comporterà la distruzione del wellfare???

    Vi rendete conto che un governo sostenuto dal m5s, che si opporrà ai tagli a scuola-sanità-wellfare e privatizzazioni, nascerebbe già morto???

    vi rendete conto che la germania e l’europa faranno di tutto per impedire al m5s di prendere il potere ed opporsi all’austerity???

     

    ecco voglio dire a queste persone che pensano ingenuamente ad una redenzione del pd: USATE IL CERVELLO

    • Io mi rendo perfettamnte conto di quello che dici. Dobbiamo spargere il verbo il piu possibile e spiegare con santa calma a tutti come sta veramente la situazione. Ci vorra del tempo ma dobiamo farlo.

  • Euroleso ha scritto :
    Attenzione! Si segnalano anche in questo blog Troll e Debunker Nazionali/UE In questo articolo: http://crisis.blogosfere.it/2013/02/europa-1-milione-di-euro-per-addestrare-i-funzionari-a-fare-i-troll.html, i dettagli con cui l’UE spende un milione di euro per addestrare troll. L’ondata di troll inviata dal Partito (anti) Democratico, non si esaurirà con le dichiarazioni di Beppe Grillo, in quanto essendo ormai alla canna del gas si dimeneranno come bestie morenti. Stessa cosa dicasi per i criminali dell’UE, che potrebbero raddoppiare i finanziamenti. Sono solo specchi per le allodole, non accettate provocazioni e lasciateli perdere, tra non molto smetteranno di respirare. La strada è già tracciata. Viva il M5S!

    … a maggior ragione bisogna potenziare i sito e distribuirlo ramificandolo in sottodomini di più sedi così se buttano giù il sito principale è più difficile buttarli giù tutti.

    Non dimentichiamo poi che con le normative vigenti possono bloccarti un dominio con una semplice denuncia … un cavillo qualunque e il dominio http://www.beppegrillo.it viene bloccato!

     

    • Caro Claudio,

      occorrerebbe che per onestà intelluttale tu faccia una rettifica circa quello che hai scritto di questa Viola Tesi: non è una truffaldina infiltrata, lei è aderente del partito pirata ma le tue fonti sono imprecise: il Partito Pirata infatti non si è presentato alle scorse elezioni e non c’entra niente col Partito dei Pirati (anzi ha già a tempo debito diffidato il partito di Marsili: vedi ad esempio il sito ufficiale http://votopirata.it/ , ma si trovano anche altre fonti). Lei afferma (e io dato quanto ho appena scritto ci credo) di aver votato M5S alle scorse elezioni, non di far parte del movimento.

      Ciò non toglie niente alle altre considerazioni che fai in merito al perchè il Movimento non dovrebbe dare la fiducia a Bersani, ma toglie un’aspetto complottistico nell’atto di Viola Tesi che non esiste.

      Per chiarezza, io non sono un elettore del M5S e non ho firmato la petizione di Viola per varie ragioni (oltre al fatto che non ho votato il movimento c’è il fatto che change.org è un sito poco serio per quel che ne so).

       

  • Quindi per lei, Byoblu, Di Pietro è corresponsabile di tutti i provvedimenti del Governo Monti (anche quelli non votati) perché gli votò la fiducia? Non ha senso!

  • Ennesimo centro Claudio!!!

    Grazie.

    …Eppoi,a giorni,arriveranno i nomi dei famosi vertici del caso MPS:

     ” SBRANEREMO CHI CI ACCUSA…” …vi ricorda qualcosa?

    …Lo smemorato  andava in bankitalia nel 2004-2005 per sponsorizzare MPS!!!

    E ora rivogliono la verginità col culo delle persone oneste del

    Movimento Cinque Stelle????????????

     


    LO SMEMORATO BERSANI ANDAVA IN BANKITALIA PER SPONSORIZZARE MPS:

     

  • Una domanda: ma secondo te quelli di sinistra (e sono almeno la metà) che hanno dato il voto a m5s perchè incazzati neri per i motivi su esposti (che io condivido) poi lo daranno di nuovo se vedranno sfumare a questa occasione la possibilità di realizzare anche qualcuno dei punti a cui tengono?
    Se il pd propone un programma di pochi punti tipo:

    – legge elettorale

    – conflitto di interessi

    – taglio dei costi politica

    – un aggiustamento del welfare pro precari

    – un rifinanziamento di scuola e università

    – qualcos’altro cari al m5s e alla base di sinistra

     

    e Grillo rifiuta… secondo me alla prossima tornata a stento supera lo sbarramento.

    Quando hai il 25% gli elettori ti guardano …. gli esodati, quelli dell’Ilva, i precari, i docenti, le famiglie che vogliono i figli al tempo pieno,…..

     

    Bersani si sarà pure incastrato, ma Grillo non è messo meglio. Diciamo la verità, Grillo (e forse anche te) sperate nel governo pd-pdl così da arrivare al 51% al grido di “tanto peggio tanto meglio”. Ma se così non fosse, se Bersani NON fa l’alleanza con il banana, rischiate di bruciarvi voi. Il duro e puro funziona quando non conti, quando invece hai la possibilità di migliorare la vita di chi ti ha votato (fosse anche solo un pochetto) e non lo fai, ne paghi le conseguenze.

  • Concordo pienamente!

    Vorrei aggiungere che ho votato M5S e non mi interessa se una senatrice non conosce il numero esatto dei deputati e dei senatori, per me il giudizio si da su valori completamente diversi.

    Concedetemi una citazione di De Gregori.

    “Ma Nino non aver paura di sbagliare un calcio di rigore,

    non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore,

    un giocatore lo vedi dal coraggio, dall’altruismo e dalla fantasia.

    Il ragazzo si farà, anche se ha le spalle strette,

    questo altro anno giocherà con la maglia numero sette.”

     

     

  • Capisco il tuo punto di vista Claudio, scusami ma non ho il tempo di scriverti una risposta formalmente ineccepibile fra mille impegni di lavoro (ah, quante volte mi riprometto che prima o poi potrò dedicarmi tempo pieno alle mie passioni come hai avuto il coraggio di fare tu), ma ci tengo a risponderti lo stesso.

    Seguo grillo dai tempi di tele+, quando si scagliava contro l’144, avevo forse 10 anni e devo a lui buona parte del mio spirito critico.
    Rispetto al movimento 5 stelle sono un simpatizzante della prima ora, pur rimanendone all’esterno per poter mantenere una posizione critica (come fai tu). Già questo dover rimanere all’esterno se si vogliono muovere critiche è un primo campanello d’allarme, se vogliamo. Ma ora non vogliamo.

    Li ho votati per un solo motivo: non potendo votare la Rete dei Cittadini in quanto non candidata nella mia circoscrizione ho votato la forza politica che si è impegnata maggiormente a remare nella direzione di una vera democrazia.
    Nel momento in cui sono eletti devono prendere atto che democrazia non significa “quello che vuole il non-leader” e nemmeno “quello che vogliono gli iscritti al movimento” e nemmeno “quello che vuole chi ha votato il movimento”, ma bensì significa Governo del Popolo.

    Ora, non sono così ingenuo da pensare che debbano aprire le porte a tutti dall’oggi al domani, lo so che la democrazia è un concetto ideale e che, in quanto tale, per poter essere applicato alla realtà ha bisogno di un qualche grado di approssimazione.
    L’approssimazione che l’ha resa possibile finora nel M5S e che ha portato a questo straordinario risultato si chiama Grillo.

    Ora il punto è, vorranno ridurre l’approssimazione e quindi avvicinarci a una Vera Democrazia o vorranno aumentarla e tradire le promesse elettorali?

    Quindi quando scrivi: “Tant’è vero che alcuni, tra i firmatari, non si fanno neppure scrupolo di mascherare il fatto non solo di non essere appartenenti alla base del Movimento Cinque Stelle, ma neppure di essere espressione di quegli 8 milioni e mezzo di italiani che hanno condiviso e votato le proposte di Grillo” …renditi conto che stai distorcendo anche tu il significato di “democrazia”. Stai aumentando il livello di approssimazione.

    Altrimenti come puoi trasformare un atto di trasparenza, cioè il dichiarare di aver votato PD, in un qualcosa di cui bisognerebbe farsi perfino scrupolo?

    Ma allora qual è il livello di approssimazione accettabile?
    Grillo e Casaleggio hanno promesso una piattaforma in cui far votare i cittadini, hanno promesso che gli eletti del M5S sarebbero stati solo dei rappresentanti, un terminale della volontà generale espressa dal popolo mediante la piattaforma. Per questo io li ho votati.

    In assenza di questa piattaforma è troppo comodo uscirsene con scuse del tipo “il blog è stato colonizzato da gente che ha votato PD e PDL” (sorvolando sul fatto che questi sono pur sempre cittadini e quindi, a maggior ragione, popolo).

    Posso accettare che l’accesso alla piattaforma sia riservato inizialmente a un sottoinsieme del popolo, per esempio a chi ha votato alle Parlamentarie.

    Ma non potrei mai accettare l’assenza della piattaforma, decisioni di rilevanza nazionale prese da Grillo/Casaleggio come se si trattasse di espellere un Favia qualunque, una piattaforma che tenda a restringere sempre di più l’insieme degli “aventi accesso” piuttosto che allargarlo fino a includere tutti i cittadini italiani. Sarebbe venir meno alle promesse elettorali, come farebbe un partito qualsiasi.

    Grazie per avermi letto,
    Duccio

  • Messora, ti rinnovo la mia stima e ti ringrazio infinitamente. Puó sembrare banale e superfluo, ma per molti di noi (e non mi ritengo l’ultimo arrivato) la rete é una libera giungla insidiosa, piena di trappole e tranelli, in cui l’informazione seria va scovata e filtrata da commenti e manipolazioni. Le persone come te ci fanno da bussola, non mollare e non molliamo. Insegnaci ad informarci

  • Se il M5S non vota la fiducia al governo non potrà attuare nemmeno un punto del proprio programma. Non si tratta di inciucio (non tradisce le promesse fatte) ma di democrazia (per attuare quelle promesse). 

  • Ciao Claudio. Seguo il tuo blog, il blog di Beppe e sono iscritto (purtroppo non certificato) del movimento dalla sua nascita. Faccio attività di volontariato e non frequento i meetup per questioni prettamente di tempo. Il tempo libero lo dedico ad altre associazioni e proprio non ce la faccio.

    In un primo tempo anche io ero a favore della fiducia ad un possibile governo Bersani. Col tempo e soprattutto per ragioni di reale opportunità politica (come unica opposizione avremmo la possibilità di entrare in stanze importantissime) saremmo più utili, entrando al copasir magari potremmo svelare un bel po’ di mistri d’Italia. La mia fiducia negli eletti per me è totale.

    Ma ti scrivo soprattutto per chiederti di prestare ai molti che credono nell’appoggio al PD più comprensione. Si tratta prevalentemente di persone che (come me) hanno paura delle conseguenze del PUDE al governo per un’altro anno. E di altri che vorrebbero in buona fede che gli ultimi di questo paese, e cioè i cittadini, non fossero lasciati indietro il più presto possibile. Purtroppo per non lasciarli indietro l’opposizione è l’unica speranza.

    Dal mio punto di vista comunque una cosa è certa. Ricorderò per sempre questo 25 febbraio.

  • E’ vero che l’ispiratrice della petizione è una “farlocca” 5 stelle, ma moltissimi di quelli che hanno firmato, seppure non sono attivisti, sono cittadini che hanno votato 5 stelle. Credo che questo vada preso in considerazione.

    • Ad esempio la petizione di Jacopo Fo proprio farlocca non è. Dai ragazzi su. Volemose bene. Siamo un movimento in cui 1 vale 1 e se un ultimo arrivato con le valige di cartone “è un grillino” sta storia dell’uno vale uno non vale. Dobbiamo rispettarci di più.

  • Ciao Claudio

     

    Ottimo lavoro come sempre sullo smascheramento della finta petizione.  Anche a me puzzava e l’ho detto ma non sono stato così bravo.

     

    PERO…

    Il desiderio è giustamente quello di decidere una proposta alla volta, decidendo se appoggiarla o meno.

    Ma perchè questo accada le proposte ci devono essere

    Affinche ci siano le proposte deve esserci un governo

    Perche ci sia un governo gli va data la fiducia

    Altrimenti salta tutto, si perde la faccia (e almeno metà dei voti) e addio a tanto lavoro.

    Tanto… che abbiamo da perdere? 

    LI TENIAMO PER LE PALLE !!!

     

     

  • Vi ricordate di Verdi, Radicali, Rifondazione Comunista (e altri partiti ex PCI) e IdV? Tutta gente che ha fatto da stampella al centro-sinistra ottenendo in cambio un bel niente, oggi ridotti allo zero virgola. Una volta incassata la fiducia, Bersani non farebbe altro che ripetere il copione: pretendere l’approvazione delle peggio porcate col sistema del voto di fiducia a ripetizione, e se i fessi si ribellano gli si dà la colpa di aver fatto cadere il governo e aver fatto vincere Berlusconi.

     

    E tutto questo senza avere neanche la decenza di proporre una squadra di Governo alla quale dare la fiducia, come se bisognasse dargliela a prescindere.

  • http://www.movimentotorino.it/2013/02/cara-viola-di-firenze.html

    Cara Viola di Firenze,

    ti ringrazio per la tua petizione che il giornale di De Benedetti ha prontamente provveduto a rilanciare nel titolo di apertura in prima pagina, come fa regolarmente con tutte le petizioni di tutti i ventiquattrenni d’Italia.

    Tu chiedi al Movimento 5 Stelle di sostenere un governo che faccia una decina di cose: la riforma elettorale, la legge sul conflitto di interessi, il reddito di cittadinanza, la cancellazione dei rimborsi elettorali… Noi le condividiamo, dunque se venissero presentate in Parlamento, seriamente e senza trucchi, le voteremmo; anzi le presenteremmo noi per primi.

    Il problema, però, è che non le condivide Bersani. Ti ricordi quando gridava (vabbe’, dai: rantolava) che il reddito di cittadinanza era una promessa populista e insostenibile? E che i rimborsi elettorali sono essenziali per la democrazia? E la riforma elettorale, la legge sul conflitto di interessi, perché non le ha fatte quando governava?

    Secondo te, veramente il PD dopo le elezioni ha avuto una crisi di coscienza ed è diventato buono, e ha deciso che improvvisamente voleva aiutare i “grillini” a realizzare il loro programma di stravolgimento dell’Italia, andando contro gli interessi che lo sostengono da anni? Per crederci, bisogna essere veramente ingenui o molto piddini.

    Se per il Paese è necessario un governo che porti avanti il programma del M5S, una strada c’è: far fare il governo al M5S, e che siano gli altri a dargli fiducia. Ma se questa strada ti pare eccessiva, ce n’è ancora un’altra: un governo di persone super partes (ma veramente, non come Monti & c.) che si proponga con quel programma lì. Ma persino se dovessero fare il governo PD-PDL con relativa fiducia, basta che proponga quelle cose lì e noi le voteremo: non è che perché fanno il governo col PDL allora non possono più portare avanti questi punti, se veramente li vogliono fare.

    Quello che non puoi pensare, invece, è che il Movimento 5 Stelle possa promuovere la nascita di un governo di Bersani e di Monti (son già talmente alleati che manco c’è bisogno di dirlo), con ministri tipo Enrico Letta e Rosy Bindi, per poi magari vedere questo governo far passare ogni genere di porcata senza nemmeno transitare dal Parlamento, a botte di decreti e di sottogoverno, costringendoci nel frattempo a tenerlo vivo per completare riforme che “casualmente” si impantanerebbero esattamente come si sono impantanati il taglio degli stipendi dei parlamentari e l’abolizione delle province durante il precedente governo Monti-Bersani.

    Quindi ti ringrazio per la tua proposta e ti rassicuro che noi la porteremo avanti senz’altro, ma che non siamo così ingenui da pensare che improvvisamente gli stessi che hanno rovinato l’Italia muoiano dalla voglia di cambiarla. E per favore, dì a Pierlu Smacchiagiaguari che la smetta di dire “venite a dirmelo in Parlamento” e di rivolgersi direttamente ai nostri neoparlamentari cercando di convincerli a votare la fiducia (magari in cambio di un ministero), che magari il pirla che ci casca lo trova pure, ma in generale come tentativo di spaccarci è piuttosto patetico.

    Con stima,

    Vittorio Bertola
    Movimento 5 Stelle, Torino

  •  

    Tutto giusto, ma l’alternativa qual’è? Sperare di avere all’ennesima elezione la maggioranza assoluta? Di opposizione si muore. Si scompare. Questo 25% è vero oggi, non illudiamoci che debba necessariamente crescere facendo i duri e puri e andando a votare di nuovo tra qualche mese. Molti voti sono in prestito e proprio perchè il “vecchio” è forte e furbo possono sparire facilmente ed è ora che vanno onorati. Anche solo un cambiamento sarebbe una vittoria. La politica, quella bella e buona, è comunque mediazione, prima o poi ci si deve arrivare.

    Non dimentichiamo inoltre che un movimento così ha proprio al suo interno il nemico maggiore. Ne vedremo delle belle, ci siamo capiti. carpe diem e mettiamo in pratica il massimo che si riesce a ottenere. Duri e puri nella trattativa di un programma di governo portando il PD al cambiamento. Dovranno loro di NO, se non ci si prova emarginandosi da soli sarà tutto vano.

    Alessandro

  • Sembra che nella maggior parte dei commenti

    la preoccupazione principale sia il ritorno del nano,

    o di monti (in piccolo apposta).

    Fate differenze tra furti e ruberie di dx e sx ??

    allora avete seri problemi di onestà intelletuale.

     

    Chi appoggia l’Euro,la causa di tutti i nostri problemi ??

    Il gargamella più dell’indecente nano.

    e il post di Claudio ne è la conferma,con dati e informazioni.

     

    E non tirate fuori il debitopubblicocattivocastacorruzione

    perchè siete luogocomunisti e disinformati o eurotroll.

     

    Niente voltagabbana,nessuno vi vuole nel M5S,

    e non parlate di senso di responsabilità verso il popolo italiano,

    non si risolve niente vendendo il culo o l’anima.

     

     

     

     

     

  • Anche se Viola Tesi non esistesse rimane che milioni di persone stanno chiedendo a Grillo di andare a governare, ma lui non sa che pesci prendere… forse pensava di rimanere all’opposizione e a preso troppi voti…

  • Bella spiegazione.

    Ma ne esista un’altra, più semplice..forse Grillo (che,alla faccia della democrazia diretta continua a tirare i fili del M5stelle senza chiedere nulla a nessuno) si è reso conto che distruggere è più facile che costruire e il tuo articolo dembra essere d’accordo con lui,seguendo la sua stessa filosofia: hai detto quello che NON bisogna fare,ma non hai fatto proposte alternative (se non quella di iniziare un duello a singolar tenzone con gli altri partiti per vedere chi vota la fiducia a chi,in tal caso mi metto comodo,ha l’aria di dover andare per le lunghe).

    In questo caso non si trattava di fare alleanze o inciuci,ma di votare la fiducia per un partito che da quel momento in avanti sarebbe dipeso dal movimento per prendere qualunque decisione, e voi avreste potuto approfittare di questo potere contrattuale per far valere le vostre ragioni e i vostri obbiettivi.

    Invece è stato deciso (da UNA sola persona,ricordiamocelo) che non ci saranno accordi di nessun tipo, costringendo il PD a rivolgersi altrove,forse a Monti. Quando cominceranno a fare gli interessi di certi europeisti però vediamo di non dargli addosso come al solito, perchè la responsabilità di tutto ciò cadrà sulla testa del m5stelle, e non a torto !

    PS Bella coerenza anche di Grillo,che pochi giiorni fa in un’intervista a una televisione svedese ventilava ipotesi di collaborazione in caso di vicinanza di idee

  • E’ insopportabile che molti elettori saliti sul carro dei vioncitori vogliano risovere le questioni che in 40 anni non si sono mai affrontate. Questi erano ladri e ladri rimarranno. Non è possibile fare accordi con chi svende il popolo italiano dopo averlo calpestato per 40 anni,  di fatto riducendolo alla fame, attraverso la politica del “ce lo dice l’europa”

    Questi sono Zombie ed hanno preparato un loculo anche per noi. Vogliono legarci in modo indissoluto al morto affinchè i vermi prodotti ci mangino vivi.

    Noi siamo i vivi e non vogliamo morire cosi’. Siamo già stati trascinati tutti nelle sabbie mobili e ogni movimento ci fa sprofondare sempre piu’ in basso.

    Devono andare tutti a casa non è solo uno slogan, faranno un accordo PD+L con PD-L con a capo il presidente della Trilaterale Monti (tanto sono trasversali e compatibili) e quando gli italiano comincieranno ad essere sbranati dai vermi arriveremo al 60%. E’ solo quello il momento di agire (purtroppo).

  • E’ insopportabile che molti elettori saliti sul carro dei vioncitori vogliano risovere le questioni che in 40 anni non si sono mai affrontate. Questi erano ladri e ladri rimarranno. Non è possibile fare accordi con chi svende il popolo italiano dopo averlo calpestato per 40 anni,  di fatto riducendolo alla fame, attraverso la politica del “ce lo dice l’europa”

    Questi sono Zombie ed hanno preparato un loculo anche per noi. Vogliono legarci in modo indissoluto al morto affinchè i vermi prodotti ci mangino vivi.

    Noi siamo i vivi e non vogliamo morire cosi’. Siamo già stati trascinati tutti nelle sabbie mobili e ogni movimento ci fa sprofondare sempre piu’ in basso.

    Devono andare tutti a casa non è solo uno slogan, faranno un accordo PD+L con PD-L con a capo il presidente della Trilaterale Monti (tanto sono trasversali e compatibili) e quando gli italiano comincieranno ad essere sbranati dai vermi arriveremo al 60%. E’ solo quello il momento di agire (purtroppo).

  • E’ insopportabile che molti elettori saliti sul carro dei vioncitori vogliano risovere le questioni che in 40 anni non si sono mai affrontate. Questi erano ladri e ladri rimarranno. Non è possibile fare accordi con chi svende il popolo italiano dopo averlo calpestato per 40 anni,  di fatto riducendolo alla fame, attraverso la politica del “ce lo dice l’europa”

    Questi sono Zombie ed hanno preparato un loculo anche per noi. Vogliono legarci in modo indissoluto al morto affinchè i vermi prodotti ci mangino vivi.

    Noi siamo i vivi e non vogliamo morire cosi’. Siamo già stati trascinati tutti nelle sabbie mobili e ogni movimento ci fa sprofondare sempre piu’ in basso.

    Devono andare tutti a casa non è solo uno slogan, faranno un accordo PD+L con PD-L con a capo il presidente della Trilaterale Monti (tanto sono trasversali e compatibili) e quando gli italiano comincieranno ad essere sbranati dai vermi arriveremo al 60%. E’ solo quello il momento di agire (purtroppo).

  • E’ insopportabile che molti elettori saliti sul carro dei vioncitori vogliano risovere le questioni che in 40 anni non si sono mai affrontate. Questi erano ladri e ladri rimarranno. Non è possibile fare accordi con chi svende il popolo italiano dopo averlo calpestato per 40 anni,  di fatto riducendolo alla fame, attraverso la politica del “ce lo dice l’europa”

    Questi sono Zombie ed hanno preparato un loculo anche per noi. Vogliono legarci in modo indissoluto al morto affinchè i vermi prodotti ci mangino vivi.

    Noi siamo i vivi e non vogliamo morire cosi’. Siamo già stati trascinati tutti nelle sabbie mobili e ogni movimento ci fa sprofondare sempre piu’ in basso.

    Devono andare tutti a casa non è solo uno slogan, faranno un accordo PD+L con PD-L con a capo il presidente della Trilaterale Monti (tanto sono trasversali e compatibili) e quando gli italiano comincieranno ad essere sbranati dai vermi arriveremo al 60%. E’ solo quello il momento di agire (purtroppo).

  • E’ insopportabile che molti elettori saliti sul carro dei vioncitori vogliano risovere le questioni di 40 anni di malgoverno in 3 secondi netti. Una sola è la certezza: questi erano ladri e ladri rimarranno. Non è possibile fare accordi con chi svende il popolo italiano dopo averlo calpestato per 40 anni,  di fatto riducendolo alla schiavitu’ dettata dai vari minchionne, forminchioni ecc. Hanno prodotto odio e  fame, attraverso la politica del “ce lo dice l’europa” ma che di fatto era imposta dalla trilaterale di monti, dal bildelberg dalla goldman e sachs ecc ecc.

    Questi sono Zombie ed hanno preparato un loculo anche per noi. Vogliono legarci in modo indissoluto al morto affinchè i vermi prodotti ci mangino vivi.

    Noi siamo i vivi e non vogliamo morire cosi’. Siamo già stati trascinati tutti nelle sabbie mobili e ogni movimento ci fa sprofondare sempre piu’ in basso.

    Devono andare tutti a casa non è solo uno slogan, faranno un accordo PD+L con PD-L con a capo il presidente della Trilaterale Monti (tanto sono trasversali e compatibili) e quando gli italiano comincieranno ad essere sbranati dai vermi arriveremo al 60%. E’ solo quello il momento di agire (purtroppo).

  • proid ha scritto :
    http://www.beppegrillo.it/movimento/

     

    E’ chiaro che i server che ospitano i vari siti non sono stati dimensionati per l’enorme flusso di contatti di questi giorni; non sono però sicuro che dovrebbero esserlo, essendo questo traffico anomalo.

    Sarebbe come voler dimensionare i server dell’Ansa per un evento come quello dell’11 settembre.

    Sugli strumenti da usare poi si può discutere…

  • io glio ho pure risposto a quella falsa pirata

    assolutamente contrario ad un accordo con pd, mi spiace.
    La strada è tracciata, non mischiarsi con la politica vecchio partito.
    Ciao Gabriele

  • Siamo nel ridicolo più completo; la stampa attacca il M5S perchè troppo asservito al volere di Grillo e contemporaneamente perché troppo diviso al suo interno.

    Che si decidano, o l’una o l’altra.

    Ma se anche ci fossero queste divisioni, qual’è il problema?

    Il M5S è un movimento politico, mica il monolito di

    2001 odissea nello spazio!

  • Ottimo articolo, dobbiamo difenderci dagli attacchi di questi mostri informando ed informandoci sempre meglio.

    Bisogna smascherarli ogni volta che ci provano. Fantastico Claudio e tutti quelli che hanno collaborato alla stesura di questo testo. Avanti così!!

  • Ottimo articolo, dobbiamo difenderci dagli attacchi di questi mostri informando ed informandoci sempre meglio.

    Bisogna smascherarli ogni volta che ci provano. Fantastico Claudio. Avanti così!!

  • Sono stato un simpatizzante e lo sono tutt’ora.Mi sono iscritto al V Day qlc anno fa e alle elezioni il mio voto per cinque stelle insieme alla miafamiglia l ho dato.Questo per dire che la mia simpatia c’è e nn è dell’ultimissima ora.Però vorrei dire: nel programma ci sono tantissime cose importanti serie e anche, volendo urgenti. Siamo sicuri che se poi rinunciamo ad appoggiare , anche solo su un programma preciso il PD poi alle prossime elezioni nn ci ritorna lo psiconano malefico e ci butta di nuovo di sotto col ponte sullo strettoe simili porcate?Non potrebbe essere il caso di valutare seriamente le possibilità che ci si offrono di portare avanti, ora, subito le nostre istanze? Magari stando bene attenti alle trappole ed alle illusioni… ma tra i due cadaveri preferisco enormemente quello a sinistra.. sembra che voglia cadere nella nostra direzione….

  • Sono stato un simpatizzante e lo sono tutt’ora.Mi sono iscritto al V Day qlc anno fa e alle elezioni il mio voto per cinque stelle insieme alla miafamiglia l ho dato.Questo per dire che la mia simpatia c’è e nn è dell’ultimissima ora.Però vorrei dire: nel programma ci sono tantissime cose importanti serie e anche, volendo urgenti. Siamo sicuri che se poi rinunciamo ad appoggiare , anche solo su un programma preciso il PD poi alle prossime elezioni nn ci ritorna lo psiconano malefico e ci butta di nuovo di sotto col ponte sullo strettoe simili porcate?Non potrebbe essere il caso di valutare seriamente le possibilità che ci si offrono di portare avanti, ora, subito le nostre istanze? Magari stando bene attenti alle trappole ed alle illusioni… ma tra i due cadaveri preferisco enormemente quello a sinistra.. sembra che voglia cadere nella nostra direzione….

  • INFORMAZIONE DI REGIME ALLA TV3.
    L’amica Viola di Firenze ha lanciato un appello sul BLOG invitando Grillo ad accettare la collaborazione con Bersani. e subito ha avuto 100mila adesioni che rispetto agli oltre 6milioni di votanti il MOV sarebbe lo 0,016%. Poichè la 3 è gestita dal PD fa comodo evidenziare tale notizia. Per par conditio perchè non illustra le posizioni contrarie ? Non rientra nei loro interessi, vogliono far apparire che Grillo ha degli oppositori interni. Almeno noi abbiamo la possibilità di dire la ns. il PD non da alcuna possibilità ai suoi iscritti di fare altrettanto, ma pretestuosamente accalappia quelle notizie contrarie alla posizione di Grillo.Le mette in prima pagina TV, fa interviste all’amica di FI ossia fa pressioni indebite sul MOV portando acqua solo al loro molino.
    Ma se 6miloni di elettori dicessero tutti la loro il governo si farebbe dopo 3 anni di consultazioni. E’ giusto partecipare alla fase propositiva ma questa deve non venire strumentalizzata dai vecchi partiti, e dobbiamo iniziare a rinunciare volontariamente ad un po’ di democrazia personale a favore di una quota maggiore di democrazia collettiva.
    Dopo aver detto la ns. e quindi partecipato dal basso, ci si deve attenere alle decisioni di quelli a cui abbiamo dato fiducia con il voto ed entrare in una maggioranza consapevole od in una minoranza combattiva. Chi vede le proprie tesi diventare minoranza, ha diritto di dire la sua ma se non accetta di far parte della minoranza deve andarsene e perdere ogni diritto interno al MOV, vada nei vecchi partiti che ti sfruttano solo quando hanno bisogno di consenso e poi decidono tutto loro sputandoti adosso con le loro decisioni non curanti dell’elettore,ma orientati a salvare i loro privilegi schifosamente accumolati nel tempo.
    Vai avanti BEPPE ci hai unito sino ad ora sia di destra che di sinistra ,ci hai reso partecipi della “cosa pubblica”ci vuoi far entrare nello Stato ……..
    ti abbiamo dato fiducia e se fai bene ti seguiremo sempre, e se sbagli definitivamente ti lasceremo. Questi vogliono incastrarci nelle loro ideologie e comportamenti e non hanno ancora capito (neanche dopo la batosta) che con noi si devono avere altri parametri di comparazione e decisionali.
    Anche io sarei per un accordo che fa 3,4 cose urgenti (Presidente Repubblica,reddito di cittadinanza,legge elettorale,conflitto interessi, ossia una fiducia a tempo e fatto ciò lascia solo il PD a fare le sue altre riforme e in autunno andiamo a rivotare. Tanto non sono capaci a rivoluzionare il sistema ma cercheranno sempre di proteggerlo e si tagliano l’erba da soli sotto i piedi. In ogni caso qualunque decisione predi sono con TE e ti seguirò.Io posso esprimere una opzione un desiderio ma non possiamo su 6milioni di elettori dettare e gestire una linea politica e complessa, ad ognuno il suo mestiere. Si lamentavano che eravamo senza competenze e preparazione ora invece per perseguire i loro scopi pretendono che una persona od anche lo 0,016% decidano una linea politica. Perchè non fanno loro altrettando aprendo una dibattivo sul WEB che linea deve seguire il PD? E i saputoni D’Alema ,Bersani,Bindi, Finocchiaro ecc.ecc. si tirino indietro ed ascoltassero una volta tanto i propri elettori, non avrebbero perso tanti voti se li avessero ascoltati prima delle elezioni.

     

  • Buona sera,

    sono un nuovo sostenitore del M5S, ho votato per il movimento è ho la grande speranza che le cose possano cambiare.

    Grillo, ormai da tempo, ci sta facendo riflettere su tanti argomenti, ci ha conquistati.

    Grazie a lui il movimento 5 stelle alle ultime elezioni è stato votato da un elettore su quattro ! e questo è semplicemente impressionante.

    Quando parla mi commuovo non tanto per quello che dice ma per come lo dice; si percepisce la passione con cui parla e sento che sta facendo tutto questo in buona fede e cioè con il vero desiderio di cambiare le cose per il bene della collettività.

    Premesso tutto questo, permettetemi la seguente riflessione:

    Oggi non è importante capire se è giusto o no votare la fiducia ad un governo Bersani; per me è importante capire come si arriva a decidere se votare o no la fiducia.

    Dobbiamo affermare nella pratica che ognuno vale uno e non solo cantarlo.

    Grillo ha diritto ad essere colui che ci apre gli occhi e spero che continuerà a farlo, ma non può imporre al Movimento la linea politica da tenere.

    Anche i cittadini porta voce che sono stati eletti devono iniziare a pensare di ricoprire veramente questo ruolo ed in questi termini; non possono assumersi loro la responsabilità di decidere.  E’ per questo che chiedo a coloro che sono stati eletti di organizzarsi per poter essere effettivamente dei portavoce ed è per questo che mi permetto di dare il seguente consiglio: Per ogni problematica di particolare rilievo è necessario effettuare un indagine accurata di quale è il parere dei cittadini italiani.

    Ad oggi per avere certezza di una comunicazione esiste come mezzo di spedizione la posta elettronica certificata. Ebbene, vi chiedo di permettere l’utilizzo di tale strumento ad ogni cittadino italiano. Oggi ogni cittadino italiano può ottenere un indirizzo di posta elettronica certificata in modo gratuito direttamente al link https://www.postacertificata.gov.it/home/index.dot.

    Con tale indirizzo è possibile colloquiare con la pubblica amministrazione comodamente da casa o con qualsiasi dispositivo in grado di connettersi ad internet.

    Con tale strumento potete fare indagini accurate e certe ed arrivare a capire cosa i cittadini vogliono e quindi con estrema autorevolezza imporre tali determinazioni nelle sedi opportune.

    Pubblicate tale possibilità sul sito del Movimento 5 stelle e datevi un’organizzazione per gestire tale strumento con trasparenza. In questo modo per me la popolazione italiana alle prossime elezioni non avrà nessun dubbio su chi votare e veramente avremo annientato una volta per tutte la partitocrazia in Italia.

  • ma che importanza ha se la promotrice e’ del M5S o no? uno firma la petizione se e’ d’accordo sul contentuo, non sulla biografia del primo o terzo o 87-simo firmatario. Capirei se il primo firmatario fosse un mafioso o un criminale, ma non mi sembra il caso, o no?

    E comunque sul sito di Grillo i commenti piu’ votati (quindi da utenti autenticati) sono in grandissima maggioranza a favore d una qualche forma di collaborazione PD-M5S. Questo e’ ancora piu’ significativo della petizione.

  • Ho cambiato idea.
    Avete ragione.
    E’ da irresponsabili non cogliere questa grandissima occasione che bersani ci sta offrendo.
    Il M5s deve concedere la fiducia al pd.
    Mi avete convinto.

    Scrivetemi qui sotto quali saranno i punti del m5s che bersani attuerà, o che ha già deciso di attuare.

    Comincio io:

    1) Rinuncia IMMEDIATA e volontaria a TUTTI i finanziamenti pubblici (inclusi quelli restanti della passata legislatura, che probabilmente si sono già spesi, chiedendoli in anticipo alle banche).
    2) Massimo due legislature
    3) Nessun condannato in parlamento
    4) Apertura immediata di un inchiesta sui vertici del pd per il caso MPS
    5) Applicazione del politometro a tutti i parlamentari
    6) Eliminazione delle province
    7) Eliminazione del vitalizio per i parlamentari (il che include dalemabersani e la maggior parte dei parlamentari del pd).
    8) Riduzione immediata dello stipendio del 75%
    9) Chiusura di Equitalia
    10) Reddito di cittadinanza

    Come dite?
    bersani non è d’accordo su nessuno di questi punti?

    Ma che razza di pagliacci irresponsabili quelli del M5S, porteranno il paese alla rovina.

  • Buona sera,

    sono un nuovo sostenitore del M5S, ho votato per il movimento è ho la grande speranza che le cose possano cambiare.

    Grillo, ormai da tempo, ci sta facendo riflettere su tanti argomenti, ci ha conquistati.

    Grazie a lui il movimento 5 stelle alle ultime elezioni è stato votato da un elettore su quattro ! e questo è semplicemente impressionante.

    Quando parla mi commuovo non tanto per quello che dice ma per come lo dice; si percepisce la passione con cui parla e sento che sta facendo tutto questo in buona fede e cioè con il vero desiderio di cambiare le cose per il bene della collettività.

    Premesso tutto questo, permettetemi la seguente riflessione:

    Oggi non è importante capire se è giusto o no votare la fiducia ad un governo Bersani; per me è importante capire come si arriva a decidere se votare o no la fiducia.

    Dobbiamo affermare nella pratica che ognuno vale uno e non solo cantarlo.

    Grillo ha diritto ad essere colui che ci apre gli occhi e spero che continuerà a farlo, ma non può imporre al Movimento la linea politica da tenere.

    Anche i cittadini porta voce che sono stati eletti devono iniziare a pensare di ricoprire veramente questo ruolo ed in questi termini; non possono assumersi loro la responsabilità di decidere.  E’ per questo che chiedo a coloro che sono stati eletti di organizzarsi per poter essere effettivamente dei portavoce ed è per questo che mi permetto di dare il seguente consiglio: Per ogni problematica di particolare rilievo è necessario effettuare un indagine accurata di quale è il parere dei cittadini italiani.

    Ad oggi per avere certezza di una comunicazione esiste come mezzo di spedizione la posta elettronica certificata. Ebbene, vi chiedo di permettere l’utilizzo di tale strumento ad ogni cittadino italiano. Oggi ogni cittadino italiano può ottenere un indirizzo di posta elettronica certificata in modo gratuito direttamente al link https://www.postacertificata.gov.it/home/index.dot.

    Con tale indirizzo è possibile colloquiare con la pubblica amministrazione comodamente da casa o con qualsiasi dispositivo in grado di connettersi ad internet.

    Con tale strumento potete fare indagini accurate e certe ed arrivare a capire cosa i cittadini vogliono e quindi con estrema autorevolezza imporre tali determinazioni nelle sedi opportune.

    Pubblicate tale possibilità sul sito del Movimento 5 stelle e datevi un’organizzazione per gestire tale strumento con trasparenza. In questo modo per me la popolazione italiana alle prossime elezioni non avrà nessun dubbio su chi votare e veramente avremo annientato una volta per tutte la partitocrazia in Italia.

  • Se manca la FIDUCIA allora non si può fare nessun accordo!

    Se Bersani si mette con Berlusconi motivando la scelta con il rifiuto del M5S, allora bisogna spiegare bene agli elettori PERCHE’ manca la fiducia!

    Se tutti i media parleranno male del M5S e utilizzeranno come prova il mancato “accordo” o ” inciucio” allora bisognerà spiegare bene ai cittadini che manca la fiducia!

    Comunque vada, bisogna a mio avviso migliorare la comunicazione con i CITTADINI COMUNI e pensare prima possibile di creare una APP per poterli collegare ai loro rappresentanti al parlamento.

    Quello che dici tu Claudio è VERO e sacrosanto è risaputo che il lupo perde il pelo ma non il vizio, il difficile è farlo comprendere alla base.

    Sarà questo un periodo molto “DIFFICILE” per tutti i principali responsabili del M5S, perchè le pressioni si faranno di volta in volta INFERNALI!

    Buon lavoro, coraggio e coerenza. 

  • DARIO FO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

    BEPPE GRILLO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

    SALVO MANDARA’ MINISTRO DELLE TELECOMUNICAZIONI

    CLAUDIO MESSORA MINISTRO DELL’INTERNO

  • Elettore del M5S fin dalla prima condidatura comunale a Bologna. Oggi più convinto che mai!

    Ora io credo che il M5S non sia pronto a gestire un Ministero, figurarsi un Governo. Credo che non si debbano accettare nessun tipo di poltrona, come scambio, ma come merito, come dimostrazione di assunzione di responsabilità.

    Si può scegliere di non accettarne alcuna, per evitare di confondersi con gli Zombie.

    Ma sono fermamente convito che si debba votare la fiducia. Una ed unica. Poi saranno con le spalle al muro.

    Ultima cosa: attenzione perchè se democrazia diretta si persegue bisogna iniziare a darsi da fare sulla piattaforma online. Grillo non è un leader ma un garante, un megafono…attenzione perchè le prime uscite post voto sono da leader.

  • Caro Claudio ti ringrazio immensamente per ciò che hai scritto, in quanto rispecchia in toto anche il mio pensiero. Beppe si è sbilanciato oggi dicendo di dare al nostro movimento la presidenza del consiglio, cosa che avevo già postulato e postato  ieri sul tuo blog, quindi i  veri sostenitori del M5S non  sono proprio tutti scemi.Bisogna far capire a tutti quanti hanno a cuore le sorti del M5S e di questo benedetto Paese, che un accordo con il PD, oltre che a sconfessare la nostra linea politica, sarebbe un suicidio perfetto; al prossimo giro saremmo col deretano per terra.

  • io ho votato m5s e sono nettamente d’accordo con Viola Tesi. Siamo arrivati in parlamento per cambiare l’Italia o per protestare? Io ho votato per il cambiamento! Quindi bisogna approfittarne! Cambiamo la legge elettrorale e facciamo la legge sul conflitti di interessi, poi si rivota (meglio se con doppio turno maggioritario). Ovviamente senza prendere alcun ministro. Però una carica istituzionale la prenderei, giusto per avere maggior forza nelle dimissioni quando (e accadrà) il PD/PDL non vorrà seguirci con le nostre proposte!
    Se invece consegnamo il paese al PD+L allora non cambieremo mai nulla e abbiamo sprecato un’occasione. Ammesso di dare la fiducia e ammesso che il PD nei fatti ci ignori, cosa può succedere? Al senato le leggi passerebbero solo con il PDL e noi chiederemo la sfiducia ogni volta che si può. Quando cade il governo ci guarderemo bene di rifarne un altro. Cosa c’è di sbagliato in questo discorso? Sono finiti i tempi di giochi, o si cambia l’Italia o non serviamo a nulla!

    • In base a quello che dici credo che avresti dovuto votare PD.

      Infrormati meglio e riguarda i comizi di Beppe nelle piazze d’Italia, cercando questa volta di ascoltare e capire cio’ che ha detto.

      Torneremo presto al voto cosi se ancora non avrai capito il cambiamento che M5S propone, allora avrai la tua oportunita di tornare a votare PD. 

       

       

    1. Change.org è un sito che da millenni fa petizioni, se tizia caio o sempron* ha deciso di proporne una e la gente lo sottoscrive non è per vili manipolazioni della kasta ma per comunicare col buon Beppe e con la “sua” base esprimendo un disagio e una speranza serpeggianti.
    2. D’altra parte, se, come lamentano tanti grillini, non è attiva una piattaforma online (ma che aspettavano? non certo i rimborsi elettorali…) facente riferimento alla base del M5S… come possono queste persone farsi sentire? Secondo il principio di “uno vale uno”, Beppe Grillo (o l’autore di questo post, o chi per loro) non dovrebbero scrivere post ma commenti, visto che a gran voce possono urlare solo loro.
    3. Sono curiosa di scoprire, quando sarà attiva la famigerata piattaforma, come sarà definita la base; gli iscritti che hanno potuto votare alle primarie? i candidati?
    4. Cito dall’articolo: ” Cari “grillini” (a me questo termine potete passarlo): voi siete arrivati adesso con le valigie di cartone, ma questi conoscono l’arte di mettervelo in quel posto meglio di chiunque altro, avendo una lunga scuola alle spalle. Cercate di non farvi fregare e rimettete, con lucidità, ogni tassello al suo posto. Voi, per la vostra storia e per la natura radicale delle vostre rivendicazioni, che sono quelle che gli italiani vi hanno chiesto esplicitamente di portare avanti, non potete votare la fiducia a un partito che si è reso corresponsabile dello stato in cui versa questo Paese. Tutt’al più, se proprio Pd e Pd-L ci tengono alla governabilità, possono sempre votare – loro – la fiducia al primo Governo targato Movimento Cinque Stelle.”

    Insomma, siamo arrivati al dunque: non servono competenze e anche la casalinga di Voghera può entrare in Parlamento, ma quando ci entra le si dice: sei inesperta, gli altri sanno come mettertela in culo, quindi fidati di me che ne capisco. Per dirla altrimenti, tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri.

  • Io credo che nei prossimi mesi il M5s definirà se vorrà essere un semplice partito tra i tanti esistenti, appartenente alla solita classe politica, venendo assorbito da quel sistema e quella politica che a più riprese ha proclamato corrotto e malato o se veramente avrà il coraggio di mantenere le proprie posizioni e rimaner fedele a ciò che vuol essere il movimento, ovvero qualcosa di nuovo.

    Non dimentichiamoci che la rete, il web, è comunque uno strumento, ed ogni strumento di per sé non è ne buono ne cattivo, è chi lo utilizza, chi impugna e decide di utilizzare questo strumento il responsabile dei danni che egli compierà o dei benefici che per mezzo di questo strumento l’uomo potrà compiere.

    In questo articolo si mostra come una mente utilizzi questo strumento a discapito e probabilmente al fine di danneggiare qualcun altro o qualcos’altro,… ed è questo che, parallelamente il M5s deve anche capire essere alla base del proprio movimento, ovvero chi vi partecipa, la consapevolezza e le intenzioni del singolo che compongono e fanno parte di questo movimento, ne sono e saranno i fautori e responsabili.

    Non ci sarà movimento nuovo, se le persone che lo compongono intendono restare legate, o utilizzare la stessa e solita mentalità vecchia che ha portato la nostra società, compreso la classe politica odierna, ad essere quella che è, così com’è.

    Si potrebbe aggiungere moltissimo a tal punto su cosa significhi, quindi, per un movimento che si proclama d’ esser qualcosa di nuovo, porre la fiducia ad un partito come il PD o chicchessia, in breve perpetuare e sostenere ciò che poco tempo fa proclamava essere morto, definirebbe la morte stessa del movimento.

    E’ e sarà davvero interessante scoprire quanto chi compone e fa parte del movimento 5 stella saprà essere veramente nuovo nel mondo della politica e della società odierna o se semplicemente ci si sta illudendo d’esser qualcosa che non si è. Forse questo porterà la crisi necessaria a vederci veramente per quello che siamo.

  • Io credo che nei prossimi mesi il M5s definirà se vorrà essere un semplice partito tra i tanti esistenti, appartenente alla solita classe politica, venendo assorbito da quel sistema e quella politica che a più riprese ha proclamato corrotto e malato o se veramente avrà il coraggio di mantenere le proprie posizioni e rimaner fedele a ciò che vuol essere il movimento, ovvero qualcosa di nuovo.

    Non dimentichiamoci che la rete, il web, è comunque uno strumento, ed ogni strumento di per sé non è ne buono ne cattivo, è chi lo utilizza, chi impugna e decide di utilizzare questo strumento il responsabile dei danni che egli compierà o dei benefici che per mezzo di questo strumento l’uomo potrà compiere.

    In questo articolo si mostra come una mente utilizzi questo strumento a discapito e probabilmente al fine di danneggiare qualcun altro o qualcos’altro,… ed è questo che, parallelamente il M5s deve anche capire essere alla base del proprio movimento, ovvero chi vi partecipa, la consapevolezza e le intenzioni del singolo che compongono e fanno parte di questo movimento, ne sono e saranno i fautori e responsabili.

    Non ci sarà movimento nuovo, se le persone che lo compongono intendono restare legate, o utilizzare la stessa e solita mentalità vecchia che ha portato la nostra società, compreso la classe politica odierna, ad essere quella che è, così com’è.

    Si potrebbe aggiungere moltissimo a tal punto su cosa significhi, quindi, per un movimento che si proclama d’ esser qualcosa di nuovo, porre la fiducia ad un partito come il PD o chicchessia, in breve perpetuare e sostenere ciò che poco tempo fa proclamava essere morto, definirebbe la morte stessa del movimento.

    E’ e sarà davvero interessante scoprire quanto chi compone e fa parte del movimento 5 stella saprà essere veramente nuovo nel mondo della politica e della società odierna o se semplicemente ci si sta illudendo d’esser qualcosa che non si è. Forse questo porterà la crisi necessaria a vederci veramente per quello che siamo.

  • Caro Claudio,
    mi trovo in disaccordo con te per una questione – diciamo – di “metodo”
    Tu dici, “Forse questa Viola Tesi che all’improvviso spunta fuori dal nulla […] non è esattamente espressione della base del Movimento”.
    La mia obiezione è: ma perchè non possiamo ammettere che questa Viola Tesi possa essersi avvicinata alle posizioni di Beppe Grillo proveniendo da posizione diverse, che poi abbiamo incidentalmente scoperto essere quelle del Parito Pirata?
    Ad esempio, io stesso ho deciso di votare M5S solo nel corso dell’ultimo mese, precedentemente ero per l’astensione e in precedenza avevo votato per SEL.
    Penso che siano state molte le persone che solo di recente si siano avvicinati o riavvicinati alla politica facendosi coinvolgere dalla campagna elettorale di Grillo.
    Sono altresì sicuro che vi siano state molte persone, già impegnate in altre parti politiche, che hanno maturato progressivamente una affinità politica con il M5S al quale hanno deciso di consegnare il proprio voto con sincera fiducia, e magari tra queste c’è anche Viola Tesi.
    Dunque, qual’è il “pedigree” da dover esibire per poter avere la possibilità di contribuire in modo critico alle decisioni della parte politica che si è deciso di votare?
    Quanto tempo deve passare per poter essere considerato “base del Movimento” senza che le proprie proposte, giuste o sbagliate che siano, possano essere valutate per quello che sono?
    Bisogna essere iscritti da almeno sei mesi?
    Non si deve aver cambiato idea nelle ultime 18 settimane?
    Le elezioni ci sono state da pochi giorni, non è lecito supporre che nell’ultimo periodo molte persone abbiano maturato un consenso verso il M5S senza essere stati parte integrante della “base del Movimento” già da prima?
    E perchè si dovrebbe negare a Viola Tesi, a un qualsiasi elettore del M5S o a ad un neo-iscritto al Movimento la possibilità di aprire un dibattito pubblico su cosa debba fare la parte politica a cui è stato dato il proprio voto?
    Ed è forse un male che questo dibattito pubblico coinvolga tanti e diversi cittadini italiani, anche chi non ha votato M5S?
    Se il problema è il bollino di garanzia “M5S” da giustapporre al dibattito, perchè non aprire una votazione sul blog di Grillo o sul forum del M5S cosi come è stato fatto, ad esempio, per definire i 20 punti della “manovra economica dei cittadini”?
    Ma questo chiamerebbe in causa il tema della reale possibiltà di portare avanti delle proposte dal basso nell’ambito del M5S, il tema di quali sono le opzioni per far coniugare le istanze di democrazia diretta con la leadership riconosciuta di Grillo e Casaleggio.
    A me questo interesserebbe, non tanto sapere che Viola Tesi ha simpatizzzato o è stata iscritta in precedenza per il Parito Pirata.
    Se decidiamo che l’approccio della “democrazia dal basso” è l’approccio che vogliamo perseguire non possiamo fare la caccia alle streghe se fioccano proposte che ci trovano in disaccordo o che provengono da persone che non l’hanno sempre pensata come noi ma che ora siedono al nostro fianco.
    Del resto, se è vero che i mezzi di informazione main stream strumentalizzano parlando di un Movimento spaccato anzichè di un Movimento in cui si è aperta naturalmente una dialettica (cosa che io credo corrisponda alla realtà), questo potrebbe essere solo l’ennesimo capitolo della disinformazione che i media portano avanti da tempo.
    Insomma, abbiamo protetto la figura di Grillo da tutto ciò, perchè non proteggiamo anche i suoi elettori che lo hanno preso sul serio e fanno proposte di “democrazia diretta” (che ci piacciano o meno).
    Per tutti questi motivi non apprezzo la dimensione “ad personam” della tua critica nei confronti di questa Viola Tesi e della sua petizione.

  • votare una fiducia significa solo dare il via libera ad un governo. la fiducia al senato può essere data e tolta in qualunque momento. perchè non vedere cosa offre il pd? non certo un governo insieme intendo: un governo di massimo un anno che faccia solo legge elettorale, CONFLITTO DI INTERESSI RISOLUTIVO DEL PROBLEMA BERLUSCONI, riduzione dei costi della politica, rifinanziamento del settore green economy, tagli draconiani al finanziamento all’editoria, recupero dei 98mld di euro dovuti dalle concessionarie delle slot machine e diminuzione della pressione fiscale o costruzione di un fondo per il reddito di cittadinanza. un anno o due al massimo e si torna a votare con il nano incandidabile e magari una destra decente. non sono un infiltrato, ho fatto campagna elettorale per il m5s, detesto il pd, ma le condizioni sono a nostro favore e non capisco perchè nn dovremmo fare almeno una discussione chiara e franca col pd. prima porcata cade il governo perchè basta richiedere un voto di fiducia e il governo cade. se invece si punta asl governissimo invece c’è il rischio che duri 5 anni….

  • segnalo l’ottima risposta di Bertola alla marchettara Viola di Firenze.

    Si deve fare una petizione per farla pubblicare da Repubblica che tiene lo spot pubblicitario di  questa in bella vista sul sito?

    http://bertola.eu/nearatree/2013/02/cara-viola-di-firenze/

     

    @pungolanime Il prossimo gov lo farà la Germania? Ah è vero. E’ la Germania che ha in pugno Draghi, la finanza anglosassone, il FMI, la BM, tutta la commissione europea ed ha costretto tutti gli stati europei a firmare il trattato di maachstricht che fissa i tre parametri del rapporto deficit/pil e vari? Sarà senz’altro stata la Germania a fissare quei parametri tanto contestati da tutti vero? Eppure chi per l’Italia lo firmò ne fu lieto. Goldman Sachs ha truccato i conti dell’Italia e della Grecia per far entrare queste due nazioni nell’euro e senz’altro la Goldman Sachs fa le veci del gov tedesco no?

  • È evidente che le opzioni sono due:

    1. Il M5S vota la fiducia;
    2. Il M5S non vota la fiducia;

    non ci sono alternative (usscire dall’aula o astenersi non servirebbe a niente nella pratica sarebbe come non dare la fiducia).

    Se il M5S non da la (prima) fiducia a Bersani, questo sarà costretto a cercare un appoggio da Berlusconi. Questa cosa porterebbe il M5S in netta minoranza nel parlamento, il quale si potrebbe scordare ogni singolo punto del programma a 5 stelle, farebbe solo un’opposizione perenne nella speranza che il governo cada alla svelta per poter gridare all’alleanza pd-pdl.

    Il M5S potrebbe però votare solo la prima fiducia al governo del PD, facendogliela pagare però a peso d’oro: o Bersani approva i punti del M5S, fa una legge anticorruzione seria, ecc. oppure la seconda fiducia, e soprattutto il voto favorevole al senato se lo scorda. Se Bersani tornasse a fare quello che ha fatto fino ad ora durerebbe ben poco.

  • Sono d’accordo con Claudio. Invito la gente dopo aver sentito notizia in Tv o averla letta sui giornali di verificarla prima su internet, poi casomai trarre delle conclusioni. Se solo si usasse un minimo di cervello. Secondo voi chi e’ che gestisce la TV e i giornali? Aprite gli occhi e usate un po’ le meningi. Svegliatevi da l’ipnosi che ci controlla da 40 anni.Ora ci sono altre fonti per potersi informare. Altrimenti credete pure ai soliti personaggi se quello vi fa stare meglio, pero’ poi non lamentatevi se rimarrete fregati per l’ennesima volta.

  • che dobbiamo fare una petizione per far pubblicare a repubblica l’ottima risposta di Bertola, consigliere 5S di Torino alla Viola di Firenze?

    Son come le 10 domande a Berlusconi, la richiesta di alleanza della piddina pirata campeggiano in bella vista su Repubblica

    http://bertola.eu/nearatree/2013/02/cara-viola-di-firenze/

    @pungolanime Blog

    certo, quindi  la finanza anglosassone, Draghi, la Lagarde, il FMI, la troika tutta sono agli ordini della Germania?

    Il trattato di Maachstricht che fissa i parametri di bilancio per la stabilità dell’euro li ha fissati la sola Germania imponendola a tutti gli stati membri?

    Strano perché nessuno all’epoca contestò quei parametri. Anzi, furono tutti molto lieti di averli sottoscritti.

    Goldman Sachs truccò i conti della Grecia per farla entrare nell’euro e si sospetta pure che l’Italia sotto la sua regia fece altrettanto. Che Goldman Sachs sia alle dipendenze della Merkel?

  • novecento ha scritto :
    E’ insopportabile che molti elettori saliti sul carro dei vioncitori vogliano risovere le questioni di 40 anni di malgoverno in 3 secondi netti. Una sola è la certezza: questi erano ladri e ladri rimarranno. Non è possibile fare accordi con chi svende il popolo italiano dopo averlo calpestato per 40 anni,  di fatto riducendolo alla schiavitu’ dettata dai vari minchionne, forminchioni ecc. Hanno prodotto odio e  fame, attraverso la politica del “ce lo dice l’europa” ma che di fatto era imposta dalla trilaterale di monti, dal bildelberg dalla goldman e sachs ecc ecc. Questi sono Zombie ed hanno preparato un loculo anche per noi. Vogliono legarci in modo indissoluto al morto affinchè i vermi prodotti ci mangino vivi. Noi siamo i vivi e non vogliamo morire cosi’. Siamo già stati trascinati tutti nelle sabbie mobili e ogni movimento ci fa sprofondare sempre piu’ in basso. Devono andare tutti a casa non è solo uno slogan, faranno un accordo PD+L con PD-L con a capo il presidente della Trilaterale Monti (tanto sono trasversali e compatibili) e quando gli italiano comincieranno ad essere sbranati dai vermi arriveremo al 60%. E’ solo quello il momento di agire (purtroppo).

     

    bravissimo, straquoto!

  • Caro Claudio,

    adesso ti sei messo a fare il servizio di investigazione per Grillo? Ma non si diceva che lu bugie in rete hanno le gambe corte? Allora, anche se questa Viola agisse in malafede possibile che gli tutti altri siano (tutti) “infiltrati” e “falsi attivisti”?

    Sono stati eletti un bel numero di attivisti del M5S: i portavoce del movimento. Lasciamoli liberi di agire e di scegliere: ci comunicheranno le loro scelte motivandole, come sempre, con trasparenza e lealtà.

    Per quanto riguarda la fiducia mi spiace dirti che ha un atteggiamento ingenuo. La fiducia, come data può essere tolta. Quando viene tolta, semplicemente salta il governo. Gli ultimi anni PDL (e prima ancora con Prodi) hanno mostrato che la fiducia non è affatto così scontata. Invece tu la descrivi come un vincolo indissolubile: quasi un matrimonio cattolico.

    C’è tanto lavoro da fare, con trasparenza, onestà e competenza.

  • Complimenti per la lucida analisi che condivido pienamente. 

    Il nostro Paese e’ a pezzi e non dico finanziariamente ma anche moralmente, paesaggisticamente, tecnologicamente, legislativamente, burocraticamente etc. E’ un Paese brutto e vecchio perche’ lo abbiamo depredato e non siamo riusciti a dare ai giovani di qualche tempo fa la speranza di un mondo migliore. Non lavoro, che non e’ solo la busta paga di fine mese (peraltro importantissima), non dignita’ e fierezza di essere italiani ma solo precariato e voglia di scappare in altri Stati. A questo ci han portato i signori che han occupato le poltrone in parlamento dai tempi della democrazia cristiana. Tutto un inciucio, una autoreferenzialita’, una lontananza inaudita dai problemi quotidiani della gente. 

    E’ inutile insultarsi vicendevolmente in campagna elettorale e poi sedersi accanto e stringersi le mani in parlamento. Preferisco la coerenza di certi comportamenti anche se preferirei non ascoltare mai insulti ma sempre e solo programmi e poi prender atto che quei programmi sono diventati realta’ per i cittadini. Se la nostra classe politica non capisce questo e’ morta esattamente come dice Grillo ma non perche’ c’e’ Grillo al comando ma perche’ una persona su due, oggi come oggi (consideriamo anche l’astensione e l’oltre 1,2 milioni di schede nulle), non ne puo’ piu’ degli on. Razzi, degli Scilipoti, dei Calderoli, ma anche dei D’alema e delle Bindi e di tanti altri di qualsiasi schieramento essi siano. La metà del popolo italiano vuole persone nuove, capaci di interpretare e di pensare un mondo diverso.

    Nessun ricatto quindi da chi in tutto questo tempo non ha voluto o saputo fare una nuova legge elettorale che ci salvasse da un pantano prevedibile come l’ingovernabilità attuale. Fedeltà alla linea intrapresa e se ci saranno iniziative positive ben vengano i voti a supporto del M5S ma niente fiducia precostituita.

    Scusatemi se son stato un poco lungo, mi sta a cuore quel che resta della mia vita e quella dei nostri figli e per questo credo sia giunto il momento di pensare e agire in modo diverso rispetto a quello che abbiam fatto fino ad oggi

    Un grande abbraccio

  • con ste merde,non si tratta. leggetevi il corriere di oggi e guardate con che compensi e pensioni escono i silurati da queste elezioni,vergogna, vergogna, il paese sanguina e loro ridono,nessuna fiducia a questa gentaglia che ha creato questo sistema.

  • oggi 28/02/2013 ultimo giorno del Pontefice a Roma leggo che Claudio lancia l’ipotesi di Grillo al governo e trova personaggi illustri (Del Vecchio) che appoggiano l’idea.

    Ragazzi, che periodo incredibile!

    • oggi non è l’ultimo giorno del Pontefice a Roma, bensì l’ultimo giorno di Benedetto XVI a Roma. Che è roba diversa. 

  • oggi 28/02/2013 ultimo giorno del Pontefice a Roma leggo che Claudio lancia l’ipotesi di Grillo al governo e trova personaggi illustri (Del Vecchio) che appoggiano l’idea.

    Ragazzi, che periodo incredibile!

  • oggi 28/02/2013 ultimo giorno del Pontefice a Roma leggo che Claudio lancia l’ipotesi di Grillo al governo e trova personaggi illustri (Del Vecchio) che appoggiano l’idea.

    Ragazzi, che periodo incredibile!

  • Tutto l’articolo è da condividere.Vogliono ammazzare il M5S perché hanno capito che per loro è iniziata la fine.F inciuci con il pd-l è come dare le chiavi della propria casa ad un ladro.

     

  • Io non riesco a capire una cosa, ma se :

    ” Cari “grillini” (a me questo termine potete passarlo): voi siete arrivati adesso con le valigie di cartone, ma questi conoscono l’arte di mettervelo in quel posto meglio di chiunque altro, avendo una lunga scuola alle spalle.”

    allora per quale motivo avete partecipato alle elezioni?? se avete paura che ve lo possano mettere a qual posto, come farete a dire che la legge sui costi della politica è farina del vostro sacco? al massimo, votando quella proposta da altri, farete i portatori d’acqua.

    e non è meglio trovare una forma di governo dove si possano mettere apertamente sul piatto le esigenze di tutti???

    e non è meglio cominciare a costruire seriamente un progetto, invece che dover affrontare domani l’accusa di sfascisti e depauperare il credito di cui si gode oggi??

    e siete sicuri che se si profilassero le elezioni anticipate, tutti gli eletti M5S ci starebbero???

    un saluto

     

    • Abbiamo partecipato alle elezioni con lo scopo di andare in parlamento e scovare tutte le malefatte dei partiti. Adesso se ci affidano il governo e il parlamento vota la fiducia sulla base del programma del M5S con scopo la realizzazione di tutte le cose spiegate nei comizi da Beppe allora accettiamo. Se non ci danno questo ruolo allora potremo fare solo il ruolo di vigili, ma la fiducia la voteranno PD e PDL. Questo voleva dire Grillo affermando che avremmo aperto il parlamento come una scatoletta di tonno!

  • Come al soloti Claudio,

    ma noi siamo abituati a questo no…? sappiamo di essere in guerra e teniamo gli occhi aperti..poi ci sono (poche) persone come te che oltre ad informarci su chi fosse davvero monti & co… il mes il fiscal compact e le altre schifezze oggi a lavoro i mie colleghi tutti dell’asse pdelle pdmenoelle at attaccare me attivista del m5s e io pacato e tranquillo dicevo loro,guardate che non è cosi’ e la solita informazione di regime….il discorso è finito con loro a dirmi populista!pazzo!vedete complotti ovunque! GRAZIE CLAUDIO posso sbugiardarli di nuovo x l’ennesima volta anche se a poco servira x dei lobotizzati da partito…x la fiducia al governo? chi è veramente del m5s sa che da SEMPRE siamo contro i partiti tradizionali che vogliamo un parlamento pulito e che LI VOGLIAMO MANDARE TUTTI A CASA!!!fiducia dechè??

  •  

    Ciao Claudio ho letto il tuo articolo e mi sono iscritto per risponderti, perchè il tuo blog è sempre stata fonte di idee o iniziative sane, moderne e liberiste ma noto tristemente che anche tu ti sei fatto trascinare in questa specie di psicosi collettiva, contro ogni logica e pragmatismo, che sembra più il frutto di un integralismo religioso più che di una lucida analisi politica. 
    Per rapidità mi concentrerò su due punti del tuo articolo
    ” Ma lo sanno questi signori che, se votano la fiducia, si rendono corresponsabili di tutto quello che farà dal giorno dopo il Governo di Bersani & soci “
    il punto è che se non la votano al contrario si renderanno responsabili della NON-attuazione garantita del loro stesso programma (o parti di esso ) , nel nome di un becero rifiuto alla mediazione, si renderanno responsabili del disastro a carico di tutto il paese di un governo PD-PDL che per certo non raccoglierà alcuna istanza promossa dal M5S. 
    gli eletti del M5S hanno l occasione di approvare la legge sui conflitti di interesse, ddl anticorruzione, taglio alle pensioni d oro ecc e altre cose che possono approvare col pd attraverso un accordo programmatico. Paventi truffe , tecniche di sabotaggio , tentennamenti maliziosi e pretestuosi da parte del PD , ma il M5S forti del loro numero potrebbero far cadere il governo in qualsiasi momento nei mesi a venire, servirebbe un piccolo sforzo con i numeri che hanno. 
    Sono abbastanza sconcertato di fronte alla cecità di chi non vede i disastri provocati da da una coalizione PD-PDL o dall instabilità per la mancanza di governo alla ricerca di prossime future elezioni. Vedo una becera rancorosa quasi personalistica vendetta, che danneggia tutto il paese, contro il vecchio sistema poltico.
    ” Tutt’al più, se proprio Pd e Pd-L ci tengono alla governabilità, possono sempre votare, loro, la fiducia al primo Governo targato MoVimento 5 Stelle” 
    Rappresenta una istanza contro ogni logica democratica, ma solo a favore della logica di potere del M5S. Gli italiani , a prescindere del porcellum nel banale conto dei voti, hanno votato in maggioranza ( anche se risicata ) il pd. Disconoscere questa forza politica ma soprattutto sociale è da regime autoritario.
    Nel tuo articolo intravedo un po di paura .Paura nel constatare che nel nome del buonsenso e contro ogni logica di potere, la maggioranza degli elettori del movimento desideri raggiungere un compromesso per attuare riforme utilissime al paese che trascendono le limitazioni partitiche, invece che seguire slogan senza senso o posizioni integraliste che solo danneggiano il paese. Poi magari mi sbaglierò e invece la maggiorparte la pensa come te, ma vorrei che tu e  i componenti del M5S si ponessero la domanda : realmente in questo momento la logica di potere del M5S è la priorità per il paese, tanto da rinunciare a mettere in porto punti del vostro programma e danneggiare ulteriormente il paese spianando la strada ai governi farsa ?

     

     

    Ciao Claudio ho letto il tuo articolo e mi sono iscritto per risponderti, perchè il tuo blog è sempre stata fonte di idee o iniziative sane, moderne e liberiste ma noto tristemente che anche tu ti sei fatto trascinare in questa specie di psicosi collettiva, contro ogni logica e pragmatismo, che sembra più il frutto di un integralismo religioso più che di una lucida analisi politica. 

    Per rapidità mi concentrerò su due punti del tuo articolo

     

    ” Ma lo sanno questi signori che, se votano la fiducia, si rendono corresponsabili di tutto quello che farà dal giorno dopo il Governo di Bersani & soci “

     

    il punto è che se non la votano al contrario si renderanno responsabili della NON-attuazione garantita del loro stesso programma (o parti di esso ) , nel nome di un becero rifiuto alla mediazione, si renderanno responsabili del disastro, a carico di tutto il paese, spianando la strada a un governo PD-PDL che per certo non raccoglierà alcuna istanza promossa dal M5S. Gli eletti del M5S hanno l occasione di approvare la legge sui conflitti di interesse, ddl anticorruzione, taglio alle pensioni d oro ecc e altre cose che possono approvare col pd attraverso un accordo programmatico. Paventi truffe , tecniche di sabotaggio , tentennamenti maliziosi e pretestuosi da parte del PD , ma il M5S forti del loro numero potrebbero far cadere il governo in qualsiasi momento nei mesi a venire, servirebbe un piccolo sforzo con i numeri che hanno. 

    Sono abbastanza sconcertato di fronte alla cecità di chi non vede i disastri provocati da da una coalizione PD-PDL o dall instabilità per la mancanza di governo alla ricerca di prossime future elezioni. Vedo una rancorosa quasi personalistica vendetta, che danneggia tutto il paese, contro il vecchio sistema poltico.

     

    ” Tutt’al più, se proprio Pd e Pd-L ci tengono alla governabilità, possono sempre votare, loro, la fiducia al primo Governo targato MoVimento 5 Stelle” 

     

    Rappresenta una istanza contro ogni logica democratica, ma solo a favore della logica di potere del M5S. Gli italiani , a prescindere del porcellum nel banale conto dei voti, hanno votato in maggioranza ( anche se risicata ) il pd. Disconoscere questa forza politica ma soprattutto sociale è semplicemente autoritario. Percarità è pure legittimo. 

    Nel tuo articolo intravedo un po di paura .Paura nel constatare che nel nome del buonsenso e contro ogni logica di potere, la maggioranza degli elettori del movimento desideri raggiungere un compromesso per attuare riforme utilissime al paese che trascendono le limitazioni partitiche, invece che seguire slogan senza senso o posizioni integraliste che solo danneggiano il paese. Poi magari mi sbaglierò e invece la maggiorparte la pensa come te, ma vorrei che tu e  i componenti del M5S si ponessero la domanda : realmente in questo momento la logica di potere del M5S è la priorità per il paese, tanto da rinunciare a mettere in porto alcuni punti del vostro programma e danneggiare ulteriormente il paese spianando la strada ai governi farsa ?

  • Il Governo “parlamentare” proposto da Claudio è arduo che possa essere realizzato, visto il clima politico e soprattutto visto l’art.94 della Costituzione.

    Diversa la situazione se il prossimo nuovo Presidente della Repubblica fosse un esponente del M5S: in tal caso (art.88 della Cost.) potrebbe sciogliere le Camere in ogni momento, d’imperio se necessario, nel caso fosse violato il patto iniziale alla base della fiducia parlamentare.

    In questo modo si potrebbe dare vita ad un esecutivo a termine che realizzi solo ed esclusivamente alcuni punti fondamentali, per poi andare a nuove elezioni, con la garanzia che eventuali sgambetti (ad esempio voti PDL a sostegno del governo in mancanza di quelli M5S) o inciuci (ad esempio cambi di casacca di qualche parlamentare) sarebbero stroncati sul nascere.

    Il PdR sarà eletto a Camere riunite (probabilmente a maggioranza assoluta) prima della formazione del governo, come da Costituzione e rimarrà in carica 7 anni… un lasso di tempo ragionevole per portare il Paese fuori da questa situazione.

  • Quello che deve fare il movimento lo dedve decidere il movimento.Grillo quello che doveva fare lo ha fatto e per questo entrera’nella storia ma ora il movimento deve darsi una fisionomia democratica a Roma e’ stata promessa una piattaforma digitale per consultare la base del movimento ed allora che si dia immediato seguito a questa promessa altrimenti uno vale uno rischia di rimanere solo uno slogan elettorale.

  • A mio avviso la scelta di non votare la fiducia al PD, anche se ovviamente potrebbe a primo impatto sembrare non molto saggia, sia stata invece una scelta di COERENZA. Come potrebbe Grillo dopo aver berciato mesi (ma cosa dico mesi: anni!) contro la classe politica e la sua non voglia di sbrogliare mai questa matassa incasinata che è l’Italia, optare poi di dare fiducia al PD e a Bersani, i SOLITI babbioni inconcludenti di sempre? E’ assurdo anche solo pensarlo a mio avviso. Giusta o sbagliata che si riveli come decisione, io credo che sia la più coerente con la linea del movimento: una scelta diversa lo avrebbe ridicolizzato.

  • Questa petizione per te ha una fonte dubbia, per molti la sua promotrice è vicina ad ambienti anti-grillo.

    Però una petizione si giudica dai contenuti, al di là di chi l’ha scritta e stranamente ho trovato molti di questi contenuti condivisibili.
    Era giusto quindi, essendo gli eletti di Beppe Grillo nostri dipendenti e non viceversa farglielo notare.
    Se davvero la maggioranza della rete è con Grillo si metta ai voti se far partire questo governo con una fiducia tecnica SOLO per farlo partire per poi metterlo al palo ogni giorno su proposte concrete oopure no.
    Se uno vale uno è bene che la rete si esprima. Ciò che è certo è che stà passando un treno e che questo treno porta con se la possibilità di cambiare la legge elettorale, di eliminare privilegi e conflitti di interessi e soprattutto di fermare le politiche di austerity della Troika.
    Io credo che molti fra i sostenitori di Grillo si possano permettere di essere Radicali,ma il popolo affamato no. Pensateci ci si può permettere di affamare il Popolo italiano portandolo a condizioni analoghe a quelle del popolo Greco? Anche se l’apertura al Movimento 5 stelle, che io ho votato, fosse una tattica del PD per condividere le colpe della sua politica dissennata occorre che il movimento 5 stelle si prenda comunque la responsabilità di Governo combattendo e facendo capire alla gente quello che fa. Troppo semplice fare una facile opposizione aspettando i cadaveri dei partiti, perchè assieme ai cadaveri di questi partiti ci saranno migliaia di altri cadaveri della povera gente che nel frattempo subiranno le politiche recessive dei burocrati europei.
    Siete davvero sicuri a questo punto che queste persono e queste famiglie che hanno votato grillo, per vedere migliorare le proprie condizioni di vita rivoteranno Grillo, quando ormai saranno alla fame e senza speranza? Ragazzi, la Grecia insegna, io non ci sperererei e anche se fosse, il movimento 5 Stelle governerà un paese al collasso senza più speranza ne prospettive. Questa è la mia opinione ovviamente può anche essere che abbia ragione tu, la storia c’è lo dirà.

    P.S.

    Sono passate alcune ore e francamente inizio a non capirci pìù molto, sarà un mio limite…

     

  • Qualcuno potrebbe spiegare la differenza che passa tra votare la fiducia ad un eventuale governo bersani che dovesse proporre un programma di governo che contenga solo punti contenuti dal M5S e invecie votare “con gioia” una proposta di legge, avanzata dallo stesso governo bersani, che contenga solo punti contenuti dal M5S, e su cui lo stesso governo bersani dovesse porre la questione di fiducia? oltre all’ovvia differenza che la fiducia al governo una volta data può essere tolta mentre la legge una volta votata non può essere rinnegata. Ringrazzio anticipatamente per la cortese risposta 

  • luca.manzoni ha scritto :
      Ciao Claudio ho letto il tuo articolo e mi sono iscritto per risponderti, perchè il tuo blog è sempre stata fonte di idee o iniziative sane, moderne e liberiste ma noto tristemente che anche tu ti sei fatto trascinare in questa specie di psicosi collettiva, contro ogni logica e pragmatismo, che sembra più il frutto di un integralismo religioso più che di una lucida analisi politica.  Per rapidità mi concentrerò su due punti del tuo articolo ” Ma lo sanno questi signori che, se votano la fiducia, si rendono corresponsabili di tutto quello che farà dal giorno dopo il Governo di Bersani & soci ” il punto è che se non la votano al contrario si renderanno responsabili della NON-attuazione garantita del loro stesso programma (o parti di esso ) , nel nome di un becero rifiuto alla mediazione, si renderanno responsabili del disastro a carico di tutto il paese di un governo PD-PDL che per certo non raccoglierà alcuna istanza promossa dal M5S.  gli eletti del M5S hanno l occasione di approvare la legge sui conflitti di interesse, ddl anticorruzione, taglio alle pensioni d oro ecc e altre cose che possono approvare col pd attraverso un accordo programmatico. Paventi truffe , tecniche di sabotaggio , tentennamenti maliziosi e pretestuosi da parte del PD , ma il M5S forti del loro numero potrebbero far cadere il governo in qualsiasi momento nei mesi a venire, servirebbe un piccolo sforzo con i numeri che hanno.  Sono abbastanza sconcertato di fronte alla cecità di chi non vede i disastri provocati da da una coalizione PD-PDL o dall instabilità per la mancanza di governo alla ricerca di prossime future elezioni. Vedo una becera rancorosa quasi personalistica vendetta, che danneggia tutto il paese, contro il vecchio sistema poltico. ” Tutt’al più, se proprio Pd e Pd-L ci tengono alla governabilità, possono sempre votare, loro, la fiducia al primo Governo targato MoVimento 5 Stelle”  Rappresenta una istanza contro ogni logica democratica, ma solo a favore della logica di potere del M5S. Gli italiani , a prescindere del porcellum nel banale conto dei voti, hanno votato in maggioranza ( anche se risicata ) il pd. Disconoscere questa forza politica ma soprattutto sociale è da regime autoritario. Nel tuo articolo intravedo un po di paura .Paura nel constatare che nel nome del buonsenso e contro ogni logica di potere, la maggioranza degli elettori del movimento desideri raggiungere un compromesso per attuare riforme utilissime al paese che trascendono le limitazioni partitiche, invece che seguire slogan senza senso o posizioni integraliste che solo danneggiano il paese. Poi magari mi sbaglierò e invece la maggiorparte la pensa come te, ma vorrei che tu e  i componenti del M5S si ponessero la domanda : realmente in questo momento la logica di potere del M5S è la priorità per il paese, tanto da rinunciare a mettere in porto punti del vostro programma e danneggiare ulteriormente il paese spianando la strada ai governi farsa ?     Ciao Claudio ho letto il tuo articolo e mi sono iscritto per risponderti, perchè il tuo blog è sempre stata fonte di idee o iniziative sane, moderne e liberiste ma noto tristemente che anche tu ti sei fatto trascinare in questa specie di psicosi collettiva, contro ogni logica e pragmatismo, che sembra più il frutto di un integralismo religioso più che di una lucida analisi politica.  Per rapidità mi concentrerò su due punti del tuo articolo   ” Ma lo sanno questi signori che, se votano la fiducia, si rendono corresponsabili di tutto quello che farà dal giorno dopo il Governo di Bersani & soci ”   il punto è che se non la votano al contrario si renderanno responsabili della NON-attuazione garantita del loro stesso programma (o parti di esso ) , nel nome di un becero rifiuto alla mediazione, si renderanno responsabili del disastro, a carico di tutto il paese, spianando la strada a un governo PD-PDL che per certo non raccoglierà alcuna istanza promossa dal M5S. Gli eletti del M5S hanno l occasione di approvare la legge sui conflitti di interesse, ddl anticorruzione, taglio alle pensioni d oro ecc e altre cose che possono approvare col pd attraverso un accordo programmatico. Paventi truffe , tecniche di sabotaggio , tentennamenti maliziosi e pretestuosi da parte del PD , ma il M5S forti del loro numero potrebbero far cadere il governo in qualsiasi momento nei mesi a venire, servirebbe un piccolo sforzo con i numeri che hanno.  Sono abbastanza sconcertato di fronte alla cecità di chi non vede i disastri provocati da da una coalizione PD-PDL o dall instabilità per la mancanza di governo alla ricerca di prossime future elezioni. Vedo una rancorosa quasi personalistica vendetta, che danneggia tutto il paese, contro il vecchio sistema poltico.   ” Tutt’al più, se proprio Pd e Pd-L ci tengono alla governabilità, possono sempre votare, loro, la fiducia al primo Governo targato MoVimento 5 Stelle”    Rappresenta una istanza contro ogni logica democratica, ma solo a favore della logica di potere del M5S. Gli italiani , a prescindere del porcellum nel banale conto dei voti, hanno votato in maggioranza ( anche se risicata ) il pd. Disconoscere questa forza politica ma soprattutto sociale è semplicemente autoritario. Percarità è pure legittimo.  Nel tuo articolo intravedo un po di paura .Paura nel constatare che nel nome del buonsenso e contro ogni logica di potere, la maggioranza degli elettori del movimento desideri raggiungere un compromesso per attuare riforme utilissime al paese che trascendono le limitazioni partitiche, invece che seguire slogan senza senso o posizioni integraliste che solo danneggiano il paese. Poi magari mi sbaglierò e invece la maggiorparte la pensa come te, ma vorrei che tu e  i componenti del M5S si ponessero la domanda : realmente in questo momento la logica di potere del M5S è la priorità per il paese, tanto da rinunciare a mettere in porto alcuni punti del vostro programma e danneggiare ulteriormente il paese spianando la strada ai governi farsa ?

  • Se proprio vogliono far vedere la loro buona volontà PD e PDL possono iniziare con il mettere ai voti i tagli dei rimborsi ai partiti ed ai loro stipendi poi si passa ai tagli al senato ed alle pensioni da nababbi dopo di chè a discutere si fà sempre in tempo…..

    Chi ha più buon senso lo usi non abbia paura……..se no basta che facciano una mega coalizione PD-PDL-MONTI e il M5S all’opposizione!!!!!!

  • Claudio, carissimo, commetti due errori:

    1) il sito della petizione è noterrimo e fa parte della galassia dei siti sui cui la gente può fare petizoni. Mediamente quelle proposte su quel sito sono serie ed intelligenti: e le firmo. Questa, puzzandomi lontano un miglio, mai vedrà il mio nome.

    2) il partito Pirata di cui favceva parte Viola Tesi (è stata sospesa) non è lo stesso dell’affaire dei simboli falsi. Anzi, è quello a cui hanno rubato il nome: è il vero Partito Pirata, emanazione dei pirati nordici sul nostro suolo. Basta confrontare i simboli.

  • caro Daniele Pagini,te hai ragione,ma mi sembra un allarmismo troppo allarmato il tuo,la grecia aveva gia una gamba nella fossa prima dell euro ,fidati,ho lavorato per anni laggiù.Il tuo ragionamento è molto umano ma non prevedibile,il paese lo manda avanti la sua economia e la gente che lavora,se tutti ragionavano come te,i francesi non avrebbero mai preso la bastiglia.Mi piace molto la tua presa di quore per gli italiani,ma è meglio una fine spaventosa che uno spavento senza fine,che poi non sarà cosi.Gli italiani devono cominciare a ragionare,perchè non è un popolo stupido,è solo stupito dalla gran confusione.Niente inciuci,quelli non aspettano altro.Bersani sta già scaricando la colpa su grillo,è proprio gargamella,sa solo scaricare quello,il m5s ha dei programmi e una sua filosofia precisa.ORA BASTA CON QUEI DINOSAURI.BASTA.BASTA.AD UN CERTO PUNTO CI VUOLE ANCHE LO SCONTRO.

    E SE IL POPOLO ITALIANO SI AFFAMERA COMINCERA A RAGIONARE.LA FAME LEVA IL LUPO DAL BOSCO.TENERE DURO

  • salve sono un attivista convinto del movimento vorrei una mano a trovare il rendiconto dello tsunami tour come aveva ripetuto più volte a torino piazza castello …..inoltre vorrei che i nostri nuovi parlamentari depositassero le loro dichiarazioni dei redditi prima di entrare in parlamento dando cosi vita al politometro !!!!! un saluto 5 stelle !!!!!!
  • salve sono un attivista convinto del movimento vorrei una mano a trovare il rendiconto dello tsunami tour come aveva ripetuto più volte a torino piazza castello …..inoltre vorrei che i nostri nuovi parlamentari depositassero le loro dichiarazioni dei redditi prima di entrare in parlamento dando cosi vita al politometro !!!!! un saluto 5 stelle !!!!!!
  • salve sono un attivista convinto del movimento vorrei una mano a trovare il rendiconto dello tsunami tour come aveva ripetuto più volte a torino piazza castello …..inoltre vorrei che i nostri nuovi parlamentari depositassero le loro dichiarazioni dei redditi prima di entrare in parlamento dando cosi vita al politometro !!!!! un saluto 5 stelle !!!!!!
  • salve sono un attivista convinto del movimento vorrei una mano a trovare il rendiconto dello tsunami tour come aveva ripetuto più volte a torino piazza castello …..inoltre vorrei che i nostri nuovi parlamentari depositassero le loro dichiarazioni dei redditi prima di entrare in parlamento dando cosi vita al politometro !!!!! un saluto 5 stelle !!!!!!
  • e giusto che bisogna assumersi  delle  responsabilità verso il paese ma questi signori  che anno governato e governano  tuttora i quali  lo anno portato allo sfacelo oggi anno il coraggio di scaricare la responsabilità su coloro che gli Italiani stanchi di governi fatti di sotterfugi e vane promesse. avendo preso coscienza e conoscenza  anno delegato persone del popolo  per governare il paese. che significato a dare fiducia ad un governo cieco e sordo.  il movimento 5stelle a un programma preciso e pubblicato sul web e pertanto questi signori se lo accettano  in toto non vedo perche non collaborare altrimenti vadano  per la loro strada. Cia a tutti Gianco

  • scusate

     

    io di solito lurko e basta

     

    e lo stesso faccio su altri siti come quelli dei quotidiani.

     

     

    sul corsera viene citato proprio Messora

     

    ecco uno dei messaggi:

    Messora è uno dei peggiori disinformatori della rete, complottista al pari degli sciachimisti, sarebbe meglio per questo confusionario movimento lasciarlo perdere, si trovino qualcuno più autorevole, per ora non ho visto nessuno tra loro a cui affiderei anche solo la mia macchina da guidare, figuriamoci il governo… Stanno facendo la figura dei dilettanti allo sbaraglio, poche idee e ben confuse, ripetono il mantra del duce “dimettetevi tutti” ma nessuna proposta seria e nessun accordo tra di loro; di questo passo alle prossime (vicine) elezioni il movimento sarà spazzato via per manifesta incompetenza.

    (lo trovate nei commenti alla notizia che riguarda M5S)

     

     

    Come vedete è già partita la macchina del fango…quella ad hominem

    una vera e propria guerra e lascerà sul campo parecchie vittime…

  • e giusto che bisogna assumersi  delle  responsabilità verso il paese ma questi signori  che anno governato e governano  tuttora i quali  lo anno portato allo sfacelo oggi anno il coraggio di scaricare la responsabilità su coloro che gli Italiani stanchi di governi fatti di sotterfugi e vane promesse. avendo preso coscienza e conoscenza  anno delegato persone del popolo  per governare il paese. che significato a dare fiducia ad un governo cieco e sordo.  il movimento 5stelle a un programma preciso e pubblicato sul web e pertanto questi signori se lo accettano  in toto non vedo perche non collaborare altrimenti vadano  per la loro strada. Cia a tutti Gianco

  • e giusto che bisogna assumersi  delle  responsabilità verso il paese ma questi signori  che anno governato e governano  tuttora i quali  lo anno portato allo sfacelo oggi anno il coraggio di scaricare la responsabilità su coloro che gli Italiani stanchi di governi fatti di sotterfugi e vane promesse. avendo preso coscienza e conoscenza  anno delegato persone del popolo  per governare il paese. che significato a dare fiducia ad un governo cieco e sordo.  il movimento 5stelle a un programma preciso e pubblicato sul web e pertanto questi signori se lo accettano  in toto non vedo perche non collaborare altrimenti vadano  per la loro strada. Cia a tutti Gianco

  • e giusto che bisogna assumersi  delle  responsabilità verso il paese ma questi signori  che anno governato e governano  tuttora i quali  lo anno portato allo sfacelo oggi anno il coraggio di scaricare la responsabilità su coloro che gli Italiani stanchi di governi fatti di sotterfugi e vane promesse. avendo preso coscienza e conoscenza  anno delegato persone del popolo  per governare il paese. che significato a dare fiducia ad un governo cieco e sordo.  il movimento 5stelle a un programma preciso e pubblicato sul web e pertanto questi signori se lo accettano  in toto non vedo perche non collaborare altrimenti vadano  per la loro strada. Cia a tutti Gianco

  • e giusto che bisogna assumersi  delle  responsabilità verso il paese ma questi signori  che anno governato e governano  tuttora i quali  lo anno portato allo sfacelo oggi anno il coraggio di scaricare la responsabilità su coloro che gli Italiani stanchi di governi fatti di sotterfugi e vane promesse. avendo preso coscienza e conoscenza  anno delegato persone del popolo  per governare il paese. che significato a dare fiducia ad un governo cieco e sordo.  il movimento 5stelle a un programma preciso e pubblicato sul web e pertanto questi signori se lo accettano  in toto non vedo perche non collaborare altrimenti vadano  per la loro strada. Cia a tutti Gianco

  • e giusto che bisogna assumersi  delle  responsabilità verso il paese ma questi signori  che anno governato e governano  tuttora i quali  lo anno portato allo sfacelo oggi anno il coraggio di scaricare la responsabilità su coloro che gli Italiani stanchi di governi fatti di sotterfugi e vane promesse. avendo preso coscienza e conoscenza  anno delegato persone del popolo  per governare il paese. che significato a dare fiducia ad un governo cieco e sordo.  il movimento 5stelle a un programma preciso e pubblicato sul web e pertanto questi signori se lo accettano  in toto non vedo perche non collaborare altrimenti vadano  per la loro strada. Cia a tutti Gianco

  • e giusto che bisogna assumersi  delle  responsabilità verso il paese ma questi signori  che anno governato e governano  tuttora i quali  lo anno portato allo sfacelo oggi anno il coraggio di scaricare la responsabilità su coloro che gli Italiani stanchi di governi fatti di sotterfugi e vane promesse. avendo preso coscienza e conoscenza  anno delegato persone del popolo  per governare il paese. che significato a dare fiducia ad un governo cieco e sordo.  il movimento 5stelle a un programma preciso e pubblicato sul web e pertanto questi signori se lo accettano  in toto non vedo perche non collaborare altrimenti vadano  per la loro strada. Cia a tutti Gianco

  • tutte le azioni a cui stiamo assistendo (non sono che le prime, e molte altre seguiranno) sono la conferma che l’M5S è veramente un grosso problema per la partitocrazia, un ostacolo “imprevisto” (Fassino non se ne sarebbe uscito con quell’arrogante presuntuosa e sarcastica “sfida” a Grillo affinché “provasse” un po’ a fondare un movmento e a prendere voti…, se avesse capito che era meglio fare e dire diversamente = ha interamente dimostrato la sua pochezza, ma ovviamente meglio così!!!). E non meraviglia che direi ingenuamente tentino di scaricare responsabilità sugli altri. Il PD, anziché ammettere la non vittoria (dai, non diremo fallimento) o meglio prendere atto che larghi settori dell’elettorato non vogliono più inciuci e privilegi da sceicchi in cambio del nulla (almeno producessero benefici collettivi per un ennesimo di quello che sono pagati), pretende dal M5S una fiducia che già una quota parte del loro elettorato gli nega. Non meraviglia che se ne escano con queste boutades da infimi politùcoli, segno che sono in fibrillazione, che sentono ancora di più il fiato sul collo. La lotta è epocale, e non solo politica: è tra chi vive si muove e pensa nella realtà, e chi invece vive nella insània. Il problema è che pretendono anche che nell’insània e nei privilegi ce li mantengano gli altri, a cui fanno danno e che vorrebbero pure stessero zitti. INACCETTABILE al pari del suicidio (anzi forse questo è meglio)

  • dopo aver votato il M5S con una certa convinzione, mi trovo piuttosto spiazzato dall’ultimo post di Grillo su Bersani Stalker politico, post che definirei senza mezzi termini una delle tante “sparate alla Grillo”. Vorrei dire tre cose:

     

    Prima cosa: Grillo aveva detto due cose secondo me molto condivisibili, ovvero che “sarebbe un crimine contro la galassia consegnare il paese a Berlusconi“, e che ripetere su scala nazionale la collaborazione tra M5S e PD (eh si, proprio quel PD) sarebbe “stato meraviglioso”.

    Suggerendomi quindi che anche Grillo e’ d’accordo sul fatto una collaborazione di questo tipo (non un’alleanza) farebbe molto meglio al paese, piuttosto che costringere il PD a cercare la fiducia dal PDL (proprio quel PDL) e da Mario Monti (proprio quel Mario monti), visto che comunque alla fine un governo si dovra’ fare.

    Ovvero, considerato che a differenza del caso Siciliano il governo nazionale ha bisogno di un’approvazione esplicita da parte di entrambe le camere, il M5S non avrebbe avuto problemi a votare la fiducia al senato ad un governo che non abbia al suo interno uomini del PDL e di Monti. Promettendo di revocarla non appena questo governo si fosse impuntato su una linea incompatibile con il programma M5S.

    Mi sembra quindi gelare Bersani in quel modo sia una contraddizione con cio’ che si era detto precedentemente.

    Grillo aveva detto che il PD punta al governissimo con il PDL e Monti, e che i 5 stelle lo avrebbero impedito. Subito dopo e’ andato a dire alla BBC che il PD cerchera’ l’intesa con monti a causa del no del M5S sulla fiducia al senato. Mi sembra, di nuovo, che Grillo si stia contraddicendo.

    Qualcuno mi aiuta a capire?

     

    Seconda cosa: Personalmente penso che il PD punti al governissimo. La correttezza, l’onesta’ e la trasparenza imposte dal M5S sarebbero una giacca troppo stretta per i maiali del PD. Penso che ci sia una grande messa in scena da parte del PD, tanto fumo negli occhi per cercare di far passare l’idea che loro stiano facendo di tutto per evitare il governissimo con il PDL, ma che alla fine non avranno alternative, a causa di un Grillo testardo, demagogo, cialtrone, capace soltanto a sparare contro tutti.

    E potrebbero anche riuscirci, con tutta la stampa e la televisione dalla loro parte.

    Ma allora, proprio per questo, non sarebbe del tutto fuori luogo questa sparata di Grillo su Bersani Stalker politico? Non e’ un regalo al PD?

    Anche qui, apprezzerei molto se qualcuno mi aiutasse a capire.

     

    Terza cosa: ma la decisione di votare o non votare la fiducia non dovrebbe essere presa collegialmente dagli eletti del movimento? che cosa le fanno a fare le consultazioni interne i parlamentari eletti, prima a livello locale e poi al livello nazionale, se Grillo ha gia’ deciso tutto? Grillo non dovrebbe rispettare la costituzione anziche’ sparare a raffica come ci sta abituando?

    In attesa di chiarimenti,

    GP

     

     

     

  • dopo aver votato il M5S con una certa convinzione, mi trovo piuttosto spiazzato dall’ultimo post di Grillo su Bersani Stalker politico, post che definirei senza mezzi termini una delle tante “sparate alla Grillo”. Vorrei dire tre cose:

     

    Prima cosa: Grillo aveva detto due cose secondo me molto condivisibili, ovvero che “sarebbe un crimine contro la galassia consegnare il paese a Berlusconi“, e che ripetere su scala nazionale la collaborazione tra M5S e PD (eh si, proprio quel PD) sarebbe “stato meraviglioso”.

    Suggerendomi quindi che anche Grillo e’ d’accordo sul fatto una collaborazione di questo tipo (non un’alleanza) farebbe molto meglio al paese, piuttosto che costringere il PD a cercare la fiducia dal PDL (proprio quel PDL) e da Mario Monti (proprio quel Mario monti), visto che comunque alla fine un governo si dovra’ fare.

    Ovvero, considerato che a differenza del caso Siciliano il governo nazionale ha bisogno di un’approvazione esplicita da parte di entrambe le camere, il M5S non avrebbe avuto problemi a votare la fiducia al senato ad un governo che non abbia al suo interno uomini del PDL e di Monti. Promettendo di revocarla non appena questo governo si fosse impuntato su una linea incompatibile con il programma M5S.

    Mi sembra quindi gelare Bersani in quel modo sia una contraddizione con cio’ che si era detto precedentemente.

    Grillo aveva detto che il PD punta al governissimo con il PDL e Monti, e che i 5 stelle lo avrebbero impedito. Subito dopo e’ andato a dire alla BBC che il PD cerchera’ l’intesa con monti a causa del no del M5S sulla fiducia al senato. Mi sembra, di nuovo, che Grillo si stia contraddicendo.

    Qualcuno mi aiuta a capire?

     

    Seconda cosa: Personalmente penso che il PD punti al governissimo. La correttezza, l’onesta’ e la trasparenza imposte dal M5S sarebbero una giacca troppo stretta per i maiali del PD. Penso che ci sia una grande messa in scena da parte del PD, tanto fumo negli occhi per cercare di far passare l’idea che loro stiano facendo di tutto per evitare il governissimo con il PDL, ma che alla fine non avranno alternative, a causa di un Grillo testardo, demagogo, cialtrone, capace soltanto a sparare contro tutti.

    E potrebbero anche riuscirci, con tutta la stampa e la televisione dalla loro parte.

    Ma allora, proprio per questo, non sarebbe del tutto fuori luogo questa sparata di Grillo su Bersani Stalker politico? Non e’ un regalo al PD?

    Anche qui, apprezzerei molto se qualcuno mi aiutasse a capire.

     

    Terza cosa: ma la decisione di votare o non votare la fiducia non dovrebbe essere presa collegialmente dagli eletti del movimento? che cosa le fanno a fare le consultazioni interne i parlamentari eletti, prima a livello locale e poi al livello nazionale, se Grillo ha gia’ deciso tutto? Grillo non dovrebbe rispettare la costituzione anziche’ sparare a raffica come ci sta abituando?

    In attesa di chiarimenti,

    GP

     

     

     

  • Caro Claudio,

    la tua analisi è perfetta ed anche il tuo appello alla base grillina a non dividersi è sacrosanto.Dare la fiducia al pd equivale ad un suicidio.Ed avrebbe dovuto capirlo anche Jacopo Fo che l’accordo con il pd lo auspica.

  • ”che hai fatto, ma che cosa hai fatto?”: cosí Beppe esordiva quando, un anno fa e piú, mi sono cancellato dal blog.   Ora penso di aver fatto molto bene.   Ho sottoscritto la petizione su change.org per un governo programmatico PD-M5S.  Per me si puó fare:  pochi punti e ministri PD sorvegliati a vista dagli M5S.   Cosí, niente inciucio e, di fatto, solo un appoggio esterno.  Se Grillo si tira indietro, oppure rende impossibile la cosa, sará la sua fine.
    E dará l’alibi al PD per un nuovo governissimo con il PDL.   Che tirerá inevitabilmente piú giú l’economia, come ha fatto il governo Monti, in ossequio alle richieste europee di rigore sulla spesa pubblica.   Un atteggiamento cosí non si capisce proprio. E’finito il tempo del Prozac, ora é meglio il Valium.  Certo, la base della protesta (e quindi di M5S) si puó allargare con l’aumento della povertá e della disoccupazione.  E’a questo che mira Beppe??  

  • Maxit ha scritto :
    Tranquilli, come al solito fra un paio di giorni nessuno si ricordera’ della famosa petizione e conseguente “rottura” della base perche’ i nostri democratici media avranno qualche altra novita’ succulenta da gettare in pasto agli italioti. Meglio cosi’, se qualcuno non e’convinto del M5S e’ meglio che voti qualcos’altro, altrimenti ci ritroveremo in continuazione in situazioni del genere. Lo stesso Grillo l’ha ripetuto centinaia di volte, se non volete partecipare, se non ci volete mettere qualcosa di vostro (che potrebbe essere anche solo il tempo d’informarsi per davvero) e’ meglio che non ci votate. Avanti cosi’, compatti e coerenti.      

    esattamente

  • maurizio ha scritto :
    Caro Claudio, la tua analisi è perfetta ed anche il tuo appello alla base grillina a non dividersi è sacrosanto.Dare la fiducia al pd equivale ad un suicidio.Ed avrebbe dovuto capirlo anche Jacopo Fo che l’accordo con il pd lo auspica. “Fo in fondo appartiene all storia del Pci …

  • Avanti così, senza tentennamenti e incertezze.

    Non ci si può alleare con chi ci ha ridotto così. E’ educativo per tutti i soliti partiti comprendere che i cittadini italiani del M5S sono ideologicamente convinti e forti delle loro convinzioni. Nessuno di noi vuole affondare o vuole distruggere l’Italia, altrimenti non staremmo qui a parlarne. Ma non si deve cedere alla tentazione o alla smania di uno pseudo protagonismo di attori della nostra storia attuale. Sarebbe un suicidio non solo del M5S ma di tutti quegli italiani che credono nei valori fondamentali del movimento e confidano in un’Italia migliore che meritano. Non buttiamo alle ortiche il sogno reale così faticosamente conquistato da tutti coloro che si sono tanto impegnati. Io sono una miracolata dal Movimento che mi ha ridato la passione positiva di credere ancora che molto di buono si può fare. Intanto PD e PDL, se vogliono salvarci dalla ‘INGOVERNABILITA’ comincino a scrivere con dettagliata precisione quali sono le riforme “STRUTTURALI” che vogliono fare. FARE, capito italiani del PD e del PDL, FARE  e non sproloquiare. Forza e coraggio e piedi per terra. Con tanto affetto e stima.PatriziaDiFe 

     

     

  • Il M5S sta giocando col fuoco. Potrebbe andargli bene o bruciarsi. Se il PD sceglia la via della “responsabilità” e forma un governissimo col PDL per andare a nuove elezioni dopo aver varato la legge elettorale il M5S potrebbe fare il pieno di voti quanto si tornerà al voto. Se invece il PD se ne lava le mani e si indicono elezioni senza neanche cambiare la legge elettorale il M5S potrebbe subire un tracollo in quanto ha dimostrato di saper solo protestare ed impuntarsi su questioni di principio. Vi ricordate che fine ha fatto la sinistra radicale?

  • io volevo rispondere a GP.MI SEMBRI PROPRIO UN INFILTRATO E SE NON SEI UN INFILTRATO E DICI DI AVER VOTATO M5S,VUOL DIRE CHE NO C’HAI CAPITO UN C…O,

    GRILLO A RAGIONE A DARE DEL MORTO A BERSANI,ANZI ZOMBIE

  • Il M5S sta giocando col fuoco. Potrebbe andargli bene o bruciarsi. Se il PD sceglia la via della “responsabilità” e forma un governissimo col PDL per andare a nuove elezioni dopo aver varato la legge elettorale il M5S potrebbe fare il pieno di voti quanto si tornerà al voto. Se invece il PD se ne lava le mani e si indicono elezioni senza neanche cambiare la legge elettorale il M5S potrebbe subire un tracollo in quanto ha dimostrato di saper solo protestare ed impuntarsi su questioni di principio. Vi ricordate che fine ha fatto la sinistra radicale?

  • M5S NON CI INCASTRA NULLA CON LA SINISTRA RADICALE,E POI CHE INTENDI PER SINISTRA RADICALE?

    IL VOLTAGABBANA DI BERTINOTTI,CHE ORA PERCEPISCE 13000 EURO DI PENSIONE?MEGLIO LA FINE CHE BERSANI,MA CHE C’AVETE NEL SANGUE ?ACQUA????

  • Ciao Claudio ! Stasera la radio che ascolto ti ha citato riguardo Beppe grillo ma non mi ricordo bene cosa dicesse ! Comunque sono un tuo lettore silente quindi ti saluto e continua così . ciao

  • Buonasera a tutti e grazie Claudio per la chiarezza con la quale hai fugato ogni dubbio a quanti , per un momento, avevano dato credito a quanto si vocifera in giro.

    Personalmente direi che adesso possiamo voltare pagina su questa squallida pantomima e dedicarci a dare tutto il nostro supporto alle persone elette del M5S che, alla Camera e al Senato, avranno tanto tanto lavoro duro da fare.

    Il popolo dei fedeli ai valori del M5S è a disposizione per aiutare, proteggere, difendere e anche controllare tutti gli esponenti del M5S.

    Siamo con Voi, forza ragazzi, andiamo avanti e “mandiamoli tutti a casa”.

    Grazie sempre a Beppe !

  • A’ messora, ma ce sei o ce fai?

    Lo sai benissimo che il partito pirata in questione non è quello di Marsili, ma lui ha praticamente clonato anche loro (e infatti fai di tutto per non scrivere il contrario ma lasciarlo intendere).

    Sai benissimo che il partito pirata in questione non si è presentato a nessuna elezione, e che è solo sulla carta, quindi è ovvio, e legittimo, che chi lo sostiene avrà votato qualcos’altro.

    Se questa ragazza ha votato m5s, perché non ha diritto a dire la sua? che fine ha fatto uno vale uno? e se, non dico tutti, ma almeno la metà di chi ha firmato la petizione avesse votato m5s, il parere di 60000 elettori non vale niente solo perché tu ti inventi un paio di fregnacce per spacciarlo per complottone?

    Menti sapendo di mentire.

  • Gli attivisti sono sicuramente persone importanti all’interno del M5S, ma ancora di più di loro sono i non attivisti che hanno però dato il loro voto. 

     

    Certo gli attivisti sono anche elettori, ma non credo che se avessero votato solo loro il movimento non credo che saremmo qui a discutere del successo del sig. Grillo & C.

    Molti elettori sono del parere che ci si debba accordare col PD su alcuni importanti punti per poi andare a rivotare.

    Molti elettori potrebbero decidere di non rivotare il M5S se questo si applicasse a strategie per avere più voti, ma a costi troppo alti per troppa gente comune.

     

    PS. Il Sig. Dario Fo può essere considerato un attivista del M5S? Non mi sembra che sia per la non collaborazione con il centrosinistra

  • Inciucio o no, a me non frega niente.

    Ma se si va a votare ancora con la stessa legge elettorale, e senza una nuova legge sul conflitto di interessi che faccia fuori il nano, il M5S non lo voto più.

     

     

     

  • alextrov ha scritto :
      Al primo dissenso interno si grida ai troll e ai finti sostenitori. Mi sembra molto semplicistico. Come dire che chi non è d’accordo con la petizione è solo un filo-berlusconiano o un ex-PDL.  Da chi pensate sia composto questo 25%? Da nuovi italiani usciti dal nulla? Siamo tutti ex-qualcosa e cerchiamo di cambiare le cose. Fra poco mi aspetto che qualcuno inizierà a rimpiangere “meglio al 5% ma tutti allineati e coperti” che al governo. Roba da Democrazia Proletaria, per chi se la ricorda.  

     

     

    Ciao Alextrov,

    sono distrutto! Ho lottato per cinque anni per portare ogni voto al Movimento ed ora mi hanno bannato dal Blog solo perche’ ho osato contraddire Grillo.

    Al di la della disputa Fiducia si Fiducia no non e’ questo il Movimento che volevo, dove la regola 1 vale 1 era fondamentale.

    Pocco male lo ho preso nel C…. ancora una volta.

    tanto i Volponi di Politici hanno nasato il Bluff e torneremo presto alle elezioni, come dici tu torneremo quello che Grillo vuole un partito elitario al 5% destinato all’ostruzionismo.

    • Attenzione! Si segnalano anche in questo blog Troll e Debunker Nazionali/UE

      In questo articolo: http://crisis.blogosfere.it/2013/02/europa-1-milione-di-euro-per-addestrare-i-funzionari-a-fare-i-troll.html, i dettagli con cui l’UE spende un milione di euro per addestrare troll.

      L’ondata di troll inviata dal Partito (anti) Democratico, non si esaurirà con le dichiarazioni di Beppe Grillo, in quanto essendo ormai alla canna del gas si dimeneranno come bestie morenti. Stessa cosa dicasi per i criminali dell’UE, che potrebbero raddoppiare i finanziamenti. Sono solo specchi per le allodole, non accettate provocazioni e lasciateli perdere, tra non molto smetteranno di respirare.

      La strada è già tracciata. Viva il M5S!

    • Si sono accorti che la tecnica di pilotare le menti con il mainstream ha cominciato a scricchiolare ed è sicuro che abbiamo sguinzagliato troll sulla rete che fungano da influencer. Ma te in che mondi vivi? Scusa ma dai proprio l’impressione di postare tanto per postare e questo desta un po’ di diffidenza.

  • Messora, ti seguo da anni con affetto e ammirazione. Ma oggi, Messora, sei semplicemente grottesco. Ripeti teorie del complotto paranoiche, senza alcuna logica. Metti sullo stesso piano la sinistra con gli anni e anni dei governi tragici di Berlusconi che hanno massacrato l’Italia, umiliata e privata della dignita’. Lo fai sciorinando MENZOGNE:

    1) 4 miliardi di tassa su MdP?? Sai bene che si tratta di un prestito da restituire con gli interessi. Costo zero per i contribuenti. Altro che tassa! Un provvedimento, su una banca gestita da sprovveduti (criminali), usato mille volte da altri paesi, USA in prima fila.

    2) Prodi manovrato dalla Goldman Sachs? Si si come no, e la Goldman Sachs e’ manovrata dagli alieni. Ma ti senti? Che vergogna! Prodi ha fatto entrare l’Italia nell’euro. Se non l’avesse fatto saremmo oggi un paese povero, distrutto e emarginato dall’economia e dalla storia. Ti ricordo che ha anche ridotto il debito pubblico da 123% al 105% dal 1996 al 1998. 

    3) Il conflitto d’interessi e’ esattamente quello che centinaia di migliaia di cittadini, elettori del m5s come del PD vorrebbero che si facesse con un accordo di magggioranza in Parlamento. Basta vollerlo prendendosi uno straccio di responsabilita’ e smettendola con gli slogan populisti.

    Tu punti allo sfascio per guadagnare punti agli occhi di Grillo. Cio’ disonora le tante battaglie che hai fatto in solitudine. Me ne dispiaccio.

    • Messora,

      facile ora salire sul carro del vincitore M5S ma quel carro siamo noi della base che lo abbiamo costruito e tirato per anni,

      Il ns. nemico principale e’ il sistema e se non colpiamo subito questo si riorganizza, ci porta a nuove elezioni con le stesse regole e ci azzera.

      Dobbiamo colpire subito quando e’ ancora vulnerabile, altro che stare a filosofare se dare o no la fiducia.

      Qui c’e’ gente che si suicida tutti i giorni e noi vogliamo che i ns deputati siano prudenti se no facciamo brutte figure?

      Gianluca

       

  • Monica C. ha scritto :
    Buonasera a tutti e grazie Claudio per la chiarezza con la quale hai fugato ogni dubbio a quanti , per un momento, avevano dato credito a quanto si vocifera in giro. Personalmente direi che adesso possiamo voltare pagina su questa squallida pantomima e dedicarci a dare tutto il nostro supporto alle persone elette del M5S che, alla Camera e al Senato, avranno tanto tanto lavoro duro da fare. Il popolo dei fedeli ai valori del M5S è a disposizione per aiutare, proteggere, difendere e anche controllare tutti gli esponenti del M5S. Siamo con Voi, forza ragazzi, andiamo avanti e “mandiamoli tutti a casa”. Grazie sempre a Beppe !

     

    Ciao Monica,

    ma come pensi di poter comunicare con gli eletti se tutto filtra attraverso il Blog dove appena dissenti ti Bannano?

     

  • Non dobbiamo mollare.Accettare cio che ci viene proposto dalla vecchia politica significa tradire gli elettori. Tutti a casa!!!!!

  • Non dobbiamo mollare.Accettare cio che ci viene proposto dalla vecchia politica significa tradire gli elettori. Tutti a casa!!!!!

  • Ebeee ha scritto :
    Stronzate, Primo, devono realizzare la piattaforma wiki, non sono neanche entrati e già vuoi scrivere proposte? Dagli tempo! Secondo: non è vero che è tutto bloccato, in questo preciso istante mentre scrivo ho la pagina del Movimento aperta http://www.beppegrillo.it/movimento/#_login a cui mi sono loggato tranquillamente, potresti avere problemi di connessione tu. Terzo: appena realizzeranno la piattaforma potremo interagire, così come stanno già facendo nel lazio.

     

    proid ha scritto :
    A parte che giudicare “Stronzate” le parole del prossimo non è il modo migliore di affrontare il dialogo, casomai è maleducazione, comunque espongo un fatto. Ore 13:30 : sito Grillo piantato e solo dopo un minuto son riuscio ad aprire l’home page… Idem per questo sito che dava (Server is too busy) … solo un’ora buona dopo riesco a postare in questa pagina (questo perchè nel sito di grillo, a lato c’era il link a questo articolo e molte persone cercavano di collegarsi a Byoblu). Questo succede perchè i due server (Grillo e Byoblu) non sono dimensionati per soddisfare le richieste degli utenti che cercano di aprire la pagina. Immagina cosa succederebbe al sito di Grillo se tutti gli utenti che l’hanno votato volessero entrare in contatto con l’unica fonte di informazione del M5S in pausa pranzo.. risultato : nessun servizio = nessuna comunicazione  = nessuna democrazia diretta! E’ assodato che i mezzi tradizionali di comunicazione ci sono contro, l’unico modo per comunicare è via internet… quindi il punto debole è l’instabilità e inadeguatezza dei canali di comunicazione di Grillo attualmente in piedi. Ma anche l’eccessiva centralità del sito di Grillo (se desse a disposizione interfacce per permettere ai siti periferici 5 stelle di dare gli stessi servizi del sito di Grillo sarebbe un’altra storia). Tra parentesi scrivo da una connessione dedicata 100 Mb in download/upload su un cavo usato anche per connettere una banca. Vedi tu se potrebbe essere colpa della mia linea! Wiki è “una pagina che viene aggiornata dai suoi utilizzatori” (http://it.wikipedia.org/wiki/Wiki) che non c’entra niente con un portale di democrazia diretta che preveda : proposte, interazioni con i proponenti, votazioni, feedback, assistenza ecc. E’ come paragonare un foglietto dove mezzo mondo (gli elettori) ci scrive,canella,modifica con un computer dotato di software ad hoc per far confluire le miriadi di interventi verso una decisione condivisa! Io sviluppo software per multinazionali. Tu Ebeee che lavoro fai? A parte che giudicare “Stronzate” le parole del prossimo non è il modo migliore di affrontare il dialogo, casomai è maleducazione, comunque espongo un fatto.Ore 13:30 : sito Grillo piantato e solo dopo un minuto son riuscio ad aprire l’home page… Idem per questo sito che dava (Server is too busy) … solo un’ora buona dopo riesco a postare in questa pagina (questo perchè nel sito di grillo, a lato c’era il link a questo articolo e molte persone cercavano di collegarsi a Byoblu).Questo succede perchè i due server (Grillo e Byoblu) non sono dimensionati per soddisfare le richieste degli utenti che cercano di aprire la pagina.Immagina cosa succederebbe al sito di Grillo se tutti gli utenti che l’hanno votato volessero entrare in contatto con l’unica fonte di informazione del M5S in pausa pranzo.. risultato : nessun servizio = nessuna comunicazione  = nessuna democrazia diretta!E’ assodato che i mezzi tradizionali di comunicazione ci sono contro, l’unico modo per comunicare è via internet… quindi il punto debole è l’instabilità e inadeguatezza dei canali di comunicazione di Grillo attualmente in piedi. Ma anche l’eccessiva centralità del sito di Grillo (se desse a disposizione interfacce per permettere ai siti periferici 5 stelle di dare gli stessi servizi del sito di Grillo sarebbe un’altra storia).Tra parentesi scrivo da una connessione dedicata 100 Mb in download/upload su un cavo usato anche per connettere una banca. Vedi tu se potrebbe essere colpa della mia linea!Wiki è “una pagina che viene aggiornata dai suoi utilizzatori” (http://it.wikipedia.org/wiki/Wiki) che non c’entra niente con un portale di democrazia diretta che preveda : proposte, interazioni con i proponenti, votazioni, feedback, assistenza ecc.E’ come paragonare un foglietto dove mezzo mondo (gli elettori) ci scrive,canella,modifica con un computer dotato di software ad hoc per far confluire le miriadi di interventi verso una decisione condivisa!Io sviluppo software per multinazionali. Tu Ebeee che lavoro fai?

     

    Anche io non riesco ad entrare, ma tanto anche se entro non mi pubblicano i commenti…bell’esempio di democrazia davvero

    • Ma se tutto il meccanismo del movimento si doveva basare sulla comunicazione come cavolo comunichiamo se e’ gia’saltato tutto?

      I ns. eroi a Roma sono isolati nella loro torre di Avorio.

      E Certo che come primo partito ora i soldi per comprare una intera server farm e potenziare la rete te li presta chiunque.

      Spero almeno nella buonafede.

       

      Gianluca

  • Uno degli scenari futuri politici col quale dovremo forse farci i conti potrebbe essere questo:

    Non vi sarà nessun inciucio e quindi nascerà un “non governo”.Il PdR Napolitano si vedrà costretto in qualche modo a fare l’avvocato del diavolo e nominerà un Presidente del Consiglio che farà capo ad un ennesimo governo tecnico diciamo di transizione. Questo governo riuscirà in qualche modo a forzare gli ostacoli e si arriverà alle prossime elezioni il più presto possibile con una nuova legge elettorale. Sinceramente non intravedo nessun altro scenario possibile , conoscendo un po i vizi e le virtù (virtù è cmq una parola grossa) della cricca compreso Napolitano che ne è parte integrante anche se per qualcuno (tantissimi), potrà sembrare il contrario.L’Europa dei burocrati e degli opportunisti, quindi quel sistema oligarchico che non ha mai fatto gli interessi di questa “comunità mancata”, cercherà di mantenere la stessa linea fatta di “aiuti ” che serviranno a prender tempo (il LORO e non il nostro , quello della maggioranza dei cittadini onesti),e le conseguenze saranno disastrose sia per l’Europa , visto come il sogno di una unificazione a scopo di mantenere la pace  ecc, sia per la maggior parte dei cittadini , sopratutto in quelle nazioni che oggi sono già difatto in default.

    Auguro a tutti i parlamentari convinti ed orgogliosi di questo status-quo, di convertirsi alla civiltà.

    Cordiali saluti

    Giancarlo

  • Appena visto a Servizio Pubblico l'”agente infiltrata” dal Pd. 

    Aspira a fare la gelataia. Ma la figura da gelatai la sta facendo lei e Beppe Grillo.

    Con ciò, mi rendo conto che il M5S non possa, per contenuti, per tattica e …per coerenza dare la fiducia a priori a Bersani.

    Ma questo vedere agenti nemici mi ricorda tempi andati e linguaggi da regimi comunisti. 

  •  
    A quelli che propongono l’accordo PD-M5S farei una contro-proposta:
     
    Il M5S è un movimento SENZA: 
    1. Senza indagati/condannati (vd Scilipoti, Berlusconi, Ecc.)
    2. Senza politici di professione, non più di 2 mandati (vd. Bersani, Bindi, ecc.)
    Quindi il M5S non può allearsi con PD o PDL così come sono adesso.
    Tuttavia nel PD o PDL ci saranno pure onorevoli non indagati e con meno di 2 mandati.
    Ebbene se questi onorevoli ne hanno la forza e il coraggio, possono uscire dai rispettivi partiti e costituire un gruppo misto con cui il M5S potrebbe collaborare.
  • Io non ho votato m5s ma mio padre sì. Non so su che basi visto che non ha accesso a internet e non ha idea di cosa sia lo Tsunami tour, quindi al M5S sono stati bravi a far passare il messaggio anche in quei pochi stralci comparsi per i TG (giuro, è un complimento). Non aver votato m5s non vuol dire per me disprezzare il Movimento, sia ben chiaro. Anzi. Allo stesso tempo vorrei non essere disprezzata per non aver votato il Movimento. Detto questo. Non tutti quelli che hanno votato 5stelle, come mio padre, sono “grillini” (mi si passi il termine) e non credo sia l’unico ad aver votato con una conoscenza “superficiale” (mi si passi anche questo, per favore) del programma del movimento. L’idea che si sta facendo largo nella testa di un’elettore 5stelle senza essere un’iscritto al movimento quale è mio padre è: “Se non fanno in modo di fare un governo stabile io non li rivoto.” E votava PDL prima, Bersani non gli sta esattamente simpatico…

    Quindi non importa il modo in cui lo faranno, ma che il Movimento trovi il modo di rendere stabile il governo per un tempo abbastanza decentemente convincente dal permettere di essere rivotabile alle prossime elezioni. O perderanno i voti di chi preferisce farsi deludere da chi conoscono già.

    Se vi sembra una speranza così irragionevole ditemi dove lo è.

    Saluti,

    Antonella Guidi

    • Se fai questa domanda evidentemente non hai capito molto le motivazioni del M5S

      Fai il tuo dovere di cittadina: Infromati!

      Ricerca e studia i seguenti personaggi e poi ne riparliamo:

      Albero Bagnai/Claudio Borghi, riguardo ai vantaggi che hanno avuto i paesi del Nord Europa nel creare l’Euro a discapito dei paesi del sud Europa. A tale riguardo vatti a rivedere chi ha firmato i trattati di Maastricht e di Lisbona e dato che ci sei leggiti i trattati stessi (che violano la costituzione Italiana)

      Lidia Undiemi, riguardo ai trattati internazionali come MES e Fiscal Compact e come essi costituiscano una truffa ai danni del popolo Italiano ed una palese violazione della costituzione Italiana

      Nino Galloni, riguardo a cosa successo dal trattato di Versailles in poi in Italia con dovizia di dettagli visto che è stato funzionario di stato e quindi un prezioso testimone diretto dei giochetti della politica

      Marco Della Luna, che spiega chiaramente la truffa del sistema finanziario ai danni del popolo con la totale complicità della classe politica.

  • E’ necessario, sedersi e confrontarsi con il PD. Non ‘ il movimento a decidere quale sia l’interlocutore del Pd e viceversa. Si possono concordare molti puntiper rastrellare soldi che possono essere impiegati per il rilancio economico e diminuzione tasse ai ceti piu’ deboli. La partenza delle proposte DEVE ripartire dai TAGLI ai costi della politica.Riduzione Parlamentari a 500 fra Camera e Senato. Stipendi parlamentari a livello Sindaco di Firenze tutto compreso piu’ diaria di 200 euri al giorno max documentati per spese vitto alloggio per i non residenti. Abolizione auto blu esclusi ministri e sottosegretari.Abolizione Province Tutte. Riduzione a meta’ del numero e indennita’ dei consiglieri Regionali con 0 auto blu. Riduzione degli stipendi dei funzionari della pubblica amministrazione TUTTA ad un tetto massimo di 150000 mila euro lordi per anno. Tetto massimo delle pensioni di anzianita’ a 150000 mila euri lordi all’anno. Cancellazione dei contributi elettorali a qualsiasi titolo cosi’ come quelli alla editoria. Vendita di tutta le reti Rai accetto una dedicata a servizio pubblico. Rianalisi delle frequenze gratuite da ridare a pagamento. Di tutte queste cose piu’ altre evidenti bisogna fare un Decretone da Approvare entro 30 giorni senza balletto di formalita’ o fantasmi di Costituzionalita’. Il Parlamento e’ SOVRANO.Corte Costituzionale Dimezzata. Chi ci sta’ ci sta’ altrimenti rielezioni. Conflitto di interessi, Anticorruzzione, gay,……DOPO. Adesso solo cose importanti niente fuffa

  • E’ necessario, sedersi e confrontarsi con il PD. Non ‘ il movimento a decidere quale sia l’interlocutore del Pd e viceversa. Si possono concordare molti puntiper rastrellare soldi che possono essere impiegati per il rilancio economico e diminuzione tasse ai ceti piu’ deboli. La partenza delle proposte DEVE ripartire dai TAGLI ai costi della politica.Riduzione Parlamentari a 500 fra Camera e Senato. Stipendi parlamentari a livello Sindaco di Firenze tutto compreso piu’ diaria di 200 euri al giorno max documentati per spese vitto alloggio per i non residenti. Abolizione auto blu esclusi ministri e sottosegretari.Abolizione Province Tutte. Riduzione a meta’ del numero e indennita’ dei consiglieri Regionali con 0 auto blu. Riduzione degli stipendi dei funzionari della pubblica amministrazione TUTTA ad un tetto massimo di 150000 mila euro lordi per anno. Tetto massimo delle pensioni di anzianita’ a 150000 mila euri lordi all’anno. Cancellazione dei contributi elettorali a qualsiasi titolo cosi’ come quelli alla editoria. Vendita di tutta le reti Rai accetto una dedicata a servizio pubblico. Rianalisi delle frequenze gratuite da ridare a pagamento. Di tutte queste cose piu’ altre evidenti bisogna fare un Decretone da Approvare entro 30 giorni senza balletto di formalita’ o fantasmi di Costituzionalita’. Il Parlamento e’ SOVRANO.Corte Costituzionale Dimezzata. Chi ci sta’ ci sta’ altrimenti rielezioni. Conflitto di interessi, Anticorruzzione, gay,……DOPO. Adesso solo cose importanti niente fuffa

  • alextrov ha scritto :
     I programmi si realizzano se sono votati da una maggioranza. Altrimenti rimangono pippe mentali oppure… si deve passare alle maniere violente.”

    E’ qui che casca l’asino caro alextrov.Il problema sono proprio i partiti e non le singole unità che voteranno al parlamento.I votanti sono schiavi di una oligarchia, quella alla quale hanno deciso di appartenere. Il tesserato vive in un limbo che da una parte lo protegge e dall’altro lo imprigiona e lo costringe a vivere da parassita. Poi nel tempo ci prende gusto e perde i valori , non arrosisce piu dalla vergogna e sente di non essere affatto solo quindi si sente protetto dalla stessa trappola nella quale ha scelto di rimanere.

    Ci vuole coraggio per cambiare e le motivazioni non trovano pretesti perchè le loro menti e coscienze sono oramai lontane da tutto e da tutti e si trovano a galleggiare in un mondo che è molto lontano da quello in cui si trova la vera essenza del paese/mondo che li ospita.

    Sono dei poveracci che non sanno  quello che fanno ma non per questo dobbiamo aspettare che sia la provvidenza ad aiutarci.

    Quindi avanti tutta a suon di conoscenza .

    Appoggio pieno al programma base dei 5 Stelle.

    Solo dopo questa base raggiunta si potrà iniziare a respirare aria nuova .

    PS

    Spero che metterete in programma , una sorta di patente elettorale elevando la soglia dell’analfabetismo ad un livello che sia compatibile con una minima comprensione di tutto quello che serve per una partecipazione critica ad eventuali proposte referendarie che credo saranno il pane quotidiano per cercare di mantenere un contatto coerente con le volontà popolari del nostro territorio e quindi porre le basi per confrontarci con il resto del mondo.

  • Personalmente mi viene da ridere su questa questione sollevata da pseudo militanti del movimento 5 stelle e che è magistralmente gestita ad arte dai media. Io (e amici intimi) siamo da sempre Berlusconiani, ma abbiamo votato voi M5S questa volta (ed ancora per il prossimo imminente voto vi daremo ulteriore sostegno). E’ lampante che questi pseudo militanti M5S che chiedono l’accordo con PD, altro non sono che soggetti di altri partiti ma non del M5S!….

    Noi manteniamo la fiducia su Grillo, se manterrà la parola di non allearsi con PD e PDL e se manterrà la promessa di epurare tutta la classe politica italiana. Forza Grillo!!

  • Sul fattoquotidianoTV in diretta streaming “servizio pubblico” : carfagna,cofferati,cacciari,eccetera…ospite viola tesi mi dispiace per te claudio che per motivi professionali forse lo dovrai guardare…..

    io perfortuna no

  • M5S e basta,chi vuole dare fiducia a Bersani o è infiltrato pd,o ex pd o pirata.non c’è da dire altro.Morale fatta:rispondere a domanda:chi vuole più bene all’italia? chi è coerente con Grillo o chi vuole un intesa con Bersani?Vogliamo la famosa dialettica?tesi antitesi sintesi.ok?

    MA MI DITE QUALE SAREBBE LA ANTITESI DI BERSANI PER FARNE UNA TESI?

    SEMPLICEMENTE NON ESISTE.!BERSANI VUOLE UN ACCORDO PER SALVARSI IL CULO…E QUANDO M5S E’ LI’…CON LE ARMI CHE CONOSCE LUI….ECCO CHE FINISCE IL MOVIMENTO….SE VAI NEL RING NON PUOI ANDARCI CON I SUOI ACCORDI.MA AVETE MAI VISTO UN INCONTRO TRA UN PUGILE PURO E UNO CHE FA FULL KONTACKT.IO NO.NON ESISTE.è CHIARO CHE VINCEREBBE IL COMBATTENTE CHE PUO’ USARE LE GAMBE.QUESTO E’ QUELLO CHE SUCCEDEREBBE A M5S SE SALE NEL RING CON BERSANI.BERSANI DEVE CEDERE POLTRONE E GIOCARE AD ARMI PARI.!

  • Antonella Guidi ha scritto :
    Io non ho votato m5s ma mio padre sì. Non so su che basi visto che non ha accesso a internet e non ha idea di cosa sia lo Tsunami tour, quindi al M5S sono stati bravi a far passare il messaggio anche in quei pochi stralci comparsi per i TG (giuro, è un complimento). Non aver votato m5s non vuol dire per me disprezzare il Movimento, sia ben chiaro. Anzi. Allo stesso tempo vorrei non essere disprezzata per non aver votato il Movimento. Detto questo. Non tutti quelli che hanno votato 5stelle, come mio padre, sono “grillini” (mi si passi il termine) e non credo sia l’unico ad aver votato con una conoscenza “superficiale” (mi si passi anche questo, per favore) del programma del movimento. L’idea che si sta facendo largo nella testa di un’elettore 5stelle senza essere un’iscritto al movimento quale è mio padre è: “Se non fanno in modo di fare un governo stabile io non li rivoto.” E votava PDL prima, Bersani non gli sta esattamente simpatico…Quindi non importa il modo in cui lo faranno, ma che il Movimento trovi il modo di rendere stabile il governo per un tempo abbastanza decentemente convincente dal permettere di essere rivotabile alle prossime elezioni. O perderanno i voti di chi preferisce farsi deludere da chi conoscono già.Se vi sembra una speranza così irragionevole ditemi dove lo è.Saluti,Antonella Guidi

    Credo che la noia e l’esasperazione, a volte affinano in qualche modo i nostri sensi che non sempre trovano la via logica di una ragione razionale.A volte la verità la si puo trovare ai margini di dove sembra dover essere. Poi da una stessa scena vista in TV , non è detto che passi lo stesso messaggio , perchè cio che metabolizziamo è un qualcosa che viene promosso alle nostre attenzioni passando attraverso la nostra personale esperienza e il nostro modo del momento di recepirne il senso. Chiedo scusa per il “turpiloquio” ma vorrei dire che a volte quando ci si trova disarmati in un angolo che sembra quasi impossibile venirne a capo, trovi chissa come la forza di reagire che non hai mai avuto, compreso il coraggio di tentare anche attraverso l’ignoto, seguendo soltanto il cuore.

    • Lei ha capito perfettamente quello che volevo comunicare. La ringrazio per la risposta e la comprensione.

      Le auguro il meglio possibile.

  • sono stato anch’io ad un passo dal votare grillo..qualcosa mi ha trattenuto all’ultimo istante.. la sensazione che ricercasse lo sfascio, non una vera, autentica istanza di cambiamento.. la voglia di distruggere per non costruire.. quel tirar fuori il peggio dalla pancia della gente che non porta mai a nulla di buono, quel suo starsene fuori a tirare i fili come mangiafuoco con i suoi burattini.. e soprattutto un sano realismo che mi appartiene e che sono orgoglioso di possedere.. 
    un paese non si governa con le mail o le votazioni on line.. se dai ascolto a milioni di persone troverai milioni di risposte e alla fine non sarai in grado di prendere alcuna decisione..per questo la democrazia non può che essere rappresentativa e basarsi sulla delega.. ma non una delega in bianco, qualcosa invece che si basa su un definito programma condiviso, realistico ed attuabile.. tutto il resto è pura demagogia e populismo fine a sè stesso.. o, peggio, pulsioni autoritarie che minano alle fondamenta la democrazia..
    ora.. se grillo fosse in buona fede, ma non lo è, avrebbe colto la storica occasione di fare qualcosa di buono per questo paese, rinunciando alle cose impossibili e concentrandosi sulle cose possibili..che mai sono state fatte.. invece non lo farà, giocando come fa il gatto col topo, forte della paralisi che si è prodotta nell’urna.. un gioco che però durerà poco..grillo per quanto mi riguarda è già morto politicamente.. finito..e con lui i sogni di un’intera generazione che sta tradendo proprio in questo momento..
    questa sua follia sarà ricordata sui libri di storia.. sarà dipinto come l’alter ego di berlusconi, una specie diversa ma sempre uguale, colui che per sentimenti privati e personali non ha esitato a trascinare il paese nel baratro.. così chi è già in salvo si salverà di nuovo, chi non lo è sarà condannato per sempre.. un gran bel risultato!
    c’è solo un barlume di speranza.. che i grillini in parlamento comprendano l’indegno gioco che si sta facendo sulla pelle dei più deboli e si ribellino, scarichino il dominus e agiscano di conseguenza.. non è un’ipotesi peregrina.. nei giovani c’è una purezza di fondo che nei momenti difficili rischiara le menti e sorregge.. glielo auguro con tutto il cuore..

    Sono stato anch’io ad un passo dal votare grillo..qualcosa mi ha trattenuto all’ultimo istante.. la sensazione che ricercasse lo sfascio, non una vera, autentica istanza di cambiamento.. la voglia di distruggere per non costruire.. quel tirar fuori il peggio dalla pancia della gente che non porta mai a nulla di buono, quel suo starsene fuori a tirare i fili come mangiafuoco con i suoi burattini.. e soprattutto un sano realismo che mi appartiene e che sono orgoglioso di possedere.. 

    Un paese non si governa con le mail o le votazioni on line.. se dai ascolto a milioni di persone troverai milioni di risposte e alla fine non sarai in grado di prendere alcuna decisione..per questo la democrazia non può che essere rappresentativa e basarsi sulla delega.. ma non una delega in bianco, qualcosa invece che si basa su un definito programma condiviso, realistico ed attuabile.. tutto il resto è pura demagogia e populismo fine a sè stesso.. o, peggio, pulsioni autoritarie che minano alle fondamenta la democrazia..

    Ora.. se Grillo fosse in buona fede, ma non lo è, avrebbe colto la storica occasione di fare qualcosa di buono per questo paese, rinunciando alle cose impossibili e concentrandosi sulle cose possibili..che mai sono state fatte.. invece non lo farà, giocando come fa il gatto col topo, forte della paralisi che si è prodotta nell’urna.. un gioco che però durerà poco..grillo per quanto mi riguarda è già morto politicamente.. finito..e con lui i sogni di un’intera generazione che sta tradendo proprio in questo momento..

    Questa sua follia sarà ricordata sui libri di storia.. sarà dipinto come l’alter ego di berlusconi, una specie diversa ma sempre uguale, colui che per sentimenti privati e personali non ha esitato a trascinare il paese nel baratro.. così chi è già in salvo si salverà di nuovo, chi non lo è sarà condannato per sempre.. un gran bel risultato!

    C’è solo un barlume di speranza.. che i grillini in parlamento comprendano l’indegno gioco che si sta facendo sulla pelle dei più deboli e si ribellino, scarichino il dominus e agiscano di conseguenza.. non è un’ipotesi peregrina.. nei giovani c’è una purezza di fondo che nei momenti difficili rischiara le menti e sorregge.. glielo auguro con tutto il cuore..

    • Personalmente ti dico che noi l’abbiamo votato Grillo, dopo 15 anni di voto incondizionato a Berlusconi. Ed anche se per il carisma in futuro voteremo ancora Berlusconi, se dobbiamo essere sinceri, sappiamo molto bene che PD e PDL attraverso i media e giornali mostrano avversità tra di loro ma in realtà nei loro club privati non accedibili alla massa (commissione trilaterale, Bilderberg etc etc…) , si fanno gli accordi su come dividersi il paese e ricchezze, pianificando strategie di comunicazione verso le masse, attraverso tv e giornali, che diano una parvenza di contrasto tra di loro, ma che in realtà il burattinaio dietro è uno solo…

       

      Perciò poche balle, che vada avanti Grillo e mantenga fede alla promessa data, restaurare una nuova classe politica, seria, onesta, leale e che faccia gli interessi veri del popolo (che se non sbaglio dovrebbe essere sovrano…)

       

  • Che schifo di oltraggio alla democrazia! La pagheranno tutti questi partiti che non lasciano il movimento 5 stelle e noi cittadini fare le riforme per risanare l’Italia, DELINQUENTI

  • Grillo ci aveva avvisato.Siamo in guerra.La prima regola è il silenzio,aiuta a mantenere la calma ed i ranghi ben serrati.Ascoltare.Pd e PD-l stanno tentando di dividerci facendoci starnazzare come galline. Dobbiamo riflettere sul ruolo che ognuno di noi ha svolto finora e ammettere che aver messo una x non significa dettare le strategie,siamo solo gregari invisibili e la nostra forza è il silenzio. La forza silenziosa che nessuno può prevedere le intenzioni.Le nostre opinioni devono essere espresse nei  meet up quella è la nostra piattaforma.Iscrivetevi e partecipate.La posta è alta e senza la consapevolezza di se stessi e di una strategia non si vincono le guerre.Le galline starnazzanti finiscono sempre appese al chiodo.

     

  • Non si capisce qual’è l’alternativa però, rivotare fino a che il M5S non avrà la maggioranza assoluta?

    Ovvero mettersi a fare una strategia politica rischiando sulla pelle del paese che vogliamo salvare, e che mentre parliamo continua a indebitarsi a ritmi vertiginosi?

    Se alle prossime elezioni il “rischio calcolato” non dovesse premiarci e invece del 25 abbiamo solo il 28 ma continua a esserci qualcuno al 29 o comunque siamo senza maggioranza che si fa? si rivota un’altra volta? 

    Ma voi vi volete prendere veramente questa responsabilità di fronte al paese, alla storia, per un calcolo politico rischioso?

     

    • scusa mi pare che è il PD che ha le redini….perciò se proprio vogliono farla la maggioranza la facciano col PDL….secondo te il PDL ne è esterno e non è parte in causa??

    • scusa mi pare che è il PD che ha le redini….perciò se proprio vogliono farla la maggioranza la facciano col PDL….secondo te il PDL ne è esterno e non è parte in causa??

    • scusa mi pare che è il PD che ha le redini….perciò se proprio vogliono farla la maggioranza la facciano col PDL….secondo te il PDL ne è esterno e non è parte in causa??

  • caro F.Donati sei veramente una persona di buone intenzioni,ma con gli squali non ci puoi andare con i buoni propositi…<<per favore squalo non mi mangiare>>te lo immagini,poi ti direbbe<<ma non lo sapevi che ero uno squalo?>>….e poi vieni a parlere di vedere la realta’?

    Meglio la fine del movimento che l’alleanza con Bersani!!

    SANGUE IN VENE SALE IN ZUCCA E ACQUA IN BOCCA,ANZI VINO

  •  Il problema è che pretendono anche che nell’insània e nei privilegi ce li mantengano gli altri, a cui fanno danno e che vorrebbero pure stessero zitti. INACCETTABILE al pari del suicidio (anzi forse questo è meglio)

    Premetto che sono daccordo e appoggio quella parte di risposta che non ho quotato. Seneca diceva che la morte, non ci appartiene e il filosofo aveva ragione , visto che una cosa materiale o astratta che sia, non potrà mai appartenere a un morto così come la morte non potrà mai appartenere alla vita.

    In effetti vivere male al punto estremo è un po peggio che aver varcato la soglia.

    Ma le LORO pretese inaccettabili moriranno assieme alle loro carriere, mentre saranno condannati a dover vivere per tutta il resto della loro vita, senza privilegi e da (mi si passi il termine) comuni mortali ^_o

  • !!!!!!!!!!ALLARME ROSSO!!!!!!!!!!Caro Claudio! URGENTE! Lo sai di questa storia di Prof. di economia MAURO GALLEGATI – Universita delle Marche? ATTENZIONE! Beppe Grillo NON VUOLE USCIRE DALLA GALERA DELL’Euro.Per non parlare dell’esternazione atroce di Celentano che ci vuole tutti affamati e vessati, condannati alla miseria da questa moneta -manganello. Faranno dei seminari per i neoeletti grillini!!! Si parla delle cose orribili e insensate ,tipo l’euro a due velocita e le oscenita simili. Tu conosci Alberto Bagnai, lo sai come stanno le cose. Come facciamo? E mai possibile che Grillo sia cosi miope? Ti prego, proponi subito un post per una discussione libera tra gli economisti con un po’ di senno, altrimenti siamo spacciati e lo sai…

  • Scusi ma non capisco bene cosa c’entra la storia di Marsili. Il Partito Pirata ed il M5S sono stati coinvolti in una vicenda analoga, quindi che vuol dire che Viola Tosi facesse parte del primo?? Mi pare la tipica campagna di diffamazione (per come è stata riportata la vicenda, in modo del tutto allusivo, sembrerebbe che Viola abbia fatto parte di qualche cospirazione contro il movimento). Mi complimento, vedo che avete fatto molto presto ad imparare i metodi della vecchia politica che tanto criticate. Anzi, forse avete già superato i maestri.

  • maurybell ha scritto :
    Qualcuno potrebbe spiegare la differenza che passa tra votare la fiducia ad un eventuale governo bersani che dovesse proporre un programma di governo che contenga solo punti contenuti dal M5S e invecie votare “con gioia” una proposta di legge, avanzata dallo stesso governo bersani, che contenga solo punti contenuti dal M5S, e su cui lo stesso governo bersani dovesse porre la questione di fiducia? oltre all’ovvia differenza che la fiducia al governo una volta data può essere tolta mentre la legge una volta votata non può essere rinnegata. Ringrazzio anticipatamente per la cortese risposta  “C’è differenza eccome.

    Un conto è fidarsi di un programma ancora da discutere in parlamento, un’altro è approvare una proposta scritta fino agli ultimi dettagli in maniera chiara ed inequivocabile. Fidarsi a prescindere di un partito , quindi di una oligarchia che ha il difetto professionale di essere autoreferenziale?

    Vivamente sconsigliabile!

  • leopardogat ha scritto :
    Personalmente ti dico che noi l’abbiamo votato Grillo, dopo 15 anni di voto incondizionato a Berlusconi. Ed anche se per il carisma in futuro voteremo ancora Berlusconi, se dobbiamo essere sinceri, sappiamo molto bene che PD e PDL attraverso i media e giornali mostrano avversità tra di loro ma in realtà nei loro club privati non accedibili alla massa (commissione trilaterale, Bilderberg etc etc…) , si fanno gli accordi su come dividersi il paese e ricchezze, pianificando strategie di comunicazione verso le masse, attraverso tv e giornali, che diano una parvenza di contrasto tra di loro, ma che in realtà il burattinaio dietro è uno solo…   Perciò poche balle, che vada avanti Grillo e mantenga fede alla promessa data, restaurare una nuova classe politica, seria, onesta, leale e che faccia gli interessi veri del popolo (che se non sbaglio dovrebbe essere sovrano…)  

    appunto, si vede che in 15 anni non avete imparato niente..Il voto incondizionato è un insulto all intelligenza e libertà umana. E adesso rieccoci qua nella stessa situazione, l appoggio incondizionato a chi è pronto a sfasciare definitivamente il paese ( c’è ancora molto da distruggere se non ci credi vieni con me nel terzo mondo a vedere quanto in basso può arrivare l uomo ), pur di non mediare o raggiungere un accordo programmatico con il nemico. bravi..verrò a stringerti la mano quando anche le ultime aziende chiuderanno , mentre il M5S gioirà fiero della sua fermezza.

  • Mjollnir ha scritto :
    Certo! a mio avviso Di Pietro è direttamente corresponsabile proprio per quel motivo.

    Invece no, perchè se anche il pd avesse votato contro insieme a lui, pur avendo votato la fiducia con beneficio di inventario, sarebbe tornato a casa alla prima ciofeca di legge sul lavoro, dove dell’equità promessa non c’era nemmeno l’ombra.

    Se è andato avanti è stato perchè il non voto di IDV non è bastato, come non sarebbe bastato il suo non votargli la fiducia. Diciamo che se il suo non voto fosse stato determinante l’unica differenza sarebbe che non sarebbe nemmeno nato, mentre con la sua fiducia sarebbe durato un mese.

    Di Pietro è stato diplomatico e ha espresso di voler votare quel programma sulla base di quello che diceva di essere a parole. Anche se è vero che era meglio andare ad elezioni subito.

  • Ragazzi, non scherziamo. Se votiamo la fiducia siamo rovinati. Abbiamo i numeri per far nascere un Governo ma non per sfiduciarlo se poi non fa quello che vogliamo. Dopo potrebbero trovare accordi su altre cose col PDL ma intanto noi ci saremmo sputtanati.

    Quanti Governi di scopo abbiamo visto nascere e poi seguire alla perfezione il programma? E poi mentre un governo è in carica fa molte cose che a priori non si possono prevedere. Scoppia una crisi e dobbiamo mandare dei soldati: noi diciamo no e PD+PDL li inviano. Non facciamo sciocchezze: una volta votata la fiducia non possiamo controllare il Governo ma siamo responsabili di averlo fatto nascere.

    E poi ci “vendiamo” per cosa? Per tagliare qualche privilegio, qualche auto blu? Per fare una nuova legge lettorale che magari favorisca il PD e penalizzi noi? Guardate che i problemi veri di questa crisi non sono il costo della politica, i privilegi, la casta, la corruzione o la cricca. Quelli sono temi da affrontare per questioni di giustizia sociale e di etica ma non spostano nulla in questa crisi. Il Problema vero è l’Euro che ci costringe a politiche di austerità che stanno annientando il nostro Paese, il suo stato sociale, le nostre aziende. Robert Mundell, padre della teoria delle aree valutarie ottimali, ha detto che l’Euro e’ il Reagan europeo che avrebbe limitato lo stato sociale e impedito allo Stato di fare riforme Keynesiane. Stiglitz ha detto che il problema della crisi europa e’ uno solo: l’Euro. Krugman da tempo si scaglia contro l’austerity e altrettanto fa De Grauwe.

    E mentre tutti questi grandi economisti criticano euro e austerity (lo fa anche il FMI tramite il suo capo Blanchard), noi ci “venderemmo” per ottenere cose anche giuste ma che non avranno alcun impatto sulla crisi economica? Se proprio dobbiamo fare un patto, allora facciamolo sulla cancellazione del fiscal compact e del pareggio di Bilancio in Costituzione e quindi sull’abbandono della moneta unica. E reintroduzione di un meccanismo di indicizzazione dei salari tipo la vecchia scala mobile.

    Se non si incide sulla macroeconomia, si fa solo scena.

    Io vi ho votato sperando che voi siate capaci di portare avanti un cambiamento radicale ma se vi alleate col PD o il PDL , farete poca strada. Sarete ciucciati, masticati e sputati come e’ gia’ successo a Eifondazione Comunista e altri. Alla fine saremo assimilati dagli Euroborg e alle prossime elezioni spariremo  o alcuni di voi si accaseranno in altri partiti. Che il governo lo facciano nascere PD e PDL che sono stati insieme per appoggiare Monti. Perche’ oggi non lo possono fare e invece vogliono tirare dentro noi? Cercano di renderci come loro, di far vedere all’opinione pubblica che non c’e’ questa grande differenza. Per favore, mantenete la vostra carica rivoluzionaria, la vostra freschezza e mandiamoli tutti a casa. Facciamo opposizione vera, dura, nelle Istituzioni e nelle piazze e vedrete che il nostro consenso aumentera’ e comunque non avremo niente da rimproverarci perche’ avremo agito onestamente.

    Un saluto e forza ragazzi!

    Giordano

    • Mi hai tolto le parole di bocca concordo pienamente!

      Questa è la controffensiva della banko-crazia, era prevista e prevedibile!

      Se riusciamo a tenere duro senza arretrare sulle nostre posizioni, non vinceremo solo una battaglia ma la guerra.

      Forza ragazzi!

    • Non sono  d’accordo , è uno scenario inverosimile, il PD non può permettersi un inciucio di tale portata e modalità con il PDL, anche solo per ragioni di consenso elettorale. 
       La mediazione, con i rischi che comporta,  oltra ad essere un gesto di responsabilità è sicuramente meglio che l immobilismo o addirittura l induzione di un governo pd – pdl fin da oggi, senza nemmeno averci provato. Dopo averci provato allora sì  non avreste  niente da rimproverarvi, e il carico del fallimento cadrebbe tutto unicamente senza mezzi termini sull eventuale duopolio PD-PDL. Ormai siete dentro non potete tirarvene fuori e rientrare a piacimento, questa è la responsabilità di governare un paese che è pure costituito da persone che la pensano in modo differente da voi. 

      Non sono  d’accordo , è uno scenario inverosimile, il PD non può permettersi un inciucio di tale portata e modalità con il PDL, anche solo per ragioni di consenso elettorale. La mediazione, con i rischi che comporta,  oltra ad essere un gesto di responsabilità è sicuramente meglio che l immobilismo o addirittura l induzione di un governo PD – PDL fin da oggi, senza nemmeno averci provato. Dopo averci provato allora sì  non avreste  niente da rimproverarvi, e il carico del fallimento cadrebbe tutto unicamente senza mezzi termini sull eventuale duopolio PD-PDL. Ormai siete dentro non potete tirarvene fuori e rientrare a piacimento, questa è la responsabilità di governare un paese che è pure costituito da persone che la pensano in modo differente da voi. 

  • Su questa stoiria della fiducia mi sembra che ci sia un equivoco di fondo.

    Provo a spiegarmi, e premetto che ho votato M5S.

    Innazitutto un presidente del consiglio appena nominato deve presentarsi in Parlamento a chiedere la fiducia DOPO aver concordato un programma preciso con una coalizione. In questo caso il PD, se proponesse al M5S dei punti di programma chiari netti e condivisibili – che siano dentro il programma da noi proposto – non vedo perché si dovrebbe negare la fiducia.

    Infatti il rapporto di fiducia non è un matrimonio indissolubile. Alla prima cazzata basta ritirare l’appoggio al provvedimenti presentato in votazione, e la fiducia si toglie.

    Negarla per partito preso è un gesto che può essere irresponsabile, se si convengono dei punti del programma. Se questi punti NON si trovano, o dopo non vengono rispettati, allora si hanno tutte le ragioni per non proseguire.

    Naturalmente i punti del programma non devono essere cose secondarie o limitate, ma quelli importanti. Rinegoziare i patti di austerità, pretendere la difesa dei diritti sociali.

     

     

     

  • Caro Claudio Messora, non ho votato 5 stelle perchè, pur condividendone lo spirito e le battaglie, voglio continuare a rimanere un uomo libero e non condizionato da una persona che è proprietaria di un marchio e decide insieme ai suoi amici soci la vita di milioni di persone. Riconosco che è stato bravo a dare una speranza a un sacco di disperati, ma è un grande bluff e magari la storia un giorno dirà se avrò ragione o torto. Condivido l’analisi che fa dei vertici del Partito Democratico, incapaci di porsi in contatto con la realtà ma interessati esclusivamente a curare i loro interessi (e manco riescono a farlo….). Ha ragione lei quando dice che non conosce per nulla il M5S chi ipotizza un “meraviglioso” governo tra loro e il PD, ne la possibilità di stringere una qualsivoglia alleanza o accordo (inciucio lo chiamate voi no?). Lei però è davvero così tanto “sognatore ingenuo” da credere  che i pescecani di cui lei parla nel suo video sarebbero così fessi da fare un accordo con il PDL per cercare di rimanere a galla per un anno e poi essere definitivamente spazzati via dal voto popolare? Certo, l’auspicio del M5S è continuare a cavalcare l’onda della protesta e quindi poter sempre scaricare sugli altri la responsabilità di ogni nefandezza, continuare a dire la fiducia se la votino loro e noi approviamo solo i provvedimenti nell’interesse degli italiani (che bravi, prendervi i meriti e scaricare sugli altri le responsabilità, davvero un atteggiamento adulto e responsabile). Non credo poi che il PD voglia fare accordi con voi che non vadano al di là della nomina del Presidente della Repubblica (quella è d’obbligo, se no non si ptrebbero neanche sciogliere le camere), dell’approvazione di una nuova legge elettorale, della riduzione degli emolumenti e dei rimborsi elettorali, l’approvazione della legge di stabilità e poi andare a votare nel giro di non più di 4/6 mesi. 

    Mi sembra anche lusinghiero per il M5S essere ritenuto al momento interlocutore privilegiato, e la fiducia gliela togli al primo giochetto che provano a farti. Daltronde non mi sembra siate degli sprovveduti, anzi forse lo sono di più molti esponenti dei vertici del PD che non i Vostri. Mi sembrano più giovani ed inesperti, ma se volevate qualcuno di più tosto forse avreste rischiato di rompere il giocattolo, no?

    Ah, un’ultima cosa, e questo ritengo valga per tutti. A furia di spararsi addosso cannonate (anche verbali) non rimane poi altro che macerie.

    Saluti e complimenti per il blog.

    Roberto

  • Fantastico Claudio.

    Lucido, preciso, coerente.

    Le tue idee sono le mie.

    Hai capito perfettamente la vera anima del M5S e quello che il Movimento deve fare ed essere.

  • Fossi in Bersani e Berlusconi accetterei immediatamente la proposta di sostenere un governo formato da esponenti del M5S; sarebbe il modo migliore per capire se ciò che avete promesso siete in grado di realizzarlo. Ma ovviamente non lo faranno, perchè anche loro hanno un elettorato cui dar conto.

    Penso che la vituperata proposta di formare un governo a guida PD – M5S sia espressione di saggezza, lungimiranza, realismo. Cosa pensa di fare la base del M5S con quei milioni di consensi espressi dall’elettorato? Pensa per caso che la democrazia significhi far fare agli altri tutto ciò che è nelle proprie intenzioni? In che modo intende dar seguito alle promesse fatte in campagna elettorale? Distruggendo ed ostruendo qualsiasi forma di governo possa essere concepita?

    Credo che in questo momento siano da mettere da parte orgoglio e pregiudizio, da entrambi i lati. Penso che gli elettori PD e M5S abbiano idee e sentimenti molto più convergenti di quanto i propri leader ostentino in questo momento. Il senso della protesta che il M5S ha raccolto deve trovare sbocco in azioni di governo; e l’azione di governo non può essere prodotta solo da M5S che rappresenta solo il 25% dell’elettorato, ma mediata attraverso un democratico confronto con altre forze politiche; ovvero, con la sola forza politica che per storia, tradizione e natura del proprio elettorato può convergere su gran parte delle proposte che il M5S ha avanzato nel proprio programma.

    Concludo dicendo che posizioni come quella espressa da Claudio Messora contro questa petizione vanno esattamente nella direzione opposta e manifestano una volontà di negarsi al confronto, senza il quale non si protrà cambiare un bel niente. 

     

     

  • Caro Claudio, io sono uno di quelli che ha creduto nel tuo progetto di informazione “alternativa” a ciò che passa il convento.

    Mi dispiace questo tuo netto schieramento che ti pone, dal mio punto di vista, sotto una luce diversa.

    Ne più e ne meno come tutti gli altri giornalisti a cui si assegna una “tara” a tutto ciò che esprimono.

    Siete degli illusi se pensate di mantenere tutti i voti di protesta confluiti dall’area di sx se perseguirete l’intento di sfasciare tutto perchè non ve lo permetteremo.

    E’ il momento per il movimento di passare all’incasso ADESSO se vogliamo cambiare l’Italia. E credimi, a sx lo vogliamo tutti. Almeno i punti in cui si converge sono assolutamente da realizzare poichè il nano rimane sempre in agguato.

    Dopo, sarà troppo tardi perchè perderete inevitabilmente consenso.

  • Veramente pietoso,

    sentire dei commenti da “veri “mlitanti M5S,

    Ti ho votato,ma sono pentito….

    Non ti ho votato,ma volevo farlo……

    Se non diamo la fiducia,non vi voterò più…..

    quanti infantilismi !!!

     

    Ma andate voi a prostituirvi con il vostro culo,

    Bersani,non è meglio del Berlusca,

    e se siete convinti del contrario votate lui, e non rompete i coglioni a noi.

    http://i50.tinypic.com/1paxk1.jpg

    Questi sopra sono gli ultimi 20 anni di governo.

    E questo è il costo dell’europa in cui Prodi ci ha fatto entrare,paragonato al costo della politica italiana (fonte Messora)

    http://i49.tinypic.com/2pzz7ft.jpg

     

    Volete gargamella, VOTATELO,e non rompete,ha già fatto troppi danni,

    dareste la cheiavi di casa al ladro ??

     

     

    perchè

  • Farti i complimenti per  questo inserto è poco. Per fortuna che ci sei anche come consulente ben informato contro la compessa matassa del nostro governo italiano e della falsa europa

  • Sono un elettore del movimento 5 stelle ed anche un lettore piuttosto assiduo del tuo blog. Perdonami ma trovo questo post alquanto avvilente. Se da un lato condivido le tue argomentazioni contro il Pd, mi pare invece – quanto meno – poco corretto costruire una tesi sulla base di quelli che possono essere soltanto indizi. All’interno di una base può esserci un dibattito, anche contrastante, e quello proposto dalla Tesi (in base al contenuto della sua petizione e non ad ipotesi che, per quanto ragionevoli, restano ipotesi da suffragare con prove, salvo voler creare fra i militanti un clima di caccia alle streghe) mi pare almeno degno di essere discusso nel merito. La democrazia e la politica crescono nel dibattito. Sputtanare una, che tutto sommato propone un ragionamento, sulla base di una sua convinzione passata, mi pare la stessa tecnica di quelli che dicono “Grillo aveva la barca e la Ferrari”.

    Per me, da elettore del M5S, e quindi da membro della base che nessuno può smentire, è un’idea che val la pena di essere discussa nel merito, salvo volersi chiudere in uno sterile antagonismo che è stato la rovina di tutte le forze più dure d’opposizione in Italia. Va bene il web, va bene l’onestà e la trasparenza, ma un po’ di cultura e consapevolezza della storia talvolta non guastano. Io mi guarderei bene dall’avere una base sempre compatta, anche perché, credimi, in pochi hanno capito il vero messaggio del Movimento, e non esiteranno a votare per i partiti maggioritari quando i media torneranno a terrorizzarli con gli spread e il resto del repertorio tristemente noto.
    Cordialmente.

  • Camera:

    PARTITO DEMOCRATICO – 8.644.187 – 25,42 – 292
    SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA’ – 1.089.442 – 3,20 – 37
    CENTRO DEMOCRATICO – 167.170 – 0,49 – 6
    SVP – 146.804 – 0,43 – 5
    Totale coalizione – 10.047.603 – 29,54 – 340 seggi

    IL POPOLO DELLA LIBERTA’- 7.332.667 – 21,56 – 97
    LEGA NORD – 1.390.156 – 4,08 – 18
    FRATELLI D’ITALIA – 666.035 – 1,95 – 9
    LA DESTRA – 219.816 – 0,64 – 0
    GRANDE SUD MPA – 148.534 – 0,43 – 0
    MIR MODERATI IN RIVOLUZIONE – 81.982 – 0,24 – 0
    PARTITO PENSIONATI – 55.050 – 0,16 – 0
    INTESA POPOLARE – 25.631 – 0,07 – 0
    LIBERI PER UNA ITALIA EQUA – 3.238 – 0,00 – 0
    Totale coalizione – 9.923.109 – 29,18 – 124 seggi

    MOVIMENTO 5 STELLE BEPPEGRILLO.IT – 8.689.168 – 25,55 – 108 seggi

    QUESTA E’ LA REALTA’, ORA DOVETE GOVERNARE, NEL RISPETTO DEI VOTI DEGLI ITALIANI.

  • Rifiutarsi a qualunque alleanza o accordo dopo avere accettato di entrare nel gioco della democrazia rapprentativa è una scelta IRRESPONSABILE. E l’argomento di Claudio Messora è proprio questo: votando la fiducia ci si assume una responsabilità. Ma anche non votando e portando il sistema verso la paralisi o verso il ritorno al potere del grande inciucio è una bella responsabilità.

    Dopo una grande dimostrazione di chiarezza non è giusto negarsi per sottrarsi alla responsabilità.

    Se la petizione di Viola non convince, se la stampa esercita pressioni sospette, si faccia un referendum interno oppure decida liberamente e RESPONSABILMENTE il gruppo degli eletti

  • Grazie Claudio copme sempre una lucidità incredibile.

    Io faccio sempre un esempio:

    se leghi un cadavere ad una persona viva, i vermi mangeranno anche la persona viva.

    E questi sono morti già da tanto tempo.

  • Ciao Claudio,sto ascoltando in questo momento radio24 e hanno appena detto che ti hanno invitato a partecipare alla trasmissione ma tu hai declinato l’invito,peccato,mi sarebbe piaciuto molto ascoltarti!

    Oltretutto c’è in collegamento Viola Tesi…bah!

     

     

     

     

    • No,la trasmissione è “9 in punto” e ho scritto il commento subito dopo aver sentito le parole del giornalista (non mi ricordo il nome,ha sostituito Oscar Gannino).

       

       

       

  • Non ho mai votato né Berlusconi né Lega, sono contraria al modello del berlusconismo (che non è il solo Silvio Berlusconi) e, devo dire, il fatto che alcuni che prima votavano Silvio abbiano votato M5S mi “inquieta” quanto l’atavica e ventennale incapacità del principale partito della sinistra di essere una forza politica con un’identità e un modello alternativo. 

    Ho letto il commento di f.donati (n.147) che condivido in gran parte. In particolare, quando scrive: “un paese non si governa con le mail o le votazioni on line.. se dai ascolto a milioni di persone troverai milioni di risposte e alla fine non sarai in grado di prendere alcuna decisione..per questo la democrazia non può che essere rappresentativa e basarsi sulla delega.. ma non una delega in bianco, qualcosa invece che si basa su un definito programma condiviso, realistico ed attuabile.. tutto il resto è pura demagogia e populismo fine a sè stesso.. 

    Non sono ancora convinta, invece, che Grillo sia uno sfascista. Sono convinta che sia  mediamente più abile di coloro che ha aggregato…di coloro che si troveranno in Parlamento…di coloro che si attiveranno per chiedere “collabora con il Pd” o il contrario “nessun accordo con Pd e Pdl”. Questo con tutto il rispetto per persone che sono sicuramente stufe del marciume mentale e pratico e hanno voglia di veri reali cambiamenti e intendono, giustamente, esprimersi. Ma la Politica è idee,ascolto, condivisione, decisione, mediazione. E questo passa  attraverso la delega. Il problema di questo paese è che la qualità dei delegati. L’onestà è il requisito base ma serve la capacità. Se sei onesto e non sei capace non puoi esercitare una delega.

     

    Un saluto a questo blog e a coloro che si esprimono. Tolgo il disturbo e..torno a ‘casa mia’.

    Buona giornata 

  • Salve, è la prima volta che scrivo su Byoblu.

    Io ho soltanto un appunto da fare al signor Michele Santoro.

    Ieri sera, nella sua trasmissione, ha messo nuovamente in evidenza quanta pochezza ci sia nei contenuti del giornalismo televisivo di oggi. Nella bolgia che lui chiama “Servizio Pubblico” e che forse lo è stato veramente per qualche periodo dopo la sua nascita (ma come cantava De Andrè “…e come tutte le più belle cose, vivesti solo un giorno come le rose”) ha elevato agli altari delle telecamere il volto innocente di una Viola Tesi che avrebbe dovuto rappresentare la faccia buona, benpensante, innocente di un Italia che Grillo sta ignorando solo per accrescere i suoi consensi.

    A me Santoro non sembra ormai molto diverso da Antonio Ricci.
    La sua trasmissione è diventata, a parte gli interventi dignitosi di VERI professionisti (vedi Travaglio), come “Striscia la Notizia”. Un giornalismo becero e di serie B.

    Si tratta soltanto un tiro al bersaglio…..senza una vera idea di fondo, ma soltanto con la bramosia di screditare le idee altrui,  la ricerca forsennata della Notizia da dare per fare scalpore. MA SENZA APPROFONDIRE CIO’ CHE SI AFFERMA come un vero giornalista dovrebbe fare (o almeno credo debba fare).

    Non ha ancora capito che siamo in una fase in cui le persone possono approfondire cio’ che interessa loro semplicemente con un cilc. E non basta più dire “Viola Tesi è stata trattata come una pirata….ma è una persona pura e semplice come altri milioni di persone”….bisogna mostrare il PERCHE’ di cio’ che si afferma!

    Santoro dovrebbe prendere esempio da questi Blog, dove ogni affermazione viene motivata, corredata da allegati, link, prove ineccepibili ci cio’ che si afferma.

    Pur essendo per il M5S , non amo utilizzare slogan già preparati da altri….ma è vero che Internet distruggerà questo tipo di giornalismo spicciolo. E’ finita, le persone si informano altrove, il mondo si sta evolvendo, Santoro no!  

     

  • Ecco le rivoluzionarie proposte di Dalema, non si sono fatte attendere:”Dobbiamo dimezzare il numero dei parlamentari, ridurre quello degli eletti, riformare radicalmente la struttura amministrativa del Paese, mettere mano ai costi della politica, combattere la corruzione, varare una seria legge sul conflitto di interessi”.Tutte proposte concrete, precise…Mettere mano, ridurre, combattere…E il M5s dovrebbe votare la fiducia a questo qui?Lo dico io stavolta:Dalema, ma vedi di andare aff…

  •  

    appunto, si vede che in 15 anni non avete imparato niente..Il voto incondizionato è un insulto all intelligenza e libertà umana. E adesso rieccoci qua nella stessa situazione, l appoggio incondizionato a chi è pronto a sfasciare definitivamente il paese ( c’è ancora molto da distruggere se non ci credi vieni con me nel terzo mondo a vedere quanto in basso può arrivare l uomo ), pur di non mediare o raggiungere un accordo programmatico con il nemico. bravi..verrò a stringerti la mano quando anche le ultime aziende chiuderanno , mentre il M5S gioirà fiero della sua fermezza.

    Nessun voto

    TE DI MANZONI HAI GIUSTO IL COGNOME,C’è UNA BELLA DIFFERENZA TRA QUI E IL TERZO MONDO,LA NON HANNO NEANCHE MAI AVUTO UNA STORIA,COSA SI DEVONO RICORDARE,A COSA SI DEVONO PARAGONARE.E SE E’ COSI’ NON è PER COLPA D MEDIAZIONI NON ATTUATE,MA LA COLPA E’ DA RICERCARSI PIUTTOSTO NELLA GOLIARDIA OCCIDENTALE.MA SE NON CAMBIA QUALCOSA LORO RIMANGONO COSI’

    IL TUO PUNTO DI VISTA E PRETTAMENTE EGOISTA E POCO LUNGIMIRANTE.

    TU DEL MOVIMENTO NON HAI CAPITO NIENTE O FAI FINTA,SPERO LA PRIMA CHE E’

    PIU’ RIMEDIABILE.TE NON FAI UN ACCORDO PRAGMATICO CON QUELLI,TE TI FIRMI UNA CONDANNA AD UNA MORTE LENTA,E SE LA MORTE FOSSE GRILLO,ALLORA DI CHE MORTE MORIRE ME LO SCELGO.RAGIONARE ED INFORMARSI E POI RAGIONARE.

    • Ho parlato del terzo mondo non certo per paragonare la loro storia con la nostra,  ma solo per farti comprendere quanto ancora c’è da distruggere in italia, per esempio distruggere attraverso governi farsa PD-PDL o altre amenità politiche, distruzione che a quanto parte in molti auspicano pur di far valere le loro idee sul paese. 
      Vedo che di fronte alla mancanza di argomenti incominciate a sciorinare slogan più o meno deliranti sulla morte, sui nemici . Cosa che in effetti non riesco a comprendere, e spero vivamente questo atteggiamento non rappresenti il cuore del movimento, visto che non stiamo parlando dei fratelli musulmani e la loro guerra santa, bensì di un movimento moderno, liberista, che è nato per modernizzare il paese, non per trascinarlo all ecatombe economica. Fare un accordo sul programma significa  riformare realmente e concretamente il paese attraverso le stesse riforme del movimento. Se tale accordo non venisse rispettato i parlamentari del movimento , grazie al loro numero,  farebbero cadere il governo in modo rapido….appunto come dici, ragionare

      Ho parlato del terzo mondo non certo per paragonare la loro storia con la nostra,  ma solo per farti comprendere quanto ancora c’è da distruggere in italia, per esempio distruggere attraverso governi farsa PD-PDL o altre amenità politiche.Distruzione che a quanto parte in molti auspicano pur di far valere le loro idee sul paese. 

      Vedo che di fronte alla mancanza di argomenti incominciate a sciorinare slogan più o meno deliranti sulla morte, sui nemici . Cosa che in effetti non riesco a comprendere, e spero vivamente questo atteggiamento non rappresenti il cuore del movimento, visto che non stiamo parlando dei fratelli musulmani e la loro guerra santa, bensì di un movimento moderno, liberista, che è nato per modernizzare il paese, non per trascinarlo all ecatombe economica. Fare un accordo sul programma significa  riformare realmente e concretamente il paese attraverso le stesse riforme del movimento. Se tale accordo non venisse rispettato i parlamentari del movimento , grazie al loro numero,  farebbero cadere il governo in modo rapido….appunto come dici, ragionare

  • UN APPELLO AI NEOELETTI GRILLINI,NON ANDATE ALLA BOUVETTE ALMENO I PRIMI TEMPI,LORO NON ASPETTANO ALTRO,CI SONO I NONNI AD ASPETTARVI

  • Salve,

    seguo Grillo dagli inizi dei tempi, prima ancora della creazione del m5s! ho firmato al primo vday e Ho dato il voto al movimento perchè sono stanco e stufo di partiti, partitini, leggi truffa, cricche e cricchette.

    se il m5s avesse preso tanti voti da poter governare da solo tanto meglio ma così non è! se avessimo preso il 10% (come Monti) saremmo andati all’opposizione e avremmo fatto il cane da guardia e una vera opposizione come non c’è mai stata ma così non è!

    Siamo il primo partito d’Italia ma non abbiamo i numeri per governare! Da quello che so la procedura prevede che una volta designato il premier da napolitano questo debba formare la squadra di governo e poi chiedere la fiducia. é un atto formale che va compiuto! Se mi sbaglio corregetemi!!

    Se noi non diamo la fiducia al pd sono due le alternative

    1- la fiducia il pd la prende dal pdl e via con le zozzate

    2- si torna a votare con questa porcata di legge elettorale!

    dare la fiducia al pd non vuol dire, a mio avviso, fare un inciucio ma “costringere” il pd a fare tutte le leggi che fino ad ora, per una scusa o per un’altra, non ha mai voluto fare!!

    e per leggi mi riferisco ovviamente a quelle contenute nel nostro programma:

    nuova legge elettorale (vedi I Vday)

    nuova legge anticorruzione

    nuova legge che elimini DEFINITIVAMENTE il conflitto d’interessi

    e così via!!

    Certo se dopo la nstr fiducia il pd continuasse a comportarsi comne ha sempe fatto allora altro che fiducia!!

     

  • Buongiorno a tutti  è iniziata una rivoluzione che parte dal basso.

    Napolitano dimostri coraggio e dopo le consultazioni incarichi il movimento 5 stelle di formare un governo.

    Sono gli altri partiti che devono assumersi le responsabilità dimostando nei fatti e non a parole di volerlo veramente un cambiamento.