Ecco il resort dell’autista di Grillo

ECoFeudoResort-blog
Si chiama “Eco feudo Costa Rica“. Da ecofeudo.com si può leggere:

“Nell’epoca dello stress e dell’inquinamento cittadino, il progetto EcoFeudo propone un modello di vita immerso nella natura e nel benessere, ma al tempo stesso offre alta tecnologia e massimo comfort. EcoFeudo crea una forte sinergia tra comfort e natura, tra tecnologia ed ambiente. Proponiamo abitazioni, in armonia con gli equilibri della Terra, di alto livello qualitativo e dal design innovativo. La costruzione di ogni residenza impiega tecnologia a bassissimo consumo energetico e ad impatto zero sull’ambiente che compensano completamente le proprie emissioni di C02 in atmosfera”.

Eccetera, eccetera, eccetera…

 

Quando leggete dell’inchiesta dell’Espresso, che parla di società in cui sarebbe coinvolto l’autista di Grillo, Walter Vezzoli, per la costruzione di un resort di lusso (che forse non verrà neanche costruito perché ci vorrebbero i soldi), parlate in ogni caso di questa cosa qui.

 

 

115 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • ottimo Claudio, ancora una volta sputtanati gli strenui difensori dello status quo.

    Mi pareva strano che fosse di lusso un progetto chiamato appunto ECO che semmai è un esempio dell’arte di costruire rispettando l’ambiente

    L’importante per loro è denigrare. Intanto, tacciono su MPS

  • Caro Claudio, dovresti insegnare all’università chi/cosa è un giornalista: un riassunto di qualità, efficienza, velocità/dinamicità, attendibilità, perchè no? sangue freddo…. Tante qualità, “competenze trasversali” che dovrebbero far parte del corrdeo umano. In giro ne sono rimasti gran poche di roccaforti del genere. Tu sei una di queste 😉

  • Accidenti che posto. Un’oasi naturale a basso impatto ambientale. Dovrebbe essere un punto a favore invece che contro. Il video è bellissimo, mi fa ridere comunque questa immagine…

    Rispondi

  • il bello è che i giornali già riportano questo servizio in uscita sull’espresso e la rete l’ha già sputtanato! sono veramente patetici! ora voglio vedere quanto ci metteranno a mandare la smentita, sempre se mai lo faranno (e temo proprio di no)

  • Non si capisce perchè un ecologista come Grillo non possa fare un investimento alla luce del sole nel paese regno dell’ecologia, il Costa Rica appunto. Peraltro non ricordo che l’Espresso abbia sollevato altrettanto scandalo per la signora Donatella Zingone, moglie di Lamberto Dini, ricchissima ereditiera, proprietaria di un vastissimo patrimonio immobiliare in Costa Rica …

  • Tutto questo scoop per la costruzione di un edificio in Costarica??? Come se un privato cittadino non potesse fare investimenti coi soldi suoi… Si preoccupino di quel delinquente di B…. Questi giornalisti stanno veramente esagerando… Tra le altre cose l’autore del sedicente scoop è l’espresso, noto settimanale di proprietà di De Benedetti, attaccato e criticato da Grillo, durante i comizi, per aver mandato in malora l’industria italiana, Olivetti compresa… Come dire: credibilità pari a zero…

    • ma scusa, il punto è proprio questo. non si tratta -almeno secondo l’espresso- di un privato cittadino che fa un investimento con soldi suoi, ma di un privato cittadino che fa un investimento e si nasconde dietro prestanomi. sempre che autista e cognsta siano prestanomi davvero e non gli investitori reali

  • Che ci volete fare. Solo il video su TuTubo è stato caricato appena nel 2009. Gli scribi non hanno avuto tempo di vizionarlo.

  • Ma perché Grillo non investe in Italia?
    Cosi crea lavoro e paga le tasse in Italia.
    A me sembra tutto opaco il fatto di investire in un paradiso fiscale ed intestare molte sociatà all’autista.

  • la politica e’ guerra, Grillo doveva aspettarsi che gli avrebbero fatto le pulci fino alla quinta generazione. Comunque tutta sta macchina del fango fino ad ora ha avuto esattamente l’effetto contrario.

  • Se le questioni poste dall espresso sono sterili…le risposte  che leggo sono doppiamente sterili ( compresa la tua Claudio, mi dispiace ) e odorano di servilismo politico lontano un miglio, almeno che qualcuno di voi non conosca personalmente le due persone in questione e possa garantire per loro. 

    L unica risposta utile la può dare il signore Walter Vezzoli spiegando e chiarendo una volta per tutte qual’è l entità ( se ci sono innanzitutto o no) e la provenienza  delle società off-shore e/o investimenti in un paradiso fiscale. 

     

  • Bunker antiatomici per ogni casa nei quali le famiglie possono sopravvivere diversi anni per difendersi da contaminazioni chimiche, biologiche e batteriologiche ?
    Mura di cinta in pietra e allarme ad infrarossi ?
     
    Ma di che tipo di “ecovillaggio” state parlando ???
     
    Claudio… possibile che ti sia sfuggito qualche particolare…
    … o sono io che mi sono perso qualcosa ?

  • Una volta (non molto tempo fa) c’era il Giornale di Berlusconi con il suo metodo Boffo e lo “scoop” del cognato di Fini. Oggi c’è l’Espresso, che ha appreso bene la lezione e spara lo “scoop” sull’autista e la cognata di Grillo.

  • Sinceramente la parola “-feudo” anche se dopo “eco”, è un po’ inquietante.
    Fà pensare a una regressione al Medioevo.

    Comunque una depéndance in Costa Rica per la nuova classe dirigente della Repubblica Italiana delle Banane è un investimento dotato di una certa preveggenza…

  • Beh, stavolta direi che ci fai.

    L’inchiesta dell’Espresso non è un invito a fare l’autista di Grillo perché si guadagna un casino, piuttosto un suggerimento che Walter Vezzoli sia il prestanome di Grillo e che se Grillo ha bisogno di un prestanome… Fra l’altro si parla di società di cui non è possibile conoscere gli azionisti, il che non è una bella cosa.

    Poi citare la pubblicità dell’Ecofeudo non mi sembra una bella trovata, tanto per paragone, prova a leggere la pubblicità della TAV: i missionari rispetto a loro sono degli scout.

    Ed infine se a voi sembra che sottrarre kmq di territorio per farne residenze per straricchi stressati sia adeguatamente compensato dal fatto che le costruzioni consumano poco gas…

    Che delusione questo Messora rispetto a quello visto all’incontro con il creatore dell’Impronta Ecologica!

    • Si parla di una società di cui non è possibile conoscere gli azionisti…Il che è palesemente falso: la “sociedad anonima”, è il corrispondente della nostra srl, tant’è che lo stesso sito dell’Espresso pubblica la visura camerale che infatti riporta i nomi dei soci.E vabbè, che sarà mai, una svista, può capitare, non avevano sottomano il vocabolario di spagnolo, dai, so’ ragazzi…

  • È bastato molto poco per sbugiardare i pennivendoli calunniatori,veramente molto poco per scoprirli a gettare fango. Ribadisco giornalai sono,e tutto fatto perché quando si ha paura di passa ad armi subdole. Ma ancora una volta la rete ha fatto chiarezza. Siete finiti,basta dovete andare via non ne possiamo più di gentaglia come voi e delle vostre menzogne.

    • Anche io ho investito i risparmi di una vita per una impianto fotovoltaico da 6Kwp, apparati a risparmio energetico, isolamento a cappotto. Il Termico solare e il compostaggio mio padre, io e mio figlio poi lo facciamo da 45 anni…. MA IN ITALIA ragazzi!!!!

      Scusate ma a parte questo e la BMW a idrogeno (che ecologica non è affatto) non vedo differenza tra l’Ecofeudo di Beppe &C e il comprensorio di ville ad Antigua di Silvio &C, realizzato tra l’altro cancellandogli il debito coi soldi nostri!

      http://www.youtube.com/watch?v=5gCbwWYxJ_w

      http://www.youtube.com/watch?v=OxGjUu57c9g

      Non mi stupisce che entrambi vogliano per noi in Italia svalutazione e fallimento, che tanto “siamo già falliti”. Che gliene po’ fregà?

      @Sergio1

      Additare i giornalisti de l’Espresso come “pennivendoli calunniatori” è un’altra reazione non diversa da quelle di Berlusconi e Ghedini alle inchieste di Report. 

      Di Pietro è stato l’unico serio che di fronte a 10 domande di Feltri (pennivendolo e radiato dall’ordine) e ad altre 10 su proprietà immobiliari e partito, semplicemente accettò l’intervista e rispose al Giornale.

      Che Grillo lasci perdere la dietrologia dei calunniatori nemici e faccia altrettanto. Rispondere ai giornalisti antipatici si chiama democrazia.

      Saluti

       

  • Il progetto di per sè mi sembra piuttosto fumoso, a parte immagini della natura da sfondo desktop, canzoni strappalacrime e ville che non mi potrei permettere in 1000 anni di lavoro non vedo molte cose concrete.

    E comunque se è una cosa così lodevole perchè non dichiararla pubblicamente ? La sua immagine ne trarrebbe profitto…

    Comunque mi è difficile associare le costruzioni che ho visto al rispetto della natura, saranno anche ultraecologiche ma se ne costruisci un milione sei comunque costretto ad abbattere foreste e spianare montagne. Mi aspettavo un articolo un po’ più esaustivo su questa vicenda.

  • Se queste società di cui parla l’Espresso sono note al fisco italiano… cioè se sono dal lato fiscale legali, la notizia non potrà che diventare un boomerang contro il gruppo espresso.

    Però mi aspetto che entro domani arrivi una conferma dal blog di Grillo, altrimenti….

  • Che dire caro Claudio,oggi appena ho letto la notizia su FB,ho pensato subito a te,e a quanto tempo ci avresti messo per sbugiardare questi leccaculo del sistema,e puntuale sei arrivato!!!Hai tutta la mia stima,e credo che tra un po di tempo,ci sarà da ridere quando taglieremo i finanziamenti alla carta stampata!!!

  • Ho letto l’articolo e i commenti. Non mi convince, tutti parlano per slogan (Viva! – Abbasso!) Basterebbe semplicemente chiarire perchè sono state aperte 13 (tredici) società in Costarica e se Beppe Grillo è coinvolto in questa operazione finanziaria o meno (essere coinvolti non è certo una colpa, naturalmente). E così tutto si sgonfierebbe all’istante. Altrimenti credo che la macchina del fango andrà avanti …

    • se per questo, c’e’ anche un ghepardo che corre, animale notoriamente africano, sara’ in trasferta per deliziare i facoltosi golfisti?

  • Sia chiaro che l’articolo non è ancora consultabile, ma dal riassunto presente nel sito de “L’Espresso” ci sono dei punti che sono da tenere in considerazione:

    1. Perchè andare ad investire proprio in Costa Rica, uno dei più noti paradisi fiscali inseriti nella ormai famosa Black List?

    2. Perchè creare ben 13 società diverse dotate tutte del patrimonio minimo di 10 mila euro ciascuna e non un’unica società che gestisca tutto e in piena trasparenza?

    3. Grillo ha qualche interesse dietro questo investimento?

    4. Come già sollevato da qualcuno, il resort sarà anche “Eco”, ma “nel resort le ville «potranno avere una superficie fino a 750 metri quadri coperti su un’area propria di 5000 metri quadri».” Non mi pare il massimo dell’ecologia per chi incita, GIUSTAMENTE, al “Basta Cemento!”. Alla luce anche del fatto che, le aree interessate, sono intere colline attualmente pressochè deserte (http://www.vistabahiaresort.com/images/smallslide0002.jpg).

    Sono delle considerazioni che non sono discutibili semplicemente con un video di youtube fatto da coloro che voglio costruire il resort. Sarebbe come controbattere alla Tav facendo vedere i progetti e che questi venissero illustrati nella loro utilità dalle società che le costruiscono (difficilmente direbbero che è necessario sventrare in due una valle che è totalmente contraria a ciò e che il numero delle merci è in diminuzione.)

    Claudio, io ho sempre apprezzato il tuo lavoro e ti stimo tantissimo, ma ricordati che per fare una informazione corretta sarebbe il caso lasciare le proprie idee politiche in parte e ragionare con razionalità. Perchè la difesa a spada tratta e senza lucidità non servono a nulla.
    Vuoi fare una controinformarzione rispetto all’inchiesta de “L’Espresso”? Chiama il signor Vezzoli e fatti rilasciare un’intervista in cui smonta, punto per punto, le questioni sollevate, pubblicando in toto tutti i documenti delle società e l’elenco dell’intero azionariato!

    Senza polemica, ma con voglia di informazione pulita e non di parte.

    Un elettore convinto del Movimento 5 Stelle!

  • Claudio a questo giro l’hai buttata un pò di fori..

    La macchina del fango esiste per carità ma l’attenzione non va puntata sulla casa ecologica ma sulle 13 società. Uno dei suoi soldi ne fa quel che gli pare ma ammettiamo che la cosa è un tantino “al limite”. Grillo non ha inventato nulla in fatto di “risparmio sulle tasse” e in confronto ai figuri dei partiti tradizionali è un chierichetto ma cerchiamo di essere imparziali. Che l’autista era un pò strano si capiva a guardarlo però.. 🙂

    • Qualcuno avvisi Grillo che in politica bisogna circondarsi di belle donne: Berlusconi in questo e’ maestro, Maroni ha la brunetta(con la minuscola) niente male, Bersani ha la vicentina tanto carina, però l’autista non se po’ vede’!O forse aria nuova vuol dire anche questo?

  • siete patetici…ma perche non andate a vedere i vari bersani, casini, fini, bossi  e tutta la compagnia cosa hanno fatto finora????????????????? stipendi piu allti d’europa, privilegi, rimborsi fasulli ed altro…se vi stanno bene queste persone vuol dire che siete dei veri coglioni

  • siete patetici…ma perche non andate a vedere i vari bersani, casini, fini, bossi  e tutta la compagnia cosa hanno fatto finora????????????????? stipendi piu allti d’europa, privilegi, rimborsi fasulli ed altro…se vi stanno bene queste persone vuol dire che siete dei veri coglioni

  • Questo video è su internet da oltre 3 anni.

    Ma ora che il M5S incombe sui vecchi partiti e Beppe è un rischio per loro, è sorta la necessità di mettere in piedi un dossier, come direbbe Saviano è partita la macchina del fango.

    In realtà non si è mai fermata, ma dopo il risultato elettorale bisognava trovare qualcosa di più forte. Ci pensa l’espresso, la stampa di sinistra, il PD non gradisce Grillo. E le operazioni all’estero sono quanto di meglio, per dare l’idea di capitali fuoriusciti dall’Italia illegalmente. Ma qui c’è fondamentalmente un progetto, un idea, che peraltro se realizzata sarebbe un bellissimo esempio di architettura del futuro, ecosostenibile ed ecocompatibile.

    Si sente puzza di cacca, mi sa che non è solo fango!

  • Che notizia, ragazzi, sono sconvolto! Ulteriori indagini non ancora pubblicate proverebbero infatti che lo zio di Beppe non ha pagato il bollo dell’auto per almeno 2 anni e che 2 dei sui figli hanno limonato in luogo pubblico.

    …e con questa, credo sia la fine del moVimento. vabbè ci abbiamo provato.

  • Non capisco dove sia lo “scandalo”. Qui il problema di fondo è un’altro. Cosa impedirebbe alla cognata di Grillo, il quale non ricopre alcuna carica pubblica, di investire in un progetto imprenditoriale, qualunque esso sia, con i SUOI soldi?

  • Ragazzi andate a leggere su rischio calcolato il commento di FunnyKing è interessante. Chiarisce qualcosina  in piu’. questo problema per Grillo è solo un castellino di sabbia

    titolo

    La tessera numero 1 del partito all’attacco di Grillo ( credo che ci sara’ da ridere…)

  • In Costa Rica c’è una bella comunità di italiani, che, vuoi per i bassi costi di una vita semplice, vuoi per il clima e l’ambiente stupendi, hanno deciso di trascorrere in quel paradiso la loro pensione o il loro modo di essere imprenditori “esiliati” dal nostro Paese inospitale per i giovani talenti. Il progetto in questione sarebbe stato senz’altro un valore aggiunto nel rispetto dell’ambiente  e della società locale.

  • Chiaro che le vacanze nell’Eco Feudo in Costa Rica saranno alla portata di tutti i precari da 800 euro al mese, che grazie agli aerei a idrogeno messi a disposizone da Grillo raggiungeranno il paradiso con impatto ambientale zero..

    Costruire qualche migliaio di metri cubi all’interno di aree incontaminate e naturali, anche se con i più sani accorgimento della bioedilizia, non mi sembra gran cosa a favore dell’ambiente.

    E mi domando che cosa c’azzecca un progetto immobiliare ai tropici con la decrescita felice tanto sbandierata..

    Però forse sono malizioso e mosso da invidia.. o pagato da qualche potere forte.. boh!!??

  • Corruzione ed arroganza in parlamento, la cancellazione dei diritti sanciti dalla Costituzione, inalterati i furti ed i privilegi della casta alla quale anche il nostro presidente appartiene, bunga bunga, volti di scambio, stipendi faraonici, buonuscite vergognose, furti legalizzati, controllo di banche, rapporti con le organizzazioni malavitose, privilegi indecenti, sindacati collusi, classe dirigente corrotta ed incapace.
    Ed ora anche CORRUZIONE DELL’INFORMAZIONE.
    La verità è che non ci è rimasto più nulla.
    Dobbiamo assolutamente fare campagna di controinformazione.
    Non solo per difendere le intenzioni della nuova forza politica che avanza e che ci rappresenta per la prima volta, ma anche per sottrarre i nostri concittadini alle bugie con cui questa cricca di masnadieri bocconiani, attanaglia lo stivale da decenni.
    E’ vergognoso.
    Così come’è vergognosa la mia condotta.
    Che sono rimasta seduta a vantarmi, ancora una volta, di non aver esercitato il mio diritto di voto.
    Come una vergine incontaminata.
    Il Movimento 5 Stelle si è conquistato il mio voto.

  • Ma vi rendete conto di cosa spacciate per “buono”??

    Guardate un po’ il masterplan del progetto nella sezione MAP del sito http://www.ecofeudo.com, non è altro che una lottizzazione bioecoecc..compatibile..okkei.” in mezzo a un ecostistema probabilmente vergine..
    A parte i mille punti interrogativi su un’operazione del genere, il consumo di suolo?

    ps: aldilà di tutto secondo me non ci si improvvisa ambientalisti quando il “green” diventa un business e i termini ecologico, sostenibile ecc… vengono usati a sproposito, un po’ come se si usasse un deodorante senza prima pulirsi

  • Cavolo, ditemi almeno che c’è una centrale nucleare lì vicino o che una società multinazionale sta facendo del fracking… Che peccato. Ma forse L’Espresso rivendica il fatto che a suo dire l’autista è stato pagato poco da Grillo e che avrebbe dovuto acquistare un attico a Manhattan… L’Espresso. What else!

  • Sono sicuro che da qualche parte sono nascoste delle piantagioni di marijuana!! E che gli animali sono finti, e che Walter, in gran segreto, supera spesso i 110 kmh in autostrada!! Mi viene da giustificare Berlusconi quando i giornali lo sputtanano. A parte quello che fa e che ha fatto. Comincio a pensare a quanto fango, oltre la verità, hanno buttato addosso anche a lui. Per questo anche lui fa la stessa cosa con i suoi giornali e le sue tv.

    Bravissimo Claudio. Ti avevo già proposto come portavoce del M5S. Sono sicuro che il tuo blog stia raggiungendo un numero di contatti da farti girare la testa!

    Ciao.

  • premessa: io non credo all’articolo dell’espresso, mi fa venire curiosita’, ma da qui a crederci c’e’ di mezzo il mare

    detto questo, non capisco pero’ in che modo questo filmato dimostri inconfutabilmente che quelle dell’espresso sono, tutte, boiate: il filmato e’ stato fatto dagli interessati, mostra tante belle cosine, ma non mostra tutto, e certo non mostra tutto da ogni angolazione rilevante, anche perche’ dura una manciata di minuti; io direi, anzi, che non mostra granche’; per non dire che non mostra nulla di interessante, francamente

    non voglio fare alcun paragone improprio, ovviamente, e mi scuso, mi scuso davvero, di scegliere l’esempio che segue (quindi trattenetevi dall’accusarmi di fare paragoni impropri: non ne faccio e non ne voglio fare), ma mi pare calzante e non me ne vengono in mente altri; voglio solo illustrare il mio punto: cercate su youtube i filmati nazisti su teresienstadt, e vedrete che delizioso idillio campestre sembra essere, nei filmati degli interessati, quel campo di concentramento; che dimostravano, quei filmati? nulla, appunto

    io dubito sempre di tutto, dell’espresso cosi’ come di grillo, di claudio e anche di maria giovanni e pincopallo; a me sembra l’atteggiamento piu’ sano 

    davvero non capisco in che maniera questo filmato provi alcunche’

    e ora scatenatevi con gli insulti, non mi aspetto altro

    • Il punto è proprio questo:con una “non inchiesta” ti poni delle domande e hai dei dubbi.E succederà a molti.

      Te la faccio io una domanda: qual’è l’ipotesi di reato da attribuire alle persone coinvolte dall’Espresso? Non ce ne sono o sbaglio?

      Cosa c’è di moralmente o eticamente discutibile in quel progetto finito nel nulla?

      Secondo te Grillo è coinvolto direttamente o anche indirettamente?

      Tu credi quello che vuoi,sei indotto a dubitare sul nulla e quindi continua a dubitare.Questo è lo scopo della non inchiesta.Se fossero stati seri avrebbero concluso una vera inchiesta e se da essa ne veniva fuori qualcosa di rilevante,penalmente o anche moralmente la pubblicavano.

      E la chiami “Stampa” questa? A me fa solo vomitare.

      Hai voglia ad aspettare l’Espresso sui Monte Paschi se non si muoveva la magistratura!Eppure sapevano tutti.Ed è solo una delle tante forme deontologicamente negative della stampa nostrana alla quale vanno levati immediatamente i finanziamenti pubblici.In un paese democratico dove la stampa fa giornalismo non l’avrebbero pubblicato quell’articolo,non almeno fino a che i risultati dimostrassero quello che vorrebbero inculcare nelle menti poco accorte e facilmente suggestionabili.

       

    • Su Formigoni c’erano delle querele fatte dai Radicali nei giorni seguenti le elezioni.Firme false.

      Non si è mosso nessuno fino a un annetto fa ma ormai era troppo tardi.

      Quindi querela per falsificazioni firme e annullamento delle elezioni.Su questo la stampa doveva spingere e invece …nulla.

      Vogliamo menare il can per l’aia ?

      Io mi fermo qui.

    • Clausius..dai perfavore non scadere nel ridicolo..se si trattasse di en esponente di un altro partito ,pizzicato ad armeggiare con società off-shore , non perdereste un secondo a bollarlo come “inadatto”. 

      E questo a prescindere dalle denunce e dai processi. 

      Ci vorrebbe solo un pizzico di onestà intellettuale in più.

       

      Il ruolo del giornalismo d’inchiesta  è di arrivare , appunto, prima delle denunce e prima dei processi. E’ così in tutto il mondo. 

      L espresso muove dei dubbi leciti e sacrosanti riguardo l uso di società off-shore. Aspettiamo con ansia le risposte esaustive delle persone coinvolte poi trarremo le conclusioni

  • fab z ha scritto :
    non c’e’ niente d’illegale, l’unico dubbio e’ se sia giusto che mentre stai facendo esplodere una bomba che potrebbe minare l’esistenza stessa del tuo paese tu ti prepari un piccolo paradiso, come piano B nel caso le cose dovessero andare male e metti tutto a nome del tuo autista per nascondere la cosa. legalmente ineccepibile,ma moralmente un po’ dubbio.

  • Mi sono letto un po’ di tutto sull’argomeno, anche le dichiarazioni del l’autista, che pare aver convissuto con la cognata di Grillo in passato e che dice abbastanza chiaramente che le società sono sue, e che questo fantomatico resort non è mai partito perchè non ha trovato i soldi.

    Al di là del fatto che vorrei capire di che reati stiamo parlando (lo dice l’Espresso?) e del perchè sarebbe moralmente riprovevole investire i propri soldi in Costa Rica (perchè è un paradiso fiscale?), vorrei portare la vostra attenzione su quello che sta succedendo.

    Mi si dice,

    Grillo è in politica, normale che gli “facciano le pulci”.

    Le pulci?

    Io sto assistendo a una gigantesca campagna di TUTTI i media, giornali, radio, tv, e anche (ormai hanno scoperto che esiste) buona parte del web, volta a delegittimare, sputtanare, ridicolizzare con OGNI mezzo, più o meno lecito, il M5S, Grillo e Casaleggio.

    Non c’è trasmissione di approfondimento (chiamiamole così) politico, tg, giornale radio, articolo che faccia eccezione.

    I blog, i forum, i siti, ch ein qualche modo trattano o riportano notizie sul M5S sono INVASI da orde di commentatori dell’ultimo minuto, e hanno decuplicato contatti e commenti.

    A mia memoria mai ho assistito a una cosa di questa portata.

    Mai.

    Vi sembra che questo voglia dire “fare le pulci”?

    Ho visto un pezzo di “servizio pubblico”, in cui la giornalista tedesca che ha intervistato Grillo alcuni giorni fa, prima che l’ineffabiile santoro le togliesse la parola, ha detto tre cose interessanti:

    1) In un paese normale, un giornale che avesse stravolto e riportato falsità sulla sua intervista (prima ancora che uscisse), come è accaduto, avrebbe perso ogni credibilità con i suoi lettori

    2) Che il M5S le ricorda i verdi in Germania 30 anni fa, verdi che entrarono in parlamento e cambiarono la politica e la società tedesca.

    3) Che le sembrerebbe il minimo che i media italiani mostrassero solo un po’ di rispetto verso un movimento politico nuovo.

     

    E invece…

    Che bel paese…

     

  • Se fossi in Grillo proporrei alla GdF di indagare sul fatto per verificare se si riscontrano

    irregolarità e, in caso di esito negativo, rigirare il tutto contro chi ventila, diffama,

    calunnia.

  • Stamattina sul “Fatto” e poco fa sul blog di Grillo, c’è stato una replica alla ineffabile inchiesta dell’Espresso. Adesso, avrei piacere di vedere con che risalto “Repubblica”, “l’Espresso” “Huffington Post” della obiettiva (???) Lucia Annunziata daranno risalto alla replica. 

    C’è poco da fare, questi non sono giornalisti, non sanno nemmeno cos’è il giornalismo, sono dei dipendenti di un’azienda da cui sono pagati per fare quello che l’editore vuole.

    Vanno considerati per quello che sono, dei banditori.

     

  • Caro Claudio finalmente sono in parziale disaccordo con te:

    Beppe deve dare informazioni e rispondere ad alcune provocazioni anche se un po’ velenose: 15 società estero su estero provocano sospetti in qualsiasi persona.

    E il M5S è il popolo della chiarezza dell’onestà e della giustizia, quindi non puo’ esimersi dal dare spiegazioni relative a fatti cui egli stesso darebbe voce se i fatti riguardassero qualche altro politico, ma anche sul blog va bene! anzi meglio se sul blog.

    Ultimamente ho avuto l’impressione proprio sul blog di Grillo che lo strumento venga usato come fosse un recinto pieno di tigri affamate, da sopra si buttano le carcasse macellate ed è subito marasma.

    Cosi’ nel blog si lanciano le notizie e poi nessuno sguardo indietro per vedere quali siano stati gli effetti. Non si puo’ pensare che quello che scrivi sia la bibbia, che non sia da ritoccare mai, che non necessiti di attenzioni ulteriori, che non abbia causato danni imprevisti.

    Danni a volte ne ha causati, basta guardare cosa ha scritto il blog a proposito de “GLI ITALIANI NON VOTANO MAI A CASO”. Ha preso a calci in culo tutti i dipendenti pubblici classificandoli tutti in un girone dantesco come una casta di parassiti. Uno come me che lavora in ospedale da 37 anni che prende 1.300 euro nonostante decida se un paziente deve vivere o morire cosa deve pensare? Uno che è andato in commissione di disciplina a giustificarsi perchè ha inserito in lista operatoria una zingara di due giorni di vita senza che fosse in possesso dell’iscrizione al ssr, cosa puo’ pensare di Grillo?

    Piu’ volte ho protestato sul sito ma da lui nessun chiarimento. Questo significa che il sito lui non lo guarda neanche e che quello che tu pensi conta poco.

    Durante la campagna elettorale ho perso volentieri 7 gg di ferie uscendo prima dell’orario di lavoro ben 47 volte per aiutare il movimento, ho preso un sacco di freddo, pioggia, saltato la cena, lasciato la famiglia ecc , nessuno sa niente di tutto cio’ l’ho fatto per me e per i miei figli e penso che in Italia di persone come me ce ne siano state tante, senza neanche conoscere le persone che si aiutava, per me bastava essere un candidato del M5S, ma dopo quell’articolo cosa devo pensare di Grillo?

    Proprio per quanto sopra sono appena appena in disaccordo con te, ma come ho sempre detto ti rispetto e ti apprezzo con molto affetto e stima.

     

     

  • albertopd ha scritto :
    Vorrei sottolineare il fatto che Claudio qui non ha sputtanato ancora nessuno. si è limitato a riportare delle informazioni già presenti in rete, senza nè smentire nè confermare quanto pubblicherà l’espresso, cosa che sarebbe al momento difficile fare, visto che l’articolo non è ancora consultabile….

     

    già. Riporta notizie che contrastano la tesi dell’Espresso. 

  • e tu pensi che crediamo a ‘ste fregnacce del villaggio ecosostenibile…le 13 società anonime….il negozio….e questo che fà l’autista in Italia e il costruttore fuori?

    ma c’hai preso proprio per deficenti?!

  • Sopportami, Claudio, perché lì, dove dovrei postare, cancellerebbero il commento!

    In diverse trasmissioni, Scanzi e Travaglio (p.e. ieri, a “Servizio Pubblico”) hanno incassata (impassibili) l’accusa che Pizzarotti abbia ingannati gli elettori, sull’inceneritore: mentre, Travaglio taceva, Scanzi, addirittura, annuiva! Almeno, uno su due potrebbe prendersi una cazzo di briga di “rivelare” che un cittadino, ancorché sindaco, deve rimettersi alla sentenza di un, fosse pure stramaledetto, giudice?

     

  • Avendo letto in internet alcune scemenze sulla Sociedad Anonima, che sarebbe, secondo i novelli esperti di economia (i quali tacciano noi internauti di informarsi solo su Wikipedia – per inciso attendibile quanto l’Enciclopedia Britannica, se non di più), una società in cui i soci sarebbero anonimi e irrintracciabili, vorrei portare all’attenzione questo link, per togliere ogni sospetto di finte manovre fiscali sospette: 

    http://www.tse.go.cr/pdf/normativa/codigodecomercio.pdf

    in particolare gli articoli dal 102 al 109, specialmente l’art. 105, il quale recita, abbastanza chiaramente che la sociedad anonima si costituisce per scrittura pubblica.

    Pregasi i signori giornalisti pennivendoli la prossima volta invece di inventare puttanate di documentarsi (10 minuti di ricerca su internet, per chi è capace). Fra l’altro, se fosse stata segreta come dicono loro sarebbe stato IMPOSSIBILE risalire ai nomi che hanno sputtanato allegramente sui loro giornaletti pornografici. Si avete capito: PORNOGRAFICI

     

  • Dopo aver letto articolo e risposte , vorrei fare un analisi della vicenda : 
    1) E’ vero nel titolo dell articolo è presente un errore “..tredici società nel paradiso fiscale centro americano dove è garantito il segreto sui soci..”. Il costa rica non è paradiso fiscale dal ’11
    2) l espresso non ha scritto che esistesse il resort milionario visto che dice letteralmente
    “..almeno una delle società ha pero in cantiere…”. 
    Una definizione di sicuro non calunniosa vista la presentazione dello stesso progetto in rete.
    3)  cito: ” quattro di queste società risultano immatricolate con la formula sociedad anonima, uno schermo giuridico che consente di proteggere l identità degli azionisti […] emerge però che tra gli amministratori compare insieme a vezzoli ..”. 
    Andrebbe approfondito per capire di quali protezioni fruiscano le società gestite da vezzoli 
    4) Le spiegazione del signor Vezzoli  sono piuttosto fumose.  
    Rimane l ombra delle altre società  rimanenti , se sono attive e che finalità hanno,  Il fatto che il vezzoli abbia vissuto in  costa rica non è di certo esaustivo. 
    E’ pure un poco imbarazzante la difesa di grillo “..la costa rica non è inserito nella lista dei paradisi fiscali dal ’11..” , il fatto che  non faccia parte della lista dei paradisi fiscali non implica che le stesse società  non godano di determinate protezioni e agevolazioni, non chiarisce se il vezzoli ne fruisca come società off-shore o meno.  
    Insomma grillo e vezzoli rispondono a tutto tranne entrare nel merito della questione , si appella alla definizione apparentemente innocua di sociedad anonima e forniscono slogan e grafichino per placare la massa che allegramente annuisce e si rincuora. Insomma è appurato grillo e vezzoli non vogliono dire a cosa servono o a cosa sono servite quelle fantomatiche S.a. 
    5) In definitiva ,l articolo dell espresso scoperchia e rivela un fatto ignoto mai raccontato da grillo (  riguarda sua cognata mica una qualunque )  o dal vezzoli ( stretto collaboratore di grillo ). 
    Certo ci si può chiedere ma perchè grillo o il vezzoli devono rivelare cose della loro vita privata ?? beh forse dovrebbero se queste non rispecchiano propriamente quel principio di limpidezza e chiarezza di chi gestisce o influenza la cosa pubblica, tema oltretutto centrale nel M5S.
    E’ lo stesso discorso che ripetevamo in coro al berlusca. 
     Quindi la vicenda  può screditare il M5S per il merito e una verità ( il vezzoli gestisce o ha gestito diverse società all’estero )  visto che l uso di società off-shore è osteggiato e visto malamente dall opinione pubblica soprattutto quella vicina a grillo ( già una senatrice del M5S si è espressa a riguardo )
    6) Trattasi di giornalismo, aggressivo certo e presumibilmente con alcuni errori ( maliziosi ) , ma tutt altra cosa rispetto la macchina del fango. Ci vorrebbe solo un briciolo di onestà intellettuale in più e riconoscerlo.
    La cosa ha sicuramente una sfumatura a dir poco  ridicola..se si trattasse di un esponente di un altro partito ,pizzicato ad armeggiare con società off-shore , non perdereste un secondo a bollarlo come “inadatto”. 
    Dai perfavore..

    Dopo aver letto articolo e risposte , vorrei fare un analisi iniziale della vicenda :

     

    1) Nel titolo dell articolo è presente un errore “..tredici società nel paradiso fiscale centro americano dove è garantito il segreto sui soci..”. Il costa rica non è paradiso fiscale dal ’11

    2) l espresso non ha scritto che esistesse il resort milionario visto che dice letteralmente  “..almeno una delle società ha pero in cantiere…”. Una definizione di sicuro non calunniosa vista la presentazione dello stesso progetto in rete.

    3)  cito: ” quattro di queste società risultano immatricolate con la formula sociedad anonima, uno schermo giuridico che consente di proteggere l identità degli azionisti […] emerge però che tra gli amministratori compare insieme a vezzoli ..”. Andrebbe approfondito per capire se e  di quali protezioni fruiscano le società gestite da vezzoli 

    4) Le spiegazione del signor Vezzoli  sono piuttosto fumose.  A parte la società che gestisce il resort, rimane l ombra delle altre società  rimanenti , se sono attive e che finalità hanno,  Il fatto che il vezzoli abbia vissuto in  costa rica non è di certo esaustivo. E’ pure un poco imbarazzante la difesa di grillo :“..la costa rica non è inserito nella lista dei paradisi fiscali dal ’11..” .

    il fatto che  non faccia parte della lista dei paradisi fiscali non implica che le stesse società  non godano di determinate protezioni e agevolazioni, non chiarisce se il vezzoli ne fruisca come società off-shore o meno.  
    Insomma grillo e vezzoli rispondono a tutto tranne entrare nel merito della questione , si appella alla definizione apparentemente innocua di sociedad anonima e forniscono slogan e grafichino per placare la massa che allegramente annuisce e si rincuora. Insomma, fino adesso grillo e vezzoli non vogliono dire a cosa servono o a cosa sono servite quelle fantomatiche S.a. 

    5) l articolo dell espresso scoperchia e rivela un fatto ignoto mai raccontato da grillo (  riguarda sua cognata mica una qualunque )  o dal vezzoli ( stretto collaboratore di grillo ).

      La vicenda  può screditare il M5S per il merito e una verità sostanziale ( il vezzoli gestisce o ha gestito diverse società all’estero ) , visto che l uso di società off-shore (se tali sono) è osteggiato e visto malamente dall opinione pubblica soprattutto quella vicina a grillo.

    6) il giornalista dell espresso ha costruito un articolo con diversi errori ,  probabilmente maliziosi , che mistificano l immagine di grillo e vezzoli 

    fino adesso è così dal mio punto di vista..ogni punto potrà essere modificato in base ad ulteriori elementi.

    • credo che l espresso ciò che doveva scoprire l ha scoperto. Del resto sono un giornale non sono la g.d.f.  

      Adesso l’unica possibilità per avere chiarezza sull episodio sarebbe la pressione dell opinione pubblica, innanzitutto degli appartenenti al M5S,  su grillo e vezzoli. Che almeno risponda in merito. 

      A me sembra un soggetto che sta nascondendo qualcosa, magari niente di grave o criminale ma qualcosa che potrebbe infastidire il movimento. 

      Comunque la cosa finirà qua in puro stile italiano. L espresso non insisterà perchè alla fine ci tiene pure alla reputazione e grillo e vezzoli si occuperanno d altro. 

       

  • Io vivo in costa rica, qui per qualunque attivita anche per aprire un negozio di penne biro o una panatteria si usano le “sociedad anonime” io per il mio ostello ne ho aperta una, e allora???!!! Giornalai vergogna dell Italia insieme con i vostri politici ladri e infami! PRIMA VI MANGIATE IL PAESE E POI ANDATE INVENTANDO PALLE SUGlI OPPOSITORI AL VOSTRO REGIME DEL CAXXO!!! Con la vostra informazione , anzi macchina del fango, fate solo schifo!!!

  • A PRAGMATICO64.    Forse a furia di sentire quello degli altri nonhai maifatto caso al tuo che ti ha sicuramente inebriato il cervello. Il fatto che tu abbia iniziato a seguire il sito di Claudio la dice lunga sulla tua apertura all’informazione vera e se vuoi sono a tua completa disposizione a darti qualche dritta su come informarti meglio.

    • Potrei argomentare tranquillamente ma non ho tempo da perdere quindi sarò piu succinto possibile.

      Un’altro sputasentenze da fiera degli orrori.

      Da quanto tempo io segua il blog di Claudio, se la mia mente sia offuscata da mitici eroi , quale sia il mio livello culturale e capacità critica rispetto all’informazione , se sia persona informata o un decerebrato che segue l’onda aprioristicamente.

      SAI TUTTO TE

      Come li adoro questi intelletual-chic di sinistra che tutto sanno di te senza dubbi nè tremiti.

      I LOVE YOU. 

    • Cavolo sai giudicare il partito di una persona solo leggendo il suo commento ?

      Non tutti sanno tutto di te ma tu sai tutto di tutti 🙂

    • Ah io non sò niente di nessuno e quindi non vedrai mai scendermi in particolari personalizzati. A meno che l’evidenza non sia dichiarata o lampante.Se poi mi si cerca io rispondo(a volte).

      Un saluto.

  • Adesso l’espresso sostiene di non avere mai scritto quello che ha scritto…Da: http://espresso.repubblica.it/dettaglio/lespresso-risponde-a-grillo/2202179L'Espresso risponde a Grillo(08 marzo 2013) Contrariamente a quello che sostiene il blog di Beppe Grillo, L’Espresso non ha mai parlato di società anonime aperte da Walter Vezzoli in Costa Rica. Peccato che io (e molti altri) abbiano letto la pagina web dove parlavano di società anonime, destinate a far schermo al nome degli azionisti…E infatti quella pagina web è stata corretta adesso e il riferimento alle società anonime è sparito.Io capisco che l’obbiettivo dell’espresso sia quello.Raccontare palle in questo modo, facilmente smentibili tralaltro… boh, secondo me provoca un effetto boomerang.

  • Ragazzi, cosa volete l’articolo proviener dal giornale di un oligarca alla matriciana, quello che si fregiava di voler richiedere la tessera n. 1 del PD, un signore che abita in Svizzera per ovvi benefici fiscali, che dice di pagare le tasse in Italia senza dimostrarlo, una persona che non ha titolo a lanciare accuse di elusione fiscale.

    Questi signori credono di fare giornalismo dì’inchiesta cianciando di società con capitali da circa 10000 $, senza mai aver menzionato i conflitti di interesse di Monti, Prodi, Bersani, Passera con società con fatturati miliardari come Banca Intesa, Goldman Sachs, Mps…

  •  

    Non vedo niente di male nell’avere progetti extra nazionali, sopratutto se a fine di bene e se nel rispetto del territorio e delle leggi del posto.

     

    Mi puzza parecchio la storia che sia l’autista un rappresetnante legale del progetto.

    A mio parere, dato il prossimo impegno istituzionale di Grillo non ci dovrebbero essere alcun tipo di ombre di tale portata.

     

     

     

     

  • Sarà, ma io non ci vedo niente di male in un villaggio naturale situato in Costarica, non capisco secondo quei mistificatori di Repubblica, le attività dell’impresa si svolgono in Costarica e Vezzoli dovrebbe aprire l’impresa in Italia, evadendo le tasse della Costarica? Repubblica si dimostra sempre per quello che è: un putrido cocktail di radicalismo chic, spocchia, sionismo e politically correctness

  • E poi oltretutto Debenedetti è stato indagato in processi penali per tangenti, e il gruppo Espresso condannato, ha fatto ricorso in cassazione, a pagare ben 225 milioni di euro per evasione fiscale, non so a quale titolo questa gente possa lanciare accuse di evasione-elusione ad altri

  • Tutto molto interessante, il concetto dell’ecovillaggio, della sostenibilità, dell’ambiente,… ecc.

    Poi vai sul sito dell’ecofeudo e leggi alle voci ‘tecnologia/sicurezza’: posizionato a 155 metri di altezza per difendersi dall’innalzamento marino causato dal global warming, sistema di difesa con mura perimetrali e sistema a raggi infrarossi, dotazione di bunker antiatomico e antitutto (armi chimiche, armi batteriologiche, peti assortiti, rutti alla cipolla …). Ma di grazia cosa è previsto in Costa Rica nei prossimi tempi? L’apocalisse?

    Il signor Vezzoli più che un imprenditore allegro mi sembra un nerd con la fissa per la fine del mondo (che sia affetto dallo stesso morbo di casaleggio?)

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi