Tutti tranne due

LauraBoldrini

Il nuovo Presidente della Camera è Laura Boldrini, una lunga carriera in difesa dei rifugiati politici, nella gestione delle crisi umanitarie e nel racconto della tragedia dei migranti. Eletta nelle file di SEL, tra i 23 nominati che non hanno dovuto affrontare le primarie, il suo discorso di insediamento si è ispirato ai valori della trasparenza, della sobrietà, al principio della lotta alla mafia e anche all’integrazione europea, nell’ottica di “un progetto che sappia recuperare per intero la visione e la missione che furono pensate con lungimiranza da Altiero Spinelli”, perché “l’Italia fa parte del nucleo dei fondatori del processo di integrazione europea, e dovremo impegnarci ad avvicinare i cittadini italiani a questa sfida”, “perché l’Europa torni ad essere un grande sogno, un crocevia di popoli e di culture, un approdo certo per i diritti delle persone”, “un luogo della libertà, della paternità e della pace”. Se si riferisce a un’Europa diversa da quella che viviamo oggi, sulla nostra pelle, ovviamente non è un’aberrazione immaginarla. Per ora, si tratta appunto solo di “un grande sogno”. Più che altro, un incubo democratico.

 

Al minuto 7:47, è interessante notare quello che accade. Laura Boldrini dice: “In Parlamento sono stati scritti questi diritti, ma sono stati costruiti fuori da qui, liberando l’Italia e gli italiani dal fascismo” [il riferimento è al “sacrificio di chi è morto per le istituzioni e per la democrazia”]. Tutta l’aula in piedi, a prodursi in un lungo, interminabile applauso, Movimento Cinque Stelle compreso. Una risposta chiara e netta a tutte le polemiche strumentali costruite durante la campagna elettorale. Chi aveva ancora dei dubbi al riguardo, ora può tacitarsi.

ApplausoAntifascismo

In realtà, a ben guardare, ci sono due deputati che non si alzano. I due colleghi sul fianco sinistro e su quello destro (si vede osservando attentamente il filmato) si girano a turno, guardandoli, e sembrano quasi dire: “che fate, non vi alzate?“. Non saprei dire a quale schieramento appartengano né chi siano: le immagini non hanno una risoluzione sufficiente. Magari potrebbero fare outing e spiegare perché non hanno sentito di doversi unire alla standing ovation dell’assemblea.

 

51 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • La Boldrini ha anche ringraziato Napolitano per la suo lavoro di garante della Costituzione …

    Le situazioni possono essere 2: o negli ultimi 16 mesi non ho ben capito io cosa sono riusciti a combinare grazie al Napolitano (a partire dalla nomina di Monti a Senatore a vita fino alla ratifica del MES)  o si è persa qualcosa lei

     

  • Un discorso di commiserazione, buono per un estremo saluto.

    Ricordare la Costituzione come “La più bella del mondo” da uno scranno donatogli da chi in un anno ne ha fatto scempio.

    Ricordare la Resistenza che ha garantito la sovranità al Popolo lodando il Sogno che la sta scippando.

    Sì! Stupendo! Mi viene il vomito!

  • … e anche all’integrazione europea, nell’ottica di “un progetto che sappia recuperare per intero la visione e la missione che furono pensate con lungimiranza da Altiero Spinelli”, perché “l’Italia fa parte del nucleo dei fondatori del processo di integrazione europea, e dovremo impegnarci ad avvicinare i cittadini italiani a questa sfida”, “perché l’Europa torni ad essere un grande sogno, un crocevia di popoli e di culture, un approdo certo per i diritti delle persone”, “un luogo della libertà, della paternità e della pace”. Se si riferisce a un’Europa diversa da quella che viviamo oggi, sulla nostra pelle, ovviamente non è un’aberrazione immaginarla. Per ora, si tratta appunto solo di “un grande sogno”. Più che altro, un incubo democratico.

    Il discorso della Boldrini non mi è piaciuto: Laconico e infarcito di retorica, soprattutto sull’Europa. Ma questa signora, s’è ne accorta che in Europa, in questo momento, viviamo nell’euronazismo? La signora non ha affatto nessun alto profilo istituzionale, è assolutamente mediocre. Un’altra serva del PUD€.

    • Beh su un Europa diversa, un Europa dei popoli, non comandata dalle banche e da, come spesso leggo, settari di Goldman Sachs, io sarei d’accordo.

  • probabilmente qui qualche d’uno deve fare una visita oculistica. Si vedono nettamente le mani della donna battere dopo che l’uomo sotto, abbassa le sue dopo la “sbracciata”. Ma per di più si vede “nettamente” e nemmeno con fatica.

     

  • Vedo che c’è molta differenza da chi commenta qui su questo blog ed i commenti che ho letto su facebook. In facebook la gente ragiona. Qui invece sembra che sia giusto cercare chi non si e’ alzato per bruciarlo sul rogo come un eretico! Mi meraviglio comunque di leggere un articolo come questo su questo blog che dovrebbe essere in favore di un evoluzione del pensiero. Con queste cazzate siamo andati indietro di quasi settant’anni!!

  • quegli unici due sarebbero gli unici da votare alle prossime elezioni. uno hanno le palle per non omologarsi, due il solito discorso retorico sull’antifascismo per certificare i volori inesistenti della democrazia dei bombardamenti e delle menzogne, non merita certo una standing ovation.

  •    Non voglio entrare nel merito del discorso, condivisibile o meno … quello che non capisco è come mai ci si sofferma su due persone in particolare, ree di non essersi alzate ad applaudire, una lo fa da seduta, l’altro no. Vedendo il filmato completo del discorso (postato sempre da byoblu) ci sono innumerevoli persone nello stesso settore ed in quello adiacente che non si alzano e non applaudono nemmeno e nessuno li chiama in causa ….. come mai ???? Io seguo costantemente il blog di Messora, però a questo punto mi sorge un dubbio !!!!

  • A proposito di europa, a Cipro hanno imposto il prelievo forzoso sui conti correnti, circa 10% sopra i 200mila € circa il 7% sotto i 200mila€ fino a 0, chissà se a Cipro avrebbero applaudito…..

  • malsano ha scritto :
    Un discorso di commiserazione, buono per un estremo saluto.

    evidentemente sa gia’ di essere la presidente della camera piu’ veloce del west, dato che si andra’ a votare al massimo entro un anno…

     

  • Non penso che il menzionato Spinelli potesse immaginarsi un’Europa peggio di questa.L’Europa delle Patrie….e non la Patria europea che sognavano con Ernesto Rossi ed altri.

    E infatti quest’Europa si sta rivelando per quello che loro stessi avevano previsto in senso negativo qualora gli Stati e i loro governi si fossero comportati esattamente come si stanno comportando e coi risultati che vediamo…Miseria,disoccupazione,precarietà,distruzione progressiva del walfare ecc..ecc…

    Quindi ho trovato la citazione ipocrita.

    Il sogno è rimasto nel cassetto e li rimarrà.Anzi,adesso che è diventato un incubo poteva proprio evitare di parlarne.Ma tant’è che non si smentiscono mai.

    Un discorso di circostanza.Saranno poi i  fatti a dire il vero.Nulla di nuovo all’orizzonte.

  • Scusi Messora ma lei crede che uniformare tutti allo stesso comportamento sia la forza della democrazia? Non è forse la differenziazione che rende l’individuo libero? Non mi piace questa tecnica d’indagine che tende a mettere in cattiva luce chi manifesta diversamente le proprie emozioni ed il proprio pensiero. Non le sembra di praticare la cosiddetta caccia alle streghe tipiche delle dittature?

    Nel 1956, Solomon Asch realizzò l’esperimento che lo rese noto nell’ambito della psicologia sociale.

    L’assunto di base del suo esperimento consisteva nel fatto che l’essere membro di un gruppo è una condizione sufficiente a modificare le azioni e, in una certa misura, anche i giudizi e le percezioni visive di una persona. Il suo esperimento si focalizzava sulla possibilità di influire sulle percezioni e sulle valutazioni di dati oggettivi, senza ricorrere a false informazioni sulla realtà o a distorsioni oggettive palesi.

    Il protocollo sperimentale prevedeva che 8 soggetti, di cui 7 complici dello sperimentatore all’insaputa dell’ottavo, si incontrassero in un laboratorio, per quello che veniva presentato come un normale esercizio di discriminazione visiva. Lo sperimentatore presentava loro delle schede con tre linee di diversa lunghezza in ordine decrescente; su un’altra scheda aveva disegnato un’altra linea, di lunghezza uguale alla prima linea della prima scheda. Chiedeva a quel punto ai soggetti, iniziando dai complici, quale fosse la linea corrispondente nelle due schede. Dopo un paio di ripetizioni “normali”, alla terza serie di domande i complici iniziavano a rispondere in maniera concorde e palesemente errata; il vero soggetto sperimentale, che doveva rispondere per ultimo o penultimo, in un’ampia serie di casi iniziava regolarmente a rispondere anche lui in maniera scorretta, conformemente alla risposta sbagliata data dalla maggioranza di persone che aveva risposto prima di lui. In sintesi, pur sapendo soggettivamente quale fosse la “vera” risposta giusta, il soggetto sperimentale decideva, consapevolmente e pur sulla base di un dato oggettivo, di assumere la posizione esplicita della maggioranza (solo una piccola percentuale si sottraeva alla pressione del gruppo, dichiarando ciò che vedeva realmente e non ciò che sentiva di “dover” dire).

    Nell’esperimento originale di Asch, il 25% dei partecipanti non si conformò alla maggioranza, ma il 75% si conformò almeno una volta alla pressione del gruppo (ed il 5% dei soggetti si adeguò ad ogni singola ripetizione della prova).

    • Sì e appunto la differenziazione su base individuale non su base nazionale e di chiusura ognuno nelle proprie cartelle concettuali, con tanto di confini. Ci si differenzia nel trovare una identità che si mescoli con l’esterno, diventando individualità.

  • A 60 anni dalla sua caduta stiamo ancora a lavarci le mani con l’antifascismo.

    Nel discorso della Boldrini, che peraltro conta come il 2 di picche quando la briscola e cuori, non nominate le parole crisi, crescita, e amenità di questo genere.

    Si è occupata per tanto tempo di rifugiati e quindi ha parlato di quelli. 

    Meno male che nel suo pedigree non ci sia la vendita di salumi…

  • Facebook o non Facebook, bisogna comprendere che a parole si può dire tutto e intendere il contrario di tutto; poi nei fatti cosa si fa? Beninteso, potrebbe anche eeser giunto il momento di metastasi per cui, addio malato; cadde l’Impero Romano con maggior gloria ed estensione alle spalle rispetto all’italica repubblica, né quello di Alessandro Magno sopravvisse al suo fondatore. Vogliamo invocare la più bella costituzione del mondo come la Madonna per proteggerci? Meglio invocare direttamente la Madonna, a questo punto… In Italia i monumenti agli eroi servono per imbonire la gente coi bei discorsi nelle ricorrenze, e come latrina tutto l’anno per i piccioni, dopodiché nessun altro se ne occupa. Ma se un comune ha perfino eretto un mausoleo a quel criminale del maresciallo Graziani! Molti dei reduci della seconda guerra, che avrebbero potuto gloriarsi d’aver sconfitto la dittatura e salvato la libertà, dichiararono: “I veri eroi sono quelli che non sono tornati“. E’ una questione di coscienza civile che, forse, proprio non abbiamo. Non ancora, perlomeno, non sufficientemente. Allora sopperiamo con la italica retorica. Dunque, nel nostro piccolo, siamo tutti responsabili. Tutti! Perché possano restare solo parole quelle del poeta che, innanzi all’ultimo cadavere d’alpino reso dai ghiacciai della montagna, disse: lasciamolo dov’è: potrebbe accorgersi d’essere morto invano.

  • Non so se essere più soddisfatto del successo delle elezioni della Boldrini e di Grasso, o di vedere Berlusconi e Gasparri scornati…

    Grazie 😉

  • Questo discorso per l’Europa mi ricorda che nel 1821 (seconda rivoluzione industriale inglese) gli operai erano vessati a sangue dai padroni delle fabbriche, alta mortalità, orari disumani ecc…Alcuni di loro (i luddisti) decisero che a colpa era delle macchine su cui lavoravano, che li rendevano schiavi e tentarono in tutti i modi di distruggerle, sabotarle o obbligare i padroni a smantellarle.

    Accanto a loro vi furono altri operai che capirono che la colpa non era delle macchine, ma dell’avidità umana e se anche le macchine fossero state distrutte e i padroni uccisi, ci sarebbero stati nuovi padroni e nuovi metodi per schiavizzare l’uomo. Capirono quindi che era inutile tornare indietro sulla strada del progresso e che bisognava in qualche modo superare l’ostacolo e imporre nuove condizioni di lavoro coi padroni.

    Queste persone fondarono le TRADE UNIONS, la prima forma di sindacato del mondo, per poi arrivare,dopo più di 100 anni di lotte sociali, al rapporto beveridge che introdusse e definì i concetti di sanità pubblica e pensione sociale per i cittadini.

    E’ chiaro che il rapporto tra i paesi dell’ eurozona non può essere definito fraterno o amichevole, anche per la presenza di una concorrenza spietata che ti fa guadagnare dalla rovina di altri. Forse l’unione di stati diversi in lingua, economia, religione,… è stato troppo rapido e traumatico per alcuni, forse è stato fatto male, a vantaggio di alcuni…

    Quindi ora cosa facciamo ? Marcia indietro, buttiamo tutto il concetto di Europa Unita nella spazzatura o cerchiamo di migliorarla, di imporre nuovi rapporti tra nazioni, tra stati e banche centrali ? Distruggiamo tutto o modifichiamo ?

  • Fatti, non parole. Siamo abituati a 70 anni di sogni, fantasie, raccomandazioni speranze e cazz varie.

    Avrebbe fatto meglio a dire: ” Sappiamo come siamo giunti a questo punto. Mettiamoci a lavorare senza retorica e vediamo di far rinascere la nazione. I discorsi, dopo!”

  • Caro Claudio credo anche io che sia stato un post infelice, non vorrei che si andasse a caccia delle streghe come fanno i giornalisti di tutti quei giornali mediocri che spesso nel nel tuo blog critichiamo.

    Non ho capito cosa intendi dimostrare con questo post, che “forse” simpatizzano idee fasciste?

    Magari avevano (giuste o sbagliate) tutt’altre motivazioni per non reagire come gli altri.

    Per me sei sempre tra i più grandi, ma anche i grandi qualche volta sbandano su una buccia di banana, importante è riprendere l’equilibrio e proseguire con il solito passo professionale che non ti farà mai perdere la stima conquistata.  

     

     

  • Al discorso sull’europa non avrei applaudito, mi sembra chiara l’intenzione dell’Elite, vedere le dichiarazioni di Napolitano su Monti, che bisogna continuare sulla strada dell’europeismo.

    Il punto è che è stata costruita intorno ad una banca centrale privata e del lato finanziario dell’europa bisogna parlarne benchè qualcuno, come Benigni, dice che non ne capisce niente, però l’idea dell’europa unita….

  • Sono un elettore M5S dell’ultima ora.Ho votato il movimento perché ho creduto che fosse veramente equidistante da tutti quelli che ci hanno portato al disastro, ed anche perché il movimento mi ha dato ancora la forza di sperare.Purtroppo dopo oggi mi sono reso conto che la scelta giusta sarebbe stata quella di non dare fiducia a nessuno

  • Bene, con la Boldrini da 60 milioni di abitanti diventeremo un paesucolo africano di 80 milioni di abitanti; se tutto va bene, altri 20 milioni di desperados che verranno nel paesucolo senza lavoro,  e quindi altri 20 milioni di criminali.

     

    Brava Boldrini, vattene aff… te e l’anelluto che ti ci ha mandato.

     

    L’itaglia e’ fottuta, questo buonismo di merda ci condurra’ alla rovina; negli altri paesi entri se superi una soglia precisa; qui si fa entrare l’africa.

     

    Brava Boldrini, brava……applauso, il vaticano sara’ contentissima. Ospitali tutti a casa tua pero’ eh?

    La signora loda Napolitano!!!! Il massimo, quello che ha scelto Monti!!

     

    Bravo Messora; coerenza massima, continua cosi’, e vedrai che tempo 6 mesi il mitico spread ci seppellisce tutti.

     

     

     

  • Da reminiscenze scolastiche mi sovviene quell’episodio accaduto durante la Rivoluzione Francese, a proposito dell’obbligo di portare la coccarda tricolore (tenendo presente che, comunque, in Parlamento, per fortuna, ancora non c’è, l’obbligo di alzarsi ed applaudire!): un rivoluzionario sorprese un cittadino, rivoluzionario anch’esso, girare senza coccarda tricolore, e gli intimò: “Cittadino, perché non porti la coccarda?”, “Perché sono un cittadino LIBERO!”, gli rispose quello.
    Perché quei due non si siano alzati, naturalmente non lo so: forse avevano le gambe pesanti, o potrebbero essere afflitti da qualche malattia, o si sentivano semplicemente stanchi, oppure avrebbero potuto non condividere quel discorso e quel clima retorici, pieni di tante cose tanto “obbligatoriamente” condivisibili quanto mai realizzate, o realizzate solo in minima parte. Può essere, no? Sì, perché mentre in Parlamento si celebrano persone indubbiamente integre e meritevoli di ogni plauso, come i due Presidenti appena eletti, e mentre si battono i tasti del lavoro, del sostegno ai più deboli, e di non so quali altre lodevolissime cose da fare, il presidente della Bundesbank avverte l’Italia: “Niente riforme, niente BCE!”: chi ha orecchi per intendere, intenda! Oltre a questo piccolo dettaglio, che già da solo, secondo me, giustificherebbe quel passare la voglia di applaudire chicchessia, si vocifera di una manovrina per 14 miliardi di euro a causa di una crescita sensibilmente inferiore alle previsioni, per non parlare di quei 70 MILIARDI di euro (non so se ci si rende bene conto della portata della cosa!) che lo Stato deve ai privati per beni e servizi resi! I 400.000 esodati creati da Bersani, Bersluconi, Monti. Casini e Napolitano, nemmeno ce li metto, ma ci tengo a ricordare che oltre a quei 400.000 esodati dei quali, FORSE, qualcuno ancora verrà salvaguardato, peggio, infinitamente peggio staranno coloro che esodati non potranno nemmeno sperare di diventarlo, come, appunto, tutti i lavoratori licenziati dal 1° gennaio del 2012 in poi.
    Personalmente, tra i due che non si sono alzati ad applaudire, e i “dagli all’untore”, i secondi mi danno di molto più fastidio.

  • A dire il vero , come alcuni già hanno detto , sono stranito dell’approfondimento di una questione tanto banale , come due persone che non applaudono , invece di uno svisceramento del discorso o altro . Da byoblu , proprio non me lo aspettavo . Va bhe dai tutto posso fare uno scivolone ^^

  • …MI PARE CHE I SENATORI 5STELLE HANNO CEDUTO ALLE LUSINGHE DEL PD…. COME VOLEVASI DIMOSTRARE….  SONO DELLA STESSA PASTA DEI SINISTROIDI….. NON CERTO MEGLIO DI BERLUSCONI E LE SUE GIRLS….

     

  • Se faceva un discorso più legato ai problemi della  camera avrebbe fatto meglio.Discorso fuori luogo per la presidenza della camera che ha tanti problemi che non verranno risolti dalla Boldrini ,che ha la testa altrove.

     

     

  • Come ho già scritto sono un elettore M5S dell’ultima ora.Ho votato perché speravo che qualcosa potesse cambiare.Oggi dopo soli 20 gg sono già perplesso.Come si fa a dare un voto a gente come Grasso colluso con quella vecchia politica che combattiamo.Se poi si ascolta. Il discorso vuoto del nuovo presidente della Camera e poi si legge ,scusi ma è quello che penso, l’assurda caccia alle streghe che lei propone penso che avrei fatto meglio a Chiedere asilo politico in Cina piuttosto di votare

  • un bel discorsetto autoreferenziale, pieno di nobili sentimenti e intendimenti, quasi a far intendere che il PD non farà pagare ai poveri contribuenti i 200milioni di euro di debito lasciati in eredità ai vecchio partito dei DS e che, per questo, si impegnerà personalmente a farli pagare ai vertici del partito, in nome proprio di quella sobrietà e della buona politica a cui facefa riferimento nel suo discorso. Vedremo la serietà!Grazie

  • Pura e semplice fuffa. Un discorso che non dice nulla, pieno di belle e inutili parole, una spruzzatina di anti-fascismo (che male non fa) e pure la lode al presidente della rep. Forse per essere riuscito a realizzare il golpe perfetto…

    ‘Sta tizia è una che si è occupata di tutto, tranne che del suo paese, ed è diventata la 3° carica dello stato. Estic…

    Ebbravi quelli del PD…. potevano mettere un nome di sx ma che potesse andare bene a tutti. Lo so, è quasi impossibile, ma di persone che sono stimate da entrambi gli schieramenti ci sono. Con simili decisioni non si fa altro che dire: io sso io, e voi non siete un ca…

    Altra occasione sprecata per mostrare di amare, veramente, questo paese.

  • Ma caro Messora, la Boldrini chi? Quell’anima bella impegnata perché in Siria scoppi la terza guerra mondiale? Ma per favore.

     

  • Non capisco il punto che si vuole far passare dicendo

    Eletta nelle file di SEL, tra i 23 nominati che non hanno dovuto affrontare le primarie

    vorrei ricordare che alcuni deputati/senatori del M5S hanno passato le “Parlamentarie” con un numero di voti ridicolo, pari quasi a quelli esprimibili dalla propria famiglia più qualche amico. Senza contare che il funzionamento della piattaforma per votare è stato tutto meno trasparente (per non parlare del fatto che nessuno ha mai visto il codice sorgente).

  • Caro Claudio, anche se non rientra nella logica del M5S, è arrivato il momento che cominciate a darvi un po’ di visibilità mediatica.

    Spero che tu, giovedì prossimo, possa partecipare a Servizio Pubblico, che oggi è forse l’unico “talk show politico” di buon livello.

    Vero è che in quella trasmissione il M5S ha già un buon estimatore/difensore in Marco Travaglio, ma la tua presenza darebbe senz’altro più verve al dibattito.

    Ti rinnovo i miei complimenti per il tuo futuro lavoro nel M5S che alzerà sicuramente la competenza di un Movimento giovane, forse anche un po’ inesperto, ma onesto (e questo è quello che interessa di più a chi, come me, lo ha votato).

    Un caro saluto.

     

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi