Solo 17 metri di buco

NoTav-IspezioneCantieri-Blog

Ieri, una delegazione di parlamentari del Movimento Cinque Stelle ha ottenuto finalmente i permessi per ispezionare il cantiere. Un risultato che non sarebbe stato possibile senza il voto di otto milioni e mezzo di italiani.
 
La delegazione ha potuto verificare che, come sostiene il Senatore della Repubblica Marco Scibona, in oltre un anno e mezzo di lavori incessanti, tutto ciò che si è prodotto sarebbero sostanzialmente 17 metri di buco nella montagna. E’ chiaro che l’interesse per un’infrastruttura abbandonata o messa in forte dubbio dalla maggior parte dei partner europei non è tanto la sua realizzazione, quanto il mantenimento in esercizio dei cantieri. Un cantiere produce un traffico che non è quello merci, ma soprattutto quello economico, dove i flussi sommersi tuttavia sono molto più ingenti rispetto a quelli rendicontati. La Tav si fa per banchettare tutti insieme sulla pelle degli italiani. E’ il bancomat dei partiti, come sostiene Alberto Perino, leader degli attivisti No Tav. Senza contare l’enorme problema delle infiltrazioni della ‘ndrangheta in Val di Susa.
I soldi si possono investire meglio in opere effettivamente utili ai cittadini. Non serve una grande piramide quando mancano gli ospedali. Ma soprattutto, non si possono realizzare le grandi opere (in questo caso inutili) asfaltando un’intera vallata dove le popolazioni sono contrarie, coercizzandole, criminalizzandole, mettendo in prigione i suoi esponenti e lasciando a piede libero chi affetta e spartisce le torte.
Nel tempo, mi sono occupato a più riprese della guerra dei valusisini. Ecco alcuni dei video che ho pubblicato su questo blog. A colpo d’occhio, testimoniano di quanta strada abbiamo fatto insieme…
 

 

25 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • E’ la storia che si ripete da sempre.

    Negli anni “80 era in costruzione la centrale nucleare dell’alto Lazio, vicino Montalto di Castro. Coop rosse e società della famiglia Agnelli si mangiarono la bellezza di 29 mila miliardi di lire per il nulla; poi ebbero la fortuna che un referendum li salvò, altrimenti avremmo tutti scoperto che quella centrale nucleare non sarebbe mai nata.

    So che il sindaco dell’epoca, della vicina città di Tarquinia, contrario a questa opera e antinuclearista, aveva tenuto una gran mole di documentazioni riguardo i cantieri, itraffico economico e le tangenti. Sarebbe da intervistarlo perché l’argomento è ancora attuale, passa il tempo ma le modalità che ha la politica, i sindacati e la confindustria per rubare soldi pubblici sono esattamente le stesse.

  • Mai pensato che gli scontri e le violenze potrebbero bene essere state iniziate da chi voleva colpevolizzare i manifestanti e dirigere l’opinione pubblica? Niente di strano, visto quello che la politica italiana ha fatto negli anni.

    P.s.: È pasqua, ma gli Agnelli non espieranno mai le loro colpe…

  • Altra opera inutile ed ennesimo scempio contro la natura, ma finchè qualcuno troverà conveniente costruire e buttare cemento sul verde queste cose saranno sempre difficili da contrastare.

    Ricordo che anni fa a Pavia un gestore del nuovo campus (ora messo sotto sequestro per lottizzazione abusiva)

    http://www.ilgiorno.it/pavia/cronaca/2013/03/06/854833-pavia-sequestri-green-campus.shtml

    guardando la campagna circostante disse: eh sì tra qualche anno qui sarà tutto piene di edifici…Ecco a me pareva un peccato perchè quel pezzo di campagna era proprio bella, ma lui che non avrebbe capito, la sua mente era orientata al solo profitto, non vedeva altro in quel terreno se non i guadagni derivanti dalla cementificazione. Sbaglierò ma mi chiedo se questa è una battaglia che possiamo vincere, anche solo sul medio periodo, senza rimettere in discussione un’ economia totalmente basata sul consumo e produzione :

    http://www.albanesi.it/VMS/ambiente.htm

  • In nome di Trenitali ed Italo: “FERMATEVI!, siete ancora in tempo! Con 17 metri di buco potete ancora ravvedervi e fare un Pub. Ci sarebbe posto per tavoli, bancone e deposito. Lo potreste chiamare “Pub Tav”…

  • OT: vorrei comentare il post sul blog di Grillo: “Schizzi di merda digitale”, che tanta eco sta suscitando sulla stampa, e tante improvvise levate di scudi in difesa della democratica libertà di informazione della rete.Proprio tu Grillo, il paladino della rete, adesso te ne lamenti, questo l’ovvio mantra.E’ impossibile non notare che dal giorno dopo le elezioni i commenti sul blog sono quintuplicati,e che quelli più votati seguono tutti (o quasi) una precisa matrice.Pseudo elettori del M5S, quasi tutti ragionevolissimi che chiedono sempre la stessa cosa, e portano sempre gli stessi attacchi.La rete purtroppo offre il fianco anche a questo.E’ ormai INEVITABILE prendere provvedimenti, il blog è divenuto illeggibile.Ad esempio eliminare i commenti più votati, in modo che gli schizzi si perdano nel mare, ed abbiano la stessa valenza dei commenti “reali”.Probabilmente sarà anche necessario limitare il commento a chi fornisce una qualche forma di identificazione.La democrazia della rete è bella, ma ciò non significa dover soccombere a queste forme di “squadrismo” digitale.Alcuni commenti che reclamano la democrazia saranno pure in buona fede, ma la realtà è purtroppo quella descritta nel post, da antico lettore e simpatizzante non posso che prenderne atto.8,9 ,10 mila commenti per post, di cui alcune migliaia hanno sempre lo stesso tenore, la medesima matrice.E’ indubbiamente un attacco il cui scopo è un tentativo di spaccare dall’interno e di infiltrare se non il M5S perlomeno il blog.E quando si viene attaccati, democrazia o non democrazia, bisogna difendersi, prima di soccombere.

    • X LUCA

       

      Uno può anche negare l’evidenza o rigirarla volontariamente ma il passaggio dai 500/1000 messaggi a post a 10000 sul blog di Grillo dal 26/02/2013 in avanti è una realtà e un dato di fatto non serve un’indagine statistica.

      Cosi come lo è il contenuto di questi post e lo stile aggressivo e retorico nel quale siano scaduti.

      Quindi non è un’attacco ma un vero e proprio assedio.

      Tra l’altro di basso profilo e anche un pò meschino.

      Purtroppo ho imparato nell’ultimo anno e mezzo che grandi componenti di questa  sinistra sono deteriorate a livelli uguali se non peggiori dei Berlusconiani.

      Uno con un pensiero  di sinistra ( quella vera che viene da una determinata storia e legata ad una precisa idea di società)

  • Claudio, ieri ci sono state tre manifestazioni.1- Micromega ineleggibilita’ di Berlusconi: strapiena, poche foto sulla folla, non si conosce il numero dei partecipanti (corriere, repubblica, Rai);2- NoTav strapiena, poche foto sulla folla, non si conosce il numero dei partecipati (corriere, repubblica, Rai);3- PDL 300.000 adesioni, in parte pagati con riprese panoramiche da film in HD (pregasi ricordarsi gli 850.000 del m5s)Messaggio da passare: se torniamo alle elezioni vince Berlusconi – totalmente falso. I Sondaggi parlano chiaramente di un testa a testa fra PD e m5s con quest’ultimo leggermente avvantaggiato.La democrazia vorrebbe che il Presidente della Repubblica si dimettesse per permettere l’elezione del nuovo e lo sciogliemto delle Camere per uscire dall’empasse.Invece abbiamo un PD che in tutte le salse prova a dimostrare che vuole dialogare ma ha in mano tutte le 4 massime cariche dello stato, non si esprime sulla ineleggibilita’ di Silvio Berlusconi ed ha sfacciataggine di dire che presentera’ un ddl sul tema.A questo proposito ti ringrazio per questo video. Ne ho condiviso in pieno l’analisihttps://www.byoblu.com/post/2013/03/22/Gli-spin-doctor-i-giornalisti-e-il-frame.aspx

  • C’e’ qualcosa che non va. Dietro la TAV probabilmente c’e’ una firma dello stato italiano su qualche trattato al quale forse non si puo’ piu’ fare marcia indietro.

    Del resto se hanno firmato il trattato di Lisbona tutto è possibile.

  • Oggi Repubblica ha pubblicato i dati di un sondaggio che afferma, con un margine di errore del 2,5%, che il 53,6% di chi ha votato M5S è per un alleanza con Bersani. A questo punto o il sondaggio è una bufala o metà degli elettori M5S si è bevuto il cervello.

    Altro che rivoluzione, Grillo ha urlato alle piazze di mandarli a casa, che sono oggettivamente dei falliti visto che ci hanno governato fino a ieri portandoci in questa crisi senza fine e dopo averlo votato vogliamo aiutarli (il PD) a governarci?

    Spero che il sondaggio abbia un margine di errore del 100%!!

     

     

  • Tratto dall’ultimo post di Grillo:

     

    la storia la stiamo facendo noi, costringendoli alle scelte.
    Da soli non avrebbero cambiato nulla

     

    Perfetto! Allora perche’ non adottare la stessa strategia per il governo? Costringiamoli alle scelte! Ma facciamolo! A partire dalla formazione del governo.

  • sacrosanto per carità ma come mai da quando m5s è stato eletto non c’è più una parola su temi internazionali come una volta?

    credo che ciò che sta succedendo a cipro sia doveroso di riflessione

    perchè i prossimi siamo noi , pronti per essere rapinati dai tedeschi.

  •  ho appena visto il servizio dentro il cantiere di rainews 24
    M5S risposte perfette, esemplari, serie e competenti
    e i giornalisti come al solito pietosi
    non si interessavano minimamente del cantiere
    ma cercavano il pettegolezzo, la zizzania
    e di ridicolizzare i grillini 
    Airaudo, che pena. Secondo lui i grillini sono intransigenti verso il Pd che sta cambiando….patetico

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi