Scenari spaventosi e raccapriccianti

PaoloBecchiByoblu

di Paolo Becchi
L’apertura delle consultazioni ed il conferimento del pre-incarico a Bersani segnano un momento decisivo per il MoVimento 5 Stelle. Decisivo, perché è nei prossimi giorni che il MoVimento dovrà dimostrare la propria forza politica e la propria capacità di non cadere nelle “trappole” che gli altri partiti gli tenderanno (come accaduto in occasione dell’elezione del Presidente del Senato). Secondo diversi opinionisti, politici e “intellettuali”, senza la formazione del nuovo Governo il lavoro del Parlamento non potrà iniziare. Personalmente non ne sono convinto, e sono ormai settimane che tento di spiegare questa posizione: con il Governo Monti dimissionario (e quindi in prorogatio di fatto), l’Assemblea può iniziare comunque la propria attività legislativa. A cominciare ad esempio dalla riforma della legge elettorale, dai tagli ai costi della politica e dall’eliminazione delle province.
Ma andiamo avanti. Quali insidie, dunque, si preparano per il MoVimento? La tattica del Pd pare ormai abbastanza chiara. Bersani ha voluto ed ottenuto l’affidamento di un pre-incarico pur sapendo già di non poter ottenere la fiducia in Parlamento. Egli spera, probabilmente, di ripetere il bis rispetto a quanto accaduto con Grasso, di giocare d’azzardo confidando che, all’ultimo momento, alcuni senatori delle opposizioni finiscano per votare la fiducia al suo Governo. Il gioco del Pd è questo: costringere il MoVimento ad esprimere la propria linea politica a conti già fatti, ponendolo di fronte a un’alternativa secca: “O votate la fiducia oppure dimostrate di essere degli irresponsabili, perché è soltanto per colpa vostra che questo Paese è ingovernabile, per colpa vostra che si dovrà tornare a votare, per colpa vostra che i mercati reagiranno spingendo l’Italia (ancora una volta) verso il “rischio” Grecia.”
 
È un’alternativa falsa, ed infida. Sarebbe il Pd, infatti, a dimostrarsi il vero irresponsabile decidendo coscientemente di formare un Governo pur sapendo che quest’ultimo non otterrà la fiducia. Chi sarà l’irresponsabile? Chi si dimostrerà incoerente e chi coerente? Chi è che da mesi ripete che non voterà nessuna fiducia a qualsiasi Governo Pd o Pdl che sia? È forse disposto il MoVimento a scendere a compromessi con questi partiti? A fare davvero delle distinzioni, delle eccezioni, delle valutazioni sul “meno peggio”? No, non può esserlo: i partiti politici vanno tutti combattuti sullo stesso piano; sono i nostri nemici politici, e con loro non è possibile alcuna alleanza. In questo il M5S ha dimostrato, negli ultimi giorni, tutta la sua forza politica: ha ribadito la sua netta opposizione ad ogni governo formato dalla partitocrazia, ha ripetuto che nessuna fiducia verrà accordata al Pd.
Forse è per questo che il Pd potrebbe tentare di giocare un’altra carta, quella dell’ “inciucio” con il Pdl, come le ultime dichiarazioni di Berlusconi sembrano suggerire. L’idea sarebbe questa: il Pdl vota la fiducia a un Governo Pd, e il Pd, in cambio, s’impegna a eleggere un Presidente della Repubblica che garantisca a Berlusconi di rimanere in Parlamento (visto il sempre più concreto rischio “ineleggibilità” di questi giorni) e di mettere fine attraverso immunità alla cosiddetta “persecuzione” giudiziaria (magari nominandolo senatore a vita). Berlusconi è disposto a tutto, ormai, a patto che gli venga assicurata la sopravvivenza: fine dei processi ed elezione “concordata” del prossimo Capo dello Stato. Così si muovono, in questa direzione, le strane trattative tra Pd, Monti e Lega, secondo trame invisibili e strategie del ragno da Prima Repubblica. Questa sarebbe la “responsabilità” politica di cui parla Bersani? Questa sarebbe la democrazia?
Ancora un’ipotesi. Napolitano potrebbe tentare di proseguire nella linea della sua Terza Repubblica: imporre a Bersani di guidare un nuovo governo di “tecnici”, questa volta spostato a sinistra (Rodotà, Onida, Zagrebelsky, Marzano, forse qualche prete, qualche donna, qualche santo, qualche navigatore). Una forma di suicidio assistito, nelle mani del Presidente della Repubblica. Certo è che iniziare una nuova legislatura con un nuovo Governo del Presidente sarebbe un “colpo di Stato” ancor più grave di quello che portò, lo scorso anno, Monti alla Presidenza del Consiglio.
Tutte queste ipotesi, perché? Perché è evidente quello che sta accadendo: trovare una soluzione, una qualsiasi soluzione, anche profondamente antidemocratica, pur di non tornare alle elezioni. E’ questa la linea che condividono i partiti, Pd e Pdl in testa, il Capo dello Stato, l’attuale Governo dimissionario e tutto il sistema di interessi esistente intorno alla partitocrazia. Meglio un governo tecnico, un governo non democratico, un governo improvvisato, che le elezioni. Qualsiasi soluzione, lo ripeto: i compromessi e negoziati si stanno realizzando sia per quanto riguarda il Governo che il futuro Capo dello Stato, con scenari spaventosi e raccapriccianti, come l’appoggio di senatori leghisti al Pd o la concessione, da parte del Partito Democratico, di assicurazioni e garanzie a Berlusconi. Un connubio, un “inciucio” mai visto né pensato, con un’occupazione sistematica di tutte le cariche dello Stato – dal Quirinale al Governo – da parte dell’asse Pd – Pdl.
Davvero è meglio tutto questo, o invece si dovrebbe arrivare, finalmente, alla constatazione che, poiché non c’è la possibilità di formare una maggioranza solida per governare, si debba ritornare alle urne? Meglio un nuovo Governo Bersani che navigherà a vista come ai tempi della Prima Repubblica? Meglio un nuovo Governo Pd-Pdl o Pd-Monti-Lega (?!!), risultato del più grande “inciucio” che la storia repubblicana abbia mai visto? Meglio un nuovo Governo Tecnico che farà la fine di quello precedente nel giro di un anno? O non sarebbe meglio ricorrere alla volontà popolare con una nuova legge elettorale?
Si ripete che, senza un nuovo Governo, non sarebbe possibile approvare una nuova legge elettorale. È un falso colossale. Il Parlamento può già legiferare, in questo momento, anche con l’attuale Governo dimissionario (che è in prorogatio di fatto da già 3 mesi). E si dovrà iniziare la legislatura proprio a partire dalla legge elettorale. Se per anni si è ripetuto che il Porcellum deve essere abbandonato e se, nel contempo, si dice che, in questo momento, l’approvazione di una nuova legge elettorale richiederebbe trattative politiche e tempistiche troppo complicate in una fase come questa, allora basterebbe accordarsi su una soluzione molto semplice: votare con la legge elettorale precedente, il Mattarellum. Per fare questo, basterebbe approvare una legge con un solo articolo, che recitasse: “L’attuale legge elettorale è abrogata. Rivive la precedente”. Se davvero i partiti volessero cambiare la legge elettorale, in pochi giorni si farebbe con una facilità disarmante.
Cosa volete, allora, partiti ormai morti? Volete proseguire la lunga agonia o tornare alle urne, lasciando al popolo la decisione ultima sul destino politico di questo Paese? La verità è che stanno cercando di passare tra Scilla e Cariddi, evitando di sciogliere questa alternativa, perché, in entrambi i casi, la strada scelta non potrà che dare più forza al M5S. Tutto si può dire, ma non che il M5S sia responsabile di questo “stallo”: il moVimento ha, fin dall’inizio, sostenuto una linea politica decisa e coerente, ribadita anche durante le consultazioni con il Capo dello Stato. Lo ha detto chiaramente: il MoVimento 5 Stelle è la prima forza politica alla Camera, senza i voti contestati degli italiani all’estero, e pertanto è chiamata ad assumersi le proprie responsabilità, mostrando la propria disponibilità ad accettare un eventuale incarico di Governo. Se non gli si vuole affidare il Governo, allora non si potrà che rivotare. Sono i vecchi partiti ad essere irresponsabili, in realtà, perché stanno tentando di prolungare il più possibile l’attuale crisi sperando di navigare a vista per un po’ di tempo, mantenendo questo Paese in stato vegetativo permanente nell’attesa che succeda qualcosa (un miracolo?) che possa salvarli.
 
 

315 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • A peggiorare le cose c’e’ la crisi di Cipro che e’ molto piu’ efficace per l’opinione pubblica di quella Greca (perche’ piu’ recente e perche’ colpisce piu’ concretamente le tasche). Anche questo gioca a favore del “governo a tutti i costi”.

    • E alla crisi di Cipro ora si aggiunge quella dei rapporti con l’India, con le dimissioni ingloriose di Terzi. Ma come fa il governo in carica ad andare avanti? Come si fa a sostenere ancora la “prorogatio”?  Con questi cattivi maestri l’italia va in malora!

      Scusate se vado contro corrente, ma questo Paolo Becchi da buon professore di filosofia ma mi sembra che viva in un universo parallelo. Come se Berlusconi non fosse mai esistito e non avesse quasi vinto le elezioni. Come se nelle ultime due decadi non avesse avvelenato la democrazia, distrutta l’economia, portato i corrotti al potere, piegato l’informazione e umiliata la giustizia in questo Paese. Come se non fossimo ad un passo dal default. Come se ogni 100 punti di spread non ci costino a lungo termine su questo debito gigantesco che ci ha messo sulle spalle, altri 20Mld.

      Chissenefrega dell’Italia e tutto questo. Becchi antepone a tutto questo la “coerenza” del M5S.

      Come diceva Oscar Wilde: “la coerenza è la virtù degli imbecilli”.

      La democrazia in tutti i paesi che la esercitano meglio di noi ha le sue regole. Prevede che i partiti ci siano e che facciano degli accordi. E il bene del paese viene anzitutto.

      E qui non ci sono i “come se”…. Il governo senza fiducia non si potrà fare e mi spiace ma la colpa a questo punto è proprio di Grillo, se rifiuta ogni accordo e se i mercati ci abbandoneranno portandoci al disastro. Se oltretutto va in giro a rilasciare interviste-monologhi a giornalisti stranieri preconizzando l’uscita dall’euro.

      “Saremo più poveri ma felici”? Io temo che essere indebitati insolventi sia mooolto ma molto peggio che essere poveri. Se andremo al default faremo la fame nera. Nessuno ci darà più credito e non solo monetario. All’estero saremo disprezzati peggio che degli appestati…. Pensateci bene!

    • Caro amico,

      forse sei tu che NON hai compreso una serie di cose, può governare chi ti pare anche Che Guevara, SE LA MONETA VIENE CONTROLLATA DALLA BCE (ente privato) e dai Potentati Finanziari che ci stanno dietro, NON cambia un tubo….E arriverà comunque il Crack, come ha ben illustrato Domenico De Simone nel suo libro “Crack perché l’Italia andrà verso il tracollo economico”….vai sul suo blog e fatti un BUONO STUDIO, ma serio, perchè per capire e capire BENE BISOGNA STUDIARE, ma non i CULTORI DELL’ESISTENTE, di quelli ne abbiamo le scatole piene, sono MILLENNI che propinano idiozie…Ora son arrivati alla frutta….O cerchiamo di dare avvio a un mondo MIGLIORE, in tutti i sensi, o ci arriverà di tutto dalla Terza Guerra Mondiale, SVEGLIA QUELLA ECONOMICA E’ GIA’ COMINCIATA….

      Berlusconi ci ha rovinato? Davvero? Solo Lui? Leggi qui sotto:

      ” Adottando l’euro,l’Italia si è ridotta allo stato di una Nazione del Terzo Mondo che deve prendere in prestito una moneta straniera,con tutti i danni che ciò implica”

      Paul Krugman, Premio Nobel per l’Economia

      E sai chi ci ha fatto entrare nell’euro A QUESTE CONDIZIONI? un certo Romano Prodi, ovviamente con i voti di tutta la Destra ( Litigano sulle stronzate, ma sulle cose FONDANTI, QUELLE CHE DECIDONO LA TUA ESISTENZA, si trovano sempre d’accordo, vedi anche l’ultimo CRIMINALE governo Monti!).

      Bene vatti a vedere anche su You Tube “Democrazia Vendesi Loretta Napoleoni” video filmato da Claudio Messora autore di questo blog.

      Buono studio e SVEGLIAMOCI PRESTO, poiché Dopo sarà troppo tardi.

      Carlo33

      PS

      Importante guardati i seguenti video su You Tube

      Alex Jones – EndGame [sub ita]

      D4n13lSsIsBack·

      E Thrive – Prospera

      Il primo di Alex Iones ti illustra L’inferno che ci attende, il secondo invece bellissimo è La LUCE e LA SPERANZA.

      Buona Fortuna


       

  • Complimenti Professore, per la lucidità e semplicità dell’esposizione, di cui condivido totalmente il contenuto.

    Grazie Professore

  • Anch’io sono molto daccordo. Ho pero’ un dubbio sul ruolo dell’informazione.

    Cercheranno di screditare il M5S a piu’ non posso passando in TV servizi giornalistici immani. Questo (ad eventuali elezioni anticipate) ci porterà ad un calo di consensi che non riesco ad immaginare.

    L’elettorato del M5S è consapevole della linea politica da seguire anche perchè è cosciente di quello che sta accadendo in europa con le dittature del MES, pareggio di bilancio,  Goldman sachs, Bildelberg e mille altre cose.

    Ma quelli che ci hanno votato solo per il disgusto dei partiti, per la bravura di Beppe, ecc potrebbero non ripetere piu’ il voto al movimento e questo sarebbe un grosso problema per noi.

    Sono decisamente preoccupato.

    • Hai dimenticato di dire che la bravura di Beppe Grillo si è concretizzata nel far comprendere alla gente che i politici tutti, senza esclusione di nessuno, PD PDL LEGA, Monti ecc. sono tutti corrotti e servi dei poteri dell’europa e che ci stanno portanto alla totale povertà. Io credo che questi concetti una volta assimilati è difficile che vadano via. Quindi non vedo come possa ricredersi chi ha votato il M5S. Pertanto alle prossime elezioni, i voti del movimento 5 stelle possono solo aumentare………e i partiti lo sanno benissimo !!!!

    • Si, anche io avevo questa preoccupazione, ma spero che a quel punto l’artiglieria pesante verrà portata sul campo di battaglia, e mi riferisco proprio ai nostri fidi Messora & C, oltre che sul blog anche in apparizioni televisive e radiofoniche di neutrale interesse.

      Le bugie hanno le gambe corte, ma la verità riesce a spezzare qualunque barriera.

       

  • Copio qui la mia domanda posta precedentemente sull’abrogazione della legge elettorale:

    Prego Messora, o chiunque sappia rispondere di spiegarmi questa cosa sulla vacatio legis, mi hanno fatto notare che:
    “La questione della riforma elettorale è una cazzata: la vacatio legis non ripristinerebbe il mattarellum, invaliderebbe la legge che abroga il porcellum.”
     
    e
    Quando è stato presentato il referendum abrogativo, con lo stesso identico contenuto di questa “legge”, è stato bocciato dalla corte costituzionale perché avrebbe determinato una VL.
    Non mi risulta affatto che ci sia una gerarchia retroattiva per le leggi, per cui, come un manifesto appeso al muro, se lo strappi è buono l’ultimo che c’era dietro…
     
    Mi sapete dire come stanno le cose?

    Prego il sig. Messora, o chiunque sappia rispondere di spiegarmi questa cosa sulla vacatio legis, mi hanno fatto notare che:

    “La questione della riforma elettorale è una cazzata: la vacatio legis non ripristinerebbe il mattarellum, invaliderebbe la legge che abroga il porcellum.”
     
    e
    Quando è stato presentato il referendum abrogativo, con lo stesso identico contenuto di questa “legge”, è stato bocciato dalla corte costituzionale perché avrebbe determinato una VL.Non mi risulta affatto che ci sia una gerarchia retroattiva per le leggi, per cui, come un manifesto appeso al muro, se lo strappi è buono l’ultimo che c’era dietro…
     
    Mi sapete dire come stanno le cose?

     

    Grazie

    • Mi sorge un dubbio sulla legge elettorale,  se basta abrogarla per ripristinare il mattarellum non è stato fatto col referendum, col fatto che avrebbe lasciato un vuoto legislativo.

      Altro grande dubbio, il movimento ha analizzato bene la provenienza del voto grillino?

      Io temo che un ritorno a breve al voto riporti il parlamento ad una composizione da precedente legislatura con una piccola presenza dei 5 stelle, cercherei nei tempi e modi più consoni al movimento di sfruttare questa congiuntura.

       

  • Da un filosofo mi aspetterei qualche ragionamento che un minus habens come me non abbia già fatto, mi perdoni eminentissimo Becchi ma ciò che lei scrive è già stato trito e ritrito. E’ vero che “repetita iuvant”, ma a me pare che lei voglia sempre far sembrare suoi i concetti che scaturiscono dal Blog di Beppe Grillo. Si, è proprio come sembra, come filosofo mi sta un po antipatico. Ma di la dei miei sentimenti personali che contano pari al nulla assoluto, devo darle merito di aver capito a differenza di molti alti eminenti professori che la strada del M5S è quella giusta.

    Fare una previsione attendibile della situazione politica è difficile, una cosa però è certa, o i partiti rinunciano agli affari mafiosi. oppure la situazione non si sblocca fino a prossime elezioni, quando probabilmente il PD e il PDL si fonderanno in un unico partito dal nuovo nome per mettere assieme più voti possibile. Se cosi fosse si ritornerebbe ad un bipolarismo con il M5S all’opposizione, posizione che a mio parere è la più consona per chi deve vigilare e cercare di imporre una gestione onesta del paese.

    Buon Lavoro signor Paolo Becchi.

    • Non sono d’accordo. Il M5S non e’ responsabile della situazione dell’Italia, ma se mantiene questa linea “agli occhi della gente” diventa immediatamente il responsabile di un eventuale ritorno alle urne, che avverrebbe anche con la stessa legge elettorale (checche’ ne dica Becchi). E sarebbe punito, ne sono piu’ che certo: non perche’ leggo i sondaggi, ma perche’ ascolto la gente, gli amici, i colleghi. L’umore e’ gia’ cambiato intorno al Movimento. Possiamo gridare anche ai quattro venti che tutto questo non e’ colpa del Movimento, possiamo dire che e’ la strategia dei partiti quella di far ricadere la colpa di un eventuale fallimento del governo sul movimento, ma e’ esattamente cio’ che la gente percepisce. Non conta la “verita’ assoluta”, ma la sua percezione. E inoltre finiamola di dire che il M5S e’ il primo partito e quindi tocca a lui tentare di fare il governo! Sappiamo benissimo che alle elezioni gli altri si sono presentati in coalizione e hanno avuto piu’ voti: costituzione alla mano, tocca a Bersani il primo tentativo. Poi continuate a parlare di partiti morti, quando in realta’ questi prendono ancora la stragrande maggioranza dei consensi degli italiani!! Come pensate che voteranno questi italiani alle prossime elezioni, soprattutto se avverranno abreve? Secondo me vi state facendo dei film di fantascienza! Anzi, fantapolitica. Ma possibile che solo io sono circondato da “piddini” incazzati neri, che stanno facendo quadrato intorno al loro partito come non si vedeva da anni? E vogliamo parlare del pdl? Non sto parlando dei politici, sto parlando della gente!

    • @james

      la percezione della gente e’ assolutamente falsata dalla propaganda del PD aiutato dai giornaloni. e’ la mossa di bersani: insistere fino all’ultimo nanosecondo per dimostrare che lui ha fatto di tutto per coinvolgere grillo e far ricadere sul movimento le colpe. e i piddini ( dato che sono piddini, altrimenti avrebbero il cervello) fanno quadrato.

      prova a chiedere ai tuoi amici che hanno votato per i cinquestelle e sono gia’ delusi, perche’ non hanno votato direttamente bersani? io non ho ancora trovato risposta plausibile a questa domanda.

      quello che manca in italia e’ la cultura di una sana e robusta opposizione: voi lavorate per il bene del paese e io controllo.

      ma dove sarebbe il problema?

    • Signo novecento lei è un ottimista, credere che i cittadini siano tutti uguali sul piano dell’onestà e della povertà è irrealistico. Acquisto dei voti, cittadini immanicati con i furbetti del paese, arricchiti che non vogliono spartire alncunchè con il prossimo a meno che non convenga, tutte quelle persone a cui sta bene che nulla cambi sono uno zoccolo duro che non sparirà mai finché l’essere molto più ricchi o molto più furbo sarà sconveniente. 

  • Sono i vecchi partiti ad essere irresponsabili, in realtà, perché stanno tentando di prolungare il più possibile l’attuale crisi sperando di navigare a vista per un po’ di tempo, mantenendo questo Paese in stato vegetativo permanente nell’attesa che succeda qualcosa (un miracolo?) che possa salvarli.

    Sì, ma vi sfibreranno lentamente mentre vareranno dei provvedimenti palliativi come l’abolizione dell’IMU che sgonfierà il grosso del dissenso, quello più istintivo e meno informato.

    Restate assolutamente uniti come dice Paolo Becchi ma fatevi sentire sulle proposte economiche. Lanciate idee di politica espansiva “forte”, di quella che riattiverebbe la domanda alla grande, fate presente che abbandonando i limiti del patto di stabilità e le restrizioni sul deficit si creerà ricchezza per le PMI e per il lavoratori con nuovi e numerosi posti di lavoro.

    I PDini e i PDLini non avranno mai e poi imai il coraggio di mettere in atto una simile politica economica che necessita di grande competenza e coraggio, due qualità che poverini non potranno mai avere essendo dei servi dentro; ma occorre che vi facciate sentire anche su questo, non soltanto sulle questioni del controllo della legalità o dello svelamento delle macchinazioni elettorali altrui.

     

     

  • Tornare alle urne significherebbe ritrovarsi nella situazione attuale. Forse questa volta riuscirebbe a prevalere per qualche migliaio di voti Berlusconi con la conseguente ingovernabilità di questo strano Paese che vede un Pd contario ad un’alleanza con il Pdl non perchè lontano dalle idee intrallazziste ma perchè cosciente che un matrimonio di questo tipo significherebbe la scomparsa del partito di Bersani. Dobbiamo tenere anche di conto la posizione dei tanti elettori che per protesta hanno dato fiducia a Grillo ma disposti anche ad abbandonarlo nel caso di un mancato accordo con il Pd per un Governo di scopo. Ciò per dire che non sono del tutto convinto che tornando alle urne il Movimento farebbe il pieno di voti. Sono straconvinto che non vi possa essere nessun compromesso con questi partiti ma sono altresì convinto che 5S non riuscirà mai ad avere una maggioranza tale da consentirgli di governare da solo. E’ possibile ipotizzare una fiducia su dei punti che formano il programma del M5S senza cadere nella trappola di quel partito che trasforma in cacca tutto ciò che tocca e di seguito andare al voto? Spero solo che il Movimento non si attesti su posizioni senza via d’uscita: farebbe il gioco della dittatura partitocratica e tanta gente non lo capirebbe anche perchè in questo guazzabuglio il caimano sta sguazzando a proprio agio alla fine chi ci guadagnerà sarà lui e i suoi tirapiedi. Non lo vedete com’è ringalluzzito?

  • E’ una strana realtà, quella del m5s: legalitaria e istituzionale, ma si comporta come se il sistema fosse da rovesciare. Intende arrivare a governare attraverso il voto, ma persegue il monocolore maggioritario come unica prospettiva. Vuole attuare un programma massimalista a livello nazionale mentre a livello locale media nella logica di una politica del possibile.

    Quello che mi lascia perplesso non è il fatto di voler cambiare il mondo senza avere molto chiaro come e con cosa – tenendo conto dei risultati pessimi ottenuti da tutti coloro che sulla carta avevano perfettamente chiaro tutto! – ma è la contraddizione di chi dice che vuole andare a vivere in un’altra città e nel frattempo discute con i coinquilini su chi e come tinteggia le pareti della casa in cui vive, della quale non intende peraltro pagare l’affitto, essendo appena arrivato.

    C’è insomma un’intima incoerenza che provoca parecchia irritazione. 

    Grillismo malattia infantile del… non so francamente cosa. Ancora non ho perso le speranze che sia qualcosa di buono, ma inizio a dubitarne.

    :::::::

    Specifico, tanto per non passare per troll piddino, che ho votato per m5s, sono iscritto, e ho anche fatto una forsennata campagna elettorale per lo stesso.

    Quello che mi lascia perplesso è il silenzio su temi quali politica economica, Unione Europea, Euro.

    Dire come fa Grillo che i trattati vanni rivisti è giusto. Che occorre avviare il dibattito intorno all’Euro, anche. Ma di fatto questo sposta ogni decisione a tempi che sono molto aldilà dell’urgenza necessaria.

    Lui dice che si deve pensare ad un referendum. Ma per istituire un referendum consultivo (oltretutto su temi relativi a trattati internazionali sarebbe necessaria una modifica alla Costituzione che è effettuabile solo da una maggioranza qualificata del parlamento) occorre una maggioranza parlamentare che il m5s non ha e a meno di nuove elezioni da vincere con maggioranze bulgare  non avrà. E allora nel frattempo cosa facciamo?

    Come è possibile, per qualsiasi  governo, alleggerire la pressione fiscale sulle imprese e il costo del lavoro, programmare una seria politica per l’occupazione, avviare un tentativo di reddito di cittadinanza se si è sotto le regole rigide di Fiscal Compact, Patto di Stabilità, ed eventualmente, al primo segnale di attacco speculativo potrebbe scattare il MES con il vero e proprio commissariamento che porterebbe con sè?

    Perché non si parla di questi temi? Sono argomenti che segnerebbero una discriminante netta. Avere una posizione, anche dichiaratamente interlocutoria, polarizzarebbe il dibattito, segnerebbe uno spartiacque, spariglierebbe gli schieramenti, uscendo dal circuito vizioso PD-M5S, imposto dal PD e che non trova riscontro nella realtà delle cose. Il m5S infatti, pur avendo una sua componente con radici a sinistra, non ha nulla a che vedere col PD. Non più di quanto abbia col PDL, nel quale c’è sicuramente più criticità rispetto a temi quali Unione Europea ed Euro di quanta ce ne sia nel PD, ad esempio.

    Staremo a vedere. Sono tempi eccezionali, non giudicabili col metro di sempre.

    • Concordo al 100% (come vado dicendo ormai da un po’, fra l’altro).

      Certo c’è anche da dire che è una considerazione così ovvia che mi sembra impossibile non ci abbiano già pensato.

      Siccome non si sa mai io ribadisco e mi fa piacere vedere che cominciano a venirne altri che insistono sull’urgenza di parlare di economia.

    • La Napoleoni ha proposto una conferenza nazionale sull’economia: ecco, questo potrebbe essere un punto di partenza. Insomma, bisogna esseree “propositivi” e non solo critici.

    • Esatto. Purtroppo però è anche necessario che siano i rapprresentanto al parlamento a pronunciarsi in prima persona.

      Alle prossime elezioni propongo Messora deputato.

    • Sono fondamentalmente d’accordo e l’ho già scritto.Urge presentare pochi e ben pubblicizzati DISEGNI DI LEGGE in materia economica.Non concordo invece sull’analisi del prof.Becchi in tema di futuro consenso elettorale; i media tutti, dal giorno dopo le elezioni, si sono concentrati su pochi messaggi, primo fra tutti: il M5S è irresponsabile, e i suoi eletti dei dilettanti.Per falso che sia (ed E’ FALSISSIMO) questo messaggio è passato.Quello che ci salva è che bersani (contrariamente a quanto va ripetendo) non ha la benchè MINIMA intenzione di tornare presto ad elezioni, perchè sa che questo vorrebbe dire l’arrivo di renzi, e che l’attuale dirigenza del pd verrebbe spazzata via e sostituita dai renziani.Perciò è disposto a TUTTO pur di scongiurare nuove elezioni.Ma il M5S DEVE controbattere questo messaggio che sta passando.E non sarà facile.

  • Grazie prof. Becchi per la sua analisi.

     

    Repetita iuvant. Giustissimo. Vale davvero la pena di scriverne e riscriverne ancora al riguardo.

     

    Sono in accordo con il suo pensiero: avanti per la strada coerente del MoVimento 5 Stelle, con quanto scritto nel suo programma, avanti fino ad eventuali prossime elezioni, con la speranza di votare con una legge elettorale diversa dall’attuale. Non peggiore, magari.


  • la situazione critica in cui sitrova l’ Italia è spaventosa ma non sono sicuro che TUTTI ne siano consapevoli.

    I ritardi e le lentezze con cui si procede a livello politico sono alimenatte dai soliti “impicci” di stampo sud-americano……..e mentre il popolo chiede “pane e giustizia”, chi dovrebbe governare fa “filosofia” e non ascolta la voce di chi  STA MALE veramente.

    Credo che i prossimi mesi saranno “atroci” per l’ Ialia degli onesti………e questo mi spaventa, mi addolora, mi indigna !

  • paolocerrito ha scritto :
    la situazione critica in cui si trova l’ Italia è spaventosa ma non sono sicuro che TUTTI ne siano consapevoli. I ritardi e le lentezze con cui si procede a livello politico sono alimentate dai soliti “impicci” di stampo sud-americano……..e mentre il popolo chiede “pane e giustizia”, chi dovrebbe governare fa “filosofia” e non ascolta la voce di chi  STA MALE veramente. Credo che i prossimi mesi saranno “atroci” per l’ Italia degli onesti………e questo mi spaventa, mi addolora, mi indigna !

  • Questo articolo è la chiara dimostrazione di come la lingua italiana può essere usata in modo chiaro e facilmente intellegibile, senza dare la possibilità, a chi legge e poi commenta, di darne l’interpretazione che più gli fa comodo. Grandissimo Professore. 

  • Nessuna persona sana di mente e con un minimo di senso critico potrebbe pensare ad avere a che fare con la macchina Partito-politico-clientelare.

    I sostenitori piangnucolosi del PD ( anche quelli illustri) devono votare il PD e lasciare in pace quelli che del PD non ne vogliono sapere.

    Ma! Con la Complicità vergognosa di Napolitano, faranno qualsiasi cosa per rimanere appesi lì, continuando con:

    Patto di stabilità, spending rewieu, pareggio in bilancio, MES, IMU, 2PAC, maniacalità pazzioide di Draghi, cioé

    Il Quarto Reich della Merkel e delle Banche avanza implacabile ed indisturbato.

    Quello che preoccupa realmente é che dal giorno delle elezioni Grillo non si é pronuncianto nettamente ne sull’Euro (lasciamo perdere il Referendum dannoso), ne sul Cipro ( é poco importante?), ne sulla distruzione e deindustrializzazione premeditata dell’Italia, a parte le uscite spaventose degli presunti “consulenti” economisti tipo Gallegati.

    Si vuole ottenere una “decrescita” attraverso la distruzione economica?

    Nel frattempo le banche spagnole scricchiolano sul serio, sarà il prossimo Cipro, il caso “unico ed isolato” dell’Eurozona?

    I bilanci dell’INPS sono una bomba che sta per scoppiare.

    la UE e la TRoika ricattano e minacciano a loro piacimento…

    Renzi sta scalpitando per candidarsi il nuovo salvatore della Patria e sapeste quanti tonti in giro aspettano a votare questo Neoliberista spaventoso.

    Forse per Sig. Grillo Giuseppe é arrivato il momento di prcedere oltre il disprezzo(sacrosanto) del circo politico. Fare che si autodistruggano, si, ma prendendo la posizione diretta sulla distruzione frenetica di questo Paese.  

  • Bah le solite teorie trite e ritrite e i soliti scarica barili..
    Il prof. Becchi ,  non fa altro che mostrare il lato più becero e massimalista del movimento o partito che rappresenta. Parlando di “linee politiche” inesistenti ..che solo lui grillo e chi la pensa come loro vedono  nei programmi o nel codice parlamentare scritto frettolosamente. 
    Si aggiunge il solito continuo rifiuto alle basilari regole democratiche: se una coalizione ha vinto le elezioni e preso la maggioranza dei voti ( la contestazione finale dei voti all’ estero è semplicemente RIDICOLA )  è sua precisa responsabilità governare, e appunto cercare punti di mediazione con le cosiddette minoranze. Responsabilità innanzitutto significa accettare il proprio ruolo, concorde al consenso democratico.
    Ma come lo stesso professore ribadisce 
    ” i partiti politici vanno tutti combattuti sullo stesso piano; sono i nostri nemici politici, e con loro non è possibile alcuna alleanza. In questo il M5S ha dimostrato, negli ultimi giorni, tutta la sua forza politica “
    ..appunto banali calcoli elettorali , nel nome della forza politica e contro il pragmatismo e le necessità attuali, mentre il paese tracolla. 
    Risibile il tono sprezzante riguardo le cosiddette trame e strategie del ragno , quando precisamente è lo stesso M5S che spinge e incentiva , attraverso il suo arroccamente insensato, qualsiasi porcata e inciucio. 
    Un governo Pd con l appoggio su punti programmatici definitivi e precisi ( stile sicilia ) sarebbe un governo stabile e pure duraturo…ma ovviamente , in questo caso, grillo dovrebbe abbandonare il trono, smetterla con gli insulti e le sue invettive contro tutto e tutti, un prezzo troppo alto da pagare.   
    Le strade sono due caro Professor Becchi: 
    1-  governate insieme al PD cercando punti di mediazione in comune, forti del vostro numero e potere nel caso vogliate ritirare la fiducia
    2 – fate governare gli altri lavandovene le mani, con la speranza che la cosiddetta partitocrazia faccia del bene al paese in questo frangente.
    La domanda spontanea è , accettare la mediazione col pd è rischioso e potrebbe finire in un niente di fatto ??..la risposta è SI’ , benvenuti in democrazia. 

    Bah le solite teorie trite e ritrite e i soliti scarica barili..

    Il prof. Becchi ,  non fa altro che mostrare il lato più becero e massimalista del movimento o partito che rappresenta. Parlando di “linee politiche” inesistenti ..che solo lui grillo e chi la pensa come loro vedono  nei programmi o nel codice parlamentare scritto frettolosamente. 

    Si aggiunge il solito continuo rifiuto alle basilari regole democratiche: se una coalizione ha vinto le elezioni e preso la maggioranza dei voti ( la contestazione finale dei voti all’ estero è semplicemente RIDICOLA )  è sua precisa responsabilità governare, e appunto cercare punti di mediazione con le cosiddette minoranze. Responsabilità innanzitutto significa accettare il proprio ruolo, concorde al consenso democratico. Ma come lo stesso professore ribadisce ” i partiti politici vanno tutti combattuti sullo stesso piano; sono i nostri nemici politici, e con loro non è possibile alcuna alleanza. In questo il M5S ha dimostrato, negli ultimi giorni, tutta la sua forza politica “..appunto banali calcoli elettorali , nel nome della forza politica e contro il pragmatismo e le necessità attuali, mentre il paese tracolla. 

    Risibile il tono sprezzante riguardo le cosiddette trame e strategie del ragno , quando precisamente è lo stesso M5S che spinge e incentiva , attraverso il suo arroccamente insensato, qualsiasi porcata e inciucio. Un governo Pd con l appoggio su punti programmatici definitivi e precisi ( stile sicilia ) sarebbe un governo stabile e pure duraturo…ma ovviamente , in questo caso, grillo dovrebbe abbandonare il trono, smetterla con gli insulti e le sue invettive contro tutto e tutti, forse un prezzo troppo alto da pagare.  

     Le strade sono due caro Professor Becchi: 
    1-  governate insieme al PD cercando punti di mediazione in comune, forti del vostro numero e potere nel caso vogliate ritirare la fiducia

    2 – fate governare gli altri lavandovene le mani, con la speranza che la cosiddetta partitocrazia faccia del bene al paese in questo frangente.

    La domanda spontanea è , accettare la mediazione col pd è rischioso e potrebbe finire in un niente di fatto ??..la risposta è SI’ , benvenuti in democrazia. 

  • Forse è per questo che il Pd potrebbe tentare di giocare un’altra carta, quella dell’ “inciucio” con il Pdl

    Balle. Bersani ha più volte rigettato la mano tesa di Berlusconi, vediamo quindi di non fare supposizioni campate per aria e contrarie alla logica dei fatti, solo per buttare fango su un partito.

    Chi è che da mesi ripete che non voterà nessuna fiducia a qualsiasi Governo Pd o Pdl che sia? È forse disposto il MoVimento a scendere a compromessi con questi partiti?

    La risposta alla prima domanda è Grillo, di certo non gli elettori del movimento visto che non sono stati interpellati in nessun modo (quelli che “parlano” di questo sul blog di Grillo poi sono solo scizzi di m***a).Per la seconda domanda credo che gli elettori siano ansiosi di rispondere se solo venisse attuata la famosa democrazia diretta, ma forse ora che hanno votato la loro opinione non è più così importante.

    i partiti politici vanno tutti combattuti sullo stesso piano; sono i nostri nemici politici

    Apprezzabile la fedeltà alla causa ma c’è da pensare che con questa logica l’ Italia non avrebbe avuto un governo stabile negli ultimi…diciamo 50 anni ? Un pò di spirito pratico non guasterebbe, l’ idealismo è una bella cosa fin quando non si scontra con la concretezza; non tenere conto della realtà non è mai molto saggio.

    trovare una soluzione, una qualsiasi soluzione, anche profondamente antidemocratica, pur di non tornare alle elezioni

    Perchè con l’attuale legge elettorale i risultati sarebbero diversi ? Non so se cambierebbero per il M5stelle, certo sarebbe interessante vedere se quelli che consigliano a Grillo una nuova strategia e vengono trattati come troll sono elettori del movimento (come da loro affermato) oppure no.E sarebbe interessante osservare la loro reazione alle urne.

    Certo che anche la vostra tattica è abbastanza subdola, si sta con le mani in mano a osservare compiersi il disastro per poi scaricare la colpa sugli altri partiti, e poi l’ infido sarebbe Bersani ? Lasciamo stare poi la parte sugli “scenari spaventosi e raccapriccianti”, peraltro già rifiutati dal PD.

    Per quanto riguarda la teoria sul parlamento che legifera (peraltro contestata da più parti) cosa aspetta il M5stelle a proporla in parlamento ? Forse il prof Becchi non è vicino al movimento ? O gli eletti non sanno presentare uno straccio di disegno di legge ?

    Attenderemo e vedremo.

    • In questo forum ci mancava uno intelligente come te.

      Ma perchè non vai a fare una passeggiata sull’autostrada, ti suggerisco la corsia piu’ a sinistra dove potrai rilassarti tranquillamente e ristabilire finalmente il tuo equilibrio mentale.

    • Fortuna che pensi in modo autonomo, sei pieno di pensierini concreti per il bene del paese e difendi gli ultimi 50 anni di stabilità politica.

      Noi ci stiamo concentrando sugli ultimi 20 anni e su una crisi paurosa dove i colpevoli protagonisti sono stati PD, PDL, Lega e Monti visto che loro ci hanno governato fino ad oggi traghettandoci in questa merda.

      Il M5S che sta con le mani in mano, ma di che cosa stai parlando? 

      Mi sembra che abbiamo idee totalmente opposte, spero che tu non sia uno di quei pentiti che hanno votato M5S per poi venirci a proporre una concreta politica a braccetto col PD.

    • Caro, tu insisti, ma no, NO, NON siamo in democrazia. Vedo che ti sfugge. Se questo non lo capisci non puoi capire perchè ESISTE IL M5S.

      Diritto di fare le proposte? Tu faresi delle PROPOSTE!? Sei un comico anche te?

      Su una cosa hai ragione: noi si propone la democrazia diretta e democraticamente e DIRETTAMENTE non manchiamo di ricordarti chi SEI.

      Tu sei comparso dal NULLA dal giorno dopo delle elezioni e non esponi tuoi pensieri o dubbi ma segui paro paro la becera dialettica della PROPAGANDA FILOPIDDINA.

      Questo TU e altre nuove comparse lo manifestate apertamente ogni volta che sono postati temi di ineteresse piddino.

      Poiché questo blog è anche UFFICIALMENTE organo di comunicazione vicino al M5S ci porta a rimarcare i tuoi interventi per quello che sono: DELLE TROLLATE.

      Tu hai il tipico pensiero AUTONOMO degli AUTOMI.

       

       

       

    • Caro, ti dò una news: la REALTA’ NON è MAI un INSULTO. Ricordalo anche ai tuoi padroncini.

      E una cosa l’hai intuita: sarò la tua OMBRA.

      Non mi pare che tu disponga i requisiti minimi culturali per capire la differenza tra democrazia FORMALE e democrazia SOSTANZIALE.

      <<Su questo punto non mi pare che Messora si sia mai espresso, ma se ti fa piacere pensarlo...>> E con questo confermi la tua TROLLAGGINE PIDDINA.

       

      *** http://www.pdroma.net/dipartimenti/comunicazione-e-propaganda/ ***

       

       

    • a Rikive

      Ci insulti dipingendoci come automi che ripeteno quello che dice il nostro guru. Ci dai degli animali e affermi di essere in questo blog per fare una discussione costruttiva.

      Leggi bene tutti i commenti, chi è che insulta chi ? Chi è stato a darmi dell’ automa per primo ?

      Quello degli animali era un esempio santo cielo, per capirlo bastava essere un poco meno permalosi…se vai a vedere quello che i grillini dicono su chi non la pensa come loro ti renderai conto che non sono io a usare gli insulti. Io la discussione TENTO di farla, ma se qualcuno mi insulta definendomi troll o peggio rispondo per le rime, come immagino faresti tu (almeno per un po’, dopo lascio perdere).

      Fai discorsi qualunquisti del tipo fortuna che c’è stata la stabilità politica negli ultimi 50 anni e solo adesso che c’è la crisi tutti si scagliano contro i politici

      Se pensi a cosa sarebbe successo all’ Italia se negli ultimi 50 anni non ci fosse stato manco un governo stabile dovrai convenire che sì, è stata una fortuna e non puoi negare che prima della crisi pochi avevano da ridire sui politici (mi riferisco alla maggioranza della popolazione). Ma vediamo di non mettermi in bocca altri concetti, io non ho MAI difeso nè giustificato l’attuale classe politica. E mai lo farei.

      Ti sei proposto come sinapsi per collegare i nostri poveri neuroni disconnessi, ma le tue argomentazioni non convincono al punto che alcuni frequentatori di questo blog ti ritengono un infiltrato, forse dovresti impegnarti un pò di più

      Per quanto riguarda la battuta sui neuroni mi riferivo SOLO a quelli che non sanno fare altro che insultare, contro gli altri non ho NULLA, che siano grillini o meno. Ripeto, non estrapoliamo frasi fuori dal contesto per dare loro tutt’ altro significato. Io qui metto la mia opinione come tutti, senza tentare di convincere nessuno nè vomitare oscenità su chi non la pensa come me. Per quanto riguarda “certi” frequentatori beh forse come Grillo non sono abituati ad alcun contradditorio e pertanto la loro capacità di controbattere argomentando e ragionando si è atrofizzata, visto che sul loro blog di riferimento non la usano mai.

      Per quanto riguarda l’attuale classe politica, l’Euro,  i mezzi di informazione TV e giornali, il sistema bancario sono d’accordo nel sottolineare i loro difetti, cosa che in passato ho già fatto abbondantemente (trovami un solo commento che li difende e chiederò a Messora di cancellarlo).

      Saluti

       

  • giocare a Risiko sulla mia e la nostra pelle non è quello che la politica dovrebbe essere. Si va in parlamento per realizzare dei punti del programma, non per proseguire la campagna elettorale come si è sempre fatto in 20 anni

    Qual è la legge elettorale che gradirebbe l’M5S e perché? quali sarebbero gli uomini di governo possibili per il PdConsiglio?perché i piccoli partiti coalizzati e i voti all’estero alla camera non devono essere considerati dal PdR? perché ogni frase è sempre pura propaganda per M5S e mai obiettiva? perché dovremmo tornare alle urne se il popolo si è gia espresso? perché con IVA TARES IMU e altre tasse che incombono dovremmo spendere altri 400 milioni di euro di elezioni? perhé il popolo italiano dovrebbe cambiare idea in 3 mesi? e se ci trovassimo ancora nella stessa condizione?

    perché l M5S non valuta l’opzione della non sfiducia, uscendo dall’aula e conservando magari solo i senatori necessari al valore legale? in tal modo non avrebbe nessuna responsabilità politica sul governo ma porterebbe a casa i temi fondamentali dalla TAV al reddito alla corruzione e potrà proseguire la campagna elettorale contro i vecchi partiti

    sono settimane che tutte le fazioni in parlamento ripetono le stesse frasi, la stessa cantilena, la stessa propaganda, nessuno escluso. Altro che terza repubblica

     

    • infatti la tua è un ottima osservazione

      secondo le teorie più massimaliste della corrente “grilliana”  il movimento non dovrebbe semplicemente votare favorevolmente alla fiducia..Uscire dall aula permettendo il numero legale scopre però l ennesimo VUOTO del programma o codice che sia..

      perchè concedere il numero legale significa complicità con la partitocrazia ??? E’ connivenza coi piddini ??

      non si sa..non è dato a sapersi

      scommettiamo che il super Grillo metterà la pezza anche questa volta ?? 🙂

    • la questione è intricata e leggere nelle intenzioni del gran visir è dura. Io credo che 2 siano i piu grandi dilemmi di beppe: l’elettorato di cdx e la conquista di Roma. In ordine di importanza viene prima l’urbe 

      Il governo potrebbe affievolire la spinta dirompente del M5S e prima di incappare nella prima “sconfitta” del MV beppe vorrebbe arrivare alla presa di Roma che sazierebbe il suo narcisismo 

      Peccato però che queste 2 questioni non abbiano nessuna importanza per il futuro dell’Italia e sebbene permettere la nascita di un governo abbia i suoi rischi sarebbe la soluzione migliore tra quelle disponibili

      Il problema principale sarebbe l’esclusione M5S dalle riforme istituzionali. A questo problema Beppe potrebbe ovviare stabilendo domani stesso cosa vuole fare con la legge elettorale, la riforma delle camere, gli incarichi legislativi e concordarle con lista civica. Col PDL M5S non ha nulla in comune, al di la delle responsabilità del PD. Per cui le riforme della costituzione passano necessariamente per questa strada. tutti i giornalisti liberi pro M5S fanno i sapientoni e non spiegano agli elettori nuovi della politica della necessità dei 2/3 del parlamento. Quando potrà mai ottenere questo risultato l’M5S? nel 2050? opporsi ora sempre e cmq vorrà dire che l’opposizione dei partiti in una aventuale vittoria M5S in futuro vedrà un altrettanto dura opposizione degli stessi.

      tanti militanti credono che non entrando nel govenro potranno cmq proporre leggi e votare punto per punto. Gli sfugge il fatto che al primo sgarro del PD sulla corruzione il governo crollerebbe all’istante, altro che Messora va dicendo della “difficoltà della sfiducia”.  Questa tattica sarebbe redditizia solo se M5S puntasse alla conquista delle realtà locali e probabilmente proprio questa è la strategia alla base. Da sempre Beppe parlava del M5S come una realtà ancora non pronta e poco propensa al governo dell’intero paese

      in conclusione Ci vogliono consegnare altri 3 4 anni di psiconano o cosa?

       

  • Bersani non vede l’ora di governare per attuare tutte le misure che ha preparato per noi l’Europa,

    quindi per me me più tempo stiamo senza governo meglio è per l’Italia

    • Effettivamente le intenzioni europee del PD di Bersani sono la peggiore delle ipotesi: scenario già scritto da Monti (l’agenda ricordate?) di rifinanziamento delle Banche a discapito dei servizi pubblici.

      L’analisi di Bagnai e’ confermata dai veti di Germania, Olanda, Finlandia:

      l’Europa è già divisa economicamente, fiscalmente, e del progetto delle origini rimangono solo delle polveri altamente esplosive( sentimento anti europeo) che fa scintille nella miccia delle campagne elettorali (qui in Francia cavalcato in solitaria dall’estrema destra di Marine Le Pen—-20% alle urne).

      Concordo con Gabriella, meglio un non-governo che una discesa agli inferi.

       

    • Sorry! Ho sbagliato thread!!

      🙂

      Sono ASSOLUTAMENTE D’ACCORDO con voi!!

       

      Commentavo i luogocomunisti più sopra!!!

  • Ci sarebbe un altra possibilità. Il M5S si accorda col PD su alcuni punti ben precisi e condivisi e, perchè no, anche alcuni posti di rilievo e di controllo. In cambio vota il nuovo governo che potrebbe annoverare anche persone di alta levatura indicati dallo stesso movimento e, perchè no, potrebbe indicare una rosa di Presidenti della Repubblica su cui far convergere i voti di PD e M5S.

     

    In questo modo potrebbe segnare i seguenti punti a suo favore.

    1) Sblocca la politica italiana

    2) Realizza alcuni dei suoi punti principali e si dimostra forza capace di fare e non solo di “Vaffanculare”

    3) Fa saltare i piani del PDL affermando così che la Legge E’ uguale per tutti…veramente

    4) Cambia la legge elettorale

    5) Permette l’avvio di alcune politiche di cambiamento.

     

    Se invece pensa di spingere PD e PDL all’inciucio, costringendo il PD ad allearsi col PDL perchè non riesce a trovare sostegno nel M5S, e così sperando di aumentare le proprie percentuali alla prossima elezione credo che si sbaglia di grosso. I voti li perderà perchè responsabile diretto dello sfascio che conseguirà all’inciucio. In primis l’idea che la Giustizia in Italia è stata commissariata. 

  • Caro professor Becchi, 

    carissimi Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio,

    questo è il momento di dimostrare la vostra buona fede e quanto vi meritate il seguito che avete, la vostra forza reale.

    Vi ho votati e vi ho fatti votare, o meglio ho votato per essere rappresentato dai cittadini del M5S, ma non ho dubbi che la linea politica, con tutti i suggerimenti e le votazioni online, la facciate anche voi, e non mi sembra nemmeno illegittimo, francamente.

    Ora il problema economico sta diventando sempre più urgente, la crisi dell’Eurozona “morde”, e non penso proprio che possa essere liquidato con un semplice invito al referendum, per quanto comunque auspicabile.

    Vorrei sapere, visto che nessuno è autorizzato a parlare per vostro conto (e nostro, visto che ci sono anch’io..):

    QUAL’E’ LA LINEA DI POLITICA ECONOMICA DEL M5S..????

    Non sono un economista vero e proprio ma mi interesso di macroeconomia da un bel po’, ho tanti riferimenti tra gli economisti eterodossi italiani.

    Quello che io ho capito finora è che ci si ispira a Joseph Stiglitz (anche – prima – tramite Gallegati) e Jeremy Rifkin (con il suo concetto di fine del lavoro come lo abbiamo sempre concepito, vicino alla cosiddetta “decrescita felice”).

    Se così fosse, soprattutto per quanto riguarda Stiglitz, si parla di una visione keynesiana moderata, in cui il professore e Nobel statunitense esprime dei fortissimi dubbi sull’Euro, che dovrebbe cambiare drasticamente e velocemente oppure essere lasciato morire. Secondo lui l’Unione monetaria ed economica Europea è stata concepita non fine a se stessa ma come un mezzo per arrivare a qualcosa, e questo fondamentale obiettivo di vera unione si sta allontanando soprattutto grazie ai ripetuti veti della Germania, disposta a tutto tranne che a ciò che sarebbe necessario per ottenere una comune politica fiscale, di sostegno e di promozione della solidarietà all’interno dell’Eurozona. Anzi, sono stati seminati i semi della discordia all’interno e tra i vari Paesi.

    Le riforme necessarie, di cui tanto si parla, Stiglitz le vede urgenti all’interno degli organismi istituzionali europei, per cambiare le regole della UE verso una maggiore elasticità economica e finanziaria, e non all’interno dei singoli Stati, per di più nella direzione opposta di una maggiore austerità, come finora è stato richiesto dalla Troika (BCE-FMI-UE).

    In mancanza di questo (e con la attuale posizione intransigente di Germania, Olanda e Finlandia sembra impossibile) sarà bene lasciar morire l’Euro per salvare l’Europa.

    E’ una linea moderata ma allo stesso tempo ferma, concepita da uno dei principali economisti al mondo, e per fortuna tra i più illuminati.

    Mi piacerebbe tanto che, in questo mare di chiacchiere e di accordi possibili o negati tra partiti e movimenti, si parlasse di qualcosa di serio e di urgente, come una NUOVA POLITICA ECONOMICA PER L’ITALIA, e mi piacerebbe che lo facesse proprio il M5S.

    Ma ADESSO.

    DOPO sarà troppo tardi.

     

    • E’ la stessa lacuna che assilla anche il sottoscritto.Non perchè non ci sia nulla di nulla nel programma ma penso che non sposti una virgola della radice del problema principale.

      Però,leggendo e riflettendo sulla procedura che auspica Bagnai e che ritengo la più attuabile sull’uscita dall’euro non riesco a intravedere nemmeno lontanamente,soprattutto con questi numeri elettorali,la possibilità di mettere in atto una strategia simile.Vedo la situazione come un passaggio a vuoto,tanto prevedibile quanto pericoloso per i cittadini.

  • Grazie prof. Becchi!! Queste sante e semplici riflessioni bisognerebbe esporre da Floris o da Fazio davanti a milioni di cittadini e alla presenza dei soliti politicanti “morti viventi” Avanti M5S!! Coerenti e RE SPON SA BI LI !!!

  • Le prime proposte di legge della legislatura (fonte IBT).

     

    Luigi Dallai (Pd): Apertura di una casa da gioco a Chianciano Terme, in provincia di Siena. Dallai è senese.

    Matteo Bragantini (Lega Nord): Disposizioni per la celebrazione del festival lirico dell’Arena di Verona. Bragantini è nato a nel capoluogo scaligero.

    Edmondo Cirielli (Fratelli d’Italia): Istituzione della regione Principato di Salerno. Cirielli è di Nocera Inferiore, presidente della provincia di Salerno dal 2009 al 2012.

    Domenico Scilipoti (PdL): Ripristino della sovranità monetaria dello Stato italiano nel rispetto dei trattati internazionali

    Giovanni Burtone (Pd): Attribuzione della denominazione di ‘Città nazionale del presepe’ al Comune di Grassano

    Renate Gebhard (Svp): Ripristinare la festività di San Giuseppe nella data del 19 marzo

    Paola Binetti (Udc): Disposizioni per la valorizzazione delle tifoserie e la partecipazione delle famiglie alle manifestazioni sportive nel calcio

    Sergio Divina (Lega Nord): Tutela delle televisioni di strada

    Michela Vittoria Brambilla (Pdl): Riconoscimento degli equini quali animali di affezione

    Allora si può legiferare si o no?
    Certo che si e i “nostri” non perdono l’occasione per mostrare il loro “amore” per l’Italia.
    Quello che afferma il Prof.Becchi è fonte di discussione già da un po’ di tempo,in famiglia,con amici,con iscritti e conoscenti.
    Se il PD (prima DS e prima ancora PDS) avesse al suo interno persone con un briciolo di dignità,parlo dei vertici naturalmente,quelli al potere da tempi immemori,dovrebbero inginocchiarsi davanti alle telecamere e chiedere scusa in diretta al popolo italiano per aver largamente contribuito al disastri di questo paese.
    Chi dà loro fiducia è,nel migliore dei casi,un illuso.
    Questa legislatura è un passaggio a vuoto pericoloso per i cittadini e sarebbe sufficiente che i PDini la finissero di trescare e che facessero alcune proposte di legge condivisibili dal M5S e poi andare a votare,magari la primavera prossima.
    Non c’è bisogno della fiducia se si perseguono altri obbiettivi.
    Ma quì ci son molti che analizzano e si dimenticano il regalo inflazionario dell’entrata dell’Euro nel 2002! Una botta del 50% di svalutazione dei salari sui beni di primo consumo.Grazie a Prrrrrrrodi e C.
    Ne ho citata una caso,potrei raccontarne mille.
    Che facessero questa leggi e vedranno che il M5S le voterà.
    In caso contrario prendetevi a schiaffi.L’implosione dell’euro è vicina e tutti hanno un piano per uscire dall’euro.Germania in primis e Finlandia,tanto per citarne due che lo hanno dichiarato attraveso i loro rispettivi governi.
    Ma anche questa volta la contesto Prof.Becchi:come possono suicidarsi se sono già morti? 🙂
    Ma sul sono daccordo con lei,sono degli irresponsabili…le vecchie controfigure del primo film di Romero…(Night of the Living Dead)
    Non so cosa significhi l’attendismo di Grillo ma su una cosa sono assolutamente daccordo:niente fiducia.
  • quoto in pieno i commenti n.11 rob e n. 18 natalia

    quello che manca adesso è una presa di posizione di grillo su argomenti pregnanti riguardanti l’economia reale;

    sembra che dopo le elezioni non ne abbia piu’ volutamente parlare. perche’?

    è l’economia reale che è il problema piu’ drammatico

    sono gli atteggiamenti dittatoriali della Merkel e dell’europa che spaventano maggiormente noi italiani

    oggi l’europa ha detto che se dovessimo liberare i 40 miliardi per pagare i debiti della p.a. l’italia rischia di sforare il 3% del bilancio,

    quindi sarebbe meglio non pagare le imprese e farci tutti fallire?

    questo è pazzesco!!!!!

     la gente ha voglia di sentir parlare di come se ne puo’ uscire da questo girone infernale,

    tutto il resto sara’ fuffa e il dopo sara’ solo storia e desolazione

     

    sveglia grillo 

  • Si, è davvero una analisi approfondita. Non sono d’accordo con la prima parte. Bersani non ha una strategia prioristica costruita sulla radicalità del M5S. Semmai è la radicalità del M5S che ha dato a Bersani gli spunti per comportarsi in questo modo. Bersani sta solo raccogliendo le opportunità che il dilettantismo del M5S semina sul percorso di formazione del governo…si sa: l’occasione rende l’uomo ladro!

    Per prima cosa Bersani ha tutto il diritto di cercare di formare il governo e il PdR lo sa e deve dare seguito a questa cosa…primo passo fatto(governo esplorativo)! Dire che il responsabile della mancata formazione del governo (in questa situazione post elettorale) possa essere Bersani è solo speculazione inutile perché loro, la loro parte, la stanno facendo. E’ chiaro che il PD si troverà in una posizione di vantaggio rispetto agli altri perché potrà sempre dire di averci provato e di non aver battuto i piedi per terra come bambini dell’asilo. Questa parte importante della vicenda è comunemente chiamata “scusa storica”. Il M5S ignora questi meccanismi…ormai è chiaro! Chi, invece, non li ignora è sicuramente il PDL che, oltre agli ovvi motivi chiaramente espressi nell’articolo, riguardanti direttamente Berlusconi, potrà sempre dire anch’esso che la proposta di formare il governo di coalizione tra destra e sinistra è stata fatta. In una situazione del genere nessun uomo intelligente potrà mai dare la colpa di un mancato governo alla destra o alla sinistra…d’altronde loro ci hanno provato!

    Chi resta? Ma è ovvio! Il M5S.

    Questa è una forza politica incredibile! Sono nati dal nulla e nella più assoluta trasparenza e soprattutto sono cittadini che stanchi della inutilità strapagata da tutti della precedente classe politica si sono organizzati e adesso stanno sugli scranni più alti con una solida rappresentanza.

    Bella definizione, vero? Peccato…perché se da un lato questa definizione è senz’altro reale, dall’altro non è che stiano procedendo come chi li ha votati si aspettava. A parte un piccolo manipolo di irriducibili (mi ricorda molto fort alamo..sperando che non finisca allo stemo modo), il resto dei voti, il M5S, li ha presi da elettori provenienti dalle altre forze politiche…tutte brave persone che, stanche della situazione, hanno visto una luce aldilà del tunnel (me compreso). E’ a questi elettori che il M5S deve il suo successo e non di sicuro ai suoi adepti. Questi elettori hanno espresso il loro voto perché si aspettavano che il M5S governasse (si è vero… si aspettavano che vincesse ma la situazione sarebbe stata la stessa). Adesso scoprono che il loro voto, se non perso del tutto, ha solo dato la possibilità di esprimere una ragione in modo sbagliato; il ché equivale ad avere torto.

    Con questo atteggiamento radicale, di fronte ad una catastrofe annunciata e con la consapevolezza di tutti sull’urgenza di un governo, il M5S, verrà additato come responsabile poiché mai parco di invettiva e sempre avverso ad ogni soluzione costruttiva…questo è quello che si vede! Alla fine della fiera un responsabile ci dovrà essere e potete stare certi che la colpa ricadrà su quelli che non hanno voluto, dopo molte proposte, formare un governo…il M5S appunto.

    Ora è lapalissiano che ad eventuali prossime elezioni molti di quelli che hanno dato il voto al M5S ci pensaranno 10 volte prima di votarlo di nuovo perché sapranno che in caso di un nuovo stallo la situazione resterebbe invariata. Alla fine il M5S perderà molti voti e il risultato di queste ultime elezioni sarà solo un bel ricordo…e sarà anche un bel ricordo lo stesso movimento.

    Ma potrebbe accadere anche di peggio! Potrebbe verificarsi, come plausibile, il governo PD-PDL (nel paese delle meraviglie tutto è possibile). A questo punto si avrebbe una maggioranza più solida del granito (sulla cui durata, poi, potremmo disquisire per tutto il prossimo millennio ma non è questa la sede) e il M5S risulterebbe cornuto e mazziato con la amara consapevolezza che avrebbero potuto essere loro a governare in coalizione, mentre, a quel punto, si ritroverebbero sullo sfondo e senza poter far niente visto che un centinaio di deputati e una cinquantina di senatori non fanno certo la differenza su 600 deputati e 300 senatori della parte avversa. Si vede che al M5S sfugge il classico detto che vuole far vivere l’uomo in miglior sorte con i rimorsi invece che con i rimpianti.

    Se poi il M5S si augura che il futuro governo fallisca nel giro di poco tempo per poter loro acquisire molto più consenso, allora questo è da malati e dimostra tutto lo sprezzo verso la situazione dell’Italia che ha bisogno di un governo ora e non tra un anno. Il consenso si acquista governando (almeno nel nostro universo). senza un governo forte, tra un anno (ma anche meno), l’Italia darà una nuova definizione alla situazione di “Terzo Mondo”.

    Non possiamo neanche esclamare la classica frase “Contenti loro…!!!” perché qui si parla del futuro di tutti e questo atteggiamento lesionistico non di certo fa gli interessi del paese; ma quando di interessi si parla e ovvio che qualcuno guadagna…in questo caso, forse, la catastrofe?

    Envisigot

    • Oppsss!

      Nel mio processo dialettico mi sa che,leggendo il tuo post,devo tornare a studiare la logica,sia hegheliana che aristotelica.Ma nel mondo di Sandman ci sta tutto.

       

       

    • Envisigot potresti postare anche una sintesi per quelli che amano la concisione?

      In tempi di sobrietà le parole costano…(fatica)

    • Clausuis..torna a leggere i fumetti…ragazzino – che questi non sono discorsi per te.

      non credo che tu l’abbia capito altrimenti non ti saresti limitato ad un banale sarcasmo…d’altronde cosa aspettarsi di più? Il mio discorso è serio e non sto di certo a perdere tempo più di tanto con il niente assoluto che rappresenti.

      Addio.

      ps: devo però ammettere che Sandman è un bel fumetto!!!

       

    • Hai ragione Gandilf..chiedo scusa a tutti per essere stato così prolisso.

      Però non sarei riuscito a esprimere i concetti con poche parole…e comunque

      altro ci sarebbe ancora da dire.

      buona serata a tutti.

    • Grazie per il ragazzino..in effetti ho conservato quello spirito e ne vado fiero (non tanto la Gillette ma a noi che ce frega?).

      Non dirmi addio per favore che mi viene l’ansia da separazione.

      Non hai sparato delle cavolate.Ho ironizzato sul fatto che le tue analisi ti portano a delle conclusioni definitive sul futuro che addavenì.Ciò il contrario del dietrologo (ti assicuro che non alludo a nessuna tendenza sessuale).

      Te le dici e te le canti.Tutto qua.E con una logica che mi sfugge se non sotto una forma autoconsolatoria,un bisogno di autostima.E alcune non reggono nemmeno come ipotesi.

      Insomma…parti bene ma poi vai in sottosterzo e fai fatica a tornare in pista.

      Cito ad esempio:Se poi il M5S si augura che il futuro governo fallisca nel giro di poco tempo per poter loro acquisire molto più consenso, allora questo è da malati e dimostra tutto lo sprezzo verso la situazione dell’Italia che ha bisogno di un governo ora e non tra un anno. Il consenso si acquista governando (almeno nel nostro universo). senza un governo forte, tra un anno (ma anche meno), l’Italia darà una nuova definizione alla situazione di “Terzo Mondo”.

      Ecco quì sei andato sottosterzo con tanto di testacoda.A me risulta che Grillo e i capigruppo abbiano chiesto la Presidenza del Consiglio e quindi la possibilità di costituire un governo.Trovi questo distruttivo tanto da immaginare  strategie fallimentari agli altri per guadagnare futuri consensi?

      Chiudo qua  che ho già intasato abbastanza il post di Becchi.Permettimi solo di dire che l’autolesionismo è  prerogativa di coloro che hanno votato i vari PDL o -L o Monti sia in buona che in malafede.Non sono certo quelli che hanno tentato la svolta democratica del M5S.

    • Ho letto con interesse la tua analisi Envisgot, e devo dire che è lucida, realistica e tutto sommato espressa con termini semplici e comprensibili, persino per un non addetto ai lavori come me.

      Io potrei essere d’accordo con te, non fosse per un particolare che però riporta tutto in discussione: Il M5S non è un partito politico!! La sua funzione all’interno del Parlamento è completamente diversa da ogni altro gruppo all’interno del palazzo.

      Grillo lo diceva chiaramente duranti lo Tsunami Tour: se credete di votare 5 stelle e poi starvene seduti in poltrona ad aspettare che altri cambieranno le cose per voi, allora fate meglio a votare gli atri partiti tradizionali.

      Certo, ancora ci si deve abituare ad avere dei veri cittadini che vigilano e seguono dall’interno per poi riferire all’esterno. Ci dobbiamo abituare noi, figurati come si devono sentire i professionisti della politica (direi malapolitica) ai quali i ns rappresentanti sfuggono come saponette bagnate.

      Io personalmente credo ci siano 2 punti fondamentali da dover in futuro rispettare per mantenere e far prosperare la nostra rappresentanza in Parlamento: il rispetto del non statuto con tutti i punti del programma 5 stelle e la comunicazione verso i cittadini che deve essere sempre in grado di trasmettere la vera verità e scoprire e denunciare la repellente propaganda nera dellla quale quotidianamente veniamo vessati.

      Poi, certo, come dicevi tu, ce ne sarebbe ancora gia molto da dire…

  • si torna alle urne, Berlusconi si allea con Monti, spara qualche altra idea come il rimborso dell’IMU e gli arretrati alle aziende, ruba un po’ di anticasta al M5S, insieme fanno il 40%, Gelmini primo ministro, e se ne riparla fra 5 anni, col M5S al 5%. Ma che credete che ci cascano due volte?

  • james62 ha scritto :
    Non sono d’accordo. Il M5S non e’ responsabile della situazione dell’Italia, ma se mantiene questa linea “agli occhi della gente” diventa immediatamente il responsabile di un eventuale ritorno alle urne, che avverrebbe anche con la stessa legge elettorale (checche’ ne dica Becchi). E sarebbe punito, ne sono piu’ che certo: non perche’ leggo i sondaggi, ma perche’ ascolto la gente, gli amici, i colleghi. L’umore e’ gia’ cambiato intorno al Movimento. Possiamo gridare anche ai quattro venti che tutto questo non e’ colpa del Movimento, possiamo dire che e’ la strategia dei partiti quella di far ricadere la colpa di un eventuale fallimento del governo sul movimento, ma e’ esattamente cio’ che la gente percepisce. Non conta la “verita’ assoluta”, ma la sua percezione. E inoltre finiamola di dire che il M5S e’ il primo partito e quindi tocca a lui tentare di fare il governo! Sappiamo benissimo che alle elezioni gli altri si sono presentati in coalizione e hanno avuto piu’ voti: costituzione alla mano, tocca a Bersani il primo tentativo. Poi continuate a parlare di partiti morti, quando in realta’ questi prendono ancora la stragrande maggioranza dei consensi degli italiani!! Come pensate che voteranno questi italiani alle prossime elezioni, soprattutto se avverranno abreve? Secondo me vi state facendo dei film di fantascienza! Anzi, fantapolitica. Ma possibile che solo io sono circondato da “piddini” incazzati neri, che stanno facendo quadrato intorno al loro partito come non si vedeva da anni? E vogliamo parlare del pdl? Non sto parlando dei politici, sto parlando della gente!

    esattamente…qui finisce che il movimento diventerà una forza molto minore di quella attuale, e i partiti che per forza di cose in questo momento stavano abbozzando un cambiamento,( che per quanto solo formale era cmq un cambiamento,la stessa base gridava al cambiamento) dopo le prossime elezioni non saranno nemmeno piu costretti a far ciò e torneranno a fare quelle che volevano e la nazione resterà a galleggiare…
    senza offesa ma a questo punto sarà veramente colpa del moVimento che non ha saputo prevedere questa situazione e dare il colpo di grazia quando doveva essere dato..che non ha voluto sporcarsi le mani per cambiare da dentro le cose…certo ci sarebbe voluto del tempo ma preferivo gestire io il cambiamento da dentro piuttosto che non gestirlo affatto..

  • Clausius ha scritto :
    Questo Parlamento è ancora al 75% partitocrazia e oligarchia se non sbaglio.E al contrario la storia è indispensabile per la conoscenza. Comunque…Soluzione : incarico ad una personalità designata dal M5S e fiducia dal PD su alcuni punti condivisi.Poi si torna a votare. Tutto il resto è una pellicola già vista che ha portato l’Italia sull’orlo del disastro.

    Sono d’accordo. Ora offrire quest’uomo, capace e stimato, e i punti condivisi perché finora ho letto solo di schizzi e scemenze

    Voto a Novembre o a marzo

     

  • E se nuove elezioni confermassero lo stallo?

    Ci facciamo mangiare vivi dai mercati?

    Si potrebbe invece consentire la nascita di un governo di minoranza facendo uscire dall’aula del senato il numero necessario di Senatori.

    Il governo dovrebbe così dipendere dal 5s che farebbe passare le sole leggi che vuole.

    Mi date la vostra opinione?

    Grazie

    • Ci sono formule elettorali che impediscono lo stallo come l’uninominale di collegio,sia a un turno che a doppio turno (che poi è anche quella nello Statuto del PD…ma chissà perchè non l’hanno voluta proporre?).

      La vediamo applicata nei Comuni anche quì in Italia.Ci vuole solo la volontà di fare le cose,le leggi,per il bene del paese e non dei partiti se no diventa tutto inutile.E dalla legge porcata passeremmo alla legge cloaca.

      Ma già i costituenti avevano previsto il passaggio al maggioritario dopo qualche anno di proporzionale puro.Solo che poi i partiti se ne sono fregati.Anzi,un tentativo lo hanno fatto con la cosiddetta ” Legge Truffa” del 1953 che nella struttura somiglia molto alla Porcata con un larghissimo premio di maggioranza alla Camera.

  • se non lo capiscono con le buone , lo capiranno molto presto con le cattive ,con  una rivolta di massa contro sti politici irresponsabili e malfattori , state tutti molto attenti signori delle mafie politiche e istituzioni oramai colluse , che avete non solo spolpato il paese ma vi siete pure inghiottiti l’osso, attenzione perche’ se il m5s non governa da subito da solo (cioe’ solo con il popolo ,senza politica corrotta)  e senza sti partiti ,veri ostacoli delle nostre vite  , ma bensi’ cercate di fargli la guerra,sappiate che avete gia’ perduto , state molto attenti ,ho rinunciate alle vostre vite politiche miserabili subito , restituendoci tutti i soldi e beni rubatoci , o come un cataclisma vi si ritorcera in maniera ruenta tutto contro. ( E’ EVOLUZIONE NATURALE) dovreste solo ringraziare e onorare il m5s che comunque vi sta ancora salvando la vita, proteggendovi da una guerra civile senza precedenti. GRAZIE A GRILLO E AL M5S , E A PERSONE BELLE COME IL PROFESSOR BECCHI CHE AMANO VIVERE , si solo chi ama la vita vuole verita’ e giustizia , ma e’ vero anche che solo chi ama la vita e’ disposto a morire per difenderla. Noi la vita la adoriamo , e Voi ?.

  • Condivido totalmente il rfiuto di ogni accordo con questo partito di morti del pd. Ottima analisi prof. Becchi. Questo era l’impegno. Meglio morire che agonizzare per il resto dei nostri giorni con questi spudorati mentitori di professione. Avete una carta irripetibile: sono 60 anni che questi comunisti portatori di un’infezione che ha devastato il mondo, tentano di andare al potere con l’aiuto della loro corte di intellettuali in cashmere. Tutti i drammi di questo paese, terrorismo, stragi mafiose, distruzione della dc, del psi, massonerie, assasinii, sono stati causati dalla loro volontà di potere. Ci sono quasi riusciti diverse volte, con la complicità dei lacché della informazione e dei meschini del mondo cattolico con i quali si sono alleati, ma ogni volta qualcosa si è posto di traverso sulla loro strada…ieri berlusconi, oggi il vostro movimento. Non cedete alle insidie e al ricatto. Pd e Pdl hanno spaccato l’Italia, reso fogna ogni cosa che hanno gestito. Adesso avete una possibilità unica nella storia: spingere queste due forze alla collisione, per la loro reciproca distruzione…Sappiate però che ogni mossa sbagliata può far rialzare la testa della bestia…e tutto potrebbe tornare peggio di prima.

  • Caro professore,

    mi spiace ma io dissento su tutta la linea. La prorogatio di cui lei parla, ancorché improponibile da un punto di vista costituzionale, è un ibrido dal punto di vista politico e parlamentare. E’ stato eletto un nuovo parlamento ed è del tutto logico e necessario che questo parlamento si metta a lavorare seriamente senza essere animato da preoccupazioni tattiche e ostruzionistiche. Il 5Stelle, per il quale anch’io ho votato, ha un’enorme responsabilità, dovendo dimostrare le sue effettive capacità strategico-politiche oltre che tecniche di provocare un reale cambiamento che implichi tanto per cominciare un governo determinato ad opporsi intelligentemente alle disastrose politiche di austerità volute dall’Unione Europea. Questo è solo uno dei punti essenziali per i quali, secondo me, il 5Stelle dovrebbe dare una fiducia tecnica e condizionata al PD, suscettibile di essere eventualmente ritirata sui vari punti dell’attività governativa qualora il PD si mettesse di nuovo a fare il furbo, anche per evitare un temibilissimo ritorno della destra di Berlusconi. Da un intellettuale come lei mi aspetto un contributo più rigoroso ed incisivo alla causa del movimento di Grillo. Cordialmente, francesco.  

  • Clamoroso al tg de LA7.

    Annunciando l’incontro di mercoledì tra M5S e Bersani, Mentana con espressione addolorata dice che sarà trasmessa in streaming e questo (ahimè)

    “non è buon segno, perché davanti alle telecamere è difficile che si possa dire cose diverse da quelle che si dicono in pubblico”.

    Cioè il Mentana già si augurava l’inciucio e la defezione da parte dei rappresentanti 5 Stelle; il Mentana ritiene auspicabile che un partito politico dica una cosa agli elettori e poi lontano da orecchie indiscrete ne dica un’altra.

    Che gentaglia.

    Forza ragazzi che li avete in pugno.

    • Ma li avete in pugno di cosa?? Se prosegue questa fase di stallo infinita sai che divertimento! E poi chi lo dice che con una nuova legge elettorale la situazione cambia? E come ci si mette d’accordo su quale scegliere? Decide Beppe o il mitio prof Becchi? Mah, quando parlate così, sembrate malati!

  • Ma lo capite o no che Bersani sà già che non avrà una maggioranza ma a lui interessa solo dimostrare al paese che il M5S è una forza di protesta ma non credibile per governare  che porta  solo il paese allo sfascio.Una volta fatto questo si ritornerà alle urne solo che questa volta i movimento scendera tra tra il 10 e il 18 per cento perdendo la forza d’urto avuta in querste elezioni e cosi nel prossimo parlamento faremo solo opposizione sterile.Prof Becchi lei ne capisce di politica quanto io ne capisco di fisica nucleare.Il M5S deve far nascere un governo PD magari uscendo dall’aula e poi legge per legge tenerlo sulle spine e obbligandolo a seguire le richieste dell movimento dimostrando così al paese che siamo una forza responsabile  e così alle prossime elezioni prendiamo il 3035%.La linea da lei consigliata è da suicidio politico i media si scateneranno dipingendoci come degli sfascisti ed il voto al movimento lo daranno solo i duri e puri tutti gli altri voti di protesta che abbiamo convogliato a questa tornata elettorale evaporeranno sai che vittoria.

  • Sono convinto sig. Becchi che è un momento estremamente delicato. Tra Scilla e Cariddi anche il movimento rischia molto. Il martellamento televisivo finirà per fare danni, temo. Ci vorrebbe una strategia, un gioco di rimessa che è molto difficile mettere in atto col solo web, per informare, denunciare, contrattaccare. Ci vorrebbe una strategia, che mi auguro i nostri eletti abbiano, non solo per non farsi stringere all’angolo, ma anche per incrementare proseliti, di cui abbiamo bisogno estremo per vincerle le prossime elezioni. Non voglio vedere il mio Paese sprofondare ancora di più nella barbarie, con l’unica miserabile consolazione di poter dire “l’avevo detto”.

  • Ma lei ci capisce di più di fisica nucleare, si fidi e si dedichi a quella.

    Il M5S NON può assolutamente votare la fiducia mentre PUO’ tranquillamente valutare se sostenere il governo provvedimento per provvedimento.

    Inoltre messo alle strette il PD (o meglio la vecchia nomenklatura) farà un governo con canidi e suini (ma con Don Ciotti, eh?) dimostrando agli occhi degli elettori che la vecchia politica è roba da buttare via al più presto.

    L’unica cosa che deve fare il M5S è cominciare a parlare di provvedimenti economici anti ciclici in modo che quando la crisi si aggraverà a causa dei provvedimenti pro ciclici del governo dei babbei di Bersani, il 5 Stelle non avrà che da passare all’incasso.

     

    E’ ovvio che non votare la fiducia SENZA allo stesso tempo parlare diffusamente di economia rischia di apparire come un ostruzionismo da catenacciari.

  • Inoltre come anche un fisico nucleare non avrebbe difficoltà a capire, se il M5S si rifiuta di dare la fiducia a Bersani è altrettanto vero che Bersani si rifiuta di accettare l’aiuto del PDL il che significa che per entrambi esistono dei doverosi paletti, anche di fronte all’impellente necessità di fare una maggioranza che governi.

    Le alternative sono o l’inciucio PD-PDL e allora Grillo avrà vinto, o un governo di transizione che faccia legge elettorale e conflitto di interessi, che sarà “fiduciato” da PD e PDL congiunti e al quale potrà liberamente collaborare il M5S qualora si votassero provvedimenti nell’interesse del paese. Il che metterà in chiaro che solo il 5 Stelle è in grado di costringere la politica a fare il suo dovere (ossia legge elettorale ed eventualmente conflitto di interessi che andavano fatti decenni fa…).

    Grillo è vicino a una win-win game, basta che impari a dimostrare anche delle capacità costruttive (ma sempre una costruzione che vada nella direzione del cambiamento, non dell’ “aggiustamento”).

  • per prima cosa vorrei fare i miei complimenti al prof.Becchi per la sua chiarezza e l’ottima analisi.

    poi vorrei dire a tutti quelli che sostengono che il m5s avrebbe dovuto dare la fiducia al pd(meno male che quei troll almeno qui non hanno ancora attecchito)  che il m5s si e’ reso disponibile ad accettare l’incarico di governare il paese essendo il primo partito avendo preso quasi 9 milioni di voti,e il pd non gli ha accordato la fiducia!

    ora mi chiedo:perche’ allora il movimento dovrebbe dare fiducia al pd?

    una persona sana di mente darebbe fiducia ad un morto?

    delle due una:le persone che dichiarano di aver dato il voto al m5s che ragionano cosi(cioe’dare fiducia al pd) o non sono sane di mente o sono militanti del pd che lo vorrebbero al governo e che mai avrebbero votato m5s.

    quanto all’inciucio pd-pdl benvenga,cosi i vecchi partiti perderanno completamente la fiducia degli italiani,perche’ sara’ chiaro a tutti che come adesso è sempre stato cosi anche in passato dietro le quinte!

    un esempio? i capitali scudati al 5% tanto per dirne  una!

  • Non per sembrare ignorante, ma che vuol dire “fare un governo M5S” ? In quel caso la fiducia chi la vota ? O il volto di fiducia conta solo per gli altri ? E mica e’ ovvio che se si fa una nuova legge elettorale non e’ una fatta apposta per fregare il M5S. Insomma, se uno vuol dire “no”, tutti i diritti, per l’amor del cielo, ma proporre cose irrealizzabili e quindi improponibili e’ anche quello raccapricciante.

    Insomma, la prima parte di questo blog e’ la descizione di un’opinione, feel free e lascia il tempo che trova, ma l’ultima e’ un volo nell’irrealta’. Rimane il “volgiamo altre elezioni perche’ speriamo di vincere”. Bon… Non servivano tante parole.

    E poi, scusa.. ma che cazzata e’ “i voti contestati degli italiani all’estero”, siccome non ti hanno votato sono delle merde ? Per favore… che questo mica e’ LiberoIlQuotidiano.

     

  • Il porcellum è una legge ormai arrivata all’ultima stazione. In questo Parlamento ci sono deputati che in teoria “rapprseentano” 26.000 elettori alla pari di deputati che ne rapprsentano 85.000 (come quelli del m5s).. ci sono già 3 pronunciamenti, sebbene non di “merito” della Corte Costituzionale (nn. 15,16 del 2008; n.16 del 2012). Però una nuova legge elettorale non si fa certo senza che gli altri vogliano… disponibili anche ad accettare la mostruosità di elezioni dall’esito eventualmente illegittimo ed incostituzionale e perdurando la debolezza, già adesso rilevabile del Parlamento, di un commissariamento di fatto o di diritto del Paese? (sospensione della democrazia)

  • Salve Prof. Spero che gli animi qui siano più pacati che sul blog. Scrivo per capire in base a cosa dare o meno il voto a M5s in modo più ragionato e meno “”di pancia” delle ultime elezioni. Mi permetto di criticare il duo punto di vista solo per arrivare poi alla domanda. Ultima premessa: negli ultimi anni ho votato tutti, quindi sono immune al politichese sono più sensibile alla mentalità aziendale quindi troviamo la soluzione al problema o parliamo di aria fritta.Nel suo articolo lei spiega perché le responsabilità di tutti omettendo comunque di assumere una Corresponsabilità delM5 in caso si torni alle elezioni. Il parlamento potrebbe legiferare ma non lo fa, quindi discorso chiuso. Certo gli altri nn hanno fatto un passo in dietro ma noi nn uno in avanti, e se leggo quanto pubblicato da messora, nessuno di noi pensa di aver esperti e statisti in parlamento, ergo forse acerbi per governare, nn solo per sedere in parlamento.Ora poniamo che si torni alle urne e che e che il risultato sia simile ( paese ingovernabile) e gli altri, ( chiunque sia) facciano timidi passi verso il M5S. Noi resteremo nuovamente inamovibili e puntiamo alla 3a elezione?? Senza questa riflessione irresponsabili e naviganti a vista saremmo noi

  • Salve Prof. Spero che gli animi qui siano più pacati che sul blog. Scrivo per capire in base a cosa dare o meno il voto a M5s in modo più ragionato e meno “”di pancia” delle ultime elezioni. Mi permetto di criticare il duo punto di vista solo per arrivare poi alla domanda. Ultima premessa: negli ultimi anni ho votato tutti, quindi sono immune al politichese sono più sensibile alla mentalità aziendale quindi troviamo la soluzione al problema o parliamo di aria fritta.Nel suo articolo lei spiega perché le responsabilità di tutti omettendo comunque di assumere una Corresponsabilità delM5 in caso si torni alle elezioni. Il parlamento potrebbe legiferare ma non lo fa, quindi discorso chiuso. Certo gli altri nn hanno fatto un passo in dietro ma noi nn uno in avanti, e se leggo quanto pubblicato da messora, nessuno di noi pensa di aver esperti e statisti in parlamento, ergo forse acerbi per governare, nn solo per sedere in parlamento.Ora poniamo che si torni alle urne e che e che il risultato sia simile ( paese ingovernabile) e gli altri, ( chiunque sia) facciano timidi passi verso il M5S. Noi resteremo nuovamente inamovibili e puntiamo alla 3a elezione?? Il non statuto cosa prevede?

  • Vorrei capire come sia possibile, in alcuni commenti, fare ipotesi scordandosi completamente la storia politica più recente. Se da un lato rimane del tutto ipotetico che il M5S non dando la fiducia si prenda le colpe e sparisca alle prossime elezioni, dall’altro lato la storia ci mostra una triste realtà: chi da la fiducia a questi partiti finisce marcio, scompare o abbassa la testa e si unisce a loro.

    (Semplificando) La lega, delle origini, entrò in parlamento per ribaltare tutto, diede fiducia al nano promettendo ai propri elettori di portare avanti i suoi punti (come si ripete oggi fino alla nausea), risultato: i punti sono diventati qualche legge “fumo negli occhi” per tenere buono l’elettorato, si sono corrotti e collusi fino al midollo e oggi, dopo aver campato 20 anni sulle nostre spalle, sono sopravvissuti alla completa estinzione solo facendo da tappetini nel bagno di Ar(d)core.

    Sull’altro fronte (giusto per chi sostiene di dare la fiducia e nel caso toglierla se si comportano male) la sinistra di Bertinotti & co. diede la fiducia a Prodi, ingoiò qualche rospo per un po’, poi tolse la fiducia con conseguente caduta del governo, risultato: scissi,  assorbiti, reimpastati,  scomparsi e i marpioni, sempre li, a regnare indisturbati.

    Morale, parafrasando quello che disse Grillo della telecom: Tutto quello che questi partiti toccano diventa M….!!

    La via del compromesso, con la fiducia di mezzo, sperando che gli altri cambino non funziona, è un fatto punto.

  • Concordo tutto quello che dice il Professore, anche se per dir la verità c’erò arrivato anche io a questo quadro politico,anzi per dirla tutta aggiungerei, un presidente della Repubblica vicino al berlusconi, che come prende la poltrona , fa una bella Amnistia..e amen  a tutti i processidel berlusca.

    Cmq ma secondo me non e questo il nocciolo della questione, molti che hanno votato m5s, ancora nn gli e chiaro una cosa (correggetemi se mi sbaglio) noi stiamo facendo una rivoluzione democratica, ma sempre rivoluzione e’ questo lo dobbiamo solo a Beppe, e quando c’e una rivoluzione , non si fanno ne compromessi ne alleanze.

    Che ringraziassero a Beppe, che la sta facendo democratica questa rivoluzione…..

  • Mi trovo in netto disaccordo con Paolo Becchi.

    Per primo: tutte le teorie ipotizzate (inciucini, inciucioni, governissimi etc) sono tutte state bocciate da Bersani, che si sta comportando in maniera assolutamente coerente e stimabile, finora. Inutile attaccarlo, allora.

     

    Secondo: non capisco perché ci sia bisogno di aggrapparsi a certe scappatoie quali “Il Parlamento può già legiferare, in questo momento, anche con l’attuale Governo dimissionario (che è in prorogatio di fatto da già 3 mesi)”Non vogliamo il governo, ma solo un po’. Questo di collega al terzo ed ultimo punto. Il più importante.

     

    Il professor Paolo Becchi (ed il moVimento, credo) sostiene che sia giusto tornare alle urne e anti-democratico non farlo. E questo non mi va proprio giù. Nessuno mi ha ancora spiegato il perché. Pensavo che il primo principio di fare politica del moVimento fosse uscire dall’ ottica della Partitocrazia E di votare per un’ idea, non per una persona. Concetto che sento ripetuto ora ancor più frequentemente e con maggior forza.

    Ma cazzo! Tornare alle urne è proprio un ipotesi che va contro tutto questo!

    Intanto mi sento offeso, come elettore. Abbiamo appena votato. Non è successo niente, non c’è stato nessun cambio nei partiti, perché il nuovo risultato elettorale dovrebbe essere diverso? Ve lo dico io. Perché l’ elettore italiano è considerato come “un bambino di 8 anni, neanche troppo intelligente”. E che vota per il più forte. E questo lo pensano tutti, mi sembra di capire, e non mi piace. (se il’ esito fosse lo stesso, poi, non so cosa succederebbe). Comunque bisogna rispettare il risultato elettorale.

    A parte questa mia personale idea, sulla quale mi sono troppo dilungato, voglio sottolineare perché sia un’ idea orrbile e poco nobile. Stiamo vivendo un momento storico. Ora veramente puo’ cambiare qualcosa. Ed è ora che si vede se il moVimento è coerente: se ha veramente a cuore le tematiche che ha promosso e i cittadini o se vuole semplicemente “il 100% alle Camere”. E’ inutile dire che il M5S non ha responsabilità, ne che è responsabile di questo stallo. Ne è protagonista, e tanto basta. Dialogare, e proporre con forza i punti del programma, almeno alcuni. Poi che sarà, sarà. Se si andasse alle urne, non ora, ma tra un anno, nel quale si fossero attuati (4, 8 o 10) punti del programma sarebbe una conquista del M5S ma soprattutto dell’ Italia. Sarebbe anche una vittoria per il Pd, forse, ed è questo che non piace ai piani alti.

    Ora è il momento della verità. Ora è giunta veramente l’ occasione di cambiare qualcosa. Ora è il momento della verità. Pensiamo al bene dei cittadini e dell’ Italia o solamente al nostro culo?

    • Io non so come funzioni il nostro stato, mia vergognosa carenza, ma per votare o meno le leggi, c’è bisogno che ci sia un governo, capace di legiferare. Affinchè nasca questo governo c’è bisogno che abbia la maggioranza alle Camere (questa benedetta “Fiducia”). Sento molto parlare di “fiducie condizionate” e similari. Ma rimanere coi paraocchi pensando “al nostro culo” è una cosa che va contro il benificio del Paese: te sei a Berlino, non so come te la passi, là, probabilmente ci incontreremo là tra qualche anno, ma qua la situazione è tutt’ altro che rosea. Ed è ora il momento di risolvere questa situazione

    • Come vuoi che me la passi? Male solo a 50 anni senza famiglia senza conoscere una sola parola di tedesco, meno male che ho mio fratello qui, e penso a tutti quelli che non hanno un fratello che lo possano ospitare e offrire il lavoro, so cosa significa stare a casa senza fare nulla, con i figli che ti guardano e cominciano a perdere anche il rispetto per il padre, sentirsi inutili, incapaci di fare qualsiasi cosa, sentirsi un peso per la famiglia ……ecco come mi sento.

      Non mi voglio piu´vergognare di essere Italiano… l´Ho dico qui e lo riconfermo Beppe e la nostra e unica chance, dopo di Lui l´ábisso, rendetevene conto tutti…seguiamo beppe senza se e senza ma…e lui il motore di tutto, chi sono tutti quelli che vanno dicendo che hanno votato m5s e si lamentano?Di cosa si lamentano? senza Beppe nn ci sarebeb stato nessun m5s, e si starebbe nei bar come sempre a parlare e sparalare della politica italiana, come tanti pecoroni, solo fare chiacchiere….E nostro dovere provarci, non per noi, ma per i nostri figli.

  • Caro professore concordo totalmente con la sua esposizione.

    Credo che al giorno d’oggi dire la verita sia  l’atto  più rivoluzionaro e coraggioso  che si possa fare, del resto beppe l’ha dimostrato. 

  • Caro professore concordo totalmente con la sua esposizione.

    Credo che al giorno d’oggi dire la verita sia  l’atto  più rivoluzionaro e coraggioso  che si possa fare, del resto beppe l’ha dimostrato. 

  • Amici miei,permettemi di rivolgermi così a voi anche se non ci conosciamo, la situazione è assai complessa, inutile nascondersi.La fiducia al Pd mai, per una serie di motivi, uno più valido dell’altro.D’altro lato le proposte in tema economico latitano, e sono FONDAMENTALI.I media incalzano compatti, e l’equazione M5S=irresponsabile=solo distruttivo sta passando.Per fortuna bersani non tornerà alle urne neppure sotto minaccia di morte (in effetti accadrebbe proprio quello, renzi è pronto), il suo è un bluff che verrà presto scoperto.Previsioni?Si arriverà a un governicchio misto tecnico (delle personalità) con molteplici appoggi esterni (pdl,lega,monti), un accrocco senza arte nè parte.Non ho la più pallida idea di cosa potrebbe partorire, probabilmente qualche legge non rimandabile o qualche semi riforma.E il M5S potrà proporre cose interessanti, crescere, maturare in vista di prossime elezioni.Da iscritto al M5S io sarei disposto a qualunque cosa per veder realizzato anche il 30 per cento del programma.E sarei disposto ad ancora di più pur di non rivedere quelle faccie da cialtroni che ci hanno pisciato in testa per 20 anni dicendo che pioveva.La fiducia a bersani però andrebbe in direzione opposta ad entrambi questi desideri.Che Gandhi (quello del “prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono, poi vinci”) ce la mandi buona.

  •  

    Veramente, per dare fiducia al M5S nelle scelte che compie al di là della palude politica dei Partiti annaspanti, bisogna seguire attentamente i loro passi.

    Gli interventi eseguiti da Crimi e Lombardi in Parlamento il 25.03.2013 promettono bene.

    Vito Crimi:

    Fino a quando il Governo e i partiti intendono portare avanti l’idolatria dell’austerità e il suo contorno di mistificazioni e previsioni puntualmente smentite da una realtà sempre più drammatica? Fino a quando il Governo e i partiti continueranno ad ignorare le rivendicazioni di giustizia sociale e uguaglianza dei cittadini europei, a partire dagli indignados spagnoli, dai portoghesi che scendono in piazza contro la troika, dai greci e dai ciprioti che protestano contro la riduzione in miseria e dagli italiani stessi?

    Presidente Monti, le chiediamo qui un atto di umiltà. È giunto il momento di dire la verità agli italiani, di parlare chiaro, di cambiare rotta in modo radicale. L’austerità ha fallito completamente, in modo incontestabile. Gli italiani e i popoli europei hanno già pagato un prezzo troppo alto per continuare a giustificare sacrifici per un’ideologia fallimentare e per salvare il settore finanziario dai suoi stessi famelici eccessi. I partiti (tutti qui presenti), che ne sono stati gli araldi e gli strenui difensori, non hanno più nessuna credibilità e dovrebbero chiedere umilmente scusa e fare non uno ma due passi indietro.”

  • Finalmente un analisi chiara ed esaustiva sull’attuale situazione. Non ne potevo più di improvvisati “esperti” che mi massacravano i co…..ni da mane a sera con il ritornello “Voi grillini mi avete proprio deluso”. Grazie per aver messo in chiaro le posizioni di tutti, che a dir la verità cominciavo a non capire bene neppure io. Potenza delle armi di distrazione di massa….

  • Partendo dal fatto che non siamo il primo partito, (cosa significa “senza i voti contestati degli italiani all’estero” ?) io proporrei al PD, mettendolo con le spalle al muro, un governo con personalità fuori della politica che faccia quei 4-5 punti indispensabili tra i quali la legge elettorale, per poi tornare alle urne. 

  • Sono un ultimo parvenue che ha votato M5S con la speranza che si dimostri alternativa a TUTTI i partiti. Se dovesse succedere che qualche senatore del Movimento accetterà di dare la fiducia a Bersani, significherà che non ho capito niente e ritirerò la mia fiducia a Grillo; e con me tanti amici che hanno cambiato il voto in favore del M5S a queste elezioni.

    Grazie.

     

     

  • LA QUADRATURA DEL CERCHIO?

    Ieri sera a “Piazza Pulita” ne ho sentito una nuova (almeno per me). Bersani potrebbe convincere Napolitano e ricevere l’incarico di formare il nuovo governo. Conseguenza immediata:  decade il governo Monti. Al senato, come sembra al momento ovvio, Bersani non otterrà la fiducia e si troverà pertanto nelle attuali medesime condizioni del governo Monti, con l’inizio di una nuovo governo sfiduciato  in regime di “prorogatio”, ma stavolta a nome Bersani. Per evitare, o meglio per giustificare, la rinuncia ad una immediata nuova iniziativa da parte di Napolitano, il neopremier neosfiduciato metterebbe sul tavolo tutte le adesioni ed i consensi incassati dalla cosiddetta “società civile” durante le febbrili consultazioni di questi giorni. Morale?

    Il nuovo “proro-governo” Bersani, come afferma il Prof. Becchi, inizierebbe a legiferare con maggioranze fluide, ottenute al senato legge per legge, una volta con M5S e un’altra con PDL, accontentando da una parte il principio di M5S di votare le leggi ritenute giuste senza esprimere appoggio ad un governo di partiti, dall’altra chiamando alla tanto dichiarata “responsabilità” il PDL per  l’approvazione dei provvedimenti utili al paese e per i quali Brunetta segnala grande convergenza di opinioni.  Un equilibrio impossibile? Niente è impossibile in Italia.

  • Si profila un governo Bersani-Monti: il peggio del peggio, quello che volevo evitare votando M5S. Ma la cosa che piu’ mi mortifica e’ che Monti fara’ tutto questo non “gratis et amore dei”, ma addirittura in cambio del quirinale! E intanto il M5S sta a guardare! Anzi, agevolera’ questo parto, magari uscendo dall’aula. E questa voi la chiamate “equidistanza”.

    • Ma chi te l’ha detto che il M5S “agevolerà”, “uscirà dall’aula”?

      Devi avere dei contatti davvero notevoli…

  • becchi cmq manchi di logica…parli nel caso di governo del presidente di un governo anti-democratico(frutto di un colpo di stato) quando invece per tutto l’articolo parli del fatto che il potere reale lo ha il parlamento…
    1 è previsto dalla costituzione la possibiiltà di un governo del presidente
    2 io credo ancora che il potere lo abbia realmente il parlamento,se poi chi è stato dentro erano degli idioti egoisti è un altro paio di maniche…

    da un filosofo mi aspetterei un minimo un po più di logica…

    cmq dovremmo chiedere a byoblu che ne pensa di una possibile non partecipazione dei parlamentari alla votazione di fiducia per far partire almeno un governo, in modo tale da poterlo condizionare in tutto e per tutto in ogni votazione…
    a mio parere non si mancherebbe di coerenza e si risolverebbero un bel po di problemi..avendo sempre il coltello dalla parte del manico

  • Che strana tutta questa voglia di cambiamenti del PD, questa urgenza di governare. Ma cosa hanno fatto negli ultimi 20 anni insieme ai loro amici del PDL, solo adesso si svegliano? Hanno sostenuto Monti che si è dato molto da fare con l’AUSTERITY con i risultati fallimentari e una macelleria sociale degna della peggiore destra. La legge elettorale non l’hanno modificarla perchè pensavavno di vincere in modo netto. 

    Adesso hanno una gran fretta di governare per il bene del paese e accusano il M5S di essere irresponsabili perchè non vogliono inciuciare con loro. E’ veramente incredibile! A chi sostiene la linea di Bersani chiedo con che coraggio volete l’appoggio di chi vi ha sputato in faccia per tutta la campagna elettorale. Una briciola di coerenza, il M5S è l’opposizione, è incompatibile, chiaro e semplice. 

    • Governare insieme a PD, PDL o MONTI non ha senso, è semplice, sono quelli che vogliamo combattere. Se il M5S avesse la maggioranza potrebbe governare e fare tutte le riforme di cui parla. Purtoppo non ce l’ha, punto.

      Comunque se amate Bersani, Renzi e il PD la prossima volta votatelo direttamente così avrà una bella maggioranza e potrà governarci felicemente. Prodi ci ha portato nell’EURO e ha liberalizzato tutto quello che poteva, se credete in queste politiche votate PD e non rompete con la pretesa  dell’appoggio del M5S perchè abbiamo idee diverse, questa è la politica.

      Che senso ha votare se poi si ritrovano tutti assieme a fare una grande ammucchiata e a spartirsi la torta.  

    • RikiVe…se ci pensi bene continui a rispondere per mezzo di pseudo-slogan di matrice grilliana o di qualche altro filosofo..”sono quelli che vogliamo combattere” ..ma che vuol dire ??  questa sarebbe l argomentazione e ragione che annulla qualsiasi tentativo pragmatico di riformare il paese nel presente ? Anche il continuo riferimento a situazioni e uomini del passato non ha molto senso, prodi non c’è più , il 90% dei parlamentari sono stati scelti dal basso, 260 sono alla prima esperienza. Poi percarità saranno tutti corrotti, ma sarebbe opportuno impostare il confronto su cose più reali. 

    • Il pd (direi i bersaniani, se così si possono chiamare) ha due obbiettivi:

      1) NON andare in alcun modo a elezioni a breve (per scongiurare l’avvento di renzi e la sostituzione degli attuali dirigenti).

      2) Delegittimare il M5S dando a lui la colpa di eventuale ingovernabilità o di accordi improbabili (per l’elettorato, non certo per bersani) come quello con lega e pdl.

       

    • Manzoni, quando parli ai “grillini” parli come Toni Jop (Unità), pseudo slogan di matrice Grilliana o presi da qualche filosofo (chi?), Prodi non esiste più, Bersani è stato scelto dal basso, responsabilità e pragmatismo.

      Insomma Bersani è il PD vogliono il bene del paese, basta combattere, non c’è nessuno da combattere, basta fantasie vota PD!

      Mi sa che vado avanti con gli slogan.

    • Rikive ..non fare come altri utenti del blog perfavore, non serve e non sto qua a fare la gare a chi ce l ha più lungo , ho altri divertimenti nella vita. 
      Il filosofo e il professor becchi. Che non ci sia più nessuno da combattere lo stai dicendo tu , adesso, stravolgendo quello che ho detto nel mio commento. Rileggilo e se vuoi parlarne con toni e argomenti da persone equilibrate sarò disponibile..altrimenti continua a cantartele da solo

      Rikive ..non fare come altri utenti del blog perfavore, non serve e non sto qua a fare la gare a chi ce l ha più lungo , ho altri divertimenti nella vita.( Il filosofo è il professor becchi ). Che non ci sia più nessuno da combattere lo stai dicendo tu , adesso, stravolgendo quello che ho detto nel mio commento. Rileggilo e se vuoi parlarne con toni e argomenti da persone equilibrate sarò disponibile.

  • Buon giorno professore

    quanto che è cambiato il suo pensiero dal suo ultimo discorso, e tutto verso il Grillo pensiero.

    Personalmente io ero più d’accordo con il suo post precedente, quanto invitata a considerare l’idea di mantenere il governo attuale in carica provvisoria nel solo disbrigo degli affari correnti.

    Mentre le nuove forze politiche uscite vincenti, lei invitava, che si unissero non per un governo di “LARGHE INTESE” ma per un governo di SCOPO, BREVE, che apportasse delle modifiche sostanziose a temi fondamentali come per esempio LA LEGGE ELETTORALE, IL CONFLITTO D’INTERESSI, LA DETENZIONE DI PIU’ RETI TELEVISIVE, ecc.

    Ecco vede, io non mi trovo nelle ultime considerazioni, in quanto giustificherei la pretesa di formare un governo 5 stelle solo se avessimo raggiunto la maggioranza dei voti, sia diretti che se da coalizione.

    Il nostro paese SPROFONDA giorno dopo giorno e i principi del CELODURISMO a mo di LEGA NORD della prima ora, non possiamo più permetterceli a lungo, basterebbe che una qualsiasi agenzia di rating di declassasse sotto la tripla B che il giorno dopo diventeremo “PAESE DEL TERZO MONDO” con buona pace di tutto quello che si è costruito negli anni passati, verremmo shortati alla grande con la distruzione della ricchezza, distruzione dello stato sociale, distruzione delle regole civili di vivibilità collettiva.

    Se vi sembra il caso di rischiarre tanto per il fatto di avercelo più duro degli altri…..

    Naturalmente la mia opinione VALE solo UNO per quel che conta, in democrazia vince la maggioranza, per questo che non capisco questa sua linea BEPPEGRILLIANA, in teoria anche il pensiero di Grillo dovrebbe valere UNO!

    Continuerò a votare per il M5S, ma penso non più perchè lo valuto “LA GIUSTA DIREZIONE” ma solo perchè si dimostra di essere “LA SCELTA MENO PEGGIORE”

    Mi auguro in un cambiamento di rotta………..

     

  • il motivo dell’esistenza del M5S non è governare. E’ cambiare il modo di farlo, perché quello attuale ha dimostrato di essere disonesto.

    per farlo, è essenziale mandare a casa (o meglio in galera) i politici corrotti, al giorno d’oggi, TUTTI i deputati e senatori precedenti, perché hanno commesso reati o quanto meno non hanno denunciato ove una reato è stato commesso. Non credo davvero esista un politico che non si sia macchiato quantomeno del reato di omissione di denuncia di un suo collega.

    per dimostrare che sono tutti quanti coinvolti c’è solo bisogno puntare una luce sugli angoli oscuri del potere italiano.

    ecco, M5S non risolve i problemi dell’Italia, ma è la luce che serve per fare tabula rasa. soltanto dopo è pensabile la ricostruzione.

    siamo come dopo una guerra, con la difficoltà aggiuntiva che le macerie non sono quelle convenzionali, sono dentro la coscienza di tutti.

    • In questa fase è necessario essere intransigenti, a cominciare dall’interno del M5S stesso, perchè appena fai “il politico”, ovvero applichi una mediazione con tornaconto personale, diventi come tutti gli altri e hai perso ogni credibilità.

      Quindi intransigenza finchè saranno tutti spariti.

      Spero non duri troppo tempo, una mano ce la daranno tutte le indagini che a breve partiranno, cioè appena possiamo far luce su delibere, decreti, atti, prassi ecc che dimostrano con i fatti che sono TUTTI CORROTTI. TUTTI.

    • Infatti un appoggio esterno “CONDIZIONATO” al PD non e’ governare, ma costringere il PD a farlo in maniera diversa. Anche la linea intransigente del Movimento costringe il PD a governare in maniera diversa: in peggio, per noi cittadini.

    • Ho capito….. pero’ se per rimuovere il tumore ci metti 2 giorni il paziente avrà una sofferenza secondaria o una complicanza cardiocircolatoria e se ne andrà all’altro mondo.

       

      La bravura sta nel valutare prima se il paziente è operabile e che non abbia metastasi irremovibili, altrimenti sei costretto a rinunciare all’intervento.

      Ecco io penso che le metastasi siano ormai ovunque e che bisogna procedere con l’autanasia.

    • agghiacciante quanto realistica osservazione.

      proprio su questo punto, però, ringrazio Beppe perchè mi ha dato speranza ove tutti gli esperti “oncologi” hanno rinunciato;  qualche volta si assiste a guarigioni inaspettate e miracolose.

       

  • Bravo professore,adesso arriverà la tares , poi l’imu,e Dio sa qualei altre tasse,e l’economia non va.

    Molti Italiani  sono con il cappio al collo, e i 5 stelle che  potevano cambiare qualcosa pur turandosi il naso,non lo fanno per non cadere nelle trappole.

    Signori questa è l’ultima spiaggia, forse non è chiaro!!

    Se pensate di essere utili al paese cambiando qualcosa , fatelo adesso o andate a casa. Delle Vostre teorie già ne abbiamo le scatole piene, la verità e che non avete le PALLE!! per confrontarvi con quella massa di Ladroni.

    Mi dispiace di aver buttato il mio voto per l’ennesima volta. 

    • No tu non hai buttato via il voto per l’ennesima volta, hai solo una fretta maledetta avendo aspettato 40 anni nella nebbia piu’ totale.

      Questi problemi non sono risolvibili in due giorni. Ci vogliono anni se non decenni!!

      purtroppo!

       

  • Caro Prof. BECCHI capisco perfettamente la sua posizione tanto sul piano giuridico (prorogatio del governo attuale) quanto su quello politico che il Movimento 5 stelle é coerente con quanto affermato sin dalla campagna elettorale che non intende allearsi con nessuno degli attori dei vecchi partiti. E partendo da tali presupposti é pacifico che la responsabilità di un mancato governo non può affatto ricadere sul Movimento che fa bene a non cadere nelle trappole maldestramente poste in essere da Bersani e dai suoi che pretendono dagli eletti 5 stelle l’autonomia del mandato parlamentare mentre loro sono tutti uniti e compatti, come la falange macedone, sulle direttive emanate dal politburo del Pd meno L. E’ vergognoso, infatti, chi si discosta da tali imposizioni nel PD, bollare come disfattista o traditore mentre la coerenza dei parlamentari 5 stelle al loro programma viene stigmatizzata come conformismo piatto e acritico nonché  come supina accettazione del pensiero unico del leader leninista GRILLO. Ciò detto,  mi permetterà, tuttavia, di nutrire qualche perplessità soprattutto in ordine al fatto che un ritorno immediato alle urne potesse aumentare il consenso al Movimento in modo tale da poter raccogliere una maggioranza assoluta nei due rami del Parlamento. La storia ci insegna che il Popolo da sempre è volubile e che può passare, nell’arco di una sola settimana, dall’accoglienza trionfale del Messia a Gerusalemme alla sua condanna a morte. Mi creda che é proprio tale pericolo che mi indurrebbe a pensare che il Movimento dovrebbe, sia pure ob torto collo, dovrebbe concordare con il PD un governo a termine che deliberasse una nuova legge elettorale, i tagli della politica più evidenti e scandalosi e delle soluzioni più o meno efficaci a fronteggiare la drammatica situazione economica e sociale delle piccole e medie imprese e dei lavoratori ridotti alla fame. Ovviamente non dovrebbe presiedere tale ipotetico governo il Bersani il quale probabilmente non si é reso  conto che con l’operazione delle presidenze della camere sì é automaticamente auto escluso da ogni carica. Tanto per evitare  che lo scenario spaventoso attuale  si trasformasse in un futuro scenario apocalittico per la nostra amata Italia in cui o la vecchia Casta ritornasse più forte che mai o che la rabbia e la protesta dei poveri italiani prendesse la via della rivoluzione violenta. Distinti saluti. Achille

  • Attenzione …

    Potrebbe essere che qualcuno stia meditando anche al possiblità di una soluzione qui non contemplata.

    Il tentativo Bersani, così come tratteggiato dal Capo dello Stato, è evidentemente destinato al fallimento. Non ci sono i numeri certi chiesti da Napolitano e lo sanno bene tutti sin dall’inizio.

    Però potrebbe essere strumentale a prepare il colpo basso al M5S.

    Immaginate che Bersani domani rimetta il mandato nelle mani del Presidente dicendo che non esistono le condizioni per proseguire e che il Presidente dopo poche ore chiami pubblicamente Grillo per affidagli l’incarico.

    Immaginate che il giorno dopo sia il pd che il pdl si dichiarino diponibili a dare la fiducia ad un monoclore 5 stelle.
    Ben sapendo che possono “staccare la spina” quando vogliono

    Immaginate che il governo 5S si faccia …
    Avete presente la infinita possibilità di imboscate volte a “sputtanare” la capacità di governo del Movimento ?

    Potrebbero riuscire ad affossarlo definitivamente in pochi mesi facendo archiviare all’Italia questa esperienza come un breve delirio allucinatorio e riportare tutto come prima.

    Per quanto clamoroso, Non mi sembra del tutto peregrino lo scenario …

    Qualcuno ha commenti ?

     

    • Scenario impossibile.

      Dovrebbero spiegare perchè non votano l’abolizione dei vari finanziamenti, perchè non votano la riforma elettorale, il reddito di cittadinanza, insomma i 20 punti del M5S, che sono universali.

      non votare questi provvedimenti davanti all’opinione pubblica è come fare una passeggiata sull’autostrada contromano. Alle prossime elezioni rischiamo di fare un risultato bulgaro.

    • anche secondo me è uno scenario impossibile, perchè se 5S governassero, imporrebbero dapprima la trasparenza nelle votazioni parlamentari e poi voglio vedere come fanno a non sputtanarsi i corrotti sullescelte come rimborsi elettorali, TAV, reddito di cittadinanza ecc…

    • Beh Luxor, ottima osservazione, se questo fosse reale pero’ non potrebbero che perseguire le vie di Monti e cioè “ce lo dice l’europa”.

      Se si prosegue su questa linea noi non siamo Cipro o la Grecia, qui sono nate le brigate rosse, il terrorismo nero, è possibile uno scenario di guerra, le famiglie sono davvero sull’orlo della disperazione e gli imprenditori peggio. Basta una scintilla ed esplode l’enorme polveriera.

      La situazione è molto ma molto pericolosa, il fatto è che non si rendono conto che stano muovendosi come una mandria di elefanti in una cristalleria.

      Bisogna trovare un’escamotage immediato per venire fuori dall’euro e far saltare tutto il sistema nazista in atto. E’ l’unica soluzione. Cosi’ facendo sappiamo quali saranno i sacrifici da fare e li faremo fino ad obiettivo raggiunto. Se proseguiamo sulla via di Damasco non arriveremo mai a destinazione, saremo sempre piu’ affamati, l’uno contro l’altro, comincieremo a rubare nei supermercati, a rapinare le banche, basta guardare la grecia: è quello il percorso che abbiamo imboccato e non possiamo scappare, perchè lo ha deciso l’europa.

      FUORI SUBITO E BASTA

  • Concordo col professore e voglio  mandare un messaggio a claudio da recapitolare agli eletti che domani saranno di fronte a Gargamenlla: spiegategli che un governicchio per fare poche cose in questa fase è da irresponsabili, con le nuove tasse alle porte come TARES, anticipo IMU, aumento IVA e con FiscalCompact e ESM da rispettare ci vogliono misure urgenti e recuperare fondi velocemente come fermare TAV, acquistoF35, abolizione Province, tetti a Super stipendi e Pensioni, Finanziamenti pubblici a partiti e giornali …. tutte cose che loro hanno voluto e votato e sono tutte cose che rendono incompatibile il M5S col PD-L, ricordandosi che molto probabilmente una volta fatto il governo aumenteranno le pressioni esterne per privatizzare e tagliare con lo spettro di cipro.

  • Troll dai 16 ai 70 anni

    Comunicazione, Propaganda e Innovazione (PD)

    A.A.A. VOLONTARI CERCASI – Per le esigenze del Dipartimento Comunicazione del PD Roma, si ricercano le seguenti figure di volontari:

    * Democratici Comunicatori della Rete – età compresa fra i 16 e i 70 anni, dotati di computer e connessione ad Internet, buona conoscenza della rete, dei blog e dei social network, disponibili a frequentare un corso di formazione presso la Federazione di Roma, da impiegare nella diffusione delle notizie relative al PD e nel contrasto della disinformazione propalata sulla Rete. (100 posti)

    http://www.pdroma.net/dipartimenti/comunicazione-e-propaganda/

  • Professore,sono un suo collega,e mi occupo di storia e rapporti istituzionali.Non posso condividire la sua voglia di andare ad elezioni subito,perche’ sarebbe un disastro per l’italia,i recenti avvenimenti a Cipro,aprirebbero per  l’Italia le porte della speculazione,con esiti che potrebbero essere catastrofici per la nostra economia.lei ha elencato bene i vari scenari,tra i quali sicuramente il preferibile sarebbe un parlamento (essendoci in carica ancora un governo) che decide di legiferare subito su alcuni punti.Io aggiungerei ai suoi ,da subito, il reddito minimo garantito come da programma 5 stelle.Certo e’ difficile avere a disposizione la copertura economica ma sarebbe l’occasione per fare uscire allo scoperto i tanti esponenti della casta ,che in queste ultime settimane sembrano tutti concentrati a sollevare le sorti dei cittadini  italiani,e delle loro famiglie ,mentre invece pensano solo a salvarsi il culo o a come uscire nel caso di bersani da un buco in cui lui stesso si e’ infilato.Ma per fare questo ci vorrebbe in carica un governo serio,non come quello di Monti che ha dimostrato di nessere solo capace di scegliere le vie piu’ facili per ingraziarsi la casta internazionale dei banchieri e dei cancellieri (la Merkel) che lui e’ abituato a frequentare.Purtroppo non e’ possibile un governo Grillo, perche non ci sono i numeri,e forse perche’ ,anche, i nostri cittadini eletti hanno bisogno ancora di un po’ di tempo,aprendo le scatole della burocrazia parassitaria governativa,per capire quale selva inestricabile di leggi leggine e cespugli vari si e’ impadronita del sistema attuativo della nostra democrazia parlamentare,rendendolo un sistema fatto per  dire tutto e il contrario di tutto ma principalmente per rallentare, deviare,ostacolare tutto quello che di innovativo e a favore della gente comune viene discusso e approvato in parlamento.E sono convinto che i nostri cittadini eletti stanno imparando in fretta la lezione e gia’ oggi la Lombardi ce ne ha dato una dimostrazione,portando allo scoperto il tentativo del governo Monti di mettere in atto una porcata decidendoin  fretta e furia lo stanziamento dei 40 miliardi(per pagare i debiti dell’amministrazione alle nostre imprese)di cui 20 regalati di nuovo alle banche,(ma per caso forse, non riceve qualche commissione dall’ABI) con tutti questi soldi dati alle banche ?Quindi professore con un governo in carica come questo cosa ci possiamo aspettare ? che firmi senza un qualche ricatto leggi varate da questo parlamento ‘ a favore dei cittadini e di un cambiamento reale del fare politica? Io penso di no’.Monti si e’ rivelato un trasformista da prima repubblica altro che grande risorsa dello stato ! certo ci vorrebbe un miracolo,ma ancora non ci siamo attrezzati;allora meglio un governo pd pdl senza Bersani e Berlusconi,che attui le quattro leggi che abbiamo nominato prima,e che in un anno, allontanando dal precipizio-Cipro che e’ troppo vicino,la nostra Italia,ci porti alle elezioni.Noi 5 stelle avremmo le mani libere per dimostrare la nostra forza e la nostra capacita’ di incidere in parlamento e avremo il tempo, stando all’opposizione, e facendola seriamente e con incisivita’,di rafforzarci e prepararci alle nuove elezioni e nel frattempo presentando in parlamento tutte le proposte di legge che ci sono nel nostro programma.Bersani non vuole questo accordo perche sa’ che durante un anno noi riusciremo a logorarlo e non potra’ opporsi in parlamento a mettere in discussione le nostre proposte dopo averci corteggiato fino allo spasimo,e allo steso tempo non vuole con Berlusconi un governo che duri 5 anni.Berlusconi vuole un governo di 5 anni ma sa’ che non trovera’ nessuno disposto a seguirlo ,per cui alla fine accettera’ ,sara’ costretto da Napolitano ad accettare un governo di minima durata che approvi le leggi essenziali.Per noi e’ meglio stare a guardare denunciare i loro inciuci e premere per elezioni fra un anno dopo aver cambiato la legge elettorale,e fatto approvare alcune leggi essenziali per il rilancio dell’economia e che tutti a parole dicono di voler mettere nel loro programma.Certo non e’ la strada migliore, ma la meno peggiore per procedere, anche con dei piccoli cambiamenti, che dimostreremo di saper fare, in quella lunga marcia che abbiamo intrapeso,e che ha fatto sognare i 10 milioni di cittadini che ci hanno votato.

  • Tutto vero, benemerito e ben strutturato nell’esposizione, resta il fatto che ci siamo cacciati nell’angolo del “niet” dal quale dobbiamo uscire al più presto con una proposta, oggi non domani: la gente ci ha votato per fare cose giuste e concrete alla “Petrini” : a Roma si dice “chi tocca il pupo diventa papà ” tradotto significa che, se prima del voto potevamo permetterci di schifare tutto e tutti, oggi siamo una istituzione che, pure di sponda, regge il Sistema Repubblicano. Proponiamo dunque un un governo impossibile per gli apparati, ad esempio un governo  “Boldrini” formato da tutta gente esterna di alto profilo che attui il nostro programma : è una donna, è di fama internazionale, parla più lingue, è brava nell’organizzazione, gode di ottima credibilità internazionale, è determinata, l’abbiamo votata e, per di più, nella sostanza è più grillina di noi ! E’ l’unico modo per uscire dall’angolo buio nel quale ci siamo cacciati!

    Ad Mayora

    • sarebbe sicuramente un dibattito più interessante!

      confrontando sembra di partecipare ad un convegno sul’utilizzo delle formule armoniche di gigi d’alessio…

    • accidenti! non mi aspettavo tanta eleganza….dimostrazione che democrazia e tolleranza non ti appartiengo…meno male che i tuoi rappresentanti (fatta eccezione per la lombardi) sono un pochino meglio!

    • forse non conosci la traduzione esatta…

      ma c’era da aspettarselo!

      io spero, al contrario di quello che si possa pensare, che m5s abbia l’incarico…

      sapendo però che l’ultimo dei vostri onorevoli ha preso 22 voti e il primo qualche voto meno di tabacci, alla faccia della rappresentanza!

      già mi vedo la lombardi ad un incontro internazionale ripetere: le parti sociali siamo noi….. vi conosciamo da 20 anni….. fiducia no….. sorrisetto ebete…. spallucce a crimi…. sorrisetto ebete…. fiducia no…..

      a belli! svegliateve……

       

    • ma si, contento tu!ne riparliamo fra 5 anni…. stesso blog (se ci sarà!)il futuro é più il tuo che il mio (mi pare dal livello cognitivo!), io ho resistito a 50 anni di caf, dc, baffetto e silvietto, che vuoi che sia il nanoclown.qui non vedo nulla di nuovo… streaming = diretta televisiva (SKY le fa meglio)democrazia liquida = televotoblog = BBSsoldi = pubblicitàchi ci rimette = sempre gli stessiimbonitore = wanda marchi, silvio, grillo….a belli, svegliateve…. il cetriolo finisce sempre al solito posto come dicono i contadini (e il mio é al sicuro)

    • La mia è una famiglia di contadini e i cetrioli sono tutti nell’orto.

      Sarei curioso di sapere qual è il posto sicuro dove ti han piantato il cetriolo…

      Era meglio che non facevi sapere la tua età…. sembravi così simpatico… ora mi hai fatto triste… 🙁 

  • Ho ascoltato l’intervento di Di Battista sulla vicenda dei Marò.

     

    Eccezionale!!!

     

    Fate la stessa cosa sui temi economici e avrete tutto il paese dalla vostra parte.

     

    Vuoi vedere che diventiamo sul serio un paese serio?

     

    Presto, subito un post sul primo discorso del M5S!!!

  • Posto uno stralcio di un articolo di Paolo Flores D’Arcais:

     

    Grillo e Casaleggio lo consentiranno? Perché si pecca per atti ma anche per omissioni. Se il M5S starà a guardare, anziché gettare nella lotta per la scelta del Presidente della Repubblica tutta la forza di quasi nove milioni di elettori, non potrà evitare l’accusa di ponziopilatismo, perché anche un cieco vede l’abisso che separa Rodotà da Amato e Zagrebelsky da Marini. Quei quasi nove milioni di italiani hanno delegato il M5S a realizzare un’Altrapolitica, non a trastullarsi con polverose autoreferenzialità di movimento. Il mandato di quei milioni di cittadini è imperativo: un Presidente contro l’inciucio.

     

    Il link all’articolo:

     

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/26/presidente-della-repubblica-contro-linciucio/542716/

     

    Con le dovute differenze stitilistiche, quello che esprime e’ esattamente quello che ho cercato di dire nei vari interventi che ho fatto in precedenza. Trovo assolutamente vitale che il M5S prenda parte decisiva nella scelta del presidente della Repubblica. Se non capite questo, mi sa che state peccando di vero dilettantismo. Deve scendere a compromessi per fare cio? Si, e quindi? Non potete pensare di rimanere vergini dentro ad un bordello! Potete scegliere di perdere la verginita’ attraverso un matrimonio di interesse o facendovi sodomizzare a passo di carica contro la vostro volonta’ dagli energumeni che dentro al bordello ci sguazzano da decenni.

  • io nn sono d’accordo, mi dispiace. L’atteggiamento del M5S butta ilPd nelle braccia del Pdl e spiana la strada all’inciucio? Perchè nn affiancare Bersani e costringere a fare quello che deve fare ADESSO. Stiamo diventando sempre più poveri, le aziende fatturano ogni giorno di meno e la gente viene licenziata ogni giorno. NOI nn possiamo aspettare Giugno per buttare soldi in nuove inutili elezioni che NON cambieranno le cose e a mio avviso a giugno il M5S prenderà meno voti xke l’ppinione pubblica sarà stata manipolata così tanto da ritenere il movimento responsabile di quel che è successo. Abbiamo bisogno di cambiamento ORA E SUBITO nn abbiamo tempo x aspettare

    • Il contenuto TROLLISTICO del tuo commento si evince dallo stupro perpetrato alla lingua italiana.

      Probabilmente anche il diploma delle medie lo hai preso(?) facendo i compiti scritti tramite SMS.

      ERGO: non sei credibile come infiltrata e non meriti la tua paghetta da trollina piddina.

       

       

    • scusa leggo solo adesso il tuo intelligentissimo commento a cui preferisco non dare spazio. volevo solo avvisarti che nn sn un “infiltrato” purtroppo per te…

  • james62 ha scritto :
    Non sono d’accordo. Il M5S non e’ responsabile della situazione dell’Italia, ma se mantiene questa linea “agli occhi della gente” diventa immediatamente il responsabile di un eventuale ritorno alle urne, che avverrebbe anche con la stessa legge elettorale (checche’ ne dica Becchi). E sarebbe punito, ne sono piu’ che certo: non perche’ leggo i sondaggi, ma perche’ ascolto la gente, gli amici, i colleghi. L’umore e’ gia’ cambiato intorno al Movimento. Possiamo gridare anche ai quattro venti che tutto questo non e’ colpa del Movimento, possiamo dire che e’ la strategia dei partiti quella di far ricadere la colpa di un eventuale fallimento del governo sul movimento, ma e’ esattamente cio’ che la gente percepisce. Non conta la “verita’ assoluta”, ma la sua percezione. E inoltre finiamola di dire che il M5S e’ il primo partito e quindi tocca a lui tentare di fare il governo! Sappiamo benissimo che alle elezioni gli altri si sono presentati in coalizione e hanno avuto piu’ voti: costituzione alla mano, tocca a Bersani il primo tentativo. Poi continuate a parlare di partiti morti, quando in realta’ questi prendono ancora la stragrande maggioranza dei consensi degli italiani!! Come pensate che voteranno questi italiani alle prossime elezioni, soprattutto se avverranno abreve? Secondo me vi state facendo dei film di fantascienza! Anzi, fantapolitica. Ma possibile che solo io sono circondato da “piddini” incazzati neri, che stanno facendo quadrato intorno al loro partito come non si vedeva da anni? E vogliamo parlare del pdl? Non sto parlando dei politici, sto parlando della gente!

  • Caro Paolo, quello che dici l’ho pensato anche io, quindi non posso che approvarti. Lo sappiamo che bersani non è quella brava persona che appare in tv, se fosse una “brava” persona  ed “onesta”, non farrebbe apparire ilM5S come il responsabile del futuro politico del nostro paese. Ho virgolettato “onesta”, perchè non mi pare molto onesto l’inciucio del PD con i fatti del MPS, le loro fondazioni fasulle, e le banche che gli reclamano crediti per miliardi. Onestà è, quella che bersani dicesse al popolo italiano, che i debiti loro, sono stati riversati sulle spalle degli  italiani ignari, e che quindi, un parte della crisi che stiamo vivendo, è anche opera del PD, e tralascio i debiti delle Coop, ed altri assets del PD. Anche io come te, temo le sirene di Ulisse, che possano convincere i nostri giovani cittadini parlamentari, a votare la fiducia, sperando che non si facciano almeno comprare. Tutto è in mano alla loro coscienza, coscienza che anche se giovane, non voglio pensare sia tenue come un filo d’erba. Forse ai “miei” tempi si, quando l’informazione era solo data da giornali, e le tv non esistevano. Spero nell’onestà intellettuale data al movimento, quando si sono candidati, e quando hanno fatto loro, i principi ed il programma del movimento.Il M5S deve andare avanti per la sua strada descritta a chiare lettere nel programma, e quindi MAI dare fiducia a nessuno sporco partito come quelli definiti della I II repubblica

     

    Tuo amico – alvise – genova

  • luca.manzoni ha scritto :
    Rob…giusto a pennello , parlando di riforme ed economia…vai e corri sul blog di grillo per vedere la prima Cantonata , sulla questione delle banche da parte della Lombardi . Incominciamo bene.

     

    Si e gliel’ho anche scritto dove potevo, che stavano prendendo una cantonata.

     

  • A proposito di economia, posto uno stralcio di un articolo di Domenico De Simone:

     

    Il PIL, il deficit pubblico, il debito pubblico sono gli strumenti del grande inganno, che hanno creato una società che ingrassa gli usurai e mortifica il lavoro, distrugge la creatività e genera schiavitù, produce ingiustizia e miseria e nasconde la ricchezza. L’ambiente malsano in cui questi strumenti funzionano è l’economia del debito.

     

    Lo stralcio e’ tratto dal seguente link, dove spiega il reddito di cittadinanza, quello vero, diverso dal reddito di sussistenza presente nel programma del M5S:

     

    http://domenicods.wordpress.com/2013/03/26/perche-il-reddito-di-cittadinanza-universale-e-non-il-minimo-di-sussistenza/#more-1211

     

  • una cosa semplice cioè, come ha detto don gallo: “il pd deve abbassare la testa e dare la priorità al m5s”, ora poi che ha avuto le due presidenze ancor di più. 1′, mi sembra ovvio che non possono neanche più pensare ad un inciucio col pdl, sarebbe un suicidio! perciò l’alternativa senza accordo col m5s sarebbe elezioni. 2′, a questo punto però, anche se da una parte si saranno fatti vedere compatti, un minuto dopo comincerebbero le lotte intestine tra renziani e bersaniani con spaccatura a favore del 1′, che farebbe di certo perdere adesioni a favore del m5s. vedi il pensiero Emiliano& C.. 3′, ciò porterà inevitabilmente a perdere le prossime elezioni, e molto probabilmente saranno superati anche dal pdl se ci sarà ancora berlusconi. il pdl esiste solo grazie a berlusconi, ed è una fortuna perchè cmq non gli è rimasto molto, sia di vita politica che di vita propria! tirando le somme, se bersani abbassasse la testa potrebbe, con 1a, la 1’a, la sola, l’unica mossa di sinistra, mantenere il pd e il suo posto, (altrimenti arriva renzi), mandare a casa anticipatamente il pdl per sempre, dimostrare per la 1’a volta il senso di responsabilità tanto di moda ma solo a parole, dare modo di fare quelle riforme proposte dal m5s che cmq servono a tutti gli italiani. prendiamo esempio dalla chiesa, almeno una, questa volta, umiltà misericordia servizio a favore dei più deboli e del creato! invece di usare l’orgoglio e ancor peggio la superbia!!                
    lucio-vitali

  • amici del m5s, carissimo prof. becchi, io dico: non siamo noi che dobbiamo dare la FIDUCIA, ma sono loro che dovrebbero darci la FIDUCIA! e in quel caso si garantirebbero, nostro malgrado, pure la possibilità di continuare a vivere politicamente sfruttando la società, come hanno fatto e sanno solo fare!! perchè la responsabilità parola strausata, non se l’hanno mai presa!! vedi governo rigor-mortis! in quel tempo di inciuci da parte del pd-l+pdl e di catastrofi vedi sopra, hanno preso lo stipendio senza fare un cazzo lavandosi le mani della responsabilità!! vigliacchi!! sfruttatori!! ipocriti!! vergognatevi!!           E’ finita, o si fa a modo nostro o andate a casa senza ritorno!!       lucio-vitali

  • sulla legge elettorale:
    3 posti ogni milione di elettori, o 5 in caso delle 2 camere, cioè saranno eletti direttamente coloro che avranno avuto +%ale tra tutti gli elettori, i più eletti singolarmente. i candidati dovranno scegliere prima del voto a quale partito movimento e/o schieramento appartenere. la percentuale di premio sarà pari all’astensione eventuale che si avrà ogni volta. questa mi sembra matematica pura e democrazia assoluta, oltre al fatto che si sceglierà direttamente il parlamentare. in più riguardo all’art.67 il parlamentare dovrà dichiarare prima, insieme alla sua appartenenza a partiti movimenti schieramenti, se vorrà usufruirne o meno, perchè in questo caso saranno rispettati i diritti sia degli elettori, che non vogliono scilipotizzazioni a sorpresa, sia i parlamentari se vorranno scilipotizzarsi.
    matematica + democrazia = rispetto dei diritti delle persone.
    lucio-vitali

  • alvise ha scritto :
    Caro Paolo, quello che dici l’ho pensato anche io, quindi non posso che approvarti. Lo sappiamo che bersani non è quella brava persona che appare in tv, se fosse una “brava” persona  ed “onesta”, non farrebbe apparire ilM5S come il responsabile del futuro politico del nostro paese. Ho virgolettato “onesta”, perchè non mi pare molto onesto l’inciucio del PD con i fatti del MPS, le loro fondazioni fasulle, e le banche che gli reclamano crediti per miliardi. Onestà è, quella che bersani dicesse al popolo italiano, che i debiti loro, sono stati riversati sulle spalle degli  italiani ignari, e che quindi, un parte della crisi che stiamo vivendo, è anche opera del PD, e tralascio i debiti delle Coop, ed altri assets del PD. Anche io come te, temo le sirene di Ulisse, che possano convincere i nostri giovani cittadini parlamentari, a votare la fiducia, sperando che non si facciano almeno comprare. Tutto è in mano alla loro coscienza, coscienza che anche se giovane, non voglio pensare sia tenue come un filo d’erba. Forse ai “miei” tempi si, quando l’informazione era solo data da giornali, e le tv non esistevano. Spero nell’onestà intellettuale data al movimento, quando si sono candidati, e quando hanno fatto loro, i principi ed il programma del movimento.Il M5S deve andare avanti per la sua strada descritta a chiare lettere nel programma, e quindi MAI dare fiducia a nessuno sporco partito come quelli definiti della I II repubblica   Tuo amico – alvise – genova

    Ineccepibile Commento!!!

  • Non condivido tutto quello che ha in agenda il M5S, ci sarebbe da aggiungere altro e qualcosa lo lascerei da parte per il momento. Ma una cosa mi fa tifare per M5S e per la politica dei cittadini: la coerenza a proseguire una linea nel bene e nel male. Corenza sempre.

    Grazie

  • Va bene tutto. Sono d’accordo. Ma – e c’è un ma grandissimo – stiamo commettendo un errore gravissimo. Non siamo visibili per tutti. Io sto seguendo un blog per informarmi e chi non lo segue è massacrato dai media di destra, di sinistra e di centro: praticamente tutto il mondo. Ribadisco la linea di demarcazione tra quelli che erano a conoscenza del programma e tutti gli altri non lo conoscevano, non lo conoscono e tanto meno si informeranno, che hanno votato per qualsiasi altro motivo: rivalsa, rabbia, disperazione, il meno peggio (sic! anche questo, si.). Senza questi ultimi dell’ultima ora non si sarebbe mai raggiunto il risultato finale. Ora, però, li stiamo perdendo tutti, o quasi, questi (purtroppo per loro) ignoranti delle ragioni del Movimento. Ad eventuali prossime votazioni rimarrebbe lo zoccolo duro del Movimento: non più del 9-10%. E allora bisogna fare qualcosa per fare arrivare, non a quelli come me, che sono consapevoli e conoscono la situazione, ma a tutti gli altri, la spiegazione del perché delle ragioni del Movimento. Per quanto si faccia girare un articolo come quello che sto commentando, questo arriverebbe a chi l’articolo lo ha già letto o lo leggerà domani, cioè a quelli che il blog lo seguono e non hanno certamente  bisogno di leggere il mio commento. C’è bisogno di andare oltre noi che stiamo qui a commentare. Bisogna utilizzare i media tradizionali per spiegare, spiegare e spiegare. Caro Messora, parlane con Beppe. Possibile che non si capisca che senza questa mossa il Movimento non avrà uno splendido futuro ma solo un futuro di rimpianti di un presente splendido?

    • Questo rischio esiste.Grillo, Casaleggio e Messora lo conoscono, non sono stupidi.Ma non andremo tanto presto a nuove elezioni.Ciò non toglie che adesso comunicare solo sul web, o perlomeno come fatto fin’ora non basta più.Ci vuole un nuovo livello.Quale sia io ancora non lo so.Ma è necessario come l’aria.

    • Con i giornali mi sembra una battaglia persa in partenza perchè è il giornalista che scrive, taglia, cuce e impacchetta il suo articolo, stile e obiettività le stiamo apprezzando da mesi.

      La TV dei telegiornali idem, forse partecipare ad alcuni talk-show potrebbe avere senso o a qualche intervista stile Fazio con le domandine preparate giusto per far sentire anche la voce del M5S.

      Comunque oltre ai giornali, allaTv, al web esiste anche il passaparola, il risultato di queste elezioni non è stato determinato solo dal web, ma dalle piazze piene. Molti giovani hanno convinto i padri e i nonni.

      Bisogna insistere, se ci crediamo.

  • Concordo e sottoscrivo quanto affermato dal prof. Becchi e per quanto riguarda gli ignavi gli ricordo: “… non ti curar di loro, ma guarda e passa..”.

  • Mi trovo perfettamante daccordo con la disanima di Paolo Becchi. M5S l’unica forza politica coerente da sempre. Vorrei dire a tutti coloro che in buona fede , per ignoranza o per pigrizia mentale, credono ancora nella irresponsabilità di questo movimento, che

    1) Il M5S non è responsabile dello stallo politico attuale perchè, tale stallo è figlio di indecisioni dei governi precedenti fatti dai soliti noti .

    2) I voti presi dal M5S provengono da elettori cittadini che hanno scelto così, perchè si sono informati dei propositi e delle intenzioni politiche del movimento, nato per il vero cambiamento e con il proposito di NON scendere a compromessi con i partiti e con un programma base ben definito che è oramai scolpito nella roccia.

    Ritengo che i cittadini come me che hanno votato il M5S , non sono stati traditi e sarei pronto a rivotare questa linea di cambiamento alle prossime elezioni che non tarderanno ad arivare.

    Gli incoerenti, gli irresponsabili e gli incompetenti sono purtroppo ancora la maggioranza che NON intende lasciare il testimone al nuovo che avanza e si aggrappa alle vesti del proprio partito politico a spese di tutti noi.

    Alziamoci in piedi e prendiamo coraggio. Il loro marcio orgoglio non fa notare alle loro intrappolate coscienze, che il futuro dei nostri figli (ma anche dei loro figli) sta pericolosamente entrando a folle velocità , in un binario morto!

    LORO non sanno quello che fanno, e da sopra le nuvole le stelle saranno indifferenti al nostro destino che non è scritto.

    Scriviamolo noi!

     

     

  • Mi trovo perfettamante daccordo con la disanima di Paolo Becchi. M5S l’unica forza politica coerente da sempre. Vorrei dire a tutti coloro che in buona fede , per ignoranza o per pigrizia mentale, credono ancora nella irresponsabilità di questo movimento, che

    1) Il M5S non è responsabile dello stallo politico attuale perchè, tale stallo è figlio di indecisioni dei governi precedenti fatti dai soliti noti .

    2) I voti presi dal M5S provengono da elettori cittadini che hanno scelto così, perchè si sono informati dei propositi e delle intenzioni politiche del movimento, nato per il vero cambiamento e con il proposito di NON scendere a compromessi con i partiti e con un programma base ben definito che è oramai scolpito nella roccia.

    Ritengo che i cittadini come me che hanno votato il M5S , non sono stati traditi e sarei pronto a rivotare questa linea di cambiamento alle prossime elezioni che non tarderanno ad arivare.

    Gli incoerenti, gli irresponsabili e gli incompetenti sono purtroppo ancora la maggioranza che NON intende lasciare il testimone al nuovo che avanza e si aggrappa alle vesti del proprio partito politico a spese di tutti noi.

    Alziamoci in piedi e prendiamo coraggio. Il loro marcio orgoglio non fa notare alle loro intrappolate coscienze, che il futuro dei nostri figli (ma anche dei loro figli) sta pericolosamente entrando a folle velocità , in un binario morto!

    LORO non sanno quello che fanno, e da sopra le nuvole le stelle saranno indifferenti al nostro destino che non è scritto.

    Scriviamolo noi!

     

     

  • valjant ha scritto :
    Va bene tutto. Sono d’accordo. Ma – e c’è un ma grandissimo – stiamo commettendo un errore gravissimo. Non siamo visibili per tutti. Io sto seguendo un blog per informarmi e chi non lo segue è massacrato dai media di destra, di sinistra e di centro: praticamente tutto il mondo. Ribadisco la linea di demarcazione tra quelli che erano a conoscenza del programma e tutti gli altri non lo conoscevano, non lo conoscono e tanto meno si informeranno, che hanno votato per qualsiasi altro motivo: rivalsa, rabbia, disperazione, il meno peggio (sic! anche questo, si.). Senza questi ultimi dell’ultima ora non si sarebbe mai raggiunto il risultato finale. Ora, però, li stiamo perdendo tutti, o quasi, questi (purtroppo per loro) ignoranti delle ragioni del Movimento. Ad eventuali prossime votazioni rimarrebbe lo zoccolo duro del Movimento: non più del 9-10%. E allora bisogna fare qualcosa per fare arrivare, non a quelli come me, che sono consapevoli e conoscono la situazione, ma a tutti gli altri, la spiegazione del perché delle ragioni del Movimento. Per quanto si faccia girare un articolo come quello che sto commentando, questo arriverebbe a chi l’articolo lo ha già letto o lo leggerà domani, cioè a quelli che il blog lo seguono e non hanno certamente  bisogno di leggere il mio commento. C’è bisogno di andare oltre noi che stiamo qui a commentare. Bisogna utilizzare i media tradizionali per spiegare, spiegare e spiegare. Caro Messora, parlane con Beppe. Possibile che non si capisca che senza questa mossa il Movimento non avrà uno splendido futuro ma solo un futuro di rimpianti di un presente splendido?

    Si questo pensiero è sempre presente ad ogni post che scrivo o che leggo.

    Gli elettori che non sono convinti e che come hai detto, forse sceglieranno altre strade, saranno rimpiazzati da un numero molto maggiore che rafforzeranno il M5S . Questo è dovuto al fatto che, la TV ha iniziato a parlarne e credo che questo risveglierà un po il senso critico di molti indecisi.

    Se non sarà così, le conseguenze saranno devastanti e a scegliere per noi , non saranno i cittadini ma tecnocrati di oltre confine di quelli che se ne fregano del destino dell’Italia ma pensano solo alle proprie tasche.Molti siedono al parlamento ma alcuni, lavorano da sempre  da dietro le quinte.

  • valjant ha scritto :
    Va bene tutto. Sono d’accordo. Ma – e c’è un ma grandissimo – stiamo commettendo un errore gravissimo. Non siamo visibili per tutti. Io sto seguendo un blog per informarmi e chi non lo segue è massacrato dai media di destra, di sinistra e di centro: praticamente tutto il mondo. Ribadisco la linea di demarcazione tra quelli che erano a conoscenza del programma e tutti gli altri non lo conoscevano, non lo conoscono e tanto meno si informeranno, che hanno votato per qualsiasi altro motivo: rivalsa, rabbia, disperazione, il meno peggio (sic! anche questo, si.). Senza questi ultimi dell’ultima ora non si sarebbe mai raggiunto il risultato finale. Ora, però, li stiamo perdendo tutti, o quasi, questi (purtroppo per loro) ignoranti delle ragioni del Movimento. Ad eventuali prossime votazioni rimarrebbe lo zoccolo duro del Movimento: non più del 9-10%. E allora bisogna fare qualcosa per fare arrivare, non a quelli come me, che sono consapevoli e conoscono la situazione, ma a tutti gli altri, la spiegazione del perché delle ragioni del Movimento. Per quanto si faccia girare un articolo come quello che sto commentando, questo arriverebbe a chi l’articolo lo ha già letto o lo leggerà domani, cioè a quelli che il blog lo seguono e non hanno certamente  bisogno di leggere il mio commento. C’è bisogno di andare oltre noi che stiamo qui a commentare. Bisogna utilizzare i media tradizionali per spiegare, spiegare e spiegare. Caro Messora, parlane con Beppe. Possibile che non si capisca che senza questa mossa il Movimento non avrà uno splendido futuro ma solo un futuro di rimpianti di un presente splendido?

    Si questo pensiero è sempre presente ad ogni post che scrivo o che leggo.

    Gli elettori che non sono convinti e che come hai detto, forse sceglieranno altre strade, saranno rimpiazzati da un numero molto maggiore che rafforzeranno il M5S . Questo è dovuto al fatto che, la TV ha iniziato a parlarne e credo che questo risveglierà un po il senso critico di molti indecisi.

    Se non sarà così, le conseguenze saranno devastanti e a scegliere per noi , non saranno i cittadini ma tecnocrati di oltre confine di quelli che se ne fregano del destino dell’Italia ma pensano solo alle proprie tasche.Molti siedono al parlamento ma alcuni, lavorano da sempre  da dietro le quinte.

  • stefanos ha scritto :
    infatti è molto semplice ma siccome ci sono delle regole da rispettare, mi chiedo: il M5S ha presentato un DDL in tal senso? se SI cerchi relazioni per portarlo in discussione prima possibile, se NO, cosa aspetta?

    concordo al 100% ma la verità non piace, se i citadini che infangano il m5* si ponessero almeno qualche domanda con un minimo di logica saremo un bel passo avanti. Se poi avessero la brillante idea di “”filtrare” le risposte si accorgerebbero        che sono costruite in serie.

     

  • stefanos ha scritto :
    infatti è molto semplice ma siccome ci sono delle regole da rispettare, mi chiedo: il M5S ha presentato un DDL in tal senso? se SI cerchi relazioni per portarlo in discussione prima possibile, se NO, cosa aspetta?

    concordo al 100% ma la verità non piace, se i citadini che infangano il m5* si ponessero almeno qualche domanda con un minimo di logica saremo un bel passo avanti. Se poi avessero la brillante idea di “”filtrare” le risposte si accorgerebbero        che sono costruite in serie.

     

  • IERI HO AVUTO L’IMPRESSIONE CHE SIAMO TROPPO AVANTI

    Ieri ho visto la trasmissione Ballaro’.

    Parlavano come al solito di fatti che non hanno nulla a che fare con la politica.

    Ad un certo punto hanno fatto parlare (stranamente) la Undiemi la quale ha colto come al solito il cuore del problema e cioè il MES, il pareggio di bilancio, tutta roba che lei conosce bene e che spesso sono in linea con il pensiero del M5S.

    Ho avuto l’impressione che nessuno capisse nulla di quello che diceva, Lupi  le ha risposto con un argomento completament diverswo da quello discusso evidentemente imbarazzato dalla scarsa conoscenza dell’argomento. Addirittura Giannini ignorava completamente le cose che la Undemi raccontava.

    Ho avuto insomma l’impressione e forse la conferma che i punti fondametali del M5S sono sconiosciuti persino a chi è dentro la politica.

    Un segno chiaro che sono li a schiacciare il bottone della preferenza in maniera pilotata, nell’ignoranza piu’ assoluta e fuori dal sentimento popolare.

    QUESTA GENTE DEVE ANDRE VIA TUTTA. NO ACCORDI CON NESSUNO. FUORI DALL’EUROPA SUBITO. SOVRANITA’ MONETARIA SUBITO.

    • C.zzo Luxor quando parlava la Undiemi mi sembrava di ascoltare Morricone: Thema di Deborah – c’era una volta in america.

      Ciao amico.

  • james62 ha scritto :
    Non sono d’accordo. Il M5S non e’ responsabile della situazione dell’Italia, ma se mantiene questa linea “agli occhi della gente” diventa immediatamente il responsabile di un eventuale ritorno alle urne, che avverrebbe anche con la stessa legge elettorale (checche’ ne dica Becchi). E sarebbe punito, ne sono piu’ che certo: non perche’ leggo i sondaggi, ma perche’ ascolto la gente, gli amici, i colleghi. L’umore e’ gia’ cambiato intorno al Movimento. Possiamo gridare anche ai quattro venti che tutto questo non e’ colpa del Movimento, possiamo dire che e’ la strategia dei partiti quella di far ricadere la colpa di un eventuale fallimento del governo sul movimento, ma e’ esattamente cio’ che la gente percepisce. Non conta la “verita’ assoluta”, ma la sua percezione. E inoltre finiamola di dire che il M5S e’ il primo partito e quindi tocca a lui tentare di fare il governo! Sappiamo benissimo che alle elezioni gli altri si sono presentati in coalizione e hanno avuto piu’ voti: costituzione alla mano, tocca a Bersani il primo tentativo. Poi continuate a parlare di partiti morti, quando in realta’ questi prendono ancora la stragrande maggioranza dei consensi degli italiani!! Come pensate che voteranno questi italiani alle prossime elezioni, soprattutto se avverranno abreve? Secondo me vi state facendo dei film di fantascienza! Anzi, fantapolitica. Ma possibile che solo io sono circondato da “piddini” incazzati neri, che stanno facendo quadrato intorno al loro partito come non si vedeva da anni? E vogliamo parlare del pdl? Non sto parlando dei politici, sto parlando della gente!

    “quello che ci si ostina a non voler capire è che i giochi sono finiti,le chiacchiere a ZERO! Un governo in prorogatio è un’alternativa e risposta che sta dando il M5* ai partiti ma sopratutto al popolo per far capire che se si vuole “governare” le leggi si possono fare senza nessuna alleanza. Il segreto sta tutto nel domandarsi: <perché la casta non vuole iniziare a far subito delle leggi che servono urgentemente al paese?, pur sapendo che si possono fare benissimo e perde tempo (come ha sempre fatto) nel polemizzare e dividere il popolo con alleanze varie  nascondendo la verità  con la diffusione di false notizie??>>????? Come si fa a credere a ciò che diffondono i media senza dare almeno un piccolo sguardo a un giornale,radio,TV che non appartenga ai partiti????  Oste com’è il vino????????  IL vino è BONO..no! come volete che sia!!

    La fornero circa un anno fa fece cambiare immediatamente ciò che riportavano alcuni giornali  riguardo all’INPS, che dichiarava candidamente l’impossibilità di continuare a pagare le pensioni dal 2014 (mi pare), oppure i 260Mila licenziamenti nei posti pubblici ,fatti slittare al dopo elezioni e mi fermo qui. Chi segue l’M5* ricorda molto bene sti simpatici avvenimenti diversamente da chi aSPETTA LA RESTITUZIONE DELL’IMU O IL PROGRAMMA DI BERSANI PRESO DA MONTI.

    Sono sicurissimo che faccia a faccia con queste realtà qualcuno inizierà a raggionare con la testa e non con i piedi, ne vedremo delle belle.

     

     

     

     

     

     

    • Questo continuo e frenetico uso di termini qualunquisti  come “la casta”  o slogan da campagna elettorale, mandano in vacca  qualsiasi tentativo di un dialogo serio ed equilibrato basato su argomentazioni pragmatiche.

      Abbiamo appena superato i 20 anni di berlusconismo e la sua lotta contro il “comunismo” .

      La storia, come noto, tristemente  si ripete  

  • Non sono molto daccordo.

    Tutto quello che succede è subordinato alle direttive nazieuropee. Qualsiasi cosa si faccia ci allontana sempre di piu’ dalla soluzione dei problemi. lo scopo dei malviventi  è sempre quello di costringerci a cedere un pezzo di sovranità in piu’.

    Non ci sarà mai nessuna soluzione e nessuna idea che possa aiutarci nell’immediato ad invertire le manovre del terrore e la costrizione forzata alla carestia che ci colpisce e ci divora piano piano. L’unica cosa che possiamo fare è preparare immediatamente un piano strategico che ci accompagni immediatamente fuori dall’euro (vedi Bagnai), nella consapevolezza che non saranno rose e fiori, ci accollerermo i problemi del caso fino ad uscire dal tunnel buio in cui siamo precipitati e che continuamente ci trascina sempre piu’ a fondo.

    FUORI SUBITO DALL’EURO O SARA’ TROPPO TARDI.

    • Voi confondete l’obiettivo con il metodo. Se si torna a votare nel giro di pochi mesi, il M5S si ritrovera’ con un pugno di mosche. Poi griderete alla luna per il resto della vita.

  • Visto il colloquio con Bersani.Lui nervosetto e meno simpatico di quel che avrei creduto.Lombardi e Crimi bravi ma monocordi nella loro pedissequa insistenza sul “non ci fidiamo più di voi”.Esempio: Bersani dice che pur non arrivando a condividere la proposta di referendum sull’euro del M5S, si rende conto che l’Europa così com’è non va.A quel punto invece di ripetere che “sembra di sentire Ballarò”, “non vi crediamo più dopo vent’anni”, sarebbe stato molto meglio dire ” ma il Fiscal Compact lo avete votato voi”.Restate troppo sul generalista in ecoonomia e se da un lato la proposta del referendum sulla moneta unica ha il pregio di fare audience, dall’altro è semplicemente irrealizzabile così come lo è un’uscita unilaterale.Cominciate a dire che vi auspicate una nuova zona euro senza la Germania ma con Francia, Spagna,Grecia, Portogallo e forse Irlanda; fate sentire la vostra voce sulla questione dell’euro con interventi che dimostrino consapevolezza e capacità di progettare al di fuori degli schemi finora imposti.

    • “Restate troppo sul generalista in ecoonomia e se da un lato la proposta del referendum sulla moneta unica ha il pregio di fare audience, dall’altro è semplicemente irrealizzabile così come lo è un’uscita unilaterale. “

       

      Il referendum sull euro  non è che non sia irrealizzabile.. è semplicemente una nefandezza che farebbe storia…Tu puoi immaginare un chirurgo che sceglie di operare un paziente in base al voto dei presenti nell ospedale ?? 

      Ecco stiamo parlando della medesima boiata ma in versione economica… Milioni di persone completamente incompetenti o addirittura al limite dell analfabetismo che sceglieranno riguardo un operazione macroeconomica delicatissima di un intera nazione. Nessun problema prontamente arrivano quelli che hanno studiato economia guardando zeitgeist o letto qualche libretto di un loro idolo a tranquillizzarci


    • ” Queequeg ti do un consiglio ..lasciali stare questi 2 che sono “le due facce della stessa medaglia”. 

       

      Se non si hanno argomenti meglio lasciar stare hai ragione :D. Uno cerca di far ragionare, ma poi ci si stanca capisci ?

    • Inutile argomentare con voi 2 ,  non fate altro che commentare tutte le notizie e tutti i commenti a calce.

      Uno attacca continuamente ( a prescindere ), qualsiasi articolo e qualsiasi commento in maniera negativa e distruttiva.’

      L’altro invece ti si mette dietro, ti accarezza, te lo struscia ed al momento opportuno……. spinge.

      Questa é l’idea che mi son fatto di voi leggendovi da quando un mese fá siete comparsi sul blog.

      Comunque vi voglio bene , date colore al blog .

       

       

       

    • <<PS: Te sei l’altro!!>>

      Fantastico!! Mi hai fatto sganasciare…

      Andreino faceva il finto tonto… viscido come le bisce d’autunno.

       

    • Ahaha! Sig. Manzoni Lei fa tenerezza, le faccio notare (per sicuro) che milioni di persone completamente incompetenti e lobotomizzate hanno paura di uscire dall’euro, perchè in maniera molto infantile preferiscono farsi tenere per mano dalle lobby , dalla bce, se no si sentono persi nel mare dell’inflazione, questo grazie alla propaganda strumentale millenaria della sinistra fascista. Ha ragione il referendum non va fatto, DOBBIAMO uscire dalla moneta unica senza sè  e senza ma, senza chiedere ai bimbi ( lo facciamo anche per loro! :=)  ). Il No a Bersani da parte del Movimento è stato esemplare. Vogliamo la sovranità totale subito

    • Ora ho capito da chi prende le sue belle maniere

      http://goofynomics.blogspot.it/2013/03/la-morale-della-favola-cipriota.html

      Guardatevi qui, in fondo all’intervento di Bertinotti, il suo intervento su quella povera idiota piddina di p.p. – nome omen (scusatemi, oggi mi riesce troppo faticoso nascondere il disprezzo per le persone che disprezzo. Le anime belle mi scuseranno – e del resto disprezzo anche loro)

      Capirete così che chi vi dice che “non è possibile” e “sarebbe una catastrofe” vi sta semplicemente prendendo in giro (o è un imbecille)

      Commovente la solidarietà e lo spirito fraterno che ha verso il prossimo…Poi magari qualcuno mi spiega come può cambiare le cose una persona che odia e disprezza chi la pensa diversamente da lui in maniera così profonda.

    • E tuttavia come Bagnai pure io ho molte perplessità sull’ euro, bene visto che segui regolarmente quel blog perchè invece di postare insulti come hai fatto IN OGNI TUO SINGOLO COMMENTO FINO AD OGGI non controbatti fornendo link (anche sul tuo sito di riferimento) o non posti ragionamenti che contraddicono quelli del tuo interlocutore ? In tal modo potremmo far contento il proprietario di questo blog, evitando di trasformare ogni thread in una bettola con tanto di rutti e risse.

      Cosa dici, ci stai ?

    • Bravissimo Andreino,

      VAI e LINKA Bagnai nei blog in cui vai a trollare, contribuendo a un po’ di sana divulgazione. Se la pensi(?) come il Professore.

      Almeno darai un senso alla TUA MISERABILE VITA virtuale.

       

      p.s. claudicante.minzolino da trollino piddino viene declassato a BIMBOMINKIA

      p.p.s.s. adoro le bettole con rutto libero, a noi burinazzi ignoranti ci piace così… e all’oste interessa più che altro il conto 😉

      p.p.p.s.s.s. l’unico punto a cui NON avete dato feedback sono gli auguri di Pasqua: ERGO non meritate neanche l’onore delle armi 🙁

  • Siamo in piena guerra economica e la flotta delle banche del nord ed indotti capitanati dalla Tedeschia ci stanno radendo al suolo.

    Come da tradizione colonialista al timone delle navi della periferia ci sono intrepidi Capitan schettino, mafiosi, imbecilli, zoccole e collaborazionisti (gli ultimi due in par-meretricio).

    I giornali di bordo vengono ispirate direttamente dalle razze ariane (sì, ARIANO, come sanno bene i piddini deriva da ARIA + ANO, da lì la loro nota dialettica COLLABORAZIONISTA, anche conosciuta nel new style degli SCORRENZIANI).

    Qui bisogna BATTER in RITIRATA e USCIRE dall’EURO, SUBITO: per farlo senza SANGUE bisogna prendere il TIMONE. Altro che la Mannoia che vuole che si INCIUCI coi collaborazionisti!

    BISOGNA DEPIDDINIZZARE l’ITALIA

    a partire da questo blog come anche altri blog indipendenti hanno capito: deve circolare informazione PULITA.

    Io adotto come MANIFESTO questo:

    http://www.mentecritica.net/a-voi-piddini/informazione/diritto-di-replica/lameduck/34045/#more-34045

     

  • o si cambia tecnica,mandandoli a casa senza compromessi o si continua come da 30 anni a oggi con i soliti bla bla bla e nulla cambia

  • MESSAGGIO PER CLAUDIO:

    quando parli in TV devi farlo piu’ lentamente.

    Non tutti hanno un cervello che viaggia alla velocità della luce come il tuo.

    Molti devono assimilare la prima frase per passare all’altra, altrimenti li rincoglionisci.

    Devi diminuire la velocità di 1/4 almeno.

    Ciao un abbraccio forte.

  • non sono molto avvezzo ai blog ma in questi giorni ho dato un’occhiata ai commenti dei lettori sul sito di repubblica riguardo agli articoli sul M5S. Con stupore non sono riuscito a trovarne uno favorevole se non dopo averne scorsi 200… mi sono domandato dove fossero tutti quelli che l’hanno votato, possibile che nessuno di loro legga repubblica?? Ho risposto ad uno dicendo che gli otto punti di bersa sono la brutta copia del programma del M5S e altro… non vengo pubblicato, e la cosa si ripete per altri 5 commenti! Uno passa, e subito qualcuno mi chima troll…!

  • PERFETTO. ORA BISOGNA TENERE IL TIMONE BEN FERMO. “LA BARCA” DEI GIOVANI, DEL RINNOVAMENTO VA AVANTI. “LE SIRENE” “STRILLINO” PURE. GUARDIAMO OLTRE L’ORIZZONTE…
    ORA SI SENTE  LA PRESENZA DEL…….CAPITANO!!!!!
    CIAO A TUTTI

  • 256 commenti!

    à mon avis il verbo si sparge più rapidamente del previsto.

    Trovo infondate le preoccupazioni di molti sostenitori a 5 stelle circa la perdita del consenso. E se anche fosse?

    Vi ricordo che il Movimento nasce dai MeetUp dove lo scopo principale era informare i cittadini. Sensibilizzare con una pedalata in città, ricordate?

    Le elezioni sono servite per uscire dal web, per raggiungere altri strati della popolazione, non solo italiana, che fino ad allora non avevano mai sentito parlare dei ‘grillini’.

    Il massacro mediatico (stesso problema in Europa dove il movimento e’ bollato come populista) non basta a sgonfiare il vento di protesta.

    Ottimo l’intervento di Di Battista, meno quello dei rappresentanti alla camera e al senato, una contro proposta a Bersani li avrebbe spiazzati.

    Le battutacce sarcastiche ‘alla Grillo’ spero si azzerino con la mediazione di Messora e Martinelli: sembrano deliri di onnipotenza e sono fastidiose.

    I primi passi di questo giovane movimento sono coerenti, e non credo si possano attribuire molte colpe ai grillini che ci hanno fatto riaffacciare alla Politica.

  • Inizio a trovare vergognoso questo dire NO a tutto. I voti come vengono, vanno via se portano ad inconcludenza e sterillità. I politici hanno il dovere di indicare una via altrimenti era molto meglio continuare a lottare tra le persone. io già li sento lontani i politici grillini. Mah! potere del Palazzo

    Saluti

    • Anche il LIQUAME METIFICO della propaganda piddina con cui insozzi il web sparirà come è comparsa.

      Il NOSTRO è un SI’ a TUTTO tranne che al MARCIUME FETIDO che usi come colluttorio prima di andare a letto.

       

      Questi troll sì che son fertili, si riproducono come conigli (oppure l’ing. de benedetti li clona a catena in Svizzera per clonazione dai liquami crucchi…)

  • RobertoCi ha scritto :
    Inizio a trovare vergognoso …bla bla

     

    Trovi delle interessanti argomentazioni nei 109 posts che ti precedono.

    Ma non penso tu ne abbia la voglia.

    Per far prima, alle prossime elezioni puoi sempre votare PD che dice SI a tutti, a tutto.

     

     

  • Ormai i nostri politici, ed in particolare Bersani, stanno facendo uno smodato abuso della parola “responsabilita'”. Bersani non puo’ continuare a dire “dovete prendervi la responsabilita'” ai 5 Stelle, quando lui non si e’ preso la responsabilita’ degli ultimi 20 anni, e neppure vuole prendersi la responsabilita’ di farsi da parte e lasciar fare a chi e’ nuovo in parlamento. E non basta che si autocertifichi di essere lui “responsabile”. Chi sono “i responsabili”? Forse Scilipoti, Razzi, Calearo e company? Chi parla ancora di responsabili e responsabilita’ senza metterla in pratica, dovrebbe essere preso a calci nel c*lo.

    L’unica cosa intelligente in questi giorni l’ha detta Arturo Parisi rivolgendosi a Bersani: “La linea attuale che da una parte corteggia i voti grillini, e dall’altra sfida il movimento, e’ controproducente. Non conquista gli elettori e provoca inutilmente gli eletti”.

    E’ come fare la corte ad una donna, sperando di conquistarla, alternando complimenti e provocazioni: prima o poi ti manda a fanc*lo.

  • Dicono che in Europa c’è da ripensà, sugli establiscementi

    su tutti sti casini e sti lamenti

    c’è da pensà

    a come si può fare nuovi accordi, e mentre ce pensate,

    pe’ avè più tempo aridatece li sòrdi

     

  • Qualcuno ha fatto un’esempio che secondo me calza a pennello!!

    “O noi usciamo dall’euro o l’euro uscira da noi stile “Alien”. 

  • Per la prima volta ho visto la politica!

    Grazie M5S per la diretta streaming, continuate cosi siamo con voi!

    Tenete duro!

    Niente patti con chi appartiene al partito unico dell’euro!

    • Ottima ripressa streaming.

      Abbiamo visto la sottomissione mista all’arroganza di gargamella, il tentativo (visto che era ripreso dalla cosa) di comunicare agli italiani che se non si fa nulla la colpa è nostra. Abbiamo vistro che effettivamente sembrava la solita trasmissione di Ballaro’ dove si dicono minkiate da 30 anni. Abbiamo visto che garganella era accompagnato dal solito membro del bildelberg. Abbiamo visto che qulacosa del nostro programma hanno cercato di copiarla, ma non sono capaci neanche di copiare……..che dire:

      PER ADESSO TUTTO OK. FORZA RAGAZZI

  • @CLAUDIO MESSORAClaudio per cortesia leggi qui che è molto importantehttp://www.gustavopiga.it/2013/cosi-semplice/Queste sono le cose che dovete URGENTEMENTE cominciare a dire.Non potete limitarvi alla pur giusta e giustificata critica inflessibile dei vecchi partiti.Per l’amor del cielo cominciate a dire queste cose perché non solo le occasioni della storia sfumano ma sta per succedere il finimondo economico e forse anche qualche altro finimondo, DOVETE far vedere che avete capito la situazione economica e che avete un progetto innovativo basato su una profonda competenza della materia.Mi raccomando!

    • Grazie per la segnalazione del link che mi sono premunito di leggere.

      Sono giuste le osservazioni, ma ancora troppo timide le soluzioni.

      Per poter aumentare la spesa pubblica non puoi spendere a deficit senza prima esserti riappropriato della tua sovranità monetaria, sennò poi i soldi che ti servono li devi chiedere alla BCE, con tutte le conseguenze del caso.

      Quindi è inutile cincischiare sull’argomento, gli step “sarebbero” i seguenti:

      1) Ripresa della Sovranità Monetaria con un Decreto del Parlamento;

      2) Lo Stato spende a “deficit” per creare nuovi posti di lavoro tramite una lunga serie di commesse per rifare le strade piene di buche, smaltire l’amianto dai tetti degli edifici pubblici, ristrutturare scuole ed asili, rimodernare i musei ed i patrimonio pubblico in genere ecc. ecc.;

      3) Riduzione sostanziale della pressione fiscale e abolizione dell’IMU;

      4) Programmi di ammodernamento dei sistemi di istruzione pubblici;

      5) Potenziamento del welfare;

      Il tutto chiaramente individuando dei criteri e dei sistemi di controllo che evitino l’immorale spreco di risorse (anche umane) e il proliferare della corruzzione.

      Da questi cinque punti urgenti si avrà la ripresa della domanda interna e da lì si potrà lavorare, dopo aver effettuato il completo riciclaggio dei partiti politici tradizionali, per sistemare tutto il resto.

       

    • Il fulcro è questo riassunto con un esempio:

      L’italia ha 50 miliardi di deficit, la germani 500 di surplus.

      La causa è il cambio della moneta, loro non possosono rivalutare e noi non possiamo svalutare.

      Questo è il meccanismo perverso dell’euro: la distruzione e l’abrogazione arbitraria della sovranità monetaria.

      Sulla base di questi accordi (vedi Mastrict e Lisbona) firmati tenendo  all’oscuro il mondo civile, la partitocrazia dell’alta finanza genera i propri capitali. Se non riusciamo a svalutare la moneta le ripercussioni vengono direttamente ripercosse alla riduzione del salario e dei diritti.

      Se fai opposizione o disobbedisci alle disposizioni europee (vedi elezione di Monti a presidente del consiglio) vieni commissariato senza che succeda nulla.

      Dobbiamo ricominciare a chiamare le cose con il proprio nome. Oggi bisogna parlare di Golpe, di riduzione in schiavitu dei popoli europei, di abuso di posizione predominante, di concorso diretto e indiretto in associazione  a delinquere di lobbi occulte, di alto tradimento della costituzione italiana, ecc.

      Continuare a sopravvivere nelle mani di chi ci ha venduto alla trilaterale, alla Goldman sachs, al bildelberg, alle agenzie di reding, alle banche private, corrisponde a consegnare volontariamente i nostri figli nelle mani degli aguzzini.

      Il primo punto è fuori dall’euro, ancora prima di ogni altra cosa. Questo è il primo punto. Fuori a tutti i costi se necessario anche con la forza, altrimenti perderemo la completa sovranità popolare e ci ridurranno esattamente come hanno ridotto i popoli africani.

      Questa è una guerra  e dobbiamo dimostrare a noi stessi e ai nostri figli che non siamo il popolo che perde le partite di calcio come fossero guerre e perdono le guerre come fossero partite di calcio.


  • Salve, 

     

    il post del Prof. Becchi mette a nudo il vero punto debole della posizione del M5S: catalogare le altre forze politiche come “NEMICI” e non come avversari. Potrebbe sembrare una sottigliezza di termini, ma non è così:

    coi nemici con si fanno accordi, con gli avversari si possono stabilire insieme le regole del gioco per contendersi la partita o per mettersi d’accordo su ciò che è di comune convenienza.

    Questa posizione del M5S, se da un lato è stata detta e ribadita sin prima delle elezioni e quindi gli si deve dare atto di avere “coerenza”, dall’altro non porterà a nulla di buono, anzi c’è il rischio di rivotare con la stessa legge elettorale e di consegnare il paese a Berlusconi. 

    Ci vorrebbe un po’ di sano pragmatismo, ma il M5S sembra preferire di mandare il paese al macero per poi sguazzare nella catastrofe e lì puntare al 50% + 1 dei voti: scenario inquietante! E’ come il marito che mena la moglie per farle capire, per farle bene…

    • Che palle! Ancora con sto “sano pragmatismo” e non usiamo la parola “nemico” ma “avversario”.

      “Trovare un accordo”, ma basta.

  • Come si puo’ dissentire? D’accordo su tutta la linea.La realta’secondo me e’ che pensano e agiscono ancora secondo i vecchi schemi spartitori della seconda Repubblica.Non hanno capito, o non vogliono capire, che i vecchi schemi con l’arrivo in Parlamento dei cittadini (M5S) la vecchia logica e’ morta e sepolta.

    Il metodo ed i modi pensandi adesso sono diversi:niente piu’ logiche spartitorie, niente piu’ accordi sottobanco,niente piu’ poltrone plurime a pochi individui facenti parte dei vari clan,adesso co sono i cittadini in Parlamento………e vi spezzeranno le reni!!!!!!!

    State in campana…….

     

    Gajah Mada

  • Come si puo’ dissentire? D’accordo su tutta la linea.La realta’secondo me e’ che pensano e agiscono ancora secondo i vecchi schemi spartitori della seconda Repubblica.Non hanno capito, o non vogliono capire, che i vecchi schemi con l’arrivo in Parlamento dei cittadini (M5S) la vecchia logica e’ morta e sepolta.

    Il metodo ed i modi pensandi adesso sono diversi:niente piu’ logiche spartitorie, niente piu’ accordi sottobanco,niente piu’ poltrone plurime a pochi individui facenti parte dei vari clan,adesso co sono i cittadini in Parlamento………e vi spezzeranno le reni!!!!!!!

    State in campana…….

     

    Gajah Mada

  • Come si puo’ dissentire? D’accordo su tutta la linea.La realta’secondo me e’ che pensano e agiscono ancora secondo i vecchi schemi spartitori della seconda Repubblica.Non hanno capito, o non vogliono capire, che i vecchi schemi con l’arrivo in Parlamento dei cittadini (M5S) la vecchia logica e’ morta e sepolta.

    Il metodo ed i modi pensandi adesso sono diversi:niente piu’ logiche spartitorie, niente piu’ accordi sottobanco,niente piu’ poltrone plurime a pochi individui facenti parte dei vari clan,adesso co sono i cittadini in Parlamento………e vi spezzeranno le reni!!!!!!!

    State in campana…….

     

    Gajah Mada

  •  

    Caro amico,


    forse sei tu che NON hai compreso una serie di cose, può governare chi ti pare anche Che Guevara, SE LA MONETA VIENE CONTROLLATA DALLA BCE (ente privato) e dai Potentati Finanziari che ci stanno dietro, NON cambia un tubo….E arriverà comunque il Crack, come ha ben illustrato Domenico De Simone nel suo libro “Crack perché l’Italia andrà verso il tracollo economico”….vai sul suo blog e fatti un BUONO STUDIO, ma serio, perchè per capire e capire BENE BISOGNA STUDIARE, ma non i CULTORI DELL’ESISTENTE, di quelli ne abbiamo le scatole piene, sono MILLENNI che propinano idiozie…Ora son arrivati alla frutta….O cerchiamo di dare avvio a un mondo MIGLIORE, in tutti i sensi, o ci arriverà di tutto dalla Terza Guerra Mondiale, SVEGLIA QUELLA ECONOMICA E’ GIA’ COMINCIATA….


    Berlusconi ci ha rovinato? Davvero? Solo Lui? Leggi qui sotto:


    ” Adottando l’euro,l’Italia si è ridotta allo stato di una Nazione del Terzo Mondo che deve prendere in prestito una moneta straniera,con tutti i danni che ciò implica”


    Paul Krugman, Premio Nobel per l’Economia


    E sai chi ci ha fatto entrare nell’euro A QUESTE CONDIZIONI? un certo Romano Prodi, ovviamente con i voti di tutta la Destra ( Litigano sulle stronzate, ma sulle cose FONDANTI, QUELLE CHE DECIDONO LA TUA ESISTENZA, si trovano sempre d’accordo, vedi anche l’ultimo CRIMINALE governo Monti!).


    Bene vatti a vedere anche su You Tube “Democrazia Vendesi Loretta Napoleoni” video filmato da Claudio Messora autore di questo blog.


    Buono studio e SVEGLIAMOCI PRESTO, poiché Dopo sarà troppo tardi.


    Carlo33


    PS


    Importante guardati i seguenti video su You Tube


    Alex Jones – EndGame [sub ita]


    D4n13lSsIsBack·


    E Thrive – Prospera


    Il primo di Alex Iones ti illustra L’inferno che ci attende, il secondo invece bellissimo è La LUCE e LA SPERANZA.


    Buona Fortuna

    Caro amico,


    forse sei tu che NON hai compreso una serie di cose, può governare chi ti pare anche Che Guevara, SE LA MONETA VIENE CONTROLLATA DALLA BCE (ente privato) e dai Potentati Finanziari che ci stanno dietro, NON cambia un tubo….E arriverà comunque il Crack, come ha ben illustrato Domenico De Simone nel suo libro “Crack perché l’Italia andrà verso il tracollo economico”….vai sul suo blog e fatti un BUONO STUDIO, ma serio, perchè per capire e capire BENE BISOGNA STUDIARE, ma non i CULTORI DELL’ESISTENTE, di quelli ne abbiamo le scatole piene, sono MILLENNI che propinano idiozie…Ora son arrivati alla frutta….O cerchiamo di dare avvio a un mondo MIGLIORE, in tutti i sensi, o ci arriverà di tutto dalla Terza Guerra Mondiale, SVEGLIA QUELLA ECONOMICA E’ GIA’ COMINCIATA….


    Berlusconi ci ha rovinato? Davvero? Solo Lui? Leggi qui sotto:


    ” Adottando l’euro,l’Italia si è ridotta allo stato di una Nazione del Terzo Mondo che deve prendere in prestito una moneta straniera,con tutti i danni che ciò implica”


    Paul Krugman, Premio Nobel per l’Economia


    E sai chi ci ha fatto entrare nell’euro A QUESTE CONDIZIONI? un certo Romano Prodi, ovviamente con i voti di tutta la Destra ( Litigano sulle stronzate, ma sulle cose FONDANTI, QUELLE CHE DECIDONO LA TUA ESISTENZA, si trovano sempre d’accordo, vedi anche l’ultimo CRIMINALE governo Monti!).


    Bene vatti a vedere anche su You Tube “Democrazia Vendesi Loretta Napoleoni” video filmato da Claudio Messora autore di questo blog.


    Buono studio e SVEGLIAMOCI PRESTO, poiché Dopo sarà troppo tardi.


    Carlo33


    PS


    Importante guardati i seguenti video su You Tube


    Alex Jones – EndGame [sub ita]


    D4n13lSsIsBack·


    E Thrive – Prospera


    Il primo di Alex Iones ti illustra L’inferno che ci attende, il secondo invece bellissimo è La LUCE e LA SPERANZA.


    Buona Fortuna


    Caro amico,


    forse sei tu che NON hai compreso una serie di cose, può governare chi ti pare anche Che Guevara, SE LA MONETA VIENE CONTROLLATA DALLA BCE (ente privato) e dai Potentati Finanziari che ci stanno dietro, NON cambia un tubo….E arriverà comunque il Crack, come ha ben illustrato Domenico De Simone nel suo libro “Crack perché l’Italia andrà verso il tracollo economico”….vai sul suo blog e fatti un BUONO STUDIO, ma serio, perchè per capire e capire BENE BISOGNA STUDIARE, ma non i CULTORI DELL’ESISTENTE, di quelli ne abbiamo le scatole piene, sono MILLENNI che propinano idiozie…Ora son arrivati alla frutta….O cerchiamo di dare avvio a un mondo MIGLIORE, in tutti i sensi, o ci arriverà di tutto dalla Terza Guerra Mondiale, SVEGLIA QUELLA ECONOMICA E’ GIA’ COMINCIATA….


    Berlusconi ci ha rovinato? Davvero? Solo Lui? Leggi qui sotto:


    ” Adottando l’euro,l’Italia si è ridotta allo stato di una Nazione del Terzo Mondo che deve prendere in prestito una moneta straniera,con tutti i danni che ciò implica”


    Paul Krugman, Premio Nobel per l’Economia


    E sai chi ci ha fatto entrare nell’euro A QUESTE CONDIZIONI? un certo Romano Prodi, ovviamente con i voti di tutta la Destra ( Litigano sulle stronzate, ma sulle cose FONDANTI, QUELLE CHE DECIDONO LA TUA ESISTENZA, si trovano sempre d’accordo, vedi anche l’ultimo CRIMINALE governo Monti!).


    Bene vatti a vedere anche su You Tube “Democrazia Vendesi Loretta Napoleoni” video filmato da Claudio Messora autore di questo blog.


    Buono studio e SVEGLIAMOCI PRESTO, poiché Dopo sarà troppo tardi.


    Carlo33


    PS


    Importante guardati i seguenti video su You Tube


    Alex Jones – EndGame [sub ita]


    D4n13lSsIsBack·


    E Thrive – Prospera


    Il primo di Alex Iones ti illustra L’inferno che ci attende, il secondo invece bellissimo è La LUCE e LA SPERANZA.


    Buona Fortuna

    Caro amico,


    forse sei tu che NON hai compreso una serie di cose, può governare chi ti pare anche Che Guevara, SE LA MONETA VIENE CONTROLLATA DALLA BCE (ente privato) e dai Potentati Finanziari che ci stanno dietro, NON cambia un tubo….E arriverà comunque il Crack, come ha ben illustrato Domenico De Simone nel suo libro “Crack perché l’Italia andrà verso il tracollo economico”….vai sul suo blog e fatti un BUONO STUDIO, ma serio, perchè per capire e capire BENE BISOGNA STUDIARE, ma non i CULTORI DELL’ESISTENTE, di quelli ne abbiamo le scatole piene, sono MILLENNI che propinano idiozie…Ora son arrivati alla frutta….O cerchiamo di dare avvio a un mondo MIGLIORE, in tutti i sensi, o ci arriverà di tutto dalla Terza Guerra Mondiale, SVEGLIA QUELLA ECONOMICA E’ GIA’ COMINCIATA….


    Berlusconi ci ha rovinato? Davvero? Solo Lui? Leggi qui sotto:


    ” Adottando l’euro,l’Italia si è ridotta allo stato di una Nazione del Terzo Mondo che deve prendere in prestito una moneta straniera,con tutti i danni che ciò implica”


    Paul Krugman, Premio Nobel per l’Economia


    E sai chi ci ha fatto entrare nell’euro A QUESTE CONDIZIONI? un certo Romano Prodi, ovviamente con i voti di tutta la Destra ( Litigano sulle stronzate, ma sulle cose FONDANTI, QUELLE CHE DECIDONO LA TUA ESISTENZA, si trovano sempre d’accordo, vedi anche l’ultimo CRIMINALE governo Monti!).


    Bene vatti a vedere anche su You Tube “Democrazia Vendesi Loretta Napoleoni” video filmato da Claudio Messora autore di questo blog.


    Buono studio e SVEGLIAMOCI PRESTO, poiché Dopo sarà troppo tardi.


    Carlo33


    PS


    Importante guardati i seguenti video su You Tube


    Alex Jones – EndGame [sub ita]


    D4n13lSsIsBack·


    E Thrive – Prospera


    Il primo di Alex Iones ti illustra L’inferno che ci attende, il secondo invece bellissimo è La LUCE e LA SPERANZA.


    Buona Fortuna

    Caro amico,


    forse sei tu che NON hai compreso una serie di cose, può governare chi ti pare anche Che Guevara, SE LA MONETA VIENE CONTROLLATA DALLA BCE (ente privato) e dai Potentati Finanziari che ci stanno dietro, NON cambia un tubo….E arriverà comunque il Crack, come ha ben illustrato Domenico De Simone nel suo libro “Crack perché l’Italia andrà verso il tracollo economico”….vai sul suo blog e fatti un BUONO STUDIO, ma serio, perchè per capire e capire BENE BISOGNA STUDIARE, ma non i CULTORI DELL’ESISTENTE, di quelli ne abbiamo le scatole piene, sono MILLENNI che propinano idiozie…Ora son arrivati alla frutta….O cerchiamo di dare avvio a un mondo MIGLIORE, in tutti i sensi, o ci arriverà di tutto dalla Terza Guerra Mondiale, SVEGLIA QUELLA ECONOMICA E’ GIA’ COMINCIATA….


    Berlusconi ci ha rovinato? Davvero? Solo Lui? Leggi qui sotto:


    ” Adottando l’euro,l’Italia si è ridotta allo stato di una Nazione del Terzo Mondo che deve prendere in prestito una moneta straniera,con tutti i danni che ciò implica”


    Paul Krugman, Premio Nobel per l’Economia


    E sai chi ci ha fatto entrare nell’euro A QUESTE CONDIZIONI? un certo Romano Prodi, ovviamente con i voti di tutta la Destra ( Litigano sulle stronzate, ma sulle cose FONDANTI, QUELLE CHE DECIDONO LA TUA ESISTENZA, si trovano sempre d’accordo, vedi anche l’ultimo CRIMINALE governo Monti!).


    Bene vatti a vedere anche su You Tube “Democrazia Vendesi Loretta Napoleoni” video filmato da Claudio Messora autore di questo blog.


    Buono studio e SVEGLIAMOCI PRESTO, poiché Dopo sarà troppo tardi.


    Carlo33


    PS


    Importante guardati i seguenti video su You Tube


    Alex Jones – EndGame [sub ita]


    D4n13lSsIsBack·


    E Thrive – Prospera


    Il primo di Alex Iones ti illustra L’inferno che ci attende, il secondo invece bellissimo è La LUCE e LA SPERANZA.


    Buona Fortuna

    Caro amico,


    forse sei tu che NON hai compreso una serie di cose, può governare chi ti pare anche Che Guevara, SE LA MONETA VIENE CONTROLLATA DALLA BCE (ente privato) e dai Potentati Finanziari che ci stanno dietro, NON cambia un tubo….E arriverà comunque il Crack, come ha ben illustrato Domenico De Simone nel suo libro “Crack perché l’Italia andrà verso il tracollo economico”….vai sul suo blog e fatti un BUONO STUDIO, ma serio, perchè per capire e capire BENE BISOGNA STUDIARE, ma non i CULTORI DELL’ESISTENTE, di quelli ne abbiamo le scatole piene, sono MILLENNI che propinano idiozie…Ora son arrivati alla frutta….O cerchiamo di dare avvio a un mondo MIGLIORE, in tutti i sensi, o ci arriverà di tutto dalla Terza Guerra Mondiale, SVEGLIA QUELLA ECONOMICA E’ GIA’ COMINCIATA….


    Berlusconi ci ha rovinato? Davvero? Solo Lui? Leggi qui sotto:


    ” Adottando l’euro,l’Italia si è ridotta allo stato di una Nazione del Terzo Mondo che deve prendere in prestito una moneta straniera,con tutti i danni che ciò implica”


    Paul Krugman, Premio Nobel per l’Economia


    E sai chi ci ha fatto entrare nell’euro A QUESTE CONDIZIONI? un certo Romano Prodi, ovviamente con i voti di tutta la Destra ( Litigano sulle stronzate, ma sulle cose FONDANTI, QUELLE CHE DECIDONO LA TUA ESISTENZA, si trovano sempre d’accordo, vedi anche l’ultimo CRIMINALE governo Monti!).


    Bene vatti a vedere anche su You Tube “Democrazia Vendesi Loretta Napoleoni” video filmato da Claudio Messora autore di questo blog.


    Buono studio e SVEGLIAMOCI PRESTO, poiché Dopo sarà troppo tardi.


    Carlo33


    PS


    Importante guardati i seguenti video su You Tube


    Alex Jones – EndGame [sub ita]


    D4n13lSsIsBack·


    E Thrive – Prospera


    Il primo di Alex Iones ti illustra L’inferno che ci attende, il secondo invece bellissimo è La LUCE e LA SPERANZA.