La Gambaro si rimetta alla Rete

di Anna e Paolo Becchi
Nei prossimi giorni i giornali grideranno allo scandalo per il “caso” della Senatrice Gambaro. Dopo la comunicazione annunciata da Crimi e Morra della prossima riunione del gruppo parlamentare del M5S per valutare la «proposta di cessazione dell’appartenenza al gruppo parlamentare» si tornerà – su stampa e televisioni – ad accusare il M5S di assenza di democrazia interna, e Grillo di essere un “dittatore” che non ammette, all’interno del “suo” movimento, né opposizioni né dissensi.  Ma cosa c’entra la democrazia interna al MoVimento con il “caso” Gambaro? Non c’entra nulla. Ripercorriamo brevemente i fatti.
La Senatrice, eletta nelle fila del M5S, rilascia un’intervista in televisione nel corso della quale dichiara che «il problema del Movimento è Beppe Grillo» ed aggiunge: «stiamo pagando i toni e la comunicazione di Beppe Grillo, i suoi post minacciosi, soprattutto quelli contro il Parlamento. Mi chiedo come possa parlare male del Parlamento se qui non lo abbiamo mai visto».  Si tratta di dichiarazioni politicamente molto decise, di una presa di posizione chiara e radicale contro Beppe Grillo, che è e resta il capo politico del MoVimento.
La domanda, allora, non è se nel M5S vi sia spazio per il dissenso, la dialettica interna, la critica, quanto piuttosto il chiarire una volta per tutte la questione fondamentale del rapporto tra capo politico, MoVimento e gruppi parlamentari. La Senatrice non ha espresso dissenso verso questioni politiche discusse dal gruppo, ma ha indicato in Grillo la causa della perdita di consensi del MoVimento nell’ultima tornata elettorale. Ora, la Senatrice avrebbe potuto esprimere chiaramente la sua critica all’interno del gruppo e invece ha deciso di farlo pubblicamente in un’intervista televisiva concordata, proprio quando il giorno prima in una lunga riunione congiunta dei gruppi di Camera e Senato si era sottolineata l’importanza di evitare di dare in pasto opinioni di dissenso ai giornalisti, sempre pronti a contribuire al gioco del massacro. La Senatrice, insomma, è andata contro un principio etico valido per qualsiasi forza politica, il quale impone la lealtà verso i propri compagni e il rispetto delle decisioni prese insieme.
Ma vi è un aspetto ulteriore e decisivo per il M5S: una portavoce non può parlare a titolo personale. La differenza sostanziale tra il MoVimento e i partiti politici tradizionali consiste nel fatto che deputati e senatori sono infatti solo i portavoce del MoVimento nel Parlamento. La questione cruciale allora è anche se con quello che la Senatrice ha detto abbia espresso la voce del MoVimento. Lei non ha violato in modo esplicito regole del Codice di comportamento, ma ci sono regole più alte di quelle scritte nei codici: ha violato la fiducia che il MoVimento aveva riposto in lei.
Alla decisione di indire una riunione dei parlamentari 5 Stelle per decidere della proposta di espulsione si è giunti dopo che Grillo aveva invitato la Senatrice a uscire dal M5S e Adele Gambaro, dopo aver detto di voler valutare se andare al Gruppo Misto, aveva dichiarato: «Non ho assolutamente intenzione di passare al Gruppo Misto. Io sono ancora nel M5S e ci rimango finche’ non dovessero decidere di espellermi».  Questo muro contro muro non ha alcun senso, se non quello di danneggiare ulteriormente l’immagine del MoVimento. Se un membro del gruppo parlamentare del M5S non condivide più le scelte del suo capo, con cui il MoVimento continua a identificarsi, non si capisce la ragione per la quale non dovrebbe spontaneamente dimettersi. La stessa Senatrice Gambaro, del resto, aveva qualche mese fa dichiarato: “Penso ad un Parlamentare che nel caso non fosse più in sintonia con il M5S, grazie al quale è stato eletto, la sua base, i suoi principi, semplicemente si debba dimettere”. E ora si presenta in televisione, da sola, attaccando il capo del MoVimento e dichiarando che non se ne andrà.
È sotto gli occhi di tutti che le dichiarazioni della Senatrice hanno leso non solo Beppe Grillo ma    l’immagine del Movimento 5S in quanto tale. Ed è dunque il MoVimento che deve decidere sulla espulsione della senatrice. Se in qualsiasi modo i gruppi parlamentari impedissero o bloccassero  questo rinvio al MoVimento, si esporrebbero ad un fatto gravissimo che metterebbe in questione un principio fondante: il MoVimento è “tutto” e loro sono solo i “portavoce”.
Si vorrebbe sempre evitare un’espulsione, una decisione in ogni caso difficile e sofferta, ultima ratio a cui ricorrere. Eppure è la Senatrice Gambaro ad avere imposto questa scelta, e hanno ragione Crimi e Morra a rammaricarsi del fatto che «invitare alla coerenza e al rispetto del patto elettorale sul quale si fonda ogni responsabilità politica nei confronti dei cittadini, sia per alcuni così impegnativo da rispettare».  Qui non c’entra la democrazia interna, ma il fatto che la Senatrice, per usare le sue parole, non è più «in sintonia con il M5S.»

206 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Questo l’ho scritto sul blog di Grillo: “Solitamente non sono per le espulsioni anche perchè spesso sono frutto dell’invidia e della gelosia interna ai partiti o movimenti, alcune volte le critiche se fatte in buona fede vanno accettate e bisogna ringraziare chi le fa, meglio uno che critica costruttivamente che un ebete compiacente. Detto questo non mi è sembrato il caso della Gambaro, non ci ho visto buona fede nelle sue parole ne una critica costruttiva. Quindi credo che il movimento possa andare avanti anche senza.”
    Detto questo bisogna stare veramente attenti a non oltrepassare il confine tra fedeltà cieca e libertà di pensiero e critica, ma come ho già scritto la discriminnte rimane la buona o cattiva fede.

  • Articolo molto esplicativo…
    Rimango comunque convinto che a livello di Comunicazione ci sia ancora molto da lavorare!!
    Gli attacchi dall’esterno sono potentissimi, ed è molto dura, proprio per questo la gestione della comunicazione e la gestione mediatica (blog di Grillo compreso) deve necessariamente fare un salto di qualità!!!

  • Becchi come sempre centra l’obiettivo: se i parlamentari del M5S sono i portavoce dei cittadini che hanno dato il loro voto esclusivamente a BEPPE GRILLO (che ha dato fiducia evidentemente a gente con 2 facce), chi rappresenta la Gambaro quando dice che il problema è Beppe Grillo quando il consenso sembra calare (e stanno zitte e si fanno eleggere quando il consenso aumenta)???
    In effetti il problema c’è, ma non è Beppe Grillo coi suoi toni di sempre, ma la selezione dei candidati…su questo ci vuole una rivoluzione in termini di regole, perchè attualmente è totalmente inefficiente!!!

    • Cioè, x la Gambaro il problema è BEPPE GRILLO: nientedimeno?!? Ma noi il voto lo abbiamo dato a LUI, mica a te, anzi se sapevo che andava a te, il voto lo davo ad altri!
      Comunque, in pratica quando la Gambaro dice che il problema è BEPPE GRILLO, è come se dicesse che il problema sono gli elettori, siamo noi, perchè noi abbiamo votato solo LUI!
      Quindi x cortesia, redigete regole più stringenti x le candidature, magari fate fare dei corsi di formazione e di verifica ai candidati scelti dalla rete, e Beppe gli deve stare addosso a sta gente, deve stare a Roma, sentirli motivarli ammonirli continuamente: lui è il capo politico, è il proprietario del simbolo e del blog scritto sul simbolo, è il megafono di tante idee giuste e condivise, inoltre diciamolo chiaramente, BEPPE GRILLO E’ IL M5S, BEPPE GRILLO E TUTTI COLORO CHE LA PENSANO COME LUI SONO IL M5S, SENZA DI LUI IL M5S NON ESISTE, NON HA OCCHI ORECCHIE E BOCCA, NON HA IDEE, E NON HA VISIONE!
      Chi dice che lui è il problema, dice che lui e tutti coloro che la pensano come lui sono il problema del calo di consensi di tutti coloro che la pensano come lui: francamente è insieme una bestialità una assurdità una bestemmia, e tutti i colleghi della Gambaro che la difendono adesso, farebbero bene a seguirla subito, perchè non sono da meno!

    • secondo me alcuni di loro si sono messi in testa di avere consenso o quantomeno di poterne conquistare a danno del m5s. pensa come stanno messi. mi ricordano un certo favia e le sue 60.000 preferenze alle regionali, poi svanite di colpo a febbraio. poveretti, ma ndò vanno?

  • NON VOGLIO PIU’ VIVERE IN UN PAESE CHIAMATO ITALIA ABITATO DA ESSERE UMANI CHIAMATI ITALIANI…….CHE COME DEGLI AUTOMI PECORONI SI E’ FATTO PRENDERE PER IL CULO PER 30 ANNI, VOTANDO I SOLITI POLITICI LADRI CHE HANNO RUBATO TUTTO QUELLO CHE C’ERA DA RUBARE , HANNO ROVINATO UN PAESE , SPOLPANDOLO DI TETTE LE RISORSE…..CON LA NOSTRA COMPLICITA’ INDIRETTA CONSAPEVOLI , VISTO CHE RUBAVANO I POLITICI ,ERAVAMO AUTORIZZATI A RUBARE , EVADERE , TRUFFARE LO STATO , UN PAESE CHE HA 4 MAFIE CHE COMANDANO IL PAESE, CON UNA QUINTA CHE E’ LO STATO LADRO , COMPOSTO DA POLITICI LADRI INFAMI TRADITORI DELLA PATRIA, EBREI, MASSONI , SIONISTI , BANCHIERI , SPECULATORI , STROZZINI , CHE I SOLITI COGLIONI PECORONI CON I PARAOCCHI CONTINUANO A VOTARE QUESTI POLITICI LADRI DI MERDA INFAMI TRADITORI CHE CONTINUANO A RUBARE E A PRENDERE PER IL CULO IL POPOLO PECORONE CHE , NON SENTE , NON PARLA E SUBISCE , MI RIFIUTO DI FAR PARTE DI QUESTI ITALIANI SENZA ORGOGLIO. FANNO BENE QUELLE PERSONE, IMPRENDITORI, GIOVANI, CHE VANNO ALL’ESTERO E ABBANDONANO LA SPERANZA DI CAMBIAMENTO, MA FORSE NON SI VUOLE PROPRIO CAMBIARE QUESTO PAESE DI MERDA…..!!! I
    INVITO CHI COME ME NON SI RICONOSCE PIU’ IN QUESTO PAESE A CHIEDERE LA REVOCA DELLA CITTADINANZA ITALIANA E LA DIANO AI CLANDESTINI EXTRACOMUNITARI…..
    L’UNICO E’ MOVIMENTO 5 STELLE PER IL POPOLO….!!!

  • E’ davvero curioso, che all’interno di un movimento, nato come anti-sistema e dallo scopo ben chiaro di rottura completa rispetto alla politica e alle politiche oramai putrescenti in un paese oramai allo sbando in mano ai poteri bancari europei, vi sia chi; dopo aver cavalcato le grida di verità che hanno raggiunto i cuori e le teste di milioni di Italiani, riaccendendo la fiamma della speranza, ora vuole zittire quella voce, soffiando dal cuore del movimento su quella fiammella, già ballerina, sotto costante attacco dal vento della disinformazione.
    Non si deve far spegnere.

  • Quindi, premesso che:
    – Gambaro deve parlare sono come portavoce
    – se Gambaro non è più in sintonia con la linea del movimento deve dimettersi
    – Gambaro non ha criticato il movimento né la sua linea politica
    – Gambaro ha criticato Grillo e il suo comportamento
    – nel movimento esiste una componente che critica Grillo per gli stessi motivi
    Ne deduco che:
    – Gambaro ha agito da portavoce manifestando una critica che è presente nel movimento
    – Gambaro è in sintonia con il movimento e sta cercando di difenderlo dai comportamenti autolesionisti di Grillo
    Forse non è Gambaro a non essere in sintonia con il movimento ma Grillo.

    • Oh, questa è davvero bella…. Quindi adesso è Grillo a non essere in sintonia con il moVimento… ma tu, caro buon Peppe, sei sicuro di essere in sintonia con i tuoi neuroni quando scrivi?

    • il fatto però è che gli iscritti certificati del m5s (che poi sono la base del m5s) voterebbero per allontanare la gambaro, e dubito che voterebbero per allontanare grillo. quindi di conseguenza la base stà con grillo, non certo con la gambaro. ma sei libero di fantasticare quanto ti pare percarità!

  • Si grillo ha sbagliato, probabilmente uno degli errori che ha fatto è stato scegliere questa Gambaro per mandarla in parlamento!

  • E’ fin troppo evidente che la Gambaro rema volutamente contro il M5S. Il motivo di questo atteggiamento ? L’INTERESSE personale. Gruppo Misto = + soldi in busta paga e chi se ne frega del resto.

  • La senatrice Gambaro ha certamente sbagliato ad intervenire con quelle modalità. Negli altri partiti non succede, non ho mai visto dei deputati attaccare frontalmente e pubblicamente il proprio segretario o leader se non quando successe tra Fini e Berlusconi e sappiamo come è andata a finire.
    Detto questo un movimento se vuole costruire un futuro per tutti quelli che ci credono deve identificarsi nel proprio patrimonio ideale e non in una singola persona, per quanto carismatica questa possa essere, altrimenti oltre a ricordare esempi non proprio esaltanti di strada ne farà davvero poca.

  • Art. 67 Costituzione Italiana
    Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato.
    Difendete la legalità ignorandone i principi.
    Gerarchia delle fonti: nessun accordo, nessun contratto, nessun regolamento, nessuna legge è valida se viola la costituzione. Si chiama legalità.
    Imparatelo!

    • Infatti non è espulsa dal parlamento, ma da un gruppo parlamentare col quale non condivide più le idee e dal quale dovrebbe uscire autonomamente, come hanno fatto correttamente gli altri due.
      Il fatto che non voglia lasciare significa che è totalmente contro il movimento e cerca in tutti i modi di danneggiarlo.
      Comunque il movimento ha la responsabilità di aver portato in parlamento persone come lei e Mastrangeli: la prossima volta alle parlamentarie bisognerà allargare la rosa dei candidabili, oltre che dei votanti.

  • Vorrei ricordare la regola del NON-STATUTO DEL M5S. ARTICOLO 4 – OGGETTO E FINALITÀ
    Il “MoVimento 5 Stelle” intende raccogliere l’esperienza maturata nell’ambito del blog http://www.beppegrillo.it, dei “meetup”, delle manifestazioni ed altre iniziative popolari e delle “Liste Civiche Certificate” e va a costituire, nell’ambito del blog stesso, lo strumento di consultazione per l’individuazione, selezione e scelta di quanti potranno essere candidati a promuovere le campagne di sensibilizzazione sociale, culturale e politica promosse da Beppe Grillo così come le proposte e le idee condivise nell’ambito del blog http://www.beppegrillo.it, in occasione delle elezioni per la Camera dei Deputati, per il Senato della Repubblica o per i Consigli Regionali e Comunali, organizzandosi e strutturandosi attraverso la rete Internet cui viene riconosciuto un ruolo centrale nella fase di adesione al MoVimento, consultazione, deliberazione, decisione ed elezione.
    Omissis …….
    In base a quest’articolo chi è eletto nel M5S deve promuovere tutte le campagne di sensibilizzazione fatte da Beppe Grillo, quindi tutto quello che dice nei comizi e post nel suo blog, nonche quelle di altri che nel suo blog ottengono consensi e condivisioni.
    Quindi, in poche parole, Beppe è il nostro leader e se si condivide il suo operato si continua a stare nel M5S altrimenti si è fuori in quanto l’eletto che contrasta (o non promuove) le campagne di sensibilizzazione sociale, culturale e politica di Beppe contravviene ad una regola del non-statuto per cui è stato eletto.
    Solo se il contrasto è supportato dalla maggioranza degli iscritti al bolg, cioè dagli attivisti votanti, allora non si contraviene alla regola in quanto è un’idea condivisa dalla Base, unica sovrana.
    Quindi l’eletto che si trova in contrasto con l’operato di Beppe deve dare le sue spiegazioni, motivazioni e sottoporsi al giudizio degli iscritti, se viene richiesto. L’esito che ne verrà determinerà una sua eventuale revoca del mandato o espulsione oppure la permanenza .

  • Caro Prof. Becchi,
    l’ intervento è condivisibile (per me).
    Ovviamente la Realtà si presta sempre a mille interpretazioni.
    Se il tuo auditorio è fatto da pluripregiudicati incalliti non ha molto senso parlare di onesta e rispetto.
    Se il tuo auditorio è fatto da citrulli ignoranti non ha molto senso spiegare
    i meccanismi auto-replicanti del vantaggio del vivere civile.
    Se il tuo auditorio è fatto dagli ITALIANI (un gruppo molto disomogeneo di persone, ma che ha consentito – o tollerato – che l’ Italia arrivasse
    dove si trova oggi) le strategie di “propaganda politica” non possono essere esposte semplicemente iniziando a farsi “portavoci della verità”.
    Perchè la verità (intesa come presentazione delle cose al di là degli effetti delle cose prodotte) viene sistematicamente DISTORTA da coloro
    (media,giornali.TV) a cui si è affidato storicamente il ruolo di raccontare “le cose”.
    Che questo sia “ingiusto” o non non fa differenza.
    E’ il “Sistema malato” che si oppone alla sua scomparsa.
    Penso che Lei,Messora,Casaleggio,Beppe tutte le menti “pensanti” del Movimento su questo dobbiate fare una riflessione seria.
    L’ attacco al sistema dei media è necessario, anzi indispensabile,
    ma solo (e come fine primario) di educare alla critica chi riceve l’ informazione.
    Se doveste dare un voto al “giudizio critico” su cio’ che ascoltano gli italiani come popolo (abituati ad essere riempiti di balle da 70 anni)
    quanto dareste loro?
    Se anche il M5S facesse/proponesse le cose piu’ eticamente giuste e pregevoli del mondo, ma agli italioti/elettori venisse proposta l’ immagine di un M5S “schiavo” di Grillo e solo pronto a litigare (come è quello che sta succedendo) arrivereste al voto di quelli (milioni) che internet l’ hanno solo sentito nominare e che credono ancora a “quello che dice il TG”?
    Urge quindi un ripensamento.
    Un ripensamento di “strategia”.
    Dovete (come movimento) trovare qualche alleato “forte”.
    Dato che in Italia tutto è lottizzato da 50 anni, magari all’ estero.
    Ne sparo una….
    Una TV (non partigiana) che spieghi 24 ore su 24 cosa produce
    (progetti di legge, commissioni,senato) il nostro Parlamento.
    Oppure dovete trovare qualche “sponsor” politico (italiano o meglio ancora estero) che abbia credibilità da spendere (e voglia farlo) in Italia.
    Immaginate se la BBC mettese in rete i video degli nterventi alla camera/senato dei parlamentari M5S.
    Altrimenti si corre il rischio di raccogliere il consenso naturale dei
    “migliori” (senza finta modestia) e di rimanere per sempre minoranza.

    • @ProAssange-InsideJob
      Hai ragione da vendere. Magari estendendo il network del M5S al di fuori dei confini nazionali.
      Ma non credo che la “libertà di informazione” all’estero sia di gran lunga superiore a quella italiana e credo che le istanze del M5S non siano comode a NESSUN paese straniero (neanche a “Russian Today”…).
      Ti chiedo però: perché dici “VOI” e non “NOI”?
      Uno che porta il nome di “Assange” nel nick non può non sapere che non esistono i “grillini” e che il seme da cui è germogliato il M5S è lo stesso da cui è nato Wikileaks,

  • Mi pare che Adele Gambaro abbia criticato Grillo e non il M5S. Quindi, a meno che non si dichiari apertamente che Grillo e il M5S sono la stessa cosa (con buona pace dell’uno vale uno), e che la figura di Grillo è sacra e incriticabile (in quanto il Semplice Portavoce in realtà è Grande Uno, capo supremo che a ogni refolo di critica minaccia di ritirare il marchio dell’azienda della quale è proprietario), non c’è nessun presupposto per valutarne l’espulsione. Casomai occorre prima decidere se sia Grillo o la Gambaro a danneggiare il Movimento di fatto (sempre, beninteso, se Beppe Grillo è un umile uno come tutti gli altri). A quel punto intanto Grillo non rischierebbe comunque nulla, anche dovesse essere giudicato dalla Rete, visto che esiste l’assurdità che gli individui eletti da quasi 10 milioni di elettori nelle urne, vengano sottoposti arbitrariamente e unilateralmente al Tribunale del Popolo ridotto a qualche decina di migliaia di avatar (Quirinarie docent), puntualmente zoccolo duro fedele al leader. Questa si che è la democrazia pulita e migliore… magari in un politburo.

    • La Gambaro è stata eletta dagli attivisti con un preciso mandato e sa bene che nel M5stelle ti manda a casa chi ti ha mandato in parlamento, per noi la democrazia e l’uno vale uno è esattamente questo, se quello che dici e fai non piace a chi ti ha scelto per rampresentarlo torni a casa.

    • Perchè attribuisci dell’assolutismo nella leadership in un movimento di cambiamento appena sorto, e non ti ricordi dello stesso fenomeno presente negli ultimi 30 anni fra la classe dirigente che ci ha governato? Critichi l’unica forza di vera opposizione, quale è il tuo obbiettivo? Cerchi l’ago nel pagliaio?

    • Daniel stai ( spero deliberatamente ) travisando il commento di Kisciotte .
      Nel momento che la gambaro viene espulsa (o se ne auspica l espulsione ) per una critica a grillo.,..automaticamente si attribuisce un ruolo assoluto a grillo

  • IL M5S è beppe grillo
    senza di lui il diluvio
    un minuto dopo che grillo si ritira il m5s è finito.
    quello che però risulta molto deficitario e superficiale è la selezione dei candidati; come sono stati selezionati sicuramente non va bene se dopo nemmeno 3 mesi dalla loro elezione si verificano tantissimi problemi
    un altro problema grosso riguarda la
    COMUNICAZIONE.
    siamo 8 milioni di persone che hanno bisogno di avere una radice sul territorio che oggi manca
    sedi,uffici,circoli, chiamateli come volete ma molti di noi hanno l’esigenza di ri-trovarsi in luoghi dove si possa discutere e coordinare azioni che possano creare contatti e promozione ad altri soggetti che non usano il web.
    ci siamo isolati in un luogo (il web) che oltre questo non ci permette di fare propaganda;
    io non sono e non voglio essere solo un nickname
    voglio discutere e vedere in faccia gente che la pensa come me
    vorrei altri strumenti semplici di informazione come un RADIO 5STELLE
    in fm che trasmetta il pensiero del movimento
    meglio ancora sarebbe quello di avere uno spazio in una qualche TV
    (la cosa trasformata?) e allora sarebbero tutti gli altri a correrci dietro x partecipare alle ns trasmissioni e la realtà non + distorta.
    E ANCORA creare uno studio legale 5 stelle patrocinato gratuitamente, o quasi, che difenda il m5s e i suoi cittadini dalle falsità e dalle ingiurie che i media ogni gg propinano contro.
    la disinformazione contro il mov è potentissima e stanno usando tutti i sistemi + illeciti x screditarlo,
    ma io e tanti altri non vogliamo porgere ancora l’altra guancia e alcuni fatti che agitano quotidianamente il mov non sembrano farina del sacco
    di qualche dubbioso dei parlamentari.
    se quello che sta venendo fuori adesso è quello di sostenere che il problema del mov è grillo beh allora vuol dire che le persone che all’interno sostengono questo devono uscire fuori senza se e senza ma dal mov.
    siamo arrivati al 25%? forse troppo?
    qual’è la % giusta,il 15%?
    bene allora il 15% di persone coerenti con le idee del mov e di grillo
    punto e basta.

    • Sono d’accordo con te Orsobruno, se Grillo dovesse mollare il Movimento avrebbe un’inesorabile fine, e per sempre. Caput! I signori dei piani alti danzerebbero sui nostri cadaveri, questa è l’unica certezza che abbiamo!!!!
      Maryta

  • Il diritto di critica è sacrosanto, di certo il metodo è sbagliato e i panni si lavano in casa.
    Il problema è l’analisi, che comprende causa e conseguenza: la conseguenza è stata illustrata (perdita di voti) ma la causa è errata, un pò come incolpare baggio e baresi per non aver vinto i mondiali del ’94.
    Detto questo, se cacciamo senatori perché hanno detto una ca**ata, bisognerebbe cacciare tutti tranne i muti. Il primo mini-post di grillo era comprensibile, il secondo post di grillo assolutamente inaccettabile.

  • “La Gambaro si Rimetta alla rete” : Ok. Ma al fine di evitare di nuovo errori di comunicazione ai cittadini tutti ,mi piacerebbe assistere al dibattito in cui si decida sulle sorti della parlamentare in diretta streaming,in cui lei spiega le sue ragioni al suo popolo con trasparenza, senza lasciare dubbi sulle sue parole , comprendendo anche la possibilità che volino insulti : come in un bar ,in piazza , tra la gente . Tutti presenti !perché , o si fa il movimento e si cambia rotta insieme oppure passerà di nuovo il messaggio che siamo solo dei grillini e non popolo unito verso il cambiamento.

  • La Gambaro organizzi un bel comizio in piazza e vediamo quanti andranno ad ascoltarla, i toni di Grillo, e lei lo sa, hanno portato il M5stelle a farsi conoscere in tutto il mondo, la predica noisa di gente come lei farebbe scappare pure i suoi genitori. Ingrata e falsa, spero ci sia data presto la possibilità di mandarla fuori, noi l’abbiamo mandata li e noi la manderemo via.

  • Andare avanti per la nostra strada… Leggo in molti commenti la speranza di trasformare il M5S per farlo assomigliare agli altri partiti. Non avete capito un cazzo… Fatevi bastare quelli che gia’ ci sono… Il vero problema e’ e sempre sara’ la convenienza.. Ogni scusa e’ buona per non ridare i soldi indietro… Allora si inventano la poca trasparenza interna, Grillo dittatore ecc. Non servono tanti eletti poco convinti, bastano pochi ma veramente decisi.

  • Scusate… ho letto tante cose belle, intelligenti e anche condivisibili.
    Tante belle parole insomma…
    Ma il punto, a parer mio, è uno: che cosa avrebbe portato di positivo al Movimento “l’opinione” della pur illustrissima Gambaro?
    Che cosa ha portato di positivo?… dire nulla e anzi dire tutti i problemi possibili, è poco..
    Quindi io mi domando dell’utilità di queste “uscite”, se si vuol davvero bene al Movimento e lo si vuol davvero aiutare nel cambiare questo paese rovinato… sotto estrema unzione direi persino…
    Da qui mi chiedo altre cose: perchè ad esempio la Gambaro ed altri come lei, non se ne vanno, non escono definitivamente da dove sono, al posto di entrare in altri partiti o in altre coalizioni.
    Io son nessuno e tantomeno in odor di Santità, ma è quello che farei ed avrei fatto io. Quello che la coscienza mi impone e imporrebbe.
    Questa storia come altre simili, non mi piace. Mi piace per nulla.
    E secondo me, c’è da maledire che le Gambaro siano entrate in parlamento e siano state elette…
    Comunque scelta difficile e in ogni caso portatrice di maggiori problemi.
    Grazie anche di questo Signora Gambaro e suoi simili.
    Spero che almeno rendiate i rimborsi anche col nuovo gruppo o partito a cui apparterrete….
    Saluti a tutti.
    P.S. Mi chiedo come mai l’Emila Romagna sia particolarmente terra di dissidenti al M5S….

    • Secondo me stai semplicemente delirando e scusa per il termine..
      il punto è che la “questione gambaro” in una realtà che non sia il partito unico cinese non dovrebbe nemmeno sorgere.
      State mostrando tutto il vostro lato più becero oltranzista per la deificazione di un leader massimo (che poi nemmeno si riconosce come tale) roba da far invidia a forza italia del 94.

    • Ciao! Allora sarò leggermente più chiaro: che vi frega a voi di quel che pensiamo noi e che si fa all’interno del 5 Stelle?
      🙂
      Siete felicissimi dei vostri partiti e dei vostri dirigenti: continuiate ad esserlo.
      Che problema c’è.
      Semmai, ad essere onesti, il problema lo abbiamo noi e ce lo avete creato voi continuando a votarli e a sostenerli, visto come han governato e portato allo sfascio questo paese.
      Saluti.
      Ah… io sono di Sinistra.
      E probabilmente è proprio perchè lo sono che non li voto più da decenni.
      Besos

    • Antonio domandi che mi frega ??
      Beh mi frega visto che il caro movimento sta governando (con la sua percentuale) il paese e rappresenta pure me e sono pure dipendenti miei , (non li ho votati ma con le mie tasse pago lo stipendio a tutti loro).
      Questo incessante appello al confronto con le altre forze sa tanto di coda di paglia.
      Non voglio certo dettare l agenda , ma come elettore e cittadino esigo solo un po di chiarezza, mi sembra un esigenza legittima sapere chi cavolo comanda e che cavolo è a sto punto il movimento 5 stelle ??
      Se a te ( che pure li hai votati ) non frega una beneamata fava sono fatti tuoi.
      Solo chi ha votato il M5S hai diritto di parola e critica riguardo il movimento stesso ?? ..continuate pure con le vostre talebanerie.

    • @Luca è un fascista del PD.
      E’ normale che cerchi di far propaganda a favore del regime.
      E’, come gli altri troll, un servo degli AFFAMA POPOLI.

  • Così facendo,come vediamo sviano l’attenzione del movimento, in quello che fa e se non ci fosse stata la Gambaro lo avrebbero creato. Allora io detesto la lega per la sua rozzezza e per tutte le altre cretinerie che ha tirato fuori in tutti questi anni. Ma cosa non ha fatto il potere centrakle di Roma irrifiormabile pur di eliminarlo e di renderla innocua, certo la Lega ci ha messo del suo, ma negli anni passa hanno fatto di tutto per eliminarli dalla scena politica. Adesso stanno tenrando con il moviemento 5 stelle. Quindi tutto quello che si andra a fare d’ora in avanti dovrà essere ragionato quindi ci vorranno strategia e tattica.Questo movimento mette in discussione tutto, quindi fa paura. Sono spaventati i politici,quelli che hanno fatto fortuna con la politica, i paraculati, quelli andati in pensione con 15 anni di contributi, insoomacon tutti i privilegiati con la politica degli ultimi 60 anni. E’ vero che l’ex presidente del consiglio ed ex ministro Lamberto Dini prende una pensione di 90.000(novantamila al mese). Allora per il movimento 5 stelle sarà dura perchè gli attacchi saranno feroci e come dice Beppe Grillo siamo in guerra.Se la Gambaro non vuole andare via allora che abbassi i toni. Senza beppe grillo e 5 stelle, lei non sarebbe nessuna e inutile che fa l’orgogliosa e la puntigliosa, nei movimenti ci si resta anche se si cade in minoranza e soprattutto non ci si da in pasto al nemico. Siamo in guerra gambaro lo vuoi capire??????

  • Ciao Messora non per dire ma la Gambaro con questo atteggiamento si e messa da fuori da sola, ora la cosa da fare e istituire un gruppo di persone che Faccia rispettare le regole del M5S, come negli altri partiti. L’altra cosa e rispondere alla merda mediatica, vedi caso senatore mastrangeli ieri dalla D’urso, vedi caso 5 Colonna, bisogna rispondere e tutelare anche con querele alla diffamazione. Quindi per dirla in parole povere i dissidenti li buttiamo fuori subito, e secondo me sono più di una decina,Quindi bisogna fare piazza pulita di queste persone che,non sono degne di stare nel M5S.

  • In campagna elettorale mi era stato promesso che uno vale uno invece scopro anche dalle parole di Becchi che Grillo invece e’ il capo.Becchi dice che gli eletti sono portavoce del movimento e quindi non possono esprimere pubblicamente le loro opinioni mentre invece il “capo” puo’ scrivere cosa vuole sul suo blog pubblico senza chiedere il consenso degli eletti.A causa delle uscite pubbliche estemporanee del ” capo” il movimento e’ in caduta libera e rischia l’estinzione in una sola legislatura pero’ nonsi puo’ dire perche’ danneggia il movimento.Per fortuna che nel movimento esistono senatrici e senatori che avranno il coraggio di liberarsi dal padre padrone e codazzo di periti informatici, blogger,filosofi,nipoti nominati tesorieri ecc..Finalmente sta’ per nascere un vero movimento di riscatto popolare il nome non sara’ 5 stelle perche’ Beppe molto democraticamente lo ha registrato come sua personale propieta’ ma in qualsiasi modo si chiamera’ incarnera’ il vero spirito che avrebbe dovuto animare il movimento 5 stelle uno vale uno e non Beppe e’ il capo e parla e gli altri tutti zitti.

    • Non è Paolo Becchi a dire che Beppe Grillo è il capo politiicodel M5S. Ma lo stesso Grillo.

      Grillo parla nelle piazze da anni con la stessa enfasi e lo stesso tenore da sempre. Cos’ha destato all’improvviso tanta meraviglia e stupore SOLO DOPO essere stati eletti? ^_^
      Coloro che non si riconoscono più nel M5S, nel capo politico suo fondatore, potranno liberamente dimettersi aderendo alla formazione politica a loro più confacente.
      Il M5S se ne farà una ragione, stiano tranquilli. L’obiettivo del M5S è quello di lavorare per i cittadini ed il bene comune. Non ha quindi nessuna intenzione di perdere tempo dietro atteggiamenti da prima donna.

    • Sono contento per tè e mi auguro che questo nuovo movimento popolare abbia grande successo e cambi veramente il paese.Se così fosse sarei ben lieto di farne parte anche se ho la sensazione che i dissidenti passeranno direttamente al PD o al gruppo misto beccandosi un bel po’ di soldini in diarie e rimborsi elettorali.

    • Silvanetta..ma allora che cavolo state raccontando ??..e tutte le favolette della democrazia liquida, del fantomatico progetto della democrazia diretta , dell uno che vale uno, del movimento che è appunto Movimento e non partito , quindi privo di leader ??..
      ma dai ma vi rendete conto o no ?
      E’ inutile liquidare la questione con il solito slogan “se non vi va bene votate qualcun altro”.
      Vi state comportando come dei quaquaraquà , cioccolatai , mentalmente succubi di una caricatura vivente.

    • Qui stanno tutti zitti tranne i troll del PD.
      Luca: ti rendi conto che scrivi come un analfabeta? Ma chi mai puoi convincere?

  • 1….Dal vostro intervento: “Beppe Grillo, che è e resta il capo politico del MoVimento”.
    2….Dal Glossario alle redazioni di giornali e televisioni: “Chiudiamo ricordando che la parola GRILLINI è scorretta e anche un po’ offensiva, in quanto riduttiva e verticistica. Grillo è il megafono al nostro servizio e non il nostro leader.”
    3….Dal comunicato politico numero 53: “…io devo essere il capo politico di un movimento, però io voglio solo dirvi che il mio ruolo è quello di garante, di essere a garanzia di controllare, vedere chi entra, dobbiamo avere soglie di attenzione molto alte.

    Niente onorevole, sarà Cittadino del MoVimento 5 Stelle, il leader sarà il MoVimento, il leader vero.”
    Se la prima affermazione è A, la seconda è B, mentre la terza è sia A che B: state facendo un ottimo lavoro per confondere le idee di chi vi vota…

  • Concordo con l’analisi fatta in questo post e secondo il mio punto di vista la Gambaro è andata in tv ben sapendo quale accanimento mediatico avrebbe scatenato il suo gesto.essendo consapevole di essere solo una portavoce del movimento le sue opinioni o le sue critiche le deve fare all’interno del gruppo.Nessuno le vieta di dissentire ma in questo modo fa solo danni a se stessa e al movimento.Mi aspetto dei chiarimenti in diretta streaming per poi lasciare la parola alla rete.Questo deve valere anche per gli altri eventuali dissidenti.Beppe lo aveva detto fin dall’inizio che avremmo avuto anche noi i nostri scillipoti soprattutto con questi attacchi continui da parte della stampa e della tv.Non mi meraviglierei del fatto che alcuni di loro possano essere stati comprati o siano sotto ricatto anche per vicende personali.Ormai sappiamo i metodi di questi personaggi per destabilizzare e dividere.

  • Va bene, se questo é il gioco allora giochiamolo fino in fondo. Cito: “..una portavoce non può parlare a titolo personale. “- Suppongo questo valga anche per lei in qualità di responsabile della comunicazione Chi ha deciso il suo incarico, con quali criteri ? E dunque, di grazia, a nome di chi parla, lei ? –

    • @Area Tintori
      Lei chi? Claudio? Che è al limite un consulente?
      Il Prof. Becchi? Che specifica sempre di dare opinioni personali (tra l’altro sempre MOLTO INTELLIGENTI)?
      Tutti parlano per se stessi tranne i portavoce di Camera e Senato.
      Cosa c’è di difficile da capire?

  • Quindi, ricapitolando, se un deputato/senatore del M5S dovesse pubblicamente dichiarare che Beppe Grillo ha commesso degli errori deve essere espulso dal movimento. Giusto ?

    • i panni sporchi si lavano in famiglia, è un concetto elementare, gridare ai 4 venti le proprie debolezze danneggia il gruppo.

    • ” i panni sporchi si lavano in famiglia, è un concetto elementare, gridare ai 4 venti le proprie debolezze danneggia il gruppo. ”
      mamma mia..fate paura ragazzi..roba da repubblica popolare cinese :D, continuate così il 3% alle prossime politiche vi aspetta

    • Vito …esatto..solo che il professor Becchi doveva scriverlo in 300 righe per rendere la cosa più diregibile ai gonzi della rete capisci ?

    • Luca…la repubblica popolare cinese è quello che resta se muore il m5s, e sai cosa ti dico..ci sono tante persone per bene in Italia ma anche tante teste di …. e a volte penso che purtroppo siano in maggioranza la seconda categoria e magari davvero prenderemo il 3%, potrebbe essere…vorrà dire che sarà ciò che vogliono la maggioranza italiana e va accettato…per quanto mi riguarda io vivo lo stesso ma non so se per tutti sarà così grazie a chi, sta partecipando in maniera attiva o passiva a questo vomito su Grillo e il m5s….tenetevi una continuazione di questo governo svuotatasche perchè tanto,mentre tu ed io stiamo a scambiarci pareri quelli con i tuoi e i miei soldi stanno godendo dei piaceri della vita…alla faccia nostra! Quanta paura che fa Beppe Grillo per arrivare a tanto.

  • Il ragionamento di Grillo non fa una grinza. Da chi è stata scelta la senatrice? Dalla rete. Adesso è la rete che la deve giudicare. Più democrazia di così si muore.

  • Ti risulta che Grillo abbia selto qualcuno? Da quel che mi risulta, il compito di Grillo è quello di controllare che il candidato non abbia precedenti o pendenze penali in corso ovvero non sia stato iscritto a partiti politici. Lui non ha scelto e non ha mandato in Parlamento nessuno. Semmai, se vogliamo spaccare il capello in quattro, possiamo dire che, se la regola che lui ha inventato dell’uno vale uno, se è valida per tutti i Gambaro di questo mondo deve essere valida anche per lui. Altro errore fondamentale: aver inserito nel non statuto una barriera a una sua candidatura. Presente lui in Parlamento la musica sarebbe stata ben diverse: i ragazzi si sarebbero sentiti meno soli e contemporaneamente avrebbe avuto un controllo del Movimento maggiore.

  • Caro Claudio, proprio in questi giorni mi stavo interrogando con mio marito (siamo entrambi iscritti al movimento da ottobre 2012) sul significato della parola PORTAVOCE. Le difficoltà e le contraddizioni che il Movimento si trova ad affrontare sono principalmente riconducibili alla vuoto di significato che tale concetto ha assunto in questi mesi, Mi spiego meglio. Per meglio “portare” la mia voce e quella di tutti gli altri cittadini iscritti al movimento è necessaria quella famosa piattaforma che ancora non esiste. In assenza di tale strumento (che mi rendo conto sia difficile da realizzare perché implica scelte politiche ed etiche ben precise – che ruolo e che valore dare alla delega? per esempio – ) i portavoce in Parlamento devono comunque prendere decisioni in autonomia e senza consultare ufficialmente la base (se non sporadicamente come nel caso dell’elezione del presidente della repubblica e per l’espulsione di Mastrangeli). L’unico vincolo che hanno i portavoce parlamentari è quello di non andare contro al codice di comportamento e ai venti punti del programma elettorale. Ora, la signora Gambaro ha espresso una propria opinione è vero e avrebbe dovuto evitare di farlo in televisione, ma sarebbe opportuno a questo punto interrogare la base anche sul ruolo del capo politico. Il Movimento è di Beppe Grillo (il marchio è di sua proprietà), ma io (e credo come me anche altri iscritti al movimento) credo che sia ormai giunto il momento di sperimentare quella tanto pubblicizzata democrazia diretta, altrimenti il movimento rischia di diventare un vuoto contenitore di belle idee inapplicate e inapplicabili. Io voterò contro l’espulsione perché in questo caso, dal mio punto di vista, il problema non è stata la signora Gambaro, ma la grande contraddizione del movimento che non riuscendo ad attuare una qualche forma di democrazia diretta rischia di diventare uno strano partito con uno strano rapporto con il proprio capo politico e con la propria base.
    Da ultimo vorrei che in modo chiaro venisse spiegato a tutti gli iscritti al movimento per quale motivo la piattaforma ancora non è attiva.
    Ciao
    Elisa

    • Elisa, complimenti per il bel commento, hai centrato il punto.
      E siccome in questi giorni si ripete il mantra del “é solo un problema di comunicazione”, chiediamo direttamente a Claudio Messora: qual é la posizione ufficiale del Movimento rispetto allo stato dei lavori della piattaforma? Perché era stata promessa in più occasioni per aprile/maggio (Internet non dimentica, nel bene e nel male) e siamo a giugno inoltrato e nei corridoi del Movimento (!) si sente parlare di settembre/ottobre?
      Continuare sulla strada del “é colpa degli altri”/”é un problema di comunicazione” e non fare un po’ di sana autocritica (magari aggiungendo che il capo può sempre sbagliare e che cambierà tutto quando ci sarà un vero sistema di intelligenza collettiva, per cui non si potrà più dare la colpa a questo o a quello ma ci si dovrà prendere la responsabilità delle proprie azioni collettivamente) allontanerà la parte migliore del Movimento, quella che capace di fare critica autonoma ad un sistema ha deciso di non votare “tradizionale” e rivolgersi al 5S per ottenere un vero cambiamento (anche a lungo termine). Questa gente la state allontanando – tornerà a votare PD o altri – e state trattenendo solo quelli che votano di pancia e danno ragione a Grillo senza farne una serena e giusta critica.
      State deludendo tutti quelli che volevano partecipare e cambiare in meglio questo Paese. Avrete una responsabilità (colpa, nel caso) enorme.

  • Il Movimento non è un Partito: non ha un segretario e di conseguenza una segreteria che possa decidere l’estromissione di qualcuno dal gruppo perchè in conflitto con la linea del partito a cui appartiene. Il gruppo di parlamentari del M5S sono rappresentanti vincolati a decisioni volute dal popolo del Movimento che li ha eletti.
    Nè Grillo nè i parlamentari, in linea di principio, possono decidere l’estromissione di qualcuno. Di conseguenza, sono gli iscritti al Movimento gli unici a poter decidere le sorti della Senatrice.

  • Grillo si è trasformato nel becchino della democrazia, e quelli che lo seguono nei ceri intorno al morto. Si parla di Capo, in democrazia i capi no esistono, ovunque vedete compravendita e malafede, ma se la malafede e la compravendita fossero in altri luoghi, quali interessi rappresenta veramente il comico genovese, che ci vuole al margine di tutto,che prima parla di fare le cose chiare e poi nell’oscuro della rete accende i suoi ceri funerei, la Gambaro non è il problema, il problema è Grillo e i suoi interessi occulti.
    W la democrazia
    W il parlamento

  • Quindi se invece la rete dovesse scegliere di non espellere la Gambaro cosa ne dovremmo concludere? Che la rete non è più dalla parte di Grillo?
    Potrebbe anche essere, Grillo sul suo blog ha fatto delle affermazioni che sembravano ordini imposti da Bruxelles.
    I parlamentari devono crescere in fretta e cominciare a camminare sulle loro gambe e su quelle degli otto milioni che li hanno eletti.

    • Molti voti sono arrivati al M5S per la vision della democrazia diretta, sulla scorta del “la faremo a breve, cominciate a darci i voti”.
      Dov’é questa piattaforma? Si volevano dei parlamentari “portavoce” del popolo, non di Grillo o di loro stessi.

  • Se il problema sono davvero i post di Grillo, andate a cacare. Se l’obiettivo è prendere lo stipendio intero, andate a zappare. Ma se lo scopo della scissione dovesse essere quello di provare a fare un governo tutto PD, non vedo l’ora. Se ne vedrebbero di tutti i colori. La linea (?) di Bersani o giovani turchi (?) non è la linea ufficiale del PD. Chi glielo va a dire a Letta e Franceschini che ora ci sono i grillini e si può divorziare da Berlusconi? Civati? Spero che accada al più presto, spero che si allontani dal movimento un numero di deputati sufficiente perché al senato il PD non abbia più scuse. Secondo me i 101 del PD stanno pregando in aramaico perché non ci sia nessuna scissione nel M5S. Speriamo, invece. Non se ne può più di questo massacro mediatico al movimento.

  • “Se un membro del gruppo parlamentare del M5S non condivide più le scelte del suo capo, con cui il MoVimento continua a identificarsi”
    Siamo passati direttamente a Democrazia Diretta, versione 3.0? Quando, di preciso?

    • MA PORTAVOCE DI CHI? DELLA VOCE DEL PADRONE? MA FATEMI IL PIACERE.
      LA CUPOLA DIRIGENZIALE DI UN MOVIMENTO POLITICO AUTOCRATICO E AUTOREFERENZIALE COME IL M5S, STA FACENDO L’ENNESIMO PROCESSO POLITICO AL DISSIDENTE DI TURNO.
      M5S COME FORZA ITALIA, COME IL FASCISMO DI MUSSOLINI, COME LO STATUTO ALBERTINO DEI SAVOIA: SIAMO SEMPRE, IERI COME OGGI, AL DI LA’ DELLA PRETESA NOVITA’ FORMALE, ALL’AUTOBIOGRAFIA DEGLI ITALIANI. QUEGLI ITALIANI CHE, ANCHE QUANDO VORREBBERO FARSI CITTADINANZA ATTIVA, HANNO SEMPRE BISOGNO DELL’UOMO FORTE, DELLA PROVVIDENZA, DELL’UOMO NUOVO, DELL’UNTO ETC ETC.
      DOBBBIAMO SEMPRE ACCORRERE IN AIUTO DEL VINCITORE, UNIFORMARCI AI DESIDERATA DEL CAPO.
      SECOLI DI PAPATO, DI INQUISIZIONE, DI LIBRI PROIBITI, DI CODICE ROCCO TRASPOSTO PARI PARI NELL’ODIERNO CODICE PENALE, FANNO SI CHE LA MENTALITA’ PREVALENTE, IN QUESTO SFIGATO PAESE, SIA QUELLA DEGLI SCHIAVI, DEI SERVI, DEI VASSALLI.
      SIAMO UN SULTANATO PREMODERNO DI STRONZI MEDIAMENTE IGNORANTI CHE GIRANO CON L’ULTIMO I PHONE, MANGIANDO SUSHI, CREDENDOCI SUPERIORI AGLI ALTRI. MENTRE SIAMO I FIGLI DI QUEI PADRI FASCISTI (O COMUNISTI) O CLERICALI, IMBEVUTI DI UNA SUB-CULTURA FATTA DI AUTOREFERENZIALITA’, GERARCHIA, AUTOCENSURA, OBBEDIENZA, IGNORANZA E RAZZISMO.
      NON RIUSCIAMO A CAPIRE CHE SOLO IL DISSENSO E’ DEMOCRAZIA.
      TROVIAMO INCONCEPIBILE NON BACIARE IL CULO DEL CAPO, QUALUNQUE ESSO SIA.

    • TROVIAMO ASSURDO BATTERCI PER UNA IDEA IN MINORANZA, IN SOLITUDINE, MAGARI CON LA PROSPETTIVA DI POTER PERDERE.
      DA NOI, COME DICEVA MONTANELLI, LE RIVOLUZIONI SI POSSONO FARE SOLO COL SINDACO IN TESTA E COI CARABINIERI.
      SIAMO UN POPOLO DI SERVI. NON SAPPIAMO COS’E’ UNA RIVOLUZIONE. NON SAPPIAMO COS’E’ IL LIBERALISMO DEL NORD EUROPA. QUANDO IN OLANDA, QUATTRO SECOLI FA ERANO DI CASA LE LIBERTA’ FONDAMENTALI NOI AVEVAMO GIA’ L’INDICE DEI LIBRI PROIBITI (CHE DURERA’ SINO ALLA FINE DEL SECOLO SCORSO).
      SIAMO UNA ESPRESSIONE GEOGRAFICA DI SUDDITI AVVEZZI ALL’INCIUCIO, ALL’ARRANGIARSI, AL TRADIMENTO, AL PRAGMATISMO.
      DA GALILEO E GIORDANO BRUNO SINO ALL’EDITTO BULGARO DELLO PSICONANO, QUELLA ITALIANA E’ LA STORIA DI UN PAESE CHE SI VENDE AL + FORTE, CHE TRADISCE L’ALLEATO, DOVE IL RE SCAPPA, PERCHE’ LA NOSTRA MORALE E’ FRANCIA O SPAGNA BASTA CHE SE MAGNA… E SI FOTTANO I PRINCIPI, LA RESPONSABILITA’, LA GIUSTIZIA….
      QUINDI, CARO M5S, CARO GRILLO, CROCIFIGGI PURE I DISSIDENTI. COME HANNO SEMPRE FATTO TUTTI IN QUESTO PAESE DI MERDA, COME FECE IL DUCE, I RE, I PAPI, TUTTI. SIAMO O NO LA PATRIA DI MACHIAVELLI? E LUI AVREBBE FATTO LO STESSO…
      SARA’ LA PROVA CHE L’ITALIA E’ UN PAESE SENZA SPERANZA. CHE SIAMO UN GREGGE IN ATTESA DEL CAPO, NON MAI DEGLI UOMINI LIBERI CHE CONSIDERANO IL GOVERNO NEL MIGLIORE DEI CASI UN MALE NECESSARIOI E NEL PEGGIORE UN MALE INTOLLERABILE.
      PROCESSATE ED EPURATE. SARA’ L’ENNESIMA PROVA CHE DA UN SUFFRAGIO DI SERVI NON PUO’ USCIRE UN GOVERNO DI LIBERI.
      LA PROVA CHE IL PARLAMENTARISMO RAPPRESENTATIVO DEGLI ULTIMI DUE SECOLI HA TERMINATO UN CICLO STORICO.

    • PERCHE’ VOTARE E’ INUTILE.
      FORSE, COSI’ COME LA RIVOLUZIONE (SI DICE) DIVORA I SUOI FIGLI, ANCHE QUESTO REGIME COSIDDETTO DEMOCRATICO DIVORA I SUOI FIGLI.
      QUEI FIGLI CHE ANCH’IO, COME TANTI POVERI ILLUSI, CREDEVO I SUOI FIGLI MIGLIORI. MA MI SBAGLIAVO.PERCHE’ NON SOLO I PARLAMENTARI M5S IN PARLAMENTO NON HANNO FATTO UN BENEAMATO CAZZO DI NIENTE, MA ANCHE PERCHE’ SI SONO TRASFORMATI IN TANTI PICCOLI STALINISTI CHE CREDONO DI PURIFICARSI COI PROCESSI POLITICI, COI PROCESSI MORALI….
      IL M5S E’ EVIDENTEMENTE DIVENTATO UNA RELIGIONE.
      QUINDI E’ INUTILE RICORDARE CHE IN ITALIA IL MANDATO PARLAMENTARE E’ SENZA VINCOLO DI MANDATO.
      QUINDI E’ INUTILE FARE PRESENTE CHE IL “SI RIMETTA ALLA RETE” SUONA TANTO DI PLEBISCITO, COL SONDAGGIO DELLA CASALEGGIO & ASSOCIATI NOVELLA PIAZZA VENEZIA.
      INUTILE PORTARE ARGOMENTI, QUANDO SI HA A CHE FARE CON UNA RELIGIONE, CON UNA SETTA.
      ORA, CARI SERVI SCIOCCHI, LO SO, MI INSULTERETE, MI IGNORERETE, COME SEMPRE FA CHI NON HA ARGOMENTI E CHI NON RIFLETTE SERIAMENTE SUL “COS’E’ QUESTO”. MA PROVATE A DISTACCARVI, PER UN MOMENTO DALLA POLEMICA TERRA TERRA, E DOMANDATEVI DI COSA STIAMO PARLANDO: VOLETE FARE FUORI CHI NON LA PENSA COME VOI. PEGGIO, CHI NON LA PENSA (UDITE UDITE) COME IL VOSTRO CAPO, COSA QUESTA MOLTO + GRAVE PERCHE’ COME TUTTI SANNO E VOI PER PRIMI ANCHE SE FATE FINTA DI NO, IL CAPO VALE PIU’ DI VOI, AL DI LA’ DELLE PANZANE “OGNUNO VALE UNO”. E’ DI QUESTO CHE SI PARLA.
      E CREDETE CHE, DOPO L’EPURAZIONE, AVRETE ELIMINATO IL DISSENSO? E SE ANCHE FOSSE, CREDETE CHE SAREBBE MEGLIO COSI’?
      E DOVE SAREBBE LA DIFFERENZA TRA VOI E I LEADER CINESI O NRD COREANI? E DOVE SAREBBE LA DIFFERENZA TRA VOI E LA CASTA DEL BANANISTAN?
      LA LIBERTA’ DI PENSIERO E’ PROPRIO QUELLA DI PERMETTERE AI NEMICI DI PARLARE, NON AGLI AMICI.
      LEGGETEVI NON DICO BOBBIO O CHOMSKY, NON DICO ZINN O TOQUEVILLE, MA ALMENO VOLTAIRE, CHE PER VOI SAREBBERO GIA’ IDEE MOLTO AVANZATE.

    • Non verrai insultato…ma riceverai la placca di TROLL piddino, capito ?
      In serie ti verrà chiesto quanto ti paga il PD per scrivere su sto blog, poi nel caso sfotterti per la tua ortografia.

  • Secondo la Costituzione(ancora per poco) vigente ogni parlamentare opera senza alcun vincolo di mandato. Ciò sta a significare che chiunque eletto nel M5S da un giorno all’altro può mandarci a cagare senza pagare dazio, anzi ci guadagna pure. Tutto quello che ci diciamo in questo Blog ha lo stesso valore di un peto maleodorante.

  • Tutto nasce da calcoli sbagliati. Nessuno aveva previsto, neanche Grillo, un così ampio consenso. A questo punto iniziano a tremare i polsi: Beppe non è in grado di gestire questa montagna di voti: aveva sperato in una compagine più esigua con compiti di opposizione al sistema che fungesse sostanzialmente da pungolo fastidioso per quelle riforme mai attuate dalla Casta. Si ritrova un esercito di dilettanti allo sbaraglio che pende dalle sue labbra anche se scompostamente taluno avverte affinità con gli habituè di Palazzo imitandone le cattive abitudini. Cercare di tenere il gruppo compatto sarà difficile e ancora di più dargli maggiore autonomia e libertà di dissenso: troppo presto per recidere il cordone, segnerebbe l’inizio di una disastrosa diaspora con buona pace per chi sognava il cambiamento. Un po di pazienza prima di sciogliere il guinzaglio ai ragazzi pentastellati.

  • Riflessione del giorno dopo: Grillo inventa un Movimento rivoluzionario con l’idea di mandare a casa questa classe politica impresentabile. Raccoglie dalla società ragazzi che non hanno niente in comune se non la disperazione di un futuro disperato. Li fa eleggere inserendoli nella stanza dei bottoni promettendo loro la metà dello stipendio e due legislature che non si realizzeranno mai. Per favore, spiegate a questo povero imbecille per quale motivo questi ragazzi, in tanti casi senza arte ne parte, dovrebbero resistere alle mille e cento lusinghe provenienti da ogni parte dell’emiciclo quando in casa propria, se solo osi alzare un dito per dir la tua, vieni lapidato. Infatti corrono voci di “scisma” nel Movimento e già nel Pd qualcuno alza la cresta avvertendo Berlusconi della possibilità di sfasciare l’inciucio. In un paese di merda come questo, ancora ci vogliamo illudere di cambiare le cose? Fa bene allora la mafia a fare i propri cazzi fottendosene di questo popolo di merda!

    • Il paese di m**da inizia e finisce con la gente inutile come te che si permette di dare dell’imbecille a chi si e’ messo in gioco la sua carriera, la sua vecchiai e la sua famiglia.
      Sei una nullita’.
      Vergogna!

    • ahah…questa analisi (chiamiamola cosi)tu me la chiami riflessione?
      scusa il mio prosaicismo ma se questa e’ una riflessione e’ come dire che la cacca e’ cioccolata!
      “l’imbecille” come lo chiami tu, sicuramente ha fatto degli sbagli,e’ un uomo,pero’ per la prima volta nella storia di questo paese e’ riuscito nell’impresa di portare semplici cittadini nella “stanza dei bottoni”,dove fino ad oggi i deputati li sceglie una sola persona:il segretario di partito!
      questa me la chiami democrazia?
      lasciamo perdere va…credo che in questo paese siamo amanti di chi ci…ehm…ripeto lasciamo perdere,si offenderebbero in troppi!
      quanto alla cosiddetta “lapidazione” che subiscono i dissidenti,vorrei farti una domanda:hai mai sentito uno del pdl o del pd che ha criticato il suo leader,danneggiandone l’immagine come la senatrice gambaro ha fatto con grillo?
      amico,questa signora ha gia pianificato tutto a tavolino per fare il cambio di casacca,e ora si nasconde dietro la “democrazia”,parola che oggi,nell’era di grillo chissa’ perche’ e tornata in auge,mentre prima invece…

    • Grillo non inventa proprio niente, è Casaleggio che lo contatta prima per il blog e successivamente gli mette in testa di fondare e gestire questa sorta di partito insieme a lui.
      Altro che democrazia dal basso, è una scemenza !!! i leader sono loro due c’è poco da fare, sono loro che indirizzano determinate strategie politiche e decidono cosa si deve fare e come, altro che garante.
      Ho votato sul blog la proposta di inserire nel programma politico del Movimento 5S la ME-MMT come proposta concreta di salvezza nazionale (la teoria economica divulgata in Italia da W.Mosler e P.Barnard), è la seconda proposta più votata in assoluto sul blog, ne sentite parlare per caso da Beppe o da un qualsiasi dei nostri rappresentanti in parlamento ?? io NO
      Ho saputo addirittura che la proposta non è stata nemmeno discussa internamente in quanto “stoppata dall’alto”…
      E’ questa la democrazia partecipativa dal basso tanto decantata ?? è questo il modo di intendere la democrazia diretta da parte del Movimento (o di chi veramente ne muove i fili) ??
      Io mi aspetto dei fatti concreti (la MMT è una cosa concreta) non le corse dietro ai “ladri di polli”….
      Ho votato M5S e non mi pento (per ora), ma nemmeno sono stupido al punto tale da abboccare ad ogni dogma spacciato come unica verità esistente, sembra quasi di trovarsi al cospetto di un qualunque fanatismo religioso, si sta esagerando a mio avviso.

  • Certamente bisogna essere portavoce del M5s, poi gli eventuali dissensi li deve discutere con i suoi colleghi. La Gambaro deve scusarsi. Altrimenti si innalza l anarchia.

  • Allora, iniziamo a montare questa montagna di baggianate:
    1) Una senatrice -se si sta al principio di portare in parlamento un movimento, e non un partito- ha il pieno diritto di critica pubblica, essendo questo in linea non solo con il diritto d’espressione (art. 21) ma anche con il fatto che le dichiarazioni spontanee che esulano dall’esercizio del ruolo politico rimangono tali, non hanno nulla a che fare con qualcosa che il partito può reprimere (a meno che non vadano contro i codici di comportamento, e non è questo il caso).
    2) Grillo non è il capo politico, perché diciamolo tanto che ci si gira attorno: capo politico è il sinonimo di Leader, fatto che il M5S nega dalla sua nascita, o sbaglio? Dunque Grillo non è né leader formale né secondo l’evoluzione “storica” del M5S. Di conseguenza se mai fosse anche lecito espellere chi critica il capo di un partito, comunque non è questo il caso.
    3) il fatto che all’interno del M5S si parli di “portavoce” e non di onorevoli non ha alcunché a che fare con questo caso. Di per sé la strategia di convogliare sui rappresentanti l’opinione dei propri elettori è una sfida (intellettuale e logistica). Ma questo atto nasce e si conclude nell’attuazione di politiche e nell’espressione dell’opinione del movimento in merito. Tutto il resto è e deve essere liberamente espresso dal portavoce, non è che se gli si chiede se preferisce Harry Potter o Twilight deve chiamare i suoi elettori, né questi hanno diritto di coercizione sul “portavoce” per quanto riguarda le sue opinioni personali non attinenti alle politiche da attuare. E’ questo l’unico spartiacque vero e giusto per l’espressione del portavoce.
    4) tradire la fiducia del movimento è un discorso più complesso. Se si manda via un buon rappresentante perché non gli piace Grillo (che neanche è detto, perché lei ha criticato il tono usato da Grillo, non -ancora- le sue idee). Certo, la trasformazione in Scilipoti voi gliela avete appioppata subito, non appena ha guadagnato l’etichetta di “dissidente”, e chissà quanti la conoscevano prima e si sono informati su di lei, prima di dirlo. Ma questo, scusate, è un vostro problema, non -ancora- il suo. E se a farlo è lei, Becchi, che si fregia del titolo di accademico, dimostra che il metodo scientifico proprio non ha neanche idea che cosa sia, ed è intollerabile.
    5) se ci si richiama agli elettori per espellerla è meglio, ma una precisazione, tanto per gradire andrebbe fatta. Il movimento non può essere tutto. L’idea che un parlamentare agisca come una sorta di automa privato di qualsiasi forma di autonomia e coscienza non solo è sbagliato, ma è filo spinato messo sulla strada verso una democrazia compiuta (che in Italia, evidentemente ancora non c’è). Un buon politico è anche quello che sa prendere una decisione in coscienza sapendo che verrà impallinato alle prossime elezioni.
    PS: è inutile affannarsi alla ricerca di un cantuccio caldo di ispiratori, un’intellighenzia in Italia c’è stata, ed è esattamente quella merda che ci troviamo incancrenita nelle Università oppure sui giornali a fare blocco con i partiti grazie ai quali lavora. Ora potete anche provarla questa corsa, ma se proprio dovete incancrenirvi anche voi, provate a farlo come si fa in america, dove invece dell’Annunziata c’è Chomsky. Magari trovereste in fondo all’anima una qualità rara negli intellettuali: l’onestà.

  • Forse non ho capito bene questo articolo……..
    Che senso ha chiedere alla rete, se la Gambaro (cioè “l’imputato di turno”) “DOVREBBE” dimettersi????
    Cosa vuol dire??
    Non avete più il coraggio delle vostre azioni???
    Se pensate che sia da espellere espelletela pure, però poi prendetevi la responsabilità di questa scelta!
    Se pensate che invece la Gambaro abbia le sue ragioni COMPRENSIBILI allora rinunciate e ascoltatela.
    Sbaglierò ma voi state facendo pressione sulla rete perchè convinca la Gambaro ad “espellersi” DA SOLA, senza fare al movimento un altra figuraccia a livello nazionale a proposito della democrazia interna al movimento.
    Vi avevo avvisato che se prevaleva la linea dell’uomo “forte” poi si andava incontro a delle scelte UNIVOCHE che erano difficili da sostenere, perchè scelte autonomamente da uno solo, con buona pace del OGNUNO VALE UNO.
    Buona parte della fiducia che personalmente avevo riposto in voi è svanita, speravo che voi foste IL CAMBIAMENTO, cioè foste U N I T I per cambiare le cose in Italia al fine di ristabilire una sorta di LEGALITA’ nel nostro paese, che favorisse tutti indistintamente e nessuno in particolare.
    Ma mi sono sbagliato, quando sono solo 1 o 2 persone che decidono la linea politica da seguire e tutti gli altri si devono PER FORZA accodare, allora non si và molto avanti, altro che cambiamento a vantaggio di tutti, cambiamento IN PEGGIO verso una linea AUTORITARIA, DESPOTE che peggiorerà ulteriormente la situazione già DISPERATA attuale che diminuirà ulteriormente la già vacillante DEMOCRAZIA nel nostro paese!
    Avevate quasi 9 milioni di voti e cosa avete portato a casa con questa linea intransigente? La vigilanza RAI ………..mi vien da piangere……
    Anche se i deputati in parlamento continuassero ad impegnarsi, come del resto stanno facendo tuttora,(e di questo ve ne dò atto) per portare avanti riforme e cambiamento, con questa lidership non si và molto lontano, e i fatti lo stanno già dimostrando………………..
    Presto, siete ancora in tempo, realizzate sta benedetta APP di collegamento tra eletti ed elettori, che forse si riuscirà a salvare almeno il salvabile, i deputati in parlamento NON sono stati eletti per fare e dire quello che Grillo o Casaleggio vogliono dire, ma SOLO quello che GLI ELETTORI di volta in volta sceglieranno, azzecandola o sbagliando, ma sempre con la maggioranza che decide autonomamente!
    Non c’è alternativa SOLO COSI’ OGNUNO VALE U N O !!!!!

    • Voi chi?
      Fate la app chi?
      Non dar consigli a chi ne sa piu’ di te.
      Tu non hai ancora capito cos’e’ il MoVimento e lo capirai quando non ci sara’ piu’ e l’unica speranza che ti rimarra’ sara’ di fare un attentato kamikaze davanti a qualche dimora di banchiere.

    • fate tenererzza…ma invece che continuare a blaterare “non hai capito cosa è il M5S ” …suvvia spiegatelo una buona volta !
      Siamo consapevoli che siete esseri illuminati, ve lo chiedo in nome degli altri cittadini normali.
      Per voi che avete compreso tutto sarà facilissimo dare finalmente una spiegazione concisa ed esauriente

  • L’intervista della Senatrice Gambaro, fa parte di un progetto di scounting previsto nell’intesa PDL e PD-L con lo scopo di dividere la comunità cinque stelle partendo dagli eletti per arrivare a tutti gli iscritti.
    E direi che sta funzionando molto bene, anche grazie ai potenti mezzi a disposizione dei due poli concentrici, anzi sta andando meglio delle loro previsioni
    Questo cose non sono avvenute dopo le elezioni, perche il PD in prima battuta era cero di imbarcare i 5 stelle e fare fuori il PDL.
    Solo durante le elezioni dei presidenti di camera e senato , probabilmente qualcuno ha capito che su una parte del movimento 5 stelle si poteva “lavorare” e quindi tra gli accordi che anno portato al Governo delle grandi intese ci sarà stato anche la gestione questa unica opposizione.
    (lega e rifondazione fanno non-opposizione)
    L’inesistente e frammentata comunicazione del movimento, ha poi contribuito a fare il resto: sfiducia tra la gente, e sconforto – delusione tra gli iscritti
    La cittadina, ora onorevole, simpatizzante PD, Adele Gambaro , che alle comunali di Bologna aveva acquisito zero preferenze, per la scelta sciagurata, ma comprensibile di Beppe Grillo di blindare le liste ai vecchi iscritti, è stata eletta al senato ed è probabilmente stata scelta come testa di ponte per le altri defezioni.(leggi tradimenti)
    Per Lei è l’occasione della vita, una che studia a Ginevra conosce quattro linque e una consulente aziendale cosa c’è di meglio di un incarico di senatore della repubblica italiana.
    C’è una nuova Italia che ci aspetta e sarà bellissimo farne parte….. ma non con queste persone.

  • Il problema principale è che certe persone, che si sono impegnate a seguire determinate regole comportamentali e a restituire ai cittadini una parte considerevole dell’ IMMORALE compenso economico dovuto alla carica pubblica da loro ricoperta, ora dopo essere entrati in parlamento ( Luogo fra i più MARCI dell’intero pianeta ) mugugnano e cianciano di questo o quell’altro fantomatico problema pur di non rispettare gli impegni presi col M5S e i propri elettori!!!!!!!!!!!!!!!!
    P.S. Il resto sono solo CHIACCHIERE FUMOSE da BAR SPORT.

  • Mentre Barnard in questo momento si stà sbattendo girando tutta l’Italia con Mosler per spiegare come salvare il paese a sindaci ed imprenditori tu stai qui a caxxeggiare e dare del troll a chi la pensa diversamente da te te senza fare un caxxo di concreto per salvare il paese (oppure pensi che limitarsi a mettere la crocettina sullla scheda e poi dare del troll sui blog sia sufficente e ora ti senti la coscenza a posto)quindi fatti due conti se fuori di testa è Barnard o sei tu.

  • Non ho paura ad andare controcorrente, una volta capito che la strada intrappresa è quella sbagliata!
    Solo unendo le scelte di più persone possibili, il M5S tiene fede alle sue promesse pre elettorali, fintanto che comanda uno solo (pena la scomunica) il detto “ognuno vale uno” non è più rispettato!
    E i risultati delle ultime elezioni lo confermano, non penso proprio che siano in atto campagne per l’acquisto di eletti 5 S. ma è proprio in metodo “Boffo” o peggio “Grillo” che si stà attuando ora che come si vede NON FUNZIONA.
    Non puoi tenere assieme delle persone CON LA PAURA!!!!!!! SOLO CON DELLE GRANDI IDEE CONDIVISE LE PERSONE SI UNISCONO IN UN LEGAME INDISSOLUBILE!!!
    Poi se credete che con i soldi chiunque possa comprare tutti e tutto, allora metteteci una pietra sopra il cambiamento, nessun metodo potrà mai vincere.

  • Chi non e’ + in “sintonia” con il M5S deve uscire. Non esiste che dopo appena qualche settimana dall’ insediamento del governo, quello che fino ad ora difendevi allo stremo ora non va più bene. Tutto e’ nato con la storia dei rimborsi e’ inutile colorare la merda perche tanto puzza sempre. L’italiano “tiene famiglia” e va” a messa tutte le domeniche” quindi e’ autorizzato a rimangiarsi la parola data, a tradire e quando possibile rubare soldi alla comunita’. L’italia e’ stata fatta, gli italiani tra poco saranno “fatti” dai tedeschi.

  • la gambaro ha tradito il mandato per cui è stata votata.io ho votato il movimento proprio per i toni e i temi diffusi da grillo,se la gambaro non accetta piu’ questo atteggiamento puo’ andare a casa.non è giusto che ci siano tentativi di un nuovo gruppo parlamentare di fuoriusciti dal movimento,tutti questi devono dimettersi,oppure chi li ha votati puo’ pensare che lo facciano per tenersi tutti i soldi a cui avevano promesso di rinunciare.per quanto riguarda le elezioni comunali ,non credo debbano preoccupare cosi tanto.io al mio comune 3 anni fa votai il candidato del pd,cosa che non farei mai a livello nazionale.

  • La Gambaro oltre a tutto il resto che non voglio commentare (perchèper fissare un intervista per dire quelle coseèda dementi) non è neanche intelligente perchè dire chi i toni di Grillo cu hanno fatto perdere (i soliti che 3 mesi prima ci hanno portato al 26%) e non fare autocritica sulla questione diarie creata dagli eletti non è regolare.

  • La Gambaro avrà anche sbagliato (dolo o colpa che sia…), però una cosa è certa: ha ragione da vendere!!
    È chiaro che continuare così, con una scarsa strategia politica e con una comunicazione dai toni spesso inutilmente eccessivi, non aiuta a perseguire gli obbiettivi del Movimento.
    La democrazia non la si perde quando viene richiesta la verifica della Gambaro, la si perde quando la verifica la fai su una piattaforma non trasparente e non indipendente. Io ricordo Grillo quando professava nella mia piazza di Rimini la democrazia diretta, quando parlava di sistemi tipo liquid feedback: tutto questo dove è? Promesse mancate di cui nessuno si prende la responsabilità? Eppure il mio voto ilM5S se le guadagnato anche così (con le caxxate non mantenute). Quindi che cosa vuoi che ti dica caro Claudio? Sai io ti stimo ma se vuoi proprio avere ragione a prescindere ti dirò quello che vuoi sentirsi dire: hai ragione il Sole gira attorno la Terra!! Non c’è bisogno del binocolo per capirlo….

  • >> quando parlava di sistemi tipo liquid feedback: tutto questo dove è?
    Promesse mancate… tutto questo dov’è?… le caxxate non mantenute?
    Ma tu che cavolo fai ancora lì, allora? Contatta subito il tuo meetup di zona e comincia a collaborare, a costruirlo da zero questo portale. Ti ricordo che tutto quello che fanno i ragazzi dell’M5S è fatto sempre durante il loro tempo libero e gratis.
    Mi sa che hai sbagliato a votare, dovevi votare un partito e non un MoVimento!
    Nell’M5S non c’è pappa pronta, ma gente che si tira su le maniche!

    • Guarda che ti sbagli di grosso. Io l’ho fatto ma nei meet di zona giustamente si parla prevalentemente di problematiche locali. L’unico progetto valido (che seguo) è quello portato avanti da M5S Roma e Bergamo. È poi che dire dei ripetuti appelli di Federico Pistono andati completamente ignorati? Prima di scrivere prova ad informarti.

  • non so.
    la voce del M5S mantiene per me lo stesso fascino che apprezzo fin dai tempi dei referendum di quattro anni fa, ma mi dispiace immensamente questo incartarsi intorno a futili beghe di terrazzo sul cortile.
    coordinare un movimento significa favorire il contributo spontaneo di tutti i membri, gestendo con prudenza e sensibiltà le dinamiche interne, cercando di capire che un sacrificio piccolo su una questione di principio a favore della coesione interna può trasformarsi, talvolta, in un capitale per il raggiungimento del progetto globale.
    fosse per me, avrei cominciato votando a favore di Pietro Grasso (concordo invece sulla scelta di restare all’opposizione).
    ma purtroppo è vero che il M5S è frenato da un gruppo di teorici esterni, come questo noiosissimo e intollerabile Paolo Becchi, che pretende di manovrare dall’esterno il Parlamento come un teatro di burattini.
    L’altro giorno Beppe Grillo ha pubblicato un elenco di tutte le ragioni per cui anche io ho votato M5S, ma no, sappiate bene che non ho votato M5S per i battibecchi e le epurazioni. Imparate a fidarvi gli uni degli altri e a fare gruppo. Ascolatevi dentro, invece di strillare di fuori.

  • CARO Claudio questo blog , come molti di quelli utilizzati dagli elettori del m5s si è riempito di troll PDOCCHI CHE CERCANO DI METTERE ZIZZANIA TRA GLI ATTIVISTI DEL M5S.QUESTO STA SUCCEDENDO ANCHE IN PARLAMENTO DOVE IL CIVATI DI TURNO FINTO DISSIDENTE PIDDINI STA TESSENDO LA TELA SU CUI FAR APPICCICARE I GRILLINI PIù INSETTI PER POI MANGIARLI,DIGERIRLI E POI CAGARLI….

    • e questo post rappresenta in pieno il motivo per cui andremo a casa…
      se continuiamo ad URLARE caxxate ed ogni persona che espone la propria diversa opinione viene additata come PiDDINO o TROL o peggio, che futuro potremo avere? cosa vogliamo costruire?
      PS a proposito di trol e trasparenza…. sul blog di Beppe hanno cancellato un mio commento sulla Gambaro.
      Non era offensivo ne volgare… però è stato cancellato. Diversamente se vai a vedere sul sito di Grillo potrai contare centinaia di commenti con le più amene volgarità sulla nostra Senatrice: perché quelle non le cancellano? E da questi atteggiamenti che comincio a pensare che forse qualcosa all’interno del M5S non va nel verso giusto….

    • @Christian M.
      è da mò che allinterno del M5S … le cose NON vanno come propagandato in campagna elettorale e ribadito ad ogni piè sospinto dai vai attivisti ed eletti (locali e nazionali) … forse perchè nel M5S l’ UNO vale UNO è valido fin quando Grillo ( e CASAL-PEGGIO) non decidono diversamente … allora si verifica che l’ UNO vale NULLA (che è MENO di ZERO) … e i “grillini” a condire il resto della POLEMICA (lo SHOW) del NULLA vs l’ UNO che vale … TUTTI (gli adepti).

  • Proprio vero sig. Becchi, infatti anche oggi “si scandalizza” in prima pagina del FQ Paolo Flores d’Arcais, secondo me sono in malafede pur di sparare contro il M5S e questo mi preoccupa perchè i parlamentari 5S dovrebbero difendersi fuori dal Palazzo spiegando alla gente la realtà delle cose perchè io non sopporto più sentir dire che stanno tradendo gli elettori

  • Famo a capisse: se nel PD dopo una assemblea 101 parlamentari votano contro quel che si è deciso sono “traditori” da scovare e cacciare. Ma non li trovano. In compenso se Bersani decide “Marini presidente” da solo, di notte, TUTTI quelli del PD devono assecondarlo. Non ci sono assemblee eh. E chi non lo segue è un traditore da cacciare. si o no? 😀 Se domani Cicchitto dicesse “il tracollo del PDL è colpa di Berlusconi, meglio che stia zitto” beh Cicchitto uscirebbe domani dal PDL, senza assemblee, riunioni, per sola decisione del capo.
    la Gambaro ha fatto delle domande retoriche alle quali la risposta è solo una: SE i toni di Grillo ti andavano bene per arrivare lì, ma ora pensi che siano un danno, non hai capito unca. E diventi complice di chi ha rovinato il Paese, coi quali vuoi persino accordarti a fare il nulla (cosa avrebbe fatto un governo pd-m5s? nulla. )
    la Gambaro vuole un M5S senza grillo? E se fosse il M5S a volere un M5S senza le gambaro i favia e i confusi ma infelici di turno?

  • Quanto mi/ci manca il ByoBlu … Claudio Messora videomaker e “complottaro globalista” di qualche tempo fa … prima che diventasse (pure LUI) zerbino della coMMunicazione pentastellata a DIO unico (e INFALLIBILE) … QUEL Byoblu – Claudio Messora avrebbe fatto PELO e CONTROPELO … ai “dissidenti” grilletti e grilloidi … al GURU e GURU (della coMMunicazione) del GURU … e a TUTTA quella pletora di “SALTATORI sul CARRO” del M5S … dai vari filosofi (del MENGA) ai giornalisti (filodiretti e – si mormora – a giornale partecipato da Grillo e CASAL-PEGGIO e SOCI più o meno – OCCULTI) … e pure i vari “comunicatori” dei gruppi parlamentari (tra i quali appunto … Claudio Messora) … come mi/ci manca … QUEL ByoBlu … oggi purtroppo istituzionalizzato (dalla rete virtuale alla rete ideologica) … a LIBRO PAGA … del M5S.

    • Manca anche a me, e utilizza la parola “capo” molto più spesso…essendo lui un esperto di comunicazione, cosa vorrà mai comunicarci???
      Sul caso Gambaro, è assurdo che sia un caso, nel M5S non c’è libertà di opinione, possiamo sparare a zero sugli altri partiti, ma non ci stiamo comportando meglio. forse un liquidfeedback, che lascia le persone libere di andare l’una contro l’altra, per trovare una sintesi dialettica, non ci serve sul serio, meglio un liquid-plebiscito. Nella mia vita mi sono vergognato di alcune scelte politiche prima del M5S, spero di non dovermi vergognare di nuovo…

  • Non sappiamo se la senatrice Gambaro ha preso denaro, ma di certo non si rilasciano interviste a sorpresa in TV dove si accusa Grillo di attaccare il parlamento quando tutti sanno benissimo (e i grillini meglio di tutti) che il post di beppe era a DIFESA del parlamento. Persino un illustre costituzionalista come Ferdinando Imposimato ha confermato il significato di quel post e lo ha appoggiato come unica voce alzatasi a difesa del ruolo del Parlamento Italiano, ormai vilipeso dalla partitocrazia PD-PDL. Ora la senatrice Gambaro vorrebbe farci forse credere che aveva capito male, che e’ stata cosi’ stupida da non aver proprio capito il post di Beppe, di non aver avuto neanche l’accortezza di chiedere delucidazioni agli altri parlamentari del M5S che invece avevano perfettamente capito? Ma chi stiamo prendendo in giro. Se la senatrice vuole tenersi i soldi della diaria e il resto faccia pure, ma abbia la decenza di uscire dal movimento 5 stelle. Per non parlare di quelli che la difendono dicendo che la senatrice Gambaro ha solo esercitato il diritto ad esprimere la sua opinione, come la deputata Pinna che ha minacciato la scissione del gruppo dei dissidenti dal m5s: costoro mentono sapendo di mentire. La Gambaro non ha affatto espresso semplicemente “una sua opinione”, ma ha riportato in diretta TV un fatto che non ha MAI avuto luogo, ovvero che Grillo avesse ATTACCATO il parlamento mentre invece lo stava DIFENDENDO. Ha intenzionalmente dichiarato il FALSO, dimostrabilmente DIFFAMANDO Beppe Grillo e tutto il movimento da lui creato. Il danno politico è stato palese e deliberato. Sfruttando il suo ruolo di senatrice del M5S ha accusato falsamente Beppe di attaccare e denigrare le istituzioni. Mentire e dichiarare il falso sono prova sufficiente del fatto che la senatrice Gambaro ha deliberatamente TRADITO.

  • Paolo Becchi e Claudio M. la amara verità è che l’italiano non esiste, perche non è mai esistita un l’italia, si chiama stato, ma è un’accozzaglia di culture il cui unico interesse è trovare il capro espiatorio per far pagare a qualcun altro i danni della propria mediocrità. Per l’taliano il concetto di giustizia diventa sempre piu labile quando cozza sempre piu con il proprio interesse, la capacita di giudizio è ridotta ai minimi termini perche’ confonde la simpatia con le capacita di saper fare, la bellezza con l’onesta, la serietà con la noia, la bruttezza con la disonesta, la giovinezza con l’incoscienza, la vecchiaia con la dipendenza. Il giudizio di merito sui problemi non puo’ essere espresso perche non è abituato a farlo, e quindi ha sempre bisogno di affidarsi a chi gli ispira piu fiducia, fiducia che è disposto a togliere in qualsiasi momento quando avverte che l’aria cambia è sacrifica l’agnello prediletto (fino a poco tempo prima quasi una divinità) per dimostrare di non essere mai stato apparentato a qualcuno. Dell’ italiano non si ci puo fidare gli altri popoli lo hanno capito e lo trattano per quello che è, lui è destinato all’estinzione perche non c’è spazio in un futuro senza informazione, capacita di critica e capacita di assumersi le proprie responsabilità, saranno invece vincenti in una guerra economica: la programmazione e la capacita di assumersi responsabilità per risolvere problemi economico-sociali-ambientali (unica arma vincente). ps.forse la Gambaro ha semplicemente pesato che il sacrificio che dovra fare per sostenere un idea è superiore al ritorno dei benefici sociali, e allora pensa di compensare a livello economico-personale dato che viviamo in una societa che da piu valore al potere e alla ricchezza che alle idee e all’onesta.

  • Non credo sia una bestemmia dire che Grillo e’ il M5S. Non riconoscere che le vittorie del M5S e’ per il 100% merito di Beppe e’ un falso. Adesso e’ arrivato il momento della selezione naturale… Chi non crede più’ nel progetto originale se ne vada… Pero’ non si deve perdere tanto tempo dietro queste cose altrimenti tutto il resto sembrera’ privo di importanza e il M5S morira’. Prima si tornera’ a parlare di quello che e’ veramente importante (le leggi per far riprendere questa merda di paese) prima si vedra’ la grandezza del idea del M5S.

  • ti stiamo perdendo Claudio? sembra di si ma spero di no.Capisco sia difficile l imparsiabilità ma impegnati ke di Emilio e vespe siamo pieni.
    Gambaro,ma ke ti frega di Grillo? stai pagando cosa a ki?i vostri numeri sono i soliti di 3 mesi fà , già ci stiamo abituando alla POLITICA in cerca di um posto post elettorale? A malincuore devo dire x fortuna cè Beppe,siete dei pompieri,avete la piazza + forte e determinata, usaltela invece di fa giokini a palazzo. UUUhh.. la piazza ,la violenza ke paura,solo a voi però.Noi( i voi d 3 mesi fa) andiamo a lavoro e tutti i giorni 4 nn ritornano, un paio si suicidano,il resto si dibatte x sopravvivere e la colpa è dei post d BEPPE?!
    Beppe,visto ke ci hai dato la “vita” , e le piattaforme perkè ora nn vai a trovà i bimbi in Australia? ricordati ke solo i simboli sono “puri” e te nn lo 6

    • … Bravo! tutte queste k, x,+,nn, e tutto il resto, sono di certo il segno dell’essere “avanti”; l’avanguardia di un Radioso Futuro:
      “abaso la gramatika e tuto litagliano!”.

  • Intanto mi scuso se qualcuno può aver inteso, per miei limiti, che io abbia potuto dare dell’imbecille a Beppe ma, l’imbecille nel mio post era diretto a me stesso che probabilmente ho dei limiti anche nell’analizzare la situazione che si è venuta a creare nel MoVimento. Avessi formulato la frase: spiegate a codesto imbecille, la mia offesa sarebbe stata indirizzata a Rodion, che di queste cose sicuramente ha dimestichezza. Infine se avessi deciso di offendere Grillo avrei detto: spiegate a quell’imbecille…Hai capito genialoide di Rodion? Non credo che Grillo abbia bisogno dell’avvocato difensore: Ha tutte le carte in regola per difendersi da solo

  • Le piattaforme di voto on-line ci sarebbero già, una di queste si chiama Airesis (www.airesis.it), mi pare sia una delle più usate dal M5S. Perchè Grillo non la propone come piattaforma sperimentale sul suo blog? mi sembrerebbe un passo in avanti verso la democrazia diretta … in attesa che il suo staff (che ci lavora giorno e notte da svariati anni) tiri fuori la piattaforma di voto definitiva.

    • Perche’ essendo indipendente potrebbe dare risultati che al
      “capo” non vanno bene mentre in una gestita da Casaloggia si possono sempre aggiustare i risultati

    • Airesis è una piattaforma sperimentale ancora in fase di sviluppo, un ottimo progetto open source ma con parecchi bachi per ora.
      Ho avuto modo di collaudarla e usarla, per ora purtroppo non credo che riuscirebbe a gestire efficacemente votazioni con 400.000 iscritti allo stesso gruppo. A
      iresis attualmente viene usata da alcuni MeetUp con gruppi modesti di iscritti.
      Andare ad utilizzare questa piattaforma adesso sul suo blog sarebbe a mio avviso un suicidio, e purtroppo di software collaudati per la democrazia diretta non ce ne sono tanti poichè la democrazia diretta è “una cosa nuova”!

  • ammesso ci siano “panni sporchi” questi si lavano in famiglia! Tutti coloro che hanno di spontanea volontà aderito al M5S candidandosi hanno sottoscritto consapevolmente un “contratto” con il MoVimento che per coerenza va rispettato.
    Dunque se qualcuno s’accorge ora che il M5S non fa più per lui o lei può dimettersi e andare affanculo!
    In quanto sostenitore ed elettore del M5S ho votato queste persone per applicare i punti in programma ed eseguire le direttive dettate dal leader fondatore, piacciano o non piacciano le modalità di B. Grillo (a volte dissento anch’io) contrastarle giudicandole in pubblico significa danneggiare irreparabilmente l’intera credibilità del M5S, oltre a darsi in pasto ai giornalisti avvoltoi e stercorari.
    Guarda caso però i dissidenti non lasciano il Parlamento tantomeno i ricchi compensi comportantandosi come gli altri putridi avanzi della società che traboccano nei vari partiti immondezzai.

    • Se per te l espressione di un giudizio personale critico è sinonimo di “contrasto lesivo” , stai male credimi :)..
      La gambaro verrà espulsa non per violazione del regolamento o dei principi politici del movimento (vedi votazioni alla scilipoti ), ma per aver espresso un opinione personale.

    • @Luca
      Scilipoti, nome proprio di… non lo so neach’io… ma va scritto maiuscolo!!
      Va bene trollare ma basta stuprare la lingua italiana. Sei INDECENTE.
      E poi basta disseminare i tuoi rantoli digitali con questi “sorrisini” e “ridolini” da EBETE… non ti offendere… ma sono talmente disconnesse la tue proposizioni che sembri malato veramente…
      Sul serio, se fosse possibile ti vorremmo aiutare.

    • parla l imbecille (e offenditi pure ) che
      riempie i commenti di LOL e ROTFL giganti.
      Non sono disconnesse sei tu che hai dei ritardi mentali e non le capisci

  • Dove e` finito Claudio??L articolo di Becchi nel racconto di cio` che e` avvenuto e` di una semplicita`che anche io mi sono chiesto come non potesse essere non capito a meno che non si fosse in malafede…Quel che pero` sarebbe molto utile e` che qualcuno con un po piu` di padronanza dei mezzi che non sia il prof Becchi si affacciasse un attimo in tv e ribadire questi semplici concetti affinche chiunque ascolti possa rendersi conto che quelli che fanno finta di non capire non possono che essere schierati e in malafade.

    • Il concetto è chiarissimo:
      Se esprimi un opinione critica nei confronti di grillo, rischi l espulsione.
      La libertà di critica se coinvolge grillo è considerata “tradimento”.
      Purtroppo è un concetto che non si può diffondere in modo troppo chiaro e conciso perchè son cose che si vedono nella repubblica popolare cinese

    • @Raffaele
      […]quelli che fanno finta di non capire non possono che essere schierati e in malafade[…]
      Riformulerei: schierati, in malafede e soprattutto “piddini mononeuronici renziani”.
      Es: commento @Luca
      1 – Un APOSTROFO opinione ==> “opinione” è un nome comune di cosa genere FEMMINILE.
      2 – Grillo => nome proprio di persona, in italiano si usa la lettera maiuscola (per non confonderlo con l’ortottero)
      3 – R epubblica P opolare C inese ==> Quando i piddini erano comunisti scrivevano urss o URSS?
      Adesso che hanno cambiato camicia (nera) scrivono con le maiuscole solo l’ EURSS.

  • Avete fatto caso che da quando il nostro Claudio è stato nominato portavoce ufficiale del M5S, ha apportato alcune modifiche al suo blog? Mi è capitato di essere un tantino incavolato e, in momenti simili, i miei commetti spesso sono infarciti da parole che ne rafforzano il senso tipo: cazzo, merda, vaffanculo etc. in questo caso, un programmino le filtra apponendovi in punti determnati alcuni asterischi: probabilmente per non offendere qualche orecchio sensibile. Eppure il blog gestito da Grillo che Messora conosce bene, digerisce tranquillamente ogni sorta di improperio e se la mente non mi inganna il linguaggio di Claudio, prima di entrare nel gruppo di Grillo, in risposta a commenti critici era a dir poco biasimevole. (criticando il prelevamento di un minore da scuola da parte di agenti della Polizia per ordine della magistratura) mi son beccato un sonoro vaffanculo dal democratico pentastellato di sponda. Ad majora semper caro Claudio.

    • Conosco personalmente Claudio e devo dire che a me pare persona educata e corretta. Anche quando si confronta con persone, come nel mio caso, che la pensano diversamente.

    • @Vito
      Non so bene in cosa consistano le tue “diversità” rispetto al pensiero di Claudio per cui tu debba prenderne le distanze a priori.
      Comunque basta leggere un paio di commenti di questo @Gaetano per capire lo SPESSORE umano e culturale del soggetto. Molla il colpo, è un caso perso.

  • C’è una piccola differenza, secondo me, fra non essere in sintonia con il movimento (quindi con le idee, il programma e i valori) e non essere per forza in sintonia con il capo. E lo dico da elettore del M5S. Se passa l’idea che chiunque dissente (anche a titolo personale ed in pubblico, certo, a meno che il discorso del “siamo solo portavoce” non diventi sinonimo di appiattimento su un pensiero unico dove ognuno deve rinunciare al proprio punto di vista, film già visto in questi anni e criticato da Messora in primis) allora si che il Movimento viene danneggiato. Queste cose passano per litigi infantili, vedete di darci un taglio. Tutti.

  • “una portavoce non può parlare a titolo personale.”
    MA STIAMO SCHERZANDO O COSA???
    l’art. 21 della Costituzione lo conosce ?
    Uno QUALSIASI può sparare boiate del genere ed un’altra persona non può esprimere un parere personale????
    PROF DI CHE?

  • portavoce[por-ta-vó-ce] s.m. e f. inv.
    1 Chi parla per conto di altri; chi esprime il pensiero di un uomo politico, di un ente pubblico e sim…
    …non chi esprime un parere personale!

  • il post è talmente sconclusionato da apparire una provocazione. La sola affermazione: “la Gambaro si rimetta alla rete”,
    affermazione già di per sè demenziale, in quanto non vi sono livelli di sicurezza tali da escludere che la ‘rete’ sia in realtà manovrata, in questi casi, da chi ha interessi di qualsiasi tipo,
    tale affermazione diventa esageratamente IMBARAZZANTE pensando che il soggetto della critica (Gambaro dice Grillo ma, evidentemente, intende Casaleggio…. ormai siamo al punto di aver creato nel m5s un innominabile..) sia anche colui che controlla i flussi della ‘rete’ attraverso il controllo dei propri programmi gestiti dai propri dipendenti.
    Lasciamo stare l’onestà di Casaleggio che non si discute. Il che forse è peggio…
    Ma è INCREDIBILE che nessuno faccia notare come l’oggetto di una disputa non possa essere anche l’arbitro della stessa.
    La cosa CLAMOROSA è che nel m5s tutti fanno finta di non accorgersene.
    Da mesi. Da anni. Decine (forse centinaia) tra gli attivisti più preparati (in Italia ed all’estero) hanno abbandonato dopo aver chiesto che esistesse un meccanismo INDIPENDENTE di presenza sulla rete. Uno strumento a gestione democratica. Ovvero sotto il controllo di un coordinamento nazionale rappresentante meetup, parlamentari etc
    La maggioranza degli attivisti ha atteso con pazienza che si creassero le condizioni per strutturare democraticamente il movimento dopo le elezioni parlamentari (che potevano drenare tutte le energie)
    Un campanello d’allarme è squillato quando abbiamo letto dell’imposizione della rotazione dei portavoce in parlamento (non solo non si presentava, come alle amministrative, un candidato leader nella lista nazionale ma, addirittura, si imponeva la futura rotazione dei portavoce per impedire che emergessero, naturalmente, nel tempo, dei leader interni). La ricetta Casaleggio insomma era semplice: comanda Casaleggio. Ma senza una struttura efficente e democratica e dunque affidata alla responsabilità di persone fisiche intercambiabili era inevitabile il tracollo. Lo avevo scritto e previsto. (Avevo previsto 6 mesi ne son bastati tre).Ad oggi non esiste uno strumento democratico nel m5s Tutto il resto è aria fritta.

  • ma che democrazia è la rete? Uno, centomila frustrati che insultano chiunque senza neanche conoscerla/o , senza sapere quali sono le sue opinioni , il web così è solo una dittatura mediocre di bassisima lega , senza avere la mezza idea di chi sono le persone che si giudicano ………non si può continuare così è la morte del movimento e della democrazia rappresentativa

    • @marco
      Internet non è una “democrazia”, è uno strumento tecnico che permette do coordinare un network efficaciemente, efficientemente e a bassissimo costo.
      Non devi più venderti e sottostare a stravaganti riti iniziatici per appartenere ad un network influente…
      La democrazia rappresentativa è morta da un pezzo, sveglia!
      E il movimemento si rafforza ogni giorno a causa degli imbecilli che si sono infiltrati e che ne permetteranno di rafforzarne gli anticorpi.
      Se si resisterà ad un tale infame attacco a 360° ti assicuro che ne rimarranno delle sementi che difficilmente il regime totalitario che si sta consolidando potrà mai estirpare.
      Alla faccia di tutti i trollazzi sfigati che infestano i forum.

  • rispondo al commento 69.1 di Luca,
    Forse se rileggi bene il mio commento comprendi che ho evidenziato in primis che le rimostranze i dissensi tra deputati senatori e leadership del M5S si devono dirimere all’interno del MoVimento, non con piazzate o menate personalistiche, di egocentrico ne basta uno cioè B. Grillo, chiunque sappia utilizzare il sistema mediatico meglio di Grillo si faccia avanti oppure rimanga nei ranghi per combattere il sistema dall’interno del M5S a porte chiuse, se così non fosse darebbe adito al dubbio che voglia creare scompigli per distruggere il MoVimento o spostarlo in altro posto dell’emiciclo parlamentare.
    Avete mai visto o sentito consiglieri d’amministrazione di holding schiamazzare pubblicamente contro il presidente leader dell’azienda? NO! Perchè sarebbe controproducente per tutti, cioè un suicidio.
    Quindi chiunque dissenta PUBBLICAMENTE dalle direttive del top manager del M5S se ne vada affanculo.

    • @Clesippo Geganio
      Carissimo, non sprecare energie con i troll.
      Quel @Luca è un provocatore del PD.
      Quello che sostieni è chiaro e banale a chiunque abbia un numero di neuroni > 1
      Ti assicuro che TUTTI gli attivisti le pensano come te.

    • ” Ti assicuro che TUTTI gli attivisti le pensano come te”
      ahah in base a quale statistica ? ma rileggi ogni tanto quello che scrivi ?
      E smettila di fare il mio nome ovunque come un bambino dell’ asilo. Tirati insieme che sei adulto

  • CHIAMATE E SIAMO PRONTI..!! PIU’ COMUNICAZIONE E COINVOLGIMENTO DEL POPOLO DEL MOVIMENTO 5 STELLE E’ L’UNICO MODO PER CONTINUARE A VINCERE !! QUALCHE RIFLESSIONE DEVE FARLA BEPPE GRILLO SU QUESTI TEMI….CONTRO I DEMONI CATTIVI…CI VOGLIONO DEMONI BUONI….!!!

    • Ecco il problema, troppa comunicazione a mio avviso! Tutte queste ridicole dichiarazioni e controdichiarazioni, pareri personali, espulsioni e riammissioni tolgono smalto alle azioni politiche che ancora non si vedono chiaramente. Io quando facevo politica attiva mi attenevo alle direttive ricevute, quando reputai tali direttive non più soddisfacenti me ne andai e basta. Il culto dei bisogni e delle volontà personali deve cedere il passo all’ interesse generale: Uno non vale uno ma quasi zero! Centomila che si muovono all’ unisono valgono una vittoria dei bisogni collettivi. E’ così che si fanno le rivoluzioni… con la massa critica.

  • mentre noi litighiamo sulla diaria, sulle spulsioni, sulle offese a grillo ecc, Brunetta va a la 7 e dopo aver imparato a memoria il programma del m5s ha cominciato a dire che il pareggio di bilancio non gli piace, che il 3% del tetto di saforamento vuole annullarlo, che il fondo salva stati e’ da cancellare, che la moneta contante non puo’ essere sostituita dall’uso sitematico della carta di credito. sembra aver imparato a memoria il libro di Bagnai: SVEGLIA CAZZO!! mentre litighiamo fra noi gli altri cercano di mettere in pratica il nostro programma alla fine alle prossime elezioni rimaniamo in 4 a votare per il movimento SVEGLIA, SVEGLIA. Adesso sta dicendo a memoria quello che Monia Benini ha detto della Grecia quando nessuno lo sapeva. SVEGLIA CAZZO

    • Questo commento dimostra come il movimento sia ormai alla frutta.A tenon interessa risolvere i problemi dei cassaintegrati,disoccupati,prossimi suicidi da disperazione no a te interessa che il 5 stelle non perda voti. Dovresti invece essere contento che queste posizioni stiano sfondando il muro di omerta’ e ormai anche il PDL abbia’ capito come stanno le cose cosi’ forse si potra’ cercare di risolverle davvero visto che il 5 stelle che non si allea con nessuno da solo non le risolvera’ mai.

  • Oggi in streaming ho visto litigare dei bambini dell’asilo…state perdendo credibilità ogni giorno di più…tagliate il cordone ombelicale con la rete prima che sia troppo tardi…voi DOVETE rappresentare tutti i cittadini non solo la rete…

      • Infatti non vi ho chiesto niente…non sono io il vostro problema ma i talebani che avete intorno..mai votato pd in vita mia comunque

    • Guarda che gli unici “talebani” che abbiamo in torno sono i piddini che hanno ancora dato il loro voto al PD per queste amministrative, dimostrando di essere di gran lunga più imbecilli e “talebani” anche dei PDLlini.
      Questo è il problema culturale maggiore che abbiamo in Italia.
      E comunque, con buona pace dei trollazzi che usano la parola “talebani” come ben consigliato dagli spin doctor di Repubblica (di Salò), ho troppo rispetto per i Talebani veri che hanno combattuto e vinto contro la NATO per usare il loro nome in termini assolutamente dispregiativi.

      • Ho appena seguito l’interessante diretta streaming del fatto quotidiano con Morra….ti consiglio di guardarla e imparare ad ascoltare le esigenze del paese…ma non vi voglio disturbare oltre e chiedo scusa se ho alzato i toni…mi sembra inutile comunque..adios

  • La coerenza e’ l’ unica cosa che difende il M5S dal letamaio che e’ diventata la politica
    Chi siede in parlamento conosce sia le regole che le conseguenze per chi le viola.Tutti le hanno accettate in piena liberta’.
    Si puo’ piu’ o meno condividereil pensiero della parlamentare (io non lo codivido) , il metodo con cui lo ha espresso no.
    La Gambaro si puo’ accomodare fuori…avanti il prossimo
    .

    • Il buon senso è più importante della coerenza….è il motore per governare un paese…io non sono d’accordo con il vostro programma ma ho dei diritti anch’io…persino Berlusconi riesce a farsi capire da tutti i cittadini…voi dialogate solo tra di voi…e di problemi vostri…vi lamentate dei giornalisti ma è la rete che discute della Gambaro da giorni…volete parlare di altro?

  • Non e’il M5S che focalizza l’attenzione sulla Gambaro …. e’ la disinformazione di regime.
    Il M5S non si e’ mai fermato, solo coloro in malafede e i disinformati non lo capiscono.
    La coerenza del M5S e’ l’espressione del buon senso.
    La coerenza per il M5S sono come i globuli bianchi per un essere umano!!

  • Ma quando dite “…si rimetta alla Rete”, di che rete parlate? Della rete di quelli che il blog censura e banna? Della rete di chi ha votato? Della rete inscritta al movimento? Della rete inscritta al blog? Della rete che ha fatto le parlamentarie? E chi mi assicura che 10 talebani non trucchino il voto online? Ma che votazione è una votazione fatta sullo stesso blog dove Grillo condanna le persone e poi chiede cosa pensa la rete? C’era un altro che tempo fa da una piazza urlava “Volete voi……” “E Volete voi….” Quindi lasciate stare la rete per favore, non sapete neppure cosa sia. Liquidfeedback dove è? Vedete infiltrati, troll ovunque. In nome di Grillo vi autodistruggerete per conto vostro.

    • Se avrai voglia di vederlo nel video che ho postato al commento 5 di questo post scoprirari che per tenere a bada la marea di persone che si informano in rete e quindi conoscono la verita’le elite’ massonico/finanziare hanno deciso di creare dei movimenti di falsa opposizione che fanno credere di combattere contro il sistema ma che in ralta’ non lo scalfiscono neanche con un dito.Grillo e Casalloggia svolgono propio questa funzione egregiamente infatti tengono il movimento impegnato su cose di nessun conto gli scontrini, le critiche al capo ecc..mentre .Per ascoltare qualcuno che parla dei veri problemi alle tv e nei tg dobbiamo (oibo’) sentirlo da Berlusconi e Brunetta.Chi impedisce a Grillo di andare in tv e nei tg (lo aspettano tutti a braccia aperte) a denunciare a tutta la nazione la truffa della BCE privata,le conserterie tipo bilderberg,trilateral commission,ecc..? elementare Watson i suoi padroni che lo hanno messo li’ per far credere che lui e’ contro il sistema.Svegliatevi Grillo distruggera’ il movimento propio a questo ifatti mirano i suoi padroni mirano a disinnescare l’onda di rivoluzione che in rete stava nascendo.Continuate pure a discutere ore se mandare via chi osa criticare il leader Maximo o se gli scontrini dei gelati si possono includere nelle spese della diaria mentre la gente si suicida dalla disperazione cosi’ probabilmente alle prossime elezioni non superete nemmeno lo sbarramento per entrare in parlamento dico non supererete perche’ io dopo aver votato 5 stelle ora aspetto che nasca un vero movimento di opposizione ai padroni del mondo movimento che sia senza senza padri padroni servi dei massoni e dove uno conti veramente uno e sia libero di criticare senza paura delle ritorsioni del capobastone in rete qualcosa si sta’ organizzando speriamo di essere pronti per le prossime elezioni.

    • @emar
      Aspettavamo giusto te che ci illuminassi e ci salvassi dal NWO.
      Non sopporto veramente la “ZUCCONERIA”. Mi spieghi la tua (vostra) geniale soluzione che ci dia un minimo di massa critica per tornare ad avere sovranità politica, monetaria, alimementare e culturale in questa caxxo di penisola?!?
      Mi spieghi come realizzare le “soluzioni tecniche” di un Bagnai o di un Barnard quando ci stanno prendendo a calci nelle palle senza ritegno da anni senza che avessimo mai potuto dire bhe!??!

      • come possono 50000 persone decidere per 60 milioni…guardati le interviste di Pizzarotti…ha detto che gli Italiani vedono solo le buche che hanno fuori casa e non i reali problemi….spero non sia il prossimo espulso …peace and love

  • Avete visto Paperissima ieri sera?
    Gambaro=Moana Pozzi e Grillo comico da stada.
    E brava la Gambaro, ci sei cascata, neuroni pari allo zero sicuramente deve stare fuori dal parlamento è un danno anche per se stessa.

  • @ EMAR
    A me interessa proprio quello. Il fatto che berlusconi stia proponendo argomenti di questo tipo (fra l’altro problemi che lui stesso ha causato e controfirmato) significa che strapperà voti al M5S e poi come sempre se ne fregherà dei provvedimenti che ci interessano, utilizzerà il suo potere come sempre per venir fuori dai casini che combina.
    Questo ci renderà ancora piu’ deboli. Se vogliamo dare forza alle nostre idee bisogna smetterla di dare spettacolo da condominio come quello delle diarie e adesso della Gambaro. Se bisogna cacciare qualcuno lo si deve fare per forza cosi’ rumorosamente? La gambaro va cacciata e come! ma senza dare il fiammifero in mano ai giornalisti visto che al momento siamo impregnati di benzina.
    Il problema dell’euronazismo è la nostra bandiera, il nostro primo punto, siamo nati cosi’ noo?? sui blog siamo stati noi a riprendere duemila interviste di informazione vera dandone ampia disponibilità. Bisogna sempre ricordarsi che la politica italiana è colma di volponi che sono pronti a saltare sul carro dei vincitori e qualora non vi riescono sono pronti a smontargli le ruote. Il movimento non è alla frutta, sono alla frutta gli eletti che danno esempi di poca professionalità e in maniera molto rumorosa.
    Perdere voti per me che mi sono fatto un culo come una capanna in campagna elettorale è come vedersi portare via la casa. In quanto al PDL la patrola “hanno capito” è una parola grossa, quella è gente che guarda solo al “se conviene al cavalire” e al moomento quella che era la nostra principale idea è divenuta (con la collaborazione dei giornalisti sempre) un loro spunto per le prossime elezioni.
    RIBADISCO SVEGLI-SVEGLIA

    • @novecento
      Ciao grandissimo! Pensa che io non ho osato neanche definirlo una persona…
      Ma vedi: se io e te lo scriviamo così è con cognizione di causa, se lo scrive un trollazzo analfabeta non posso non intervenire per il solo semplice rispetto che porto ancora per la mia maestra delle elementari… 😉
      Buona giornata.

  • dopo decenni di violenze subite dall’Italia da una classe politica e dirigente di stupratori nasce un neonato M5S con l’intenzione d’ottenere riscatto morale rispristinando la legalità in virtù della giustizia sociale, ma quegli stessi stupratori si coalizzano per eliminarlo prima ancora che diventi maggiorenne.
    Quella nazione che elimina consapevolmente il proprio futuro schiacciando ogni istanza di cambiamento proveniente dal popolo che anima la civiltà della democrazia si definisce criminale.

  • Sai qual’è il problema? che la Gambaro non verrà mandata via lo stesso altrimenti mi spieghi come mai Mastrangeli è ancora in Parlamento a parlare a nome del m5s….in Italia la vostra “rete” non conta nulla…meglio essere pratici oltre che coerenti i cittadini non sono bambini di due anni dovete spiegargli quali sono i veri interessi del paese…perchè non tornate al ruolo di informazione e sentinella con cui era partito il progetto….spiegaglielo ad Obama che prima di parlare con voi deve prima essere approvato tutto in “rete”….comunque continuate pure a battere la testa contro il muro di egoismo che c’è in Italia….e poi scusami perchè dovrei fidarmi ancora della vostra selezione di persone se poi sono tutti dei farabutti come Favia&Co…salvatene almeno uno oltre Beppe Grillo. Giustamente voi dite se togliamo i soldi alla politica rimane la passione ma se poi gli togliete anche la personalità a questi ragazzi cosa rimane?

    • La “VOSTRA” rete?
      “VOI” dite?
      Ma VOI chi?? Voi che vi fate il mazzo per fermare questo processo di svendita umana in atto?
      VOI che vi OPPONETE alla lotta di classe contro la middleclass ed i salariati?
      Mia nonna ti direbbe:
      <>.
      Vergognati.

      • Se stessi per votare l’espulsione di una senatrice che ho votato io solo per una frase…mi vergognerei molto…dopo “gli schiavi moderni”…”gli schiavi della rete”

  • Dunque Emar,
    che dire?: se fossi un membo della illumicop piuttosto che evidenziare il mio programma demenziale preferirei farmi fustigare, anche perchè tornando al lavoro se qualcuno si accorgesse di una intervista come quella che hai suggerito di vedere è molto probabile che si perda la verginità. Secondo me un video come questo puo’ essere stato fatto dagli islamici, infatti il suggerimento che arriva, è che l’unica salvezza per uscire dalle dittature sia mandare al governo Bin Laden. Adesso a me personalmente non dispiacerebbe Bin Laden a montecitorio, ma in questa fase preliminare di cambiamento forse è meglio Grillo. La domanda sorge spontanea (come diceva qualcuno qualche tempo fa): ma dove hai scaricato una minchiata di codeste dimensioni? La risposta puo’ essere solo una: dal sito personale di Giovanardi.
    Insomma basta con queste minkiate assurde, basta con gli scontrini, la diaria, e quant’altro, voglio sentire parlare il popolo del M5S di come fare per uscire dall’euro; di come ricostruire una banca sovrana; di come ridare alla costituzione il valore reale dei padri costituenti; di come eliminare dal governo e dal paese Italia, i soggetti collusi con le lobbi segrete; di come eliminare il finanziamento pubblico ai giornali di regime; di come evitare il MES, il FIM,….e finisco qui altrimenti riempio il blog.

    • Certo che a leggerti tiro un sospiro di sollievo, ogni tanto quando leggo questo forum mi sembra di essere in un libro di Tolkien…
      Ti quoto in pieno!

  • @ virus
    effettivamente desso che ci penso scilipoti ha le sembianze di un cinghiale e quindi hai ragione, non appartiene alla razza umana ma a quella dei suini. Mi piacerebbe vederti all’opera nella lettura di un testo scritto da scilipoti, che sicuramenmte scrive come parla……sarebbe fantastico. SEI UN GRANDE!

    • Bhe… basta leggere i “testi” di @Luca…
      Sono arrivato alla conclusione che non è neanche italiano.
      E in questo caso bisogna avere un po’ di comprensione, poretto.
      Sai, con la crisi la propaganda del PD avrà delocalizzato anche i troll in Romania.
      Hai notato che ha provato anche a mettere un apostrofo?
      L’ha messo al contrario, deve avere qualche tastiera con i “caratteri speciali” del paese di provenienza…

    • Visto che vuoi sapere dove ho preso il video illumicorp e vuoi anche leggere qualcosa di scilipoti eccoti accontentato infatti il video proviene dal sito di Elia Menta uomo che si sta’ spendendo in prima persona per divulgare la verita'(vatti a vedere le sue videointerviste con Nino Galloni e Nando Ioppolo).Purtroppo credo che il suo lavoro di denuncia sul rischio concreto ed in parte quasi ultimato di finire tutti schiavi delle elite’ massonico/bancarie/finanziarie internazionali sia inutile credo che in fondo ci meritiamo quello che ci stanno facendo,l’esempio pratico ne siete propio voi adepti di Grillo quelli per capirsi che se qualcuno osa criticare il capo gridano al troll oppure pdino pdmenoellino quelli che sbeffeggiano quelli come me che mettono in dubbio la buona fede di Grillo e denunciano il passato oscuro di Casaleggio.La vostra supponenza vi rende ciechi all’evidenza se aveste avuto voglia o se avrete voglia di farlo vi saresti letti o leggereste i protocolli dei savi di sion libricino facilmente reperibile anche i rete pubblicato ad inizio secolo dove viene spiegato punto per punto il piano dei banchieri sionisti per prendere il controllo delle risorse del mondo attraverso le loro banche e la loro capacita’ di stampare moneta dal nulla inoltre spiega come con l’uso dei mezzi di informazione di loro totale propieta’possano facilmente manipolare le masse.A te e ad altri utenti dico state attenti la realta’ potrebbe essere di gran lunga peggiore della fantasia infatti un giorno potresti svegliarvi e ritrovarvi in un mondo che non assomiglia a quello di Tolkien ma a quello di Orwell in 1984.Ma non vi preoccupate voi seguiteGrillo che parla solo di problemi di secondo piano e dormite tranquilli ma ogni tanto provate ad uscire dalla citta’ e magari potreste scoprire come truman che vivete in un gigantesco Truman show dove niente ( compreso Grillo) e’ quello che sembra.
      http://perchiunquehacompreso.blogspot.it/2013/04/caro-messora.html

    • @emar
      Io non capisco se ci sei o lo fai.
      Ma tu credi realmente che non sappiamo cosa siano i “Protocolli di Sion” e che non abbiamo mai avuto a che fare con le letture “cospirazioniste”?
      Il problema è che TU ci sei rimasto impigliato, sei in PARANOIA.
      I protocolli di Sion sono un documento storico redatto dai “servizi russi” all’inizio del ‘900, un RICONOSCIUTO e PROVATO falso storico.
      Che poi già dall’800 era evidente che una lobby di uomini della finanza di “origine ebraica (ashkenazita)” avessero già da allora il controllo del “potere monetario” è sempre stato un fatto di “pubblico” dominio.
      Non bisogna essere dei falchi per sapere “a livello macro” chi sono i gruppi di potere più influenti del pianeta: basta leggere i cognomi dei principali azionisti delle maggiori banche d’affari e delle banche centrali (a partire dalla FED).
      Basta vedere la mostruosità della vicenda israeliana per capire l’importanza del patto della finanza anglo-ebraica.
      Che la Massoneria illuminata sia da sempre infiltrata è fatto noto da almeno 3 secoli.
      Il punto è che non può NON essere che così.
      Il “SOGNO EUROPEO” (quello vero, della democrazia, di Keynes e dello stato sociale) si è realizzato COMUNQUE, alla faccia delle “aristocrazie” che ora grazie “all’ignavia piddina” di cui è affetto l’occidente stanno restaurando il VECCHIO ORDINE MONDIALE, quello del FEUDALESIMO, altro che New World Order!
      La tecnologia viene asservita ai parassiti dal sangue blu e non è più motore di benessere sociale come nell’epoca illuminista.
      Questa è “cultura di base” a cui CHIUNQUE può accedere, FONTI comprese, quelle che tu NON mostri per dimostrare il complotto giudaicomassonico dietro a Beppe e a Gianroberto.
      Dopo avercele portate ci dovresti anche gentilmente illustrare la SOLUZIONE che proponete VOI COMPLOTTISTI per evitare di far mangiar OGM alle generazioni future dei nostri figli ridotti nella schiavitù TOTALE del controllo globale e della manipolazione spirituale (se mai ci sarà concesso di riprodurci ancora).
      Mentre ci liberate dall’oscuro male a 5STELLE noi del terzo stato cominciamo già a morire tutti precocemente di cancro e siamo pronti a prendere i futuri “vaccini” per la prossima “aviaria”.
      Grazie per il vostro fondamentale apporto.
      p.s. provate a diffondere questo link che è assolutamente più utile http://syndie.i2p2.de/index.html
      Ce ne sarà presto bisogno.

    • Vediamo di rispondere con ordine i Protocolli non sono un falso provato anzi tuttaltro ma naturalmente per farti un esempio se lasciassero una lettera nella posta che dice che tu hai un amante a tua moglie grideresti che e’ tutto falso che e’ stato fatto per metterti in cattiva luce anche se in realta’ tu l’amante ce l’hai negare sempre con forza anche l’evidenza gridando al complotto questa tecnica viene usata da molti per negare la realta’ non trovi?.Per le fonti sul passato di Casaleggio e i contatti con la CIA di Grillo ne esistono tantissime io ti consiglio di visitare il sito di Gianni Lannes “sulatesta” potrai trovare molto materiale addirittura le prove desecretate della visita con relativo colluquio di Grillo nel 2005 con l’ambasciatore americano nonostante da molte fonti gli sia stato chiesto a che titolo un comico va a colloquio con l’ambasciatore il Buon Beppe non ha mai risposto fatto strano che dopo quel colloquio sono partiti i met up cioe’ il primo embrione del movimento 5 stelle inoltre non si e’ ancora saputo perche’ subito dopo le elezioni un gruppo di neoletti 5 stelle insieme a Beppe sono andati a colloquio con l’ambasciatore USA come diceva Andreotti a pensar male si fa’ peccato ma ci si prende.Le soluzioni la piu’ importante e’ divulgare quanto piu’ possibile nonostante si vada incontro ai risolini e gli sberleffi di chi guarda tutte le partite di campionato coppa italia e champion ma cestina le tue mail con i video di economia perche’ non ha tempo di vederl,divulgare nonostante si venga considerati paranoici fuori di test.Quado la verita’ avra’ raggiunto un numero sufficente di person e non importa se pd pdl 5 stelle ecc. ci sono brave persone in tuti i gruppi di elettori magari votano pd o pdl perche’ guardano la tv e quindi si formano le propie opinioni in buona fede.Il limite dem movimento e’ propio questo considerarsi l’ unica entita’ che puo’ sposare le tesi della sovranita’ monetaria niente di piu’ sbagliato dovete invece di offendere come fa ‘ Grillo spiegare io ho assistito ad un dibattito dove crosetto diceva delle cose cheGrillo non dice ovvero la BCE deve stampare moneta per gli stati questo diceva crosetto,ci sono uomini di buona volonta in tutti gli schieramenti ed in tutti gli elettorati bisogna riunirci tutti e se Silvio ho brunetta si uniscono benvengano quic’ e’ qualcosa di peggio dei nostri politici corrotti qui ci sono dei banchieri che governano il mondo da diversi secoli quindi ‘isolamento in cui il movimento si sta’ chiudendo sta’ solo agevolandolila politica del vaffa a tutti noi stiamo soli di Grillo sembra fatta propio per tenere diviso il popolo che si dovrebbe riunire.Ci sarebbe ancora da parlare dell’ aspetto spirituale della questinone e della sua manipolazione ma mi fermo qui altrimenti vado troppo lungo.

    • Scusa il pessimo risultato ma scrivendo da un cell forse si capisce poco di quello che volevo esprimere.Anziche’ dividerci tra elettori del Pd PdL M5S e via dicendo dobbiamo invec diffondere la verita’ e riunire tutti quelli che vogliono il ritorno alla sovranita’ non dimenticarti che il governo Berlusconi e’ stato fatto cadere propio dai poteri occulti quindi se ora Silvio e Brunetta se ne sono e’ accorti e sono stati folgorati sulla via di Damasco benvengano urlare fanculo a tutti e noi non faremo alleanze con nessuno non ci salvera’ dai mali che tu citi anzi dividi et impera fa parte del loro modo di tenerci schiavi quindi Grillo fa esattamente il loro gioco.Qui si tratta di fermare una cricca di banchieri che governa il mondo quindi vanno bene anche Silvio e compagnia bella

    • @emar
      Lascia stare le scuse. Quando scrivi senza voler essere provocante a tutti i costi ti fai capire benissimo.
      Un po’ di “sane letture cospirazioniste” fanno assolutamente bene perchè instillano poi la curiosità alle persone intelligenti che vanno poi a cercarsi le fonti.
      Il “complottista”, invece, è colui che rimane alle letture “cospirazioniste” e non fa il passo successivo, non va alle fonti, cercando almeno delle “verità scientifiche”, realistiche per definizione.
      Il proselitsmo fatto in questa maniera è CONTROPRODUCENTE. Questa è appunto la critica più importante che fa Bagnai a Barnard.
      Se tu andassi alle “fonti” scopriresti che i “grillini” non esistono e che il M5S, proprio perchè NON è ideologicizzato ha potuto unire sotto il medesimo cappello astensionisti cronici e elettori di tutte le aree ideologiche.
      Il “divide et impera” lo stanno facendo dall’INTERNO del M5S, non come affermi tu. Sei TU che, come vuole la propaganda, ribalti TESI con ANTITESI.
      Il caso “Gambaro” ne è un esempio. Lo so che è difficile da accettare, ma chi non ha ancora preso la “pillola rossa” sei tu. Sorry.
      A gran parte dei follower di questo blog stai cercando di vendere qualcosa di “vecchio”, “malsano” e di superato. I primi libri complottisti su Beppe e Casaleggio risalgono al 2007 (scritti con lo stesso intento dei “Protocolli di Sion”?).
      Sei TU che devi fare un “salto di qualità” e che hai da imparare da chi fa parte del nostro movimento culturale. Così come altri follower possono imparare da link che ogni tanto TU fornisci (un conto quando linki Galloni, un altro conto quando linki quel poveretto di qualche commento più sotto).
      Molti attivisti sono INCAZZATI per la mancanza di una posizione NETTA contro l’€ e l’UE: molto probabilmente ci faremo fare il bungabunga dal Banana.
      Ma TU NON hai ancora detto quali altre CONCRETE proposte politiche possano portare avanti le NOSTRE istanze. Se non hai proposte politiche alternative, distruggi solo per distruggere e sei TU che parteggi per il “complotto giudaicomassonico”.
      p.s. se fossi andato alle fonti avresti scoperto che i “protocolli di Sion” hanno fatto parte del materiale usato per commettere le peggiori atrocità del XX secolo. Non sicuramente per una sacrosanta lotta di classe.

    • Guarda Virus per le fonti ti posso garantire che ho approfondito molto di più di quanto tu pensi.Adesso per esempio stò leggendo un bellisimo libro consigliato propio sul Blog di Elia Menta si chiama Massoneria e sette segrete e tocca il livello più profondo di queste consorterie ovvero quello esoterico\satanico.Il problema comunque non è dimostrare se noi complottisti abbiamo ragione oppure siamo tutti dei paranoici che ci siamo bevuti il cervello il tempo lo dirà il problema è semmai riuscire a portare quante più persone possibile a conoscenza del livello economico del problema quello per capirsi dei video di Galloni e Ioppolo questa è la soluzione.Io sono fermamente convinto che molti politici corrotti e incapaci quanto si vuole non hanno la più pallida idea di quello che stia avvenendo in campo economico se lo sapessero probabilmente farebbero di tutto per ripristinare la sovranità cosi come molti elettori dei partiti tradizionali se sapessero la verità non lì voterebbero più in questo momento la divulgazione è l’unica arma che abbiamo. Barnard in questi giorni stà scorrazzando l’Italia facendo propio questo quando la maggioranza dei cittadini elettori ed eletti conosceranno la verità in parlamento potrà nascere una maggioranza per il ripristino delle sovranità del paese pensa come sarebbe bello se ad esempio PDL lega M5S e magari una parte del PD votassero il ripristino della moneta sovrana oppure la rinazionalizzazione della banca d’Italia.In fondo se il popolo stà bene pensa al calcio a comprare il cell. o la macchina nuovi e loro possono continuare a gozzovigliare mentre se lo affami per arricchire i banchieri il popolo si incaxxa e ti manda a casa quindi la sovranità conviene anche a loro.Gli anni 80 dovrebbero avergli insegnato che le grandi aziende pubbliche sono fonti di poltrone e soldi quindi privatizzarle ha impoverito anche loro.Comunque giusto per non smentirmi eccoti un’altra perla complottista presa dal blog di Elia Menta
      http://www.youtube.com/watch?v=ZMAVksomLAE

    • @emar
      Nessuno nega l’esistenza delle cospirazioni, come ho già detto, non possono NON esistere.
      Ci sono anche in un ufficio di 5 sfigati o in un paesiello di montagna.
      La direzione in cui stiamo andando la CONDIVIDIAMO TUTTI con te! E’ evidente, davanti agli occhi, difficile da accetare ma oggettiva. Non è necessario che fai delle profezie! 😉
      Non parlo chiaramente dei piddini che, come è noto, hanno un problema di carattere neurologico e antropologico (probabilmente non discendono dagli uomini sapiens).
      Il problema è che i COMPLOTTISTI NON fanno informazione, NON vanno alle fonti!
      Il risultato che ottenete NON è diffondere “conoscenza” ma è far applicare delle etichette da PAZZOIDI a delle sacrosante verità, invalidando le stesse alla percezione del pubblico.
      Una volta constatato che esiste un “problema di sovranità monetaria”, prima di far informazione, bisogna STUDIARE!
      Leggiti qualche libro di Don Brown in meno e qualche paper in più!
      Ma capisco che è “fiato” sprecato. Mi arrendo.

    • Virus permettimi un ultima domanda che poi racchiude in se il motivo dell’astio che nutro nei confronti di Beppe e casaleggio.Visto che come giustamente dici tu con la maggiorparte delle persone dobbiamo rimanere all’aspetto economico della questione o tuttalpiu’ parlare del bilderberg altrimenti si viene presi per pazzi inificiando il lavoro di divulgazione,perche’ adesso che abbiamo eletto 163 cittadini nonli sguinzagliamo in tutte le tv a divulgare la verita’ sull’economia?in un momento in cui il paese e’ alla disperazione andare in tv a dire guardate applicando il keynesismo potremmo tutti ritornare a vivere decentemente( dal punto di vista economico) la gente ti ascolterebbe se lo dico io sul luogo di lavoro vengo preso per scemo la risposta piu’ frequente e’ se e’ cosi’ perche’ in tv non ne parla nessuno?allora perche’ beppe si ostina a non voler divulgare attraverso la tv queste verita?.Da qui io ho maturato la ferma convinzione che sia in malafede.sino a quando non sfonderemo il muro della tv non raggiungeremo mai le grandi masse e i grandi numeri necessari per rivoltare il paese quindi il divieto di andare in tv a chi giova? io la mia risposta me la sono data tu datti la tua.Ps i Pdini quando conoscono la verita’ diventano nemici giurati del PD infatti quando lo hai votato credendo in buona fede che facesse l’interessi della povera gente dell’ambiente ecc.. e poi invece scopri che ti hanno venduto alla grande finanza diventi cattivo e fai di tutto affinche’ nessuno li voti mai piu’ ( parlo per esperienza diretta)quindi i pdini non sono scemi sono solo gente che non ha ancora scoperto la verita’ e allora ci andiamo o no in tv a fargliela sapere?

  • la nostra crisi economica e finanziaria è acuita da una diffusa regressione culturale, non pochi italiani hanno scarsa capacità di compiere verso la politica analisi critiche scevre da condizionamenti di parte, confondendo le cause con gli effetti.

  • Caro Claudio,
    queste polemiche e queste espulsioni non ci servono a nulla. E’ particolarmente significativo che i media, per quanto riguarda il M5S, si occupino solo di espulsioni e presunte scissioni. In questi giorni i gruppi parlamentari hanno detto e fatto cose importanti. Ne dico solo due: la posizione assunta con Di Battista per la pace in Afganistan, la denuncia di D’Uva del rischio di fallimento per metà degli atenei pubblici italiani. Che queste cose non vengano riportate dai media di regime non mi sorprende, che siano sparite dal tuo blog e da quello di Beppe Grillo per dar spazio alle polemiche sulle espulsioni è inveice un gravissimo errore. Così si va tutti allo sbando.
    La democrazia all’interno del M5S è una cosa di cui si deve discutere, possibilmente con toni pacati. Non si discute il fondamentale ruolo di Grillo nello stimolare la nascita del movimento, ma il ruolo di capo a vita indiscutibile è inaccettabile. L’idea che ci si debba “sintonizzare” col capo è, poi, primitiva e stupida. Devono esistere canali interni di discussione: è inaccettabile che gli iscritti non contino assolutamente nulla e che possano al massimo lagnarsi con commenti che, come questo, finiranno per non essere “presi in carico” da nessuno.

  • Non sono d’accordo con te Claudio, perché non c’è nessun bisogno di riempire di spiegazioni collegate a fantomatiche regole interne a contratti e disclaimer firmati con l’accettazione della candidatura, un caso di semplice e pure critica democratica , fatta con toni civili e seguita da diktat per niente pacati e civili , meriterebbe un libero dibattito che nel moVimento dovrebbe avvenire senza tanti problemi e tanti gridi allo scandalo per aver toccato l’inviolabile sacralita’ del Supremo Grillo Parlante, che se non erro anche lui è un portavoce e un portabandiera e non il padre costituente di un moVimento che pero’ porta il suo nome e cognome nel simbolo, un portavoce tanto quanto la senatrice Gambaro, che nelle parlamentarie oltretutto è stata eletta con un numero di preferenze tra i più alti. Pari dignità e pari possibilità di esprimere le opinioni anche se non sono in linea, le ultime elezioni sono state una delusione per il moVimento, e se sono stati fatti errori di linea politica è il caso di correggerli. Il resto è polemica che ci rende solo ridicoli agli occhi degli elettori, e ottimo materiale per chi vuole deviare l’attenzione dalle cose , quelle si importanti che il movimento sta facendo…

  • Per rispondere a coloro che insistono a dire che il M5S si perde in chiacchere futili invece di partecipare attivamente alla vita politica parlamentare…….buona lettura!
    Riassunto “ufficiale” di ciò che è stato realizzato in 50 GIORNI, dal 15 aprile al 7 giugno 2013, al quale bisogna aggiungere la restituzione allo Stato di 42 milioni di euro di danaro pubblico, l’avviamento “ufficiale” delle pratiche formali parlamentari per chiedere l’ineleggibilità di Silvio Berlusconi, e l’approvazione di una mozione che consente alle imprese creditrici della Pubblica Amministrazione di far scalare il credito dalle cartelle esattoriali impedendo quindi a Equitalia di avviare pignoramenti e sfratti ai creditori.
    Buona lettura!
    Emendamenti approvati
    Emendamento al decreto 40 miliardi (4 dei 52 presentati dal M5S): in pratica è riuscito a far sì che saranno pagate anche aziende che, per colpa della crisi, hanno faticato a versare i contributi; e che, solo in alcuni casi, lo Stato tratterrà i contributi dovuti ma le aziende saranno comunque pagate.
    Presentazione in aula di 5 emendamenti di altra natura: nessuno approvato.
    Ordini del giorno approvati
    3 sui 3 presentati: impegnano il governo alla priorità del pagamento di imprese non coinvolte con la criminalità organizzata, al rinvio al 2014 dell’applicabilità della TARES e al monitoraggio dell’effettivo pagamento dei crediti da parte dello Stato.
    Documento di Programmazione Economica e Finanziaria (DEF)
    Presentata la relazione di minoranza per chiedere: reddito di cittadinanza, aiuti a piccole e medie imprese, riforma del mercato bancario.
    Discussioni in aula
    Decreto 40 miliardi debiti Pubblica Amministrazione: presentati 5 ordini del giorno, 4 accolti dal governo e 1 votato all’unanimità.
    ILVA Taranto: chiesta la chiusura dell’impianto a caldo, bonifica e reddito di cittadinanza.
    Proposte di legge presentate
    1) Nuova legge anticorruzione;
    2) Eliminazione dell’IMU sulla prima casa;
    3) Abolizione delle Province e destinazione di fondi alla sicurezza delle scuole (2 proposte di legge);
    4) Nuove norme sul conflitto di interessi (2 proposte di legge);
    5) Abolizione del contributo pubblico ai partiti;
    6) Introduzione del limite di due mandati parlamentari;
    7) Liberalizzazione delle giornate festive lavorative nel piccolo commercio; Impignorabilità della prima casa e tutela degli stipendi dai pignoramenti;
    9) Introduzione nel Codice Penale dei delitti contro l’ambiente;
    10) Proposta contro il consumo del suolo;
    11) Introduzione del voto di preferenza per le elezioni alla Camera e al Senato;
    12) Istituzione dell’Ufficio del Garante della Salute;
    13) Istituzione del consenso informato nei trattamenti sanitari, contro l’accanimento terapeutico;
    14) Proposta per la ratifica della Convenzione Europea sulla lotta alla violenza sulle donne;
    15) Regolamentazione dei giochi con vincite in denaro e loro divieto ai minori;
    16) Divieto di propaganda elettorale finanziata da condannati per mafia;
    17) Contenimento del consumo del suolo e tutela del paesaggio;
    18) Modifica delle norme sull’estrazione petrolifera e di gas in mare;
    19) Proposta di legge costituzionale per il riconoscimento del diritto di accesso alla Rete Internet;
    20) Istituzione di una commissione d’inchiesta sulle consulenze nella Pubblica Amministrazione;
    21) Ampliamento dei parametri delle pensioni di reversibilità;
    22) Istituzione di una Commissione di Inchiesta sulla malasanità;
    23) Sostegno alla ricerca su farmaci orfani e malattie rare;
    24) Abolizione del finanziamento pubblico all’editoria;
    25) Etichettatura degli alimentari con indicazione di origine della materia prima;
    26) Proposta di legge per l’istituzione di una commissione parlamentare sul Monte dei Paschi di Siena;
    27) Progetto di legge costituzionale finalizzato al referendum per la permanenza nell’EuroProposta per incentivare la mobilità ciclistica.
    Mozioni presentate
    1) Cassa Depositi e Prestiti: richiesta di rinvio delle nomine dei vertici, in nome della trasparenza e anche in vista del decreto di sblocco di 40 miliardi per i pagamenti dei debiti della Pubblica Amministrazione alle imprese;
    2) Afghanistan: richiesta dell’immediato ritiro delle nostre truppe (risparmio di oltre 65 milioni al mese);
    3) OGM: richiesta di bloccare preventivamente le coltivazioni OGM, in particolare il mais della Monsanto;
    4) F35: richiesta immediato blocco della costruzione degli F35 e del loro acquisto e la rimodellazione della Difesa su peacekeeping, oltre alla rimozione degli ordigni nucleari in Italia;
    5) Guerra in Mali e missioni estere: mozione contro l’intervento militare in Mali e per il ritiro di tutti i militari italiani nelle missioni estere;
    6) Tagli scuola e cultura: richiesta di maggiori risorse alla cultura, rientro dei tagli alla scuola entro due anni e copertura cattedre vacanti;
    7) Combustibili solidi secondari: mozione per impedire la trasformazione dei cementifici in inceneritori, e richiesta di moratoria immediata; NoTAV: richiesta di impegno con l’UE per il totale abbandono del progetto;
    9) Riforme costituzionali: mozione per campagna informativa alla popolazione e referendum propositivo per le riforme costituzionali;
    10) Legge elettorale: risoluzione per soglia minima per il premio di maggioranza, stessi sistemi di calcolo del premio di maggioranza per Camera e Senato, ripristino del voto di preferenza e uniformità delle condizioni di accesso alla ripartizione dei seggi tra liste e coalizioni;
    11) Petrolizzazione Abruzzo: richiesta di divieto delle prospezioni petrolifere e delle autorizzazioni allo sfruttamento petrolifero in Adriatico sulle coste abruzzesi;
    12) Convenzione di Istanbul: proposte di legge per ratifica della Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza alle donne;
    13) Efficienza energetica: mozione sulle detrazioni fiscali per interventi di efficienza energetica e di ristrutturazione edilizia;
    14) Sicurezza stradale: richiesta di messa in sicurezza di guard-rail e altre infrastrutture stradali, a salvaguardia dei motociclisti;
    15) Parata del 2 giugno: richiesta di abolizione della parata del 2 giugno per la Festa della Repubblica, destinando i fondi ai servizi sociali.
    Interpellanze presentate
    1) Monte dei Paschi di Siena: si chiedono iniziative urgenti per tutelare la fondazione come patrimonio nazionale e sospendere l’approvazione dello statuto fino alla conclusione dell’inchiesta;
    2) ENASARCO Case Popolari: si chiede di stabilire norme uniformi che evitino speculazioni e accessi privilegiati all’acquisto degli immobili durante la cartolarizzazione, e la sospensione degli sfratti;
    3) Telecom Italia: si chiedono iniziative per salvaguardare l’azienda come asset strategico, garantendo il controllo nazionale della Rete e i posti di lavoro;
    4) Richiesta alla Presidenza del Consiglio sul fallimento Deiulemar, Compagnia di Navigazione spa;
    5) Esodati: si chiede che al governo di fornire il numero preciso dei lavoratori penalizzati;
    6) Nomina Direttore Agenzia Digitale: si chiede più trasparenza sulla selezione degli esperti per la nomina del direttore dell’Agenzia;
    7) Invasi Sardegna: si chiedono informazioni su un decreto che renderà inutilizzabili 5 invasi indispensabili all’approvvigionamento idrico in una zona già critica; Legge omofobia: si chiede un’iniziativa normativa per ampliare la legge Mancino/Reale che persegue i reati contro la persona, anche a casi di orientamento sessuale e identità di genere;
    9) Sistema Energetico Nazionale: si chiede un Piano Energetico Nazionale di lungo periodo;
    10) Diploma magistrale: si chiede che i titolari di diploma magistrale siano equiparati agli altri nell’abilitazione all’insegnamento;
    11) Detrazioni d’imposta: si chiede che il sistema delle detrazioni sia esteso a tutti i settori produttivi dell’ambito sviluppo sostenibile;
    12) Tassi interessi bancari: si chiede una verifica del governo sull’attendibilità dei tassi medi di interesse comunicati da banche e intermediari;
    13) Criminalità organizzata: si chiedono ulteriori indagini su denunce di ostacoli a indagini antimafia nella catena di comando a Palermo;
    14) Ricostruzione L’Aquila: si chiede, nel reclutamento di nuovo personale, di attingere in trasparenza alle graduatorie del Concorsone già svolto;
    15) Costa Concordia: si chiede al governo come si intenda procedere per la rimozione del relitto;
    16) Manifestazione PDL Brescia: si chiede conto della presenza del ministro Alfano;
    17) Viabilità siciliana: si chiede un piano straordinario per l’ammodernamento e il potenziamento della viabilità in Sicilia.
    Interrogazioni parlamentari
    1) Pignorabilità stipendi e pensioni: richiesta al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di porre il limite del quinto al pignoramento di stipendi e pensioni anche quando superino i mille euro;
    2) Detrazioni fiscali per efficienza energetica: si chiedono al governo iniziative per rendere i certificati bianchi (effic.energetica) cumulabili con altri incentivi attraverso detrazioni fiscali per le aziende;
    3) Pesticidi: richiesta ai Ministri di Agricoltura, Ambiente e Salute di porre un freno all’uso dei pesticidi in agricoltura, causa di inquinamento delle falde acquifere e dei terreni;
    4) Decreto per la promozione del riutilizzo dei rifiuti: richiesta al Ministero dell’Ambiente per una rapida realizzazione dei decreti attuativi;
    5) Mais transgenico: richiesta ai Ministeri di Ambiente, Salute e Politiche Agricole per revocare l’autorizzazione europea alla coltivazione di mais transgenico, e per una clausola di salvaguardia;
    6) Commissariamento Alitalia: richiesta al Ministero dello Sviluppo economico sulle differenze tra le responsabilità dei commissari e le relative motivazioni;
    7) Cessione parte di Telecom ad imprenditore cinese: richiesta a Ministeri Economia e Sviluppo per chiarimenti sulla cessione di un asset strategico per il Paese in mani straniere; Concorso Vigili del Fuoco: richiesta al Ministro dell’Interno di sbloccare il turn-over del personale del Corpo dei Vigili del Fuoco, e trasparenza delle graduatorie
    9) Stabilizzazione docenti precari e personale ATA: si chiede l’immediata stabilizzazione di docenti e personale ATA della scuola, che hanno lavorato almeno 36 mesi negli ultimi 5 anni;
    10) Lavoratori precari impiegati negli uffici giudiziari: richiesta al Ministero della Giustizia per la stabilizzazione dei precari che da anni lavorano negli uffici giudiziari;
    11) Ilva Taranto: si chiedono le motivazioni per la non sanzione, se si intende concedere proroghe all’ILVA, perché manca un piano industriale, e quali provvedimenti si prenderanno se l’ILVA non ottempera a quanto richiesto;
    12) Vendita terreni demaniali: si chiede di destinare i terreni demaniali in via di cartolarizzazione a giovani imprenditori agricoli, a canone agevolato;
    13) Morìa delle api, pesticidi in agricoltura: si chiede se i tre ministri di Agricoltura, Ambiente, e Att. Produttive abbiano intenzione di potenziare i controlli;
    14) Istituto del Bail-In: si chiede se è stata recepita la direttiva UE sul meccanismo di salvataggio forzoso delle banche a carico degli investitori tramite prelievo dai conti correnti, e se si attiverà una protezione per i piccoli risparmiatori;
    15) Sicurezza Informatica Agenzia Digitale: si chiedono iniziative per favorire la diffusione di modelli di sicurezza informatica nella Pubblica Amministrazione;
    16) OGM/Clausola di salvaguardia: si chiede una regolamentazione più restrittiva per le colture OGM, e l’adozione di una clausola di salvaguardia;
    17) Telecom Italia: si chiede il rinvio dello scorporo della rete Telecom, dell’aggregazione con Tre Italia, e della partecipazione di Cassa Depositi e Prestiti tramite il fondo strategico italiano.
    Interrogazioni parlamentari di carattere locale
    1) Terremoto Emilia Romagna: richiesta al Ministro dello Sviluppo Economico di sospendere gli studi di settore sulle aziende delle zone colpite dal sisma, e di sospendere per due anni il versamento dei tributi;
    2) Terremoto Emilia Romagna: richiesta al Ministero dell’Economia di ottenere una proroga al pagamento dei mutui relativi a tutte le abitazioni colpite dal sisma;
    3) Centrale nucleare Krsko: si chiede che il governo si informi presso Slovenia e Croazia relativamente alla situazione della centrale nucleare che si trova a solo 201 km dal confine friulano;
    4) Arsenico nelle acque viterbesi: richiesta ai Ministeri Salute e Giustizia di misure urgenti per tutelare la salute pubblica;
    5) Rigassificatore Gioia Tauro: richiesta ai Ministri dello Sviluppo Economico e Ambiente di sospendere la procedura per il rigassificatore di Gioia Tauro, in attesa del parere del Consiglio dei Lavori Pubblici;
    6) Stabilizzazione precari Sardegna: richiesta a Ministero del Lavoro per dare certezze al personale amministrativo precario, e indire concorsi trasparenti;
    7) Licenziamenti Golden Lady Chieti: richiesta al Ministro del Lavoro di prorogare la cassa integrazione per ristrutturazione, e di istituire un tavolo di concertazione; MUOS Sicilia: richiesta al Ministro della Difesa di chiarire se i lavori siano prossimi al completamento in quanto gli americani non hanno dato seguito al provvedimento che revocava le autorizzazioni, e quali provvedimenti il governo intenda adottare;
    9) Trivellazioni Sardegna: richiesta al Ministro dello Sviluppo Economico di aprire un confronto, sospendendo nel contempo ogni autorizzazione già concessa;
    10) Progetto Cunicolo Esplorativo La Maddalena (TAV): richiesta al Ministero Infrastrutture e Trasporti del rispetto delle delibere CIPE da parte delle ditte aggiudicatrici;
    11) Centrale a carbone di Montebello Ionico: Richiesta a Ministero Sviluppo, Ambiente ecc. in merito a infiltrazione mafiose nel progetto;
    12) Elettrodotto Udine Ovest-Redipuglia: richiesta a Ministeri Sviluppo e Ambiente per superare le “super grid” interesse di pochi e implementare le “smart grid”;
    13) Intimidazioni imprenditore De Masi: richiesta ai Ministeri Interno e Sviluppo Economico di misure di protezione previste per De Masi, imprenditore etico modello di legalità a Gioia Tauro;
    14) Mobilità lavoratori del Centro Ricerche “Giulio Natta” di Ferrara: richiesta al Ministero dello Sviluppo Economico di impedire la messa in mobilità dei dipendenti di una multinazionale chimica;
    15) Spostamento marines a Sigonella: si chiede se il governo sia stato informato, se le FFAA siano state coinvolte, se lo spostamento rappresenti una definitiva militarizzazione;
    16) Ulivi pugliesi: si chiedono disposizioni di tutela del paesaggio e lo stop all’abbattimento di ulivi centenari in Puglia;
    17) Gasdotto Adriatico: si chiede di rinunciare al passaggio appenninico del gasdotto Brindisi-Minerbio a causa di rischio sismico;
    18) Morte di Giuseppe Uva: si chiedono iniziative ispettive presso la Procura di Varese per attivare un’azione disciplinare verso i responsabili.
    A questo aggiungo la comunicazione della deputata Onorevole Federica Daga, alle ore 15.25 del 17 giugno 2013 sul lavoro alla commissione ambiente della Camera dei Deputati:.
    Cosa succede in commissione ambiente!
    In questo momento stiamo discutendo gli emendamenti che abbiamo presentato entro venerdì 14 giugno.
    Il decreto legge è il n. 43, riguardante Piombino e Emergenze Ambientali.
    Il Senato se l’è tenuto in pancia per un mese e mezzo, a noi della Camera è stato presentato giovedì 13 giugno con meno di 24 ore di tempo per emendare il testo.
    Ora il PD, e così la maggioranza, chiede il ritiro di tutti gli emendamenti presentati da tutti gli schieramenti altrimenti il Governo ne darà parere sfavorevole in fase di voto in Aula. Questo per non dover ripresentare un testo emendato al Senato. Perché?
    Perché il 25 giugno il decreto decade.
    Sottolineo che il testo è a prima firma Monti, un testo presentato lo scorso 26 aprile 2013 da un governo dimissionario….
    Ricapitoliamo: ci chiedono di ritirare tutti gli emendamenti, ora stiamo votando ogni singolo emendamento che noi NON intendiamo ritirare perché ci sentiamo esautorati dalla funzione di Deputati della Camera. Vogliamo lavorare!!!Per correttezza il testo deve essere emendato, ripresentato al Senato e se non stiamo nei tempi, il Decreto Legge può anche decadere!
    Siamo esautorati dalla nostra funzione!!!

    • @pippospano
      Carissimo, ho paura che sprechiamo solo il nostro tempo.
      Chi ha cuore non ha cervello, chi ha cervello non ha cuore… chi ha cuore e cervello non li sa usare insieme.
      Quando c’è chi riesce a coordinare giornali, TV, radio, trolls, COMPLOTTISTI, bar e circolini in un sol colpo è ben difficile saltarci fuori.
      Oltre che intelligenti ed informati bisogna iniziare a diventare un po’ cattivi.

    • @ Virus
      Sono convinto che c’ e’ ancora speranza!!
      Sotto sotto ci dredi anche tu, altrimenti no staresti qui, come me a perdere tempo.

  • Questo è l’unico movimento che si è affacciato sulla nostra storia dalla fine della guerra ad oggi, certo ci sono stati altri movimenti nella storia Italiana il 68,il 77,ma nessuno come questo movimento a coinvolto con le sue idede di cambiamento milioni di persone. Perchè farci scappare questa possibilità, per degli uomini e donne ,parlo dei deputati e senatori che prima hanno firmato di accettare le condizioni del movimento e adesso qualcuno di loro comincia a fare marcia indietro?Qualcuno ha detto loro che lo scontro con la vecchia partitocrazia sarebbe stata difficile, perchè ovvio che la vecchia classe politica che ci ha portati a questo degrado, a questa crisi tremenda, non vuole mollare l’osso che ha quasi tutto spolpato. Allora sono d’accordo con Grillo che sin dall’inzio ha capito la posta in gioco e che ha avvertito sui vari scilipoti che potevano esserci.Se vogliono andare via che vadano pure, anche perchè all’interno del movimento farebbero più danni. Eppoi la cartina di tornasole che stanno facendo il gioco di questo regime sfasciato, sta nel fatto che anche questa mattina, tutti i programmi delle tv erano concentrate sui dissidenti e talebani di 5 stelle.Bisogna tenere duro e passerà anche questa fase, poi dovranno ricredersi sulla volonta popolare di spazzare questa putrefatta classe politica.

  • @pippospano
    il M5S ci accomuna tutti in un sentimento unico correlato alle conoscenze, all’analisi dei fatti reali, che dovrebbero essere alla base di una vera libertà popolare attualmente preclusa principalmente dalla partitocrazia, dall’alta finanza e dall’informazione. Che il M5S sia al lavoro seriamente per ribaltare la situazione è normale e ne siamo orgogliosi. Il “fastidio” è causato dalla disattenzione di come vengono trattati i contenziosi interni (legittimi), che passati in mano alla televisione e ai giornali (principali nemici della democrazia) vengono sistematicamente tramutati in spaccamenti interni al movenmento e scarsa professionalità. Il rimprovero agli “eletti” è quindi quello di far trapelare i fatti nostri all’esterno del gruppo, consapevoli che ogni tipo di notivia viene sistematicamente adoperata contro il movimento. Sul programma e le iniziative la base è ben contenta di quello che si sta facendo. L’importante è non appoggiare nessuno e procedere sulla propria strada.

    • Ho letto il documento di Laura Castelli. Hai ragione, mi sembra questo un tema di grandissima importanza visto che suggerisce in concreto la soluzione alla crisi. Sono da sempre convinta dell’errore EURO e bisogna diffondere e far conoscere questo documento visto che molti italiani non sanno ed hanno paura di una uscita dall’eurozona.

  • Travaglio in altra occasione elencò una serie di “epurazioni” dei propri tesserati che da decenni tutti i partiti delle prima repubblica fecero senza che nessuno alzasse lo stesso polverone per l’attuale M5S.
    Ormai è acclarato c’è in atto un attacco mediatico senza precedenti contro il M5S perchè unica forza politica in grado di distinguersi dal marciume partitocratico per cambiare realmente questa Italia putrescente.

  • Ciao, concordo pienamente con l’espulsione della Gamabaro ma non sono per niente felice della scelta di far decidere alla rete. Capisco l’infamia dei giornalisti e le critiche che ne sarebbero nate, ma quelle non mancheranno mai.. Mi sarebbe piaciuto di più un silenzio tombale di Grillo accompagnato però dall’unione incontestabile dei cittadini a 5 stelle pro all’espulsione, in cui spiegavano in rete e a tutti i giornali ( soprattutto in un altra intervista su sky le loro motivazioni). ci sarebbero state sicuramente delle montature.. Ma il M5s avrebbe dato una dimostrazione di forza idealistica,non aver paura nell’agire e Grillo non poteva essere additato ancora come dittatore.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi