Annunziata – M5S: Voi come Berlusconi?

Luigi Di Maio Paola Taverna Lucia Annunziata
Luigi Di Maio e Paola Taverna rispondono al fuoco di fila delle domande di Lucia Annunziata, a “In Mezz’ora”, passando per la decadenza di Berlusconi, per il giudizio sul presidente del Senato Grasso accusato di essere troppo “grillino”, per il M5S “corpo estraneo” in Parlamento, per la legge di stabilità, per una nuova mozione di sfiducia al Senato sulla Cancellieri, per la TAV, per il nuovo V-DAY del 1°dicembre, per Renzi e il Pd, per la posizione sull’Europa, fino ad arrivare all’elenco dei punti di presunta convergenza con la politica di Silvio Berlusconi e a insinuare nell’attaccamento alle istituzioni e alla poltrona una pericolosa tentazione per i Cinque Stelle. Ecco, nel video, le loro risposte.

81 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ecco sono queste le persone che possono andare in Europa a chiedere la revisione dei trattati o in alternativa portarci fuori. Altri si farebbero votare con la patacca dei “pugni sul tavolo” e puntualmente zitti zitti quatti quatti ci svenderebbero al miglior offerente.

  • Quella maledetta scrofa alla fine ha chiesto alla Taverna per quanto sarebbe disposta a vendersi: si interessano solo a questo. Che individui abietti, spero che tornino presto nella fogna dalla quale sono usciti.
    Grazie Di Maio, grazie Taverna, grazie M5S

  • prima scalfari, poi l annunziata.. ma dove le vedono le similitudini tra forza italia e m5s? Ci vuole non solo malafede, ma bisogna proprio essere nati per disinformare. non c’e’ UN punto di programma in comune, e soprattutto non ci sono finalità comuni: ao, berlusconi i trattati europei LI HA FIRMATI. chi è più credibile in europa? chi li ha firmati, o un movimento nuovo che li contesta? possibile che la annunziata, per onestà intellettuale, almeno su questo non spreca neanche UN neurone?

  • Ha ripetuto Di Maio nell’intervista che il M5S ha presentato ad inizio legislatura la richiesta di referendum per consultare il popolo sulla volontà o meno di uscire dall’euro. Si dovrà informare il popolo sui vari scenari possibili dopodiché, responsabilmente, ognuno sceglierà a quale prospettiva dare la preferenza. Il M5S non fa promesse a vanvera. Chi ad oggi non riconosce l’assoluta limpidezza e affidabilità di queste persone è in malafede! E comunque se qualche eroico “Che Guevara del web” si sente in grado di portare avanti una rivoluzione reale come quelle immaginifiche che riesce a partorire con la propria mente a noi non può che far piacere. A meno che l’aforisma di Ezra Pound ” se un uomo non ha il coraggio di lottare per le proprie idee o non valgono niente le sue idee o non vale niente lui come uomo” non lo si limiti solo a qualche commento sui blog o che debba valere solo per gli altri.

    • Magari se si studiassero la Costituzione, oltre che difenderla, eviterebbero di sprecare energie e tempo su un referendum che non si può fare…

      RISPOSTA DELLA REDAZIONE:
      Magari se tu ti studiassi meglio la storia della politica italiana, o meglio giurisprudenza, o magari ti limitassi a seguire meglio questo blog, eviteresti di fare figuracce:
      https://www.byoblu.com/post/2012/11/10/tutte-le-volte-che-in-europa-abbiamo-detto-no-ma-e-diventato-si.aspx

    • Se tu avessi letto il mio commento di risposta a Virus sapresti che io per primo ho detto che e’ facile fare il rivoluzionario con la tastiera e il mouse.Potrei comunque raccontarti di quando ho rischiato il linciaggio alla festa democratica perche’ ho detto a Epifani che da ex elettore del PD o votato M5S e cosa ne pensavo del PD e inoltre ho distribuito a lui e tutti i politici e molti spettatori presenti volantini divulgativi antieuro,potrei raccontarti di come ho tappezzato i locali della mia azienda di volantini divulgativi antieuro, e per questo sono stato richiamato per uso impropio dei locali aziendali,potrei raccontarti di come uso la posta interna aziendale per inviare link divulgativi antieuro ai colleghi e va da se che se scoperto dalla direzione rischio sanzioni gravi perche’ recidivo.Ma a che servirebbe dirtelo per mettermi delle medaglie sul petto? hai ragione tu,questo non fa di me ne un eroe ne un moderno Che’ Guevara ma solo un anonimo cittadino che nel suo piccolo cerca di fare la sua parte per migliorare il mondo spero che tu e tanti altri sappiate fare meglio di me e sicuramente tutti insieme faremo di questo mondo un mondo migliore.Ciao emar
      http://www.uninfonews.it/epifani-festademocraticalivorno/

    • @ Luisa
      Il referendum ovviamente sarebbe consultivo e non propositivo e comunque le espressioni di voto dei referendum necessitano della ratifica del parlamento: prova ne è il fatto che le scelte di molti referendum sono state disattese dagli eletti. Il referendum in questo caso servirebbe a responsabilizzare il cittadino su una eventuale scelta di rimanere/uscire dall’euro e renderlo consapevole e preparato alle inevitabili difficoltà a cui si andrebbe incontro.
      PS – Puoi citare per favore l’articolo della Costituzione che impedirebbe il referendum?

      @ emar
      Grazie per il tuo impegno ma ricordati che anche nel pd o nel pdl ci sono giovani che si impegnano molto. Non basta impegnarsi, bisogna anche capire se ci si sta impegnando per la cosa giusta o in maniera che le cose giuste trovino applicazione. Ciao

  • @la redazione E che razza di risposta sarebbe? Ormai in Europa ci siamo e abbiamo aderito all’Euro e secondo la Costituzione “Non è ammesso il referendum per le leggi tributarie e di bilancio, di amnistia e di indulto, di autorizzazione a ratificare trattati internazionali”. Fatevene una ragione! Se i i 5 stelle hanno la forza di convincere il Parlamento a cambiare la Costituzione (allora basta che poi non salgano sui tetti a difenderla…), lo facessero…

    • @ Fabio Scappi
      Infatti, ed è esattamente quello che dice anche Di Maio: vedere dal minuto 23’00”. A questo punto, signora Luisa, se si impiegassero energie per costruire anziché per disinformare, ne gioveremmo tutti quanti

  • Solo perchè rinunciano ad una parte dei loro emolumenti gli si dovrebbero fare un momumento.In questo mondo di arraffoni, stanno dando una dimostrazione di coerenza ed onestà . Cosa sconosciuta dalle parti del PD – PDL – F.I e quant’altri.

  • la Annunziata non mi piace, ma per onestà devo riconoscere che si è comportata in maniera dura ma corretta, ha fatto legittimamente la sua parte, senza sconti ma anche senza malignità particolari. bravi i nostri due portavoce. bravi davvero!

    • In effetti sembrava quasi arrendersi alla straripante preparazione dei nostri portavoce.Poteva evitarsi ,alla fine, l’accostare il M5S al partito di Berlusconi, patetico.

    • Sì, proprio. Quando il vento cambierà, questi cambieranno camicia all’occorrenza o scapperanno come vigliacchi, quali sono sempre stati e come è quasi sempre accaduto in Italia. Altrochè difendere la propria testata o stazione fino alla morte.
      Questi difendono la loro testa e svendono la testa di milioni e milioni di Italiani pur di farla franca e farsi la loro bella vita da nababbi. I nostri sono da curare. L’80% di loro è gente “malata” di qualcosa. E’ per questo che li hano “reclutati”. Gli altri sono morti o finiti nel nulla. E non sto scherzando. Freelance e indipendenti, di giornalisti ne muoiono centinaia ogni anno in tutto il mondo alla ricerca della verità e per restare integri e almeno intellettualmente onesti. Gli altri…..solo zerbini del potere. Altrochè giornalisti!

  • a volte mi stupisco come l’Annunziata abbia potuto fare la giornalista per un giornale di un movimento come quello de “Il Manifesto” che in quanto eretico e di rottura aveva parecchie analogie con le stesse caratteristiche attuali del mov 5 stelle…..infatti è stupido da parte sua far passare l’dea che ci siano cose in comune tra 5 stelle e forza italia solo perchè questa forse passa all’opposizione per precisi calcoli politici….è come dire che il partito comunista era in combutta con Almirante solo perchè erano tutte due all’opposizione….Annunziata! Annunziata! come sei caduta in basso…..

    • @Walter
      Ti stupisci?? Ma hai idea di quanto “imbarcano” questi pseudo-giornalisti. Una cosa da schifo. Fai il freelance o il collaboratore di un giornale e vedi che non ti becchi più di 20 euro ad articolo, o un’inezia a riga, quando non gratis e devi fare qualche cosa d’altro per campare (e te lo dico con cognizione di causa per esperienza personale). Questi imbarcano centinaia di migliaia di euro all’anno, se non milioni per i più famosi (che lo sono da sempre).
      E’ che sono diventati troppi, per troppi soldi e per troppo fare un emerito cazzo. A spese del contribuente.
      Non credete…in un modo o nell’altro, siamo sempre noi a pagare, testata pubblica o privata che sia.
      Comunque grande commento. La tua logica è lapalissiana direi (anche perchè io stavo con il secondo).

  • A Proposito del caso Vendola-ILVA..

    Per chi fosse interessato, segnalo che sono disponibili due petizioni online per chiedere immediate dimissioni di Vendola da Presidente della Regione Puglia:

    http://chn.ge/1jd6zWK (221 firme);

    http://goo.gl/yZ8QNI (431 firme)

    Se condividete le petizioni vi prego di non limitarvi a firmarle: fatele conoscere ai vostri amici e conoscenti potenzialmente interessati.

    Grazie
    cs

  • una scolaretta impreparata e saccente. Non capisco il motivo del suo accanimento ….è stata una giornalista che ha combattuto il berlusconismo e mi risulta inconcepibile il suo schierarsi al PD dato che è risultato essere una sola famiglia.

    • È una delusione immensa e continua, alla quale ormai ci ho forse fatto il callo… Ovvero vedere persone che erano contro berlusconi, ed io immaginavo che lo fossero perché fossero persone giuste, che volessero la giustizia. Invece si dimostrano semplici “tifosi dell’altra squadra”, cioè a loro non interessa nulla della giustizia, solo che la “propria” squadra vinca lo scudetto. E come i tifosi non cambiano mai squadra. Ma una squadra di calcio va dietro un pallone e decide il destino di una partita, mentre questi in parlamento stanno decidendo il destino di una nazione… E stanno decidendo che la nazione deve affondare per i loro porci comodi!

    • Incredibile come ci siano ancora italiani che credano alle “fatine”buone (vedi Bonino per esempio). L’Annunziata è una delle peggiori “finte-sinistre” e fa parte dello stesso giro – basta pensare che collabora con l’Huffington Post (De Benedetti-Rothschild etc tanto per capirci).
      Io sono sempre stato ferocemente antiberlusconiano, ma quando Berlusconi si alzò e se ne andò dalla sua trasmissionuccola, gli battei le mani.
      Questa gente è per lo status quo. Non vogliono assolutamente che si cambi, perchè altrimenti sarebbe la fine anche per loro e i loro munifici padroni “NWO” gli farebero un culo tanto.
      Scusate, non voglio discriminare e non c’entra niente uomo o donna, ma dove pensate che potesse andare una strabica, brutta, arrogante e pure un pochinio ignorantella (ma fa bene il suo lavoro per i poteri “giusti”) in una rete di media normali. Date un’occhiata in USA, Francia, la rete RT russa, tanto per farsi un’idea. E’ tanto che non la vedo (e non mi è mai piaciuta), ma si vede che ‘sta Annunziata ha problemi con tutto il mondo. L’avete mai vista ridere?
      Mi sorprende che siano andati da lei quelli del M5S. Io avrei avuto paura solo al pensiero di trovarmela davanti (forse Berlusconi se ne andò proprio per quello). E non parlo solo di estetica, ma di “bruttezza” interiore. Infatti non me la vado a vedere perchè mi da il voltastomaco. Questi “giornalisti” venduti vanno isolati e lasciati soli con le loro trasmissioni che ricevono soltanto i loro accoliti.

  • Se pur di non guardare “In Mezz’Ora” mi avessero proposto di passare “una mezz’oretta” con Angelina Jolie, vi giuro che avrei rifiutato!!!

    Vedere questi ragazzi che si pappavano l’ Annunziata non poteva avere un prezzo…è stato un puro e vero orgasmo intellettuale.

    Avanti così!

  • Se l’Italia è in crisi etica e morale non solo economica lo è anche per colpa di un giornalismo falso e tendenzioso funzionale a questo regime partitocratico pseudo democratico e liberale, principalmente fondato su 4 poteri:
    • politico governativo
    • economico finanziario
    • Giustizia Magistratura
    • informazione mediatica di massa

    PDPDL Lega UDC ecc… non hanno fatto altro in 20 anni che occupare partitocraticamente quei poteri piazzandovi uomini e donne servizievoli.

    L’informazione ricopre un ruolo fondamentale al sistema per sviare l’attenzione su altri argomenti, come in questo periodo indirizzano l’attenzione della massa cavalcando l’onda emotiva il malcontento del popolo contro l’euro moneta ma al solo fine di rifarsi una verginità=consenso elettorale.

    p.s. un uomo da 20 anni consecutivi sta cercando di fare bingo accaparrandoseli tutti e 4.

  • Di Maio : “Le manifestazioni d piazza sono il sale della democrazia!”
    Napolitano, in occasione della manifestazione dei vicentini contro la base del Dal Molin: “Le manifestazioni di piazza non sono il sale della democrazia!”
    Pensava di essere ancora in Ungheria!!

    Sempre più orgoglioso di essere rappresentato da queste persone coerenti e dignitose. M5S: avanti tutta.

  • confrontandoli con gli esponenti degli altri partiti i rappresentanti del M5S sembrano extraterrestri, soltanto perché si comportano correttamente parlando un linguaggio chiaro e coerente con i principi esposti in campagna elettorale.
    Si comprende perché questi cittadini non troverebbero mai spazio politico nei due partiti di maggioranza, né al governo del Paese con uno di loro.

  • Dopo la pubblicazione di questo post e quello precedente ho fatto alcune considerazioni che vorrei esternare e che come e’ ovvio le potrete condividere o men,ma a mio giudizio potrebbero essere utili a tutti noi per riflettere un po’ e poi visto che siamo tutti adulti e vaccinati a trarne ognuno le propie conclusioni.Prima considerazione questo blog che era nato come divulgativo di verita’ sconosciute’ ai piu’, verita’ che svelavano in che modo alcuni poteri forti hanno deciso e ancora decidono i destini di interi popili e nazioni adesso invece si e’ trasformato in un organo di propaganda del M5S, cosa lecita e comprensibile visto che il propietario Messora e’ stipendiato dal movimento il tutto alla luce del sole quindi liberissimo di farlo resta da vedere se per molti di noi che avevano iniziato a frequentarlo perche’ appassionati a scoprire l’Eurotruffa il Bilderbeg ecc.. abbia ancora senso frequentarlo.Seconda considerazione il M5S non reputa l’uscita’ dall’Euro una priorita’ infatti sia nell’intervista da Porro,sia nell’intevista dall’Annunziata gli esponenti 5 stelle su questo tema dicono che si dovra’ procedere con un referendum consultivo degli Italiani e per corretezza devo dire coerentemente con quanto scritto nel programma elettorale.Va spiegato per chi non lo sapesse che per seguire questo percorso dobbiamo prima cambiare la costituzione con una legge ad hoc come fu fatto nell’89 poi una volta fatto questo indire il feferendum votarlo ed in caso di vittoria di quelli che vogliono uscire dall’Euro andare a proporre al parlamento di votare tutte le leggi che servono a fare questo passo cosa che non e’ scontato che venga fatta perche’ come abbiamo visto in passato non e’ detto che il parlamento recepisca la volonta’ popolare.Ora a questo punto tutti quelli che hanno votato l’M5S e reputano l’uscita’ dall’Euro una priorita’ assoluta dovranno valutare se questo percorso gli soddifa,oppure se non gli soddisfa vogliono spingere dal basso il movimento affinche’ cambi il suo programma oppure visto che i vertici del movimento come hanno dimostrato in altre occasioni per coerenza non si scostano dal programma di una virgola vogliono rivolgersi verso altre forze politiche che vogliono procedere a ritmi piu’ spediti verso un ritorno alla sovranita’ monetaria che iniziano a muoversi come dimostra il convegno organizzato dalla lega oppure la manifestazione simbolica sotto la statua della lira organizzata dalla destra di storace.Secondo me il popolo dei no Euro e’ arrivato ad un crocevia e dovra’ decidere come muoversi.Personalmente dopo aver visto il convegno della lega dove si parla di riunire in Italia ed in Europa tutte le forze antieuro a prescindere dalla provenienza politica e ideologica un mezza idea me la sono fatta.

    • Anch’io seguo Messora da molto tempo e mi accorgo, anche senza essere amministratore o moderatore del forum, che sono molti quelli che lo seguono anche facendo solo sporadici commenti ma molto efficaci. Io solo in questi ultimi giorni commento molto frequentemente perché mi da fastidio questo modo di alcuni di approcciarsi al m5s volendo dare direttive e ultimatum come se il movimento non avesse ampiamente dimostrato di essere una realtà molto solida fatta di molteplici e ottime capacità e in grado di affrontare e dare risposte a temi scottantissimi. E’ stato creato qualcosa di meraviglioso che probabilmente ha pochi eguali nella storia del mondo, e non a caso è avvenuto in Italia ma non perché noi siamo migliori degli altri ma perché solo da un popolo così maltrattato come il nostro alla fine dovevano emergere quelle realtà eccellenti che troppo a lungo erano state messe all’angolo e continuamente violentate. Siamo in tanti ad informarci e a confrontarci su temi di attualità ed io lo faccio seguendo molti altri blog interessantissimi e sui quali spesso intervengo. Come consiglia Di Maio anche in questa intervista, ci si deve soprattutto regolare vedendo gli atti concreti delle forze politiche. Se tu pensi di poterti fidare più della lega piuttosto che del m5s, se pensi che la lega possa dare concrete risposte ai tuoi giusti ideali, liberissimo di farlo, come altri milioni di persone.

      • @stefano, concordo su tutti i punti, sopratutto sulle “realtà eccellenti che troppo a lungo erano state messe all’angolo e continuamente violentate.”

        Hai perfettamente incarnato l’anima del post, infatti di anti-euro si è già parlato proprio in questo blog, con gli interventi di Alberto Bagnai, Paolo Becchi e Loretta Napoleoni, ecc. ecc. in interviste per lo più finanziate in crowd funding, cioè dagli stessi lettori del blog, sempre più voraci di informazioni.

        E’ mai possibile che ci si ritrovi sempre a battere lo stesso chiodo ??

    • personale opinione quindi opinabile; credo che il M5S stia valutando attentamente il problema €uro (senza precedenti storici) con tutte le possibili opzioni e soluzioni tecniche dell’eventuale uscita e relative conseguenze, impensabile tornare alla lira senza pagare dazio politico ed economico, dimostrando lungimiranza ed intelligenza precorrendo il problema anziché inseguirlo applicando pezze o rimedi temporanei come da 20 anni hanno sempre fatto PDPDL LEGA ecc… su molte tematiche e problematiche italiane senza mai risolverle.

      Quei finti partiti Lega, Destra, new FI ecc… faranno come sempre, cavalcheranno il malumore e disagio degli italiani contro l’euro per trarne vantaggi elettorali ma niente di più, purtroppo molti nostri connazionali ci cascheranno come allocchi.

    • @Stefano@Clesippo.Naturalmente ogni opinione e’ lecita e legittima vorrei pero’farvi notare che in fatto di promesse elettorali il movimento aveva detto uno vale uno, democrazia diretta, gli eletti sono solo dei portavoce ecc,ora tra le priorita’ che vengono da moltissimi militanti e simpatizzanti della base c’e’ propio l’uscita dall’euro ma invece come denunciano molti attivisti del gruppo economia a 5 stelle non vengono ne ascoltati ne presi in considerazione,se hai visto il convegno della lega alla fine propio dei ragazzi del 5 stelle ammettono candidamente che sono sulle stesse posizioni di Bagnai ma non vengono ascoltati dai vertici del movimento che cosi’ facendo disattendono le promesse elettorali di democrazia diretta e quindi e’ logico e normale che alcuni incomincino a pensare di essrci cascati come allocchi propio votando 5 stell,naturalmente ognuno ha le sue opinioni ed il propio cervello e fara’ le propie scelte pero’ il fatto che le istanze antieuro di molti attivisti della base vengono disattese dai vertici lasciano l’amaro in bocca specialmente in chi aveva creduto in movimento che prometteva democrazia diretta

      • @emar, prima ti lamenti della disinformazione e poi la pratichi ??

        Saresti così gentile nei miei confronti, nei confronti di “Messora” e dei lettori tutti di essere più preciso in merito alle tue affermazioni ??

        A seguire le sintetizzo :
        – tra le priorita’ che vengono da moltissimi militanti e simpatizzanti della base c’e’ propio l’uscita dall’euro.
        – come denunciano molti attivisti del gruppo economia a 5 stelle non vengono ne ascoltati ne presi in considerazione.
        – le istanze antieuro di molti attivisti della base vengono disattese dai vertici.

        … moltissimi … molti … molti ??!!

        Tra le priorità del programma elettorale, c’era proprio l’uscita dall’euro ?? a me non sembra ma potrei sbagliarmi, ricordo un qualcosa sul “reddito di cittadinanza” …

    • Ma come siete ancora a discutere con emar il signor “troll” per eccellenza.

      Potete leggervi tutti i suoi post dal primo all’ ultimo e non troverete ,mai e dico mai ,un commento che possa essere vagamente positivo nei confronti del M5S.
      Mai critiche costruttive, non una sola volta!
      La tattica adottata e’ quella di muoversi fra le pieghe della verita’ dell’ eurocrimine per fare pura e semplice antipropaganda.

      Se qualcuno ha un dubbio sul M5S vista “la non ben chiara posizione nei confronti dell’ euro” quanti dubbi le stesse persone dovrebbero avere su coloro che ora si ergono a paladini nella lotta all’ eurocrimine?!?!

      A mio modo di vedere, pur avendo un ” ragionevole dubbio ” su quel che fara’ il M5S, non vedo nessun’ altra forza politica che in breve tempo possa fare sue l’ istanze antieuro ed avere la forza per portare un vero cambiamento.

      Se il M5S fallisce ….non rimane che imbracciare i..forconi!!

    • Pippo scrive: se il mov fallisce non rimangono che i forconi.
      Bene, non vogliamo arrivare ai forconi, dobbiamo cambiare il sistema nel modo piu’democratico possibile!

      Quindi le elezioni europee sono il nostro referendum sull’euro.

      Se poi la linea politica non mette al primo posto l’urgente questione euro, non succede nulla, basta essere chiari e dirlo apertamente e non con risposte “edulcorate” alla Di Maio.
      Chiarezza. Ci vuole chiarezza . Per un movimento rivoluzionario come i cinquestelle e’ già un grosso passo avanti rispetto al politichese dei vecchi partiti.

    • Guarda quintavalle senza offesa io credevo che l’elettore piu’ ottuso del paese fosse il Pdino ma voi ce la state mettendo tutta per farmi ricredere.Io non ho mai detto che l’Euro fosse una priorita’ nel programma elettorale anzi ho detto che c’era solo il referendum ma a seguito di migliaia di adesioni alla proposta di uscita immediata dall’Euro se non vado errato la seconda proposta piu’ votata sul sito 5 stelle visto che questa richiesta viene dalla base del movimento per la famosa democrazia dal basso avrebbe meritato piu’ considerazione dai vertici.I ragazzi dell’economia 5 stelle che dicono di non essere ascoltati sono nel video del convegno.
      @Pippospano un consiglio spassionato lascia perdere i forconi che siamo tutti bravi ad agitarli dalla tastiera del pc ma visto che qualche carica e qualche lacrimogeno dal vivo gli ho visti quando le cose si fanno serie e ti trovi davanti gente addestrata equipaggiata e pagata per pestarti e come se non bastasse se va male ti prendi anche una denuncia forse non lo sai ma a rimetterci sono sempre i manifestantiil G8 non vi ha insegnato niente?quindi dai retta a un troll cerchiamo di evitare la violenza e cerchiamo di risolvere con la democrazia.
      http://www.beppegrillo.it/listeciviche/forum/2012/10/immediata-uscita-da-eurozona-moneta-sovrana-applicazione-mmt.html

  • @ Luigi Quintavalle
    Cit.
    “E’ mai possibile che ci si ritrovi sempre a battere lo stesso chiodo ??”
    Concordo pienamente ci sono sicuramente molti altri argomenti interessanti.

    Per esempio, che ci fa Putin in compagnia di letta e Saccomanni a trieste?
    Perchè proprio a Trieste??????

    • @Mr. Age,
      l’interrogativo e le risposte conservale per quando, e se, il titolo o il contenuto del post, saranno coerenti.

      In questo specifico post si analizza la partecipazione del Senatore Paola Taverna, e del deputato Luigi Di Maio, al programma “In Mezz’ora” andato in onda sulla Rai.

      Non mi sembra che sia stata posta tale domanda !!

      Eppure di domande ne sono state poste, definite “fuoco di fila”

      Dai facciamo i seri …

    • @ luigi Quintavalle
      Se ti preoccupa il “fuoco di fila” dell’annunziata e Company, che pensi di fare quando sarai sotto il fuoco incrociato degli elettori delusi dal silenzio su “certi” temi?

      E se si girano gli eserciti e spariscono gli Eroi
      Se la guerra poi adesso cominciamo a farla noi!
      NON SORRIDETE!………gli spari sopra……SONO PER VOI!

      P.S. Se ritieni che sia fuori tema hai il diritto e la possibilità di cancellare il post, i commenti su coerenza e serietà lasciali perdere!

  • Emar, in democrazia non ci sono scorciatoie. La forma è sostanza. Bene fai a gridare le tue idee, a sollecitare il prossimo all’azione, ma la prima preoccupazione di ognuno di noi deve essere il ripristino della democrazia, che è il ” sistema politico peggiore ad eccezione di tutti quanti gli altri “. E ti do pienamente ragione quando dici che non c’è tempo da perdere, perciò ti dico non sprechiamo tempo a votare i soliti noti, quelli che dicono una cosa e puntualmente riescono sempre a farne un’altra. Guardati intorno, cerca pulizia e onestà e dove le avrai trovate, lì impegnati personalmente a condurre le tue battaglie, non delegare altri che rischi solo di essere menato per il naso. Paolo Federico

  • Mamma mia bisogna proprio stare attenti a quello che si scrive:

    Se il M5S fallisce ….non rimane che imbracciare i..forconi!!

    Per questa frase, estrapolata dal contesto (in perfetto stile informazione di regime), mi son beccato di istigatore alla violenza.
    La prossima volta che dico che mi piace il pollo mi accuseranno di violenza sugli animali, se dico che mangio il pollo 2 3 volte alla settimana anche di genocidio.

    La sostanza di quello che ho detto precedentemente non cambia:

    Se il M5S fallisce, la possibilita’ di riuscire democraticamente a risollevarsi in breve tempo( 10-15 anni ad essere ottimisti), dalla situazione in cui si trova l’italia, potete scordarvela!!
    Meglio emigrare su marte.

    @emar
    Sicuramente ora mi dirai che sto’scrivendo cavolate dato che su marte tu ci sei stato e non e’possibile vivere data la carenza di ossigeno!!

  • qui, come al solito, si travisano i concetti.
    nessuno vuole rivotare le cariatidi del passato. e’ chiaro?
    pero’ il nuovo che avanza dovrebbe spazzare via ogni minimo dubbio sulla volonta’ di effettivo cambiamento che vuole apportare.

    le elezioni europee sono L’ OCCASIONE per dimostrarlo.

    altrimenti e’ inutile gridare all’ europa brutta e cattiva per poi avere soluzioni che non toccano minimamente il nocciolo della questione o che sono funzionali al sistema.

  • @Paolo Federico.Hai pienamente ragione infatti a vario titolo sono stato impegnato in prima persona per quasi 20 anni poi dall’ottobre 2011 dove grazie alla rete ho scopertòun sacco di verità che non conoscevo ho abbandonato la tessera e la militanza attiva anzi a dirla tutta sono andato in sezione a spiegare al segretario i motivi del mio gesto ma come dice anche Bagnai che da quanto ho capito ha avuto anche lui un percorso simile al mio la sinistra (anzi per precisione la sedicente sinistra)è veramente di un ottusità mostruosa tu gli puoi portare tutte òle prove di quanto dici macchè quelli non si smuovono di una virgola è tutto falso a prescindere prima si diceva se non c’è scritto sull’unità non è vero ora potremmo dire se non c’è scritto su repubblica non ci credono.Quest’estate ho avuto modo alla festa democratica di dire anche al segreterio Epifani cosa ne pensasse un ex più che ventennale attivista del Pd e lì ho rischiato il linciaggio perchè i miei ex compagni del PD sono democratici solo se la pensi come loro altrimenti manco ti vogliono far parlare comunque dal 2011 ho deciso di non dare più attività politica in prima persona sino a quando non sarò sicuro che qul partito o movimento a cui mi iscriverò sia veramente quello che dice di essere e faccià quello che promette di fare perciò per adesso oltre che rompere i maroni su vari blog mi limito a mandare i soldi per le inziative che ritengo utili e partecipare a iniziative e manifestazioni di protesta quando capita, sai come succede quando uno è stato fregato dalla prima moglie che diceva di essere tua e invece la dava ad altri poi ci si pensa bene prima di risposarsi.Tu dici se il M5S fallisce non ci risolleviamo,bene rispetto la tua opinione ma la mia è che se non usciamo dall’Euro il prima possibile non ci risollebveremo neanche in 30 di anni la tua priorità e il M5S la mia l’Euro perciò personalmente non esiterò a salire su qualsiasi carro mi garantirà di fare questa battaglia a partire da subito se saranno le facce pulite dei ragazzi del M5S bene ne sarò felice ma se il M5S continuerà a tenere la linea del referendun tra l’altro legittimamente perchè in linea con quanto scritto nel programma (ma tappandosi le orecchie alla richiesta di circa 3800 iscritti al sito 5 stelle che hanno firmato la richiesta di uscita immediata dall’eurozona)io e credo molti altri saremo costretti a rivolgersi altrove e in questo momento la faccia più pulita che vedo in giro è quella di un 40enne che si chiama Matteo ma non è il sindaco di firenze,comunque sono aperto ad ogni nuova possibilità che si prospetterà da qui a le prossime Elezioni non ho preclusioni ne verso il movimento ne verso nessun altro come si dice vivo un pò alla giornata aspettando di trovare chi mi ispiri politicamente a dare il mio piccolo e modesto contributo.
    @Pippospano sai in rete non è come dal vivo è difficile capire se uno stà facendo solo una battuta buttata lì o dice sul serio perciò mi scuso perchè ti avevo preso sul serio sul discorso Marte tu non ci crederai ma io vivo in un pianeta simile da quando sono nato non ci credi?vediamo Marte è chiamato il pianeta rosso per il suo colore e se ci sono delle forme di vita sicuramente avranno un modo di pensare diverso dagli abitanti della terra, bene io sono nato e vivo a Livorno città più rossa di Marte e dove chi nasce lì ha un modo di pensare alieno a tutto il resto del pianeta pensa quando da piccoli bisticciavamo per un rigore o per le figurine non ci offendevamo con offese normali stxxxzo oppure vaff…mase veramente volevi offendere qualcuno con l’offesa considerata la più grave di tutte e che di solito una volta lanciata per lavare l’onta si passava alle mani dovevi dire fascista, quindi vedi che in certo senso su Marte ci ho vissuto d’avvero.Ciao e buona giornata

  • @emar
    Mi sembra che stai giocando con i miei interventi tutto a tuo pro!!

    cit. @emar
    Tu dici se il M5S fallisce non ci risolleviamo,bene rispetto la tua opinione ma la mia è che se non usciamo dall’Euro il prima possibile non ci risollebveremo neanche in 30 di anni la tua priorità e il M5S la mia l’Euro

    Cit. Pippospano

    A mio modo di vedere, pur avendo un ” ragionevole dubbio ” su quel che fara’ il M5S, non vedo nessun’ altra forza politica che in breve tempo possa fare sue l’ istanze antieuro ed avere la forza per portare un vero cambiamento.

    Se il M5S fallisce, la possibilita’ di riuscire democraticamente a risollevarsi in breve tempo( 10-15 anni ad essere ottimisti), dalla situazione in cui si trova l’italia, potete scordarvela!!

    Credo che la tua onesta intelletuale perda di credibilita’ se fai questo tipo di manipolazione!!

    • Credimi nessuna disonesta’ intellettuale o manipolazione al limite solo un malinteso quindi riformulo il concetto.Secondo te e’ solo il M5S che puo’ fare la battaglia contro l’euro per cui per te la priorita’ e il M5S per me invece altre forze possono fare questa battaglia per cui combattere l’Euro e’ la mia priorita’ e la forza con cui la combatto viene dopo ma comunque va da se’ che tra varie forze che eventualmente si faranno paladine di questa battaglia scegliero quella a mio giudizio migliore.Dopo questa smetto perche’ ormai sono costantemente OT e Quintavalle poi giustamente si arrabbia.Ciao emar

    • @ emar
      Certo che essere stato attivista del pd fino al 2011 non è un bel curriculum. La rete ti ha fatto conoscere come stanno le cose? Ma a Livorno da quanto tempo avete la banda larga? Dopo tutti quegli anni persi ora vorresti veder risolto tutto con un colpo solo. Le cose sono due: o i livornesi non sono così furbi come vorrebbero far credere oppure te sei veramente un troll furbacchione.

    • Stefano essere andato a lavorare gratis alla festa dell’unita/ democratica per 20 anni non e’ un bel curriculum? hai ragione tu e’ propio da coxxxone quale ero io.La rete: a livorno esiste da tanto tempo ma io un po’ come Grillo che spaccava i PC sul palco ero contrario alla tecnolgia al pc ecc.. preferivo le persone dal vivo poi sai la mia citta’ ha un bel mare ed un clima abbastanza mite per cui di stare in casa al pc propio non mi andava e di conseguenza a conoscere certe cose ci sono arrivato molto tardi la svolta e’ stata quando mia moglie per Natale 2010 mi ha regalato un tablet con il 3 g ( ora e’ pentita di averlo fatto perche’ ci passo anche troppo tempo sai dovevo recuperare).I Livornesi:guarda siamo un po’ guasconi e spavaldi abbronzati da Marzo a Novembre sempre pronti a una bella scazzottata ma anche a fare la pace subito dopo ma inquanto a intelligenza lasciamo molto a desiderare pensa che qui nonostante tutto quello che ha cobinato la sx da sempre elegge il sindaco al primo turno con percentuali ampiamente sopra il 60 %pensa io sono uno dei piu’ intelligenti che ha capito che ci hanno fregato quindi puoi immaginarti gli altri.La fretta di veder risolta la situazione: sai quando scopri che il tuo paese ha un cancro terminale ( l’ euro) ed alcuni medici (Bagnai,Borghi,Galloni,ecc..)ti dicono guarda se si interviene subito con la chemioterapia ( il ritorno alla sovranita’ monetaria) il paese e molte vite umane si possono salvare se invece si attende oltre non c’e’ piu’ niente da fare e muore il paese e molti suoi abitanti be’ un po’ di fretta ti viene non trovi? ed allora a quel punto il primo ospedale che si libera un posto lo prendi non vai a vedere se c’e’ un po’ di sporco sotto i letti. vorrei comunque farti notare che chi oggi vota 5 stelle e percio’ si sente un’ anima bella e pulita prima per forza di cose o votava o csx come me o cdx come ad esempio Messora oppure non votava che secondo me e’ anche peggio perche’ e’ un po’ come lavarsene le mani quindi come vedi ognuno di noi si porta dietro le sue colpe come disse Gesu’ “chi e’ senza peccato scagli la prima pietra” quindi il fatto non e’ chi votavi prima ma se hai sempre votato in buona fede credendo di fare il bene del paese e sopratutto sei hai la capacita’ di riconoscere i tuoi errori per cercare di non ripeterli e di porvi rimedioCiao emar

  • C’è qualcuno che protesta perché ritiene che il m5s non sia democratico e che abbia disatteso il motto “uno vale uno”. E meno male: quando si è trattato di votare per scegliere il candidato presidente della repubblica siamo stati capaci di inserire tra i primi dieci anche prodi e bonino: ma si può essere più rincoglioniti? Avete capito antieuristi e sondaggisti dei miei stivali chi ci saremmo ritrovati tra i piedi per uscire dall’euro? Io preferisco far scegliere Grillo, Casaleggio e i Parlamentari M5S.

  • Avrei piacere di far notare che il nostro Ospite, negli ultimi post ci sta proponendo come argomento il rapporto fra media e M5S.
    Il programma del Movimento è composto da 20 punti, di cui uno, ripeto uno solo, riguarda il referendum per valutare la permanenza nell’Euro, referendum che, come detto da Luisa più sotto, potrebbe essere Costituzionalmente inattuabile.
    Euro ed Europa, preceduto dal suffisso “anti” sono usati a più riprese da alcuni politici e giornalisti per porre in cattiva luce il M5S, perchè ogni discussione sull’Euro è una polpetta avvelenata, è il pretesto per dire “visto, sono antieuropeisti, sono cattivi!!”. La Destra e la Lega vogliono uscire dall’Euro, il M5S vuole uscire dall’Euro, quindi sono uguali!!
    La domanda circa il M5S e la permanenza nell’Euro è stata fatta da Porro, dalla Annunziata, non ricordo se l’ha fatta Fazio, e non è una domanda casuale.
    Tutto ciò che gravita intorno al M5S, questo blog incluso, viene opportunamente distorto e dato in pasto agli italiani per scardinare il consenso verso il Movimento.
    Una discussione maldestra ed argomentata con motivazioni para-complottistiche verrà presa a pretesto per delegittimare il Movimento.
    M5S e Media….è oggettivo che ci sia stato una svolta nel presentarsi all’opinione pubblica da parte dei rappresentanti 5S, e, se i deputati ed i senatori 5S “sembrano” evitare il discorso Euro, ci sarà un motivo?!

    Quindi, al momento, suggerirei, soprattutto agli studiosi di finanza da “Bignami”, di evitare l’argomento trappola, o almeno di parlarne con cognizione e con argomentazioni propositive “realistiche”, sempre che non si voglia fare il gioco di chi si dice di voler contrastare.

    La storia, anche recente, lo insegna: per raggiungere gli obiettivi è necessario avere padronanza della “comunicazione” (se non sbaglio Messora non è un consulente gastronomico).
    Qualunque scorciatoia è destinata al fallimento.

    • quindi non bisogna parlare dell’argomento altrimenti gli avversari ti dicono che sei antieuropeo e perdi i voti della casalinga di voghera?
      quindi e’ Messora che consiglia di tenere un basso profilo e di rispondere in maniera “edulcorata” per smarcarsi dalle destre e dalla lega?

      quindi “sembrano” evitare il discorso per paura di essere tacciati come?

      w la nuova politica…

      questo discorso allucinante , per mio modo di vedere, poteva ancora ancora andare bene due anni fa, quando a parlare di eurogabbia erano in tre gatti ( compreso Messora) e li chiamavano complottisti e la massa non avrebbe capito.
      ora l’opinione pubblica e’ abituata all’argomento ed ha subìto sulla sua pelle i danni…

    • Oltre a Paragone che tutti i mercoledi’ con il programma la gabbia sulla 7 parla di questo tema in prima serata,ultimamente c’e’ stata anche un intera puntata di Servizio Pubblico con Santoro che ha portato in studio Bagnai il quale per tutta la puntata che ha spiegato l’Eurotruffa ai telespettatori ed inoltre sempre di recente anche Riccardo Iacona su raitre ha dedicato un intera puntata della sua trasmissione presa diretta alla truffa dell’Euro e visto che in quei giorni io stavo dibattendo sul blog di Civati posso dirvi che molti PDini dopo quella trasmissione hanno aperto gli occhi sull’Euro e quindi anche solamente prendendo in considerazione i telespettatori di queste tre trasmissioni si parla’ di milioni di persone e di conseguenza fortunatamente l’argomento non e’ piu’ tabu’ anzi tuttaltro,comunque se invece le cose stanno cosi’ ed il movimento non si vuole sbilanciare per non essere attacato dai media quando tra pochi mesi’ scrivera’ il programma per le europee dovra’ scrivere nero su bianco ed in maniera molto chiara qual’e’ la sua posizioni sull’euro questa volta non si accettano ” fumosi” referendum futuri il programma dovra’ essere chiaro e limpido come si conviene ad una forza politica che vuole essere trasparente per cui non ci resta che attendere qualche mese e vedere il programma.

      http://www.youtube.com/watch?v=mV12Gtdc2Sw&feature=youtube_gdata_player

    • Io non credo, come molti sostengono, che la maggioranza degli italiani siano anti euro (e questo solo per ipocriti calcoli di convenienza personale). Ormai è chiaro pure ai sordi quali sono i partiti euristi e quali non lo sono. Quelli che credono che l’euro sia una truffa poi non possono essere così sciocchi da credere che dall’euro, se mai ne usciremo, lo potremo fare con i partiti che ci hanno portato dritti dritti dentro a questa gabbia. Sono tutti ricattabili, dal primo all’ultimo e quando vi dicono che vogliono risolvere un problema pur essendone la causa lo fanno solo per salvare se stessi. Per questo io dico prima di tutto M5S, poi via tutte quelle diseguaglianze sociali che sono la vera causa di tutti i mali, partiti corrotti ed euro compresi. In Italia in questo momento abbiamo il bipolarismo perfetto, o si è per il M5S o si è per la fine. E non avremo molte opportunità per scegliere, chissà se ce ne daranno più almeno una.

    • una cosa è certa, il M5S ha causato notevoli problemi esistenziali al duo PDPDL, dal costringerli ad amplessi governativi controvoglia e contronatura, alla divisione sofferta del PDL per stare sia al governo che all’opposizione, mossa astuta per riprendersi l’elettorato di centrodestra confluito nel M5S, come dimostrano alcuni destroidi che commentano in questo blog, idem per il PD in piena impasse ideologica da generare crisi matrimoniali tra anime transfughe dall’ex DC-Margherita e dall’ex PC-PDS-DS.

      Questo è uno dei motivi dell’attacco mediatico ordinato da PDPDL agli ascari sondaggisti alle truppe cammellate del giornalismo per screditare l’avversario M5S.

      E’ chiaro quanto successo in questi 6 mesi?
      Una compagine neoeletta priva di esperienza politica governativa ha inchiodato alle proprie responsabilità 20 anni di becera politica, prima rinunciando ai rimborsi elettorali milionari sfatando il mito….. poi facendo scontrare ferocemente i due partiti soci in affari anche all’interno dei rispettivi clan, comprovando quanto denunciavano in campagna elettorale, del solidale accordo tra finanza e partitocrazia per usurpare la democrazia demolendo la Costituzione della Repubblica.

      Chi dice che il M5S non ha fatto nulla mente sapendo di mentire.

    • @ emar
      Io fossi in te prenderei con le molle tutto ciò che viene presentato in tv. Ricordati che se non abbiamo una dittatura militare è perché finora la televisione sta assolvendo egregiamente alla sua funzione di creare un’opinione pubblica asservita al potere e questo facilitato anche più dal fatto di rivolgersi ad un popolo profondamente mafioso e quindi colluso con il potere.
      Io credo che se seguissi regolarmente rai3 in poco tempo diventerei piddino. Riescono a creare dei piddini che si convincono allo stesso tempo di essere per la giustizia. Li fanno credere pacifisti e poi votare pd, li fanno credere antieuropeisti e poi votare pd, li fanno credere antiberlusconiani e poi votare pd, li fanno persino credere che la televisione è bugiarda e fa male ma poi li tengono inchiodati li davanti. La televisione è maledettamente diabolica nel disinformare e nella tecnica del lavaggio del cervello.

  • @occhiodifalco
    Magari impegnato com’era in altre cose non ha letto il titolo del post di Messora: “M5S: voi come Berlusconi?” che, vuol dire cercare un motivo per avvicinare ideologicamente il movimento ad un soggetto negativo per rivestirlo di un connotato negativo…ma lei, nella sua saggezza lo definisce “discorso allucinante”…e lei è uomo d’onore. Casalinghe di Voghera….secondo i risultati delle ultime elezioni politiche, la informo che ce ne sono circa 15 milioni….. Ma magari lei pensa che hanno votato PD-PDL perché questi partiti, notoriamente, non appoggiano l’euro?! Ma lei la pensa diversamente, e lei è uomo d’onore… Non ho detto che bisogna evitare l’argomento, bisogna saperlo “comunicare” efficacemente, e questa si chiama “politica”, volere imporre un argomento, nel modo sbagliato solo perché si pretende sia giusta, è puro onanismo….da piacere, ma non genera consenso…ma a lei va bene così, e lei è uomo d’onore…
    @Aoteroa
    Certo utilizzare “il Messaggero” di Caltagirone, genero di Casini (notoriamente non opportunista e slegato dai poteri forti), per supportare le proprie opinioni…provi con Panorama, o con il sole 24 ore, chissà magari…..

  • scusate l’OT.

    @ Emar, Shardan, Maximus, Virus, Mr Age, Lucianoc, Anita-M e gli altri

    credo che abbiamo abusato di questo blog per parlare di argomenti non attinenti agli articoli proposti.
    credo che in futuro dovremmo attenerci con i nostri post su questo blog a quello proposto dall’editore.

    Ritengo tuttavia interessante il gruppo di discussione che avevamo creato e sono quindi a chiedervi dove ritenete opportuno continuare le nostre discussioni inerenti la moneta e nella fattispecie l’Euro.

    ringrazio chiunque voglia rispondere a questo appello.

    Saluti

  • “Messora si è trasformato in un organo di propaganda del M5S”
    E’ da qualche tempo ormai che Claudio Messora viene accomunato al M5S.
    Lui ha già risposto a questa affermazione, e penso non lo farà più, però mi permetto di farlo io.
    Messora è stato chiamato a ricoprire il ruolo di consulente per l’informazione del gruppo al Senato del M5S. Vuol dire che deve aiutare i senatori a divulgare all’esterno del palazzo il loro operato, affinché il popolo della rete (e non solo) lo possa giudicare. Messora non può esprimere i suoi pareri in quella veste per il semplice fatto che non è stato eletto da nessuno.
    Il blog invece è un’altra cosa.
    Nel blog può esprimersi in completa libertà. E’ il suo blog, e può dire ciò che vuole. Condividere le sue emozioni, come una specie di “diario non segreto”.
    Per chi si fosse messo in contatto solo ora, ricordo che Messora ha scritto di galline, di arcobaleni, perfino di stagni incontaminati, e questo prima che nascesse il M5S.
    Vedere in TV persone (che siano i Fico da Fazio, le Lezzi da Vespa o la Taverna e Di Maio dall’Annunziata) che finalmente dicono le cose chiare e sensate, dopo che per anni ci siamo sorbiti i pinocchi della democrazia (la loro) con promesse mai mantenute, raccontate con linguaggi incomprensibili (ricordate il “politichese” ?), è stata sicuramente una emozione, una liberazione.
    Come ricominciare a respirare dopo tanti anni passati sott’acqua.
    La sensazione che ho provato io, credo sia stata la stessa che ha provato Messora, e metterla in rete è stato il gesto più spontaneo per condividerla con i suoi lettori.
    Se non capite questo il problema non è di Messora, ma vostro.

  • Sono basito dagli interventi di storici amici del blog e vicini al MoV.

    In particolare di @pippospano e @Luigi Quintavalle.

    Da voi non me lo sarei aspettato: capisco che essere continuamente diffamati fa chiudere, inc**zare e diventare diffidenti: ma ormai siamo al Fogno a 5 stelle. Ci stiamo piddinizzando.

    Se amaste veramente il MoV (e la Repubblica Italiana fondata sul Lavoro) stareste qui anche voi a chiedere ragioni dell’unica decisione che conta che non viene presa: prendere una posizione chiara sull’€ e sulla UE, nati per affondare le Costituzioni socialdemocratiche europee..

    Se gran parte dei follower non han capito la gravità di questa (non) posizione del M5S vuol dire che il M5S è già morto. CULTURA ZERO. VITA ZERO.

    • @Virus,
      ammesso che io abbia una chiara e precisa idea politica (ma a volte dubito io stesso delle scelte che faccio), mi fa inc**zare colui che mi accomuna, senza neanche conoscermi, ad altri e mi riferisco alla tua frase “Ci stiamo piddinizzando”.

      La prossima volta parla per te, e fallo nel luogo più opportuno e consono.

      Mi sembra chiaro (lo hanno capito anche altri followers) la tua posizione sull’€, e sulla UE, al punto tale che stanno cominciando a tediare i tuoi ripetuti e continui interventi, che si susseguono in ogni post.

    • Virus credo che di questo abbia colpa Grillo che dal suo sito fa disinformazione e continua a fomentare le folle verso l’obbiettivo sbagliato.Come hai visto Salvini ha chiesto invece ai suoi di informare sull’Eurotruffa e borghi ha promesso a breve un opuscolo informativo da distribuire alla base leghista.Ai “tifosi” del M5S viene fatto vedere il drappo rosso della casta e loro come i tori della corrida puntano a quello senza vedere il torero che l’infilza con la spada.Grillo che essendo stato allievo di auriti sa’ come stanno le cose inizia a destare molti dubbi e sospetti,e un giornalista che non si fosse venduto per trenta denari saprebbe vederlo lontano un miglio. Confermo comunque la tua diagnosi di piddinizzazione del movimento e te lo dice uno che i piddini li conosce bene.

  • Roberto,
    si può ritenere di essere dalla parte giusta o sbagliata, ma si deve essere onesti.
    Da quando Claudio Messora ha accettato l’incarico proposto dal Movimento Cinques Stelle è entrato in un evidente conflitto di interessi per quanto conderne questo blog di “informazione libera”; questa elementare verità non va sottaciuta ma dichiarata.
    Il conflitto di interessi dovrebbe essere sbandierato ai quattro venti (e sarebbe raccomandabile che ciò fosse fatto a cura dello stesso Claudio Messora) perchè si sappia che durante il mandato ricevuto da Claudio Messora – la persona fisica al momento indissolubilmente legata a byoblu come se fossero una sola cosa – byoblu non potrà che agire nel campo delle scelte ad esso possibili, anche in termini di disponibilità di tempo del suo attore fisico, all’interno di un FORTISSIMO CONDIZIONAMENTO (se, come immagino, Messora dà tutto sè stesso nelle cose in cui crede ed al momento il suo presente è il M5S).
    Non ci sarebbe quindi nessuno scandalo, ma solo meriti di trasparente informazione, se byoblu si dichiarasse temporaneamente e per tutto il tempo del mandato di Messora impossibilitato a corrispondere la sua vocazione originaria di blog di informazione libera.

  • @Virus

    Guarda che non si mette assolutamente in discussione l’eurocriminee e l’esigenza impellente per l’Italia di tornare alla propria sovranita’ monetaria se come sembra non ci siano altre possibilitá.
    Il punto e’ che abbiamo una visione diversa del perché il M5S non si esprime in maniera assolutamente chiara nella sua posizione antieuro.( ti garantisco che la base del M5S ha le idee molto chiare sull’eurocrimine).
    L’argomento euro e’, secondo me, un arma a doppio taglio’.
    Bisogna stare molto attenti a come la si usa.
    Come alcuni hanno evidenziato, l’informazione di regime tenta in tutti modi di fare dichiarare agli esponenti del movimento la loro posizione antieuro.
    Se dichiarare la propria posizione antieuro fosse un vantaggio per guadagnare il consenso popolare , ti posso garantire che certe domande non verrebbero fatte. Gli esponenti del M5S ogni qual volta vengono interrogati sull’euro, si rifugiano sull referendum per evitare di dire quello che veramente pensano.
    Proviamo a mandare questi ragazzi in Europa e vediamo che cosa combinano.Dopo tutto quello di cui abbiamo veramente bisogno sono fatti e non chiacchere.

    PS.
    Quella di avermi dato del piddino me la sono legata al dito.

    Saluti

    • Mi spiace ma chi ti ha dato piddino e’ stato fin troppo gentile.
      La tua opinione e’ che il Movimento 5 Stelle deve tenere una posizione ambigua sull’€ altrimenti rischia di perdere voti.

      Prima di tutto il partito, poi, se avanza tempo, le imprese che falliscono.
      Piu’ piddino di cosi’!

  • Fanno veramente sorridere quelli che si affannano a distribuire e a togliere stellette a destra e a manca come se fossero sceriffi :). Io ammetto di essermi concentrato sul blog di Messora solo negli ultimi giorni e l’unica differenza che noto rispetto al passato è che questo blog sembra diventato un nido di cuculi. Non vedo nessun cambiamento di linea da parte dell’amministratore del forum. Essere antieuro non vuol dire andare all’attacco dei panzer con le baionette e fa veramente sospettare l’insistenza di alcuni. Forza Beppe Grillo e tutto il M5S

  • @pippospano

    Non ho dato né a te né all’amico “tediato” del piddino (appellativo che riservo solo ai peggiori troll di Botteghe oscure…) 🙂

    Ironizzavo sul fatto del “sogno a 5 stelle” che ricordava il sogno europeista di Fassina, nulla più. Sono semplicemente molto preoccupato per i messaggi che filtrano da beppegrillo.it e dalla mancanza di reazione da alcuni dei follower storici di Claudio.

    Io sono convinto che non sia esclusivamente una strategia elettorale ma credo che manchino dei validi riferimenti culturali per l’efficacia politica a livello nazionale.

    Quasi il 50% degli elettori a 5 Stelle è anti UEM, ma bisogna capire anche il motivo, se no se si esce e si rimane da punto e a capo.

    A me interessava capire questa “accettanza” da parte di chi ha condiviso in questi anni la strada che ci ha portato qua.

    E’ chiaro che sono stato provocante e me ne scuso.

    • Virus, non ti e’ chiara una cosa. Il problema non sono loro ma sono quelli come me e te che stanno a perdere tempo qui.
      Chi e’ qui da almeno un anno sa benissimo come sono andate le cose. A un certo punto e’ iniziata la campagna elettorale e Messora ha fatto guadagnare un sacco di consensi al M5S che lo ha giustamente ricompensato.
      E’ tutto assolutamente legittimo. E non si puo’ stare qui a chiedergli di fare cose che non puo’ piu’ assolutamente fare.

      Ho segnalato il progetto di Marie Le Pen che vuole unire tutte le forze politiche, siano di destra o di sinistra, che vogliono smantellare l’Euro per poi mettersi intorno a un tavolo e ricostruire l’Europa. Questo e’ un progetto serio.
      Chi aderisce non vuole l’Euro, chi non aderisce lo vuole. Punto.
      Alle scorse elezioni Politiche per dare contro l’Euro bastava votare contro Csx+Monti e il messaggio e’ arrivato forte e chiaro, alla prossima tornata e’ giusto pretendere di piu’ e premiare chi si espone seriamente.
      Basta, mi ero gia’ ripromesso di non venire qui a rompere le scatole. Ognuno fa le sue scelte e poi si vedra’. Noi possiamo solo sperare che l’elettorato faccia la cosa giusta.

    • @ aoateroa
      Mah, io neanche da bambino facevo così: o si fa come dico io o non gioco più. E’ veramente presuntuoso questo modo di ragionare e anche parecchio offensivo nei confronti di chi si sta coraggiosamente impegnando nella lotta contro una piovra che non sta certo a fare i giochi da bambini. Io per esempio sono acerrimamente nemico del sistema clientelare che consente la sopravvivenza di questo pd primo e vero cancro di una società che ambisca ad essere civile; colgo però qua e là dichiarazioni di parlamentari del M5S ma anche dello stesso Grillo che reclamano più soldi per la scuola, più soldi per la sanità senza specificare come questi investimenti andrebbero impiegati: non sto però in questo momento storico a fare tanti distinguo perché credo che l’imperativo primario sia liberarsi della casta e di tutti gli orpelli di questo sistema mafioso di potere. Quello che finora ha fatto vedere il M5S mi basta e mi avanza per sostenerlo come meglio posso. Chi in questo momento non è totalmente per il M5S non è per l’Italia, senza se e senza ma.

  • siamo tutti d’accordo che l’euromoneta così concepita è un aborto, ma strumentalizzare il problema al fine elettorale proponendo l’uscita di punto in bianco e come fare un salto nel buio senza paracadute ché ché ne dicano insigni economisti.

    • Se non sbaglio era Kierkegaard a dire che ogni scelta è un salto nel buio…Ma a dire il vero penso che sia più buio l’Euro che nessuno di noi ha scelto. Il paracadute cmq è una necessità appunto quanda ci si lancia nel vuoto e sarà per questo che ci siamo tutti ormai spiaccicati al suolo dell’Europa e di una Banca Che Non C’é.

    • @ Rinaldo
      Anche se vogliamo considerare come una frode il referendum a cui ci hanno chiamati nell’89, rimane il fatto che il popolo piddino sia favorevole all’euro. Poi non credo che tutti siano così disperati da voler fare questi salti nel buio, almeno per ora. Sicuramente c’è un sistema partitocratico clientelare e malato, un’informazione corrotta, e una società priva di capacità di discernimento. Io rimango sbigottito a vedere spettacoli come quelli di oggi dove la gente va in piazza per difendere un uomo che ha tradito il popolo non per i motivi per cui è stato condannato ma perché ha abdicato in favore di monti quando aveva la maggioranza per continuare a governare: come si può ancora pensare che questo quasi ottuagenario avrà mai la forza e l’onestà intellettuale di tirarci fuori da questa melma che ci avviluppa? Vogliamo dire del popolo piddino che forse è anche intimamente convinto di essere di sinistra pur continuando a votare (per cinici calcoli di convenienza personale ovviamente) per gente ricattata e asservita agli interessi finanziari internazionali? Ma possiamo noi con questa gente fare i salti nel buio? Il salto sarebbe solo e tragicamente nel baratro.

    • @ Rinaldo Lagomarsino, se avessi il potere porterei l’Italia fuori dall’euromoneta immediatamente!
      Ma ci sono dei punti poco chiari, anzi bui:
      • Nessuno degli esperti afferma con certezza quanto pagheremo in Lire sul mercato internazionale le materie prime da trasformare e rivendere all’estero e consumare in Italia.
      • gli interessi dei miliardi di euro da pagare alle banche di mezzo mondo per aver acquistato i nostri titoli di Stato, si moltiplicherebbero con la Lira?
      • crediamo di cambiare moneta pensando che il sistema della finanza massonica dedita al racket ci lasci andare senza pressarci con ulteriori interessi o vendicarsi poi?
      • pensiamo di cambiare i trattati UE con questa classe politica e dirigente di corrotti?
      • in che percentuale e per quanto tempo dovremmo svalutare la Lira per rendere vantaggiosi i nostri prodotti, gli esperti ipotizzano dal 20% al 30% per un tempo indefinito.

      Sono alcuni quesiti insoluti o trattati insufficientemente per capire che tipo di salto e quali conseguenze potrebbero esserci.
      Secondo il mio modesto avviso considerate le numerose incognite e sommando la concreta difficoltà di imporre le nostre volontà nazionali alla UE, BCE ecc… la soluzione più facile sarebbe intervenire sul nostro modello politico obsoleto anacronistico ed insostenibile economicamente risparmiando miliardi di euro all’anno per abbattere debito pubblico ed interessi.

      La politica gestisce a proprio uso e consumo compresi gli indennizzi MLD di euro, esempio le 20 Regioni costano complessivamente 98 MLD di euro l’anno gran parte di questi sono gestiti dagli apparati politici e dirigenziali che li incanalano in appalti e finanziamenti secondo logiche spartitorie; oppure altrettanti finanziamenti a pioggia che il Governo centrale destina alle imprese private quotate in borsa per una cifra di 40 MLD l’anno.
      I soldi in Italia ci sono ed anche tanti solo che transitano e si fermano nelle solite tasche, se si accumulano nelle banche per essere investiti altrove creando altra cartamoneta dai soliti noti anziché nella produzioni di beni di consumo e servizi per la collettività si genera la crisi economica, sembra quasi il principio keynesiano.

  • Ragazzi mi avete sfinito. Dopo Salvini e Marie Le Pen davvero non so più come argomentare. Poi se pensate che questo blog non sia più libero, andate altrove. Non vi riesce di capire che tante persone pur ritenendo l’euro lo strumento per controllare e asservire la vita di tanta gente, sia la democrazia, il suo ripristino, la sua rifondazione, la vera priorità. Uscire tecnicamente dall’euro e rimanere nelle mani di queste persone, non risolve il problema politico che è il vero nocciolo della questione. L’euro può sempre essere sostituito con qualche altro tecnicismo, l’unica difesa concreta reale tangibile è riappropriarsi della politica attraverso la democrazia. Paolo Federico

    • Parole sagge…preparati agli insulti.
      Lascia perdere ..che tipo di argomentazione vorresti ricevere ? qua son pronti a votare salvini e il berlusca basta che incomincino ad “attaccare” l’euro. Lo “attaccheranno” sicuramente, non si perderanno di certo l occasione ghiotta dell ennesimo capro espiatorio , nemico da distruggere, accaparrandosi il voto dei beoti che hanno la terza media ma con certezza assoluta li senti ripetere…”è colpa dell ‘ euro”.
      Prepariamoci al prossimo governo berlusconi.

  • Grazie alla riserva frazionaria, la “mia” banca, per un mutuo ventennale per l’acquisto della prima casa, riceverà da me 92.000 euro a fronte dei 52.000 ricevuti. E tutto per aver fatto la sola semplice operazione di segnare 52.000 euro a mio debito e 52.000 euro a credito dell’impresario venditore Un utile di 40.000 euro nei soli 10 minuti necessari a scrivere due numeri sul computer e firmare una decina di fogli. E così ogni giorno per ogni banca moltiplicato per milioni di utenti e da almeno decine di anni. Creiamo una “Banca degli Italiani” e appropriamoci intanto degli interessi sui crediti. Ci scommetto che berlusconi, proprietario di banca mediolanum, e quelli proprietari di unipol banca o monte dei paschi, non sarebbero d’accordo.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi