Giuliano Amato voleva fottere la democrazia. Ecco le parole che lo inchiodano.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00

Giuliano Amato è stato una figura centrale in tutto il processo, durato anni, di scrittura di una nuova costituzione europea. E’ stato il vice-presidente dei socialisti nella Convenzione, l’organismo che scrisse la prima bozza di costituzione nel 2002/2003 sotto la leadership dell’ex presidente francese Giscard d’Estaing. Quella proposta di costituzione venne rigettata dal popolo in due referendum distinti tenutisi nel 2005: una volta dai francesi e una volta dagli olandesi.

Dopo due anni di riflessione, allora, Amato guidò un gruppo di 16 politici determinati che prepararono una versione semplificata di quella stessa costituzione. Il gruppo era noto ufficiosamente come “Amato Group”: tolse da quella bozza gli elementi che la identificavano chiaramente come una costituzione, incluso l’articolo sul simbolo di un’Europa Unita, ma lasciò inalterata la sostanza.

Fu Giuliano Amato, dunque, a fregare i cittadini europei trasformando una Costituzione in un trattato che non potesse più essere rigettato dai cittadini. Quel trattato fu chiamato il “Trattato di Lisbona“. Quello stesso trattato che, tra le altre cose, trasferì la giurisdizione degli aspetti commerciali dell’Unione Europea a livello centrale, esautorando gli stati, rendendo così possibile, oggi, la costruzione del TTIP (se non sapete cos’è, cliccate qui: Il segreto più importante per l’Europa” e “Oltre al colpo di stato: come ci stiamo consegnando alle multinazionali“).

Come dite? Giuliano Amato non era consapevole? In fondo è così che ha detto anche lui, vero (guarda il video dove Giuliano Amato confessa che nonostante fossero stati avvisati del disastro che stavano creando, andarono avanti ugualmente con l’euro)? Dunque, vediamo. Il Trattato di Lisbona venne firmato il 13 dicembre 2007. Già nel febbraio del 2007, per la precisione il 20, Amato si trovava a fare una lezione alla London School of Economics, quella stessa dove Frattini avrebbe parlato dei progetti sull’immigrazione selettiva che stava conducendo con la sua Commissione Europea fin dal 2005.

E cosa disse, giù il 20 febbraio 2007? Ecco uno stralcio del libro The Great European Rip-off: How the Corrupt, Wasteful EU is Taking Control of Our Lives, di David Craig.

Disse: “La cosa buona di non chiamare il Trattato di Lisbona Costituzione è che nessuno può chiedere un referendum!“.

Serve altro? Va bene. Sempre Giuliano Amato. Sempre prima della firma del Trattato: “I leaders europei hanno deciso che quel documento doveva essere illeggibile. Se non è leggibile, non è costituzionale. Questa era più o meno l’impressione“.

E ancora: “Ma c’è del vero, perché se questo è il tipo di documento che la Conferenza intergovernativa produrrà, qualunque primo ministro potrà presentarsi davanti alle camere e dire ‘Guarda, vedi, è assolutamente illeggibile. E’ il tipico trattato di Bruxelles, niente di nuovo. Non c’è bisogno di un referendum’.“.

Questi sono i discorsi che faceva Giuliano Amato nel 2007. Poi oggi dice che non avevano capito.

A voi giudicare.

Combatti con noi, a Marzo e ad Aprile

€11.536 di €15.000 raccolto

La libertà è di tutti, perché tutti nascono liberi. Ma crescendo impariamo che perderla è facile: continuare ad essere liberi costa caro, in termini di fatica, perdite, volontà. A Byoblu ogni mese servono tante risorse per organizzare contenuti in grado di competere con i mezzi dei grandi media mainstream, sostenuti dai grandi magnate della finanza. Ognuno deve sacrificare qualcosa. Io sacrifico il mio tempo, la mia famiglia, una carriera, rinunciando a servire ideologie e partiti, perché tutti abbiano la possibilità di avere un media completamente libero su cui fare affidamento. Potersi fidare dell’onestà di chi vi racconta le cose significa avere la libertà di prendere le decisioni migliori.

Preservare la libertà significa combattere. Se anche tu sei disposto a sacrificare qualcosa, qui di seguito troverai un modo per combattere insieme a noi. Scegli il tuo grado. Per ora è simbolico, ma presto potresti essere chiamato a prestare la tua opera sul campo.

Grazie, dunque, per essere un volontario per la difesa della libertà di tutti, e non un mercenario per la tutela degli interessi di pochi.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10,00

Anonymous User

Anonimo

€10,00 21 May 2019
MR

Marco Rizzo

€50,00 21 May 2019

Buon lavoro

Anonymous User

Anonimo

€10,00 21 May 2019
EA

Eugenio Avitabile

€50,00 21 May 2019
pS

paolo Serioli

€30,00 21 May 2019
LC

Ludovico Collio

€10,00 21 May 2019

Buon lavoro. Tutto il mio supporto.

Anonymous User

Anonimo

€500,00 21 May 2019
FZ

FRANCESCO ZANOVELLO

€25,00 21 May 2019
Anonymous User

Anonimo

€5,00 21 May 2019
Anonymous User

Anonimo

€5,00 21 May 2019
Anonymous User

Anonimo

€12,00 21 May 2019
MR

Milena Ricci Petitoni

€50,00 20 May 2019

Poco, con il cuore. Continuate a dare voce a chi va controcorrente e io continuerò a sostenervi come posso.
Grazie

AN

Antonino Norrito

€10,00 20 May 2019

Grazie Claudio

LP

Liberascelta.org Paola LS

€10,00 20 May 2019
Anonymous User

Anonimo

€5,00 20 May 2019
CC

Chiara Checchinato

€20,00 20 May 2019
Anonymous User

Anonimo

€10,00 20 May 2019
mf

mario fontana

€250,00 20 May 2019

Grande Claudio,
dal tuo blog ricevo tanto, ecco un minimo contributo. mi piace molto ciò che stai proponendo ultimamente di maggior coscienza spirituale ecc...vedi Malanga e tanto altro. vai avanti!! grazie! ciao Mario

DG

Domingo Gianasso

€50,00 20 May 2019

Grazie per l'impegno profuso nella grande battaglia e avanti così.

Anonymous User

Anonimo

€10,00 20 May 2019

3 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Questo e’ un altro bomboccio simile a Fassina, prima ci fanno entrare in una gabbia ( L’euro ) dalla quale sembra impossibile uscire, poi dopo aver avvallato tutte le porcherie possibili contro i cittadini, se ne escono che loro sapevano che sarebbe successo quanto sta’ avvenendo!
    Devono essere giudicati e condannati per crimini contro l’umanita’ queste merde!!!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi