Il medioevo era meglio! Diego Fusaro

Estratto dall’intervista a Diego Fusaro di oggi (l’integrale è disponibile nel video qui sopra)

Nel medioevo c’erano i laboratores, gli oratores e i bellatores. Anche oggi abbiamo questa tripartizione: i nuovi oratores sono il clero giornalistico e il circo mediatico, i quali svolgono una funzione analoga a quella dell’antico clero, perché formano i quadri ideologici di glorificazione del nuovo assoluto, cioè l’economia capitalistica trasformata in monoteismo del mercato e della produzione e santificata come il migliore dei mondi possibili. “Non avrai altra società all’infuori di questa“, è il grande comandamento che i nuovi oratores pronunciano senza tregua. I nuovi bellatores post-moderni del nuovo feudalesimo sono invece le stesse oligarchie finanziarie che, disponendo di un valore di scambio immenso e sempre crescente, producono la finanziarizzazione dell’economia e mirano ad abbattere, spesso con bombardamenti etici e con nuove crociate – non a caso -, ogni limite alla mondializzazione del mercato, rimuovendo le frontiere, i confini e producendo il piano liscio dell’unico mercato globale coincidente con il mondo.

Infine abbiamo i nuovi laboratores, che sono le masse dei lavoratori migranti e precari, costrette non solo a condizioni sempre più abiette e a una subalternità sempre più oscena, ma anche a una dipendenza che si fa ogni giorno più intensa e sempre più prossima a quella dell’antica servitù feudale. Noto per inciso che la parola precariato deriva dal latino “prex” (preghiera) e indica una condizione di subalternità in forza della quale il precario, per poter continuare a lavorare e quindi a esistere, deve dipendere, pregando, dalla volontà di chi gli concede il posto di lavoro.

Quindi una situazione davvero di rifeudalizzazione integrale, che implica un’asservimento sempre più radicale, che in altri tempi mai sarebbe stato concepibile. Una vera e propria rifeudalizzazione che emerge anche dall’aspetto seguente. Sappiamo che la grande narrazione universalizzante del mondo medioevale era quella della “Cristianitas“, cioè del mondo intero ridotto sotto l’unificazione cristiana. Oggi, nel nuovo feudalesimo del finanz-capitalismo, questa ideologia universalizzante si ridispone come ideologia della globalizzazione che, come hanno mostrato ad esempio Fredric Jameson e David Harvey nei loro studi sul postmodernismo, diventa la nuova forma dell’imperialismo del capitalismo contemporaneo, che non coincide affatto con l’irenica estensione dei diritti al mondo intero, ma invece coincide con una pratica di inclusione coattiva di tutti i popoli del pianeta all’interno dell’unico modello globalizzato della produzione e del mercato, coincidente appunto con la mondializzazione capitalistica.

 

38 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • I 5stelle vogliono uno stato onesto e democratico al posto di questo regime marcio antidemocratico. E hanno ovviamente ragione.

  • Personalmente, considero un po’ forzato il paragone con il Medioevo che ricordiamolo e’ stato un periodo lungo mille anni. Il fatto e’ che la precarizzazione, tipica della schiavitu’, e l’aumento della produttivita’ attraverso la deflazione salariale sono piu’ simili al paganesimo della Roma antica. Nel medioevo, nascono le corporazioni dei lavoratori ed ogni singolo rapporto di lavoro e commerciale e’ definito nei suoi minimi dettagli onde non avere scorrettezze tra le parti. Il servo della gleba non puo’ essere cacciato in alcun modo dalla terra (per questo servo della terra) e nessun vassallo puo’ costringerlo a lavorare piu’ del dovuto. La stessa nascita dei Monti di Pieta’ (creata da un monaco francescano, se vi capita andate ad Assisi nell’eremo di San Francesco, dove c’e’ la sua tomba) non e’ altro che una ricerca da parte della Chiesa utilizzare il nascente capitalismo (l’usura come viene chiamata) per creare lavoro e non usura cioe’ denaro che crea denaro. Non solo, ma si sviluppano i mulini (cioe’ traslando si fa ricerca ed innovazione) proprio perche’ senza schiavitu’ il lavoro umano e’ costoso. Consiglio un ottimo libro a riguardo: Barren Metal di E.M. Jones. Purtroppo e’ in inglese, ma imparare una lingua soprattutto in Italia puo’ essere utile. Si sa, le nostre elite ciclicamente trovano come soluzione alle crisi l’emigrazione dei connazionali.

  • Il Movimento 5 Stelle quando dice tutti a casa vuole semplicemente soatituire l’attuale classe dirigente corrotta fino al midollo con gente un pochino più onesta. Ci guadagnermmo tutti. Il M5S non vuole di certo privatizzare i servizi pubbli, prova ne è la battaglia per l’acqua pubblica e quella ancora più importante contro il sistema bancario.
    Mi spice Diego, ma questa volta non posso essere d’accordo con te.

  • Mi piacie l’analisi di Diego Fusaro sulla società odierna ma sembra molto disinformato sulle idee del Movimento 5 Stelle:
    1) Nesuuno del M5S vuole abolire il “pubblico” in favore del privato.
    a) Il M5S vuole l’acqua pubblica
    b) Il M5S vuole la scuola pubblica.
    c) Il M5S vuole trasporti pubblici più efficienti e non li vuole provatizzare
    d) Il M5S vuole la raccolta differenziata porta a porta gestita daa enti Pubblici e non partecipate o enti provati
    e) Il M5S vuole una sanità pubblica efficiente e per questo propone che i medici che lavorino per il pubblico non possano lavorare per il privato

    2) Il M5S vuole cacciare questa classe politica sopratutto perchè “Serva del potere finanziario e delle Lobbies delle grandi industrie” oltre che incapace e pappona.

    Probabilmente ha ragione quando dice che il M5S non ha una visione unitaria e strutturata su ciò che dovrebbe essere la nostra società e che questo lo porta a qualche incoerrenza ma comunque molto meno di ciò che potrebbe sembrare.

    • L’ M5s è un contenitore imponente motore di tantissime idee. Mi sembra che l’ osservazione di Fusaro vertesse sulla comunicazione generale degli orientamenti programmatici: dal di fuori, la priorità dell’ M5s sembra essere quella di abbattere il sistema dei privilegi della casta politica, il che coincide in parte con le classiche crociate del capitalismo finanziario. Personalmente vorrei che l’ M5s mettesse molto più peso sulle politiche monetarie, rispetto al tema della corruzione e privilegi della classe politica.

    • Quando Beppe Grillo afferma che l’importante oggi e’ la rendita e non il lavoro fa un discorso liberista. Il reddito di cittadinanza o al secolo riforma Hartz IV non e’ altro che un espediente per la deflazione salariale. Era presente anche nel libro bianco di Biagi e non a caso: si presuppone una disoccupazione naturale tipica dell’ideologia liberale cancellando l’idea della piena occupazione.
      La mia preoccupazione riguardo al M5S e’ quella che menzioni: che organicita’ c’e’ nelle loro proposte e soprattutto i due fondatori da che parte stanno?

    • Il movimento non è comunista ovviamente, ma nemmeno servo delle banche. La differenza tra movimento e pd è ovviamente enorme, basta informarsi…

    • Max, io mi informo e per questo che sono arrivato alla conclusione che siete solo dissenso controllato. Mi avete fregato all’inizio (io vi ho votato) ma ora vi attaccate.
      Siate seri e scegliete una linea economica organica, altrimenti siete come “Lillo, l’amico di tutti”.
      Aldila’ dei tuoi slogan da quattro soldi da troll del m5s, nel caso specifico che ho riportato (il reddito di cittadinanza) voi volete tagliare gli stipendi dei lavoratori. A chi desidera capire perche’ il reddito di cittadinanza=politiche liberiste rimando al link che ho postato sopra.

    • Io non frego nessuno e sono un simpatizzante 5stelle. E confermo quello che ho detto. Troll da quattro soldi sei proprio tu, non certo io.

  • Concordo pienamente con l’analisi finale di Diego Fusaro, i 5 stelle sono (inconsapevoli?) complici di questo sistema che vuole smantellare i governi sovrani…

    Pensate veramente che ci lasceranno governare come ci pare e piace?

    • i 5stelle sono assolutamente complici poiché funzionali allo smantellamento della cultura italiana, basata sul cristianesimo.
      Apparire “più buoni” dei pastori cristiani é un vecchio trucco per ingannare le masse ignoranti, per portarle al macello….
      anche solo il simbolo 5stelle é manifesto nel suo significato…

  • Ma il m5s non sono quelli PRO utero in affitto(stepchildadoption), i PRO Cirinnà… i primi ad esser d’accordo con la destrutturazione della famiglia naturale, si proprio quelli a fare il doppio gioco, che utilizzano le carenze culturali della gente per coinvogliarla al servizio dei poteri multinazionalisti..?
    Ma non forse ovvio che attraverso il malcontento, l’ignoranza, le multinazionali lo utilizzino per eliminare le ultime traccie democratiche costruite con la pelle dei nostri antenati, e ancora oggi ultime avanguadie a nostra vera difesa tramite la costituzione?
    Strano che non facciano chiarezza sui legami tra Casalegio e Enrico Sassoon ovvero un discendente della famiglia ebrea dei Sassoon, che sono imparentati con i Rothschild, e che oltre a ricoprire prestigiose cariche ed essere primo partner della CASALEGGIO, è soprattutto Board Member dell’Aspen Institute Italia, “think tank” emanazione diretta del Gruppo Bilderberg… a già tutti coloro volevano saperne di più venivano curiosamente espulsi dal: “Mo Vi Mento”

    • Il movimento finora ha fatto decisamente bene. E le decisioni sono prese dalla maggioranza, non certo da Grillo o da Casaleggio.

  • La DEMOCRAZIA NON esiste ed il perché lo spiega molto bene Platone… Nel medioevo, quando la Chiesa Cattolica aveva il potere temporale creava anche una civiltà, poiché comunicava cultura, si preparava l’esaltazione dell’individuo, esplosa nel Rinasciment. Oggi il materialismo e l’ateismo sono la negazione della cultura, della civiltà e quindi dell’uomo ed infatti la decadenza é manifesta.
    Le grandi ideologie, non a caso, esaltano enti astratti (STATO, POPOLO, CLASSI, SISTEMA CAPITALE, MERCATO ecc.ecc) che finiscono con l’opprimere l’individuo, che rimane difeso dalla sola entità che lo ha liberato in passato (e lo vuole mantenere libero nel futuro) : la Chiesa Cattolica.
    Tutti i socialismi (fascismo, nazismo e comunismo), infatti, sono ANTI-cattolici e diffondono l’anti-clericalismo nelle masse che, ingannate, finiscono per adorare le ideologie che li rendono schiavi. A questo serve la cultura, ovvero a riconoscere la verità dalla menzogna (che pare più vera del reale!!).

  • Magari Capitalesimo, prosaicamente dico l’era del Puttanesimo!
    Indifferentemente uomo o donna, si è raggiunto un infimo livello etico e morale che non ha paragoni con altre epoche storiche anche dei citati secoli bui.
    E’ stata raschiata via la coscienza al popolo per evitare che maturasse consapevolezza evolvendosi da bestie in cittadini, la prova è la classe politica e dirigente di questa nazione che ha venduto al miglior offerente la propria Costituzione, norme imprescindibili per applicare principi e valori che realizzano uno Stato di civiltà e democrazia fondato sulle regole dei diritti e doveri per tutti indistintamente.
    La prova è del declino è tutta qui, in quanto popolo se avessimo avuto un briciolo di coscienza avremmo già cacciato a pedate dalle Istituzioni dello Stato uomini e donne dediti al puttanesimo.

    • Speriamo che molta gente si sia finalmente svegliata dopo questi pessimi governi pidioti. 5stelle unica speranza per questo paese ovviamente.

  • detto francamente, chi non ha consapevolezza o voglia di difendere ciò che dev’essere difeso, non solo i simboli ma principi, valori, tradizioni, storia, cultura che rappresentano la filosofia della propria vita non sopravviverà ad altre “civiltà” che sapranno difenderle e imporle.
    Sempre prosaicamente domando, nel nostro prossimo futuro vogliamo mangiare burro di noccioline e bere cocacola e pregare con il culo verso l’alto?

  • Salve, vorrei dire cosa mi è piaciuto e cosa avrei detto diversamente da Fusaro. Il parallelo col medioevo è interessante ed è tristemente vero l’aumentare del divario sociale di oggi, in tutto il mondo ove sta entrando, a macchia di leopardo, il Mercato a uniformare tutto e schiacciare le diversità e le culture locali. Ma alla domanda: cosa proponi, è altrettanto triste e credo, obsoleta la risposta: occorre un partito super partes, unito, il M5S non è abbastanza organico… Io non credo che la medicina sia un Partito organico, perché questo è proprio quello che in unione sovietica, in Cina, in Germania portò alle dittature. Il partito unico, proletario, da basso, democratico… si incorrerebbe nelle vicissitudini storiche già note. Invece, forse il M5S è una benedizione che sia frammentato, perché è ad un passo cosi la gente del M5S per capire il seguente: l’importante è non agglomerarsi, ma diversificare le soluzioni politiche in ogni piccola realtà. E’ la diversità, il vero salto che contraddistingue il 1900 dal 2000. Nel 1900 si credeva nelle grandi nazioni, nei grandi poteri benefici dall’alto, ma hanno tutti mostrato il carattere dittatoriale presto o tardi. Invece nel 2000 penso sia necessario capire che è necessario partizionare il governo in tanti piccoli governi. Bene fa quindi cominciare a lasciare stare gli ideali 900eschi, e parlare di bioregionalismo, di piccole democrazie locali, e questo potrebbe stimolarlo un partito che parli ai media e alle masse di questo facendo capire che essere un grande minestrone è prioprio l’anticamera per costruire una diversità politica, il M5S potrebbe divulgare questa ricetta.

    • Il movimento è fatto da gente onesta e democratica, che sta dalla parte della giustizia. E questa è già una rivoluzione, in questo paese.

    • Caro Emmanuele c’è del senso in quello che dici e per quanto secondo me Fusaro sia una delle menti più brillanti che abbiamo attualmente in Italia e, chissà, nel mondo, ciò detto anch’io credo che in parte lui guardi con un senso novecentesco alle possibili soluzioni e/o alternative da mettere in gioco in questo prossimo futuro che ci aspetta. Grazie per la tua condivisione.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi