Merci, denaro, petrolio: tutto precipita. E fa paura!

segnali dall'abisso - tutto precipita - economica - crisi

Immaginiamo un mondo nel quale il denaro non vale più nulla e l’economia mondiale è immobile per mesi, o per anni. Cosa accadrebbe? Lo vedremo forse presto. Ecco tre grafici, tre immagini inequivocabili sulla grave crisi economica in atto e sui tempi durissimi in arrivo. Chi non si è preparato, rendendo solida come poteva la sua economia domestica o quella della propria impresa, è bene che lo faccia ora. Con tutta la calma, la razionalità e la lucidità possibili.

1. Tutto è fermo.

Il Baltic Dry Index, indicatore relativo alle navi cargo che trasportano materiali “secchi” quali carbone, ferro, grano eccetera, segnala la dinamicità dei mercati mondiali e anche la “forza” della domanda e dell’offerta di tali merci . Segnala, in breve, la tendenza della congiuntura economica. Nato nel lontano 1985, tre giorni fa ha toccato il minimo valore di sempre, segno che una grave crisi economica è già in atto ed esplosioni di debito sono possibili a breve.

Primo segnale dall'abisso: i lBaltic Dry Index.

2. Il denaro perde irreversibilmente velocità di circolazione.

La velocità di circolazione dello stock monetario M2 (dollaro) indica la frequenza media di spesa del dollaro in un dato periodo di tempo. In sintesi: più la velocità è bassa, più l’economia reale è “morente”. Anche qui, da quando queste misurazioni esistono, siamo al record negativo di sempre. In una parola: l’economia mondiale, vista dall’ottica del dollaro (ma la velocità di circolazione del dollaro equivale in pratica alla velocità dell’economia mondiale), non è mai stata tanto vicina al collasso totale. Si prepara una recessione forse di durata ed intensità inimmaginabili. Il valore del denaro è di fatto dato dalla rapidità di scambio e dalla domanda di denaro. Di per sé non avrebbe alcun valore. Non importa quanto denaro esiste, ma in quanto tempo passa senza incarnarsi negli oggetti e negli scambi. Mai come oggi il denaro è “morto”, ma su di esso si basa la vita di un intera specie animale.

Secondo segnale dall'abisso: la velocità di circolazione dello stock monetario M2

3. L’industria occidentale del petrolio e la finanza degli stati esportatori stanno collassando.

La quotazione del petrolio al Nymex non ha bisogno di spiegazioni: da decenni il valore del petrolio e le sue variazioni (la volatilità) indicano inequivocabilmente la tenuta dei mercati, quindi del mercato obbligazionario mondiale e la tenuta dei debiti sovrani, oltre che dirci “dove va l’economia”. Un mondo che non necessita della prima e più efficace forma di carburante dell’economia stessa è un mondo dove il commercio e l’industria entrano in uno stato di coma. Da questo grafico si evince una ondata di panico senza precedenti sui mercati, con cinque o sei punte di vendita tali da far fallire nei prossimi anni interi paesi (l’intera galassia dei paesi OPEC fallirebbe entro 5 anni perché, con questi prezzi, nessun tipo di petrolio oggi sul mercato è redditizio).

Terzo segnale dall'abisso - Crude oil barrel

Fonte: Vita nel Petrolitico.

13 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • il dollaro sta subendo la guerra monetaria ingaggiata dai BRICS: la russia e la cina per esempio hanno stipulato un mega contratto per fornitura gas metano e tale gas verrà pagato in rubli; i brics hanno creato la loro personale banca mondiale che fa prestiti agli stessi brics sempre senza usare il dollaro.
    il petrolio era ora che calasse il consumo !!! fare largo alle rinnovabili !!

    • non hai capito…. il petrolio negli anni 90 stava intorno ad i 12 $ … il fatto che oggi a 32 dollari non è più redditizio estrarlo da la misura di quanto sia sempre più costoso estrarlo causa esaurimento … i consumi di petrolio mondiali sono a livelli stabili intorno ad i 90 milioni di barili al giorno

  • UN governo illuminato prenderebbe la via del reddito di cittadinanza attraverso la sovranità monetaria e progettazione di un mondo eco-sostenibile con tecnologie totalmente rinnovabili. Democrazia diretta e indipendenza energetica del singolo individuo. Non cero un governo di ladri sarà capace di uscire da questa situazione senza morire di debito.

    • il R.di C. non è vita natural durante, è uno strumento o soluzione temporanea una sorta d’iniezione di adrenalina per dare al fisico più slancio e coraggio riprendendo quelle funzioni vitali necessarie per svolgere le attività.
      Proprio perchè viviamo in un periodo storico di crisi-recessione economica bisogna intervenire artificialmente sul sistema consumistico, iniettando denaro togliendolo da quelle attività umane non produttive, esempio apparati politici-governativi-amministrativi come le Giunte Regionali che dissipano ogni anno oltre 150 MLD di euro, in spese personali e partitiche, di gestione degli stessi apparati oltre alle innumerevoli spese pazze per opere servizi-infrastrutture pubbliche inutili, riattivando le Province meno le 20 città capoluogo di dimezzerebbe la spesa a 75 MLD più che sufficienti per mantenere le infrastrutture esistenti e realizzarne di nuove.

      Ovvio che questa elementare soluzione con questo sistema partitocratico non verrà mai attuata perchè a rimetterci non saranno i cittadino ma i partiti e loro fondazioni.

  • ecco dite al quel fenomeno di Renzi (ma lo sa benissimo) che quel + 0,7% (fasullo) sul PIL nazionale è dovuto al costo del greggio (non Ezio) alla Bce che vende il denaro alle banche allo 0,05%, oltre ad essere trainati da altre economie (quindi export) che tirano molto più della nostra.

    Basterà un battito d’ali di farfalla in estremo oriente che da noi ci sarà il terremoto definitivo.

    Abbiamo una classe politica al governo talmente prona su se stessa che si sta guardando l’orifizio anale!

  • Accendo la TV, c’è il TG1, mostra le brave persone che assistono i poveri e i senzatetto: proprio come in una scena dell’ultimo spot della multinazionale coca-cola. Ma invece di lavarsi la coscienza occorrerebbe uno stato che non lascia indietro nessuno.
    Chi riesce bene nella vita ha in ciò il suo premio… Chi, per qualunque sia la ragione, annaspa, affonda, va salvato, non lasciato sommergere. Va sostenuto, ma non con la carità, che gli chiede in cambio la dignità.
    Occorre il reddito di cittadinanza per rendere migliore la società.
    Dev’essere un provvedimento per integrare nella vita sociale, non inteso come fanno quelli del PD, che però comprano F35, come assistenzialismo. Occorre una legislazione per il lavoro socialmente utile, con ore messe a disposizione da chi è fuori dal raddito da lavoro.
    Quando il M5S sarà al governo non saremo più in uno stato-ologramma, che si tiene in piedi con la TV, con le credenze, l’illusionismo.
    Il consenso al M5S è il segno che ognuno ha ripreso possesso della propria vita con etica, solidarietà e responsabilità. Buon 2016!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi