Russia: cancelleremo il dollaro USA

Russia: il dollaro è lo strumento con cui gli Stati Uniti impongono la loro dittatura sul mondo. Subito una coalizione formata dai Brics e da istituzioni economiche euroasiatiche per escluderlo dalle riserve di valuta estera.

Russia - Cancelleremo il dollaro

Aleksander Bastrykin, presidente del Comitato Investigativo della Federazione Russa, ha richiesto l’istituzione di una coalizione internazionale per combattere ciò che ha definito una vera e propria “dittatura” imposta dagli Stati Uniti al resto del mondo.

La costituzione di una coalizione internazionale potrebbe essere fondamentale per contrastare la dittatura che gli Stati Uniti ed i loro alleati occidentali ci impongono” ha detto venerdì scorso ad una tavola rotonda tenutasi a Mosca. Secondo Bastrykin, il predominio geopolitico di Washington si basa su una “incontrollata e non garantita” iniezione del dollaro nell’economia globale. “E’ contro qualsiasi logica finanziare un paese che sta usando le stesse risorse contro il nostro interesse” ha detto, per poi aggiungere che una coalizione internazionale dovrebbe far in modo di escludere gradualmente il dollaro dalle riserve di valuta estera.Il funzionario russo ha definito “guerra ibrida” quella che gli Stati Uniti ed i loro alleati  stanno conducendo contro Mosca, una guerra basata sul “dumping” del mercato energetico e una “guerra valutaria” basata sull’espansione incontrollata del dollaro. Bastrykin ha detto anche che alcuni gruppi ed istituzioni internazionali – come la Shanghai Cooperation Organization, la Comunità economica eurasiatica, i BRICS e l’Organizzazione del Trattato di Sicurezza Globale – hanno già stabilito gli elementi di base per la costruzione di una futura alleanza globale.

La Russia è in contrasto con l’Occidente, in particolare con gli Stati Uniti, anche a causa di altre questioni tra cui la crisi in Ucraina (che vede i paesi occidentali accusarla di alimentare il conflitto ) e la decisione della NATO  di rafforzare la propria presenza nei paesi ad est dell’Alleanza. Inoltre, la situazione in Medio Oriente potrebbe presto degenerare nella terza guerra mondiale, un conflitto che è già in corso, sotto forma di guerra economica, ma che potrebbe presto vivere un’escalation militare e nucleare: “Putin pronto alla terza guerra mondiale se l’Arabia Saudita invade la Siria“.

L’intervista al veterano dei Marines che svela che i vertici militari USA collaborebbero con Putin in Siria, disobbedendo agli ordini di Obama. Qui sopra, l’intervista caricata su DailyMotion. Se volete vederla su Youtube, invece, dovete cliccare qui.

4 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Per chi ha un minimo di conoscenza della materia monetaria, non può che applaudire al commento/direzione di tale Signore.
    Per dirla in parole semplici, la moneta dollaro si fonda in pratica sulla loro forza militare e sui loro inganni, perpetuati sui popoli con l’ausilio di massoni e di Collaboratori politici e non.
    Il ritorno agli accordi tra le parti economiche industriali e non, tra gli stati, è fondamento di una sana economia.
    La liberalizzazione proposta ha un solo scopo…. avere le mani libere per rubare.

  • Fare guerra, e come un bimbo scacia un cazoto in piato di mangiare , shi lo meti sul culo.
    Evoluzie×devoluzie-scambi leali.
    Forse torniamo meglio a un sano diluvio.
    So sbatuto pre oltre 40 ani, a tenervi sani e salvi, ma forse dio aveva ragionato justo per voi, non sieti ancora coti( maturi, ho cosa voleti dire pure voi)-come ragionate vilo meritaten pieno.
    SCUSATEMI…forse so stanco e vechio e non vedo e sento le cose giuste nei torni ,o forse voi avete ragione de andarvi.

  • Corego puntini imersi di voi=%koolo/non kadzo….chi tia fato fa¿!.(no lo fa ripara)
    Ceso sensi di parola per quanto atlantide e sumerso/cosi che , laschando suspans sembrerebe aciotare{ho detto aciotare non accetare.acetare=%taiare’n basso/aciotare=%÷2taiare meta , restando un pezo di…..

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi