Il piano c’era: era questo! Carrol Quigley, Tragedia e Speranza (1966)

Carrol Quigley - Il piano c'era - Era questo

Carrol Quigley era uno storico americano, professore di Scienze Politiche alla Georgetown University, consigliere di Bill Clinton e teorico dell’evoluzione socioculturale. Nel sul capolavoro del 1966, “Tragedy and Hope” (tragedia e speranza) scrive:

«Le potenze del capitalismo finanziario avevano anche un obiettivo di lungo termine, niente meno che creare un sistema mondiale di controllo finanziario in mani private capace di dominare il sistema politico di ogni nazione e l’economia del mondo come un tutt’uno. Questo sistema doveva essere controllato con modalità feudale delle banche centrali del mondo agendo di concerto, attraverso accordi segreti sanciti in incontri frequenti e conferenze. L’apice di questo sistema era la Banca per i regolamenti internazionali a Basilea, in Svizzera, una banca privata di proprietà e sotto il controllo delle banche centrali mondiali, le quali sono esse stesse istituzioni private. Ogni banca centrale punta a dominare il suo governo attraverso la capacità di controllare i prestiti sui titoli di Stato, di manipolare le valute estere, di influenzare il livello di attività economica del Paese e di condizionare politici cooperativi e compiacenti attraverso ricompense economiche nel mondo del business» [Carrol Quigley – Tragedy and Hope – 1966 – pagina 324 – Scarica il PDF qui].

Interessante notare come da allora le cariche politiche e le carriere affaristiche si intreccino. È di questi giorni, per esempio, la notizia che Manuel Barroso, presidente della Commissione Europea prima di Juncker, che ha gestito gli anni dello scoppio della crisi a Bruxelles, ora sia stato assunto da Goldman Sachs.


Finanzia la prossima intervista e scrivici il tuo nome dentro:

Finanzia la prossima intervista e scrivici il tuo nome dentro

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • ciao

    Federico Caffè…… ecc.
    ho trovato un passo in “Gli incappucciati della finanzia” nel quale parla male del FMI, già vent’anni fa.
    hai notizie su di lui?
    buona giornata.
    Enrico

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi