Vaccini, Romani a Matrix: dire che non hanno effetti collaterali è un errore.

Dopo le polemiche sull’intervento del Presidente del Senato Grasso per togliere la sala prenotata dal senatore Pepe per la proiezione del film Vaxxed, sul presunto legame tra i vaccini e l’autismo, ieri sera il senatore Maurizio Romani (ex M5S), medico chirurgo, omeopata e vicepresidente 12ª Commissione permanente (Igiene e sanità), si è confrontato con Roberto Burioni, a Matrix, sul tema vaccini.


“Dire che i vaccini non hanno nessun effetto collaterale, e che tutti ci possiamo vaccinare tranquillamente, è un errore. Ci sono controindicazioni. Ci sono effetti collaterali. Come tutte le medicine hanno degli effetti tossici. L’effetto benefico è superiore all’effetto tossico? Se io faccio la chemioterapia a uno che ha una broncopolmonite mi sono fumato il cervello. Se io do un’aspirina a uno che ha un tumore, mi sono altrettanto fumato il cervello. Però dire che ‘tanto non ti succederà assolutamente niente’, che ‘lo devi fare’ e ‘non s’è mai visto nessun effetto tossico, nessun effetto collaterale’ è sbagliato. L’abbiamo sentito dire da personaggi politici importanti, che vaccinarsi non ha nessuna controindicazione. Abbiamo anche sentito dire che se non vaccini devi pagare una multa o essere radiato.

Sul vaccino per il papilloma virus, ad esempio, non abbiamo dati certi. È stato pubblicizzato e messo in commercio dopo 5 anni di sperimentazione soltanto. La gente queste cose non le sa, pensando che facendo questo vaccino non avrebbe più fatto il pap test. Da noi di tumori al collo dell’utero non muore più nessuno, grazie al pap test”.

Leggi anche: “Pepe scatena l’inferno su vaccini e autismo al Senato“.

13 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Le nanoparticelle dei vaccini, sempre presenti e ve ne sono di molti tipi e di molteplici minerali-metalli tossici, quando vengono inserite negli organismi dei soggetti che si vaccinano, bypassando le normali difese immunitarie esistenti, possono andare in qualsiasi parte, anche nel DNA inibendo anche i geni, ad esempio quelli dei mitocondri delle cellule rendendole malfunzionanti, tant’e’ che quelle sostanze si ritrovano nei vaccinati, con apposite ed particolari analisi, oltre annidarsi in qualsiasi altra parte del corpo a seconda dei casi e soggetti; queste nanoparticelle tossiche, cosi come le normali sostanze ponderali vaccinali, oltre al danno dell’introduzione delle proteine a DNA = virus eterologhi/estranei (portatori di informazioni deleterie al DNA mitocondriale delle cellule, modificando le loro normali funzioni), oppure i batteri di certi vaccini, con il loro contenuto di DNA, e le tossine che possono emettere perche’ estranei alla compatibilita’ dell’organismo del soggetto vaccinato, possono rimanere latenti ed “esplodere = slatentizzarsi” dopo anche decenni, vedi allergie, asma, disfunzioni gastro intestinali, leucemie, distrofie, sclerosi, stanchezza cronica, SLA, cancri, ecc.
    Ovviamente a seconda del tipo di sistema immunitario e del grado di possibili infiammazioni latenti (non esiste corpo vivente che non ne abbia, deboli medie od importanti, anche se non avvertite dal soggetto, o da esami classici e non sufficientemente precisi della medicina allopatica, quindi ed ovviamente le reazioni a queste sostanze tossiche sono diverse da individuo ad individuo ed ecco si spiega perché non tutti i vaccinati, si ammalano sempre tutti quanti degli stessi sintomi (chiamate dalla medicina ufficiale impropriamente malattie)…ma solo alcuni individui rispetto ad altri !
    Semplice no ?, ma i medici allopati vaccinatori od i soggetti saccenti che bazzicano nel WEB, queste cose non le sanno o fanno finta di non saperle e quindi sono in malafede.
    http:///www.mednat.org/vaccini/dannivacc.htm

  • Il Natural News Forense Food Lab ha analizzato i vaccini antinfluenzali che vengono prescritti a tutti che siano bambini, donne in gravidanza o anziani per proteggersi dai rischi dell’influenza stagionale. Quello che è emerso è sconcertante: essi contengono livelli scandalosamente alti di mercurio neurotossico. Sono state analizzate le fiale del vaccino antinfluenzale prodotto dal gigante farmaceutico britannico GlaxoSmithKline (GSK) che vengono vendute in tutto il mondo e anche nel nostro paese. Questi vaccini contengono 51 parti per milione di mercurio, ovvero 25.000 volte il massimo valore legale consentito per l’acqua potabile…
    http://www.dionidream.com/vaccino-antinfluenzale-mercurio/
    http://www.naturalnews.com/045705_flu_vaccine_mercury_heavy_metals.html

  • Ascoltate le baggianate che il caro BURIONI (alias BURLONE), il grande difensore a livello nazionale dei vaccini, certamente sponsorizzato direttamente dall’Istituto S. Raffaele di Milano, dell’ex proprietario il caro don Verzè, o meglio ancora direttamente dal Ministero dell’In-Sanità. Il don Verzè, a suo tempo, fu sospeso a divinis dal Vaticano stesso, per le sue grandi speculazioni fatte sulle malattie della gente e sull’esporto all’estero di grandi capitali derivanti da questo Istituto, che considerava di SUA esclusiva proprietà. Burioni è senza dubbio un altro don Verzè, non certo come proprietario, poiché oggi l’Ospedale è di proprietà del Vaticano che ha acquisito tutti i diritti del vecchio proprietario, compreso quello della speculazione sulle malattie. Romani è invece un medico che è entrato in politica, che conosce i danni provocati dai vaccini, ma che non ha sufficiente forza dialettica né la grinta per confrontarsi con il “pappagallesco” Burioni. Questo è il mio modesto parere.
    Giorgio Alberto Tremante

  • Nei bugiardini dei vaccini (trivalenti MPR, Varicella, Epatite-A, ecc) ci sono le sigle MRC-5, WI-38, WI-26 VA, RA-273, che indicano componenti derivati da feti abortiti.
    Il sito http://nexusedizioni.it/it/CT/vaccini-sviluppata-una-nuova-linea-di-cellule-derivate-da-feti-abortiti-5288 spiega che:“per ottenere questa linea cellulare fetale, gli autori dello studio hanno effettivamente interrotto la gravidanza in nove donne – scegliendo genitori attentamente selezionati – fino a quando non hanno trovato quello giusto. Le donne sono state messe in condizione di effettuare un parto abbondantemente prematuro, con una tecnica chiamata “water bagging” [versione mignon del parto in acqua] che rende certa la nascita di feti vivi, i cui organi intatti sono stati immediatamente inviati ai laboratori.

  • peccato per l’ignorante di cui sopra che sono 15 anni che un innocuo derivato del mercurio non si usi piu’ nei vaccini. il mercurio puro invece mi spiace per lui non e’ mai stato usato.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi