Il Post chieda scusa

Luca Sofri

Un articolo flash dai toni denigratori pubblicato su Il Post definisce “complottista” questo blog. A riprova, cita un’intervista che Giulietto Chiesa mi ha fatto sul MES (il fondo salva-stati) e sull’Output Gap (scambiandola per un’intervista che io ho fatto a lui… ma va beh), che contiene solo ed esclusivamente riferimenti documentati e documentabili (come sempre, del resto): “La trappola invisibile dell’Output Gap (The Output Gap Trap)“. L’intervista viene definita “oscura e bizzarra”. Oscuro e bizzarro è l’autore del “post” del “Post”, che non è neppure indicato e si trincera dietro l’anonimato.
Anche derubricare chi la pensa diversamente a mero autore di “fake news” è a sua volta una “fake news” inaccettabile. Così come dileggiare qualcuno è parte del linguaggio e del comportamento degli haters, che a loro piacciono tanto.  Io non mi sono mai occupato del Post e della sua narrazione dei fatti, che legittimamente può fare. E ne difenderei l’esistenza se qualcuno lo ritenesse non affidabile. Desidererei… anzi: “pretendo” lo stesso identico rispetto. Che è anche e soprattutto il rispetto che si deve alle centinaia di migliaia di frequentatori dei social di Byoblu e delle sue centinaia di intervistati di alto profilo, tra giornalisti, economisti, politici, docenti, filosofi e così via. 
Ovviamente, non si può commentare sotto al “post” del “Post” per esprimere disappunto.  Poco male: qui ci sono i loro contatti: http://www.ilpost.it/chi-siamo/
 

10 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Non hanno nemmeno letto l’articolo! Screditare è il nuovo cammino!
    Ma questo la dice lunga su cosa intendono far passare come verità: il metodo è antico e si usa nelle dittature! Scredita, distruggi, riscrivi la storia!

    Il tempo è galantuomo, peccato averne poco!

  • vergognoso, ma non mi stupisco molto visto chi è il direttore..
    tra lui e la moglie non si sa chi è peggio…… ovviamente entrambi due allineati al Regime….

  • Claudio, non fare pubblicità gratuita a siti semi sconosciuti, probabilmente lo hanno fatto di proposito per attirare l’attenzione del lettore e fargli aumentare il counter. In tal senso non sarei sorpreso se Adsense funzionasse senza problemi su quel sito o altri simili, tanto per avvalorare la tesi che chi cercano di censurare sono siti di vera informazione e non fuffa.

  • Caro Messora,sinceramente l’articolo del Post mi sembra un mero report di cronaca e non vi ho trovato i toni denigratori cui lei allude. A meno di non ritenere denigratoria la semplice definizione di “complottista” che viene data del suo blog. Lei in passato ha denunciato molti complotti: non ama questa definizione?

  • Salve. Ho letto il post del Post, inserito nelle news e, sinceramente, non ravviso alcun tono denigratorio, anzi. Riporta, in modo distaccato e oggettivo, l’accadimento (poiché mi sembra effettivamente una notizia!); riportando sia le motivazioni di Google che la sue (di lei, Byoblu). Tutto qua: perché dovrebbe chiedere scusa?

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi