ControRassegna Blu #3 – 02/05/2018 – La UE stringe il cappio

Ecco la nuova puntata della Controrassegna Blu, la rassegna stampa di Byoblu: le notizie che i radar dell’informazione mainstream non rilevano. Solo su Byoblu.

ELEZIONI EUROPEE 2019: ARRIVANO I GUARDIANI DEL WEB

Elezioni europee in arrivo nel 2019, e la UE già pensa alle misure per controllare l’informazione sul web: è di qualche giorno fa il documento ufficiale che ne annuncia le linee guida. Al primo posto la lotta alle cosiddette “fake news”, che secondo l’Unione rappresentano addirittura una “minaccia alla stabilità e alla coesione delle nostre società europee”. Poi la creazione di una piattaforma apposita definita “indipendente”, di una rete di esperti addetti a verificare le notizie, e di un forum composto da media mainstream, pubblicitari e cosiddetta società civile. Cosa significa tutto ciò? E’ la messa in pratica del bavaglio all’informazione libera: i cittadini non credono più ai media, si informano in modo alternativo, decidono sempre più con la propria testa anziché farsi orientare da opinioni piovute dall’alto, e questo al momento del voto ha ricadute sulla politica e i governi. Occorre quindi obbligare gli elettori a leggere solo ciò che è prescritto, in modo che poi votino come auspicato. Quando c’è di mezzo la democrazia, insomma, l’Unione Europea è sempre in prima linea…

Fonti:

ANSA 26 Aprile 2018 http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2018/04/26/allarme-ue-fake-news-reale-minaccia-a-stabilita-societa_2fd71d4f-7e4b-4d85-99d5-ddfa6299c5fb.html

Blog di Marcello Foa 27 Aprile 2018 http://blog.ilgiornale.it/foa/2018/04/27/ci-siamo-la-ue-crea-una-rete-di-censori-la-liberta-dopinione-e-in-pericolo/

LA UE VUOLE GESTIRE ANCHE LE VACCINAZIONI

L’Unione Europea si trasforma insomma sempre più in un grande organismo di sorveglianza. Non si ferma infatti al controllo dell’informazione: ora interviene anche per orientare le questioni sanitarie. La Commissione ha lanciato infatti una sorta di “operazione vaccini”: si tratta di un documento che prevede un piano di vaccinazione europeo, con controlli anche a sorpresa nelle scuole e nei luoghi di lavoro, tessere elettroniche personali, corsi di formazione agli operatori per gestire “atteggiamenti esitanti”. E per finire, anche una “coalizione” di operatori sanitari per combattere la diffusione delle teorie no-vax, ovvero, ancora una volta, gestire le informazioni che arrivano ai cittadini. Il documento prodotto dal team Juncker sarà probabilmente approvato a fine anno, e tutti dovremo poi ottemperare.

Fonti:

Europa Today 27 Aprile 2018 http://europa.today.it/attualita/vaccini-bruxelles-coalizione-anti-no-vax.html

NUOVO TRATTATO DI DUBLINO: IMMIGRATI IN ITALIA FINO A 10 ANNI?

In programma in Europa la revisione del Trattato di Dublino. E ormai la questione diventa strettamente elettorale: Francia e Germania non vogliono rischiare che le elezioni interne siano influenzate dalla questione immigrazione. Così, i Paesi del nord Europa propongono misure drammatiche per l’Italia e gli altri Paesi di approdo: ripartizioni solo in caso di emergenza; esclusione dalle riassegnazioni in Europa degli immigrati provenienti da paesi “sicuri”, come tanti Paesi africani; si potrà chiedere la spartizione tra Paesi solo quando il numero di sbarchi sarà quasi al doppio dell’anno precedente. Per finire, l’Italia e i Paesi di approdo avranno la responsabilità di chiunque arrivi per ben 10 anni. Insomma, gli altri Paesi sono fermamente intenzionati a trasformare l’Italia nell’hot spot europeo. La decisione definitiva è fissata per il 28 giugno: l’Italia avrà un governo in grado di sbattere i famosi pugni sul famoso tavolo? O dobbiamo aspettarci l’ennesima umiliazione?

Fonti:

Corriere della Sera 27 Aprile 2018 http://www.corriere.it/esteri/18_aprile_27/rifugiati-in-carico-10-anni-pressing-dell-italia-contro-piano-ue-2a7a3f84-4987-11e8-91c2-712f6a8efc34.shtml

RETELIT: UN’ALTRA INFRASTRUTTURA STRATEGICA IN MANI STRANIERE

Sapete cos’è Retelit? E’ una società che collega tutta l’Italia con la fibra ottica, con 230mila chilometri di cavi, 9 reti metropolitane e 15 data center. Ma non solo: fa parte anche di un ring paneuropeo ed è membro del sistema dei cavi sottomarini intercontinentali che collegano l’Europa all’Asia, con una station di proprietà che si trova a Bari. Retelit stata fondata in quel di Prato nel 1996 come Planetwork, forse qualcuno la ricorderà, ed è quindi una società tutta italiana. O meglio… “era”: Retelit è stata infatti acquistata in questi giorni da una cordata di aziende tedesche e libiche, che hanno battuto l’offerta dell’italiana Fiber. Retelit è una realtà privata e non pubblica, certo: ma ancora una volta, un’importante infrastruttura tecnologica e strategica italiana finisce in mani straniere. Il governo deve esprimere il suo parere entro due settimane: speriamo tenga ben presente che si tratta di interesse nazionale.

Fonti:

Sole24Ore 27 Aprile 2018 http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2018-04-27/retelit-fondi-battono-mincione-un-assemblea-fiume-212630.shtml?uuid=AE6Ob3

BUONA NOTIZIA: FINALMENTE LE API SONO SALVE!

E per finire, oggi possiamo raccontarvi una buona notizia. L’Europa ha approvato il bando permanente di tre dei più dannosi pesticidi neonicotinoidi, da tempo imputati di essere la causa della morte di api e alveari in tutto il continente. Quella contro i neonicotinoidi è una battaglia ambientalista che va avanti da anni, coinvolgendo la popolazione con raccolte firme e con l’informazione sulla fondamentale importanza delle api nell’agricoltura. Da oggi i tre pesticidi non saranno più usati in campi e colture, con il sollievo anche del settore degli apicoltori, vittima di una crisi senza precedenti proprio a causa dei neonicotinoidi. Ciliegina sulla torta: tra i tanti Paesi che hanno votato a favore del provvedimento c’è anche l’Italia.

Fonti:

Greenpeace 27 Aprile 2018 http://www.greenpeace.org/italy/it/ufficiostampa/comunicati/Api-approvato-bando-permanente-in-UE-per-tre-neonicotinoidi-dannosi-Greenpeace-Ottima-notizia-bene-voto-a-favore-dellItalia/

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sempre più angosciante il susseguirsi delle notizie, vedo un paese allo
    sbando nelle mani di gente senza scrupoli…. Amen

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi