SFATIAMO I FALSI MITI SULL’ITALIA DELLE BANCHE – Valerio Malvezzi

È vero che le nostre banche e la nostra economia sono talmente malridotte che è necessario intervenire per salvarle, stravolgerle, commissariarle? E se non è vero, perché allora vogliono farcelo credere? In 29 diapositive piene di dati e grafici, Valerio Malvezzi, cofondatore di WinTheBank e professore a contratto dell’Università di Pavia, ribalta il tavolo e capovolge la propaganda mainstream.

8 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Stando così le cose sul debito, perché i nostri governanti, che ritengo conoscano bene questi dati sui debiti, mai hanno fatto valere il loro peso in sede europee, anzi subendo il racconto che siamo spendaccioni, spreconi e dilapidatori? Così anche sugli NPL a fronte dei drivati delle banche gallocrucche?
    Evidentemente sono e sono stati traditori dell’interesse nazionale, ma sulla ragione del perché così hanno fatto c’è da ragionare. Solo per sporchi e squallidi interessi personali e di gruppo, tipo carriere europee e similia? Certo la casta dei privilegiati della politica e dei ruoli apicali della PA sono i percettori principali dei “benefici” di questa situazione, avendo a disposizione stipendi sicuri e quindi mutui per arraffare beni alla metà del prezzo.
    Oppure anche perchè in fondo distruggere la piccola e media impresa, la classe media in soldoni, per loro è stato, o meglio pensavano che fosse, l’obiettivo da perseguire per “eliminare” coloro che non danno loro il voto e quindi il potere? Se così fosse, mai calcolo è stato così sbagliato come si è visto alle elezioni. Altri daranno spiegazioni migliori e più corpose, tuttavia rimane che abbiamo avuto governi di venduti e traditori. L’unica speranza è che un eventuale governo lega-m5s riesca a battere i loro disegni. Sarà così? Ce la faranno?

  • Altra domanda, retorica perché si conosce la risposta: perché i cosiddetti giuornalisti delle TV generaliste chiamano sempre e solo economisti alla Cottarelli e mai in contraddittorio con quelli come Malvezzi, Bagnai, Giacché etc. etc.?

  • Considerazioni:
    1) fosse la Germania a rischiare il default nel caso l’Italia uscisse dall’euro?
    2) Dijsselbloem: politico probabilmente affetto da profonda invidia nei nostri confronti, perché non solo noi spendiamo i soldi in alcol e donne, mentre gli altri solo in alcool (dall’affermazione fatta lui ne dovrebbe fare sicuramente uso), ma addirittura spendendo complessivamente meno (ah! ah! e noi ci andiamo pure a donne!).
    A questo politico consiglio di non abusare di alcool ed andare di più a donne, chissà …
    3) troppo grandi per fallire: certamente! Mica sono loro a fallire: casomai i risparmiatori.
    eh! l’esternalizzazione dei fallimenti (non è, però, una novità).
    Non è un’esternalizzazione del fallimento anche quando lo Stato interviene per salvare una banca?

  • Grazie Prof, molto interessante! Mi sembra non inutile aggiungere che quelle banche non possono realmente fallire, perchè’ in caso di fallimento le finanzia il pubblico, cioe’ i cittadini, come abbiamo visto anche di recente.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi