Contratto M5S – Lega: vota il questionario di Byoblu

Quello che potete scaricare qui è la versione finale, definitiva, chiusa dopo le undici di sera di ieri, giovedì 17 maggio 2018, del contratto di Governo tra il Movimento 5 Stelle e la Lega, che oggi viene sottoposta alla ratifica degli attivisti certificati sul blog delle stelle, e all’assenso dei cittadini che si esprimeranno ai gazebo della Lega nelle piazze italiane. Lunedì sarà presentato al Colle, dove verrà spiegato al Presidente della Repubblica, il quale dovrebbe a questo punto dare l’incarico a quello che sarà il presidente del Consiglio incaricato.

Byoblu vi chiede di leggerlo con attenzione e poi di rispondere al questionario che trovate immediatamente dopo. indicando se vi soddisfa oppure no, per quale motivo, cosa avreste modificato, aggiunto o tolto, e quanta fiducia avete nel fatto che venga rispettato. Le vostre risposte, per chi vorrà indicare un nome, verranno prese in considerazione nel video riassuntivo con i risultati finali.

ContrattodiGoverno M5S-LEGA 17-05 h23-10

Se non vedi il questionario qui sotto, puoi partecipare attraverso questo link: https://it.surveymonkey.com/r/VotaIlContrattoDiGoverno

Crea la tua indagine per il feedback degli utenti

8 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il dubbio che il vincolo di mandato sia costituzionale o meno sorge nel momento in cui si osserva la natura dei parlamentari. Cioè se i parlamentari sono eletti dalla popolazione o se sono nominati dai capi partito e quindi perdono l autonomia politica obbiettiva e vengono relegati a semplici servitori dei pochi capi bastone. Se io voto un parlamentare che viene poi eletto, pretendo che questi rispetti il mandato per cui è incaricato nel partito o altra figura parlamentare fino in fondo è se accade di essere in disaccordo può lasciare la formazione politica ma non entrare in un altro partito o movimento presente in parlamento. In parole povere torna a casa e si fa rieleggere da un altra parte.

  • A una veloce lettura sembra contenga punti condivisibili mi sembra però non preveda nessun intervento sulla legge elettorale, ma lo rileggo poi con calma e attenzione
    Grazie byoblu x l’impegno a una informazione libera e orizzontale

  • Ritengo veramente innovativo e propositivo quanto nel programma di Governo.
    Mi occupo di efficientamento energetico e ritengo che il punto n. 4 sia eccezionele e oltre a salvaguardare l ambiente sia una grossa e importante opportunità di lavoro..
    Antonio Colella

  • Ditemi che ho letto male o non ho capito:
    “Alla luce delle problematicità emerse negli ultimi anni, l’Italia chiederà
    la piena attuazione degli obiettivi stabiliti nel 1992 con il Trattato di
    Maastricht, confermati nel 2007 con il Trattato di Lisbona, individuando
    gli strumenti da attivare per ciascun obiettivo.”

  • Posso consigliare una regola css per il div del sondaggio :

    .smcx-widget {
    z-index: 0;
    }

    allo stato attuale si sovrapprone allo (sticky) menu. firefox 59.0.2

  • 1 – Che il “contratto” sia stato stilato da due opposti schieramenti politici (benché entrambi convergenti allo smantellamento dell’attuale andazzo) lo si vede dai contenuti: spaziano a 360° e non in una sola direzione come sicuramente sarebbe accaduto nel caso in cui fosse stato redatto da uno solo dei due.
    2 – A pag. 14 leggo di “coraggiose e rivoluzionarie misure di riforma”. Ebbene sì: ho 74 anni e non mi pare che si sia mai verificata una cosa del genere.
    3 – Questo “contratto” ha tutta l’apparenza di un libro dei sogni. Pur tuttavia credo che se ogni cittadino s’impegnasse (beninteso nei limiti delle proprie possibilità) a far sì che quei sogni diventino realtà, l’Italia diverrebbe il primo Paese al mondo nel quale ognuno vorrebbe vivere!
    4 – Infine un grazie a Byoblu: mettendo a disposizione il testo (da leggere e votare), consente a ciascuno di noi non solo di farsi un’idea più precisa sul programma del futuro governo, ma di correggere eventualmente alcune sue personali valutazioni ingenerate dalle semplificazioni giornalistiche. Faccio un esempio: io ero assolutamente contrario alla FLAT TAX perché la ritenevo iniqua. Ma ero contrario perché nessuno mi aveva ancora detto che è previsto “un sistema di deduzioni per garantire la progressività dell’imposta, in armonia con i principi costituzionali” la cui finalità “è quella di non arrecare alcun svantaggio alle classi a basso reddito, per le quali resta confermato il principio della no tax area”! Quindi nuovamente un grazie a Claudio Messora per questa sua brillantissima idea!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi