IL CIMITERO DELL’INFORMAZIONE – Sebastiano Caputo

Sebastiano Caputo, giornalista e pubblicista dal 2013 e ideatore della rivista “L’Intellettuale Dissidente“, racconta davanti alle videocamere di Byoblu il suo nuovo libro “Alle porte di Damasco“, il diario del suo viaggio in Siria dove ricostruisce la cronistoria del conflitto siriano dal 2011 a oggi. Un conflitto che, tra le altre cose, ha portato allo scoperto anche… “il cimitero dell’informazione”.

Da Roma, servizio di Eugenio Miccoli

4 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • intervista importantissima…divulghero’ il piu’possibile….un vero giornalista;coraggioso e giovane,altro che quei demoni replicanti che si trovano in rai e nella maggior parte dei quotidiani europei….grazie bioblu

  • Sono stupito, meravigliato dalla testimonianza di questo giovane reporter di guerra. Si definisce un “giovane giornalista ingenuo”, altrochè, una competenza d’altri tempi. Ancora una volta grazie Byoblu per aver dato voce a questo prezioso e potente contributo. Così si fa informazione, così si fa crescere il pensiero.

  • Questo è giornalismo. Mi viene spontaneo il confronto con quel bufalaro di Formigli che addirittura sostiene le tesi di quella poveretta che mi pare si chiami Rula Gebreal.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi