I SEGRETI DEI CONTI FRANCESI – Nicoletta Forcheri

Attraverso il Franco CFA, la Francia sottomette le sue ex colonie in Africa. Già questo sono in pochi a saperlo (su Byoblu ha iniziato a parlarne quest’anno Konare grazie alle interviste di Eugenio Miccoli: “L’Africa può risorgere” e “Come la Francia piega l’Africa con il Franco CFA“), ma quasi nessuno sa che la Francia usa un sistema simile anche in altre zone del mondo. Ad esempio in Polinesia, con il Franco CFP.

Come funziona quello che a tutti gli effetti è un sistema di dominio ai più oscuro e inestricabile? Attraverso quali documenti viene concesso alla Francia il privilegio di controllare la moneta di vaste aree del mondo, e di trarne benefici per la sua Banca Centrale? E cosa dovrebbe essere, invece, la moneta?

Per la prima volta su Byoblu la ricercatrice Nicoletta Forcheri, esperta di sistemi monetari, intervistata da Irene Oliveri cercherà di far luce su un meccanismo seminascosto, responsabile di un vero e proprio giogo economico applicato a molti Paesi del mondo e di un vantaggio competitivo di cui anche l’italia fa le spese.

6 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Critica costruttiva:
    Le spiegazioni sono confuse e spesso errate… peccato…forse la Laurea in Linguistica e Lingue (Inglese, Spagnolo) non l’aiuta…
    LA libertà di parola non significa libertà di parlare di qualunque cosa, anche quelle per cui non si é qualificati…
    Fate parlare degli specialisti e professionisti TITOLATI, almeno questo filtro mettetelo altrimenti si sconfina nel dilettantismo…
    I titoli non sono SUFFICIENTI ma sono NECESSARI…
    p.s. qualche corso ad istituti economici non fa un professionista…

    • A parte che non ho da snocciolare qua il mio curriculum che annovera anche corsi ed esami di economia politica, diritto pubblico e privato, organizzazioni internazionali, diritto internazionali passati e riusciti a Bruxelles, vorrei sapere invece ad esempio quale sia la laura di Konaré, per dirne uno, ma non mi sembra che nessuno abbia rimesso in discussione la sua autorevolezza a parlare di franco CFA, o vuol dire che il fatto di essere maschi e neri è patente sufficiente e superiore al fatto di essere donna, bianca e laureata?
      Quando non si sa come criticare gli argomenti, si va a frugare nella vita personale della persona per trovarne spunti di attacco e presunte debolezze, tipico dei troll o dei vigliacchi ignavi

      • Buongiorno,
        penso che ogni sforzo in direzione della verità è sempre da ammirare. Altrettanto vero è che bisogna avere le competenze. Come fa rilevare Nicoletta se può parlare Konarè di franco CFA o addirittura Don Nitoglia di Islam, tanto per citare due esempi, credo che la nostra autrice abbia di sicuro lo stesso diritto.
        Piuttosto avrei preferito che parlando di Francia Byoblu avesse trattato un problema ben più attuale del vecchio cancro dl sistema finanziario, anche se c’è interdipendenza fra i due. Alludo ai Gilet Jaunes. O, mala parata, si fosse trattato del cripto sionismo (ma anche no) di gente come Attali, BHL, Zemmour, Cohn Bendit etc. che domina la politica e di conseguenza i media d’Oltralpe ( o viceversa, vallo a capire… Macron è creatura di Attali o di Goldman Xachs o di tutte de due?).
        Gente come Soral, Pascot, Chouard, Taddei, Dieudonnè, Todd, Asselineau (pur non facendo amalgama fra loro) son sconosciuti qui in Italia.
        Anche perchè qui basta pronunciare la parola magica Israele per essere demonizzati e trattati da antisemiti.
        Alla faccia di Andreotti, Fanfani e Craxi, tanto per dire, che il nome Palestina ben sapevano che esistesse…

  • Mah, mi dispiace per ci afferma che la spiegazione è confusa oppure chi critica forma o altro, la sostanza arriva eccome e l’ho compresa molto bene.
    Se qualcuno non ci arriva o non vuol capire….
    Ringrazio La dott.ssa Nicoletta che ha affrontato questo tema e cerca di sensibilizzare, questo è il vero e più importante concetto, se ci fermiamo alle virgole non andremo mai avanti.

Top